Indice dei nomi letti nel repertorio HUBART delle pergamene dello Stato di Fermo, studio di Vesprini Albino

INDICE DEI NOMI PROPRI NELLE PERGAMENE ELENCATE DA MICHELE HUBART CONSERVATE PRESSO L’ARCHIVIO DI STATO DI FERMO.

 

NOTA  -numeri mancanti nell’elenco: 0133,0366,0564

– numeri doppi: 0007,0143,0251,0583,0725,0753,1259,1352,1744

—o—

Abate del Monastero di S. Savino, 1503

Abate del Monastero di Sant’Anastasio, 1548

Abbamonte di Giacobbe da Ascoli, 1611,1611

Abbazia di Ferentillo, monastero, 0378

Abbazia di Isola Maggiore, 0097

Abbazia di S. Croce di Fonte Avellana, 1849

Abbazia di San Bartolomeo di Campofilone, 1423

Abbazia Farfense, 0060,0091,1797,1801,2261

Abideo Bugarisco, 0068

Abramo di Carbone, 0783

Abramo di Mosé, 2300,2300,2300

Abramo di Mosé, ebreo, 0792,0829,1338

Abruzzo, 0808

Accumoli, 0385,0843,0859,1538

Achille Gigliuccio, 0480

Acquaviva, 0094,0215,0252,0665,0702,0843,0886,0899,0901,

0907,0950, 1035, 1036,1037,1038,1039,1040,1041,1042,1043,1044,

1045,1046,1047,1048,1049,1050,1051,1052,1053,1054,1055,

1056,1057,1058,1067,1071,1073,1075,1078,1087,1091, 1250,

1779,1780

Ada, nipote di Francesco di Mancino, 0959

Adam Lauro da Fermo, notaio, 0119,0918

Adamo Mancino, 0988

Adamo, abate del monastero di S. Savino, 0793

Ademario  (o Ademaro) da Agrifoglio, maresciallo della Curia Romana, 0279,0267,0714 a 1369,0719, 0279,0267,0714,0719,0943

Ademaro da Agrifoglio, signore di Tudello e di Fonte, 1133

Adenolfo di Ruggero, 0391

Adenulfo, vescovo fermano, 0565,1614,1618,2228,2229,2232

Adenulfo, vicedomino della Chiesa Fermana, 1984

Adinulfo di Monaldo, 0083

Adria, 0141

Adriano Barts, notaio, 0149 Adriano di Gentile, procuratore, 1991

Adriano VI, 0303,0472,1097

Aduardo di Monalduccio da Offida, notaio, 1885,1886,1887

Africano, giudice della Curia Generale, 1960

Agata, vedova di Belforte degli Aceti da Fermo, 1481

Agello, castello di Ripatransone, 2227 a 1112, 2228

Agello, castello, 0862,1618

Agostino Barbadico, doge, 0375,0410,1200

Agostino di Bennuccio, 1490

Agostino, frate dell’Ordine dei Predicatori, 0604

Agostino, frate, nunzio di Fermo, 1148

Agoto, località, 0899

Agrifoglio, località, 0267,0714,0719

Alano di Rolando, notaio, 1244

Alardo Spaen, lubicense, 0560

Alatrino, legato della Sede Apostolica, 1299

Alba, 1130,1156,1176,1204, 1206,1212,1217,1229, 1231,1261, 1262,1289 a 1368,1359, 1362,1431

Albanese, vicario generale in Italia, 0227

Albanino, 0730

Albano,  località,1737

Albano, rev.mo, 0709

Albenga, 0433

Alberghetto da Fabriano, padre di Guido De Clavellis 0569,1626

Albergitto De Clavellis da Fabriano, 2167

Alberico De Lambertinis da Bologna, 0737

Alberico, vescovo fermano, 0563,2094

Albertinella, moglie di Moncono di Rotundo, 1837

Albertino da Camporo, 1681

Albertino da Reggio, giudice Generale nella Marca, 2171

Albertino da Reggio, giudice per gli appelli nella Marca, 2175

Albertino De Bruseghadis, notaio, 0872,1883,2124

Albertino di Simone, 1778

Albertino Sinibaldo, cappellano della Sede Apostolica, 2229

Alberto da Collina, 1163

Alberto De Bruseghadis, notaio, 1675

Alberto De Sabatinis da Bologna, podestà di Fermo, 1320

Alberto di Adamo, 1527

Alberto di Carbone, 0759

Alberto di Guglielmo, notaio, 0181

Alberto di Rainaldo, notaio, 1927

Alberto di Ugone da Montegranaro, 1868,1869,1870

Alberto, 0860

Alberto, ascolano, 2243

Alberto, notaio, 1711

Albisanotto, scudiere di Ferdinando re della Sicilia, 0758

Albula, fiume,0702,0703,0704,0705,1064,1070,1073,1074,1076,1082,

1088,1091,1094, 1927

Alburnizio, località, 1037

Aldebrandini, marchese Estense, 0895

Aldebrandino di Rainaldo da Sant’Andrea, 1081

Aldebrando da Sant’Andrea, 2254

Aldigerio di Matteo, notaio, 2179,2180

Aldigerio, notaio del Comune di Fermo, 1675

Aldisia (o Aldisa), figlia di Francesco di Giovanni di Matteo di Firmone, 1670

Aldobrandini, cardinale, 1392

Aldobrandino da Campana , 0865

Aldovisia, figlia di Amelio di Agoto, 0451

Aldovrandino, legato del Papa, 1104

Alessandrino, da Moresco, 1747

Alessandro Calcaneo, tesoriere delle Marche, 0927

Alessandro Cesarini, cardinale, 2011

Alessandro di Albertone, 2300,2300,2300

Alessandro di Antonio da Acquaviva, 1047

Alessandro di Avoltrone, presbitero, 0351

Alessandro di Boso da Mola di Genova, 1645

Alessandro di Egidio, notaio 0773

Alessandro di Francesco, tesoriere del Papa, 1474

Alessandro di Gentile da Gualdo, 0085

Alessandro di Giacobbe di Rainaldo, notaio, 0076

Alessandro di Giovanni di Matteuccio, 0818

Alessandro di Matteo da Fermo, 1240

Alessandro di Matteo di Cecco da Fermo, 0367

Alessandro di Matteo, 1804

Alessandro di Matteo, ambasciatore e oratore del Comune di

Fermo, 0954

Alessandro di Matteo, notaio, 2308

Alessandro di Simeone, fermano, 1259

Alessandro di Stefano da Narni, 0552

Alessandro di Ugello da Stella, 1308

Alessandro Farnese, cardinale, 1398

Alessandro IV, 0070,0074,0106,0137,0157,0352,0362,0514,0537,0595,0670,1113,

1131,1146,1168,1170,1238,1549,1592,1827,1855,2246,2251

Alessandro V, 0273,0287,1452

Alessandro VI, 0085,0254,0335,393,0403,0417,0432,0482,0493,0536,0541,0562,

0586, 0881,0922,0983,0987,0989,1110,1199,1295,1386,1388,1398,

1434,1435,1436,1437,14381439,1440,1441,1474,1502,1506,1519,

1521,1826,2075,2076,2102

Alessandro, cardinale dal titolo dei SS. Cosma e Damiano, 1502

Alessandro, cardinale dal titolo di San Lorenzo in Damaso, 0884

Alessandro, detto Lupo, da Gualdo, 1398

Alessandro, vescovo di Milano, tesoriere delle Marche, 2067

Alessandro, vescovo di Urbino, 0865,1245

Alessio Lascari, capitano, 1047

Alfarello di Fanello, anconetano, 1690

Alfino, notaio, 0216

Alfonso de Federici, 0482

Alfonso De Pellegranis da L’Aquila, 1421

Alfonso di Toleto, uditore, 2045

Alfonso, re di Aragona, 1491,1500

Algora (o Albula), fiume, 1068

Alico, giudice di Fermo, 1934,1934,1934

Allegrizia, moglie di Paolo di Andrea, 2256

Alma Città, 0882

Almano, località, 0824

Aloisio Cornelio, cardinale, 0069

Aloisio da Agoto di Curbano, 0899

Altadia di Nicola di Paolo da Macerata, 1845

Altadona, moglie di Rainaldo, 2256

Altafesta, moglie di Tuccio di Bonconte, 2289

Altagrima, moglie di Simonetto di Giorgio, 1921

Altare dei SS. Filippo e Giacobbe nella chiesa di Sant’Andrea di Petritoli, 0989

Altare di S. Antonio nella chiesa di S. Vittore di Massignano, 0888

Altare di S. Caterina, 0538

Altare di S. Francesco, nella chiesa di S. Maria di Magliano, 0919

Altare di S. Giovanni Evangelista nella chiesa di S. Martino di Ascoli, 1145

Altare di S. Leonardo nella chiesa di San Giovanni di Grottammare, 1642

Altare di S. Lorenzo, 0545

Altare di S. Maria degli Angeli nella chiesa di Sant’Andrea di Petritoli, 0984

Altare di S. Salvatore, nella chiesa di S. Maria di Magliano, 0919

Altare di San Benedetto nella chiesa Fermana, 1487

Altare di Santa Maria Maddalena nella chiesa di San Gregorio del Porto di Fermo, 0659

Altare sotto il vocabolo di S. Giovanni Battista, 0896

Altemps, cardinale, governatore di Fermo, 0464, 0945

Alteta, castello, 1598,1628,1984,2252

Altidiana, madre di Angeluccio da Sant’Angelo in Pontano, 2282,2282

Altidona, 0168,0264,0545,0895,0999,1337,1740,2240

Altidona, notaio fermano, 0041,0869,1310

Altrovitore, 0947

Alvetrete, castello, 0236

Amandola,0227,0337,0077,0095,0132,0393,0725bis,0824,0964,1125,1825,1990 1373,1994,1999

Amarano, località, 0818

Amatrice, 0385,0479,0843,0859,1590

Ambrosio De Spanochis da Roma, 0586

Amedeo (o Amodio) De Giustini da Città di Castello, giureconsulto, 1909, 1917

Amelia, 0994,1494

Amelia, 1700

Amelio di Agoto, rettore della Marca, 0451,0609

Americo da Cregollo, tesoriere, 1294

Americo di Arpinello, podestà di Fermo, 0680

Americo, cardinale dal titolo di San Martino dei Monti, 1216

Americo, tesoriere, 1116

Americo, vescovo di Bologna, 1164

Amico di Callisto, notaio, 2139

Amico di Giacobbe, notaio della Curia della Marca, 1660

Anacardo di Gerardo, tesoriere della Marca, 0662

Anagni, 0070, 0074,0137,0259,0352,0387,0537,0595,1170,

1607,1684,1803,1855,2060 a 1380,2060

Ancona,0022,0024,0035,0046,0049,0054,0120,0183,0211,0309,0406,

0419,0450,0457, 0483,0490,0497,0528,0770,0800,0809,0810,0812,

0825,0840,0849,0895,1118,1132,1146 1258,1201,1208,1209,1223,

1234,1241,1244,1251,1261,1292,1293,1316,1336,1352,1356

1375,1376,1476,1499,1510,1525,1681,1996,2147

Andegave, 1227

Andrea (Tomacello), fratello germano di Bonifacio IX, 1148

Andrea Angelo Mario da Trevi, notaio, 2108

Andrea Canuto, reverendo, 0903

Andrea Casiate, sindaco di Fermo, 2273

Andrea da Foroli, 0103

Andrea da Luterisco, 0364

Andrea da Milano, 0805

Andrea da Mogliano, 1686

Andrea da Montedinove, notaio, 2145

Andrea da Moresco, 1747

Andrea da Sant’Andrea, 2254

Andrea De Alicis, 1410

Andrea de Bilestris, notaio, 0436

Andrea de Delfini, patrizio di Venezia, 0407

Andrea di Calvuzio, testimone, 0852

Andrea di Chiavellino da Gualdo, 1824

Andrea di Fallerone, 0763

Andrea di Filippo da Camerino, notaio, 0162,1305

Andrea di Filippo da Massa, 1877

Andrea di Filippo da Montesampietrangeli, 2026

Andrea di Filippo di Pucillizio, 0300

Andrea di Filippo, notaio, 0507,0679

Andrea di Filippo, notaio, 2013

Andrea di Filippo, notaio, 2109,2110,1211

Andrea di Gentile da Fabriano, 0815

Andrea di Gentile da Fermo, 1814, 1815

Andrea di Gentile da Fermo, notaio, 1246,1696

Andrea di Gentile da Fermo, notaio, 1945

Andrea di Gentile da Monte Vidon Corrado, notaio, 1751,1756,1757,1750

Andrea di Gentile, 1312

Andrea di Gentile, notaio, 0048,0143 bis,0524

Andrea di Gerardo da Lione, notaio, 0897

Andrea di Giacobbe, notaio, 1296

Andrea di Giovannuccio, 0216

Andrea di Giusto, notaio, 1114

Andrea di Lofredo, podestà di Fermo, 0653

Andrea di Ludovico da Gubbio, notaio, 0136,0913,1814

Andrea di Marchetto, 0729

Andrea di Martino, notaio, 0226,0228,0236,0240,0245,0246,

0690,0701,0703,0704,1063 a 1280,1069,1070, 1073,1077,

1079,1081,1089,1094,1920,1923,2330,2355,2336

Andrea di Massuccio da Fermo, notaio, 1313

Andrea di Matteo, notaio, 0029,0051,2022

Andrea di Morico, notaio, 0289

Andrea di Nicola da Monte di Santa Maria in Lapide, 2204

Andrea di Omodeo, banchiere, 1950

Andrea di Pace, 1642

Andrea di Porcellitto, sindaco di Fermo, 1801

Andrea di Rainaldo da Sant’Andrea, 1063,1081

Andrea di Rainaldo, notaio, 1931,1932,2306

Andrea di Riccio da Monte Novo, 1709

Andrea di Rogerio da Monte Rubbiano, sindaco, 1944

Andrea di Rovellano, fratello di Isabella, 0179

Andrea di Ruggero da Monterubbiano, 0293

Andrea di Tebaldo da Bittono, 0258

Andrea di Urso, 0120

Andrea Tomacello,marchese delle Marche e fratello di Bonifacio IX, 0262,0795,0856, 0875,1139,1155,1239,1266,1282,1288,1361,

1590,1596,1726,1901

Andrea Zeno, nipote di Rainerio Zeno, 0391,0525

Andrea, 0130,0407

Andrea, 0290

Andrea, banchiere, 0291

Andrea, figlio di Margherita, 0815

Andrea, fratello di Risabella, 0213

Andrea, notaio, 1071,2321,2322

Andrea, vescovo Fiorentino, 0740

Andreuccio da Macerata, notaio, 0785

Andreuccio da Massa, 1319,1674

Andreuccio di Andrea, 0279

Andreuccio di Ciccarone da Massa, 1990

Andreuccio di Gerardo da Massa, 1676

Andreuccio di Giovanni da Macereto 0778

Andreuccio Gerardo da Siena, 0199

Andreuccio, sindaco di Fermo, 0138

Andrino da Milano, 0840

Andriolo di Bartolino da Serra, notaio, 0854

Andriolo di Pietro, notaio, 0352

Anessa, monaca di S. Silvestro di Aviliano, 0639

Anfilisia, figlia di Giorgio da Monte Pasillo, 1922

Anfilisia, sorella di Simonetto di Giorgio da Monte Pasillo, 1921

Anfrione di Cionello De Obizis, podestà di Fermo, 0814

Angela De Octonibus, monaca del Monastero di Camerino, 0645

Angelello da Acquaviva, 1038

Angelico di Francesco da Mogliano, 0147

Angelico, vescovo di Alba, 0037,1130,1156,1176,1204, 1206,

1212,1217,1333,1359, 1362

Angelino di Morico da Smerillo, notaio, 2333

Angelo Alibardo, preposto del Capitolo Fermano, 2217,2218

Angelo Cordella da Monturano, 0318,0888

Angelo da Paradiso, dottore in ambo i diritti, giudice nella Marca, 1709,1719

Angelo da San Gemino, 0937,2204

Angelo da Sant’Angelo in Pontano, sindaco, 2201

Angelo De paradisis, 0482

Angelo De Vezzosis, camerario del Papa, 2086

Angelo De Volpuctis (o Volpuzis), commissario, 2155,1664

Angelo di Andrea, 0689

Angelo di Berardo, 1676

Angelo di Bernardino da Fermo, notaio, 0738,1953,2060

Angelo di Bernardo da Fermo, notaio, 0150,0203,0285,0291

Angelo di Bernardo, notaio, 1936,1948,1959

Angelo di Bernardo, procuratore1990

Angelo di Bernardo, sindaco di Fermo, 1319

Angelo di Bernardo,1108

Angelo di Corrado, notaio, 1112

Angelo di Filippo da Fermo, notaio, 1791

Angelo di Francesco, notaio, 2291

Angelo di Giovanni di Cicco, sindaco di Fermo, 1609

Angelo di Giovanni, sindaco di Fermo, 0402

Angelo di Guglielmo da Monterubbiano, 1958

Angelo di Marcolino, 0244

Angelo di Mardone, 1242

Angelo di Marino di Angelo da Montefortino, 1854

Angelo di Masso da Fermo, 2317

Angelo di Matteo da Bonaccorsio, 1983

Angelo di Matteo di Bonaccorso, sindaco di Monte Santa Maria in Giorgio, 1597

Angelo di Nicola, notaio, 0173 a 1425,0810

Angelo di Palmerio, notaio, 0053,0819

Angelo di Rainaldo, 2219

Angelo di Sasso da Montefortino, 1843

Angelo Giustiniano, rettore del Collegio della Compagnia di Gesù, 0345

Angelo Romuleo, podestà di Fermo, 1498,1513

Angelo, 0130

Angelo, camerario del Papa, 0694

Angelo, cardinale dal titolo di San Marco, 0504

Angelo, figlio di Giacobbe, 1334

Angelo, legato della Chiesa Romana, 0141

Angelo, vescovo di Tivoli, 2347,2348

Angelo, vescovo luogotenente delle Marche, 0760

Angeluccio di Matteo di Bonaccursio, sindaco di Monte S. Maria in Giorgio, 1768,1775, 1776,1777,1778,

Angeluccio di Matteo, notaio, 2137

Anglico (o Angelo o Angnelo), vescovo Albanense, 0126,0022,0544,

0585,0610 1370,0633,0663,0719,0721,0832,1261,1262,1690,1737,

1738,1785,2044,2045,2063, 2161

Angnelino  da Sega, 0865

Anna di Felice, figlia di Monaldesca, 0637

Anna Felice, moglie di Giovanni di Venibene, 0690

Anna Felice, moglie di Venibene di Abbamonte da Ascoli, 1091

Annessa, moglie di Francesco di Bonconte, 2289

Annibaldo di Trasmondo, 0178,0191

Annibaldo di Trasmondo, nipote di Alessandro IV, 1238

Annibaldo, 0296,1197

Annibaldo, nipote di Alessandro IV, 1146

Annibale di Trasmondo, proconsole dei Romani, 0733,1137

Anno di Giovanni di Rosella, 2294

Anselmo De Morronibus, 0692

Anselmo di Bonconte da Smerillo, 2321

Anselmo di Domenico, 0272

Anselmo di Guglielmo da Borempaduro, 0246

Anselmo di Trasmondo da Bonorepaduro, 0245,1079,1080,1081

Anselmo di Trasmondo, 1069,1077,1089

Anselmuccio di Brancaleone da Smerillo, 2323,2326 ,2327,

2328,2329,2332

Anselmuccio di Domenico, 0844

Antonello da L’Aquila, 1491

Antonello di Antonio, notaio, 1940

Antonia De Benzonibus, vedova di Giovanni da Olegio, 0446,1359, 1362

Antonia De Billinsonibus da Crema, 0801

Antonia De Bizon da Crema, 0524,1206,1303

Antonia, figlia di Angeluccio da Sant’Angelo in Pontano, 2282,2282

Antonia, figlia di Gerardo, 1309

Antonia, moglie di Giovanni da Olegio, 0243,1356

Antonia, moglie di Riccardo di Federico, 0980

Antonio Agostino, dottore in ambo i diritti, cappellano del Papa, 0897

Antonio Agostino, uditore del Palazzo Apostolico, 0901

Antonio Agostino, uditore della Rota, 0643

Antonio Bacocco, giudice Generale nella Marca, 2281

Antonio Berettario da Piscia, 0905

Antonio Bertacchino da Fermo, 0055,0057,0073,0447,0936,0991

Antonio Brancadoro, 1000

Antonio Cola, sindaco di Montesampietrangeli, 2019

Antonio Covelli, 0214

Antonio da Acquaviva, conte di S. Flaviano, 0843,0859

Antonio da Agello, 0862

Antonio da Arquata, 0862

Antonio da Canario, 1825

Antonio da Monte Pasillo, 2324,2335

Antonio da Montefalco, 1325

Antonio da Montefalco, giudice generale nella Marca, 0308,

0762,2195,1153

Antonio da Montefortino, notaio, 1829

Antonio da Montesanto, notaio, 1969

Antonio da Pando, tesoriere nella Marca,1134,1185

Antonio da Spoleto, 1915

Antonio De Angelinis da Cesena, governatore di Roma, 0887

Antonio De Bonvisis, cittadino lucano, 1495

Antonio De Clavellis da Fabriano, 2141,2159

Antonio de Fatatis, tesoriere della Marca, 0876,0877

Antonio De Firmonibus, canonico tesoriere della Marca, 1173,2009

Antonio De Miglioratis, ufficiale di Sulmona, 0634,0942

Antonio De Octonibus (o Ottonibus), 0510,0897

Antonio De Paganicis da Fermo, reverendo, 1181

Antonio De Pedibus, cittadino e oratore fermano, 2078

Antonio de Vetulis da Viterbo, 0415

Antonio della Casa, mercante fiorentino, 1301

Antonio di Aceto da Fermo, 0737,2166

Antonio di Agostino, 0330

Antonio di Albericto de Clavellis, 0422

Antonio di Andreolo , 0048 a 1373

Antonio di Andreuccio da Fermo, notaio, 2079

Antonio di Angelo di Consilio da Sarnano, 0333

Antonio di Antonio di Aceto, 1125

Antonio di Appignano, notaio, 1728

Antonio di Bartolomeo da Fermo, notaio, 0237,0322, 1705,1705,1721,1721,1753,

Antonio di Bartolomeo, oratore da Sarnano, 2305

Antonio di Benedetto, 0193

Antonio di Berardo, 0072

Antonio di Bertacchino, notaio, 2288,2288

Antonio di Biagio da Fermo, notaio, 0634

Antonio di Boccardo da Monterubbiano, 1931,1932

Antonio di Bragadino, tesoriere di Fermo, 0187

Antonio di Cauzio, medico, 1411

Antonio di Cicco da Bologna, notaio, 1604

Antonio di Cicco da Esanatoglia, 2130

Antonio di Cimideo di Ventura, notaio, 1922

Antonio di Cisco da Fermo, notaio, 0141,1823

Antonio di Cisco da Fermo, notaio, 1264, 1265

Antonio di Cisco da Fermo, notaio, 1596,1597,1597,1600,1769

Antonio di Cisco da Fermo, notaio, 1671

Antonio di Cisco da Fermo, notaio, 1984,1989

Antonio di Cisco da Fermo, notaio, 2306

Antonio di Cisco, notaio, 1227

Antonio di Cisto, 0505

Antonio di Corrado da Appignano, notaio, 2090,2090

Antonio di Cristofano, notaio, 0722

Antonio di Daniele da Venezia, Dottore del Collegio Padovano, 0805

Antonio di Domenico da Fermo, notaio, 0317,0737,0942

Antonio di Domenico da Montegranaro, 1822

Antonio di Domenico di Gabriele da Fermo, notaio, 1608

Antonio di Ermanno, 0391

Antonio di Fiore, vescovo di Castellammare, 1437

Antonio di Francesco da Montottone, notaio, 2165

Antonio di Gentiluccio, notaio, 1577

Antonio di Giacobbe, 0136

Antonio di Giacobbe, fermano, 2209

Antonio di Giacobuccio da Fermo, notaio, 1773

Antonio di Giacobuccio, sindaco di Fermo, 2186,2187

Antonio di Giorgio, notaio, 1541

Antonio di Giovannello, notaio, 1725

Antonio di Giovanni da Fabriano, procuratore, 0753 bis

Antonio di Giovanni da Francavilla, 1628

Antonio di Giovanni, 0543

Antonio di Giovannuccio di Giovanni Albertone detto Paccarone, 1253

Antonio di Giovannuccio Paccaroni, banchiere di Fermo, 0492,1002,1003,1004,1005, 1007,1010 a 1351 ca., 1011,1013,1014,

1015,1016,1017,1018,1019, 1020,1021, 1022,1023,1024,1026,1027

Antonio di Giovannuccio, sindaco di Fermo, 1251

Antonio di Iacobuccio da Fermo, notaio, 1888,1889

Antonio di Iacobuccio, consigliere fermano, 0546

Antonio di Leonardo da Montecosaro, notaio, 0583 bis,0867,2337

Antonio di Leonardo, notaio, 0036,0933,2254,2256,2257,2258

Antonio di Luccio, sindaco di Montolmo, 1630

Antonio di Luciano, sindaco di Fermo, 2059

Antonio di Ludovico di Giovanni Papa da Fermo, 0932

Antonio di Marco da Fermo, notaio, 0255,0278,0522,0779

Antonio di Matteo da Acquaviva, conte di San Flaviano, 1037

Antonio di Migliore, 0545

Antonio di Monaldo, podestà di Grottammare, 1643

Antonio di Monte Ferretti da Urbino, 0445

Antonio di Nicola da Fermo, 0757,0692

Antonio di Nicoluccio da Macerata, 0581

Antonio di Pagano, 0329

Antonio di Palmerio di Leonardo, sindaco di Fermo, 2283

Antonio di Paolo, 0084

Antonio di Pascuccio (o Pascuzio), notaio, 0055,0057,0073,0078

Antonio di Pasquale da Fermo, 1319

Antonio di Pietro da Sulmona, 0581

Antonio di Pietro di Bagno, notaio,0023

Antonio di Pietro di Stefano, fermano, 2155

Antonio di Pietro, notaio, 0302

Antonio di Pompeo, 0398,0418

Antonio di Pultrone, notaio, 1975

Antonio di Puzio da Magliano, 1664

Antonio di Ricciardello, notaio, 1900

Antonio di Rizzardo da Scaramella,0043

Antonio di Rubeo, notaio, 1284

Antonio di Simonetto da San Giusto, 2149

Antonio di Tommaso, sindaco di Fermo, 0731,1285

Antonio di Valente da Monte Pasillo, 0226,2355,2336

Antonio di Vanne di Domenico, notaio, 2152

Antonio di Vanne, notaio, 0484

Antonio di Vannuccio da Massignano, notaio, 1061

Antonio di Vannuccio da S. Maria in Giorgio, 0504

Antonio di Ventura da Fabriano, notaio, 0230,0550

Antonio di Ventura, notaio, 1927

Antonio di Zanetto, 0410

Antonio Gipsarello di Giulionisio, 0043

Antonio Iacobuccio da Fermo, notaio, 0786

Antonio Leonino provveditore della flotta, 1447

Antonio Maria di Tebaldo, 0921

Antonio Mudarra, 0890

Antonio Nicola da Sant’Angelo, notaio, 0022

Antonio Paccarone (o Paccarono), 0367,1301

Antonio Pagano, 0347

Antonio Palombo, 0677

Antonio Pascuzio, 2349

Antonio Poliziano da Monte Santo, 1968

Antonio Pultron, notaio, 0519

Antonio Soriano, prefetto della bireme veneta, 1200

Antonio, 0898 a 1586,0906

Antonio, arcipresbitero ragusino, 0490

Antonio, canonico di Anagni, tesoriere generale, 2060,2060

Antonio, cardinale dal titolo dei Quattro Santi Coronati, 0774,0806,2036

Antonio, detto Gezzarello di Giuliomusio, procuratore, 1309

Antonio, figlio di Ludovico di Giovanni Papa, 0356

Antonio, medico mantovano, 1455

Antonio, notaio, 0103

Antonio, oratore, 0371

Antonio, tesoriere delle Marche, 0738

Antonio, vescovo di Fermo, 0596,1186,1222,1270,1271,1272

Antonio, vescovo Fesulano, 1296

Antonio, vescovo fiesolano, rettore delle Marche, 2198

Antonuccio da Massa, 0103

Antonuccio di Benedetto, 0568

Apezzana, castello, 1531, 1532,1661,1662,2320

Apliano, castello, 0459

Apollonio di Cataldo da Petritoli, notaio, 2002

Appignano, 2090 a 1250,2090 a 1368

Apponello, castello, 1597

Appugnano <Appignano> 1442

Aquila, 0099

Aquileia, 1623

Aragona, 0571,0966,1109,1491,1500

Arbitreto, località, 1611,1611

Arcangelo di Retini da Spoleto, 0163

Arcangelo di Vico da Recanati, notaio, 0075

Archivio pubblico, 0899

Arcidiacono Lunense, rettore della Marca, 0823,1044

Arcivescovo di Avignone, 1477

Arcivescovo di Cosenza, 1412

Arcivescovo di Genova, 1311

Arcivescovo di Iadra <Zara>, 1282

Arcivescovo di Milano, 1465

Arculano, figlio di Uguccio di Adolando, 2122

Arezzo, 0181,0734,1245,2247

Ario, località, 0974

Armaleone, nipote di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 2301

Armilleo di Marino da Massignano, notaio, 1695

Arnaldo, Abate del Monastero Farfense, 2139

Arnulfo di Marcellino, tesoriere, 1159

Arpillo, notaio, 1801

Arpinello, podestà di Fermo, 0553

Arquata, 0862,1274,1533, 1534, 1535, 1536, 1537, 1538, 1539, 1540, 1541, 1542

Artese di Artemagno, notaio, 2242

Ascanio Tommasino, 0330,0901

Ascensio, figlio di Cola di Gidiuccio e di Ciccarella, 0931

Ascoli (Piceno), 0094,0219,0228,0248,0447,0456,0479,

0500,0595,0601,0690 1291,0712, 0808,0869,0918,0922,0950,0967,

0981,0982,1037,1049,1055,1068,1082,1083,1091,10941145,1165,

1216,1246,1276,1308,1310,1426,1428,1429,1430,1431,1432,1433,

1434,1435,1436,1437,1438,1439,1440,1441,1442,1448,1497,1529,

1537,1550,1611,1611,1779,1780,1849,1923,1924,1925,1969,2204,

2247,2340,2341,2342,2343,2344

Aso fiume, 0040

Aspello, località, 0105,0577,0730,0848

Aspromonte, 1820

Assasio di Giovanni di Alessandro da Sarnano,0038,01100217,0501,0605,0777,0870

Assisi, 2034

Astolto, 1506

Astorgio, vescovo di Ancona e Numana, 0211,1476,1525

Astorre Marziale, dottore in ambo i diritti, 0877

Astulto, 1440

Atri, località, 1035

Atria, località, 0929

Attone, economo e procuratore di Filippo, vescovo fermano, 2245

Attorre di Marziale da Fermo, 0649

Aurelio Paccarono, 0478

Auria Ianuense, 0074

Auria, località, 1099

Ausilaco, località, 0714

Avello, località, 1072

Avignone, 1111,1143,1234,1245,1300,1477,1613,1621

Aviliano, località, 0639

Azio De Lapis da Cesena, ufficiale, 1520

Azo, marchese della Marca, 1623

Azone, vescovo fermano, 2227

  1. Tempio, vice legato, 2018
  2. Tesoriere Generale, 1906,1907

Baccalario (o Bacalario) di Fidesmido da Monteverde,0059,1594,2150,2353,2354,

2355,2162

Baccalario di Massio (o Masseo) da Mogliano, 0674,2125

Bacucco, località, 1043,1045

Baldassarre di Antonello, 0816

Baldassarre Leonardellis da Urbevetere, 0200

Baldo De  Baldis, 1304

Baldo Ferratino, 0893

Baldovino (o Baldoino) da Monte, 0382,1734,2190,2194

Balegone, località, 1684

Baligano da Falerone, 1692

Baligano, frate dell’ordine degli Eremiti, 1346

Balignano da Sant’Angelo in Pontano, testimone, 1702

Balignano di Fallerone, 2179

Balingano, sindaco di Recanati, 0840

Banco De Strozzis del conte Paccarone, 0673

Bandini Ottavio, cardinale, vescovo di Fermo, 1259 bis,1357

Bandino De Bandinis da Siena, 1108

Bandino di Fucsio, 0232

Bandrino de Bratis da Parma, 1953

Baraffo di Ianni, 0849

Barbadico Agostino, doge, 0375

Barbarossa, 2006

Barile da Macriano, 1096

Barletta, 0696

Barnaba De Vitalibus da Camerino, 0309,0800

Barnaba Moro, cancelliere da Sarnano, 1891, 1905

Barnabeo da Camerino, notaio, 1150

Baroncello di Scopo, 1883

Baronia di Tortoreto, 0899

Bartolino da Prandalio, 0500

Bartolomea, figlia di Francesco di Ruggerio da Belvedere, 1847

Bartolomeo Brancadoro, arcidiacono fermano, 0713

Bartolomeo Brancato, 2189

Bartolomeo Cola da Montemonaco, 0855

Bartolomeo Cordella da Fermo, notaio, 0294,0461,0465,0468,0962, 2006

Bartolomeo da Albanino, 0730

Bartolomeo da Colle, frate dell’Ordine dei Minori dell’Osservanza, 1224

Bartolomeo da Foligno, fratello di Ciccarella, 0931

Bartolomeo da Guarcino, notaio, 0377

Bartolomeo da Monte Milone, giudice di Montegiorgio, 1991

Bartolomeo De Cortisis da Cremona, podestà di Fermo, 1844

Bartolomeo De Orlandinis da Firenze, podestà di Fermo, 1713

Bartolomeo de Pettinatis, notaio, 0124

Bartolomeo di Anselmuccio da Lapedona, 1648

Bartolomeo di Antonio, 0122

Bartolomeo di Arrano da Spoleto, 0318

Bartolomeo di Brancadoro, 1399

Bartolomeo di Cesio, tesoriere generale, 0423,0515

Bartolomeo di Cicco da Arquata, 1538,1541

Bartolomeo di Cicco di Orlando, 0814

Bartolomeo di Filippo da San Flaviano, 1345

Bartolomeo di Francesco da Pergola, 1972

Bartolomeo di Giacobuccio da Petritoli, 2194

Bartolomeo di Giannino da Montefortino, 1854

Bartolomeo di Giovanni, notaio, 0691 a 1278,0766, 0769

Bartolomeo di Giovanni, podestà di Fermo, 0635

Bartolomeo di Graziano da Montemonaco, 1559

Bartolomeo di Guido da Imola, 1737

Bartolomeo di Guidone da Imola, 0197,0505 ,1249

Bartolomeo di Leonardo, notaio, 0746

Bartolomeo di Luca Cordella, notaio, 0465,0469

Bartolomeo di Monaldo da Viterbo, 1340

Bartolomeo di Morico, testimone, 0783

Bartolomeo di Nerio da Fabriano, notaio, 2121

Bartolomeo di Paluzio,0040

Bartolomeo di Pietro, 1278

Bartolomeo di Pietro, notaio, 0217,0895

Bartolomeo di Pietro, notaio, 2223,1797

Bartolomeo di Scambio da Montelparo, notaio, 1045

Bartolomeo di Tano da Sagnano, 1161

Bartolomeo di Tommaso di MasSETSETWWWWWWto, 0356

Bartolomeo Gani da Fagnano, 1705,1705

Bartolomeo Zambeccario, commissario, 0882

Bartolomeo, arcivescovo, 1166

Bartolomeo, candidato abate del monastero di Campofilone, 1523

Bartolomeo, cardinale dal titolo di San Clemente, 2357

Bartolomeo, generale degli Apostoli Poveri, 0186

Bartolomeo, notaio, 0282

Bartolomeo, vescovo ravennatense, 0077

Bartolomeo, vescovo valvense, 1468

Barvilano, castello, 0895

Basco, tesoriere, 1161

Basilea, 0133 a 1400,1215

Basilica di San Pietro di Roma, 0417

Bastiano di Evangelista da Montegiberto, 1866

Bastiano Savino, oratre fermano, 0488,1712

Battista da Fermo, 1484

Battista da Varano, monaca del Monastero di Camerino, 0645

Battista De Geraldis, chierico fermano, 1295

Battista De Giraldinis, ufficiale amaliense, 1448

Battista di Ada, 0417

Battista di Francesco, 2165

Battista di Vanne di Bernardo da Fermo, notaio, 1663

Battista, oratore di Fermo, 0966

Baviera, 1231,1261

Beata Maria da Ponzano, chiesa, 1504

Beata Maria di Loreto, chiesa, 1377

Beata Maria Vergine, chiesa di Fermo, 0321,0387

Beata Maria, chiesa di Ponzano, 0936

Beata Vergine Maria di Loreto, 1199

Beata Vergine Maria, chiesa, 0664

Beato di Gentile da Morrovalle, notaio, 0214

Beato Giacobbe, ordinario dei Minori, 0248

Beato Gregorio e Margherita, chiesa di Ripatransone, 2242

Befania, figlia di Clavellina, 1707

Belforte degli Aceti, 1481 Belforte di Aceto, 0193

Belforte di Antonio di Aceto da Fermo, 0568,2165

Belforte, abate, 0735

Bellafiore, moglie di Venibene di Abbamonte da Ascoli, 1924

Bellagio, 0204

Bellicardio, 0257

Belluzia, moglie di Giacobbe di Trasmondo, 2289

Belmonte, castello, 1543,1544,2134

Belvedere, località, 1847

Belvisso, località, 1257,1700,1812,2052,2074, 2079,2098,2310

Benacolto di Pietro di Benacolto, notaio, 0840

Benamato, notaio, 2236

Benedetto da Amandola, notaio, 0227

Benedetto da Penna San Giovanni, 0666

Benedetto da Turre, notaio, 2085

Benedetto De Lottis, mercante fiorentino, 0673

Benedetto di Acuumulo da Francavilla, 2149

Benedetto di Cenzo da Camerino, 0073

Benedetto di Chierico, procuratore, 0132,0725 bis

Benedetto di Ciucciante, notaio, 1217

Benedetto di Francesco da Montefalcone, 2344

Benedetto di Giacobbe de Censis, 0055,0057,0078

Benedetto di Leone da Fermo, 0337

Benedetto di Marino da Ascoli, notaio, 0456

Benedetto di Petrucciolo da Fermo, 0503

Benedetto di Rogerio da San Benedetto del Tronto, 0245,1081

Benedetto Lapparello, 0896

Benedetto Spera da Monterubbiano, 1963

Benedetto XII, 0232,0233,0286,0865,1214,1245,1936

Benedetto, vescovo camerinense, 0320

Benedetto, vescovo di Montefeltro, 1241

Benedetto, vescovo Feretrano, 0634

Bennato di Filippo, notaio, 1569

Bensalto di Bondone da Loro, 1653

Benvegnato De Armellinis, amministratore della salina, 1194

Benvenuto  Carpella, notaio, 2266

Benvenuto da Norcia, notaio, 1068,1928

Benvenuto di Bartolomeo, 0273

Benvenuto di Boncambio, 0239,0251 bis,0830, 0530

Benvenuto di Bosone (o Bossone), 0273,0765,2277,2278

Benvenuto di Corraduccio, notaio, 2132

Benvenuto di Gerardo, 0087

Benvenuto di Giacobbe, notaio, 0305,0331

Benvenuto di Morico di Bosio, 0799

Benvenuto di Rainalduccio di Martino Piace, 0789

Benvenuto di Saranto, ambasciatore di Ripatransone, 2233

Benvenuto, notaio, 1816

Benvenuto, procuratore, 1299

Berardino da Santo Omo, 1781

Berardino di Ada di Gabriele di Grisostomo, 1110

Berardino di Ada, 1199

Berardino di Galesio, 0473

Berardino di Paolo di Guglielmo da Monte San Polo, 1325

Berardino Maffeo, vescovo di Massa, 0481

Berardo da Monte Cucco, 1095

Berardo da Montrubbiano, podestà di Montesampietrangeli, 2049

Berardo De Aldigheris da Parma, 1192

Berardo di Giovanni da Montesampietrangeli, 2030,2032,2046

Berardo di Giovanni, cappellano della chiesa di San Pietro di Montesampietrangeli, 2094

Berardo di Guglielmo, 1561

Berardo di Isabene da Loro, 1651

Berardo di Paolo da Petritoli, 2195

Berardo, preposto della Chiesa di San Pietro di Mariano, 2050

Berardo, preposto di San Pietro da Mariano, chiesa di Montesampietrangeli, 2070

Berardo, prevosto di San Pietro, 0781

Berardo, rettore della Chiesa di San Pietro da Marano, 2015

Berarduccio di Guglielmo da Borempaduro, 0246,0245,1079,1080,1081,1089

Berarduccio, 0102

Berbicato, località, 1037

Berduccio di Gentiluccio da Borempadario, 1545

Bergamo, 1303,1477

Berlingerio di Aquilano da Teramo, commissario dottore in legge, 1596

Bernabeo, cancelliere, 1901

Bernarda da Santa Maria in Portico, 0131

Bernardino Capace da Siena, 0417

Bernardino dei Grossori, notaio, 0723

Bernardino di Maffei, vescovo, 0458

Bernardino di Sesto, mercante piacentino, 0589

Bernardino Helvino Tesoriere della Camera Apostolica, 0009,0463

Bernardino Maffeo, vescovo di Massa, 0488

Bernardino Patimolo da Gualdo, notaio, 0122,2205

Bernardino Salomone , 0007

Bernardino, vescovo di S. Floris, 0490

Bernardo da Monte Maggiore, rettore della Marca, 1072

Bernardo da Piano, rettore della Marca, 1159,1214

Bernardo da Rieti, frate farfense, 0741

Bernardo da Rodi, uditore della Camera Apostolica, 1184,1289

Bernardo detto Scoto, mercante fiorentino, 1190

Bernardo di Benvenuto, notaio, 2113, 2115

Bernardo di Bernardone, 0799

Bernardo di Giacobbe, notaio, 2314

Bernardo di Iacobuccio da Fermo, notaio, 0796

Bernardo di Patimalo, notaio, 1259,

Bernardo di Rodolfo da Camerino, 1851

Bernardo Romea, cappellano di Paolo II, 1593

Bernardo, abate del monastero di San Pietro da Marano, 0747.

Bernardo, abate di Monte Maggiore, rettore della Marca, 0726,

0762,0766,0691 1278,0769,2247

Bernardo, cardinale di Spoleto, 2008

Bernardo, fratello di Rodolfo di Gentile, 0139

Bernardo, mercante di Bologna, 0602

Bernardo, sindaco di Ripatransone, 2237

Bernerio, 2243

Bertacchino di Giovannuccio, fratello di Filippa, 2171,2172

Bertaccio di Carbone da Petriolo, 2186

Bertino di Boncambio, notaio, 1315

Berto di Pantolino, 2354

Berto di Tommaso, notaio,0015

Bertoldo, legato del Sacro Impero in Italia, 2259

Bertolino, 2100,2100,2100

Bertrando De Gottis, 0820

Bertrando, cardinale dal titolo di San Marco, 0778

Bertrando, nipote di Clemente V, rettore della Marca, 0753,1218

Bertrando, vescovo di Ostia e Velletri, 0123,2164

Bertuccia, moglie di Lallo di Trasmondo, 2289

Bertuccio di Carbone, 2185

Bertuccio di Lambertino da Macerata, 0847,1205

Bertuccio, notaio, 2118

Bettona, località, 1676

Biagio da Belvisso, rettore della Marca, 2052

Biagio De Tolomei da Siena, 1114

Biagio di Anselmo, 0256

Biagio di Boccardo, chierico di Lione, 0643

Biagio di Domenico da Fermo, 1249

Biagio di Fernando da Belvisso, rettore della Marca, 2074,2079

Biagio, fratello di Bartolomeo Cola da Montemonaco, 0855

Bibiano, località, 0799

Bictonio (o Bictono), 0048,1108

Billacqua Gentile , 0009

Billiforte, abate Lambriense della Chiesa Tolosana, 0864

Bindo Albuito, 0454

Binno de Aldovizi, mercante fiorentino, 0208

Biscuccio di Pietro di Matteo da Petriolo, 2186

Bittono, 0258

Blaco di Ferdinando da Belvisso, rettore della Marca, 2310

Blanco di Servideo da Monturano, notaio, 0755

Blando Rubeo, podestà di Fermo, 0723

Blasco di Fernando da Belvisso, 1257, 1812

Blasco di Forando da Belvisso, 1700

Blasio da Montegranaro, 1874

Blasio De Bulgarinis, mercante fiorentino, 0771

Blasio, rettore della Marca, 0272

Blonda, moglie di Federico da Loro, 1652,1654

Bobbio, località, 0735

Bocca, località, 0724

Boccabianca, castello, 0635

Boezio da Visso, avvocato, 1842

Boldrino di Panicale, 1239

Bologna, 0022,0059,0404,0602,0633,0734,0737,0860,0951,1120,

1130,1142,1164,1190, 1204,1217,1249,1261,1320,1451,1526,1564,

1598,1604,1619,1700,1706,1738,2161

Bolsino, notaio, 1551, 1552

Bonaccorsio  o Bonaccorso)da Gonzaga (o Gonsaga), notaio, 1317,1665

Bonaccorsio, notaio, 0764

Bonaccorso da Montecosaro, 1783

Bonaccorso di Barto, notaio, 1153

Bonaccorso, cancelliere dei Priori, 0444

Bonaccursio di Berto, notaio, 2195

Bonaccursio di Giovanni da Parma, 0729

Bonaccursio di Giovannino da Parma, 0542

Bonaccursio, notaio, 2339

Bonacosa da Sant’Angelo in Pontano, 2282,2282

Bonadio di Bonanni, notaio, 0574

Bonafede da Ascoli, procuratore, 1049,1055,1550

Bonagiunta, notaio, 1163,2296

Bonancio di Pietro di Mancio, notaio, 0793

Bonanno di Giacobbe da Fermo, notaio, 0851

Bonanno di Giovanni, notaio, 0767

Bonanno di Iacobo, notaio, 1193

Bonaparte di Masseo, notaio, 1043

Bonattaro, podestà di Fermo, 1163

Bonaventura da Cataplano, 0770

Bonaventura da Fabriano, 1240

Bonaventura da Garda, podestà di Fermo, 0605

Bonaventura di Bentivenga, 0097

Bonaventura di Mansia da Fabriano, 0279

Bonaventura di Marco di Donato da Fabriano, 0138

Bonavere da Emilia, 0053 a 1277

Bonavere di Benvenuto da San Ginesio, notaio, 0870

Boncambio di Catalino, notaio, 1545

Boncambio di Giacobino di Giacobbe, notaio, 1688

Boncambio di Giacobino, notaio, 0839

Boncambio di Giacobino, notaio, 1727

Boncambio di Giovanni Gibunge, 0698

Boncolto di Pietro di Bonacolto, notaio, 0770

Boncompagni  Giacobbe , 0006

Bonconte, figlio del conte Gerardo da Sant’Angelo in Pontano, 2259,2260,2299

Bondimando, notaio, 2281

Bondo di Bonanno, 0833

Bondo di Nardo, notaio, 1682

Boneventura da Cataplano, 0840

Bonfrancesco De Guarnerinis da Padova, 1346

Bongiovanne, 1112

Bongiovanne, vescovo ascolano, 1043

Bongiovanni di Agostino, 0568

Bongiovanni di Altidone, notaio, 0533,0744

Bongiovanni di Rainaldo da Fermo, notaio, 0676,1322

Bongiovanni di Tommaso, notaio, 0850

Bongiovanni, 0583

Bongiovanni, frate dell’ordine di Sant’Agostino da Fermo, 1219

Bonifacio da Gualdo, 2259

Bonifacio di Mancio, 0572

Bonifacio IX, 0133,0205,0225,0258,0262,0263,0310,0317,0320,0336,0384,0412,

0415, 0428,0526,0539,0546,0580,0596,0604,0756,0795,0803,0862,

1105,1106,1127,1134,11391148,1151,1155,1157,1174,1185,1188,

1222,1227,1239,1248,1263,1264, 1265,1266,1269,1270, 1271,

1272,1282,1288,1901,2317

Bonifacio IX, 1726

Bonifacio Soliano, notaio, 0407

Bonifacio VIII, 0093,0202,0219, 0226,0231,0259,0307,0387,0523,0549,0566,0631,0728,

0850,0867,0933,0941,1039,1195,1290,1296,1313,1588,1789,2035

Bonifacio X, 1192

Bonifacio, rettore della Marca, 0197

Bonifazio di Loisio da Piscera, 0767

Bono da Sant’Angelo in Pontano, 2263

Bono, fratello di Trasmondo di Gerardo da Sant’Angelo in

Pontano, 1711

Bonsinni, notaio, 0083 Borempadario (o Bonorepaduro o Borumpedario), castello, 0236,  0245,1072,1079,1545,2247

Borsino, notaio, 0107

Bosignano, notaio, 1335

Bovaria o Bovara o La Bovara), pianura,  0681,1663

Bove da Mogliano, 2262

Bove da Sant’Angelo in Pontano, 168,1730, 1731, 2261,2262,2268,2274,2294,2297,2301

Bove da Smerillo, 2335

Bove da Smerillo, marito di Tomasia, 1046

Bove di Gerardo, 0108

Bove di Palmerio, 1730 a 1232,2264

Bove di Rainaldo da Sant’Angelo in Pontano2266

Bove, 0100

Bove, figlio del conte Gerardo da Sant’Angelo in Pontano, 2259,2260, 2271,2272,

2270,2299

Bove, nipote di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 1269,2261,2265

Braccio da Fortebraccio, 0425

Bragadin da Venezia, 0475

Brancadoro Giovanni, capitano, 0970

Brancadoro, conte, capitano, 0970

Brancadoro, nobili di Fermo, 0929

Brancuccio di Coluccio da Monterubbiano, 0484

Brancuzio calliense, 0649

Brancuzio di Coluccio, 0292

Brescia, 0125,1132

Brunetto di Francesco, notaio, 1754

Brunetto, 0898

Brunetto, chierico da Fermo, notaio, 0534,0807

Brunforte,0058,0059,0060,0063,0064,0070,0074,0076,0079,0081,

0090,0091,0092, 0093, 0094,0096,0097,0098,0100,0101,0102,0103,

0104,0105,0106,0107,0108,0109,0110,011,0112,0113,0114,0116,

0125,0227,0496,0663,0873,1330,1546,1547,1548,1259,1549,

1550,1551, 1552, 1553,1692,1710

Bucchiano, 0143 bis,0144, 0145,0146, 0148,1259

Bucchiano, località, 2293

Bucciarello, vicario camerale, 0017

Bulgaria, 0684

Buonconte da Petritoli, 2195.

Burdone di Anselmuccio da Smerillo,0059

Bussone, ufficiale da Gubbio, 1186

Caccile Villa, 2299

Caialeta, contrada,0065

Caiazzo, 0121

Caieta, 0195

Calao di Iacobuccio, 0028

Calisto III, 0128,0192,0359,0536,0941,1062,1416,1491, 1493,2067

Calle, località, 1098

Callio, località, 0813

Callio, località, 2092

Cambio da Parma, giudice, 0072

Cambio di Blasio, 0287

Cambio di Pario, notaio, 0741

Cambio di Tommasino da Almano, 0824 58

Cambio, giudice per gli appelli, 0337,0725 bis

Cambio, notaio del Comune di Fermo, 1572,2177

Cambio, notaio, 0281

Cambio, notaio, 1868,1869,1870,1872

Camera Apostolica, 0008,0009,0021,0022,0023,0030,

0095,0122,0167,0171, 0174, 0175,0204,0208,0210,0218,0224,0227,

0231,0299,0310,0313,0341,0342,0383,0394,04060411,0423,0424,0462,0463,0474,0491,0515,0520,0527,0544,0560,0589,0600,0602,

06500, 651,0681,0715,0727,0736,0756,0771,0778,0785,0786,0819,

0823,0858,0877,0898,09000902,0906,0907,0910,0927,0999,1116,

1155,1161,1164,1167,1174,1176,1189,1190,11921194,1211,1217,

1225,1250,1267,1289,1290,1298,1301,1311,1317,1319,1331,1337,

13541374,1378,1389,1401,1413,1415,1420,1439,1474,1513,1533,

1590,1591,1592,1593,16761677,1689,1690,1705,1705,1723,1725,

1737,1740,1842,1915,1964,2035,2042,2086,20912093,2102, 2104,

2147,2153,2161,2166,2176,2320,2341

Camera del Comune di Fermo, 2193

Camera di Fermo, 1419

Camera per le cause, 0953

Camera Romana, 0540,0582,1205,1716

Camerino, 0016,0055,0057,0073,0092,0098,0114,0126,0129,0162,

0178,0309,0401,0402,0490,05060585,0800,1150,1336,1609, 1615,

1621,1684,1685,1851,1988,2000,2171,2259,2303 a 1265,2340

Camillo Borghese, 0341,0424

Camillo Brancadoro, oratore fermano, 0957

Camillo da Montecosaro, notaio, 1960

Camillo Ferro da Macerata, notaio, 2318,2319

Campana, località, 0865

Campania, Provincia, 0887

Campato di Milano ,0024

Campeliolo, castello, 0895

Campi presso il lago pensile, 0561

Campli, località, 0808

Campo Nuovo, località di Torre San Patrizio, 2353,2355

Campo Rotondo, 0055

Campofilone, 0040,1322,1423,1523,1554, 1555,

1556,1557,1558,1559,1560,1623,1742, 2240

Camporo, 0227,0484,0663,1095

Camporo, castello, 1561,1674,1680

Canardo da Sabelliano, rettore delle Marche, 2154

Canario, località, 1825.

Candolfino di Egidio, 2180 a 1251

Canneto di Branco da Santa Vittoria, notaio, 0725

Capitale da Mogliano, 1686

Capitano del Castello di Acquaviva, 1050

Capitano di Fermo, 2244

Capite, castello di Ripatransone, 2228

Capitolo Fermano, 2216,2217

Capo di Monte, castello 1618

Capranica , 0118,0498,1110,1199,1215,1423,1199

Capuccio di Maruccio da Montegranaro, 1588

Caraffa Antonio, cardinale dal titolo dei SS. Giovanni e Paolo, 0512

Caraffa Carlo, cardinale di San Vito, 0270,0467,0969

Carbio, località, 0945

Carbonaia di Fermo, 1211

Carbonaria di Marano, 1667

Carbone da Macerata, notaio, 1110

Carbone da Montesampietrangeli, 2026

Carbone di Rodolfo, 0090

Carcone di Guardato da Mogliano, 1704

Cardinale Bolognese, 0376 a 1461

Cardinale C. dal titolo di San Lorenzo in Lucina, 1934,1934,1934

Cardinale camerlengo, 0947

Cardinale Caraffa, governatore di Fermo, 1348

Cardinale dal titolo di S. Eustachio, 0314

Cardinale dal titolo di S. Maria in Cosmedin, 0352,0514

Cardinale dal titolo di San Giorgio, 1060

Cardinale dal titolo di San Giorgio, 1171,1516,1566

Cardinale dal titolo di San Martino, 1665

Cardinale dal titolo di Sant’Angelo, 0311,0381,0404,0716

Cardinale dal titolo di Santa Maria in Trastevere, 1613

Cardinale dal titolo di Santa Prassede, 1196

Cardinale di Alba, 1289

Cardinale di Costanza, 0468

Cardinale di Montalto, vescovo di Fermo, 0494

Cardinale di S. Angelo, legato nella Marca, 0947,0951

Cardinale di Siena dal titolo di Santo Eustachio, 1422

Cardinale Napoletano, 0324

Cardine, castello, 0062,0065,0079

Caresana,0069

Carili, località di Sant’Angelo, 2270

Carleno De Madelbericis da Cremona, 2151

Carlo Baroncello da Offida, 0983

Carlo De Galiantibus, anconetano, 1499

Carlo De Martellis, 1378

Carlo II d’Angiò, 0099

Carlo III, imperatore, 0385

Carnassale, castello, 0052,1562, 1563, 1564, 1565,1674,1680

Carpi, 0419,0457

Carrara, 288

Casa di Loreto, 1377

Castagna, località, 1325

Castel Durante, 1032

Castellammare, 1437

Castellarano, località, 1279

Castellare di Montappone, 1761

Castellare di Murro, 2259

Castellare di Ripe Vecchie, 1844

Castellare, castello, 0073,0146

Castello Consebuoni, 1844

Castello di Giove, 1844

Castello di Guidone di Corrado (= Monte Vidon Corrado), 1750

Castello di Ripe, 0683

Castello Fermano, 0427,2354

Castello Leonino, 1123

Castello Nuovo di Napoli, 1109

Castello Vecchio di Montappone, 1761

Castello Vecchio, 0701,0704

Castello, contrada di Fermo, 1254

Castelnuovo, 2325

Castignano, 0532,1102

Castro Vetere, 0765

Castro, 0073

Castro, nuovo Castello di sant’Elpidio a Mare, 2307

Castrobono, località, 1260

Cataplano, località, 0770,0840

Caterina, moglie di Francesco di Antonio di Aceto, 2165

Caterina, moglie di Marino di Varietto, 1066

Catigliano, castello, 1883

Cattedrale di Fermo, 1203,1373,1422,1786,1787,1788,1935,2213,2248

Cattedrale Fermana, 1958,1961,1962,1970,1975, 1976,1978,1979,

1979 1506,1993,1998

Caturco, località, 1255

Cauzio di Vinciguerra da Mercato, 1682,1683

Cavalieri di Santo Stefano da Firenze, 0963

Celano da Rieti, notaio, 0500,1276

Celestino III, 0860,1667

Censorio di Marziale, canonico, 0318,0339,0330,0264,0394,0423,0515,

0545,0643,0646, 0648,0650,0651,0659,0677,08790884,0886,0888,

0890,0893,0894,0897,0898,0900,0901,0904,0905,0906,0907,0908,

0912,0919,0920,0921

Cerello di Tolomeo da Fermo, 0059

Cernusco, località, 1235

Cerqueto, castello, 1623

Cerro Albertino di Vinciguerra da Mercato, 1683

Cerveteri, 1377

Cesare Borgia, duca Valentino, 0432,1474

Cesare di Ottinello, oratore, 0176

Cesare, maestro, 0915

Cesaria, 0087

Cesarini, cardinale, 2018, 1020,2024

Cesario Bandini, Nunzio del Papa, 1426

Cesario, notaio, 2126,2127

Cesena,0282,0350,0577,0669,0887,1444,1520,1626,2000,2013,

2043, 2072, 2081

Cessapalombo, 0055

Chiaravalle del Chienti,0074

Chiarmonte (o Chiaromonte o Clarmonte), castello, 1339,1674,1986,2123, 2147,2152 a 1381,2162,2169

Chienti, fiume, 0074,0519,1566,1588,1684,1783,1873,1968,2139,2140

Chierico di Brunetto di Francesco da Fermo, notaio, 1760,1771

Chierico di Brunetto, sindaco di Fermo, 1823

Chierico, notaio, 1644

Chierico, rettore Camera Apostolica, 0122

Chiesa dei frati Minori di Monte Santa Maria in Giorgio, 2119

Chiesa Lateranense, 0027,0378,0781,2028,2030,2031,

2046,2050,2057,2061,2061

Chiesa Lateranense, 2068,2070

Chiesa Maggiore di Fermo, 0489,0659,0846,0989,0993

Chiesa Ramense, 0527

Chiesa SS. Filippo e Giacobbe di Fermo, 0149

Chrisogomo di Pietro da Mogliano, 1694

Cicarella, moglie di Giovanni di Antonio di Aceto, 0400

Cicarone da Massa, 1319

Ciccarella, moglie di Cola di Gidiuccio, 0931

Ciccarello di Giovanni di Albertino, 1246

Ciccarello di Giovanni di Robertino da Ascoli, 1213

Ciccarone da Massa, 1674

Cicco da Lapedona, 1649

Cicco di Acquaviva, 2160

Cicco di Amico, notaio, 0364

Cicco di Andrea da Lutarisco, 0364

Cicco di Blasio da Fermo, 1280

Cicco di Domenico di Guarisio, 1339

Cicco di Egidiuccio da Macerata, notaio, 0847,1205

Cicco di Gentile da Cossignano, 1602

Cicco di Leopardo di Albertuccio, notaio, 2188

Cicco di Mattiolo da Massignano, 0429

Cicco di Nicola da Fermo, notaio, 1280

Cicco di Nicola, banchiere, 1936 a 1342

Cicco di Nicoluccio da Fermo, notaio, 2054

Cicco di Nucciarello da San Ginesio, 2317

Cicco di Puccio di Vanne di Francesco da Monte Santo, 1974

Cicco di Rainaldo da Cossignano, 1602

Cicco di Rainaldo, sindaco di Montesanpietrangeli, 2224

Cicco di Simone da Monteverde, 2138

Cicco di Tomassuccio da Fermo, sindaco, 1122,1821

Cicco di Tommaso di Crisendeo (o Criscendeo o Crisindeo), sindaco diMogliano, 0174, 0175,1686,1725

Cicco di Tommaso di Giacobbe, 0763

Cicco di Trasmondo di Crescindeo da Mogliano, 1715,1717

Cicco di Vannino, 0232

Cicco, fratello di Rainaldo di Fidesmido1674

Ciccono di Domenico, 0302

Cichello di Giovanni di Roberto da Ascoli, 1165

Cico de Neapolione da Brunforte, 0110

Cico di Marco, 0519

Cinello De Cinellis da Petritoli, notaio, 0950,1781

Cingoli, 0179,0916,1941

Cingoli, 2019,2129,2131

Ciolo di Provenzano, vedi Civolo

Ciolo, capitano di Fermo, 1219

Cipriano de Albertis da Firenze, 0163

Cipriano di Duccio De Albertis, fiorentino, 0554

Cisciono, 0906

Cisco da Fermo, notaio, 1285

Cisco di Andrea di Amico da Sant’Angelo in Pontano, 2023

Cisco di Domenico, 0272

Cisco di Falco da Fermo, podestà, 2097

Cisco di Giovanni, 0844

Cisco di Nicola, contabile da Fermo 1793

Cisco di Nicoletto da Fermo, notaio, 2038

Cisco di Nicoluccio da Fermo, notaio, 2016

Cisco di Tommaso di Crisindeo, 1698

Città di Castello, 0551,1917,2166

Città Iteramense, 0482

Città Nuova, 0538

Città Vecchia, 0219,1669,2153

Civano, figlio di Bertino, sindaco di Ripatransone, 2239

Civello di Giacobbe da Ascoli, 0808

Civitanova, 0180,0866,0867,1162,1315,1566, 1567, 1568, 1569, 1570,

1571, 1572, 1573, 1574, 1575, 1576, 1577, 1578, 1579, 1580, 1581

, 1582, 158, 1584, 1585, 1586 1587 1294, 1588, 1589, 1590, 1590,

1591, 1592, 1593,1610,1612,1923,2356, 2357, 2358

Civolo (Ciolo) di Provenzano,0045,0172, 0323,0558,0574,0578,0636,0671,0693,0833 a 1303,0834,0850, 1128

Civolo di Erigo, 1822

Clarizia da Brunforte,0064

Claro di Mariotto da Città di Castello, notaio, 1917

Claudio di Giovannuccio da Mogliano, 0559

Clavellina, moglie di Norando di Tommaso di Fidesmido, 1707

Clavello, podestà di Fermo, 0861

Clemente di Bono da Loro, notaio, 1651

Clemente IV, 0109,0178,0191,0296,0518,1115,1117,1119,1168,1306

Clemente V, 0027,0059,0105,0116,0125,0158,0161,0162,0179,

0323,0399,0594,0735, 0792,0820,0851,0852,0864,1218

Clemente VI, 0068,0141,0203,0233,0285,0522,0534, 0535,

0796,1280,1408

Clemente VII, 0133,0163,0170,0425,0433,0555,0608,0649,

0711,0885,0925,0927,0984 a 1529,1183,1420,1463

Clemente VIII, 0311,0341,0423,0424,0515,0650,0904,1353,

1366,1372,1379,1385,1387,1392

Clusino, tesoriere, 0369

Cola da Massa, 1319

Cola di Alessio da Spello, 0258

Cola di Angelo di Bernardo, 0225

Cola di Antonello da L’Aquila, 1109

Cola di Cecco da Fermo, notaio, 0721

Cola di Cicco di Rainaldo da Arquata, procuratore, 1534,1536

Cola di Conte da Montefortino, 0084

Cola di Domenico da Fermo, notaio, 1722

Cola di Domenico da Fermo, notaio, 1888,1896

Cola di Giovanni da Roma, 0543

Cola di Giovanni dell’Urbe, 0043,0292

Cola di Giovanni, notaio, 0522

Cola di Iacobuccio da Fermo, 0499,0542,2012

Cola di Marchetto, 0764

Cola di Marino, notaio, 0532

Cola di Matteuccio da Sant’Elpidio a Mare, notaio, 2056

Cola di Matteuccio, notaio, 0115

Cola di Paride da Fermo, 0492

Cola di Pietro, 2248

Cola di Sante di Paolo, romano, 0516

Cola di Tommaso, notaio, 1161

Cola di Vanne da Santa Maria in Lapide, sindaco di Fermo, 2165

Cola di Vanne di Giovanni da Fermo, 1894

Cola di Vanne, notaio, 1122

Cola di Vanne, sindaco di Fermo, 2344

Cola Paolino da Sant’Angelo in Pontano, notaio, 1538

Cola Salimbene di Stefano di Tommaso, fermano, 2224

Colano di Giovanni da Roma, 1309

Colao di Andrea di Coluccio, testimone, 0696

Colao di Giovanni da Fermo, notaio, 0779

Colao di Iacobuccio da Fermo, 1152

Colao di Marchetto, banchiere, 0696

Colasante di Petruccio Gipti, 0039

Colle Prete, 0055

Colle, località di Sant’Angelo, 2270

Colle, località, 1224

Collegiata di Sant’Angelo, 0989

Collegio di Canuto,  0903

Collegio Marziale, 0904

Collegio Padovano, 0805

Collicillo, castello, 0937,0979,1594,1595,1596,1597,1598,1599,1984,1995,1999

Collina, località, 0648,1163,1504

Colmurano, 1660

Cologna, località, 2243

Colondei, località, 0157

Colonia, 1593

Colonna Giovanni, cardinale rettore della Marca, 0915

Colonnata, (castello), 0059

Colonnella, 1606

Coluccio di Biagio, banchiere di Fermo, 0768,1957

Coluccio di Bonarello, banchiere, 0283, 0285,0696,1705

Coluccio di Domenico, notaio, 0132

Coluccio di Flasco, notaio, 2083

Coluccio di Giacobbe di Anzovino, sindaco di Montefalcone, 1804

Coluccio di Giovannuccio di Paccarone, 0582,0727

Coluccio di Pacitto, consigliere fermano, 0658

Coluccio di Portello da Ancona, 0825

Coluccio di Rainalduccio di Rainaldo, 0559

Columpnello, località, 0899

Comizio da Alburnizio,  1037

Commandazio (o Commanduzio) di Accomando, notaio, 1035,136

Commissario della Provincia, 0880

Compat da Milano, 0770

Comune di San Flaviano, 1345

Conca, località, 1242

Concilio di Costanza, 0490

Congregazione dei Cardinali, 0978

Congregazione del Buongoverno, 1744 bis

Congregazione di Santa Chiara, 0645

Congregazione Romana sopra i gravami, 1385

Conte di Carrara, 1288

Conte di Feretro, anconetano, 1499

Contuccio, 0778

Contuccio, 0785

Contuccio, ufficiale di Montefiore, 0251

Convento di S. Agostino di Fermo, 1207

Convento di S. Francesco di Fermo, 0555

Convento di San Domenico di Fermo, 1028,1278

Coppe, campo, 0097

Corradino da Narni, notaio, 1916

Corrado  di Rainaldo da Brunforte , 0066,0079

Corrado da Acquaviva, 0899

Corrado da Brunforte, canonico, procuratore, 1051,1052,1546

Corrado da Massenego, notaio, 0108

Corrado de Accoli, 0405

Corrado di Angelo di Barone, sindaco di Fermo, 0548,1315

Corrado di Bove da Smerillo, 0226,2324, 2325,2335,2336,2338

Corrado di Elpe da Offida, 2184

Corrado di Falerone, 1710

Corrado di Giacobbe di Tommaso, notaio, 1594

Corrado di Monaldesca, 2281

Corrado di Morico di Rainaldo da Sant’Angelo, 2280

Corrado di Muzio, anconetano, podestà di San Giusto, 1360

Corrado di Rainaldo, fratello di Riccardo, 0252,0702

Corrado, 0130

Corrado, capitano del re Manfredi, 2292

Corrado, cappellano del Papa, 1054

Corrado, figlio di Rainaldo da Acquaviva, 1078

Corrado, figlio di Rainaldo di Rainaldo di Gualterio, 1067

Corrado, imperatore, 2226

Corrado, notaio, 0368,1095,1699,2112

Corrado, procuratore di Ursello di Matteo, 0870

Corraduccio di Giovanni da Loro, 1653,1654, 1655

Corraduccio Stirleto, figlio di Corrado da Gottebuld, 1098,1099

Corrigia, 0172

Corte, località, 0817,1220,1297

Cortona, 0718,0797,1245

Corvaria, località1281

Cosenza, 1412

Cossignano, 0982,0992,1600,1601,1602,1961

Costante di Montano da Fermo, 1893

Costantino di Girardo da Gualdo, 1547 a 1217

Costanza, 0490 a 1416,1250 a 1480 ca.

Costanzia, figlia di Nicola di Sante da Fermo, 0980 a 1437

Costanzo di Gabina da Montegiorgio, 1680 a 1538

Cotignola, 0980 a 1437,1267 a 1446

Coto di Egidio, banchiere, 0158 a 1345

Cottegliano (o Cottigliano), castello, 1970 a 1293,1984 a 1293

Cregollo, località, 1294 a 1318

Crema, 0524 a 1372,0801 a 1370, 1206 a 1357,1303 a 1377

Cremona, 0827 a 1286,1844 a 1318,2151 a 1339

Crescenzio da Sant’Andrea, 1747 a 1266,2254 a 1251

Crescenzio di Bartolomeo , 0083 a 1226 ca.

Crescenzio, figlio di Guarnerio da Moresco, 2253 a 1251

Crescino di Giovannetto da Fabriano, notaio, 0230 a 1327

Crisogomo di Corradino da Mogliano, 1695 a 1483

Crisogomo di Giacobbe detto Chimente da Mogliano, 1695 a 1483

Cristiano, arcivescovo di Magonza, 0217,0501,0853

Cristiano, notaio, 2100,

Cristoforo De Gardis, 0403

Cristoforo di Bartolomeo, notaio, 0642,0889

Cristoforo di Gaetano, 0887

Cristoforo di Manco, doge, 0409

Crociata Santa, 0883

Cuccarello di Tommaso da Mogliano,

Cuccio di Giacobbe De Benvignatis, ambasciatore e oratore del Comune di Fermo, 0232,

0954

Cucciolo da Pedagio <? Pedaso>, 1488

Cuccure, castello, 1229,1933

Cucurri, castello, 0281, 0284

Curia del Capitano di Fermo, 1764

Curia della Camera Apostolica,0341,0428,0900,0906,0907,0908,0910,0424,0898,0902,

1184, 1337

Curia della Marca, 1660,

Curia di Fermo, 0473,0568,2093

Curia di Macerata, 1742

Curia Fermana, 1617

Curia Generale della Marca, 0276,0384,0317,0408,0548,

0160,0204,0388,0540 1277,0541,0726,0673,0855,0967,0980,1258,

1314,1588,1590,1660,1662,1670,1823,1960, 2103,2308

Curia Regale, 2292,0943,1211,1317,1369

Curia Romana, 2246

Curiano, località, 1232

Curte di Ispera, 0255

Cuzio di Tommaso di Nicola, notaio, 1793

Damiano da Monte San Pietrangeli, 0039

Damiano, 1240

Daniele Delfino, veneziano, 0196

Daniele, 0407

Daniele, giudice della Marca, 1244

Daraceno di Enrico da Morlupo, capitano di Fermo, 2072

Dario De Tiberti, ufficiale da Cesena 1444

Dattelo di Moyse, 1121

Davide dei Paperoni, vicario Generale nella Marca, 0838

Davino da Ferentino, 0219,1789

De Aspromonte, signori di Montefiore, 1817

De Carafallis, marchese di Cremona, 0827

De Clavellis da Fabriano, 0334 a 1362

De Gaddis Nicola, cardinale dal titolo di S. Vito nel Macello dei Martiri, 0646,0648,0657,0665,0886,0896,0905,0919,0969,1408

De Maccolinis N. da Cesena, podestà di Fermo, 0669

De Salviatis Giovanni, cardinale, 0271

Decano della Chiesa Bisuntina,  0874

Delfini, mercanti di Venezia, 0207,0338,0373,0460

Delfino, fratelli, 0407

Deodato, notaio, 0111

Deutaleve di Cola, oratore di Fermo, 1155

Deutaleve di Rogerio (o Ruggerio), notaio, 0669,2072,2049,2053,2064,2072,2080

Deuteguarde di Morico da S. Flaviano, procuratore, 1071,1075

Deuteguarde di Siro di Morico, 1087

Didaco Bruno Romano, 1527

Dino di Scarfagno da Prato, notaio, 1256

Diotesalvi di Bonaventura da Fabriano, 2164

Diotiguardi, notaio, 0220

Doge di Venezia, 0724

Domenico Albericto de Clavellis da Fabriano, 0422

Domenico da Brunforte, 0114

Domenico da Capranica, 1215

Domenico da Gubbio, notaio, 0429

Domenico da Massignano, 1824

Domenico da Monte San Pietrangeli, 0177

Domenico da Montecchio, 0007

Domenico Deuteguardino di Morico da San Fabiano, 0215

Domenico di Andrea di Giulio da Spoleto, notaio, 2052,2098

Domenico di Angelo di Bruno, contabile da Fermo 1793

Domenico di Angeluccio di Cinzio da Montefiore, sindaco, 1821

Domenico di Angeluccio, notaio, 1931,1932

Domenico di Ansaldo, chierico, 0912

Domenico di Antonello, notaio da San Benedetto, 1066

Domenico di Antonio da Fermo, notaio, 2207

Domenico di Antonio da Petritoli, 2193

Domenico di Antonio di Giovanni di Elvezio, notaio, 1155

Domenico di Berardo da Montesampietrangeli, 2104,2105

Domenico di Bongiovanni da Fermo, 0237,0322,1721,1721

Domenico di Bongiovanni, sindaco di Fermo, 1705,1705

Domenico di Cecco da Acquaviva, notaio, 1038

Domenico di Cola Trippe, sindaco di Fermo, 1992

Domenico di Filippo di Baiardo, notaio, 1900

Domenico di Filippo, 0603

Domenico di Filippo, notaio, 0374

Domenico di Francesco, notaio, 1946,1949

Domenico di Giacobbe da Fermo, notaio, 1588

Domenico di Giacobbe da Montefalcone, 1811,1814

Domenico di Giacobbe, 0790

Domenico di Giovanni da Penne, 1976

Domenico di Giovanni da Sarnano, 0993

Domenico di Giovanni di Boccio, 1764

Domenico di Giovanni, notaio, 0309,1992

Domenico di Giovanni, sindaco di Fermo, 2331

Domenico di Iacobuccio, notaio, 0066,0105

Domenico di Luca da Fermo, 2098

Domenico di Mancio, notaio, 0549

Domenico di Manzio, notaio, 1329

Domenico di Marco, 2306

Domenico di Marcuccio da Fermo, notaio, 1312

Domenico di Matteo di Boccio, 1659

Domenico di Nallo, sindaco di Francavilla, 1630

Domenico di Pietro da Fermo, notaio, 0837

Domenico di Pietro, sindaco di Monte Santo, 1973

Domenico di Riccio da Fermo, 0472

Domenico di Riccio, 0522 a 1344,1308

Domenico di Riccio, dottore in ambo i diritti, 1918

Domenico di Roberto,0040

Domenico di Salvato, notaio, 0061,0067,0068

Domenico di Salvitto, notaio,0058

Domenico di Scambio di Spina, sindaco di Fermo, 1562,1563

Domenico di Scambio, 0052

Domenico di Servideo, notaio, 0829

Domenico di Stefano di Giovanni di Gualtierio da Fermo, 2088

Domenico di Stefano, notaio, 0115, 0768,1957,2012

Domenico di Vannuccio da Fermo, notaio, 0126,1697

Domenico di Vitale, 0889

Domenico Gentile, abate farfense, 0361

Domenico Pinelli, cardinale vescovo di Fermo, 0978,1379

Domenico Riccio da Fermo, sindaco, 0807

Domenico, capitano, 1412

Domenico, cardinale dal titolo di S. Croce di Gerusalemme, 1915,1916,2342

Domenico, chierico di Fermo, 0841

Domenico, notaio, 0864

Domenico, Pievano di S. Stefano da Monte Santo, 0600

Donadeo di Filippo, notaio, 1897

Donadeo, figlio di Giovanni di Bono, 2296

Donadeo, notaio, 1571, 1573,1574

Donato di Siclo, notaio, 0098

Duca di Atria, 0929

Duca di Milano, 1467

Duca di Paliano, 1840

Ducato di Spoleto, 1324

Ebino De Neructis da Pisa, 0715

Egidio da Fermo, 0229

Egidio da Spoleto, giudice, 2230

Egidio di Gentile di Pietro di Grimaldo, 0540

Egidio di Giacobbe, consigliere di Fermo, 0695

Egidio di Giacobbe, sindaco di Monte Santa Maria in Giorgio, 2162

Egidio di Giovanni di Simonetto, 0939

Egidio di Montanello, 0781

Egidio di Nicola da Sant’Elpidio a Mare, 0695

Egidio di Pietro, notaio, 0592

Egidio di Trasmondo da Fermo, notaio, 0143 bis, 0144, ,0145,0146

Egidio di Trasmondo di Cimino, testimone, 1129

Egidio Sperandeo, notaio, 0540,0790,0698

Egidio, 0587

Egidio, cardinale dal titolo di S. Clemente, 0322,0731, 0868,0998,1347, 1761,1762,1850

Egidio, di Sabina, 0237

Egidio, podestà di Fermo, 1879

Egidio, vescovo di Sabina, legato nella Marca, 0266,0267,0334,

0446,0474,0606,0714,0717,0718,0822,0913,1184,1231,1261,1285,

1287,1316,1591, 1626,1705,1705,1721,1721,1986,2148,2162,2169

Eleggia, 0047

Elena, sorella di Floresteria da Acquaviva, 0094,0706,1044,1046,1053,1064

Elia di Sabato da Bologna, 1451

Elicio, Giovanni, 0898

Elisabetta, figlia di Nicola di Sante da Fermo, 0980

Emidio, cappellano di S. Maria di Acquaviva, 1042, 1043

Emilia,0053

Enrico Gaetano da Viterbo, 1672

Enrico III, imperatore, figlio di Corrado, 2226

Enrico VI,  imperatore, 1667

Enrico, legato della Sede Apostolica, 1871,1872

Enrico, re di Torre e di Gallura, 1273

Episcopato di Fermo, 0017,0026,0041,0126,0127, 0431,

0511,0537,0595,0646 1545,0657,0664,0665,0755,0763,0783,

0797,0803,0896,0899,0909,0915,0929,1445,09380996,1029,1029,

1119,1279,1284,1603,1604, 1605, 1606, 1607, 1608, 1609, 1610,

1611, 1611, 1612, 1613, 1614, 1615, 1616, 1617, 1618, 1619,

1620, 1621, 1622, 1623, 1624,1900,1912,1916,1917,1947,1972

Ercolano de Rubeis, notaio, 0425

Ercole Bentivoglio, capitano generale dell’esercito del Papa, 0991

Eremita di Garcin, notaio, 0667

Ermanno de Arziburch, 0234

Errico Bolbet, uditore  Camera Apostolica, 0428

Errico da Ventimiglia, conte dell’isola maggiore del re, 1819

Errico dall’Allemannia, mugnaio, 0531

Errico Panierio, piacentino, 0914

Errico VI, imperatore, 0305,0938,1100,1284

Errico, cardinale Caetano, camerario, 0513,0650

Errico, conte dell’Isola Maggiore, 0092

Errico, fratello di Giacomino da Panaria, 0858

Errico, vescovo di Brescia, 1132

Ersilia da Monte, contessa, moglie di Giovanni Battista, 0949

Esanatoglia, 1606 a 1345,2130

Eschelino di Rogerio da Mogliano, 0702

Este di Rainaldo, 2215 a 1245,2218

Eufreduccio, figlio del conte Gerardo, 2259

Eufreduccio, oratore di Fermo, 0966

Eugenio IV, 0012,0039,0095,0154,0191,0193,0248,0359,0411,

0678,0688,0891,1149 1221,1226,1237,1267, 1268,

1286,1382,1390,1416,1468,1499,1523,2071,2341

Evangelista di Antonio da Amandola, notaio, 1630,1664,1994,1999,2163

Evangelista di Giovanni da Force, notaio, 1977

Evangelista di Pietro di Antonio, 2103

Evangelista di Vagnozzo, cittadino e oratore fermano, 2078

Evangelista, cappellano, 1487

Ezzelino da Mogliano, 0109,1078,1650

Ezzelino di Rogerio da Mogliano, 0857,1067

Fabbrica del Principe degli Apostoli, 0928

Fabiano da Monte Poliziano, 0313

Fabiano da Montepulciano, commissario, 0389

Fabiano, tesoriere delle Marche, 0313,0924

Fabio di Matteuccio da Sant’Elpidio, 0423,0515

Fabio Mignanello, 0487

Fabio Strang.no, notaio, 0997

Fabriano,0110,0138,0230,0279,0333,0334,0395,0422,0550,0569

,0585,0674,0709,0718, 0743,0753 bis,0815,1116,1164, 1229,

1281,1351,1625,1626,1707,1762,2121,2125,2131, 2141,2148,

2159,2164,2167

Fabrizio di di Beltramo, 0552

Faenza, 0023,0106,0302,1116,1164,1598,1599

Fagnano, località, 1705,1705

Falco di Palmerio, podestà di Monterubbiano1934,1934,1934

Falcuccio di Grifolo, 2158, 0055,0078,0107, 0168,0999,1337,

1627,1740,1742,2158,2291

Fallerano di Tommaso, notaio, 0662

Fallerona <Falerone>, 0060 a 1263

Fallerone da Fallerona, 0060 a 1263,0091 a 1263

Fallerone, 0055,0078,0107,0168,0999,1337,1627,

1740,1742,2158,2291, 2189

Fallerone, figlio di Balignano, 2179

Famagosta, 0131

Fano, 0253,0553,0607,0880,1512,2347

Fantuccio di Pietro, notaio, 1987

Farfa, 1873

Farnese Alessandro, cardinale, 0365,0487,0798,0975,1691,1712,1724,1832

Farneto, 1099

Fascinella, località, 1560

Fascitello, 0906

Fausto Pinolo, notaio, 0367

Favenzia, località, 0582,0727

Fede, sindaco di Fermo, 1784

Federico da Aragona, re della Sicilia, 0966

Federico da Brunforte, maresciallo,0103,1001

Federico da Loro, marito di Blonda, 1652,1654

Federico da Montefeltro, 0865,1245

Federico da San Severino, 0567

Federico De Nobili da Fermo, 0343,2190,2191,2192,2197

Federico De Nobilibus, capitano, 1734

Federico di Arena, 0036

Federico di Berardo da Massa, notaio, 1770

Federico di Federico da Montappone, 1751, 1756,1758

Federico di Giacobbe Belle, sindaco di Fermo, 2284

Federico di Giovanni, sindaco di Fermo, 1153

Federico di Gualterio, 0059

Federico di Guerriero, 1408

Federico di Guido da Montefeltro, 1243

Federico di Guidone da Monte Feretro, 0508

Federico di Salvo, notaio, 0362

Federico di Simonetto da Montesampietrangeli, 2052,2074,2079,2098

Federico I, imperatore, 0026,0063, 0127,0305,0430,0561,0938,1279

Federico II, imperatore, 0038, 0386,1098, 1099,1102,1273,

1327,1790,1820

Federico III, imperatore, 2277

Federico, frate del convento di San Domenico di Fermo, 1278

Federico, fratello di Berarduccio da Borempadario, 0245,1079,1080,1081

Federico, marchese di Baden, 0234

Federico, re, 0794

Federico, rettore della Marca, 0090

Federico, rettore Hypporiense della Marca, 0500

Federico, vescovo di Ippona, 1276

Felice da Fermo, 2011

Felice dei Morroni, 0030,0974

Felice di Morrone, 1408

Felice, figlio di Ludovico di Giovanni Papa, 0356

Fellonica, località 0699,0705,1074,1076,1088,1093

Ferdinando, notaio, 0266

Ferdinando, re della Sicilia, 0758,1509

Ferentillo, 0242,0259,0360,0378,1365,2028,2029,2031,

2050,2061,2061,

2068,2070

Ferentino,località, 0219,0740

Fermano di Neapolione di ser Giacobbe,0053

Fermo,0001-0055,0057-0059,0061,0062,0064,0066,0068,

0071-0073,0075,0077, 0078, 0082,0084,0085,0105,0115,0117,

0118-0126,0128-0132,0134-0143,0143bis,0144,0145, 0147,

0148-0173,0176-0189,0192-0223,0225-0241,0243-1251,0251bis,

0252-0258, 0260-0280,0282,0283,0285-0290,0292-0295,

0297-0305,0307-0333,0335-0354,0356-0359,0362,0363,0365,

0367-0377,0379-0384,0386-0392,0394,0396-0421,0423,0424,

0426-0478,0480-0489,0491-0495,0497-0518,0520-0531,

0533-0562,0565-0571,0573, 0575-0583,0583bis,0584-0587,

0589-600,0602-0625,0631,0633-0636,0638-0673,0675,

0676,0678-0712,0714-0717,0719-0725,0725 bis,0726-0746,

0748-0753,0753 bis,0754-0762,0764-1036,1038,1047,1048,1051,1055-1057,1059-1061,1063-1065,1067,1069, 1071,1073-1084,

1087-1097,1100-1259,1259 bis, 1260-1352,1352 bis,1353-1544,

1554-1626,1631,1632,1635-1638,1640,1644-1646,1648,1649,

1651-1676,1678,1679,1681-1683,1688,1690,1694,1696,1697,1699,

1701,1703,1705,1708,1712-1714,1716,1721-1723,1726-1729,

1734-1738,1744-1747,1749-1761,1763-1769,1771-1775,1777,

1779-1782,1784-1788,1791,1793-1796,1798,1800,1801,1803,1804,

1806,1808-1812,1814, 1818,1820-1824,1826,1828,1830,1831,

1833-1835,1838-1841,1843,1844,1846,1848-1850,1853-1868,

1870-1885,1888-1901,1903-1913,1915-1917,1920,1930-1947,

1949-1951,1953,1954,1956-1973,1975-1982,1984,1985,

1987-1990,1992-1994,1996-2000, 2002-2008,2011,2013,2014,

2016,2017,2017,2019-2022,2024-2029,2032-2034,2037-2039,

2041-2045,2047,2050,2051,2054-2057,2059-2062,2064-2070,

2072-2109,2111-2120,2123,2124,2131,2133-2138,

2141-2143,2145,2146,2150,2155,2163,2165,2166,

2171,2173-2175,2177-2181,2186-2203,2205,2207-2224,

2228-2238,2240,2241,2243-2246,2248-2251,2253,2254,

2257,2258,2280,2282,2291,2298,2300,2302,2305-2317,

2320-23342337,2338,2342,2344,2345,2349-2354,2356,2357,2359

Fermo di Troia, notaio, 1930

Fernando di Gomezio da Pastrana, chierico di Toledo, 2162 Fernando, notaio, 1986

Ferracuto, località, 1571

Ferrara, 0393,1274,1526,1671

Fiastra, fiume, 1662

Ficardo, castello, 1819

Fico di Morico da Montesanto, sindaco, 1968,1969,1970

Fideo di Massaro, 1187

Fidesmido (o Fildesmido) da Mogliano, 1327,1684,1685,1689,1692,1699,1702,1710,

1732,2261 a 1232,2262 a 1232,2295 a 1244,2296, 2297,2264,2265,2267,2268,2269,

2271,2276,2301

Fidesmido (o Fildesmido) da Monteverde, 0553,0872,1595,2122, 2124,2148, 2169 1375,

2177

Fidesmido di Rainaldo, 0081,0113

Fidesmido di Rainalduccio, 0083

Fidesmido, figlio del conte Ranaldo, 1358

Filardo da Somiaco, notaio, 1591

Fildeo da Mogliano, 1693,1730,1731,1733

Fildeo, 0107 a 1213,0108

Fildeo, figlio di Rainaldo, 1551, 1552

Fildesmido di Rainaldo,  2162

Fildesmido, figlio di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 2274

Filippa di Matteo di Giovanni, sorella di Bertacchino di Giovannuccio 2171

Filippa, moglie di Matteo di Giovanni di Gualtierio, 2175

Filippo Bonagrazia, notaio, 0860

Filippo De Caraffis, cardinale dal titolo di S. Maria in Trastevere, 0453

Filippo De Caraffis, uditore, 2168

Filippo De Carolis, notaio, 0204,0383

Filippo Decurio da Piacenza, 0761

Filippo di Angelo, 1914

Filippo di Bene, mercante fiorentino, 0122

Filippo di Boncio, 0251 bis

Filippo di Calcaneo da Mogliano, notaio, 1701

Filippo di Dago da Ancona, notaio, 0183,0809,1209,1293

Filippo di Domenico di Filippo, notaio, 0018

Filippo di Francesco da Fabriano, notaio, 1625,2125,2129,2131

Filippo di Giacobbe da Fermo, notaio, 0253,1597,1768,1774, 1775,1777, 1778

Filippo di Luca di Fumone, 1590

Filippo di Luca, notaio, 0795

Filippo di Matteo da Montegranaro, notaio, 1045

Filippo di Nicoletto, notaio, 2316

Filippo di Paolo, sindaco di Monterubbiano, 1949

Filippo di Pario, notaio, 0741

Filippo di Pietro di Civolo monaco, 1594

Filippo di Pietro di Giovannuccio, notaio, 0762

Filippo di Pietro di Leone, podestà di Fermo, 1870

Filippo di Rosciolo da Gubbio, sindaco di Fermo, 1108

Filippo di Salto, sindaco di Fermo, 0861

Filippo di Sciolto, 1314

Filippo di Stellis, 0040

Filippo di Ugone di Spina da Firenze, tesoriere del Papa nella Marca, 0591,0916

Filippo di Vitale da Santa Vittoria, notaio, 1792

Filippo Mancibone, sindaco di Fermo, 2323,2326,2327,2328,2329

Filippo Pagano da Pisa, notaio, 0715

Filippo, cardinale bolognese, 1902,0789

Filippo, notaio, 2277,2278

Filippo, sindaco di Fermo, 0247

Filippo, vescovo ameliense, 1494.

Filippo, vescovo fermano successore di Gerardo, 0639,0783,0915,1560,1603,2225,2230 a 1238, 2231,2233,2233, 2240

Filippo, vescovo fermano,0007 bis

Filippuccio di Filippo di Savino, 0594

Filippuccio di Giovanni da Ancona, 1251.

Fiordemonte, moglie di Giliolo di Guglielmo di Nicola da Fermo, 0917

Firenze, 0050,0171,0163,0358,0364,0457,0554,0591,0694,0709,0713,0724,0734,0784 a 1462,0804,0948,0963,1076,1256,1332,1414,1681,1713,2086,2143,2149

Firmano di Matteo da Montecosaro, sindaco, 1782

Firmano, rev.mo, 2307

Firmano, reverendo, legato delle Marche, 0929

Firmano, vescovo, 2238

Fiuminata, 0055,0057,0073

Flaminio di Marziale, 0495

Flavio di Ursino, vescovo di Murano, 0651

Flavio Ferrando da Belvisso, rettore della Marca, 2098

Florentia (o Florenza), contrada di Fermo, 0232,0348

Floresteria (o Florasteria), moglie di Rainaldo da Brunforte, 0094,1040, 1041,1042,1043 a 1291,1049,1050,1051,1053,1055,106, 1549, 1550

Florio, procuratore di Mercenario da Monteverde, 2151

Foggia, 0060,0063

Folco di Papia, 0016

Foliano, località, 0823

Foligno, 0691,0766,0769,112

Fone di Rainaldo De Gimignallis da S. Geminiano, 0671

Fonte Avellana, 1849

Fonte, località, 1133

Force, 0219,1789,1977

Forlì, 0580,1167,1194,2210

Formichino Antonio, 0749

Foroli, 0103

Fortebraccio, località, 0425

Fortunato di Ranaldo de Carocis, 0244

Fossa del Lupo, località, 2205

Fosso, località di Fabriano, 0422

Framberto di Piuvanello, mercante fiorentino, 2086

Francavilla, 0671,0675,1628,1629,1630,2119,2133,2149,2156

Francesca, moglie di Rainaldo da Monteverde, 2355

Franceschello di Tommaso, marito di Bartolomea, 1847

Franceschino di Pepe da Firenze, 1191,1332

Francesco Antonio Lombardo da Trevi, governatore di Fermo, 2108

Francesco Armellino, cardinale, 0433

Francesco Branche, notaio, 0195

Francesco Burghino da Firenze, campo Firenze, 2002

Francesco da Acquaviva, 1035,1036,1050

Francesco da Assisi, dottore in ambedue i diritti, 0870

Francesco da Collina, reverendo, 1504

Francesco da Fabriano, notaio, 0674

Francesco da Magliano, reverendo, 0919

Francesco da Manfredonia, 0925

Francesco da Mantova, 0568,1221

Francesco da Matelica, 2143

Francesco da Piscia, 0767

Francesco da Rieti, 1823

Francesco da Sant’Angelo, 1050

Francesco da Santa Vittoria, 1805

Francesco da Todi, 1055

Francesco da Tremo, capitano di Fermo, 1844

Francesco De Aristotelis da Sulmona, 1598

Francesco De Carlenaris, 1162

Francesco De Lucarinis da Trescio, uditore, 1842

Francesco De Piccolominibus, cardinale, 0493

Francesco De Ramponibus, canonico, 0642

Francesco de Sancinis da Spoleto, 0202

Francesco De Vesppis, fiorentino, 0784

Francesco dei Paccaroni, 0974

Francesco di Alberico da Smerillo, 2321,2322

Francesco di Albertino da Monte Pasillo, 0228,1070

Francesco di Alberto da Smerillo, 2330

Francesco di Andrea da Mogliano, notaio, 1704

Francesco di Anzovino di Gentile, 2354

Francesco di Assalto , 1527

Francesco di Bartolomeo, 0313

Francesco di Berardino di Odoardo, 0303

Francesco di Bernardino, notaio, 1766

Francesco di Bonconte da Sant’Angelo in Pontano, 2285,2287,2288,2288, 2290

Francesco di Bonfigliolo, sindaco di Ancona, 0840

Francesco di Castro, vicario dell’Episcopato di Fermo, 0996

Francesco di Cogo, 0698

Francesco di Comello, mercante di Bergamo, 1477

Francesco di Domenico da Montappone, 1765

Francesco di Donprano (o Dompinini), notaio, 2182,2183

Francesco di Faciolo, anconetano, 1690

Francesco di Filippo, notaio, 2141

Francesco di Filippuccio da Fabriano, notaio, 1707,2159

Francesco di Francesco, notaio, 1683

Francesco di Gentile, 0086

Francesco di Giacobbe da Mogliano, 1765

Francesco di Giacobbe di Antonio, 1633

Francesco di Giacobbe di Neapolione, 0551

Francesco di Giacobbe, notaio, 0506

Francesco di Giacobbe, notaio, 2003, 2005

Francesco di Giovanni da Monteverde, 2128

Francesco di Giovanni di Albertone, 2300,2300,2300

Francesco di Giovanni di Copparo, sindaco di Fermo, 1880,1881

Francesco di Giovanni di Matteo di Firmone da Marano, 1670

Francesco di Giovanni di Migliore da Petriolo, 2188

Francesco di Giovanni di Salvuccio, sindaco di Monte Santa Maria in Giorgio, 2162

Francesco di Giovanni Gebellino, 0575

Francesco di Giovanni sindaco di Montegiorgio, 2147

Francesco di Giovanni, ambasciatore e oratore del Comune di Fermo, 0954

Francesco di Giovanni, notaio, 0354,1991

Francesco di Gualtierio, notaio, 1921,1924,1925,1926

Francesco di Guglielmo da Loro, procuratore, notaio, 1653 1654

Francesco di Guido, mercante da Siena, 0299,1211,1298,1317

Francesco di Lauro, notaio, 2186

Francesco di Lauro,0082

Francesco di Mancino, fermano, 0959,0960,1527,1841

Francesco di Marino di Antonio da Montesampietrangeli, 2059

Francesco di Matteo da San Ginesio, notaio, 1652, 1655

Francesco di Monte, notaio, 2015

Francesco di Morico da Belmonte, notaio, 2134

Francesco di Neapolione, sindaco di Fermo, 0707

Francesco di Nicola, mercante di Macerata, 0214

Francesco di Nicoluccio, notaio, 1707

Francesco di Palmerio da Osimo, 2158

Francesco di Paoluccio da Roccacontrada, 2203

Francesco di Perotto da Massa, 1680

Francesco di Petruccio da Fermo, 0145,0146

Francesco di Pietro da Petriolo, 2188

Francesco di Pietro di Matteo da Fermo, 1295

Francesco di Pietro, notaio, 0019,1984

Francesco di Poltonerio, 0045

Francesco di Rainaldo da Montesampietrangeli, sindaco, 2043

Francesco di Rainaldo di Cambio, 0669

Francesco di Rainaldo di Scambio da Montesampietrangeli, 2053,2072

Francesco di Rainaldo, sindaco di Montesampietrangeli, 2062,2080,2081,2089

Francesco di Riccardo, notaio, 0395

Francesco di Sante da Gualdo, 0224

Francesco di Sante De Ambrosis da Firenze, 0419,0457

Francesco di Savia, 1602

Francesco di Suppo, sindaco di Fermo, 0215,0240,0246,1063,1071,1073,1089

Francesco di Tebaldo di Andrea, 1831

Francesco di Tommaso da Monticulo, 2161

Francesco di Tommaso da Tolentino, 1159

Francesco di Tommassino (o Tommassino), sindaco di Fermo, 0250,2092

Francesco di Torre, 0438

Francesco di Urso, 0120

Francesco di Vagnino di Cenne da Sassoferrato, 1785

Francesco di Vanne di Salimbene da Fabriano, notaio, 1626

Francesco di Zanni, 0161

Francesco Foscari, doge, 1160

Francesco Gabrieli da Lucca, 0436

Francesco Ginni, 0685

Francesco Guerriero di Alessandro di Matteo di Cecco da Fermo, 0367

Francesco Mancino, 1344

Francesco Margaruccio, 0512

Francesco Michele, 0208

Francesco Ottinello, 0682

Francesco Rainerio, 0111

Francesco Sforza, marchese, 0686,0687,0811,0971, 0976,1267,

1833,2021

Francesco Tomasio di Bartolomeo da Colonnella, 1606

Francesco Vespe, 0160

Francesco Zanzio da Cingoli, notaio, 2019

Francesco, abate di S. Antonio, 0388

Francesco, aromatario, 028

Francesco, cardinale dal titolo di S. Eustachio, 0713

Francesco, figlio di Gentile da Mogliano, 2185

Francesco, notaio, 1053

Francesco, notaio, 1962

Francesco, procuratore di Fermo, 1100

Francesco, sindaco di Fermo, 1602

Francesco, sindaco di Fermo, 1920

Francesco, vescovo Ferentino, 1486

Francescuccio di Francesco di Egidio da G. di San Martino, 1954

Francescuccio di Francesco, capitano della rocca di Monterubbiano, 1948

Franco di Tebaldo, sindaco di Fermo, 1844

Frate dal titolo di San Marcello, cardinale e principe di Fermo, 0909

Frati Agostiniani, 0342

Frati di S. Agostino di Fermo, 0353,0910

Frati di San Domenico, dell’Ordine dei Predicatori, 0321

Frati Eremitani di Sant’Agostino, 2170

Frati Minori dell’Ordine dei Predicatori, 0655

Frati Minori dell’Osservanza, 0891

Frati Minori, 2167

Frati Predicatori, 0711

Fratuccio di Pietro, notaio, 0135,0708,0866,1046,1576,1577,1578,

1579,1582 1583 a 1293, 1585, 1586,1970,2043,2062,2081,2089

Fronzio di Francesco, 1700

Fucio, vicario del vescovo di Urbino, 0865

Fulchetto da Massa, 1319

Fulcone da Massa, 1679

Fulcone da Poggio Riccardi, rettore della Marca, 1748

Fulcone, rettore della Marca, 0589

Fulgone da Podio di Aicardi, 1311

Fulgone da Podio, 0533

Fulgone da Poggio Ricardi, rettore della Marca, 0744 Fulvio di Morrone, 2020 a 1537

Furcella, località, 0565

  1. de Bosco, notaio, 0229

Gabbiano,1631,1632,1633,1634,1635,1636,1637,1638,1676,

1677,1680,1990 1373,

1674,1996,2000

Gabriele di Vignodo, 0388

Gabriele, 0399

Gabrieli di Crisostomo da Fermo, 0417,1199

Gaddi, cardinale dal titolo di San Vito, 0269

Gaeta, 1107,1332,1364,1964 47,2221

Gagliano, località, 1999

Galdino da Fermo, commissario, 1960

Galeotto De Malatestis, 1696

Galeotto di Gaspare da Fermo , 0760

Galeotto di Giovanni da Ferrara, 0393

Galesio, località, 1691

Galli, popolazione, 1484

Galliata, località, 0954

Gallura, 1273

Gandolfino di Egidio, 1798

Gano di Bonaiuto, 0726

Garda, 0605 a 1253

Garello Benvenuto, 0590

Garengo di Bove, 0056,0861,2219

Gaspare da Fano, conte, podestà di Fermo, 0607,1512

Gaspare di Martino da Perugia, 1126

Gaspare di Vanne, fermano sindaco di Montesampietrangeli, 2010,2066,2106.

Gaspare Ferrarino, uditore, 0075

Gatta, località, 0847

Gaudio di Melis, ebreo, 0594

Gazzaro, giudice presso l’ufficio delle strade, 1802

Gemino di Andreitto, notaio, 1625

Gemino di Gregorio da Viterbo, notaio, 0751

Gencarello di Mardino da San Severino, 1210

Gencarello di Menardino da San Severino, 0439

Genio di Arezzo, giudice nella Marca, 0181

Genova, 0210,0571,1311,1645

Gentile Billacqua, 1782

Gentile Billacqua, oratore di Fermo, 0030,0458,0462,0463,0488,0965,1712

Gentile Bonafidanzia, sindaco di Fermo, 0035,0809

Gentile da Fermo, frate dell’ordine dei Minori dell’Osservanza, 2057

Gentile da Mogliano, 0029,0051,0202,0237,0322,1015,1161,1231,

1253,1261,1280,1285,1670 a 1296, 1686 a 13701690,1698, 1699,1705,

1705,1717, 1719, 1721, 1721, 1723,1725,1737, 1738,1762,

2257, 2258,2262

Gentile da Penna, notaio, 0079

Gentile da Pupleto, 0915

Gentile da Ravellone, frate dell’Ordine dei Minori, 0517

Gentile da Sarnano, 2304

Gentile da Torre di Palme, 1090

Gentile da Varano, 1590

Gentile De Melioratis (o Migliorati), 0173,1663

Gentile De Nobili da Fermo, 2019

Gentile di  Finaguerra da Fabriano, 0743,0753 bis.

Gentile di Alberico da Torre di Palme, 0236,0703,1063,1069,1079

Gentile di Berardo da Catigliano, 1883

Gentile di Bonafidanzia, notaio, 2096

Gentile di Bonafidanzia, sindaco di Fermo, 1209,1293

Gentile di Bonconte, banchiere da Ascoli, 1923

Gentile di Bonfiglio di Maraldo, 0155

Gentile di Eufreduccio, 0087

Gentile di Gualterio, ambasciatore di Fermo, 0838

Gentile di Gualterone, 0202

Gentile di Marco, sindaco di Fermo, 1169,1236,1247

Gentile di Matteo, 0769

Gentile di Ognezio da Malvicino, 0107

Gentile di Rainaldo da Civitanova, 1926

Gentile di Simonetto, 1574

Gentile di Simonetto, notaio, 0348,0702,0706,0857,0859,1064,

1078,1314

Gentile di Urso Giustiniano, abruzzese, 0566

Gentile di Urso, 0219

Gentile Migliorati, 0634

Gentile Preposto, sindaco di Fermo, 2112, 2113,2114,2115,2116,2117

Gentile, domicello di Antonio De Miglioratis, 0942

Gentile, figlio di Gentile da Mogliano, 2185

Gentile, figlio di Giacobbe, 1334

Gentile, figlio di Ludovico da Mogliano, 1713

Gentile, figlio di Uguccio di Adolando, 2122

Gentile, notaio, 2023

Gentile, sindaco di Fermo, 0277,0593,1140

Gentilio Bertulana, 1551

Gentilisco, frate dell’Ordine dei Minori di San Francesco, 0027, 0250,0354,0852,2028 a 1310,2031,2061,2061,2068

Gentiluccio di Angeluccio da Sant’Angelo in Pontano, 2283, 2284

Gentiluccio di Carbone, 2185

Gentiluccio di Faccerio di Nicola, 0053

Gentiluccio di Gentile da Mogliano, 1688,1727

Gentiluccio di Gualterio, 0113

Gentluccio di Ruggero, 1230

Genzano, 1476

Gerardino Benintendi, 0789

Gerardino di Bonagrazia, notaio, 0775,0825

Gerardo Cossadoca (o Cossadoche), rettore della Marca, 1803,2034

Gerardo da Massa, 1674

Gerardo da Sant’Angelo in Pontano, 1689,1731,2263

Gerardo de Adigheris da Parma, 0310,0428

Gerardo de Fastis, 0161

Gerardo De Festis, 0820

Gerardo De Tastis, 0753

Gerardo Decano, testimone, 0783

Gerardo di Giovanni di Matteo, notaio, 2078

Gerardo di Pietro di Tommaso, 0284,0290

Gerardo di Pietro di Tommaso, 1229

Gerardo di Pietro, 0281

Gerardo Terenave da Colonia, notaio, 1593

Gerardo Testa, canonico aquense, uditore, 1359,1206

Gerardo, abate del monastero di Tours, 1319,0224

Gerardo, abate del Monastero Maggiore di Tours, 1676

Gerardo, canonico fermano, 0070,1548

Gerardo, canonico sindaco del Capitolo fermano, 1855,2216,2217, 2220

Gerardo, conte da Sant’Angelo in Pontano, 2299

Gerardo, decano della Cattedrale di Fermo, 2213

Gerardo, figlio del conte Gerardo da Sant’Angelo, 2299,2259

Gerardo, notaio, 1154

Gerardo, nunzio per l’Italia, 2340

Gerardo, preposto per le cause, 0772

Gerardo, Prevosto della chiesa di S. Pietro da Mariano, 0357

Gerardo, vescovo fermano, 0157,0358,0362,0511,0639,0892,1966,2090 1250, 2090,2234 a 1255,2235, 2236,2241,2243, 2246

Gerio di Arezzo, notaio, 2247

Gerio di Rainaldo da Avello, notaio, 1072

Germino di Andreetto, notaio 0272

Gerolamo, vescovo maceratese, 1740

Geronimo Crisostimo, 0969

Geronimo De Barbneris da Bologna, 1598

Geronimo di Andrea, notaio, 2142

Geronimo di Giustiniano, anconetano, 0419

Geronimo di Matteo, uditore del Papa, 0898,0902,0906,0908

Geronimo di Nicola da Recanati, notaio, 0406

Geronimo di Pietro di Scolaro, 0403

Geronimo Vittorio, notaio, 0209

Geronimo, 0898 a 1586,0906

Geronimo, vescovo maceratese, 0999

Gerusalemme, 0038,0080,0248,0386,0808,1273

Gerusalemme, 2160,2342

Giacobbe Angeluccio da Viterbo, 1271

Giacobbe Antonio da Fermo, 0031

Giacobbe Boncompagni, governatore di Fermo, 1375,1376

Giacobbe Brancadoro da Fermo, 1175

Giacobbe Brancadoro, cittadino e oratore fermano, 2078

Giacobbe Candule, generale e delle arm0411

Giacobbe Canello da Fermo, notaio, 0665

Giacobbe Carello, sindaco di Fermo, 0953,0988

Giacobbe da Aragona, frate dell’Ordine dei Predicatori, 0571

Giacobbe da Castronono, notaio, 1260 Giacobbe da Caturco, 1255

Giacobbe da Città di Castello, notaio, 0551

Giacobbe da Falerone, notaio, 2291

Giacobbe da Fermo, notaio, 2061,2061

Giacobbe da Fermo, sindaco, 0424

Giacobbe da Fulino <Foligno>, dice generale della Marca, 1045

Giacobbe da Gualdo, notaio, 0114

Giacobbe da Monte San Pietrangeli , 0039

Giacobbe da Morra, 1327

Giacobbe da Palude, 1304

Giacobbe da Papia, 0037

Giacobbe da Spoleto, giudice, 0548

Giacobbe De Aldigheri, sindaco di Fermo, 1944

Giacobbe De Compagnonis da Montefalcone, notaio, 1794

Giacobbe De Deutesalve 1310

Giacobbe De Fabbis, notaio della Curia della Camera Apostolica, 0898

Giacobbe De Lambertinis da Bologna, 1249

Giacobbe De Nobilibus da Mogliano, 0989

Giacobbe De Nobilibus da Tosino, sindaco di Montefortino, 1842

Giacobbe de Presbiteri Giacobbe de Rusticis, 0228

Giacobbe De Rusticis, sindaco di Fermo, 0690

Giacobbe de Scolis da Piacenza, 0198

Giacobbe De Ugolinis da Viterbo, 1222

Giacobbe De Ugolinis da Viterbo, 1272

Giacobbe dei Brancadoro, 0586,0712

Giacobbe Deutesalsi, consigliere ascolano, 0869

Giacobbe di Adria, 0141

Giacobbe di Albertuccio, notaio, 0238,0790

Giacobbe di Aldigherio, 0293

Giacobbe di Aldobrandino, mercante, 0299

Giacobbe di Aldocio, sindaco di Fermo, 1772

Giacobbe di Aldovero, sindaco di Fermo, 1683

Giacobbe di Alione, sindaco di Fermo, 0819

Giacobbe di Andrea De Rustici, 1094

Giacobbe di Andrea, sindaco di Fermo, 1091

Giacobbe di Angelo da Sant’Andrea, 2258

Giacobbe di Antonio di Egidiuccio da Fermo, notaio, 0841

Giacobbe di Atto, notaio, 1169

Giacobbe di Azzarello, sindaco di Montelparo, 1882,1883

Giacobbe di Balco, 0639

Giacobbe di Bartolomeo, sindaco di Montapponello, 1772

Giacobbe di Bonaccursio, notaio, 0499

Giacobbe di Bonaventura, 0079

Giacobbe di Bongiovanni da Fermo, 0055,0073,0586,0712,1175,2349

Giacobbe di Carbone da Montesampietrangeli, 2049,2053,2065,2072

Giacobbe di Claudio, 0136

Giacobbe di Cola, sindaco di Fermo, 0734 90

Giacobbe di Compagnone, 1809

Giacobbe di Damiano, 2082

Giacobbe di Domenico di Puccio, 1766

Giacobbe di Domenico di Silvestro da Fermo, sindaco, 1720

Giacobbe di Domenico, notaio, 0265

Giacobbe di Filippo da Acquaviva, 1039

Giacobbe di Francesco, notaio, 0224

Giacobbe di Francone, 0202,2254,2256

Giacobbe di Gatto, 0251 bis

Giacobbe di Gentile, notaio, 0827

Giacobbe di Giacobbe, notaio, 2353,2354, 2355

Giacobbe di Giorgio da Fermo, notaio, 0068,0235

Giacobbe di Giorgio da Sant’Elpidio Morico, notaio, 1268,1286

Giacobbe di Giorgio, notaio, 2089

Giacobbe di Giovanni da Fermo, 1233

Giacobbe di Giovanni di Giacobbe, notaio, 0124

Giacobbe di Giovanni di Roberto da Ascoli, 1165

Giacobbe di Giovanni, 1784

Giacobbe di Giustiniano, sindaco di Fermo, 2253

Giacobbe di Giustino da Fermo, 1085

Giacobbe di Guglielmo da Santa Vittoria, notaio, 0349

Giacobbe di Iacopo, notaio, 1173

Giacobbe di Landolfo, notaio, 1055,1550

Giacobbe di Laudo De Biccis, 0661

Giacobbe di Magalotto, notaio e procuratore di Altidiana ,2282,2282,2283,2280

Giacobbe di Massone, sindaco di Fermo, 0609,0867,1094

Giacobbe di Matteo di Giovanni, testimone, 0792

Giacobbe di Matteo, notaio, 0567,2217

Giacobbe di Micle da Montegiberto, 1628

Giacobbe di Morico, 2128

Giacobbe di Nepolione di Urso, 0053

Giacobbe di Nicola, notaio, 1921

Giacobbe di Nicola, sindaco di Fermo, 0846

Giacobbe di Nicola, sindaco di Fermo, 2222

Giacobbe di Oliverio, notaio, 2148

Giacobbe di Palmenicano, 0470

Giacobbe di Paoluccio da Ascoli, 1780 61

Giacobbe di Petruccio da Recanati, notaio, 1911

Giacobbe di Pietro di Damiano, sindaco di Montesampietrangeli, 2084

Giacobbe di Pietro di Marco, notaio, 1326,1610

Giacobbe di Pietro di Tommaso di Damiano, 2071

Giacobbe di Pietro, notaio, 2198

Giacobbe di Pietro, notaio,0039

Giacobbe di Plebano, 0843

Giacobbe di Puteo, 0510

Giacobbe di Rainaldo, 0772,2216

Giacobbe di Rainaldo, notaio, 1318

Giacobbe di Rainaldo, notaio, 2116

Giacobbe di Riccio, notaio, 0026,0127,1543,2100,2100 271,2100

Giacobbe di Ruffino, 2282,2282

Giacobbe di Scambio, sindaco di Montefortino, 1844

Giacobbe di Sergio, 0040

Giacobbe di Simone da Montelupone, notaio, 1313

Giacobbe di Spenendeo, procuratore, 1054

Giacobbe di Suppo  (o Suppone) di Alione,  sindaco, 0053,0540

Giacobbe di Taddeo da Acquaviva, 0252

Giacobbe di Teofilo, podestà di Fermo, 2100,2100,2100

Giacobbe di Tommaso di Gualtiero, 1121

Giacobbe di Tommaso, sindaco di Fermo, 2352

Giacobbe di Trasmondo da Sant’Angelo in Pontano, 2285,2288,2288,2290

Giacobbe di Ugolino da Montappone, 1750

Giacobbe di Ugolino da Montappone, sindaco, 1751,1752,1753,1754 27,1755,1756,1758 a 1327,1759

Giacobbe di Vagnozzo da Fermo, notaio, 1764

Giacobbe di Vanne da Montesampietrangeli, 2082,2084

Giacobbe Giovanni, 0368

Giacobbe Massone, 0933

Giacobbe Mindonie notaio, 2114,2117

Giacobbe Panerio, piacentino, 0527

Giacobbe Piccinini, conte, 1647

Giacobbe Tiepolo, 0588

Giacobbe, Abate del monastero di San Sabino dell’ordine di San Benedetto, 1317

Giacobbe, cardinale dal titolo di S. Maria in Cosmedin, 0331

Giacobbe, cardinale Savello, 1314

Giacobbe, conte, 0432

Giacobbe, figlio di Carbone di Giulio, 1334

Giacobbe, figlio di Gerardo, 1309

Giacobbe, figlio di Giovanni di Albertino, 1246

Giacobbe, Generale del sacro Romano impero nella Marca, 1818

Giacobbe, giudice, 1328

Giacobbe, governatore, 0850

Giacobbe, monaco di lingua gallica, 0120

Giacobbe, notaio, 0593,0765,0793,1561 252,1926,2073,

2100,2100,2100,2213 1231,2293,2352

Giacobbe, rettore dei chierici di Ripatransone, 2235,2246

Giacobbe, sindaco di Fermo, 0253,0293,1070,1082

Giacobbe, sindaco, 1211

Giacobbe, ufficiale, 0754

Giacobbe, vescovo dell’Abruzzo, 1457

Giacobbe, Vescovo Fermano, 0763,0865,0899,1606,1611,1611,1635

Giacobina, moglie di Andrea, 2256

Giacobino De Caldararis da Spoleto, 1588

Giacobino di Pietro, sindaco di Fermo, 0751,2314

Giacobino, giudice generale della Curia, 2308

Giacobuccio di Bonaccursio,notaio, 0028

Giacobuccio di Firmano, 2133

Giacobuccio di Firmano, notaio, 1749,1752,1759

Giacobuccio di Giacobbe, notaio1792 a 1214

Giacobuccio di Giovanni Battista da Fermo, 2353

Giacobuccio di Taddeo da Azquaviva, 0857

Giacobuccio di Ventura Patibene, 1800

Giacomello di Marco da Venezia, 0967

Giacomino da Panaria, 0858

Giacomino di Pietro di Tarano, sindaco di Fermo, 2315,2316

Giacomo da Boncambi, 0173

Giacomo della Marca, frate dell’Ordine dei Minori dell’Osservanza, 1083

Giacomo di Federico, ambasciatore e oratore del Comune di Fermo, 0954

Giacomo di Francesco da Montegiorgio, 1986

Giacomo di Francesco di Cambio, 1291

Giacomo di Monaldo da Montegranaro, 1339

Giacomo di Nicola, notaio, 1065

Giacomo di Pietro di Marco, notaio, 1068

Giacomo di Rainaldo, notaio, 1315

Giacomo, abate del monastero di San Savino, dell’ordine di S. Benedetto, 1298

Giacomo, vescovo di Sant’Angelo dei Lombardi, 1171

Giannino (o Iannino), fratello di Risabella, 0213

Giannino, notaio, 1223

Gibarto, sindaco di Fermo, 0840

Giberto di Nicola, notaio, 1067

Giberto di Nicola, sindaco 0024

Giberto di Pietro, notaio, 1928

Giberto di Suppo, 1081

Giffredo da Anagni, notaio del Papa, 0328

Giffredo da Piacenza, cappellano del Papa, 1041,1042,1043,1049,1055

Giffredo, rettore della marca Marca, 1053

Giglio di Francesco da Monterubbiano, 1961

Giglio, notaio, 1334

Gigliuccio, banditore di Monterubbiano, 1963

Gilardino di Benintendi da Castro Vetere, 0765,2277,2278

Gilardino, vescovo fermano, 1846

Gilberto Concio, notaio,0031

Gilberto da Smerillo, 2321

Gilberto da Valle, 1335

Gilberto di Nicola, notaio, 2073

Gilberto di Pietro da Castelnuovo, sindaco di Fermo, 2325,2326,2327

Gilberto di Pietro, notaio, 0915

Gilberto, 0507

Gilberto, sindaco di Fermo, 0598

Giliolo di Guglielmo di Nicola da Fermo, marito di Fiordemonte, 0699,0701,0704,0705 a 1284, 1074,1076,1088,1093

Giliolo, giudice, 0172

Giordano di Aquilano, conte di San Severino, 1650

Giordano Ursini, 0380

Giordano, cardinale dal titolo dei SS. Cosma e Damiano, 0667

Giorgetto di Simonetto, 0228

Giorgio da Corte, milite, 0817,1220,1297

Giorgio da Monte Pasillo, 0228,1091

Giorgio di Andrea da Sant’Elpidio Morico, 0543

Giorgio di Angelo, notaio, 1340

Giorgio di Burdone, 1747

Giorgio di Mansone, sindaco di Fermo, 1597

Giorgio di Massone, 1778

Giorgio di Matteo di Dono da Fermo, notaio, 1705,1705

Giorgio di Simone di Giacobbe, notaio, 1224

Giorgio di Tommaso di Benedetto De Mattaferris, 0028,0499,0729,0764,1152

Giorgio, figlio di Simonetto, 1924

Giorgiuccio di Simonetto di Giorgio da Monte Pasillo, 1068,1082,1094, 1923,1925,1928

Giovan Battista Rubeo da Cossignano, notaio, 1961

Giovanbattista, vescovo di Fermo, 1422

Giovani di Iacobuccio, 0086

Giovanna, moglie di Rainalduccio, 2256

Giovanna, moglie di Sperandeo di Giulio di Carbone, 1039

Giovanna, Regina della Sicilia, 0967,1165,1216,1246

Giovanna, Regina di Gerusalemme, 0808

Giovanni Albanese, cardinale, 0889

Giovanni Antonio Azzolino, 1470

Giovanni Battista  di Cicada, vescovo Albiganense, 0900

Giovanni Battista Barcellino Forosemprionense, notaio, 0945, 0953, 0962

Giovanni Battista da Capranica, 1199

Giovanni Battista da Capranica, vescovo fermano, 1110

Giovanni Battista da Monte San Sabino, nipote di Giulio III, 1400

Giovanni Battista da Monte, marito di Ersilia, governatore di Fermo, 0343,0480,0946, 0949

Giovanni Battista da Montefortino, notaio, 1858

Giovanni Battista De Martellis, 1466

Giovanni Battista de Morroni, 0204

Giovanni Battista de Sabellis, cardinale, 0088

Giovanni Battista di Bonfino, notaio, 0677

Giovanni Battista di Cicada, uditore Generale del Papa, 0907

Giovanni Battista di Formone, 0665

Giovanni Battista di Marione, 0884 a 1559,0920

Giovanni Battista Morrone, 1489

Giovanni Battista Saturno, 1470

Giovanni Battista Ziano, notaio, 0893

Giovanni Battista, 0510

Giovanni Battista, cardinale dal titolo di S. Clemente, 0498

Giovanni Battista, vescovo di Fermo, 0118,0314,0493,0881

Giovanni Benedetto da Matelica, 1519, 1521

Giovanni Bianco di Monte Lupino, 0075

Giovanni Buffam, giudice Generale nelle Marche, 2266

Giovanni Caraffa, condottiero da Paliano, 0791

Giovanni Cioco Filimarzio, 0141

Giovanni Cola da Camporo, 0484

Giovanni Cola Deutaleve da Fermo, notaio, 0484

Giovanni Contarino da Venezia, 0485

Giovanni Cossa, notaio, 2028

Giovanni Cuial, notaio, 1247

Giovanni da Ausilaco, 0714

Giovanni da Boca, 0724

Giovanni da Bologna, notaio, 1700

Giovanni da Brunforte, 1553

Giovanni da Camerino, 0016

Giovanni da Canzico di Iadra <Zara>, 0697

Giovanni da Castagna, 1325

Giovanni da Cernusco, 1235

Giovanni da Curte di Ispera, 0255

Giovanni da Fabriano, 1625

Giovanni da Fermo, 0600

Giovanni da Fermo, procuratore, 1051,1055,2334

Giovanni da Fiuminata, 0073

Giovanni da Gualdo, 0072

Giovanni da Gualdo, giudice generale della Marca, 2142,2145

Giovanni da Mogliano, 1718

Giovanni da Olegio, 0913,1184,1201,1206,1213,1220 65,1297,

1303,1316

Giovanni da Osimo, vicario generale dell‘Episcopato di Fermo, 0803

Giovanni da Quinzano, 1923

Giovanni da Riparia, frate rettore della Marca, 1280

Giovanni da Ripe di Cerreto, 0149

Giovanni da Romanea, podestà di Fermo, 1655

Giovanni da Roscellitto, 0717

Giovanni da Sant’Angelo in Pontano, 1730

Giovanni da Sebina, avvocato 0452

Giovanni da Tolentino, 2171

Giovanni da Villafranca, notaio, 0746,1708

Giovanni Dandolo, doge, 0298,0316,0396,0584,0835

Giovanni De Argenti, frate, 1159

Giovanni De Bacileris, procuratore, 1333

Giovanni De Bracalictis da Gubbio, 1662

Giovanni De Capitellis, notaio, 0812

Giovanni De Cavedalis (o Cavedanis), sindaco di Fermo, 0694,2086

Giovanni De Coppis, giudice da Narni, 0027,0852

Giovanni De Corradis, 0896

Giovanni De Guidonibus da Mutina, 0829

Giovanni de Medes, 0375

Giovanni De Melioratis da Amarano, 0818

Giovanni De Serninis da Cortona, 0797

Giovanni dei Fogliani, 1507

Giovanni di Aceto, cittadino e oratore fermano, 0088,0760,2078

Giovanni di Agostino, 0193

Giovanni di Albertino da Ascoli, 0808

Giovanni di Alberto da Sarnano, notaio, 1733

Giovanni di Aldovrandino da Tolentino, 2175

Giovanni di Alessandro, 0794

Giovanni di Alessandro, 1115

Giovanni di Ambrosio da Marano, 1666

Giovanni di Americo da Parma, notaio, 0175,1686,1698,1717,1720

Giovanni di Andrea, 0348

Giovanni di Andreolo, notaio, 1877 1

Giovanni di Antonio da Fermo, notaio, 1158

Giovanni di Antonio di Aceto, 0400

Giovanni di Antonio di Giovanni da Viterbo, notaio, 1272

Giovanni di Antonio, alias Mentino da Fermo, notaio, 0749

Giovanni di Antonio, detto Mancino, notaio, 1321

Giovanni di Attone da Marano, 1667

Giovanni di baroncello da Monte Secco, 2110

Giovanni di Bartolomeo da Arezzo, 0734

Giovanni di Bartolomeo di Scomato, 2163

Giovanni di Bartovino, sindaco di Ripatransone, 0871

Giovanni di Battista di Morrone, 0122

Giovanni di Bentivoglio, cancelliere, 0568

Giovanni di Benvenuto da Penna San Giovanni, notaio, 1252,1619

Giovanni di Biagio (o Blasio) da Fermo, notaio,  0471,0939,2084

Giovanni di Borgomenso, 0379

Giovanni di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 0100,1689,1732,2294,2294

Giovanni di Cambio di Gerio, fiorentino, 1291

Giovanni di Caureto, notaio, 0531

Giovanni di Cavedale, 0050

Giovanni di Cicco di Lorenzo da Loro, 1656, 1658

Giovanni di Colbaro, ratemburgense, notaio, 1828,1831

Giovanni di Corrado da Ascoli, 0601

Giovanni di Corrado Mede da Montegiorgio, 1664

Giovanni di Cossa, notaio della Santa Romana Prefettura, 2061,2061

Giovanni di di Aceto, oratore fermano, 1739

Giovanni di Diletto da Gualdo, uditore, 1680

Giovanni di Domenico di Ottaviano da Montegiberto, 1867

Giovanni di Domenico di Vannino da Ponzano, 0886

Giovanni di Domenico di Vannino, chierico fermano, 0665

Giovanni di Domenico Spinola, 0342

Giovanni di Domenico, cardinale, 0013

Giovanni di Filippo da Olegio, 0524

Giovanni di Filippo di Tommasino, 0851

Giovanni di Filippo Visconte di Oleggio, 0429

Giovanni di Francesco da Fermo, notaio, 1292

Giovanni di Francesco di Bongiovanni da Fermo, notaio, 1253

Giovanni di Francesco di Egidio, 0792

Giovanni di Francesco di Serbellone, 1913

Giovanni di Francesco, 0014 a 1450 ,2165

Giovanni di Gentile da Fermo, 1219

Giovanni di Gerardo, 0087

Giovanni di Giacobbe da Montesampietrangeli, 2026

Giovanni di Giacobbe De Fabis, notaio, 0908

Giovanni di Giacobbe, notaio, 2340

Giovanni di Giacobbe, sindaco di Monte San Giovanni, 2180

Giovanni di Giacobino, notaio, 0821

Giovanni di Giorgio da Montecchio, 1240

Giovanni di Giorgio da Sarnano, notaio, 1679

Giovanni di Giovanni, 0296

Giovanni di Golata, reverendo, 1606

Giovanni di Guglielmo da Boccabianca, 0635

Giovanni di Leonardo di Antonio da Fermo, sindaco, 0757

Giovanni di Leonardo di Biagio, 1065

Giovanni di Lombardo, 0298

Giovanni di Luca, 1941

Giovanni di Ludovico Della Rovere, 1836

Giovanni di Lupo, 1505

Giovanni di Maffone da Perugia, notaio, 0649

Giovanni di Mandone, 0331

Giovanni di Mardone, mercante romano, 0518,0598,0599

Giovanni di Marliano, 0492

Giovanni di Martino da Sant’Angelo, 1154

Giovanni di Martino di Albertuccio, notaio, 1054

Giovanni di Massone, 0762

Giovanni di Matteo da Monte Rinaldo,  1259

Giovanni di Matteuccio, cittadino e oratore fermano, 2078

Giovanni di Merdone, 0828

Giovanni di Michele, sindaco di Fermo, 1543, 1544

Giovanni di Migliore, 0264

Giovanni di Morico da Mogliano, notaio, 0252,0857

Giovanni di Morico, notaio, 1808

Giovanni di Nicia,0009 a 1547,0030

Giovanni di Nicola di Deutaleve da Fermo, notaio, 1303

Giovanni di Nicola di Fogliano, 0055 a 1482,0073

Giovanni di Nuccio, notaio, 0174, 0175

Giovanni di Olegio, 0255,0266,0276,0455,0474,0719,0801,0817,

0837,0913,1811

Giovanni di Paolo De Accarambonis, podestà di Fermo, 1198

Giovanni di Paolo di Marziale, 0329

Giovanni di Pasquale, 0559

Giovanni di Pasquale, 2294

Giovanni di Paulisio da Callio, 0813

Giovanni di Pensabene, notaio, 1180

Giovanni di Pietro da Imola, 2147

Giovanni di Pietro da Jesi, notaio, 0528,1292

Giovanni di Pietro da Petriolo, 2188

Giovanni di Pietro da Schia, 0784

Giovanni di Pietro di Antonio, 1848

Giovanni di Pietro, notaio, 1955

Giovanni di Plebano, sindaco di Fermo, 0644

Giovanni di Puccio da Fermo, notaio, 1713,1536

Giovanni di Rainaldo di Giovanni, 0362

Giovanni di Robertino da Ascoli, 0967

Giovanni di Rosciolo da Fabriano, 1116

Giovanni di Rossello da Mogliano, 1733

Giovanni di Rota, bergamasco, 1354

Giovanni di Ruggero, notaio, 0140

Giovanni di S. Clemente, cardinale, 0089

Giovanni di Sant’Angelo di Cortona, 0718

Giovanni di Sasso, 0248

Giovanni di Scambio, sindaco di Montefortino, 1852

Giovanni di Sciolfo, notaio, 1922

Giovanni di Simone da Montottone, 1895,1896

Giovanni di Simonetto, sindaco di Montottone, 1888

Giovanni di Stella, 2182

Giovanni di Tebaldo, notaio, 1851

Giovanni di Teodino, notaio, 0242

Giovanni di Teodono, notaio, 0747

Giovanni di Tomasso da Caresana, notaio, 0049, 0069,0072,0548,0809

Giovanni di Tommaso da Fermo, 1158

Giovanni di Tommaso, notaio, 1209,1293,2193

Giovanni di Ugolino da Firenze, 0709,2149

Giovanni di Ugolino, 1714

Giovanni di Ugone, notaio, 2220

Giovanni di Ungaro da Fermo, notaio, 1842

Giovanni di Vico di Giovanni di Martino da Fermo, notaio, 0596

Giovanni di Virgilio, 0849

Giovanni di Vitale, 0100

Giovanni Diotaleve, notaio, 0802

Giovanni Domenico Spinola, uditore della Curia della Camera Apostolica, 0910

Giovanni Domenico, notaio 1056

Giovanni Felice di Salvatore da Carbio, 0945

Giovanni Filippo da Sant’Angelo in Pontano, 2282,2282

Giovanni Francesco Alberive da Tolentino, 0374

Giovanni Francesco di Astulto, 1484

Giovanni Francesco Lelio, 0436

Giovanni Francesco Marengo, 1527

Giovanni Francesco Rosato, 0208

Giovanni Francesco, oratore fermano, 1430

Giovanni Gaddo, 0030

Giovanni Galeazzo visconte, 0734

Giovanni Giacobbe De Fabis, notaio, 0906

Giovanni Giacobbe dei Gamberoni, vescovo di Albenga, 0433

Giovanni Gilio, notaio, 2264

Giovanni Gualterio da Fermo, 0115

Giovanni Haghenvreiler, 1250

Giovanni Marcuccio, 0116

Giovanni Maria di Argolico, 0204

Giovanni Matteo alias Chiavarone da Fermo, 0855

Giovanni Melis da Amandola, 1990

Giovanni Nicia, notaio della Camera Apostolica, 0463,0965,2006

Giovanni Nicola Deutaleve, notaio, 0292

Giovanni Nicola, giudice generale della Marca, 0272

Giovanni Paolo di Marziale, 0347,1470

Giovanni Paolo di Sebastiano di Marziale, 0131

Giovanni Papa da Fermo, 0332

Giovanni Plebano, sindaco di Fermo, 0287,1744,1800

Giovanni Ranulio, uditore del Sacro Palazzo, 1259

Giovanni Roggerio Brancadoro, 0597

Giovanni Serrurier, 0330

Giovanni Silvestro di Giovanni di Domenico, sindaco di Monterubbiano, 1962

Giovanni Tommasio, fermano, 1646

Giovanni Ungaro da Fermo, notaio, 0760

Giovanni Vannulio, uditore del Palazzo Apostolico, 1425

Giovanni Visconte di Olegio, 0503

Giovanni Visconti, 0136

Giovanni XI, 0524

Giovanni XXI, 0137

Giovanni XXII, 0016,0018,0052,0058,0061,0065,0066,0067,0076,

0123,0143,0143 bis, 0145,0181,0230,0293,0402,0496,0508,0550,0954,

1035,1240,1281,1178,1545,1830,18312003,2164

Giovanni, 0906

Giovanni, abate del monastero di Santa Saba da Roma, 2057

Giovanni, ascolano, fratello di Alberto, 2243

Giovanni, camerario del Papa, 2035

Giovanni, cardinale dal titolo di San Paolo e S.Prisca, 1934,1934,1934

Giovanni, cardinale dal titolo di Santa Prassede, 1607

Giovanni, figlio di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 1269,2272,2264 35,2265

Giovanni, figlio di Venibene di Abbamonte da Ascoli, 1091

Giovanni, genovese, 1797

Giovanni, luogotenente del Palazzo Apostolico, 0149

Giovanni, nipote di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 2261

Giovanni, notaio,0100,0157,0185,0275,0281,0284,0290,0358,0637,0799,

0814,1229, 1934,1934 a 1205,1934,1966,2097,2234,2241, 2243, 2299

Giovanni, priore di San Salvatore di Fermo, 0723,2028

Giovanni, procuratore di Rainaldo, 2279

Giovanni, servitore di Testone, 0456

Giovanni, sindaco ascolano, 1072

Giovanni, uditore di Francesco Sforza, 2021

Giovanni, uditore, 1138 a 1267 ca.

Giovanni, Vescovo  di Alba,  cardinale Andegavense, 0456 87,1431

Giovanni, vescovo di Forlì, 1194

Giovanni, vescovo di Macerata, 1221

Giovanni, vescovo di Recanati e Macerata, 0193,0688,1352 bis

Giovanni, vescovo recanatese e maceratese, governatore delle Marche, 2082,2084

Giovanni, vicario, 1640

Giovanni, vice di Rainaldo da Brunforte, 0100

Giovanni, visconte rettore della Marca, 0967

Giovanni, zio di Guido De Clavellis, 1626

Giovannino da Ripatransone, 2239

Giovannino di Guglielmo da Offida, notaio, 1281

Giovannino di Rainerio di Trasmondo, 0871

Giovannino di Scambio, 0232

Giovannino di Vixiano da Parma, notaio, 1953

Giovannino, figlio di Margherita, 0815

Giovannino, notaio, 0511,2240

Giovannuccio alias Morello, 0543

Giovannuccio, presbitero da Jesi, 0854

Giovanotto di Angelitto da Montefalcone, sindaco, 1805

Giovarduccio di Baliano, sindaco di Campofilone, 1557

Girardino Bonagratis, 1790

Girardo Firmano, podestà di Fermo, 1798

Girfalco, 0471,0504,0526,0546,0979,0980,0985,1111,1221,1382,

1494 ,1672,1901

Girolamo di Bennato da Monterubbiano, 1960

Girolamo di Matteo, uditore, 1337

Girolamo Melchiono, vescovo di Macerata, 1337

Gironimo di Pietro di Scolaro, 0254

Gironimo di Virgilio, notaio, 0508

Gisberto di Pietro, 0017

Gisone da Mare, 2214

Giuliano Cesarino, cardinale, 1399

Giuliano di Coluccio da Montesampietrangeli, notaio, 1894 86,1897,2125

Giuliano di Coluccio di Novello, 0422,2063

Giuliano di Francesco, banchiere di Fermo, 0817,1003,1008,1220,1297

Giuliano di Gambatino, 0153

Giuliano di Guerriero da Massa, 1680

Giuliano, cardinale dal titolo di S. Pietro in Vincoli, 1510,1813

Giuliano, cardinale di Ostia, 1849

Giuliano, cardinale, nipote di Sisto IV, 1472

Giulio Cesare da Varano, 0055,0057,0073,0078,0082,0088, 0129,2345,2346,2348,2349

Giulio Cesare di Montano, 0597

Giulio da Ripatransone, 2229

Giulio De Ardizonibus, 1767

Giulio De Soderinis, governatore della Marca, 2017

Giulio di Cicco da Macerata, 1709

Giulio di Dinizilocte da Iadra, 1837

Giulio II, 0085,0204,0425,0498,0645,0771,0798,0882,0977,1274,

1331,1369 ,1398,1399, 1409,1411,1415,1425,1442,1471,1477,1481,

1482,1484,1486,1489,1498,1507,1513, 1514,1526,1660,1997

Giulio III, 0294,0392,0457,1373,1400,1734,2191,2192

Giulio, frate, ministro generale dell’ordine dei Frati Minori, 2167

Giulio, podestà di Ripatransone, 2234

Giulio, tesoriere, 1161

Giunta di Gerarduccio, notaio, 0664

Giustiniano di Tommaso di Rainaldo De Trasdegardis, sindaco di Fermo, 2285,2288,2290

Giustiniano Tisilgardo, 2096

Giusto di Tommaso da Amandola, 0725 bis

Giusto di Tommaso di Gentile, 0337

Gli Apostoli (Poveri di Cristo), 0818

Gnezio di Rainaldo di Rufo, 0819

Goffredo di Anania, notaio del Papa, 0804

Goffredo, figlio di Altidia di Rogerio, 1852

Gonzaga, località, 1317

Gostalco di Paschino, notaio, 0582,0727

Gotifredo, cancelliere, 0026

Gottebuld, località, 1098

Grazia di Alessio, 0067

Grazia di Bruno da Montesampietrangeli, 2096

Graziano da Lucca, notaio, 1107

Graziano di Pierleone, sindaco di Fermo, 1571

Grazio Cola da Narni, 0243

Gregorio di Bongiovanni, notaio, 1783

Gregorio di Corbinienso da Curiano, 1232

Gregorio di Diatico, sindaco di Iadra <Zara>, 1236,1247 a 1309

Gregorio di Matteo, notaio, 0247

Gregorio di Nicola da Spoleto, notaio, 2033 a 1466

Gregorio IX, 0242,0295, 1123,1196,1365,1607,1615,1684,1685,2262

Gregorio Magalotto, vescovo Clusino, 2069

Gregorio Magulotto, governatore delle Marche, 0720

Gregorio V, 0221,0042

Gregorio X, 0589,1190,1192,1669, 1748,1795

Gregorio XI, 0015,0037,0048,0174, 0175,0182,0224,0227,0243,

0274,0317,0404,0408,0509, ,0520,0602,0663,0710, 0788,1111,11201,

1142,1167,1189,1203,1234,1260,1564,1613,1621,1763,2087,2340

Gregorio XII, 1241

Gregorio XIII , 0002, 0003, 0005, 0069,0168,0171,0297,0351,

0421,0485,0494,1375,1376,1393,1395, 1396,1490,1554,

2350,2351

Gregorio XIV, 0394

Gregorio XV, 0903

Gressio di Giovannetto da Fabriano, 1351

Grimaldo  di Brandulfo, 1569

Grimaldo di Angelo, notaio, 1050

Grimaldo, da Moresco, 1747

Grimalduccio, figlio di Francesco di Giovanni di Matteo di Firmone, 1670

Grottammare, 0065,0257,0533,0810 ,1101,1141,1272,1311,1639,

1640, 1641, 1642, 1643, 1644, 1645, 1646, 1647,2291

Grottazzolina, 0017,1196,1623,1663,1909,1910,1911,1912,1917

Grottazzolina, 1984

Grotte di Azzolino, 0846

Grotte presso Tusino, castello, 0895

Grotte, castello, 0744

Guabalitano, vescovo, 0399

Gualdo, 0055,0056,0057,0058,0059,0061,0062,0063,0064,0065,0066,

0067,0068,0071, 0072,0074, 0075,0076,0078 1284,0080,0083, 0084,

0085,0086,0087,0095,0114,0116, 0117,0121,0224,0496,1054,1358,

1398,1553,1711,1824,2142,2145,2205,2259,2293,2298, 2340,2349

Gualfredo di Giacobbe da Montebello, 1611,1611

Gualfredo, notaio, 1689

Gualterio da Acquaviva, marito di Isabella, 1067,1075,1087,1071

Gualterio da Brunforte, 0114,1291,1046

Gualterio da Offida, 0289,0361

Gualterio di Alberghetto De Clavellis da Fabriano, 0395

Gualterio di Albergitto De Clavellis da Fabriano, 0674,0743

Gualterio di Alberico da Fabriano, 0333

Gualterio di Bernardo da Acquaviva, 0215

Gualterio di Gentile, 0385 Gualterio di Giacobbe, 0047

Gualterio di Giacobbe, sindaco di Montefortino, 1847

Gualterio di Giovanni da Offida, 0157

Gualterio di Monaldo da Grottammare, 1641

Gualterio di Pietro, notaio, 2214

Gualterio di Rainaldo da Brunforte, 0079,0086,0097,1082

Gualterio Nicola da Ascoli, 1537

Gualterisco di Albrico da Loro, 1653

Gualterone De Gualteronis, 0700

Gualterone di Gualtierio, testimone, 0694

Gualterone, giudice e sindaco di Fermo, 0766 0691

Gualtieri o da Monte San Martino, 2203

Gualtierio da Acquaviva, 1053

Gualtierio da Loro, 1650

Gualtierio da Mogliano, 1701

Gualtierio De Clavellis da Fabriano, 0585

Gualtierio De Fontanis, cappellano del Papa, 0804

Gualtierio di Albergitto da Fabriano,0709

Gualtierio di Alberto di Tommaso De Clavellis da Fabriano, 1625

Gualtierio di Baroncello, reverendo, 2242

Gualtierio di Giovanni da Loro, 1652,1653,1654

Gualtierio di Pietro , 1140,1798

Gualtierio, 0592

Gualtierio, figlio di Rainaldo da Brunforte, 1054

Gualtiero da Palear, vicario del Sacro Impero, 0561

Gualtieruccio di Giovanni di Gualtieri o da Loro, 1652, 1655

Guarcino, località, 0377

Guardia (Carassai), 0052,0173,1927

Guardiani dei SS. Agostino e Francesco, 0774

Guarneri o di Silvestro da Massa, 1680

Guarnerio da Catigliano, 1883

Guarnerio, sindaco di Montefalcone, 1808

Guascono, notaio, 0761

Gubbio, 0126,0136,0661,0913,1186,1198,1662,1762,1814,1849

Guglielmo da Bobbio da Parma, 0735

Guglielmo da Fermo, 0728

Guglielmo da Massa, 1562,1675

Guglielmo da Smerillo, 2321

Guglielmo De Guambalitanori, vescovo, 0864

Guglielmo De Pannugis da Parma, podestà di Fermo, 1774

Guglielmo De Vicedominis, 0656

Guglielmo di Antonio da Loro, notaio, 1656,1657,1659

Guglielmo di Apparone, notaio, 0114

Guglielmo di Baroncello, notaio, 1844

Guglielmo di Giovanni da Montefortino, notaio, 1848

Guglielmo di Margarito, 1673

Guglielmo di Palmerio, 0348

Guglielmo di Pietro, 1054

Guglielmo di Rainaldo di Simone da Ripatransone, 2238

Guglielmo di Rainalduccio,1652

Guglielmo di Scambio da Monte Vidon Corrado, 1879,1880,1881

Guglielmo di Servideo, notaio, 1600,1602,1772,2285, 2286,2289, 2290

Guglielmo, cardinale dal titolo di San Marco, 1244

Guglielmo, cardinale dal titolo di Sant’Angelo, 1120,1142,1565,1638 75,2169

Guglielmo, cardinale, vicario generale, 2087

Guglielmo, figlio di Rainaldo di Simone, 2179

Guglielmo, notaio, 2294

Guglielmo, vescovo Guabolitano, 0735

Guido Cazaconte, 0234

Guido De Clavellis da Fabriano, 1626

Guido di Tebaldo, sindaco di Fermo, 1154

Guido di Ugolino, notaio, 0753

Guido, notaio, 0024

Guidolino di Alberto di Berardo, 0087

Guidone Ascanio da Santa Flora, 0643

Guidone da Firenze, 0358

Guidone di Enrico da Bologna, 0059

Guidone di Ugolino da Fano, 0253

Guidone di Ugolino da Fermo, notaio, 0820

Guidone di Ugolino, notaio, 0848

Guidone, notaio, 2227

Guidone, priore di San Pietro Vecchio di Fermo, chiesa, 2141

Gustonello De Fortibus da Ancona, notaio, 0825

Guzio di Antonio, 0849

Haydenez de Lutrube, 0234

Helvino Bernardino ,0009

Iacobazio, cardinale, 0031

Iacobello di Ugolino, sindaco di Recanati, 0049,0809,1209,1293

Iacobino De Calderaris da Spoleto, giudice nella Marca, 1315

Iacobino di Pietro da Fermo, notaio, 1290

Iacobino di Rainaldo, notaio, 1169,1207,1219,1922

Iacobo di Conte De Archipresbiteris da Perugia, 1179

Iacobo di Giovanni di Robertino da Ascoli, 1213

Iacobuccio da Acquaviva, 1053

Iacobuccio di Federico, 1240

Iacobuccio di Filippo, 1877

Iacobuccio di Firmano da Fermo, 0675

Iacobuccio di Guarisio, 1339

Iacobuccio di Scambio, sindaco di Montefortino, 1831

Iacobuccio di Taddeo da Acquaviva, 0702,1067

Iacobuccio di Tommaso, 0136

Iacobuccio, 0702

Iacopino di Rainaldo, sindaco di Fermo, 1322

Iacopo di Gentile, notaio, 1075

Iacopo di Landolfo da Pedemonte, 1041

Iacopuccio di Giovanni da Mogliano, 1704

Iadea , 0695 a 1342

Iadra <=Zara>, 0028,0141,0684,0697,0764,0779,0780,0807,0499,0522,0526,0534,1152,1169 ,1228,

1235, 1282,1308,1322,1343,1232,1837

Ianino di Rovellano, fratello di Isabella, 0179

Iannone di Matteo, 0401

Icilino di Ruggero da Mogliano, 0252

Ildebrando, vicario del vescovo urbinate Alessandro, 1245

Imola, 0197,0210,0505,1174,1249,1737,2147

Innocenzo de Alberis, fiorentino, 0374

Innocenzo di Rainaldo, 0289 a 1293

Innocenzo III, 0234,0256,0755,1618, 1620,1624

Innocenzo IV, 0044,0096, 0100, 0101,0220,0280,0319,0390,0426,

0430,0502,0533,0605,0647, 0670,732,0718,0777, 0787,0799,0823,

1044,1124,1326,1790,1791,1799,1803,1820,2034,2239,2307,2352

Innocenzo V, 0222,0744

Innocenzo VI,0046,0072,0110,0132,0136,0147,0237,0272,0334,

0337,0731,0844, 0868,0913,0998  1104 ,1285,1287,1316,1332,

1347,1591,1625,1626,1700,1719, 1761,1807,1850

Innocenzo VII, 0141,0164,0504,0575

Innocenzo VIII, 0010,0012,0025,0033,0198 488,0200 488,0416

484,0437,0456,0536, 0562,0640,0889,1086,1136,1144,1378,

1394,1402,1404,1406, 1407,1412,1423,1424, 1426,1427,1428,

1429,1430,1431,1432, 1433,1434,1445,1455,1464,1483,1487,

1504,1508, 1511,1529,1864,2039,2041,2250 84,2358

Ippona, 1276

Iracampana, località, 0428

Isabella, madre di Mitarella, 2153

Isabella, moglie di Fidesmido, 0179

Isabella, moglie di Gualterio da Acquaviva, 1075,1087

Isabella, moglie di Mercenario da Monteverde, 1629

Isaia Balegano, frate dell’Ordine  Eremitano, 0275

Isaia, frate dell’ordine degli Eremiti, 1346

Isola  Maggiore, 0092,0097,1819

Ispano, cardinale, 2310

Isuardo di Bellicardio, 0257

Italia, 0126,0174, 0175,0227,0274,0544,0585,0719,0731,0734,

0832,1130,1142,1161, 1164,1176,1184,1204,1206,1217,1225,1231,

1261,1273,1285,1319,1564,1626,1686,16901715,1717,1721,1721,

1725,1737,1761,176,1785,2044,2063,2161,2259,2340

Jeronimo di Virgilio, notaio, 1243

Jesi, 0054, 0092,0120,0528,0609,0686,0811,0854,0870,

1099,1101,1240,1292,1524,1833, 1941,2262,2301

  1. De Agnellis, governatore della Marca, 1427,1864
  2. vescovo di Albano, cardinale Ursini, 1647

L’Aquila, 1109,1218,1421

La Bovara, località, 2000

La Bovaria, località, 2002

La Loggia, 2309

Laide, 0398

Lallo di Trasmondo da Sant’Angelo in Pontano, 2285,2287,2288,2288, 2290

Lambertinino di Ubertino, 0916

Lambertino di Cuccio da Fermo, 0520

Lambertino di Simone da Monte Santa Maria in Giorgio, 1597,1776,1777,1983

Lambertino, Pievano della Chiesa di S. Benedetto di Ripatransone, 0676

Lambertuccio di Lambertino da Macerata, 0195

Lambertuccio di Pietro da Macerata, 0563

Lambertuccio di Tebaldo da Montelupone, 2119

Lambertuccio, figlio di Margherita, 0815

Lando Alessandro, sindaco di Monte Santo, 1970

Lapedona, 0895

Lapedona, 1648,1649

Laterano, 0180,0431,0502,0732,0788,1326,1549,1605,1622,2035

Latino da Urbino, camerario di Sisto IV, 0736

Latino Ursini, cardinale, commissario, 1171

Lauro, dei Paccaroni, 0974

Leandrino di Alessandrino da Monte Santo, 1975

Legato della Marca, 1110

Legomino, 1037

Lelio di Valentino marito di Tomassa di Amico, 1884

Lemosino di Matteo da Gubbio, notaio, 0126

Leonardo da Altidona, 0510

Leonardo De Berettaris da Piscia, 0902

Leonardo De Nicolinis, 0885

Leonardo De Selaptis, notaio, 1949

Leonardo Deotavidi, rettore della chiesa di S. Attone del Menocchia, 1062

Leonardo di Alberto, notaio, 1797

Leonardo di Biasino di Perante, notaio, 0027

Leonardo di Bonalberto, sindaco di Fermo, 1853

Leonardo di Francesco di Berettario, 0171

Leonardo di Galeazzo De Bandis,

Leonardo di Martino, 0058,0061,0067,0068,0496,2332

Leonardo di Masso da Offida, 1958

Leonardo, 0290

Leonardo, dei Paccaroni, 0974

Leonardo, esecutore, 2274

Leonardo, giudice delle Marche, 2265

Leone di Armanno da Forobosco di Firenze, 0050

Leone di Pisaro, 1402

Leone X, 0004,0131,0189,0194,0329,0347,0437,0570,0652,0745,

0831,0878,0880,0909,0923, 0926,0928,1177,1370,1377, 1410,

1414,1418, 1419,1450,1470,1485,1857,1884,2101

Leone, castello, 0059

Leonessa, 0039

Liegi, 0510 a 1543,0531

Lino di Guglielmo da Massa, 0052,1562, 1563,1674

Lione X, 2189

Lione, 0643,0897,1748

Lionello di Pio da Carpi, 0419,0457

Lippo di Andrea da Monterubbiano, 0666

Liverotto da Fermo, 1386

Liverotto De Eufreducci, 1331

Liverotto, Ufreduccio, 0983

Lodovico, vescovo, 0403

Loisio di Antonio da Montefortino, notaio, 1828

Loisio di Bonacasa da Ferno, 0064

Lolli G. notaio, 0128

Lombardia, 0324,0520

Lombardo di Egidio da Fermo, sindaco di Fermo, 0820

Lomo Antonio da Jesi, capitano di Fermo, 1941,1942

Longiano,castello, 0895

Lorenzo Cola da Amandola, 0393

Lorenzo da Moldavio, 0508

Lorenzo da Mondaino, frate inquisitore dell’Ordine dei Minori, 1243,1245

Lorenzo De Lupis, da Ancona, notaio, 1292

Lorenzo De Mais da Vetralla, 0911,1401,1461,1480

Lorenzo di Angelo da San Lorenzo di Amatrice, 0385

Lorenzo di Filippo di Venanzo, notaio, 1301

Lorenzo di Francesco, 0016

Lorenzo di Mercato da Ancona, notaio, 0497,1251

Lorenzo di Petrucciolo da Massa, 0138

Lorenzo di Venanzo, notaio, 0014

Lorenzo Machiavellis, fiorentino, podestà di Fermo, 1256

Lorenzo Tiepolo (o Teupulo o Teopolo) di Giacobbe, doge, podestà di Fermo, 0165,0547,0556,0576,0588,1030,1031,1266,1747

Lorenzo Tiepolo, doge, podestà di Fermo, 1874,2100,2100,2100

Lorenzo, vescovo Clausino, 1110

Lorenzo, vescovo commissario, 0881

Loreto, 0189,1199,1377

Loro, 0055,0078,0168,1095,1296,1532,1650,1651,1652,1653, 1654,

1655,1656,1657,1658,16591660,1661,1662,1742,2002,2291,2320

Lotto di Giacobbe da Monte di S. Maria in Cassiano, notaio, 1161,1332,1705,1705,1964

Luca Cordella, notaio, 0465,0469

Luca da Sarnano, 1378

Luca De Venanzolis da Sarnano, 1508

Luca di Adamo, 1301

Luca di Angelo di Galeotto, 0218

Luca di Antonio da Fermo, notaio, 0335,1827

Luca di Bartolomeo da Montefalcone, 1805

Luca di Bartolomeo di Balluzio da Montefalcone, notaio, 0077

Luca di Brancadoro, arcidiacono di Fermo, 0885

Luca di Broccardo (o Brocardo) da Montefalcone, 1794,1796,1809

Luca di Iacobuccio di Giannetto da Fermo, 1972,1129

Luca di Lorenzo da Ancona, 0812

Luca di Marco da Grottammare, 1641,1643

Luca di Matteo, notaio, 2317

Luca di Sante di Cristoforo, 0683

Luca di Talco, 1322

Luca, notaio, 0287

Lucca, 0436,0553,0600,1107

Lucera, 1865

Luciano Carpino, oratore di Fermo, 0462,0965

Luciano Cola da Amandola, 0393

Luciano Cola, canonico fermano, 0010,0011,0149,

0160,0185,0256,0260,0516 1472,0538,0560,0740,0750,0797,

0826,0874,1144,1145,1162,1171,1181,1250,1283 1467

Luciano di Matteuccio di Vagnozzo da Montottone, 1908

Lucio De Sanguinis, 1357

Lucio di Flacco, 0341

Lucio di Ursino, 1668

Ludovico Brancadoro, 0122

Ludovico da Carpi, uditore della Camera Apostolica, 2166

Ludovico da Montegranaro, procuratore, 1960

Ludovico da Parma, 1248

Ludovico De Eufreducci, oratore fermano, 0021,0129,1459,2078

Ludovico De Melioratis (o Migliorati) da Sulmona, governatore di Fermo, 0164 1406,017, 0634,0979,0575,1301,1598,1662,1410,1646

Ludovico di Bastiano da Orto, 1658

Ludovico di Baviera, 1231,1261

Ludovico di Francesco da Fermo, notaio, 0780

Ludovico di Giovanni da Fermo, oratore, 0800

Ludovico di Giovanni Papa, 0356

Ludovico di Martino, notaio, 1807

Ludovico di Matteuccio, notaio, 0149,0250, 0757

Ludovico di Nicola di Bernardello da Monticulo, 2169

Ludovico di Romano Bucase da Fabriano, notaio, 0334,2148

Ludovico di Savino, notaio, 1913

Ludovico IV, imperatore, 2123

Ludovico Rotelliano, notaio dell’Episcopato di Fermo, 0896

Ludovico, 0692

Ludovico, cardinale dal titolo di San Lorenzo in Damaso, 0095,1237,1286

Ludovico, duca Andegavense, 1263,1227

Ludovico, giudice, 2168

Ludovico, imperatore, 0401

Ludovico, re della Sicilia, 0967

Ludovico, ufficiale, 0942

Ludovico, vescovo, legato della Provincia, 1411

Luigi di Cornelio, cardinale dal titolo di San Marco, 1627

Lunardo, cappellano di San Lorenzo, 0507

Lutarisco (o Lictarisco) di Pescara, 0364,2023

Luzio di Nuccio di Matteo da Petriolo, 2186

Luzio Orsono da Brescia, 0125

Mabilia, moglie di Rogerio di Rainaldo di Trasmondo da Sant’Angelo, 0699, 0701,0704 a 1280,0705, 1074, 1088,1092,1093

Macerata, 0013,0014,0037,0126,0195,0214,0358,0379,0402,0459,

0563,0581,0601,0688, 0710 1371,0785,0847,0911,0981,1110,

1205,1212, 1214,1221,1333,1337,1352 bis,1604 ,1609,1610,

1612,1674,1705,1705,1709,1742,1782,1805,1812,1836,1842,1845,

2018,2318,2319

Macereto, località, 0778

Macle, località, 1615

Macriano, 1096

Maenza, castello, 0887

Maffeo da Reggio, 1723

Magliano, 0846,0909,0919,1225,1370,1663,1664,1909,1910,1984

Magliapano da Reggio, giudice, 1310

Magonza, 0038,0217,0501,0853

Mainardo, castello, 1839,1842,1845,1852

Mainarduccio di Alberto da Civitanova, 1586,1587

Mainetto di Rainaldo, mercante fiorentino, 2086

Malatesta De Malatestis, 1696

Malvicino, castello, 0107 1358,2122

Manente, notaio, 1782

Manente, preposto di San Giovanni di Petriolo, 2262

Manfredi (o Manfredo o Maifredo), re di Sicilia, 0060,0091,0092,

0098,0405,0742,0794,0873 a 1264, 1131 a 1257,1650,1819,

2238 1259,2292

Manfredo (o Manfredi), principe tarantino, 0074,1119,1147,1170

Manfredo di Bartolo da Mogliano, 1727

Manfredo di Domenico, sindaco di Fermo, 1630

Manfredo di Gentile, 2244

Manfredo di Sinibaldo da Matelica, 1294

Manfredonia, 0696,0925

Mangiapane, giudice e ambasciatore di Fermo, 0869

Manitto di Francesco da Mogliano, 1687

Mantova, 0040, 0568,1221,1859,1861,1912

Manuzio detto Rocco di Niso, notaio, 1942

Manzo di Bartolomeo Beste di Angelo da Mogliano, 1733

Marano,castello<Cupramarittima>,0744,0747,1356,0747,1141,

1311,1560,1623,1665, 1666,1667,1668,1669,1670,1671,

1672,1673,2015

Marca, 0013,0015,0017,0032,0039,0072,0090,0091,0092, 0101,

0103,0105,0106,0161, 0173,0177,0181,0182, 0197,0211,0219,0220,

0223,0224,0231,0248,0251,0253,0257, 0266,0267,0272,0274,

0276,0279,0308,0313, 0317,0327, 0328,0352,0363,0384,0390,

0404,0408,0426,0433,0438,0459,0491,0500,0503,0506,0533, 0549,

0568,0570,0582,

0589,0591,0602,0609,0662,0694,0714,0727,0732,0744,0753,0775,0785,0804,0806, 0811,0816,0817,0820,08230837,0838,0848,0851,0858,0864,0870,0875,0876,0889,0913,0914,0915,0916,0943,0947,0954,0968,0971,1040,1044,1053,1055,1072,1083,1086,1101

1102,1107,1108,1110,11111371,1130,1132,1134,1142,1146,1148,1151,1153,1155,1157,

1167,1173,1178,1185,1189, 1191,1194,1196,1197,1208,1214,1218,1223,1226,1234,

1238,1239,1240,1241,1244,1258,1260,1261,1266,1276,1280,1281,1282,1290,1296,1313

13241325,1326,1327,1329,1332,1355,1359,1364,1384,1386,1389,1398,1401,1414,1416,

14551421,1429,1430,1431,1434,1440, 1443,1452,1456,1464, 1466,1477,1480,1485 1516,1489,1507,1560,1564,1565,1588,1607,1623,1700,1709,1719,1724,1726,1748,1761

17621789,1799,1803,18181819,1820,1823,1849,1864,1871,1901,1964,1988,2000,2009,

2017,2033,2034,2044,2052,2074,2079,2098,2142,2145,2171,2175,2236,2247,2261,2281

22922310

Marcellino di Monaldo, notaio, 0019,0135

Marcellino, cappellano del Pontefice, 0595

Marcello, amico del legato della Marca, 2018

Marche, 0075,0077,0089, 0350,0374,0434,0456,0471,0487,

0489,0526,0537,0577,0634,  0641,0709, 0716,0719,0720,0723,0726,

0735,0738,0739,0760,0822, 0847,0855,0856,08580924,0929,

0930,0972,0973,0981,0982,0991, 0995,1510, 1513, 1514, 1516, 1517,1525,1504,1590,1662,1679,1690,1697,1742,1832,1833,1838,

2060,2060,2067,20692075,2082, 2084,2085,2087,2092,

2103, 2104,2149,2153,2154,2157,2161, 2198,2230, 2237,

2265,2266,2298,2301,2345,2357

Marchesa, moglie di Antonio di Ludovico di Giovanni Papa da Fermo, 0932, 0935

Marchetto di Angelo da Fermo, notaio, 0534

Marchetto di Filippo di Savino, sindaco di Fermo, 0820,0857,2330

Marchetto di Paccarone, banchiere, 0255

Marchetto di Suppo, sindaco di Fermo, 0706,1064

Marchismo di Americo di Arpinello, 0680

Marco Antonio di Domenico da Fermo, notaio, 2069

Marco Antonio Giulizio, 1353

Marco Antonio, tesoriere della Marca, 0438

Marco da Cottegliano, sindaco di Monte Santo, 1970

Marco da Cutigliano, 1984

Marco de Molin, 0316

Marco di  Tomassuccio, procuratore, 1936

Marco di Andrea de Rovellon, 0422

Marco di Filippo di Savino, testimone, 0792,0829

Marco di Giovanni da Fermo, 2062

Marco di Marcellino da Fermo, notaio, 0035,0307,0809,1209,1293,1969

Marco di Pandolfo da Monte Giorgio, 1680

Marco di Pietro sindaco di Montapponello, 1770,1772

Marco di Simone da Spoleto, notaio, 1672

Marco di Teresino, 0302

Marco di Terisio de Teresis, 0023

Marco di Tommaso, notaio, 1925

Marco Pistello, notaio, 1235

Marco Zeno da Venezia, 1598

Marcuccio di Giacobbe di Marco, sindaco di Monte Santa Maria in Giorgio, 2162

Marcuccio di Tommaso, 1783

Marcuzio di Giacobbe di Filippo, 1793

Mardoco, mercante romano, 1242

Margherita da Brunforte , 0064 a 1467

Margherita da Liegi, 0531 a 1480

Margherita di Domenico di Guarisio, 1339 a 1313

Margherita, alias Mitarella, 0395 a 1369

Margherita, moglie di Antonio di Domenico di Formichino Antonio da Fermo, 0749

Margherita, moglie di Corrado da Ravellono, 0815

Margherita, monaca di S. Silvestro di Aviliano, 0639

Marherita, figlia di Mercenario da Monteverde, 1629

Maria da Marano, 1667

Maria, moglie di Rainaldo, 2299

Mariano De Santis, notaio, 1642

Marignano, castello, 0895

Marinangelo di Gasparo, 0303

Marino di Alessandro da Montegiorgio, notaio, 1649

Marino di Bartolomeo da Arquata, 1539

Marino di Damiano, 1540 a 1386, 1542

Marino di Domenico da Fermo, notaio, 1894

Marino di Filippo da Ripatransone, 2242

Marino di Francesco di Domenico, 0303

Marino di Giacobbe, notaio, 1713

Marino di Leonardo di Deodato, notaio, 1719

Marino di Matteo, notaio, 0110

Marino di Nicola da Montottone, notaio, 1904

Marino di Nicoluccio da Fermo, 1657

Marino di Pietro, sindaco di Montottone, 1916

Marino di Puzio, 2103

Marino di Vanne, priore, 0186

Marino di Varietto, marito di Caterina, 1066

Marino Ricciardo, 0351

Marino, giudice, 0824

Mario Bencio, luogotenente di Fermo, 0325,0473,0949

Mario di Giacobbe da Fermo, notaio, 0675

Mario di Matteo, notaio, 0211

Mariotto, notaio, 0472

Maroto, abitante di Montesampietrangeli, 2015

Marsibilia, figlia di Trasmondo da Sant’Angelo in Pontano, 1711

Marsilio da Padova, 0275

Marsilio di Francesco di Stefano, notaio, 0640

Martino da Amelia, 1700

Martino del defunto fratello di Rainerio da Cesena, 2000

Martino di Fernando da Pastrana, 1206

Martino di Franceschino da Perugia, notaio, 1179

Martino di Giacobbe, notaio, 0728,1879,1880, 1881,1971,2284,

2323,2324 99,2328

Martino di Gidiuccio, 0764

Martino di Rainerio da Cesena, notaio, 0506,0577

Martino IV, 0066,0079,0111, ,0252,0377,0702,0857

Martino Piace, 0789

Martino V, 0042,0156,0173,0211,0328,0390,0400,0425,0471,0845,

0942,0985,1215 1434,1244, ,1416,1449, 1451,1457,1476,1494,

1503,1525,1616,1646

Martino, del defunto fratello di Rainerio da Cesena, 0350

Martino, giudice, 1154

Martino, notaio, 0257

Martino, notaio, 1933

Marvilla, località, 1296

Mascarello, guardiano dei frati Minori di Montesampietrangeli, 2097

Mascio di Tommaso da Montolmo, podestà di Fermo, 2135

Mascio, 0583

Mascio, Conte Ognizone, 1335

Massa, 0052,0103,0227,0481,0488,0663,1095,1562, 1564,1633,1674,1675,1676,1677,1678,1679, 1680,1708,1768, 1769,1770, 1771,1774,1877,1990,2000,2002

Massa, contrada, 1098

Massenego, 0108

Masseo De Masseis da Amatrice, 1590

Masseo, notaio, 1113

Massignano, 0168,0429,0888,0999,1061,1062,1337,1740,2359

Massio di Ludovico da Mogliano, 1713

Massio di Matteo, banchiere, 0524

Massio di Silvestro da Berbicato, 1037

Massio di Simonetto, notaio, 2146

Masso di Grinaldo, ambasciatore di Montegranaro, 1871

Massucci Sante  0015

Massuzio di Guadagnuccio, 0763

Matelica, 1294,1519, 1521,2143

Matilde da Acquaviva, 1091

Matteo Buge, 0697

Matteo chiamato Grillo da Atri, 1035

Matteo da Acquaviva, padre di donna Mattia, 1043,1045,1046,1049,1055,1927

Matteo da Conca, 1242

Matteo da Fermo, 0733

Matteo de Sanctis, 0021

Matteo del prebendato di San Matteo, chiesa di Fermo, 2089

Matteo di Alberto, fermano, 1930

Matteo di Angelo da Sant’Angelo in Pontano, 0699,0705,1074,1076 84,1092,1093

Matteo di Angelo di Barabeo da Fermo, notaio, 0844

Matteo di Angelo, notaio, 0917 a 1284,1088

Matteo di Angeluccio Barrabon da Fermo, 0233

Matteo di Angeluccio, notaio, 1304

Matteo di Antonio, notaio, 1075

Matteo di Benvenuto, sindaco di Carnassale, 1562,1563

Matteo di Berardo, notaio, 1581

Matteo di Buia, 1235

Matteo di Busarello da Civitanova, 1570

Matteo di Carbone, 0165

Matteo di Cecco di Andrea da Mogliano, notaio, 1687

Matteo di Cisco da Esanatatoglia, 1606

Matteo di Cisco di Andrea da Mogliano, notaio, 1706,1728

Matteo di Domenico da Ripatransone, notaio, 2239

Matteo di Domenico di Giacobbe di Luca, sindaco di Fermo, 1232 41,1877

Matteo di Domenico, 0278

Matteo di Filippo da Fermo, notaio, 1206,1172

Matteo di Filippo da Monte di Santa Maria in Lapide, 2312

Matteo di Filippo Morrone di Giovannuccio da Fermo, 0449

Matteo di Filippo, 1125

Matteo di Filippo, ambasciatore del Comune di Fermo, 0956

Matteo di Filippo, procuratore, 1604

Matteo di Gentile, notaio,  0296 a 1267,0772 a 1253,2216

Matteo di Gentile, sindaco di Fermo, 1138

Matteo di Gerardo, conte da Monte Santa Maria in Giorgio, 1984

Matteo di Giacobbe da Recanati, notaio, 1292

Matteo di Giacobbe di Francone, 0261

Matteo di Giacobbe di Paolo, notaio, 0261

Matteo di Giacomo da Catigliano, 1883

Matteo di Giovanni da Murro, 2290

Matteo di Giovanni di Gualtierio, marito di Filippa, 2172, 2174,2175

Matteo di Giovanni di Pensabene, 1727

Matteo di Giovanni di Pensabene, sindaco di Fermo, 1688

Matteo di Giovanni Francesco di Guadagnino De Rizzonibus, 0448

Matteo di Giovanni, 0300

Matteo di Giovanni, 1550

Matteo di Giovanni, 2171

Matteo di Iacopino, notaio, 0037

Matteo di Luca da Penna San Giovanni, 1258

Matteo di Mancino, 0245 a 1280

Matteo di Manco, sindaco di Fermo, 0769,0858,1077,1089

Matteo di Marco,  sindaco di Fermo, 0191,0236,0701,0702, 0703,0804,1063,1067,1069,

1078,1079,1080,10 81

Matteo di Menecuzio da Tarano, 0737

Matteo di Michele, notaio, 2215

Matteo di Minicuzio da Tarano, notaio, 1823

Matteo di Perone, ambasciatore, 1571

Matteo di Pier Tommaso, 0685 a 1511

Matteo di Pietro di Rosa (o Rose), sindaco di Fermo, 1678,1749,1752,1756, 1759

Matteo di Pietro, notaio, 1543, 1544

Matteo di Rainaldo da Penna San Giovanni, 1054

Matteo di Sante, 1301

Matteo di Simone da Fermo, notaio, 1758

Matteo di Stendardo, 0424

Matteo di Tommaso, 2219

Matteo di Trasmondo da Fermo, notaio, 0559

Matteo di Vanne da Fabriano, 0422

Matteo Gentile, sindaco di Fermo, 0331

Matteo Miche Pasque da Iadra, 0142,0535

Matteo Saliano, notaio, 0196

Matteo, 0130

Matteo, abate del Monastero  Farfense, 1792

Matteo, chierico del prebendato, 2062

Matteo, figlio di Soliano, notaio, 0407

Matteo, notaio, 0557,0583,1045,1714,1784

Matteo, prebendato di San Matteo nella piazza di Fermo, sindaco di Monte Santo, 1970,

1984

Matteo, prebendato, 0135

Matteo, prevosto della chiesa di San Matteo di Fermo, 0708

Matteo, sindaco di Fermo, 1545

Matteo, sindaco di Monte Santa Maria in Giorgio, 1595

Matteuccio di Andrea di Amico da Sant’Angelo in Pontano, 2023

Matteuccio di Antonio, testimone, 0696

Matteuccio di Cola, sindaco di Fermo, 1834,1835 47

Matteuccio, 0692

Mattia, figlia di Matteo da Acquaviva, 1927

Mattia, figlia di Trasmondo da Sant’Angelo in Pontano, 1711

Mattia, madre di Simonetto, 1068 a 1290

Mattia, madre di Todino figlio di Trasmondo, 2261

Mattia, moglie di Giorgio da Monte Pasillo, 1922

Mattia, vescovo di Famagosta, 0131

Mattiolo di Benvenuto, sindaco di Cossignano, 1602

Mattuccio di Giovanni di Roberto da Ascoli, 1216

Mattufellone, notaio, 2262

Maurizio da Brunforte, notaio, 0081,0113,2122

Maurizio da Capranica, 1423

Maurizio Ugolino, rettore di S. Donato di Monte Olmo, 0902

Mecozio Sbarzoco da Marano, 1668

Medico, notaio, 0179

Melchiora, figlia di Salvitto di Vanne da Ponzano, 0936 4

Melchiorre di Antonio di Ludovico di Giovanni Papa da Fermo, 0335

Melillo, 2321,2322,2323,2324,2325,2326,2327,2328,2329,2330,2331,2332,2333,2334,

2335,2336,2337,2338

Menecuzio di Montottone, reverendo, 0909

Menocchia, fiume, 0915,1062

Mercato,castello,0236,0703,0704,0743,1037,1063,1069,1072,1079,1090,1611,1681,1682,

2247

Mercenario da Monteverde, 0016,0668,0739,0954,1159,1214,1351,1629,

2123 ,2147, 2148,2154,2157,2158,2160,2164,2169,2173

Mercenario di Fidesmido (Fildesmido) da Monteverde, 0181,0213,0395 0675, 1310, 1314, 2133,2136,2353,2355,2162

Mercenario, fratello di Vannetta di Baccalario da Monteverde, 2132

Mercurio Accursio, notaio, 0681

Micham, sindaco di Iadra <Zara>, 0697,1235

Michele di Giovanni da Montefortino, sindaco, 1828, 1829,1834

Michele di Giovanni di Sinibaldo da Fermo, 1670

Michele di Giovanni di Tebaldo, notaio, 1854

Michele di Micusio, sindaco di  Iadra <Zara>, 1236 09,1247,2162,1169

Michele di Pasquale da Ancona, notaio, 0849

Michele Fabio da Montesampietrangeli, 2108

Michele, figlio di Rainaldo, 1318

Michele, giudice dei malefici da Fermo, 1946

Michele, notaio, 1874

Michelina, figlia di Paoluccio, 0356

Micheluccio di Marco da Fermo, notaio, 0868

Milano, 0024,0222,0280,0319,0647,0770,0805,0840,1124,1465,1467,2067 455,2307

Millone, vescovo Beluacense, rettore della marca, 2261

Mindo di Gilberto da Petriolo, 2185

Minicuccio di Matteuccio da Montottone, 1908 a 1448

Mitarella da Monteverde, 0080,0395,0668,0569,1762,1767,2119,2125,2136,2139,2141 a 1355, 2142,2143,2144,2148,2149,2153,2159,2161,2167 56, 2168,2170,2174 2175,2176

Mocatam de Piccolominibus da Siena, 0233

Mogliano,0109,0147,0174,0175,0202,0227,0237,0252,0294,0333,

0365,0421,0638,0674,0702,0975,0989,0999,10671078,1095,1161,1182,1231,1261,1280,1285,1337,1040,1553, 1684,1685, 1686, 1687,1688,

1689,1690,1691,1692,1693,1694,1695,1696,1697,1698, 1699,1700,

1701,1702,1703,1704, 1705,1705,1706,1707,1708,1709,1710,

1711,1712,  1713,1714,1715,1716,1717,1718,1719, 1720,1721,

1722,1723,1724,1725,1726, 1727,1728,1729,1730,1731,

1732,1733,1734, 1735,1736,1737,1738,1739,1740,1741,

1742, 1743,1744 bis 1960,2002,2203,2261,2262 32,2264,2291,2301

Mola di Genova, località, 1645

Moldavio, 0508

Molliano, procuratore di Fildeo da Mogliano, 1730

Monache di S. Domenico, monastero, 0555

Monache di Santa Maria degli Angeli di Pesaro, 0997

Monaldesca, 2261,2262

Monaldesca, figlia di Trasmondo da Sant’Angelo in Pontano, 0637,1552

Monaldesca, moglie di Nicola di Ruggerio (o Roggerio), 2289,2293

Monaldesco di Angelo da Loro, 1653

Monaldo da Fermo, 0567

Monaldo da Monte Rodaldo, 2177

Monaldo di Accursio da Loro, 1653

Monaldo di Cambio da Gualdo, notaio, 0066,0111,0116

Monaldo di Cambio, notaio da San Ginesio, 1051  ,1052

Monaldo di Guglielmo da Fermo, 1330

Monaldo di Morico da Sismondo, 2339

Monaldo di Pietro da Petriolo, 2186

Monaldo, fratello di Pietro da Petriolo, 2188

Monastero Beato Martino del Tesino, 1100

Monastero di Ferentillo, 0259 a 1307,1365

Monastero di S. Anastasio, 0788

Monastero di S. Bartolomeo, 0040

Monastero di S. Caterina da Siena, 0904

Monastero di S. Sabba, 2031

Monastero di S. Savino, 0793  ,1503  ,1594

Monastero di S. Vittore, 0587

Monastero di San Bartolomeo da Campofilone, 1523

Monastero di San Giorgio di Roma, 2031

Monastero di San Pietro di Ferentillo, 2028,2050,2061,2062,2070

Monastero di Sant’Anastasio, 1548

Monastero di Sant’Antonio di Vienna, 1300

Monastero di Santa Saba da Roma, 2057

Monastero Farfense, 0741  ,0860  ,2139

Monastero Maggiore di Tours, 1676

Monastero Turonense, 1319

Moncono di Rotundo, sindaco di Montefortino, 1837

Mondaino, località, 1243

Mondo, fratello di Trasmondo da Petriolo, 2186

Monitto da Civitanova, 1591

Monsampietro Morico, 2003  ,2004  ,2005

Montalto cardinale <Sisto V>, 0020  ,0020

Montanello di Egidio, 0357

Montanello di Egidio, sindaco di Fermo, 2050,2070

Montappone, 0675

Montappone, 1565,1749,1750,1751,1752,1753,1754,1755,1756,1757,

1758,1759,1760,1761,1762, 1763,1764,1765,1766,1767,2147

Montapponello, castello,1768,1769,1770,1771,1772,1773,1777,

1775,1776,1777,1778 a 1307,1981,1983, 2002

Monte Alto, castello, 0055,0092,0098,0738

Monte Antico, castello di Ripatransone, 2228

Monte Apponisco, 0857

Monte Aquilino, castello, 0950,1062,1779, 1780,1781

Monte Cretaccio, castello, 0219,0430,1290,1611,1611,1789,1790,1791

Monte Cucco, 1095

Monte degli Agli, vedi Monte San Pietrangeli

Monte di Giacobbe da Fermo, notaio, 0027,0052,0250,0354,

0852,1562,1563,1678,2028 a 1310,2031,2057,2092,2133

Monte di Giacobbe, consigliere, 0550

Monte di Giacobbe, sindaco di Fermo, 0753

Monte di S. Maria in Cassiano, 1161,1705,1705

Monte di Santa Maria in Giorgio, 0224,0225,0632,1312,2155

Monte di Santa Maria in Lapide, 2204,2312

Monte Donello, castello, 1926, 1927

Monte Legumi, castello, 1882

Monte Lupino, 0075

Monte Maggiore, località, 2247

Monte Maggiore, monastero, 0762,0766,1072

Monte Marziano, castello, 1460

Monte Milone, castello, 1884,1991

Monte Novo, località, 1709,1780

Monte Olmo, 0349,0350,0601 71,0902 579,0914,0993

Monte Otto, castello, 0281,0284

Monte Pasillo, castello, 00219,0226,0240,1068,1070, 1082,1091,

1094,1290,1789,1920 a 1280,1921,1922,1923,1924,1925,1926,

1927,1928,2324,2355,2336

Monte Poliziano, 0313

Monte Ragnolo, 1692

Monte Rambaldio, 0427

Monte Ranaldo, castello, 2003, 2005

Monte Regale, località, 1539

Monte Rinaldo, 1259

Monte Rodaldo, castello, 2177

Monte Rufiano, castello di Ripatransone, 2228

Monte S. Giovanni, 1692

Monte S. Maria in Cassiano, località, 1964

Monte Sacro di Pietà, 0990

Monte San Giovanni, castello, 2180

Monte San Giusto, 0015,1360,1873

Monte San Martino, castello, 0095,0895

Monte Santa Maria in Giorgio, 0156,0539,0689,0979,1325,1596,1598,

1610,1612,1633  1636,1637,1638,1663,1664,1676,1679,1680,1768,

1769,1774,1776,1778,1971,1981,19821983,1984,1985,1986,1987,

1988,1989,1990,1991,1992,1993,1994,1995,1996,1997,1998 ,1999,

2000 a 1314, 2001,2002,2119,2155,2162,2165,2169,2176 1357,2252

Monte Santo, 0017,0307,0350,0388,0511,0519,0572,0600,

0708,1196,1567,1588,1610,1612,1623,19661967,1968,1969,1970,

1971,1972 1973,1974,1975,1976,1977,1978,1979,1979, 1979,1980

Monte Secco (o Sicco), 0140,0277,0593,0664,0669,0895,1098,

2109,2110,2111 1243, 2112,2113,2114,2115, 2116,2117

Monte Vidon Combatte, 1878

Monte Vidon Corrado, 1772 ,1879,1880,1881,1999

Monte, località, 0343,0382,0480,0946,0949

Monte, località, 1734,2190,2194

Montebello, località, 1611,1611

Montecchio <Treia>,1286,1240

Montechiaro, castello, 1701,1714,1722

Montecosaro, 0036,0180,0583,0583 bis,0685,0867,0942,1129,1187,1312 1782,1783,

1784,1785,1786,1787,1788,1971,2182, 2183,2337

Montedinove, 2145

Montefalco, 0308,0762, 0933,1153,1325,2195

Montefalcone, 0077,0533,0589,0744,1141,1311,1792,1793,1794,1795,1796,1797,1798, 1799,1800,1801,1802,1803,1804,1805,1806,1807, 1808,1809,1810,1811,1812,1813 a 1475,1814,1815,2331,2344

Montefeltro, 0865,1241,1243,1245

Montefiore, 0251,0567,0915,0942,1187,1188,1214,1330,1816,

1817,1818,1819,1820 a 1248,1821,1822, 1823,1824,1825,2154,2240

Montefortino, 0084,0304,0641,0811,0971,1214 ,1826,1827,1828,

1829,1830,1831,1832, 1833,1834,1835,1836,1837 65,1838,1839,1840

1841,1842,1843,1844,1845,1846,1847,

1848, 1849,1850,1851,1852,1853,1854,1855,1856, 1857,1858,1859,1860,1861,1862,

1863,1864, 1865,2051,2157

Montegiberto, 1866 ,1867

Montegiorgio, 1129,1188,1203,1214, 1986,1991,2147

Montegranaro, 0551,0942,1339,1566,1588,1822,1868,1869,1870,1871,1872,1873,1874 a 1262, 1875,1876,1877

Monteleone, 1230,1456,1882,1883

Montelparo, 0148,1259,1882,1997

Montelupone, 0191,0296,0710,1567,1610,1612

Montemonaco, 1559,1956

Montenario, 0357

Monteprandone, 0950,1083,1779,1780,1781

Montepulciano, 0389

Monterubbiano,0281,0282,0283,0284,285,0286,0287,0288,0289,0290,0291,0292,0293, 0484,0539,0666,0761,0768,0942, 1129,1188,1203,

1214, 1229,1254,1259,1312,1610, 1612,1930,1931,1932,1933,1934,

1934,1934,1935,1936,1937,1938,1938,1938,1938,19391940,1941,

1942,1943,1944,1945,1946,1947,1948,1949,1950,1951,1952,1953,

1954,1955,1956,1957,1958,1959,1960,1961,1962,1963,1964,

1965,1971

Montesampietrangeli  (Monte S. Pietro degli Agli), 0009,0017,0027,

0029,0030,0039,0051, 0089,0115,0177,0201,0250,0354,0364,

0357,0422, 0463,0505,0506, 0579, 0641,0654, 0694,0694,0720,

0723,0744,0819,0846,0851,0852,0892,1141,1182,1196,1230,

1289 1368,1311,1363,1372,1401,1623,1864,2006-2108,2224

Montesilvano, 2160

Monteverde, 0016,0080,0179,0181,0213,0227,0355,0395,0663,

0668,0674,0675,0739 a 1334,0872,1159,1214,1351,1594,1708

Monteverde, 1909,1910,1911,1912,1917,1307,1986,1999,2119-2176

Monticulo, località, 2161,2169

Montolmo, 0171,1172,1566, 1567,1610,1630,1674,

2178,2184,2203,2204,1612

Montone, castello, 0895,2118

Montorio, 0027,0852

Montotto, castello, 1229,1933

Montottone, 0168,0374,0909,1885-1919,2001,2165

Monturano, 0017,0223,0318,0644,0846,1196,1623,1744-1746

Monuzio di Filippo, sindaco di Fermo, 1662 a 1417

Monzano, castello, 0871

Morbida, moglie di Baccalario da Monteverde, 1960,2355

Morello di Paolo da Monte Regale, sindaco di Fermo, 1539

Morello di Paolo, sindaco di Fermo, 1909

Morello, scudiere di Ferdinando re della Sicilia, 0758

Moresco, 0533,0589,0744,1101,1141,1311,1670,1747,1748,2253

Morichetto Paccarono, 1107

Morico di Girardo da Gualdo, 1547

Morico di Maco, 1560

Morico di Matteo da Civitanova, 1568

Morico, abate farfense, 0741

Morico, castello, 0070,1684,1685

Morico, sindaco di Monte Santo, 0307

Morlupo, località, 1576, 1579,1582, 1583,2072

Morra, località, 1327

Morrione, località, 1692

Morrone di Giovannuccio da Fermo, 0136,0150,0497,0503,1201,1220

Morrone, 0249

Morroni, nobili di Fermo, 0929

Morrono di Giovanni da Fermo, 2119

Morrovalle, 0214,0733,0821,0860

Mortula, castello, 0580

Mostarda da Strada, capitano, 0813,1288

Mozzano, castello, 2239

Mulino basso, 0249

Munaldesca, figlia di Trasmondo da Sant’Angelo in Pontano, 1335,1711

Munaldesco, 0765

Murano, località, 0651

Murro, località, 0860,1610,1612,2259,2290

Musone, di Gentiluccio da Borempadario, 1545

Mutina, località, 0829

Muzio Bico, cassiere, 0438

Muzio Colonna, condottiero, 0570,0878

Muzio di Andrea da Monterubbiano, 1952

Nallo, 0059

Napoleone, nipote di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 2301

Napoli ,0064,0106,1109,1165,2160

Napolione  di Giacobbe, 0029,0053

Napolione da Foligno, castellano di Torre di Palme, 0691

Nardo di Corrado da Bictonio, notaio, 1108,1676

Nardo di Domenico da Grottammare, notaio, 1642

Nardo di Giovannuccio da Petriolo, 2182,2183

Nardo di ser Corrado da Bictonio, 0048

Narni, 0027,0243,0417,0552,0586,0852,1799,1916

Natale di Francesco da Montegiorgio, 1680

Natinguerra di Trasmondo, 1569

Neapolione da Brunforte, 1001

Neapolione da Foligno, castellano di Torre di Palme, 0766,0769

Neapolione De Tiberti, 1150,1159

Neapolione degli Orsini, capitano, 0760

Neapolione di Giacobbe Neapolione, 0348

Neapolione di Giacobbe, podestà di Fermo, 1640

Neapolione di Gualterio, 0059 a 1413

Neapolione, cardinale dal titolo di S. Adriano, 0523,0751

Neapolione, figlio di Urso, 0706

Negro di Giberto, 1341

Nerio di Americo De Bastianis da Faenza, 1598,1599

Nerio di Rogerio, notaio, 0658

Nerio, frate vescovo di Siena, 0654

Nero di Armando da Fermo, 1286

Nero di Gerio di Ruggeroio da Pisa, 1229

Niccolò di Tommaso da Mogliano,

Niccolò IV, 0019,0135,0228,0282,0289,0653,0866,1043,1049,

1307,1462, 1291 ,1924

Nicia  padre di Giovanni notaio , 0009

Nicola Benvegnati da Massa, notaio, 1674

Nicola Bonafede, 1486

Nicola Brune da Pinerolo, 0388

Nicola Calcaneo, tesoriere delle Marche 0371,0379,0434,0930

Nicola da Acquaviva, 1629

Nicola da Imola, 0210.

Nicola da Imola, notaio della Camera Apostolica, 1174

Nicola da Montelparo, 0148

Nicola da Monturano, notaio, 0223

Nicola da Perugia, vescovo di Fermo, 1252

Nicola da Prato, 0551

Nicola da Prato, giudice dei malefici di Fermo, 2171,2173,2175

Nicola da Putealia, 1797,1801

Nicola da San Giusto, 2077

Nicola De Cagnoli da Monte Aquilino, 1062

Nicola De Calvis da Roma, podestà di Ascoli, 2204

Nicola de Coructis da Gualdo, 0224

Nicola De Flocchis, oratore fermano, 1831

Nicola De Gigantibus, camerario apostolico, 1501

Nicola De Monaldensi da Urbevetere, 2002

Nicola de Nigris  da Monte San Martino, 0303

Nicola detto Cortese, notaio, 0838

Nicola di Antonio da Fermo, 0877 a 1450

Nicola di Benedetto, notaio, 0754

Nicola di Benvenuto, notaio, 0846,1882

Nicola di Bitto da Montottone, procuratore, 1914

Nicola di Bottone da Magliano, 1664

Nicola di Bucciardo, vescovo cosentino, 1455

Nicola di Buonafede, 2206

Nicola di Cinto, 0468

Nicola di Cola di Andrea di Calvuccio da Fermo, 0802

Nicola di Domenico da Fermo, 0156

Nicola di Domenico di Marcurzio da Montegiorgio, 1664

Nicola di Egidio, notaio, 1172

Nicola di Evangelista, 1354

Nicola di Fritta, per mano, 1488

Nicola di Gerardo da Eleggia, 0047

Nicola di Giacobbe da Fermo, notaio, 1282

Nicola di Giacobbe da Reggio, 2172

Nicola di Gidiuccio da Fermo, notaio, 0390

Nicola di Gidiuccio, notaio, 0539

Nicola di Giovannasto da Montefalcone, 1815

Nicola di Giovanni, 1904

Nicola di Leonardo De Bonarellis, testimone, 0800

Nicola di Lucherino, 1342

Nicola di Marco di Pascitto da Bologna, 0860

Nicola di Matirolo, notaio, 1821

Nicola di Matteo da Iracampana, 0428

Nicola di Matteo, notaio, 2053

Nicola di Monturo, sindaco di Fermo, 1561

Nicola di Nicola De Rampiscis, notaio, 0696

Nicola di Nicola, notaio, 0801

Nicola di Paltonerio, notaio, 0045,0578

Nicola di Pasco,  luogotenente del capitano Alessio Lascari, 1047

Nicola di Pietro da Montesampietrangeli, 2064

Nicola di Pozzuoli, 03601

Nicola di Ruggerio da Sant’Angelo in Pontano, 2285-2290

Nicola di Sante da Magliano, 1225

Nicola di ser Gidiuccio, notaio,0042

Nicola di Silvio, notaio, 1482

Nicola di Vacche da Ferentino, notaio, 0740

Nicola di Vagnarello da Fermo, notaio, 0322

Nicola Fogliano, commissario, 1664

Nicola Francesco di Coluccio, notaio, 0332

Nicola Francesco di Sergio da Brunforte,0064

Nicola Gattula da Gaeta, 1364

Nicola Gavotto, 1527

Nicola Godente da Urbino, 2156 a 1356

Nicola Lucido, 1354

Nicola Luciense, 0855

Nicola Roca, notaio, 1324

Nicola, abate del monastero di San Pietro di Ferentillo, 2028

Nicola, arcivescovo di Fermo, 1333

Nicola, banditore pubblico, 1180

Nicola, canonico di San Pietro da Roma, 0417

Nicola, cardinale, vescovo Tuscolano, 1143

Nicola, commissario volterrano, 1862

Nicola, luogotenente della Gran Curia di Sicilia, 0064

Nicola, oratore fermano, 1449

Nicola, vescovo Fermano, 1604,1619,1909,1911

Nicola, vescovo recanatese e maceratese, 1909,1911

Nicola, vescovo recanatese, 1917

Nicolasia Fogliana, moglie di Raffaele della Rovere, 1507

NicolaTuni, commissario apostolico, 1907

Nicoletta di Giovanni di Calvitto, 0852

Nicoletta, figlia di Giorgio da Monte Pasillo, 1922

Nicoletta, moglie di Venibene De Abbamontis da Ascoli, 0690

Nicoletto di Benvenuto (o Benevenuto), notaio, 0697,1747,1800,2222

Nicoletto di Giovanni di Calvitto, sindaco di Fermo, 2092

Nicoletto Giovanni Calvitti, 0027

Nicolitto di Benvenuto, notaio, 1278

Nicolizia, sorella di Simonetto di Giorgio da Monte Pasillo, 1921

Nicolò III, 0050,0236,0240,0245,0246,0257,0308,0527,0691,

0694,1081,1311

Nicolò IV, 2156

Nicolò V, 0021,00043,0075,077,0268,0304,0359,0654,0800,1048,

1079,1166,1255,1368 a 1453,1383,1417,1500,1902,1915,2040,2343

Nicolosa di Fogliana, 1410

Nicolosio di Francesco di Cambio, 1291

Nicoluccio da Mogliano, 1686

Nicoluccio da Mogliano, 1698,1717

Nicoluccio di Antonuccio da Fermo, 1701

Nicoluccio di Fidesmido,0059

Nicoluccio di Giovanni di Calvitto, sindaco di Fermo, 0250,2092

Nicoluccio di Giovanni di Migliore da Petriolo, 2188

Nicoluccio di Sabione da Monteverde, 2146

Nino di Paolo da Fabriano, notaio, 1164

Noè, preposto della Chiesa Fermana, 2222

Noè, Prevosto della Chiesa Maggiore di Fermo, 0846

Nola, 1199

Nontottone, 1623,1624

Norcia, 0712,1068,1928

Novara, 0429

Novello di Giovanni di Antonio da Monte Santa Maria in Giorgio, 1994

Nuccio da Sant’Angelo, sindaco di Monte Santa Maria in Giorgio, 1984

Nuccio di Giovanni da Fermo, notaio, 1555, 1557

Nuccio di Giovanni, 0337

Nuccio di Vagnolo, 2311

Numana, 0211

Numerio di Nicola De Comitibus, padovano, 0516

Nunzio di Gentiluccio da Bucchiano,0146

Nunzio di Giacobbe di Sabello, 0590

Nunzio di Giovanni, 0768

Nunzio di Giovanni, notaio, 0132,0158,0725 bis,0824

Nunzio, 0726

Nuova Sapienza di Perugia, 0649

Nuzzio di Giovanni, notaio, 1973

Obertino, podestà di Fermo, 1794,1796

Oddo di Gerardo di Bondino da Montesampietrangeli, 2088

Oddo di Gerardo, notaio, 2095

Oddo di S. Eustachio, 0054

Oddone di Giovanni, notaio, 2199, 2201

Oddone, notaio del Comune di Fermo, 1818

Odo di Giovanni, notaio, 0054

Odoardo Ufriduccio, notaio, 0594

Offida,0157,0289,0361,0595,0964,0967,0982,0983,1281,1432,1645,1885,1886,1887,

1958,2184

Offreduccio di Bonconsiglio, 1652

Ofreduccio di Angeluccio da Sant’Angelo in Pontano, 2282,2282

Ofreduccio, figlio di Ferro, 1358

Ogicione, nonno di Rainalduccio di Ercolano, 1710

Ogizione, nonno di Falerone, 1692

Ognezio, 0107

Oldefredo, giudice, 2261,2262,2301

Oldofredo, vescovo di Senigaglia, 1732

Oliverio, vescovo di Macerata e Recanati, 1604,1619

Omobono di Ariolo, veneziano, 1530

Omodeo, notaio, 0191,0296

Onofrio de Bartolinis, fiorentino, 0437

Onofrio, cancelliere, 1726

Onorio III , 1624,0155,0180,0431,0500,0529,1284,1605,

1610,1620,1622

Onorio IV, 0137,0221,0222,0827,1078,1275,1276,1277,1314,1610

Oratorio di S. Antonio di Petritoli, 0646,0713

Oratorio di San Pietro di Montesampietrangeli, 2094

Orazio Borghese, uditore della Camera Apostolica, 1354

Orlandino di Adriano, notaio, 0277,1140

Orlando, vescovo commissario, 0881

Orlando, vescovo di Nola, 1110,1199

Ortensia De Nobilibus, 0682

Orto, località, 1658

Orvieto, 1043,0126

Osimo, 0803,0870,1115,1229,1240,1281,1407,1621,2158

Osmido Moricizazi, 0348

Ospedale di S. Maria della Fraternità da Fermo, 0749

Ospedale di San Giovanni Gerosolomitano, 1502

Ospedale di San Marco da Rivocelli, 1318

Ostia, 0123,1240,1849,2164

Ostilio di Geronimo da Monte Novo,1780

Ottaviano Cane, notaio, 0487

Ottaviano Corrado, 0651

Ottaviano di Matteuccio, 0187,0196,0207,1527

Ottaviano di Ottaviano, 0059

Ottaviano di Rainaldo da Brunforte, 0066,0079,0093,0114,1046,1054

Ottaviano di Santa Croce, 0485

Otto di Albertino da Mercato, 1682

Ottone IV, imperatore, 0107,0188,0234,0235,0301,0370,0398

Paccarone, conte, 1489

Pace da Fermo, 1102,1122

Pace di Bongiovanni, notaio, 0559,1806 a 1335

Pace di Callio, dei Minori dell’Osservanza, 0250,2092

Pace di Dino da Forlì, sindaco di Fermo, 2210,1536,1658,2309

Pace di Rodolfo, sindaco di Fermo, 0363,1065

Pace, notaio, 2209

Pacino di Giovanni, 1135

Padova, 0275 a 1282,1346

Paganello da S. Severino,notaio, 0656,0733

Paganello di Morico, 0070

Paganino dei Falconi, notaio, 0152

Pagano, 0290

Paganuccio di Gentile, notaio, 0689

Paganuccio di Matteo da Montefortino, 0637,1552

Palazzo Apostolico, 0330,0901,1425,1437

Palazzo Comunale di Fermo, 1009,0494,0644

Palazzo della Torre, 0102

Palazzo Ducale, 0153,0547,0573,0835

Palazzo Episcopale di Fermo, 0892

Palear, 0561

Palestrina, 1476

Palevinicola, località, 1711

Paliano, località, 0791,1840

Palmerino di Falco, sindaco di Fermo, 1699

Palmerio da Falerone, 2086

Palmerio di Eufreduccio, notaio, 2264

Palmerio di Falco, testimone, 0701,0857

Palmerio di Falcone da Fermo, 0050,0694,1666

Palmerio di Tommaso di Giovanni1327

Palmerio, notaio, 1560

Palude, località, 1304

Panaria, località, 0858

Pando, località, 1134,1185

Pandolfo De Compagnonibus da Macerata, 1782

Pandolfo de Lamonti , 0095

Pandolfo De Talamonti da Ascoli, 2341,2342,2343,2344

Pandolfo, notaio del Papa, 1623

Panezio di Panorzio di Cortona, 0464

Panicale, località, 1239

Paniniano, rettore della Marca, 0363

Paolo Angelo di Matteo, notaio, 0661

Paolo Cola di Pasquale da Ascoli, notaio, 1537

Paolo da Cesena, 0282

Paolo da Montecosaro, 2182

Paolo da Rieti, notaio della Camera Apostolica, 0050,0694,2086

Paolo De Carrellis, notaio, 1144

Paolo De Martellis, 1369

Paolo De Pierleonibus (o Perleonibus), 0909,1518

Paolo di Andrea, notaio, 1233

Paolo di Bacucco, notaio, 1045

Paolo di Bartolomeo da Amandola, 1125

Paolo di Bartolomeo da Civitanova, notaio, 1586,1587

Paolo di Belluccio da Fermo, 1126

Paolo di Berardo, 1365

Paolo di Berardo, ambasciatore di Venezia, 0584

Paolo di Berardo, notaio, 0360,0590,0609

Paolo di Cola di Pasquale, notaio, 0859

Paolo di Domenico, notaio, 0931

Paolo di Filippo, notaio, 0849

Paolo di Francesco da Amandola, notaio, 1287

Paolo di Francesco, notaio, 0151,0283,1939,1950 1951,1954,1965

Paolo di Gentiluccio da San Giusto, notaio, 0181

Paolo di Giacobbe da Rapagnano, sindaco, 2224

Paolo di Giacobbe, notaio, 1937,1942

Paolo di Giovanni da Bologna, 1706

Paolo di Giovanni da Fermo, cancelliere, 0059

Paolo di Giovanni da Fermo, notaio, 0730

Paolo di Giovanni da Fermo, notaio, 2280

Paolo di Leonardo da Ancona, 0810

Paolo di Matteo, notaio, 2218

Paolo di Nicola da Monte Santo, notaio, 1974

Paolo di Nicola, 1903

Paolo di Onofrio de Polidoris, sindaco di Ancona, 0309,0800

Paolo di Pietro da Bacucco, notaio, 1043

Paolo di Puccio da Fermo, 0023,0195

Paolo di Servideo, 2182

Paolo di Uguccio da Sant’Angelo in Pontano, 2148

Paolo Fiorello da Fermo, notaio, 0345

Paolo Gerardo, notaio, 0396

Paolo II, 0149,0186,0201,0064,0068,0560,0607,0750,0874,1283,1384,1389,1456,1459 a 1466,1465,1492,1497,1512,1515,1520,1522,1593,1647,2014,2033,2042,2078,2356

Paolo III, 0001,0007,0030, 0032,0033,0159,0170,0321,0330,

0388,0495,0510,0648,0649, 0657,0711,0720,0774,0806,0842,

0905,0907,0996,1182,1413,1421,1617,1691,2006,2007,2027,

2036, 2037,2069,2178,2190

Paolo IV, 013,0398,0407,0418,0512,0711,0890,0893,0894,1348

Paolo Pacitto, notaio, 0482

Paolo Rainuccio da Tarano, 0489

Paolo Ugoto da Sant’Angelo in Pontano, 2139, 2141

Paolo V, 0169,0184,0340,0342,0353,0424,0910,1381,1392

Paolo VIII, 0513

Paolo, socio di Francesco de Sancinis, 0202

Paoluccio di Antonio da Petritoli, 0356

Paoluccio di Iacopuccio da Monterubbiano, 1949

Paoluccio di Puccio da Fermo, 0847,1205

Papiniano da Torino, 1276

Papiniano di Pelliccione da Taurino, 0500 a

Paradiso, località, 1719

Paride da Olano, canonico, 1504

Paride di Bongiovanni, 0535

Parma, 0158,0175,0428,0541,0542,0574,0729,0735,1162,1192,

1248,1320,1686 1370, 1698,1717,1720,1774,1953,2123

Pascasio S. Zambernardo da Parma, 0541

Pasqua, moglie di Gerardo, 1309

Pasquale da Santo Omo, 1781

Pasquale di Gentile da Gualdo, 0085 a

Pasquale di Matteo di Rainaldo di Carbone, 2088

Pasquale di Matteo di Rainaldo di Carbone, sindaco di Montesampietrangeli, 2054,2056, 2088

Pasquale di Pietruccio da Sarnano, 0674

Pastore De Grossis  da Galesio, notaio, 1691

Pastrana, località, 1206, 2162

Patriarca di Antiochia,0082

Patriarca di Aquileia, 1623

Patriarca Gerosolomitano, 0835

Patrizolo di Palmisano, notaio, 2261, 2262

Pazano, castello, 0895 Pedagio <? Pedaso>, 1488

Pedaso, 2152

Pedemonte, località, 1041

Peicchiaro, castello, 0815

Pellegrino, abate dell’Abbazia Farfense, 1801

Penna San Giovanni, 0062,0065,0075,0070,0095,0096, 0101,0496,

0823,1252,1258, 2179,2180,2181

Penne, località, 1976

Percivalle da Auria, 1099

Percivalle da Fermo, sindaco, 0848

Percivalle di Giovanni da Fermo, sindaco di Fermo, 1645

Percivalle di Giovanni di Ugolino da Fermo, 0250,2092

Percivalle di Giovanni, 0307

Percivalle di Giovanni, sindaco di Fermo, 1969

Percivalle, Nunzio del re Manfredi, 2238

Percivallo di Auria Ianuense, 0074

Peregrino, priore di San Pietro Vecchio di Fermo, 1306

Pergola, 1972

Persante di Bernabeo da Fermo, 0434

Pertomasio, fermano, 1423

Perugia, 0044,0131,0195,0425,0426,0430,0472,0539,0640,0641,

0649,0787,0823,0847, 1106 1392,1119,1126,1179,1205,1227,1252,

1263,1615,1624,1790,2143

Pesaro, 0997

Pescara, fiume, 0364

Petrarca di Giovanni di Petrarca, anconetano, 1324

Petrello di Gentiluccio da Mogliano, 0333,0585,1696

Petrello di Gentiluccio, 0674

Petriolo, 0421,1736,2182,2183,2184, 2185,2186,2187,2188,2262,2301

Petritoli, 0168,0294,0343,0356,0365,0374,0642,0651,0713,0774,

0863,0889,0931,0975 ,0984,0989,1182,1691,1712,1734,1742,1743,

1781,1906,1907,2002,2189 1513,2190,2191,2192,2193,2194,2195,

2196,2197

Petrizolo di Palmisano, notaio, 2269

Petrocco da Massa, 1564

Petrocco di Alessandro da Fermo, notaio, 0837,1683

Petrocco di Robertino da Ascoli, 1213,1246

Petroco, mercante romano, 1242

Petrosana di Rainaldo, 0139

Petruccio di Petrucciolo, notaio,0046

Petrucciolo di Monaldo, notaio, 1796

Piacenza, 0198,761,1041,1042,1043,1049,1055

Piano, località, 1159,1214

Piazza Grande di Fermo, 0186

Piazza S. Martino di Fermo, 0818

Pier Domenico De Leopardis da Osimo, 1407

Pieramico di Salvatore, 0495 a 1536

Piergiovanni, figlio di Giacobbe di Vanne da Montesampietrangeli, 2082, 2084

Piermatteo di Firmano, chierico, 0560

Piero di Giacobbe di Cicco da Pistorio, 1291

Piero, figlio di Ludovico di Giovanni Papa, 0356

Piersante di Corrado, 0664 a 1334

Piersante di Massuccio, fermano, 2155

Pierstefano di Rainalduccio, 1254

Piervenanzio di Nicola, 0692

Pietrino di Bellante, depositario di Fermo, 0438

Pietro  di Paolo, notaio, 0064

Pietro Aldobrandini, cardinale, 1740

Pietro Collete, notaio, 0581

Pietro Colonna, 0173

Pietro da  Acquaviva, 1043,1045

Pietro da Accumoli, 0859

Pietro da Acquaviva, 1049,1055

Pietro da Amandola, dottore, 1825

Pietro da Caieta, 0195

Pietro da Corvaria, 1281

Pietro da Gaeta, tesoriere della Marca, 1332,1964

Pietro da Gatta, tesoriere delle Marche, 0847

Pietro da Montesampietrangeli, 0039

Pietro da Talicata, vicario nelle Marche, 0739

Pietro De Andisinis da Jesi, dottore in legge, 1524

Pietro De Bacarinis da Amelia, podestà di Fermo, 0994

Pietro De Giliuctis, canonico fermano, 0984

Pietro di Agnolo da San Ginesio, 0789

Pietro di Alessandro, sindaco di Fermo, 1229,1261

Pietro di Angelo da San Ginesio, 2278

Pietro di Angelo da Sant’Angelo in Pontano, 1766

Pietro di Antonio De Angelinis da Cesena, 0887

Pietro di Barone, 0557

Pietro di Bartolomeo, notaio, 0215,1666

Pietro di Benvenuto da Monte Santa Maria in Giorgio, notaio, 2119

Pietro di Bernardo da Legomino, notaio, 1037

Pietro di Bucitto da Cingoli, notaio, 1941

Pietro di Corrado da Ascoli, notaio, 1216

Pietro di Crocq di Gallo, 0531

Pietro di Domenico da Montottone, notaio, 2001

Pietro di Engelberto da Liegi, 0510

Pietro di Errico Della Porta da S. Miniato, rettore di Fermo, 1723

Pietro di Fallerone da Falerone, marito di Altadia, 1845

Pietro di Fallerone, 1852

Pietro di Farinello da Massa, 1680

Pietro di Galesio, 0325

Pietro di Giacobbe, sindaco di Civitanova, 0866,1576,1579,1582,1583,1585

Pietro di Giacobuccio da Serra San Quirico, 1625

Pietro di Giacomo da Serra, 2175

Pietro di Giacomuccio, procuratore di Mitarella, 2142,2145

Pietro di Giovanni Aleotto, tesoriere della Camera Apostolica, 0965

Pietro di Giovanni da Fermo, 1679

Pietro di Giovanni da Sarnano, 0333

Pietro di Giovanni di Pietro di Martino da Fermo, 0705,1088,1092,1093

Pietro di Giovanni, 1135

Pietro di Giovanni, 1550

Pietro di Girardo da Gualdo, 1547

Pietro di Grazia, notaio, 2198

Pietro di Gregorio De Girarduccis da Parma, notaio, 1162

Pietro di Guascone, 1150 a 1337

Pietro di Guascone, dottore in legge, 0491

Pietro di Guascone, reverendo, 1159

Pietro di Ludovico, 0335

Pietro di Mancino, tesoriere, 1225

Pietro di Mancio, notaio, 0728

Pietro di Marcellino, 1115

Pietro di Martino da Sant’Angelo, 1154

Pietro di Martino, notaio, 0137,0221,0222

Pietro di Masseo, capitano di Fermo, 0839

Pietro di Matteo, notaio, 0072,0391,1623

Pietro di Matteuccio da Fermo, dottore in medicina, 0805

Pietro di Moregnano, notaio, 1584,1586

Pietro di Nicola di Gerarduccio, notaio, 0025

Pietro di Pietro, notaio, 0556

Pietro di Pietro, notaio, 2028

Pietro di Rainaldo da Montorio, 0852

Pietro di Rainaldo da Perugia, avvocato fiscale, 2143

Pietro di Rainaldo da Sismondo, 2339

Pietro di Rattoncino, ricevitore in Italia, 0174, 0175,1686,1698,1715,1717,1720,1725

Pietro di Rugina, 0994

Pietro di Santa Maria in Trastevere, cardinale, 0274

Pietro di Santo Bono, notaio,0043

Pietro di Scagnitto, 2182

Pietro di Stefano di Rainerio, 0054

Pietro di Tomassuccio da Smerillo, 0355

Pietro di Venibene da San Ginesio, 0333

Pietro Falluto da Fermo, notaio, 1237

Pietro figlio di Cino, notaio, 0636

Pietro Francesco Blanco, notaio, 0187

Pietro Francesco, notaio, 0457

Pietro Gattula da Gaeta, 1107,2221

Pietro giusto da L’Aquila, 1218

Pietro Gradenigo, doge, 1570

Pietro Gattula, tesoriere, 0520

Pietro Mancino, canonico fermano, 0711,0984

Pietro P. da Galliata, dottore in legge, 0954

Pietro Paolo di Anghelo da Flactrano, 0443

Pietro Paolo di Matuccio da Ascoli, notaio, 0248

Pietro Poulain, notaio, 1295

Pietro Prospero Montano, 1511

Pietro Rubeo, 1138

Pietro Santo, fermano, 1488

Pietro Tanuzio, uditore, 0423,0515

Pietro Venibene, procuratore, 1252

Pietro Veninbene da San Ginesio, 1333

Pietro, arcivescovo di Iadra, 0526

Pietro, arcivescovo Ladrense, 1157

Pietro, banchiere fiorentino, 0204

Pietro, cardinale dal titolo di S. Giorgio, 0647

Pietro, cardinale dal titolo di S. Maria in Trastevere, 0182,0492,0841,

1142,1167,1234, 1260,1564,1763

Pietro, cardinale dal titolo di San Giorgio, 1124

Pietro, cardinale di S. Gregorio, 0094

Pietro, cardinale di S. Maria Nuova, 0093

Pietro, cardinale legato della Sede Apostolica, 2307

Pietro, chiamato Ispano, castellano di Moresco, 1748

Pietro, dei Paccaroni, 0974

Pietro, depositario del Comune di Montesampietrangeli, 2048

Pietro, figlio di Altidia di Rogerio, 1852

Pietro, frate, vescovo Fermano, 1623

Pietro, giudice, 2260

Pietro, notaio imperiale, 0733

Pietro, notaio, 0553

Pietro, notaio, 1873 a

Pietro, prefetto di Roma, 0234

Pietro, rettore della Provincia, 0546

Pietro, ricevitore della Camera Apostolica, 1690

Pietro, sindaco di Fermo, 0746

Pietro, socio di Giovanni di Mardone, 0518

Pietro, tesoriere della Marca, 1191

Pietro, uditore della Camera Apostolica, 0771

Pietro, ufficiale romano, 0417

Pietro, vescovo Conchense, rettore della Marca, 1564,2087

Pietro, vescovo di Osimo, 1229,1261

Pietro, vescovo Fermano, 0529,1605

Pietro, vescovo Mirapiscense,2164

Pietro, vescovo Osimano, 0709,2044

Pietro, vescovo Oxomense, rettore della Marca, 1111

Pietro, vescovo rettore della Marca,, 1234 a 1371

Pietruccio di Pietrucciolo, notaio,  0278,0822

Pietruccio, cittadino romano, 0599

Pievania di Montefortino, 2157

Pila, contrada di Fermo, 0698

Pinerolo, 0388

Pinerolo, 1276

Pinzento,giudice dei malefici di Fermo, 1949

Pio II,0040,0089,0128,0167,0199,0235,0579,0641,0692,0757,

0816,0883,0995,1224, 1323, 1367,1405,1443,1446, 1448,1453,1454,

1458,1460,1467,1473,1475,1478,1479 a 1463,1488,1495,1509,

1517,1589,1630,1859, 1860,1861,1862,1911, 1912

Pio III, 0269,0964

Pio IV,0166,0171,0270,0312,0318,0413,0420,0486, 0651, 0776,

0879, 0884, 0920, 0921, 0950,0961,1996

Pio V, 0209,0374,0414,0465,0888,1554,1627,2350,2351

Pio VI, 1501

Piperno, 0160,0185

Pisa, 0715,0814,1229

Pisa, nipote del cardinale dal titolo di San Martino, 1665

Piscia, località,  0171, 0767,0902,0905

Piso di Giacomino De Trocis da Ferrara, 1671

Pistorio, località, 1291

Pizio di Lorenzo, notaio, 1700

Placidino da Forlì, sindaco di Fermo, 0580

Plano, località, 1504

Pocuccio di Domenico da Monte Vidon Corrado, notaio, 1056,1858

Pocuccio di Riccio da Fermo, notaio, 1909

Pocuzio de Ricci, notaio, 0021,0186,1746

Pocuzio di Petricciolo, 0255

Podio Aicardi, località, 1311

Podio della Ripa del Fosso, località, 2070

Podio, località, 0533

Poggio di Santa Lucia, castello, 2199, 2200,2201,2202,2203,2204

Poggio Ricardi, località, 0744,1748

Poggio San Giuliano, 1567

Poggio San Lorenzo, castello, 2198,2320

Poggio, castello,  0093,1995

Poggiolo (o Podiolo), castello, 1597,1768,1769,1774,1775,1776,1777,1778,1983

Poliforte, abate, 0399

Pompilio di Giovanni di Francesco da Ascoli, notaio, 1779

Pompilio Partino da Fermo, 0682

Pomponio Morfo, commissario fermano, 1781

Ponzano, 0168,0209,0886,0895,0896,0936,0999,1337,1486,1504,1740,1742,2205,2206

Porchia, castello, 0539,1188,2207,2208,2209, 2210, 2211, 2212

Portico, 0408

Porto di Civitanova, 1575,1588, 1589, 1589,1593,2356

Porto di Fermo, 0659,1217,1226,1250, 1479

Porto di Fermo, 1645,2213,2214,2215,2216,2217,2218,

2219,2220,2221,2222 1266,2223

Porto di San Giorgio, 0136,0560,0695,0812,0955,1220,2213,2214,

2215,2216,2217,2219 a 1260,2220,2221,2222,2223

Porto Sant’Elpidio, 0955

Potenza, fiume ,0041,0234,0519,0869,1968,1969

Poveri di Cristo (Gli Apostoli), 0818

Pozzuoli, 0306,0360

Prandalio, località, 0500

Prato, 0551,0554,1256,2171,2175

Prececchia, castello, 1626

Preposto di Petriolo, 2301

Presbitero, vescovo Fermano, 1279,1673

Presidiato Farfense, 1456

Priamo di Pettinario, 0953,0962

Procuzio De Ricci (o Procuccio) da Fermo, notaio,  0082,0088, 0129,0692,1539,21834 a 1447,1835,2091

Procuzio di Domenico da Fermo, cancelliere, 2155

Procuzio di Giacobbe, 0534

Provenzano di Rainaldo, sindaco di Smerillo, 2331,2333,2334

Provincia Lemovicense, 1133

Puccio Buczani da Montegranaro, 1629

Puccio da Mogliano, notaio, 1703

Puccio di Biagio da Monte S. Giusto, 1107

Puccio di Compagnuccio da Mogliano, 1706

Puccio di Fazio da Camerino, sindaco di Fermo, 2171

Puccio di Giacobbe da Mogliano, 1696

Puccio di Giacobbe da Monterubbiano, 1957

Puccio di Luca da San Ginesio, Sindaco 0162,1305,2315,2316

Puccio di Puzio da Camerino, 1687

Puccio di Gualterio da Mogliano, 1701

Puccio di Rubeo da Calvuzio, 1555, 1556, 1557

Puccio di Tommaso, 1991

Puccio di Tuzio, sindaco di Fermo, 2142,2145

Puccio, figlio illegittimo di Rainaldo,0065

Puccio, giudice dei malefici di Fermo, 2150

Puctio di Giacobbe, 0729

Puglia, 0895

Pupleto, località, 0915

Putealia, località, 1797,1801

Putio di Giacobbe di Andrea, 0780

Puzio di Antonio, banchiere di Fermo, 0837

Puzio di Nicola, notaio, 2074

Quinzano, località, 1923

Quiriaco di Novo da Macerata, notaio, 1680

Raccamadoro De Raccamadoribus, 1527

Raffaele della Rovere, marito di Nicolasia, 1507

Raffaele, banchiere di Fermo, 1668

Raffaele, cardinale Riario dal titolo di San Giorgio, 2059

Ragnolo, fiume, 1611,1611

Ragusa, 0485

Raimondo Almerico De Malatestis da Ario, 0974

Raimondo di Argezio, cappellano nella Sede Apostolica, 1317

Raimondo di Attone da Aspello, rettore della Marca,0105,0577,0730,0775, 0848

Raimondo di Augerio, 1211

Raimondo di Malatesta, 0562

Raimondo di Mancio, 0533

Raimondo, marescalco della Marca, 0257

Raimondo, uditore, 0299

Raimondo, vescovo valentino, 0549

Rainaldo da Acquaviva, 1044,1049, 1050, 1052,1550

Rainaldo da Brunforte, 0044, 0061,0062,0063,0065,0066,0067,

0068,0070, 0081,0090,0096,0093,0105,0106,0109,0111,0112,0114,

0226,0706,0728,0873,1046,10521055,1064,1330,1170,1548,1553,

1855,2292

Rainaldo da Bucchiano, 2293

Rainaldo da Camporo, 1681

Rainaldo da Falerone, 0060,0091,1054

Rainaldo da Fermo, 0773

Rainaldo da Mogliano, 1693

Rainaldo da Monte Secco, 2110

Rainaldo da Montefalcone, 1802

Rainaldo da Montorio,0027

Rainaldo da Sant’Angelo in Pontano, 1689,2292

Rainaldo De Fratti, notaio, 1043

Rainaldo di Alberto da Torre di Palme, 2352

Rainaldo di Andrea, procuratore, 2241

Rainaldo di Cisco di Francesco da Ascoli, 1611,1611

Rainaldo di Fallerone da Marano, 1667

Rainaldo di Farabotto, sindaco di Ancona,  0183,0809

Rainaldo di Ferro, 0081

Rainaldo di Fidesmido da Monteverde, 0080 a 1356,2122,1674,2156

Rainaldo di Gentile di Morello, 1800

Rainaldo di Gentile, notaio, 2055

Rainaldo di Giacobbe da Monte Falcone, 1794,1796

Rainaldo di Giacobbe, sindaco di Fermo, 0590

Rainaldo di Gilberto, 1692

Rainaldo di Giorgio di Giovanni di Gentile, 0261,0530,0603,0773,0839

Rainaldo di Gisso, procuratore, 1927

Giorgio da Monte Pasillo, 1927

Rainaldo di Guidone, notaio, 0644,1744, 1745,2295

Rainaldo di Manetto da Firenze, notaio, 0804

Rainaldo di Masseo, notaio, 2251

Rainaldo di Michele, sindaco di Fermo, 0391,1318,1112

Rainaldo di Moricotto, 1318

Rainaldo di Ottaviano, 0059

Rainaldo di Paccadosio, sindaco di Fermo, 2335,2337, 2338

Rainaldo di Palmerio da Mogliano, 1718,1730

Rainaldo di Palmuccio da Sant’Angelo, 0100

Rainaldo di Rainaldo da Brunforte,0058,0060,0074,0076,0091,0092,0094,0098,0099,0100 a 1252, 0101,0102,0116,0146,0496

Rainaldo di Rainaldo di Guarnerio da Sant’Andrea, 2254

Rainaldo di Rainaldo, notaio, 1759,1760

Rainaldo di Rainerio di Trasmondo, 0871

Rainaldo di Simone, 2179

Rainaldo di Tarabotto, sindaco di Ancona, 1209,1293

Rainaldo di Teselgardo, fermano, 1930

Rainaldo di Tommaso, sindaco di Fermo, 2174

Rainaldo di Trasmondo, ambasciatore di Montegranaro, 1871

Rainaldo, 0290

Rainaldo, 0782

Rainaldo, arcipresbitero, 2215

Rainaldo, conte di Furcella, 0565

Rainaldo, figlio di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 2272

Rainaldo, figlio di Giovannino da Ripatransone, 2239

Rainaldo, figlio di Rainaldo da Acquaviva, 1078

Rainaldo, figlio di Rainaldo da Brunforte, 1054

Rainaldo, nipote di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 2261,2264,2265

Rainaldo, notaio, 1692,1710,2230,2233,2263

Rainaldo, sindaco di Monterubbiano, 1952

Rainaldo, vescovo Fermano, 1620

Rainalduccio da Brunforte, 0079

Rainalduccio da Monteverde, 2126,2127

Rainalduccio di Boccio da Penna, 0062,0065,0496

Rainalduccio di Carbone da Petriolo, 2182,2193,2184

Rainalduccio di Rainaldo da Brunforte, 0066,0086,0702,1067

Rainalduccio di Rainaldo di Rainaldo da Monteverde, 2128

Rainerio De Raineris da Perugia, 0472,0443,0831,1415

Rainerio di Angelo da Mogliano, 0638

Rainerio di Giacobbe di Ertuno, sindaco di Montolmo, 2183

Rainerio di Giovanni da Montottone, notaio, 1895

Rainerio di Rotunno, 2184

Rainerio di Trasmondo da Trifunzio, 0871,2239

Rainerio di Ugolino, marito di Elena, 1044 a 1252

Rainerio Zeno, doge, podestà di Fermo, 0044,0153,0368,

0525,0655,0872,1095,1530,2124,1675,1883

Rainerio, cardinale dal titolo di S. Maria in Cosmedin, 1101,1799 46,1820

Rainerio, Pievano di S. Rustico, chiesa di Ripatransone, 2240

Rainerio, potestà di Monterubbiano, 1229,1934,1934,1934

Rainerio, segretario dei difensori del Comune di Siena, 0834

Rainerio, sindaco, 0284

Rainuccio De Campanellis da Murro, 0860

Rainuccio di Rainaldo, mercante di Firenze, 0694

Rainuccio Farnese, cardinale, 0159

Rainuccio, sindaco, 0281

Rambaldo, castello fermano, 0135

Ramesino da Faenza, 1164

Ramesino De Ramesinis da Faenza (o Favenzia), 0023 70,0302,0582 65,0727,1116

Ramilaco Bonagio da Siena, 0816

Ramuzio, figlio di Rainaldo, 1334

Ranaldo di Giorgio, 0251 bis

Ranaldo di Giovanni di Gentile da Petriolo, 2182,2183

Ranaldo di Palmerio, 2294

Ranaldo, 0399

Ranaldo, vescovo Auccitano, Camerario del Papa, 2077

Ranerio Casiotto da S. Geminiano, notaio, 0673

Ranerio De Raneris, 1409

Rapagnano, 2224

Raul De Mazzolelinis da Cesena, podestà di Fermo, 1576,1579,

1582,1583,1584 1293,1968,2013,2043,2047,2072,2080,2081

Ravelleone, località, 0517

Ravenna, 1208

Re della Bulgaria, 0684

Re di Aragona,1109

Re di Sicilia, 0206,0405

Recanati, 0024,0035,0049,0054,0075,0120,  0315,0406,0528,

0688,0722,0770,0809,0990 1578,1209,1221,1292,1293,1323,

1352 bis,1604,1909,1911

Recuperio di Giacobbe, notaio, 2132

Reggio, 0869,1310,1723,2171,2172,2175

Regno <di Napoli>,1040

Regno di Gerusalemme, 0386

Regno di Puglia, 0895

Regno di Sicilia, 0103,0106,0322,0386,0544,0832,1216,1273,1650

Remedio da Laide, 0398

Rettoria della Marca, 1241

Revellono, castello, 0815

Riccardo di Bensante, procuratore, 1722

Riccardo di Federico, marito di Antonia, 0980

Riccardo di Giacobbe da Massa, 1981

Riccardo di Gualterio, 0252

Riccardo di Gualtierio da Acquaviva, 0702,0857

Riccardo di Ottinello da Camerino, 0402

Riccardo di Pietro, podestà di Fermo, 1330

Riccardo di Scaramella di Giuliomusio, 1309

Riccardo, 0702 a 1283

Ricciardo di Bentivoglio dal Castello Fermano, 2354

Ricciardo di Plebbanello, notaio, 2185 a 1311, 2187

Riccio da Fermo 0779

Riccio da Monterubbiano, notaio, 1259

Riccio di Bertoletto da Gualdo, 0062

Rieti, 0500,0694,1134,1276,1823,2086

Rignolo, fiume, 1781

Riguccio di Deodato, notaio, 0293,1944,1952

Rimini, 1208

Rinalduccia, sorella di Francesco di Gentile, 0086

Ripacerreto, castello, 1633

Riparia, località, 1280

Ripatransone, 0017,0173,0362,0565,0810,0871,0915,1058,1129,1168,1196, 1202,

1203,1299,1312,1603,1623,2225-2251

Ripe Cerreto, castello, 0149,0156,0937,0979,1598,1984,1999,2252

Ripe, castello di San Ginesio, 2298,2318,2319

Risabella, madre di Mitarella, 2170

Risabella, moglie di Mercenario da Monteverde, 2119,2355

Risabella, sorella di Giannino e Andrea da Rivellono, 0213,2129

Ristoro di Simon e di Ristoro, notaio, 0244

Rivabella di Corrado da Monte Santa Maria in Giorgio, 2284

Rivo del Porto di Fermo, 2222

Rivo, torrente, 2205

Rivocelli, località, 1318

Rizzardo da Acquaviva, 1053,1067,2247

Rizzardo da Fascinella, 1560

Rizzardo da Scaramella,0043

Rizzardo di Giacobbe da Massa, 1768,1769,1770,1774

Roberto da Basilea, 0133

Roberto da Castiglione, vicario generale dell’Impero, 1102

Roberto da Ferracuto, ambasciatore, 1571

Roberto da S. Gemino, giudice, 1728

Roberto di Castiglione, 0223,1820,2277

Roberto, antipapa chiamato Clemente VII, 1227

Roberto, cardinale antipapa denominato Clemente VII, 1263

Roberto, re di Gerusalemme, 2160

Roberto, vescovo di Camerino, 0114

Robino, servo di Giacobbe di lingua gallica, 0120

Rocca Bruna, 0066

Rocca Contrada, località, 1626

Rocca di Monterubbiano, 0285,1936,1948,1954

Rocca di Sant’Angelo, località, 1408

Roccacontrada, località, 2203 a 1372

Rodaldo di Eufreduccio, notaio, 2050,2070

Rodaldo di Uffreduccio di Scambio, notaio, 0065,1338

Rodi, 1184 a 1368

Rodolfo da Camerino, 0490,1851

Rodolfo di Berardo da Camerino, 2340

Rodolfo di Gentile da Varano, 0139

Rodolfo, abate del Monastero Farfense, 08160

Rodolfo, figlio di Gentile da Varano, 1590

Rodolfo, podestà di Fermo, 1930 a 1230

Rogerio Cactia, 0631 a 1298

Rogerio da Fermo, notaio, 1573 a 1221

Rogerio da Sant’Angelo

Rogerio di Nicola, 0701 a 1280

Rogerio di Rainaldo di Trasmondo da Sant’Angelo in Pontano, 0699, 0701,0704 1280,0705, 0917,1074,1076,1088,1093

Rogerio di Savino, 0793

Rogerio di Suppo, podestà di Fermo, 1882,1883

Rogerio di Ufreduccio, testimone, 0792

Rogerio, figlio di Ferro, 1358

Rogerio, figlio di Gentile da Mogliano, 1719

Rogerio, notaio, 0873,1926

Rogerolo di Matteo, marito di Aldisia (o Aldisa), 1670

Roggerio da Monte Fiore, 0567

Rolando di Filippo, notaio, 1641

Rolando di Longo, 0123

Roma, 0002,0011,0012,0021,0130,0133,0171,0199,0201,0201,0229,

0231,0254,0256, 0262,0263,0269,0270,0271,0310,0314,0321,0324,

0325,0345,0378,0382,0384,0389,0392,0403,0413,0415,0471,0473,

0494,0498,0500,0543,0545,0551,0552,0555,0586, 0604, 0608,0650,

0652,0654,0667,0711,0745,0756,0771,0791,0798,0831,0845,0862,

0880,08830887,0890,0903,0922, 0923, 0924, 0925,0928,0942,0947,

0949,0952,0957,0964,0965, 0968,0975,0977,1048,1049,1086,1105,

1139,1148,1151,1156,1157,1184,1199,1222,1224, 1225,1226,1231,

1239,1248,1255 1447,1266,1267,1269,1282,1283,1288,1289,1290,

1309, 1311,1323,1373,1386,1393, 1400,1406,1407,1409,1412,1411,

1413,1416, 1417,1418,

1420,1421,1422,1424,14251507,1426,1427,1428,1431,1432,1433,1434,1435,1436,1437,1439,1440,1442,1444,14451447,1448,1450,1452,1453,1455,1456,1459,1460,1461,1463,

1464,1466,1468,1470,14711472,1474,1475,1478,1479,1480,1481,1483,1484,1485,1486,1487,1488,1490,1491,1492 a 1469,1493,1494,1496,1498,1500,1501,1503, 1507, 1509,

1515, 1516,1517, 1518,1520, 1522,1523,1524,1525,1546,1554,1647,1724,1734,1739,

1832,1884,1906,1907,2008,2020,2024,2031,2039,2041,2050,2057,2070,2101,2103,2151

2156,2190, 2204,2206,2320,2356, 2357

Romagna, 043,0634

Romandiola, 1474

Romanea, località, 1655

Romano di Giacobbe da Fermo, notaio, 2315

Romano di Lolo, notaio, 1769,1776,1981, 1983

Romualdo di Ufreduccio, 0781

Roscellitto, località, 0717

Rossi De Iamfilgatis da Firenze, podestà di Fermo, 0948

Rota di Villa Campilioli, 0391

Rota Romana, 0689

Rotarella, pianura di Sant’Elpidio a Mare, 2308

Rotella, castello, 0347,1937

Rubeo da Pedaso, 2152

Rubeo di Mattiotti, 2136

Rubeo, banchiere di Fermo, 1954

Ruffo di Armando da Fermo, 1286

Rugerio di Suppo, sindaco di Fermo, 0635

Ruggerio Adamo, oratore fermano, 0957,1781

Ruggerio di Gentile da Mogliano, 1709

Ruggerio di Gentile, 2177

Ruggerio di Ufreduccio, fermano, 2321,2322

Ruggerio Suppo, podestà, 0547

Ruggero Cactia, 0231

Ruggero da Montefiore, 1330

Ruggero da Sant’Angelo, 0246

Ruggero De Adanis, oratore, 1856

Ruggero De Suppis, podestà di Fermo, 1211

Ruggero di Deutaleve, 0259

Ruggero di Suppo di Palmerio, podestà di Fermo, 0744,0533,0556,1317

Ruggero di Tommaso da Fermo, 1582

Ruggero Diotallevi, notaio, 0378

S Angelo di Ferentino, chiesa, 0740

S, Savino, chiesa di Fermo, 1373

  1. Agata di Fermo, commenda, 0862
  2. Agostino di Fabriano, 0718
  3. Agostino di Fermo, convento, 1207
  4. Agostino, chiesa di Fermo, 0268, 0269
  5. Agostino, Ordine, 0388
  6. Anastasio, monastero, 0788
  7. Anatolia di Petritoli, chiesa, 0896
  8. Angelo di Civitella, chiesa, 1635
  9. Angelo in Pontano, 1076 a 1284,1368
  10. Angelo in Trifoglio, chiesa rurale, 0901
  11. Angelo in Trifonzio, chiesa rurale, 0643
  12. Angelo, castello, 1166
  13. Angelo, chiesa di Acquaviva, 0886
  14. Angelo, chiesa di Fermo, 0739
  15. Angelo, chiesa rurale, 0907
  16. Ansavino, 0912
  17. Antonio, chiesa di Fermo, 0388,0867
  18. Antonio, chiesa di Petritoli, 0863,0931
  19. Attone del Menocchia, chiesa rurale, 1062
  20. Bartolomeo, abbazia di Campofilone, 1423
  21. Bartolomeo, chiesa di Servigliano, 1519,1521
  22. Benedetto del Tronto (o S. Benedetto di Albula), 0069,0215,0228,

0236,0240,0245, 0246,0252,0690,0699,0701,0702,0703,0704,0705,

0706,0857,0901,0950,1063-1094 1291,1779,1779,1780,1927

  1. Benedetto in Ripa, chiesa, 0860
  2. Benedetto, chiesa rurale, 0643
  3. Benedetto, chiesa, 0725
  4. Benedetto, ordine monastico, 0306
  5. Benigno, pieve di Ripatransone, 0676
  6. Biagio di Columpnello, 0899
  7. Biagio, chiesa, 1606
  8. Caterina da Siena, monastero, 0034,0321,0423,0515,0555
  9. Cipriano, castello, 0895
  10. Claudio, 0563,0608,1454,1475
  11. Clemente, chiesa di Montolmo, 0171
  12. Costanzo, monastero, 0093
  13. Croce di Chienti, abbazia, 1684
  14. Croce, cappella di Piperno, 0185
  15. Croce, chiesa di Fermo, 1373
  16. Domenico, convento di Fermo, 1028
  17. Donato di Monte Olmo, chiesa, 0902
  18. Eustachio, 0054
  19. Felice, podere, 1334
  20. Flaviano, località, 0859,1037,1071
  21. Geminiano, 0671, 0673
  22. Gemino, località, 0937,1728
  23. Giorgio, chiesa del Porto di Fermo, 1250
  24. Giorgio, chiesa di Porto San Giorgio, 0560,0659
  25. Giovanni di Fiuminata, 0055,0057
  26. Giovanni di Piperno, 0185
  27. Giovanni Gerosolomitano, ordine religioso, 1159
  28. Giovanni, chiesa, 0725 a 1314
  29. Giovanni, pievania di Altidona, 0264,0545
  30. Giuliano, chiesa di Fermo, 1373
  31. Giusto, 0405
  32. Gregorio chiesa di Ripatransone, 2242
  33. Gregorio, chiesa parrocchiale di Porto San Giorgio, 0600
  34. Leone, chiesa,0019
  35. Leone, parrocchia fermana, 0885
  36. Lorenzo, chiesa, 0507
  37. Marco <Servigliano>, castello, 1230
  38. Marco, chiesa di Fermo, 0866
  39. Marco, chiesa di Servigliano, 1519,1521
  40. Maria a Mare, chiesa di Porto San Giorgio, 2219
  41. Maria da Mercato, chiesa, 0743
  42. Maria degli Angeli, parrocchia, 0351
  43. Maria del Piano, Chiesa Fermana, 1518
  44. Maria dell’Episcopato di Fermo, chiesa, 0572
  45. Maria dell’Umiltà, 0186
  46. Maria della Misericordia, chiesa di Fermo, 0263,0803
  47. Maria delle Vergini, chiesa di Fermo, 0555,0711
  48. Maria di Araceli, chiesa di Roma, 1255
  49. Maria di Chienti, chiesa, 2139,2140
  50. Maria di Chienti, chiesa, 1783,1873
  51. Maria di Montebello, chiesa, 1611,1611
  52. Maria di Pozzuoli, monastero, 0306
  53. Maria in Cubito, chiesa ascolana, 1518
  54. Maria in Lapide, località, 2251
  55. Maria Madre del Signore, chiesa di Ponzano 2206
  56. Maria Madre di Dio, chiesa di Ponzano, 1486
  57. Maria Maggiore di Roma, 0545,1049
  58. Maria Minore, chiesa di Fermo, 0818
  59. Maria Rotonda, chiesa, 0860
  60. Maria, chiesa di Fermo, 1947
  61. Maria, chiesa di Magliano, 0909,0919
  62. Maria, chiesa di Torre San Patrizio, 2353
  63. Maria, chiesa parrocchiale di Mogliano, 0888
  64. Marta, monastero, 0176
  65. Martino al Tesino, 0007 bis
  66. Martino da Villa, chiesa di Sarnano, 2303
  67. Martino, chiesa di Ascoli, 1145
  68. Martino, chiesa rurale, 0797
  69. Martino, chiesa, 0166
  70. Martino, contrada, 0348
  71. Martino, piazza di Fermo, 0263
  72. Matteo, chiesa di Fermo, 0019,0708
  73. Matteo, chiesa nella piazza di Fermo, 1970
  74. Michele Arcangelo cappellania,0010
  75. Michele, chiesa di Porto San Giorgio, 2214
  76. Michele, chiesa di San Benedetto del Tronto, 0886
  77. Michele, chiesa rurale di Fermo, 0885,0901,0907
  78. Miniato, 1723
  79. Nicola di Acquaviva, chiesa, 0899
  80. Paolo, chiesa chiamata Plebbe, 0538
  81. Paolo, pievania di Civitanova, 1162
  82. Pietro da Poggiano, quartiere, 0593
  83. Pietro di Arbitreto, chiesa, 1611,1611
  84. Pietro di Ferentillo, monastero, 0306
  85. Pietro di Marano , monastero, 0747
  86. Pietro di Marario, chiesa di Montesampietrangeli, 2031
  87. Pietro di Roma, 0159,0384,0392,0756,0942,1048,1105
  88. Pietro di Sorriviano, chiesa, 2140
  89. Pietro Vecchio, chiesa di Fermo, 1306
  90. Pietro, chiesa di Francavilla,1629
  91. Pietro, chiesa di Montesampietrangeli, 2028,2029,2030
  92. Pietro, monastero di Ferentillo, 0360
  93. Procolo, chiesa, 0648
  94. Prospero, chiesa di Petritoli, 0642,0889
  95. Quirico, 0997
  96. Salvatore di Sant’Angelo chiesa, 1482
  97. Salvatore, chiesa di Fermo, 1147
  98. Salvatore, chiesa di Montesampietrangeli, 0723
  99. Salvatore, chiesa di Sant’Angelo <in Pontano>, 1154
  100. Salvatore, chiesa, 2261
  101. Salvatore, parrocchia fermana , 0885
  102. Savino dell’Ordine di San Benedetto, monastero, 0299
  103. Savino, monastero, 0500,0793
  104. Silvestro di Aviliano, 0639
  105. Silvestro, chiesa della Città Nuova, 0538
  106. Silvestro, chiesa rurale, 1162
  107. Susanna, chiesa di Monteverde, 2139
  108. Tomasso, contrada, 0065
  109. Tommaso, chiesa di Fermo, 0538
  110. Tommaso, chiesa rurale, 1162
  111. Vitale, chiesa di Monteverde, 2141
  112. Vitale, chiesa di Monteverde, 2159
  113. Sabina, località, 1275
  114. Vittore, chiesa di Massignano, 0888
  115. Vittoria, 0075,0730,1214,1926, 2302
  116. Zenone, chiesa di Fermo, 0679

Sabbo Domicillo, 0590

Sabelliano, località, 2154

Sabina, 0266,0267,1261,1285,1316,1356

Sabina, 1626,1986

Sabino de Burgarinis, mercante fiorentino, 0383

Sacro Impero, 1273,1327,1560,1818,2259

Sacro Palazzo, 1042,1043,1049,1055,1259

Sacro Palazzo, 1550

Sagnano, località, 1161

Saladino di Gentile, 0603

Saladino, castellano di Montefalcone, 1795

Saladino, figlio di Trasmondo e Munaldesca, 1335

Saladino, podestà di Montecosaro, 1784

Salimbene da Fabriano, notaio, 0279

Salimbene di Luca di Plebano, 0511

Salimbene, mansionario della Chiesa Fermana, 0783

Salimbene, notaio, 1817

Salimbene, procuratore, 1603

Salino, fiume, 1692

Sallupidio di Francesco, sindaco di Fermo, 2323,2328

Salomone di Angelo da Montefalcone, 1800

Salvatico, notaio, 2265

Salvino di Azzolino, sindaco di Fermo, 1035,1036

Salvitto di Vanne da Ponzano, 0936

Salvo de Bulgarinis, 0204

San Claudio, abbazia, 2178

San Flaviano, comune, 1345

San Gemino, località, 2204

San Germano, località, 0386,1273 a 1242

San Ginesio,  0333,0344,0349,0070,0121,0162,0399,0789,0870,1051,

1052,1302,1305 1306,1333,1531,1532,1662,2198,2278,2280,2298,

2314,2315,2316,2317,2318,2319,2320

San Giusto, 0181,

San Lupidio Morico, 0040

San Pietro di Ferentillo, monastero, 0242

San Pietro, chiesa dei frati Minori conventuali di Montesampietrangeli, 2036 a 1535,2046 a 1307

San Severino, 0484 a 1388,0567 a 1298 ,0733 a 1272,0977 a 1507,0986 a 1507,1197 a 1260 ca.,1355 a 1315

San Severino, 1650 a 1265 ca

San Vittore, monastero, 0229 a 1368

Sant’Andrea castello, 2253,2254,2255,2256,2257,2258

Sant’Andrea, chiesa di Petritoli, 0984,0989

Sant’Andrea, località, 1063,1081,1747

Sant’Angelo dei Lombardi, 1171.

Sant’Angelo di Trifunto, 0173

Sant’Angelo in Pontano, 0022,0055,0065,0078, 0100,0637,0701, 1093,1095,1154,1743,1765 a 1505,1766 a 1510,2139 a 1353,2141 a 1355,2259-2301

Sant’Elpidio a Mare, 0677,0903,0996,1746,2307,2308,2309,2310,2311,2312,2313

Sant’Elpidio Morico, 2306,0303,0515,1569,1610,1934,1934,1934

Santa Maria a Mare, chiesa, 0377

Santa Maria in Giorgio, 0355,0504,0937,0939,0994

Santa Maria in Lapide, località, 2165

Santa Maria in Portico, 0131

Sante da Scamito, procuratore, 1842

Sante De Flocchis, 2091

Sante di Bartolomeo da Sarnano, notaio, 0585,070

Sante di Benedetto da Perugia, notaio, 0425

Sante di Garillo, 0678

Sante di Giacobbe di Mancino da Montappone, 1765

Sante di Luca Alias e frate Luca Amorosino, 1642

Sante di Marino da Monterubbiano, 1956

Sante di Massimo da Fermo, 0821

Sante di Massuccio da Fermo, 0015,0601,0710,1172,1212,1785

Sante di Vanne da Ascoli, notaio, 0248

Santo Iano  < S. Giovanni ? >, 0019

Saraceno di Enrico da Morlupo, 1576,1579,1582,1583

Sarnano, 0075,0077,0079,0090,0095,0110,0117,0333,0674,0709,

0993,1378,1508,1547,1679,17331905,2303,2304,2305

Sasso di Andrea da Monteverde, 2138

Sassoferrato, 0743,1785

Savino di Giacobbe, 0534

Savino di Reglerio, testimone, 0723

Scamito, località, 1842

Scaralla (o Scarella) R., notaio della Camera Apostolica, 0911,0313

Scarfagno da Prato, notaio, 0554

Scattone di Ottaviano, 0059

Schia, località, 0784

Scipione Pennello, notaio della Camera Apostolica, 0423,0515

Scito, castello, 0079

Sculcula, castello, 1608,1611,1611

Sebastiano De Marzialibus da Fermo, 0640,0977,0986, 0987

Sebastiano Rutiglione da Tolentino, 1348

Sebastiano Sabino, 0119,0462

Sebastiano Savino, oratore di Fermo, 0458,0965

Sede Apostolica, 0019,0035,0093,0094,0095,0123,0135,0192,0248,

0267,0289,0306,0319, 0322,0334 1362,0360 a 1264,0412 a 1390,0523,

0529,0536,0579,0606 0714,0751,0778,0798,0822,0866,0868,

0900,0913,0972,0973,0998,1147,1151,1197,1216,1224,12381255,

1286,1289,1299,1300,1307,1316,1317,1319,1321,1324,1341,1347,

1356,1367,1373, 1405,1439,1465,1468,1483, 1522,1526,1566,1591,

1605, 1616,1620,1646,1665,1671, 1676,1721,1761,1762,1826,

1850,1861,1863,1871,1872,1902,1934,19341934,1986,2143,

2148,2162,2164,2169,2229,2303,2307,2357, 2359

Sede Vescovile, Fermana, 0940

Sega, località, 0865

Selvaggia, nipote di Alberto di Gentile, 0102

Sencarello di Manardino da San Severino, 0484

Senigaglia, 1098,1099,1208, 1689,1732, 2262,2301

Serbellone, vice governatore di Fermo, 1060

Serra dei Conti, 1240,1626

Serra San Quirico, 0854

Serra, località, 0854,2175

Sertorio De Quarantottis da Norcia, notaio, 0712

Sertorio Pietruccio, luogotenente per gli appelli, 0988

Servigliano, 0168,0999,1059,1060,1337,1519,1740,1742

Severino, vescovo di Jesi, Giacobbe, vescovo di Sinigaglia, 2262

Sforza Alessandro, marchese, 0980, 1360,1824

Sforza Anastasio, cardinale dal titolo di Santa Flora, 0965

Sforza Francesco, 019,0193

Sforza, cardinale, 0032 a 1547

Sicilia, 0038,0064,0080,0091,0098,0103,0106,0206,0322,0386,0405,0544,0566,0742 a 1264,0758,0794,0832,0873,0966,0967,1109,1165,1216,1246,1273,1509,1650,1819,2292

Siena, 0034,0164,0172,0199,0233,0299,0321,0323,0417,0423,0515,

0541,0552,0555,0558,0574,0575,0578,0636,0654,0656,0672,0693,

0816,0833,0834,0850,0904,1114,11751224,1298,1323,1405,1422,

1681,1859

Sigismondo Iotto, 0367

Signori di Falerone, 1650

Silotto di Bongiovanni, notaio, 1254,1853

Silvestro da Sulmona, 0020,0051

Silvestro di Filetto, 0155

Silvestro, 1647

Simoncello di Manco, 1955

Simone Calcaneo, tesoriere della Marca, 0327

Simone da Marvilla, tesoriere del Papa, 1296

Simone da Montesampietrangeli, 2026

Simone da Sant’Angelo in Pontano, 2282,2282

Simone da Siena, cancelliere, 0164

Simone De Pistrinaris da Bergamo, 1303

Simone De Serdinis, notaio, 0575

Simone di Acciarello da Montesampietrangeli, 2082

Simone di Andrea da Fermo, notaio, 0932,0935

Simone di Benvenuto, sindaco di Fermo, 1885

Simone di Benvignato, 2329

Simone di Domenico da Monte Santo, 1978

Simone di Filippo da Monteverde, 2134

Simone di Francesco da Gabbiano, 1635

Simone di Giacobbe da Ripatransone, 2242

Simone di Giovanni da Montenario, 0357

Simone di Giovanni da Tolentino, 1884 a 1514

Simone di Giovanni di Gualtierio da Montottone, sindaco, 1885,1886,1887,1897,1899

Simone di Giovanni, anconetano, 1324

Simone di Iacobuccio da Fermo, 0844 a

Simone di Matteo da Monsampietro Morico, 2003,2005

Simone di Migliore, 0829

Simone di Simone, 0844

Simone di Simonetto da Fermo, notaio, 1722,1755

Simone di Tebaldo di Aspromonte da Monte fiore, 1818

Simone di Vanne, 0233

Simone Tornabuono, commissario delle milizie, 1485

Simone, cardinale dal titolo di San Marco, 1671

Simone, cardinale dal titolo di San Martino, 0360,0306,0509,1147,1324,2303

Simone, cardinale, 0804,1115

Simone, fratello germano di Nicola Calcaneo, 0434

Simone, notaio, 2332

Simonetto di Benvignato da Fermo, notaio e sindaco di Fermo, 1897,1899,1900

Simonetto di Buonomo, 1121

Simonetto di Francesco, 0534

Simonetto di Gentile, 0289

Simonetto di Giacobbe, banchiere, 1931,1932

Simonetto di Giorgio da Monte Pasillo, 094,1921

Simonetto di Iacobuccio da Fermo, notaio, 1291

Simonetto di Iacobuccio, notaio, 0632

Simonetto di Simone, 0272

Simonetto, cardinale dal titolo di S. Martino, 0109

Simonetto, di donna Mattia, moglie di Giorgio da Monte Pasillo, 1922

Simonetto, fratello di Ugolino da Monte Pasillo, 0240

Simonetto, padre di Georgiuccio, 1068

Sinibaldo De Anardon, 0700

Sinibaldo De Aymandis da Treviso, sindaco di Fermo, 1681

Sinibaldo De Aynarden, podestà di Fermo, 0584

Sinibaldo, 0898 a 1586,0906

Sinibaldo, abate del monastero di San Pietro di Ferentillo, 2031

Sinibaldo, cardinale, 2265

Sismundo (Sismondo o Gismondo),castello, 0055,0057,0071,0073,0075,0077,0078,

0082,0088,0095,0129,1001,2339-2349

Sisto III, 0538,0748

Sisto IV, 0055,0057,0073,0129,0177,0192,0314,0389,0406,0516

,0531,0536,0722,0736, 0826,0911,0924,1145,1302,1374,1397,1401,

1422,1444,1447,1461,1466,1472,1480,14961505 a 1482, 1510,1516,

1518,1524,1739,1813,2103,2104,2181,2320,2345,2346,2347,

2348 ,2357

Sisto V, 0078,0176,0218,0264,0339,0494,0545,0940,0941,1380,

1387,1391,1469,1639

Smerillo, 0059,0226,0227,0355,0663,1252

Soc. Spanocchi dell’Urbe, 1175

Società De Spannoctis da Roma, 0541,0552

Somiaco, località, 1591

Sorriviano, località, 2140

Spalter, vescovo, 0750

Spello, 0258

Sperandeo di Giulio di Carbone, 1039

Sperandio da Cingoli, notaio, 2129,2131

Spinuccio di Francesco, 1364

Spoleto, 0163,0202,0247,0268,0318,0548,0640,0987,1099,1315,

1324,1588,1672,1915

2008,2028,2033,2052,2098,2230

  1. Rustico e Benigno, pievania di Ripatransone, 1113

Stabile di Alegranzia da Montesampietrangeli, 2100,2100,2100

Stazio di Filippo di Tuzio da Fabriano, 1164,2148

Stefano Aulo da Fermo, notaio,0155

Stefano da Accumoli, 0859

Stefano da Montefalco, vicario di Torre di Palme, 0933

Stefano di Alessandro da Narni, notaio, 0417,0586

Stefano di Antonio di Paccarono, 0580

Stefano di Bartolomeo di Giovanni da Monteleone, 1456

Stefano di Berardo di Taddeo da Teramo, 1233

Stefano di Cola da Fermo, notaio, 1789

Stefano di Coluccio, 0569

Stefano di Guglielmo, notaio, 0102,2112

Stefano di Lorenzo, 1764

Stefano di Manente da Fermo, banchiere, 0286,0825,0836,1939,1959, 1951,1965

Stefano di Matteo da Petritoli, 2193

Stefano di Pietro, 0239

Stefano di Rainalduccio da Fermo, 1963

Stefano di Silvio, notaio, 0700

Stefano di Talento, contabile da Fermo 1793

Stefano di Tommaso da Fermo, notaio, 0219,0243,1277

Stefano, abate del monastero di S. Vittore, 0229,0587

Stefano, abate, ricevitore generale, 1737

Stefano, notaio, 1802

Stella, località, 1308

Strada, località, 0813

Studio della Università di Fermo, 0941

Studio Generale, 1546

Suffredo, notaio, 0864

Sulmona, 0029,0051,0581,0942,1598,1646

Superanzio da Cingoli, notaio, 0179

Suppo di Giacobbe di Decano, 0290

Suppo di Giustiniano da Fermo, 0246,1063

Suppo, sindaco di Fermo, 1230

Suppolino di Giovanni di Gambarella (o Gammarella) da Fermo,2353,2354,2355

Suppone, 0391,0391

Taddeo da Spoleto, giudice, 0247

Taddeo di Rainaldo di Guerensio, 0689,1991

Taddeo Gaddo, cardinale 0326

Taddiolo di Trasmondo di Taddeo da Petriolo, 2186,2187

Talento di Mattia da Firenze, 0724

Talicata, località, 0739

Tarano, località, 0489,0737,1823

Taurino, 0500

Tebaldo da Montefiore, 1817

Tebaldo De Tebaldi, notaio, 2331, 2334

Tebaldo di Domenico di Pietro, sindaco di Monturano, 1744,1745

Tebaldo di Filippo, notaio, 1878

Tebaldo di Guglielmo, 1561

Tebaldo di Morico, notaio, 0007 bis,0051,0694

Tebaldo di Pasquale da Ripatransone, 1113

Tebaldo di Pietro, 0644

Tebaldo di Rainaldo da Camporo, 1561

Tebaldo di Rainaldo, 2214

Tebaldo di Rubeo, podestà di Fermo, 1328

Tebaldo, 0290

Tebaldo, notaio, 0871,1670,2239

Tebaldo, sindaco di Fermo, 0300

Tenna, fiume, 0039,0065,0223,0505,0793,0846,1102,1692,2000,

2006,2007,2010, 2012 a 1355,2013, 2016,2017,2018,2022,2026,

2038,2043,2044,2045,2051, 2052,2054,2055 a 1293,2056,2059,2060,2060,2062, 2063,2066,2070,2071,2073, 2077,2078,2081,2083 a 1355,2084,2087,2088,2091,2097, 2098,2099,2099,2102,2105,2106,2108,2224

Tennacola,  fiume, 0077

Tentolino di Taunerio, podestà di Fermo, 2096

Teobaldo di Morico, notaio, 0603

Teodoro di Giacobbe da Fermo, 1971

Teramo, 1144,1233

Terenzio da Montesampietrangeli, 2108

Terracina, 0185,1283

Tesino, fiume, 0157,1100

Testone, 0456

Tiberio De Corradis, 0896

Tiburi, località, 2178

Tidei  de Marchis, notaio,0008

Tinto di Federico da Massa, 1770,1771

Tivoli, 0167,0177,1446,1813,2347,2348

Todi, 0244,1049,1055,1123

Todino, cappellano della chiesa di S. Marco di Fermo, 0866

Todino, figlio di Andrea De Cellis, 2261

Todino, figlio di donna Mattia, 2262

Toledo, 2162

Tolentino, 0174,0374,1159,1348,1394,1660,1884,2175

Toleto, 2045

Tolomeo di Cerellone, sindaco di Fermo, 2003,2004,2005

Tolomeo di Persicano, 0288

Toma da Brunforte, 0873

Toma di Albertuccio da Montesampietrangeli, 2031

Toma di Anghelario, 0593

Toma di Buccio, 0528

Toma, sindaco di Fermo, 0592

Tomasia, sorella di Florasteria, figlia di Rainaldo da Acquaviva, 1041,1043,1046,1049,

1050,1051, 1055,1550

Tomasio di Benedetto de Mattaferris, 0028

Tomasio di Gentile da Mogliano, 1727

Tomaso (o Tommaso o Tomasso) de Mattaferris, 0141, 0142,0535,0542,0684,0780

Tomassa di Amico moglie di Lelio di Valentino, 1884

Tomassino Corso, 1884

Tomassino di Tommaso, 0239,0251 bis,0530

Tomasso da Monte San Pietrangeli, 0039

Tomasso di Damiano, 0039

Tomasso di Rinaldo di Sgambio (o Scambio), 0029,0051

Tomasso, notaio, 0288

Tomassone di Sante da Ponzano, 0896

Tomassuccio da Mogliano, 1693

Tomassuccio di Alessandro, sindaco di Fermo, 2199,2201

Tomassuccio di Corrado da Monte Santo, 1971

Tomassuccio di Deutaleve, sindaco di Montesampietrangeli, 2095

Tomassuccio di Giovanni da Mogliano, 1718

Tomassuccio di Giovanni, notaio, 0739

Tomassuccio di Toma da Fermo, notaio, 0934

Tomassuccio di Tommaso, 0036,0282

Tommasino di Bartolomeo, notaio, 1341

Tommasino di Felice, 0506

Tommasino di Tommaso di Felice, 0830,0850

Tommasino di Tommaso, 1329 a 1313

Tommasino di Trasmondo di Trasmondo, 2266

Tommasio di Luca dell’Urbe, giudice in Ascoli, 1924

Tommaso Cuntapassi da Sant’Angelo in Pontano, 2281

Tommaso da Brunforte, 1553

Tommaso da Fascinella, 1560

Tommaso da Fermo, notaio, 0286

Tommaso da Foliano, maresciallo del Papa, 0823

Tommaso da Iadra, 0695 a 1342,1228

Tommaso da Montegranaro, 0551

Tommaso da Rotella, 1937

Tommaso da Sant’Angelo in Pontano, 1730,2292,2294

Tommaso da Venezia, podestà di Fermo, 0047,0752

Tommaso De Collectilis da Cascia, 0640

Tommaso dell’Urbe <Roma>, giudice, 1055

Tommaso di Bartolomeo padre di Pietro, 0080.

Tommaso di Benedetto De Mattaferris da Iadra, 0522,0534,0807,0779,1232,1308,1343

Tommaso di Bonconte da Smerillo, 2321 a 1299

Tommaso di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 1689,1732

Tommaso di Curtipassi, procuratore, 1050

Tommaso di Deutallevi, ascolano, 1085

Tommaso di Firmano di Gentile da Fermo, 2120

Tommaso di Flaviano, sindaco di Loro, 1655

Tommaso di Gentile da Mogliano, 1688

Tommaso di Giovanni di Angelo, 2138

Tommaso di Giovanni, 1701

Tommaso di Giustamonte, 0793

Tommaso di Gualterio da Offida, 1645

Tommaso di Gualtierio, 2335

Tommaso di Gualtierio, notaio, 1770

Tommaso di Lamberto da Camerino, notaio, 0179

Tommaso di Malaspina, 0248

Tommaso di Massetto da Petritoli, 356

Tommaso di Migliore, notaio, 0572

Tommaso di Paccarone, 0021,0876

Tommaso di Parisani da Tolentino, 0174

Tommaso di Pietro Albanse, 1977

Tommaso di Plebano, 0676

Tommaso di Vanne da Monterubbiano, 1956

Tommaso Forte, 0900

Tommaso Ranoncello, notaio, 0346

Tommaso, figlio di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 2264,2265, 2272,2276

Tommaso, figlio di Gentile da Mogliano, 2185

Tommaso, nipote di Bove da Sant’Angelo in Pontano, 2261

Tommaso, provinciale dell’ordine dei predicatori della Lombardia, 0324

TommasoDe Fatatis , testimone, 0800

Tommassino di Domenico De Cavedanis, 2300,2300,2300

Torchiaro, castello, 2205

Torino, 0388,1276

Torre di Casale, castello, 1882,1883

Torre di Palme, 0533,0691,0703,0744,0766,0769,0895,0933,1063,1090,1101,1141,

1311,1640 1277,2350, 2351, 2352

Torre San Patrizio, 1309,2353,2354,2355

Torre, località, 1273

Tortoreto, 0899

Tosa, madre di Corrado di Morico di Rainaldo da Sant’Angelo, 2280

Tosino, località, 1842

Tours, 0224

Trani, 0013

Trasanna, 0102

Trasmondo da Brunforte, 0873

Trasmondo da Grottammare, 1644

Trasmondo da Montefiore, 1817

Trasmondo da S. Angelo, 0637, 0701,0704,0705,0917,1093,1095,1702,2292,2293

Trasmondo di Bonconte da Sant’Angelo in Pontano, 2264

Trasmondo di Carbone da Sismondo, 2339

Trasmondo di Carbone, 0759

Trasmondo di Egidio da Fermo, notaio, 1601,1648

Trasmondo di Gerardo da Sant’Angelo in Pontano, 1711

Trasmondo di Giacobbe da Sant’Angelo in Pontano, 2287

Trasmondo di Taddeo da Petriolo, 2187

Trasmondo, figlio del conte Gerardo da Sant’Angelo, 2270,2299

Trasmondo, figlio del conte Gerardo, 2259, 2260

Trasmondo, nipote del Papa <Alwssandro IV>, 1223

Tremo, località, 1844

Trescio, località, 1842

Trevi, 2108

Treviso, 0129

Trifunzio, castello, 0871,2239

Tristano da Montegranaro, 1045

Troiano Riccio, procuratore,  0946,1691

Troilo di Azzolino, canonico fermano, 0912

Troilo, cittadino fermano, 0206

Tronto, fiume, 0041,0234,0238,0869,1611,1611

Tuccio da Amandola, 0824

Tuccio da Massa, 1674

Tuccio di Bonconte da Sant’Angelo in Pontano, 2285,2287,2288,2288,2290

Tuccio di Tommaso di Gentile, 0132

Tuccio, notaio, 0558

Tudello, località, 1133

Tunnolo, 0155

Turchi, 0485,1224,1367,1464

Turre, località, 2085

Tuscia, regione, 0864

Tusino, località, 0895

Tuzio di Andrea da Firenze, 0364

Tuzio di Migliorati, 0364 a 1369,0395

Uberto De Morbis, notaio, 1871

Ugo, decano della Chiesa Bisuntina, 1283

Ugolino da Corrigia, 0172

Ugolino di Fidesmido da Monteverde, 2156

Ugolino di Giorgio da Monte Pasillo, 0240,1068,1920,1928

Ugolino di Matteo da Parma, notaio, 1320

Ugolino di Pecoruccio, 1240

Ugolino, figlio di Fidesmidoda Monteverde, 2126,2127

Ugolino, fratello di Vanne di Simonetto da Monte Pasillo, 1926

Ugolino, notaio, 2238

Ugolinodi Dernano, sindaco di Camerino, 1609

Ugone di Roberto da Reggio, 0869

Ugone di Rubeo, rettore delle Marche, 0858,0914

Ugone di Stulto, 2213

Ugone Rubeo, Prevosto della chiesa Ramense, 0527

Ugone, cardinale dal titolo di S. Maria in Portico, 0408

Ugone, sindaco di Ripatransone, 2236

Ugonico Bonaccursio, 0111

Uguccio di Adolando da Malvicino, 2122

Umbria, 0131

Urbano di Massio da Sassoferrato, 0743

Urbano IV, 1147

Urbano V, 0022,0023,0138,0174, 0175,0179,0195,0229,0267,0279,

0302,0355,0364,0422,0503,0505,0521,0529,0544,05850587,0610,

0633,0714,0717,0832,1130,1132,1133,1143,1156,1176,1184,1204, 1205,1225,1231,1261,1289,1690,1737,2044,2063,2090,2090,2148,

2153,2161

Egidio di Giacobbe, 1986

Urbano VI, 0133,0216,0244,0292,0395,0600,1034,1173,1222,

1269,1319,1533,1534 1386, 2251

Urbe <Roma>, 1175,1406,1466,1496,1289,1301,1043

Urbevetana, 0927

Urbevetere, 0200,2002

Urbino, 0736,0865,1072,1240,1281,2156

Ursello di Matteo, 0870

Ursini, cardinale, 0369,1456

Ursini, proprietari della Bovaria, 0681

Ursini, cardinale, 1864

Urso da Roma, 0551

Urso di Matteo di Urso, 0054

Urso, 0029 a 1277,0348

Urso, padre di Ursello di Matteo, 0870

Ursolino da Parma, 0574

Ursolino di Giacobbe da Osimo, 0870

Vagni di Albergitto da Fabriano, 0815

Vagnotto (o Vagnozio) di Coluccio di Novello, 0395,0364

Vagnozzo Bernardino da Fermo, 2098

Vagnozzo da Massignano, 1824

Vagnozzo da Nontesampietrangeli, 2023

Vagnozzo di Antonio, sindaco di Monte Santa Maria in Giorgio, 1992

Vagnozzo di Bartolomeo, 2209

Vagnozzo di Lucio da Smerillo, notaio, 1252

Vagnozzo di Nicola da Fermo, sindaco, 2054

Vagnozzo di Nicoluccio, 2016

Valentina, regione, 0432

Valentino di Monaldo di Gentile, 0265

Valentino, barone, commissario di Federico da Aragona, 0966

Valentino, figlio di Rainaldo, 1334

Valentino, notaio, 0565,2228, 2232

Valentino, priore di Sant’Angelo di Fermo, 0739

Valentino, vescovo rettore della Marca, 1049

Valerio di Cimino da Fermo, 0963

Valerio di Ursino, 0207

Valle di Cernia, località, 1781

Valle di Montone, 0660

Valle di Paoluccio, località, 2205

Valle di Sante, località, 2205

Valle, località, 1334,1335

Vanne Cola di Giovannuccio da Porchia, 2207

Vanne da Massa, 1319 a 1381,2000

Vanne da Mogliano, 1703

Vanne di Agostino, 0666

Vanne di Andrea, fermano, 2224

Vanne di Andrea, notaio, 1542

Vanne di Andreolo, 0048,0505,0658

Vanne di Andreuccio, cancelliere da Fermo, 1658

Vanne di Andriolo, chiamato Calcagno, sindaco di Sant’Elpidio a Mare, 2309,2311,2312

Vanne di Andriolo, sindaco di Fermo, 1565,1638

Vanne di Angelo Tommis da Fermo, notaio, 1210

Vanne di Asso da Servigliano, 1059

Vanne di Bartolomuccio, notaio, 0869

Vanne di Bernardino da Fermo, 1152

Vanne di Bernardino da Fermo, notaio, 0052,2202

Vanne di Bernardo da Fermo, notaio, 2200

Vanne di Boccardo da Monterubbiano, 1931,1932

Vanne di Boccione da San Ginesio, 2317

Vanne di Cicara, 0225

Vanne di Ciccarone di Guzio (o Cuzio) da Massa, 1676, 1677

Vanne di Cicco di Corrado da Sant’Angelo in Pontano, 1282

Vanne di Cisco, notaio, 2009

Vanne di Cola di Angeluccio da Arquata, notaio, 1534, 1535,1536,1540

Vanne di Cola di Tommaso da Macerata, 1705,1705

Vanne di Corrado da Mogliano, notaio, 1694,1720

Vanne di Domenico da Fermo, notaio, 0529

Vanne di Domenico da Fermo, notaio, 1675

Vanne di Domenico da Montesampietrangeli, 2082

Vanne di Domenico di Giovanni da Fermo, 0267

Vanne di Domenico di Marco da Fermo, notaio, 1316

Vanne di Domenico di Pietro da Fermo, notaio, 0492,1721,1721

Vanne di Domenico di Servideo da Fermo, notaio, 0569, 1129,1201,1220

Vanne di Domenico, notaio, 1972

Vanne di Francesco da Fermo, 1964

Vanne di Francesco da Monterubbiano, 1947

Vanne di Francesco, notaio, 0836

Vanne di Gerardo da Massa, 1677,1990

Vanne di Giacobbe De Bacileris da Bologna, 1619

Vanne di Giovanni da Fermo, notaio, 1946

Vanne di Giovanni di Migliore da Petriolo, 2188

Vanne di Giovanni, sindaco di Monterubbiano, 1946

Vanne di Giovannuccio da Monte Alto, notaio, 0738

Vanne di Guglielmo di Anselmo da Fermo, 1937

Vanne di Iacobuccio, notaio, 1940

Vanne di Marconaldo, notaio, 0041

Vanne di Matteo da Fermo, 0696

Vanne di Muzio di Andrea, 1061

Vanne di Nicola da Fermo, 2210

Vanne di Ottaviano, 0059

Vanne di Procuzio da Fermo, notaio, 0580

Vanne di Puccio da Fermo, notaio, 0546,1157,1158

Vanne di Puzio da Fermo, notaio, 0802

Vanne di Ramondino, sindaco di Monte Santa Maria in Giorgio, 2162

Vanne di Simonetto da Monte Pasillo, 1926

Vanne di Tolomeo da Montesampietrangeli, notaio, 2071

Vanne di Tolomeo, notaio, 0039,0532,2082

Vanne di Vannuccio, notaio, 0520

Vanne Nicola di Trasmondo da Petriolo, 2186

Vanne, cancelliere da Fermo, 0148

Vanne, cancelliere dei Priori di Fermo, 1210

Vanne, pubblico banditore di Ancona, 2147

Vanne, sindaco di Fermo, 0147

Vannetta, figlia di Baccalario di Fidesmido da Monteverde, 2132

Vannetta, figlia di Cicco di Bucafaldo da Santa Vittoria, 2168

Vanni di Cola di Nunzio, sindaco di Fermo, 2209

Vannino di Francesco da Fermo, notaio, 1232

Vannino di Francesco, notaio, 0232,1804

Vannuccio da Fermo, notaio, 0587

Vannuccio dalla Rocca di Monterubbiano, 1936

Vannuccio di Giacobbe da Monte Alto, notaio, 2060,2060

Vannuccio di Giovannetto, 2325

Vannuccio di Giovannino, notaio, 2135

Vannuccio di Vanne da Monte Santo, notaio, 1976

Varano, 0055,0057,0073,0078,0082,0088, 0139,0971

Varano, località, 1590,2345,2346,2348, 2349

Varnerio di Marchione, 2227

Velletri, 0123,2164

Venanzio da Cesaria, 0087

Venanzio di Barone da Ripe, 2318,2319

Venanzio di Giovannetto, 2326,2327

Venanzio di Mancio da Montelupone, notaio, 0535,0710

Venanzio di Marco, 0142

Venanzio di Pietro da Ripacerreto, 1633

Venanzio di Simonetto, notaio, 1749,1751

Venezia, 0044,0152, 0153,0165,0196,0238,0298,0338,0368,

0372,0396,0401,0407, 0409,0410,0448,0460  0475,0485,0525,0573,0576,0584,0588,0724,0752,0805, 0807,0835,0967,1160,1200,1530,1598,1747

Venibene di Abbamonte da Ascoli, tutore di Giorgiuccio da Monte Pasillo, 0228,

1923,1068,1070,1082,1091,1094,1928,1925

Venibene di Abbamonte, padre di Altagrima, 1921

Ventimiglia, 1819

Ventura di Anitto, 1847

Ventura di Benassai da Siena, 0541,0552

Ventura di Paoluccio De Mazzis da Città di Castello, 2166

Ventura di Pietro di Benassai da Siena, 1175

Venturello da Brunforte, notaio, 0104

Vercellino da Vercelli, notaio, 2308

Verelle di Alberto, veneziano, 0573

Vescovo A. Aquilano, 1372

Vescovo Albanense, 0806,1619,2153

Vescovo Anconitano, 0471

Vescovo Aquilano, tesoriere della Marca, 2033

Vescovo Ascolano, 1518

Vescovo Belluacense, rettore delle Marche, 1820,2301

Vescovo Castrense, 0750

Vescovo Clusino, 1514

Vescovo Conchense, rettore generale della Marca, 0381,0459

Vescovo Corsario, 0037

Vescovo di Alba, 1229 a 1371, 1231

Vescovo di Arezzo, 1245

Vescovo di Cortona1245

Vescovo di Fermo, 1245,1397

Vescovo di Jesi e Senigaglia, 2301

Vescovo di Lucera, 1865

Vescovo di Macerata, 1212

Vescovo di Ostia, 1240

Vescovo di Recanati, 1323

Vescovo di Sabina, 1356

Vescovo di Sinigaglia, 1689

Vescovo di Tivoli, 1813

Vescovo Farfense, 0725,0755,0883,0938

Vescovo Ferentino, 1507

Vescovo Fermano, 1129,1269,1284,1323,1522,1566,1610,1612,

1910,1912,1934,1934 a 1205,1934,2034,2237,2251

Santa Maria di Chienti, chiesa, 1566

Vescovo Forosempronense, 0982

Vescovo Giustinopolitano (o Iustinopolitano), 0923, 2101

Vescovo Maceratese, 0601,0821,1125,1333,1785,1974

Vescovo Marsicano, 0995

Vescovo Medrusiense, 1497

Vescovo Mirapiscense, vicario Generale, 1240,2157

Vescovo N. Recanatese, 1372

Vescovo Nocerino, 0718

Vescovo Nolano, luogotenente nelle Marche, 0369

Vescovo Oppidense, 0903

Vescovo Osimano, rettore della Marca, 0408,2161

Vescovo Oxomense, 1333

Vescovo Perugino, 1181

Vescovo Pesarese e Riminense, 0921

Vescovo Recanatese e maceratense, 1912

Vescovo Recanatese, commissario apostolico, 2033

Vescovo Sabinense, 1111

Vescovo Urbinatense, 0865

Vetice, località, 1855

Vetralla, 0911

Vicarello di Antonio, 0580

Vicarrello di Coluccio di Giacobbe, notaio, 0156

Vico di Angelo da S. Maria in Lapide, 2251 a 1380

Vico di Ciccarello da Cossignano, 1601

Vico di Ciccarello, 1102

Vico di Diotesalvi, notaio, 1808

Vico di Giovanni da Sant’Angelo in Pontano, 0638

Vico di Matteo, notaio, 1059

Vico di Tuzio Bonacose, bandito, 1679

Vienna, 0388 a 1544,1300

Villa Caccile, 2299

Villa di montone, castello, 2118

Villa di Valle, località, 1852

Villafranca, località, 0746,1708

Vincenzo di Berardino da Montegiorgio, 1680

Vincenzo di Ferrando, notaio, 0832,1156

Vincenzo di Laurentino da Fermo, notaio, 0797 a 1486 ca.

Vincenzo di Tempestino, notaio, 0249,1000

Vincenzo Francolino, 0345

Vincenzo Tinto, 0212

Vincenzo, 0436

Vinciguerra da Mercato, 1611,1611,1681

Vinciguerra di Albertino da Mercato, 0236,0703,0704,1063,1069,1079,1090

Vinciguerra di Paolo, notaio, 1643

Virgilio De Donatis, notaio,  0720,2069

Visso, 1842

Vitale Brest, chierico, rettore della Marca, 0253,0820,0848

Vitale da Camerino, rettore della Marca, 1988,2000

Vitale da Petritoli, prete, 0642

Vitale di Brosa, rettore della Marca, 1329

Vitale di Dattilo Angeletto di Fosco, 1193

Vitale, arcidiacono da Camerino, 0506,0577,0632,1355

Vitale, procuratore, 1218

Vitale, rettore della Marca, 0350,0753, 0349

Vitaluccio, 0765

Viterbo,0141,0178,0197,0415,0299,0751,0882,1098,1117,1123,1131,

1132,1133,1168 a 1266,1196,1222,1271,1272,1340,1672

Vittore di Diotesalvi da Montefalcone, 1811

Vittore di Giorgio da Recanati, notaio, 1810

Vittorio di Giuliano, 1664

Viviana da Montefalcone, 1807

Viviano, figlio di Gozone, 2259

Zenone, notaio, 1878

Zupputo da Ascoli, dottore in legge, 2340

 

 

Posted in Chiese, DOCUMENTI, LUOGHI, PERSONE | Tagged , , , , , | Leave a comment

PARROCO EVANGELIZZATORE MARIO BLASI PENTECOSTE domenica anno C vangelo

Il parroco Mario Blasi evangelizza la Pentecoste domenica anno C vangelo Gv 14, 15 ss

PENTECOSTE  Gv 14,15-16.23-26

“Se uno mi ama osserva la mia parola”.

Il cammino della Chiesa nella storia inizia con la Pentecoste: la discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli. La missione della nuova comunità è quello di incontrare Dio nella solidarietà con gli uomini di ogni tempo.

Nella Chiesa di Gesù la norma che regola il vivere è il comandamento nuovo:

Amatevi l’un l’altro come io ho amato voi“.

Il mondo nuovo voluto da Gesù non si realizza con la forza né con il dominio, ma con l’offerta del Suo Amore accolto e ridonato. Amore che dona la vita. Il messaggio di Gesù è amare l’uomo. E’ il comandamento che rende presente Dio nella comunità e nel cuore di ogni credente.

“Il Padre e il Figlio, che sono Uno, stabiliscono la loro dimora con il discepolo”. Nel credente dimora quindi il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Chi accoglie il messaggio di Gesù ha nel cuore la Sua presenza e quella del Padre.

“Lo Spirito Santo che il Padre manderà nel Suo nome

vi insegnerà ogni cosa”.

Gesù prega il Padre perché mandi nel cuore dei discepoli il Consolatore, lo Spirito di verità, perché comprendano quale deve essere la loro missione.

Il Paraclito, Colui che intercede, Colui che consola, Colui che difende, dà ai discepoli di Gesù la capacità di realizzare la loro missione.

Il Paraclito, Spirito di veritàricorda ai discepoli di ogni tempo ciò che Gesù ha detto e ha fatto.

Lo Spirito Paraclito dona la gioia di dare adesione sincera al Signore Gesù e alla Sua opera.

Lo Spirito Paraclito trasforma il cuore del credente e lo rende capace di amare i fratelli.

Lo Spirito Santo dà la vera capacità di amare.

Chi non ama Gesù non può amare gli altri, chi non ama gli altri non ama Gesù. Amare Gesù è avvicinarsi a Lui per identificarsi con Lui. La risposta all’amore di Gesù si esprime nell’amare gli altri uomini”.

Gesù chiede ai Suoi discepoli solo di accogliere il Suo Amore che deve essere ridonato all’uomo così come egli è, con le sue limitatezze e peccaminosità.

Posted in Chiese, Documenti in cronologia, Notizie Recenti, PERSONE | Tagged , , , , , , , , | Leave a comment

EVANGELIZZATORE PARROCO MARIO BLASI TEMPO PASQUA DOMENICA SESTA anno C vangelo Gv 11, 23

Blasi Mario parroco evangelizza seta domenica C tempo di Pasqua vangelo Giovanni 11, 23  ss

Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui”.

     Il credente, che ama Gesù, osserva la Sua Parola e ha la gioia di portare nel cuore l’Amore del Padre e del Figlio.

La presenza divina nel credente si realizza attraverso lo Spirito Santo.

L’incarnazione è un atto di amore di Dio Padre per l’umanità. “Ha tanto amato il mondo da donare il Suo Figlio prediletto”.

La Risurrezione è uno speciale atto di amore del Figlio per il cristiano. Egli dona con il Padre lo Spirito Santo Paraclito.

La presenza divina dello Spirito nel credente ha sempre origine dall’Amore del Padre per i discepoli di Gesù. Lo Spirito Santo donato dal Padre e dal Figlio dà forza e coraggio per camminare nella carità. Gesù, per mezzo dello Spirito, è presente nel credente.

Lo Spirito ravviva e ricorda nel cuore dei credenti l’insegnamento di Gesù, dà la forza per viverlo con gioia nonostante l’opposizione del mondo.

Gesù ha in Sé la pienezza della verità e della vita. Il credente con la comunità, lungo il corso dei secoli, è chiamato ad approfondire la verità e ad applicarla nella vita.

E’ lo Spirito del Cristo Risorto che conduce la Chiesa alla conoscenza sempre più approfondita del messaggio di Gesù e dona la luce e la forza per fare scelte nella storia per il bene di tutti.

Lo Spirito di Verità aiuta, incoraggia, suggerisce le parole da dire nella testimonianza della vita: testimonianza franca e convincente. Per mezzo dello Spirito Santo Paraclito l’insegnamento di Gesù diventa vitale, fonte cioè di vita, e non  viene mai meno. Lo Spirito Santo è dono di pace.

Vi lascio la pace, vi do la mia pace.

La pace  è dono della salvezza di Gesù. “Pace” insieme con “Grazia”, è il saluto tradizionale dei cristiani. “Pace”, “Verità”, “Luce”, “Vita”, “Gioia” rivelano aspetti diversi del grande dono che Gesù ha portato agli uomini dal Padre.

Il cristiano di ogni tempo è portatore di buone notizie: porta la pace e la salvezza del Risorto.

La pace è una Beatitudine delle anime dei giusti che sono nelle mani di Dio, ma è anche la Beatitudine dei cristiani che vivono il messaggio di Gesù durante la vita terrena.

\\\

Gesù, con la Sua morte e la Sua Risurrezione, crea un’umanità nuova. Egli realizza un mondo nuovo, non con la forza né con la violenza né con il dominio, ma con il Suo Amore senza limiti.

Egli forma una comunità dove tutti rispondono liberamente e con amore alla Sua proposta di vita.

Il Suo messaggio è un messaggio di amore per l’uomo. Chi lo accoglie deve amare questa piccola e fragile creatura. Egli esige che la Sua Parola di Amore sia poi ridonata a tutti senza distinzione.

Chi ama l’uomo ha la presenza di Gesù nel cuore e quella del Padre: si rende figlio di Dio e la comunità a cui appartiene diventa gloria del Signore. Chi ama come Gesù, possiede lo Spirito Santo che trasforma il credente e la comunità in dimora divina.

Il credente è santuario di Dio.

Non ci sono più luoghi sacri in cui Dio si manifesta al di fuori dell’uomo stesso. Dio non è un Dio lontano, ma è Colui che si avvicina all’uomo: è nell’uomo e vive con lui. Dio fa comunità con gli uomini. “Egli dimorerà tra di loro ed essi saranno Suo popolo ed Egli sarà il Dio con loro” (Ap. 21,3).

Dio non va cercato fuori dell’uomo, è nell’uomo. L’uomo non si sente più servo del Signore, ma figlio del Padre. Gesù è modello di questo rapporto tra Padre e Figlio. Gesù, perciò, diventa per ogni credente l’unica legge da seguire per avere un rapporto di Padre e figlio. Egli è dono di Amore per tutti gli uomini. Ogni credente in Lui deve diventare per amore dono di sé come Lui.

” PACE è il mio cammino; la mia pace vi auguro”.

Gesù dona ai Suoi la pace, cioè serenità e tranquillità per il futuro. Gesù ritorna al Padre, ma non sarà assente per i Suoi. Ciò deve dare fiducia ai Suoi discepoli e li deve liberare da ogni timore.

Andare al Padre, anche se attraverso la morte, non è una tragedia, dato che la Sua morte sarà la manifestazione suprema dell’Amore al Padre, vittoria sul mondo ostile e trionfo sulla morte” (J. Mateos/ J. Barreto).

Gesù, dunque, vince la morte per avere piena vita per Sé e per i Suoi discepoli.

Posted in Chiese, Documenti in cronologia, LUOGHI, Notizie Recenti, PERSONE | Tagged , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

Mario Blasi Parroco evangelizza l’Ascensione di Gesù tempo Pasqua vangelo Luca 24, 46 ss

Parroco Blasi  Mario evangelizzatore dell’Ascensione di Gesù vangelo Luca 24. 46 ss

“Nel Suo nome saranno predicati a tutte le genti la conversione e il perdono dei peccati”.

     discepoli devono essere testimoni della passione, morte e Risurrezione di Gesù che dona la grazia della conversione e del perdono delle colpe.

Con la Risurrezione Gesù ha vinto la morte e invia i discepoli ad annunziare nel mondo la vittoria della vita sulla morte. Di questo grande evento, con la forza dello Spirito Santo, devono essere testimoni.

La predicazione parte da Gerusalemme per raggiungere tutti i popoli.

Pietro, davanti al sinedrio, dichiara che la Chiesa annuncia la misericordia di Dio. “Il Dio dei nostri padri ha risuscitato Gesù che voi avete ucciso e Lo ha innalzato facendolo capo e Salvatore, per dare ad Israele la grazia della conversione e il perdono dei peccati”.

“Mentre li benediceva, si staccò da loro e fu portato verso il cielo”.  Gesù, prima di essere innalzato, benedice i discepoli. E’ la stessa benedizione di Dio Padre. L’Ascensione è infatti la manifestazione della gloria di Dio.   Con la benedizione Gesù benedice, ossia augura la vita a tutti i popoli e si distacca dai Suoi. L’Ascensione è l’innalzamento di Cristo nel Tempio Celeste ed inaugura nel nostro mondo una nuova Sua presenza. Egli è presente con il Suo Spirito nella Chiesa. E’ iniziato il tempo della speranza e della fraternità.Il mondo, cioè tutta l’umanità, è immersa nella salvezza e nella benedizione di Cristo. L’Ascensione segna la fine di un rapporto immediato, sensibile con Gesù, ma Egli è pienamente presente nel mondo con il Suo Spirito. Con l’Ascensione termina una modalità della Sua presenza, ma è presente nella Sua Chiesa e nel fedele che crede, cioè che ama.

Gesù è nel Tempio Celeste, ma non è assente nella Sua Chiesa. I Suoi discepoli non sono orfani, ad essi affida la missione dell’annuncio del Regno di Dio e li costituisce testimoni e non resteranno soli.“Io sono con voi tutti i giorni sempre”. “Andate e immergete ogni uomo nella vita del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.   I discepoli sono mandati a proclamare la Parola di Gesù e Gesù dà ad essil’intelligenza per comprenderla e per attualizzarla nel corso della storia. L’opera salvifica di Gesù, così, si prolunga nel mondo per mezzo dei Suoi discepoli. Gli uomini sono chiamati ad aprire il cuore alla verità del Vangelo per ottenere il perdono delle colpe. La potenza del Cristo glorificato è sovrabbondante per sostenere ciascuno nelle difficoltà.

ASCENSIONE DEL SIGNORE (Lc 24,46-53)
“Il Cristo dovrà patire e risuscitare dai morti il terzo giorno e nel suo nome saranno predicati a tutte le genti la conversione e il perdono dei peccati”.

Gesù, il Crocifisso, sostiene sempre di avere un rapporto filiale con Dio Padre: rapporto diverso da quello di ogni altro uomo.

Gli ebrei non credono che Egli abbia un rapporto filiale con Dio, per questo lo mettono in croce, ma Dio lo risuscita dai morti. Questa è la prova che ciò che dice e fa è vero.

Gesù è “l’UOMO che ha predicato un Dio diverso e lo ha onorato con una prassi diversa da quella degli ebrei. Questa diversità è stata la ragione della Sua condanna a morte”.

Gesù, con il Suo insegnamento e la Sua vita, rivela il vero volto di Dio. Con la croce Gesù manifesta il nuovo volto di Dio che ama tutti: buoni e cattivi. Con la Risurrezione Dio Padre afferma che nel volto di Gesù Egli si riconosce pienamenteGesù è il vero volto di Dio.

“Di queste cose voi siete testimoni”.

Il testimone è in grado di deporre sui fatti ai quali ha assistito di persona. I discepoli di Gesù sono testimoni della Sua vita. Sono testimoni della Sua morte in croce e della Sua Risurrezione.

Davanti a Pilato i discepoli hanno paura di testimoniarlo, ma ora, davanti al tribunale della storia, testimoniano con coraggio chi è Cristo e che cosa è il mondo. E’ un processo che attraversa tutto il tempo dell’umanità: da una parte il mondo con tutte le sue cattiverie, dall’altra Gesù con la Sua bontà senza limite.

“Si staccò da loro e fu portato in cielo”.

Gesù, terminato il Suo ciclo vitale terreno con la morte in croce, inizia, con la Risurrezione e Ascensione al Cielo, il Suo ciclo vitale eterno nel Santuario celeste.

Gesù non abbandona però i Suoi (“Io sono con voi tutti i giorni“). Incomincia così una nuova presenza di Gesù nella storia. E’ il tempo della forza del Suo Spirito che immette nel cuore dell’uomo il Suo Amore. L’uomo lo accoglie e poi lo ridona ai fratelli. E’ il tempo della conversione e del perdono dei peccati. E’ il tempo della salvezza per costruire un mondo nuovo.

Posted in Chiese, Documenti in cronologia, LUOGHI, Notizie Recenti, PERSONE | Tagged , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

PARROCO BLASI MARIO EVANGELIZZA TEMPO PASQUA domenica quinta vangelo Gv 13. 31 ss

Evangelizzatore parroco Blasi Mario vangelo Gv 13,  31 ss  tempo Pasqua domenica quinta anno C

V DOMENICA DI PASQUA (Gv 13,31-35)

“Ora il Figlio dell’Uomo è stato glorificato e anche Dio è stato glorificato in Lui”.

E’ giunto il momento in cui Gesù manifesta la pienezza del Suo Amore per l’uomo. E’ Amore simile a quello del Padre.

Gesù ha accettato la propria morte e ha messo liberamente la Sua vita nelle mani dei nemici per amore dell’uomo. La Sua morte è la grande prova dell’Amore di Dio.

L’Amore di Dio è tanto grande che dona il Suo Figlio per gli uomini. L’Amore di Gesù si manifesta nel dono della Sua vita.

Con la lavanda dei piedi Gesù dimostra il Suo Amore per l’uomo. Con il boccone dato a Giuda manifesta il Suo totale rispetto per la libertà dell’uomo. Giuda è pronto a consegnare Gesù nelle mani dei Suoi nemici. Gesù non lo denuncia davanti ai suoi compagni, ma lo mette davanti alla sua sceltaGesùgli offre la Sua amicizia dandogli il boccone, non lo forza, non esercita pressione sulla sua libertà.

Gesù dimostra che il Suo Amore è più forte dell’odio mortale dei Suoi nemici. Gesù ha nel cuore un Amore che non giudica, non conosce limite e si estende al nemico mortale. Per chi sta con Gesù non ci sono nemici da denunciare. Gesùesclude ogni violenza, non si impone, né esercita costrizione: è puro Amore che si offre.

Il frutto dell’Amore di Gesù è il dono dello Spirito: Amore senza limite che rende l’uomo pienamente uomoGesù non giudica. Non esiste altro giudizio oltre a quello che l’uomo dà di se stesso“.

“Amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi”.

Gesù non chiede nulla per Sé né per Iddio, ma soltanto per l’uomo. Iddio è inseparabile dall’uomo.

Chi ama l’uomo ama Dio. Chi dice di amare Dio e non ama il fratello è bugiardo. L’amore per gli altri è l’unica prova della presenza dell’Amore di Dio nell’uomo.

Gesù ha amato l’uomo senza limiti. Egli diventa norma dell’agire del cristiano. Egli è il punto di riferimento. E’ la meta. La salvezza consiste nell’essere come Lui. Il comandamento “Amatevi l’un l’altro come io ho amato voi” è rivolto ai Suoi, alla comunità dei credenti in Lui.

Gesù non chiede nulla ai Suoi se non di accogliere il Suo Amore e ridonarlo agli altri” (da J.MateosJ.Camacho).

V DOMENICA DI PASQUA   Gv.13,31-35

 “Amatevi”

     Gesù sta per ritornare al Padre. Egli è pronto per offrire la Sua vita per la salvezza di tutti gli uomini. Egli si preoccupa dei Suoi che devono rimanere nel mondo.

Pietro, che non comprende il significato della Sua partenza, vuol seguire Gesù fino a dare la vita. Gesù gli risponde che dove ora Egli va, non lo può seguire.

Gesù non lascia soli i Suoi, ma dona loro il comandamento nuovo. E’ il modo con cui Gesù assicura loro la Sua presenza: il Suo Spirito di Amore.

I discepoli ricevono un comandamento che, se osservato, manterrà lo Spirito di Gesù vivo tra loro, mentre essi continuano la loro vita in questo mondo.

L’Amore di Gesù, più che un comandamento, è un dono che viene dal Padre per quelli che credono in Lui. “Come il Padre ha amato me, così io ho amato voi”.

Gesù è la sorgente dell’Amore scambievole dei cristiani. Il Suo Amore non è solo affettivo, ma effettivo: dona vita incorruttibile. Il Suo Amore dona una energia vitale, che supera la morte, a tutti quelli che lo accolgono.

Chi vive il comandamento dell’amore diventa luce e fa incontrare gli uomini con Gesù Salvatore. L’Amore di Gesù, accolto nel cuore, diventa una luce che allontana le tenebre del male dalla vita degli uomini.

L’Amore di Gesù non si impone, ma si mostra imitando la persona amata: GESU’.

Gesù, nel comandamento nuovo, non chiede nulla per Sé stesso, né per Iddio Padre, ma per gli uomini : “Amatevi”.

Gesù non accentra nulla a Sé, né accaparra l’uomo. Egli è fonte di Amore: è dono di Sé. Egli dona all’uomo credente la forza di donarsi agli altri per rivelare la Sua bontà.

“Come io vi ho amati”

Il cristiano è scelto per amare come ama Gesù.

Gesù è la meta che bisogna raggiungere. La salvezza dell’uomo consiste nell’essere  come Lui.

Amare significa accogliere l’Amore di Gesù che dà la forza di servirei fratelli tutti senza alcuna distinzione.

Gesù, con il Suo Amore, diventa norma di vita, non a parole, ma nei fatti.

Chi ama come Gesù, giunge alla pienezza della vita.

MAGGIO, MESE MARIANO

“Recitate il Rosario tutti i giorni.

 

Posted in Chiese, Documenti in cronologia, Notizie Recenti, PERSONE | Tagged , , , , , , , , | Leave a comment

BLASI MARIO EVANGELIZZA TEMPO DI PASQUA domenica quarta C vangelo Gv 10, 27ss

Mario Blasi evangelizzatore Giovanni 10, 27  ss

IV DOMENICA DI PASQUA  Gv.10,27-30

“Le mie pecore ascoltano la mia voce ed io le conosco ed esse mi seguono”.

     Chi segue Gesù non va verso la morte, ma alla vita piena: dono che non viene mai meno. Questo dono si fonda sulla comunione tra il Padre e il Figlio.

Gesù Messia è DioEgli solo salva l’uomo. I giudei pensano ad un messia potente, dominatore delle nazioni! Gesù non è un Messia guerriero che distrugge i sovrani iniqui e non spezza con asta di ferro i peccatori, ma dona luce ai ciechi e salva gli umili e abbassa gli occhi dei superbi.

I giudei non ascoltano la voce di un simile Messia Pastore; essi non appartengono al Suo gregge, chiudono il cuore al Suo amore: odono ma non intendono.

Quelli che ascoltano la voce del Messia Pastore sono dalla parte di Dio Amore e Verità. Essi aprono il cuore ad ascoltare la voce di Gesù; sanno chi Egli è e lo seguono.

Il cristiano deve essere un assiduo ascoltatore. L’ascolto vero, però, richiede un atteggiamento affettivo verso la persona che parla.

Gesù conosce quelli che ascoltano e ne ha una conoscenza amorosa.

Quando due persone si amano, si ascoltano volentieri. Il cristiano deve ascoltare con gioia il Signore e deve avvertire nel cuore il Suo Amore. Egli, la domenica, vada sereno ad ascoltare la Parola di Gesù e avverta nel suo cuore la Sua presenza che dona vita gioiosa!

“Io e il Padre siamo una cosa sola”.

Gesù è Dio e agisce per il Padre e nessuno gli può strappare le pecore dalle mani del Padre. Nessuno può sottrarre nulla dalla mano di Dio. Il Padre e il Figlio Gesù hanno una unità di potenza e di azione. Nessuno può sottrarre le pecore dalla mano dell’uno né dell’altro.

Il Figlio conosce il Padre intimamente e da Lui ha ricevuto il potere di dare e possedere la vita. Il Padre e il Figlio sono una cosa sola, “così essi congiungono gli uomini a Sé come una cosa sola: “perché essi siano una cosa sola come noi” (Gv.17,11).

“Questa unità che è comunicata ai credenti è ciò che impedisce a chiunque di sottrarli al Padre o al Figlio”.

Né morte, né vita, né angeli… né alcuna altra creatura potrà mai separarci dall’amore di Dio in Cristo Gesù Signore nostro” (Rm.8, 38-39).

Posted in Chiese, DOCUMENTI, Documenti in cronologia, Notizie Recenti, PERSONE | Tagged , , , , , , , , | Leave a comment

MARIO BLASI PARROCO EVANGELIZZA NEL TEMPO DELLA PASQUA Domenica terza anno C

Tempo della santa Pasqua terza domenica anno B evangelizzatore don Mario Blasi parroco

III DOMENICA DI PASQUA (Gv 21,1-19)

“Disse Simon Pietro: vado a pescare. Gli risposero: anche noi veniamo con te”.

Gesù si manifesta ai discepoli in un giorno della settimana: non è il giorno dopo il Sabato. Si manifesta non al termine del giorno ma al mattino durante il lavoro.

Sono sette i discepoli che decidono di andare a pescare: essi vivono insieme. Il numero sette indica la totalità, cioè tutta la comunità di Gesù aperta ai popoli. Il messaggio di Gesù è per ogni uomo.

E’ Simon Pietro che prende l’iniziativa di andare a pescare e gli altri lo seguono. In quella notte non prendono nulla. “La notte significa l’assenza di Gesù, Luce del mondo”. I discepoli, di notte, non percepiscono la presenza di Gesù e la Suaazione. “Nella notte non si possono realizzare le opere del Padre, vale a dire non possono aprire gli occhi ai ciechi, mostrare agli uomini il progetto di Dio su di loro, progetto che si realizza in Gesù e che Gesù stesso realizza”.

Pietro decide di lavorare di notte, gli altri lo seguono. Il loro lavoro non produce nulla. Essi non sono uniti al Cristo Risorto. “Chi rimane con me ed io con lui, produce molto frutto, perché senza di me non potete far nulla” (Gv.15,5).

Chi è unito al Risorto e ama come Lui porta molto frutto. L’amore di Gesù nel cuore del discepolo è luce e forza. “Gesù è Luce del mondo, la Sua presenza è giorno che consente di lavorare realizzando le opere del Padre. La missione, per portare frutto, deve essere necessariamente unita al Cristo Risorto. Egli è il centro della vita cristiana. Egli è l’origine della missione ed è presente in essa” (Mateos/Barreto).

“Gettate la rete al lato destro della barca e troverete”.

“I discepoli seguono le indicazioni di Gesù e la rete si riempie di pesci. Il sorprendente risultato dell’iniziativa di Gesù fa sì che un discepolo lo riconosca. E’ il discepolo che lo riconosce. E’ il discepolo cui Gesù voleva bene. Questo discepolo riconosce la presenza del Signore nell’abbondanza della pesca”.

La missione è efficace se è presente il Risorto. La Sua presenza permette di lavorare con gioia.

Chi accoglie l’amore di Gesù e lo ridona ai fratelli, porta frutto.

\\

III DOMENICA DI PASQUA   (Gv.21,1-19)

“Figlioli, non avete nulla da mangiare?”

     Per  l’iniziativa di Simon Pietro, sette discepoli di Gesù vanno a pescare. Ritornano alla vecchia vita di pescatori. Il tempo propizio per la pesca è la notte. Pur essendo pescatori esperti, non prendono nulla. Senza Gesùl’attività è nulla.

La notte indica la lontananza dei discepoli da Gesù. La missione senza Gesù è un fallimento. Ogni attività è fruttuosa con la Sua presenza.

Nella Sua vita terrena Gesù diceva: “Senza di me non potete far nulla”.

Chi adempie ad una missione e in modo particolare nella Chiesa, deve sapere che senza l’aiuto di Gesù, tutto è un fallimento. La Sua grazia dà la forza e il coraggio per superare le prove. La Sua Parola accolta e vissuta rende efficace la missione dei discepoli di ogni tempo.

Gesù, all’alba, sta sulla riva, mentre i discepoli sono sul mare. La luce è simbolo della vita; è giunto il momento della salvezza. Gesù dona ai Suoi discepoli il premio dei loro sforzi.

Gesù li chiama “Figlioli”. E’ una parola profondamente umana. Gesùli smuove dal loro fallimento e dà loro un ordine:

“Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete”.

I discepoli obbediscono alla parola di Gesù. La pesca è straordinaria. La rete si riempie di centocinquantatre grossi pesci e non si rompe.

La rete rappresenta la Chiesa. “La missione non rompe l’unità della comunità anche se questa ingrandirà a dismisura. A condizione però che la missione avvenga unicamente sulla Parola del Signore. Altre parole dividono.

Se un missionario annunciasse un suo personale vangelo, la rete si romperebbe!” (B.Maggioni).

Dopo la pesca Gesù invita i Suoi discepoli a mangiare e tutti lo riconoscono Signore. “Riconoscono il Risorto quando ripete il gesto più simbolico di tutta la Sua vita terrenail servizio a mensa. Gesù distribuisce il pane e i pesci, un silenzioso memoriale della moltiplicazione dei pani e della cena.

Il Risorto si fa riconoscere  nel gesto della dedizione che è stata la verità del  Suo intero cammino.

La nota della dedizione appartiene al Gesù terreno e al Signore Risorto. E’ l’identità che lo accompagna in ogni Sua condizione di vita” (B.Maggioni).

Posted in Chiese, DOCUMENTI, Documenti in cronologia, LUOGHI, Notizie Recenti, PERSONE | Tagged , , , , , , , , , , , | Leave a comment

VOCABOLARIO lettere T, U, V, Z, DIALETTO DI TIPO FERMANO A BELMONTE PICENO studiato da Albino VESPRINI 2018

Vernacolo lettere , U, V, Z dialetto a Belmonte Piceno

T

Taccagnu = taccagno, avaro, gretto, che è sempre restio a spendere

Tacchia = scheggia di legno
Tacchitti pilusi = minestra fatta con pasta sfoglia di sola farina poi tagliata a quadrettini

Tacchitti = minestra fatta con pasta sfoglia di sola farina e uova poi tagliata a quadrettini

Tacchittu = tacchetto, tacco piccolo, alto ed esile

Taccu = tacco, rialzo di cuoio o altro posto nelle calzature sotto il tallone

Tacé = tacere, non parlare, non dire nulla, non riferire, non far rumore, stare quieto

Tacità = da citare, mettere a silenzio, mettere a tacere; oppure pagare, soddisfare

Tacitasse = tacitarsi, zittirsi, calmarsi

Tacitatu = tacitato, messo al silenzio, fatto tacere; oppure pagato, soddisfatto

Tacitu = tacito, che tace, silenzioso, quieto

Taciturnu = taciturno, silenzioso, che abitualmente parla poco

Taciutu = taciuto, non detto, non riferito

Tafà = tafano (insetto simile alla mosca ma un po’ più grande)

Tafanaru = tafanario, deretano, sedere

Taja =  taglia (ricompensa a chi riesce a catturare un bandito o un animale pericoloso)

Tajà = tagliare, separare, dividere, recidere, ridurre

Tajafié = tagliafieno (arnese con grossa lama triangolare per tagliare il fieno sul pagliaio)

Tajafocu = tagliafuoco, tagli a fiamma (accorgimento usato per interrompere il propagarsi del fuoco)

Tajalegne = taglialegna

Tajarì = tagliere (asse di legno duro usato in cucina per affettare o triturare cibi o ingredienti)

Tajasse = tagliarsi, ferirsi con una lama

Tajatelle = tagliatelle (pasta all’uovo tagliata a strisce che normalmente si mangia asciutta)

Tajatu = tagliato, ferito con una lama

Tajende = tagliente (oggetto dal taglio sottile, ben affilato; oppure pungente, mordace

Tajiata = costata di manzo cotta ai ferri o in padella servita in fette sottili cosparsa di olio d’oliva crudo

Tajola = tagliola (dispositivo per catturare selvaggina), inganno

Taju = taglio, ferita; oppure forma, stile, formato

Tajulì = tagliatelli (sottili striscioline di pasta sfoglia per fare minestre)
Talendu = talento, ingegno, capacità

Talianu = italiano

Talluncì = talloncino (cedola staccata da una scheda che serve da ricevuta)

Tamandu = uomo tanto grande

Tamariciu = tamarice o tamarisco

Tanbonà = tamponare, mettere in fretta un rimedio ad uno sbaglio improvviso; oppure urtare un veicolo che precede

Tanbonasse = tamponarsi, chiudersi una ferita con un tampone; oppure urtarsi con un veicolo che precede

Tanbonatu = tamponato, chiuso con un tampone, trovato il rimedio; oppure un urtato da dietro

Tanburlà = alambicco per distillare vino

Tanburu = tamburo (strumento musicale a percussione)

Tandaloccu = minchione, stupido

Tando = tanto

Tandoché = tanto che

Tandu = tanto

Tanfu = tanfo, puzzo, cattivo odore di chiuso

Tanganellata = bastonata

Tanganellu = bastone nodoso

Tangu = tango (danza popolare)

Tapinu =  tapino, misero, infelice, tribolato

Tappetu = tap peto (spesso tessuto di lana o di lino o di fibra)

Tappezzà = tappezzare, coprire o rivestire con stoffa o carta

Tappezzatu = tappezzato, ricoperto, rivestito

Tappittu = tappetto, piccolo tappo; oppure persona di bassa statura

Tappu = tappo (accessorio di legno o di sughero o di vetro o altro per chiudere un contenitore); persona di bassa statura

Tarà = tarare, sottoporre a taratura, mettere a punto o regolare un apparecchio, riscontrare

Tarabbottulu = persona bassa e tarchiata

Tarandala = tarantola (ragno dal morso velenoso)

Tarandella = tarantella (vivace danza popolare delle regioni meridionali)

Taratu  = tarato,  sottoposto a taratura, regolato;oppure persona ammalata, anormale per un male ereditario

Tarchiatu = tarchiato, robusto, persona dalla corporatura robusta e in massiccia

Tarcì = Tarcisio

Tardà = tardare, fare tardi, rallentare

Tardacì = che è solito tardare

Tardaloccu = tardo, stupido, sciocco

Tardivu = tardivo, che è lento a nascere o fiorire o maturare; oppure chi giunge troppo tardi

Tardu = tardo, pigro, non sollecito

Tarduà = stupido, cretino

Targà = targare, apporre la targa

Targatu = targato, che porta la targa

Tarina = zuppiera

Tarlà = tarlare, essere roso dai tarli

Tarlasse = tarlarsi, guastarsi, corrodersi per colpa dei tarli, bucherellarsi

Tarlatu = tarlato, corroso dai tarli, bucherellato; oppure decrepito; oppure corrotto

Tarlu = tarlo (insetto le cui larve rodono il legno scavando gallerie); oppure persona spiccatamente avara

Tarmende = talmente

Tarpa = talpa

Tarpanu = tarpano, rozzo, zotico, villano; oppure persona molto avara

Tartajà = parlare ripetendo più volte lettere o sillabe

Tartassà = tartassare, vessare, angariare, maltrattare, strapazzare, conciare male

Tartassatu = tartassato, vessato, angariato, maltrattato, strapazzato, conciato male

Tartoro = tartaro, incrostazioni, sporcizia

Tartufaja = terreno coltivato a tartufi

Tartufu = tartufo (fungo sotterraneo); oppure bigotto, ipocrita

Tartufulu = tartufo

Tascapà = tascapane: borsa a tracolla per portare cibi

Taschi’ = taschino

Tassà = tassare, sottoporre a tassa o imposta

Tassagnolu = tordo sassello

Tassarsi = tassarsi, accordarsi su ciò che ciascuno deve pagare per concorrere volontariamente ad una spesa

Tassativu = tassativo, che stabilisce in modo preciso e indilazionabile, disposizione vincolante e non modificabile

Tassatu = passato, assoggettato a tassa o imposta

Tassellà = tassellare, ornare, riparare o turare con tasselli

Tassellatu = tassellato, ornato con tasselli

Tassellu = tassello (pezzetto di legno o pietra a forma di dado o cuneo o prisma che si applica ad un muro ad un mobile)

Tassu = tasso (onnivoro che vive nei boschi); oppure misura percentuale dell’interesse

Tastà = tastare, toccare ripetutamente con leggerezza, palpare, palpeggiare, saggiare, scandagliare, toccare al buio

Tastata = il tastare una volta sola e brevemente

Tastatu = tacitato, toccato ripetutamente con leggerezza, palpato, palpeggiato, saggiato, scandagliato

Tastu  = tasto, leva di strumenti a tastiera, bottone della tastiera della macchina da scrivere o del computer

Tatà = bimbetto (nel linguaggio infantile)

Tatana = bimbetta

Tatanellu = ingenuo

Tatànu = tato, fratello maggiore, chi ha cura di un bambino e gli dedica molte attenzioni

Tatatà = si dice di persona che parla in fretta ed in modo monotono e continuo

Tattu = tatto, accortezza, riguardo, delicatezza, garbo

Tauccu = stupido, cretino

Tavacco = tabacco, prodotto da fumo o da masticazione

Tavacco’ = tabaccone, chi annusa spesso il tabacco; oppure persona sudicia o poco curata

Tavala = tavola

Tavarro’ = zoticone, rozzo

Tavarru = lungo mantello col colletto

Tavella = tabella, prospetto, specchietto con iscrizioni

Tavello’ = tabellone, cartellone

Tavernaculu = tabernacolo, edicola

Tavolacciu = tavolaccio, giaciglio per i detenuti nelle prigioni

Tavolo’ = grossa tavola da costruzione

Tavulì = tavolino, tavola da cucina

Tazzì = tazzino, piccola tazza tonda e bassa con uno o due manici

Téca = baccello (della fava o del pisello)

Tecamarina = carruba

Tecca = macchia, sporco

Teccà = macchiare, sporcare o imbrattare con macchie

Teccasse = macchiarsi, sporcarsi o imbrattarsi con macchie

Teccatu = macchiato, sporcato, difettato

Tecnicu = tecnico, che è relativo ad un’arte, che ha una pratica specifica, lavoratore che conosce pratica e teoria

Tedescacciu = tedescaccio

Tedescu = tedesco (nato o abitante in Germania)

Tegamì = tegamino, tegame piccolo e basso di sponda usato per cuocere le uova

Tegghia = tegame senza manico rotondo o rettangolare per cuocere in forno o per impastare e fare lievitare il pane

Tegne = tingere, far diventare qualcosa di colore diverso dall’originale, colorare, sporcare, macchiare, insudiciare

Tegnese = tingersi, colorarsi, sporcarsi, macchiarsi, insudiciarsi

Tela = andarsene (far tela ), scappare velocemente

Telà = telaio

Telarittu = telaietto

Telaru = telaio

Telefonà = telefonare, parlare a mezzo del telefono, comunicare in in segreto una notizia

Telefonasse = telefonarsi, parlarsi a mezzo del telefono

Telefunu = telefono, apparecchio per comunicare a distanza

Telegrufu = telegrafo, apparecchio elettrico per trasmettere a distanza messaggi scritti o codificati secondo il codice Morse

Televisio’ = televisione

Telo’ = telone, grosso telo impermeabile per coprire; oppure il sipario teatrale a innalzamento verticale

Telu = telo, pezzo di tela o altro tessuto

Temé = temere, avere paura, riverire

Temerariu = temerario, sfacciato, tracotante; oppure sconsiderato, imprudente, troppo audace

Tenaja = tenaglia (strumento fatto di due leve incrociate e imperniate)

Tenbèra = abbondante pioggia che penetra a sufficienza nel terreno

Tenberà = temperare, addolcire, mitigare; aguzzare, fare la punta, affilare; oppure bagnare abbondantemente

Tenberamendu = temperamento, indole, natura, carattere

Tenberasse = temperarsi, addolcirsi, moderarsi, mitigarsi, frenarsi, bagnarsi abbondantemente

Tenberatu = temperato, moderato, non eccessivo, prudente, sobrio; oppure appuntito; bagnarsi abbondantemente

Tenbesta = tempesta

Tenbestà = tempestare, bersagliare, aggredire

Tenbestatu = tempestato, bersagliato, aggredito

Tenbestivu = tempestivo, che giunge al momento opportuno

Tenbia = tempia

Tenbiu = tempio, chiesa, basilica, santuario, luogo sacro

Tenborale = temporale

Tenboraneu = temporaneo, che dura poco nel tempo, provvisorio, momentaneo

Tenboreggià = temporeggiare, perdere tempo, aspettare il momento opportuno, non affrontare, rimandare, differire

Tenbrà = temprare, dare la forma, formare culturalmente, irrobustire

Tenbrasse = temperarsi, fortificarsi nello spirito nel fisico

Tenbratu = temperato, che ha ricevuto la forma, formato culturalmente, irrobustito, fortificato nello spirito nel fisico

Tenbu = tempo; oppure ripartizione di una gara o di una rappresentazione teatrale o cinematografica

Tendà = tentare, allettare, cercare di corrompere, istigare al male, invogliare

Tenda = tinta, colore

Tendaculu = tentacolo (appendice mobile di un animale utilizzata per il movimento o per afferrare prede)

Tendativu = tentativo, prova, esperimento

Tendatu = tentato, allettato, tratto, invogliato

Tendazio’ = tentazione, voglia, desiderio

Tende = tendere, distendere, dispiegare, allungare, indirizzarsi, dirigersi, avvicinarsi

Tendennà = tentennare, dondolare, traballare, essere incerti, temporeggiare

Tené = tenere, trattenere, occupare, organizzare

Tenende = tenente

Tenesse = tenersi, trattenersi, sostenersi l’un l’altro

Tenevre = tenebre

Tenfia = tempia (regione della faccia corrispondente all’osso temporale)

Tennerà = tenerume vicino all’osso

Tenno’ = tendone

Tennuru = tenero, poco compatto, tolte, di animo dolce

Tensio’ = tensione, stato di eccitazione nervosa

Teppa = delinquente, uno che fa parte di gentaglia

Tepudu = tiepido, non molto caldo, poco caloroso, debole, fiacco

Teputu = tiepido non molto caldo, che dimostra poco interesse o calore o slancio nei sentimenti o nelle azioni

Terè = Teresa

Termene = termine, confine

Terminà = terminare, finire, completare, portare a termine; oppure porre confini o termini sul terreno

Terminatu = terminato, completato, ultimato, finito, portato a termine; oppure terreno su cui sono stati posti i confini

Termomutru = termometro (apparecchio per misurare la temperatura corporea)

Termosifo’ = termosifone (sistema e impianto di riscaldamento mediante circolazione di acqua calda o vapore)

Ternit = eternit

Ternu = terno (nel lotto estrazione dei tre numeri sulla stessa ruota)

Terra terra = stato di miseria

Terrapienu = terrapieno, riparo, difesa, ammasso di terra addossato ad opere di arginatura

Terrazzà = terrazzano, compaesano, chi abita dentro le mura di un paese

Terremotu = terremoto (scorso vibrazione rapida ed improvvisa della crosta terrestre)

Terrenu = terreno, appezzamento di terra coltivata; oppure terrestre, mondano, profano

Terricciu = terriccio, strato superficiale di terreno sciolto

Terro’ = terrone (epiteto dato ai meridionali)

Terzu = terzo

Teschiu = teschio, cranio dei cadaveri

Tesoru = tesoro, gran quantità di denaro oggetti preziosi; oppure persona molto amata

Tessara = tessera

Tesse = tessere, ordire, intrecciare

Testamendu = testamento (atto revocabile con cui si dispone di tutto o parte del proprio patrimonio per dopo la morte)

Testardu = testardo, cocciuto, fissato, chi si rifiuta di ascoltare il parere di altri

Testo’ = testone, zucconi, testardo, ostinato

Testu = testo, teglia; pure scritto o documento o libro culturalmente fondamentale

Tesu = teso, tirato, proteso, steso, che è in tensione; oppure mirato, diretto

Teta = Teresa

Tete = Teresa

Tetru = tetro, scuro, fosco, cupo, che è senza luce; oppure malinconico, triste

Tette = mammelle, poppe

Ticchiatu = ticchiolato, macchiato, bucato dal ticchio

Ticchiolà = ticchiolare, macchiettare, picchiettare

Ticchiolatu = ticchiolato, macchiato, picchiettato, bucato dal ticchio

Ticchiu = ticchio (verme dei cereali); oppure tic nervoso; oppure capriccio, voglia strana

Tifo = tifo (gruppo di malattie infettive); oppure fanatismo sportivo

Tifusu = tifoso, chi è affetto dal tifo; oppure ammiratore o sostenitore entusiastico, fan, fanatico

Tigama = tegame (recipiente da cucina tondo e basso)

Tigamata = colpo dato con un tegame; oppure quantità che può essere contenuta in un tegame

Tigamella = piccolo tegame

Tigamittu = tegamino (normalmente per cuocere uova)

Tigamu = tegame, recipiente da cucina in terracotta o metallo tondo e basso e con manico lungo

Tigna = tigna (fungo), oppure cocciutaggine, puntiglio, ostinazione

Tignà = tignare, ostinarsi, intestardirsi, impuntarsi, insistere nel dire o fare una cosa

Tignasse = ostinarsi, intestardirsi, impuntarsi, insistere nel fare o dire una cosa

Tignatu = tignato, ostinato, intestardito, impuntato

Tignusu = tignoso, cocciuto, ostinato, puntiglioso

Tiju = tiglio

Tilde = Clotilde

Tillina = tellina (mollusco con conchiglia rosea e carne pregiata)

Timidu = timido, impacciato, esitante, incerto, chi si spaventa o scoraggia facilmente

Timo’ = timone, guida, direzione

Timoratu = timorato, scrupoloso, onesto

Timurusu = timoroso, trepido, irresoluto, pusillanime, chi è pieno di timori o paure

Timutu = temuto, persona o evento di cui si ha paura, riverito

Tinballu = timballo (antico strumento a percussione); vivanda di vari ingredienti racchiusa in pasta sfoglia

Tinbanu = timpano, strumento a percussione, tamburo;oppure membrana che chiude il condotto uditivo esterno

Tinbirì = temperino (coltello a serramanico con una o più lame lunghe meno di cm.8)

Tinbratu = timbrato, che riporta il segno del timbro, annullato

Tinbru = timbro (strumento per imprimere bolli o scritte), annullo; oppure tono della voce

Tindarella = tintarella, abbronzatura

Tindeggià = tinteggiare, colorire con la tinta

Tindeggiatu = tinteggiato, colorato con la tinta

Tindillà = infastidire, molestare, disturbare, irritare

Tindillatu = infastidito, molestato, disturbato, irritato

Tindillì = fastidioso, molesto, irritante, seccante

Tindu = tinto, colorato; oppure sporco, imbrattato, macchiato

Tindura = operazione del tingere; colorazione

Tinellu = tinello

Tinu = tino (grossa ed alta vasca cilindrica di legno per pigiare le uve e far fermentare il mosto)

Tinuta = l’insieme dei possedimenti; capacità dei contenitori

Tinutu = tenuto, trattenuto

Tiollucu = saccente, chi presume di sapere  ma che in realtà non sa, chi si dà delle arie, vanitoso

Tipacciu = tipaccio, cattivo soggetto, individuo losco

Tipicu = tipico, caratteristico, esemplare, emblematico

Tipografu = tipografo

Tipu = tipo, modello, esemplare, campione

Tirà = tirare, cercare di portare verso di sé, attrarre, tirare, ricavare, ottenere, trarre

Tiraellenda = tergiversazione, incertezza tra il sì e il no tra il fare e il non fare

Tiraemmolla = tergiversazione, incertezza tra il sì e il no tra il fare e il non fare

Tiraggiu = tiraggio, circolazione dell’aria nel camino, fuoruscita del fumo da una canna fumaria

Tirande = tirante (striscia o sbarra che serve a tenere unite due o più parti di oggetti)

Tirannu = tiranno, despota, padrone assoluto

Tirasse = tirarsi, attrarsi

Tirassegnu = tirassegno (luogo attrezzato per l’addestramento al tiro con le armi da fuoco)

Tirata = nell’espressione “tutta ‘na tirata” = tutto d’un fiato, senza fermarsi mai

Tira-tira = inclinazione amorosa, attrattiva sentimentale

Tiratora = maniglia

Tiratu = tirato, stesso, dilungato, disteso; oppure azzimato, elegante; oppure avaro, gretto, spilorcio, taccagno

Tiravasci = tirabaci (ricciolo piatto che ricade in fronte o su una gota)

Tiravrascia = tirabrace (ferro ricurvo per levare la brace dal forno)

Tiravuscio’ = cavatappi

Tirchiu = tirchio, avaro, gretto, spilorcio, taccagno

Tirella = striscia di cuoio che collegava il pettorale dei cavalli alla stanga della carrozza

Tirilalla = esclamazione che esprime gioia

Tiritera = cantilena, discorso lungo e noioso

Tiritoppete = esclamazione che imita la caduta

Tirizie = itterizie

Tirriccio = terriccio (terra ricca di sostanze vegetali decomposte usata per piante coltivate in vaso, aiuole, serre)

Tirrinucciu = piccolo terreno, piccolo podere

Tirritoriu = territorio, estensione definita di terreno, regione, paese

Tirrusu = terroso, che contiene terra

Tiru = tiro, nelle espressioni “essere a tiru”, “a un tiru di schioppu”, “tiru a piattellu”

Tiruciniu = tirocinio, apprendistato, addestramento pratico

Tirzì = Terzilio

Tirzinu = terzino (nel calcio difensore laterale)

Tisciucu = tisico, chi è malato di tisi, macilento, fiacco

Tisìa = etisia, tisi, tuercolosi

Tissiri’ = tesserino (cartoncino a volte con la fotografia e generalità del possessore usato per il riconoscimento o attribuzione di particolari diritti)

Tissutu = pezzo di stoffa; oppure tessuto, ordito, intrecciato

Tistimognà = testimoniare, provare, attestare, fare dichiarazioni pro o contro l’imputato in un giudizio

Tistimoniu = testimone, persona che è a diretta conoscenza di un fatto, chi attesta o fornisce prove in tribunale

Tisu = teso, tirato, proteso, che è in tensione

Tittu = tetto, copertura spiovente di un edificio; oppure il limite massimo

Titubà = titubare, vacillare, non essere deciso, esitare, dubitare, tentennare

Titulu = titolo, nome, qualificazione; oppure diritto acquisito per meriti

Tiziu = Tizio, persona indeterminata che non si può o non si vuole nominare, persona di poca importanza

Tizzo’ = tizzone, grosso pezzo di legno che in punta sta bruciando

Tizzu = tizio, pezzo di legno o carbone che sta bruciando

To’ = tieni

Toccà = toccare, prendere o sfiorare con la mano, raggiungere; oppure spingere, sollecitare

Toccaferru = toccaferro (gioco fanciullesco); oppure il toccare ferro per scaramanzia

Toccasse = toccarsi, sfiorarsi, urtarsi; pure accennare a toccarsi propri genitali come gesto scaramantico

Toccata = il toccare leggermente ed in modo rapido

Toccatella = piccolo colpo apoplettico non mortale

Toccatu = toccato, trattato, affrontato; oppure persona stravagante, mattoide, scombinata

Toccu = tocco, pezzo più o meno grande di una cosa; oppure ragazza alta bella e prosperosa; oppure individuo stravagante

Todescu = tedesco; oppure persona burbera o severa o aspra o arcigna

Tòfa = zolla, grosso pezzo di terra compatta sollevata dall’aratro; oppure grosso pezzo di pane

Tòfe = zolle di terra

Togu = togo, bello, piacevole, simpatico, magnifico, eccellente, di gala, di lusso

Toje = togliere, rimuovere, spostare, sottrarre, detrarre

Tojese = togliersi, levarsi di dosso

Toletta = toilette, acconciatura, trucco

Tolla = grossa sbornia; oppure grossa botta

Tollerà = tollerare, sopportare, consentire, ammettere

Tolleratu = tollerato, sopportato, consentito, ammesso

Toltu = tolto, rimosso, spostato, sottratto, detratto

Tomà = Tomasso

Tomajificiu = tomaificio (fabbrica ove si tagliano e cuciono tomaie)

Tomatuciu = bottone metallico che si incastra a pressione

Tonande = tuonante, che risuona; oppure mortaretto di gran fragore

Tonboletta = gioco della tombola

Tondolo’ = tontolone, persona che dimostra grande ingenuità o stupidità

Tondolomeu = persona che dimostra grande ingenuità o stupidità

Tonfu = tonfo, rumore che si fa cadendo specialmente in acqua, suono sordo; oppure sconfitta

Toni = Antonio

Tonnaca = tonaca

Tonneco’ = epiteto spregiativo rivolto al prete

Tonu = tono, modo di parlare, grado di intensità di un suono, grado di luminosità di un colore

Topa = femmina del topo; vulva

Topacchiu = colombella

Topajia = topaia (stanza o casa vecchia e sporca)

Topellu = tiepido; oppure quasi ubriaco, alticcio

Toppà = toppare, fallire, sbagliare, andare a cozzare contro qualcosa

Toppa = zolla di terra; oppure il rimedio o riparo provvisorio; oppure grossa sbornia

Toppata = grosso errore, svista madornale; ovvero l’azione del tirare una grossa zolla di terra

Toppatu = toppato, chiazzato, macchiato

Toppetta = piccola pezzatura; oppure epiteto dato a chi beve vino in modo esagerato

Toppu = toppo, nodo nella stoppa; oppure rigonfiamento, bernoccolo, gonfiore

Topu = topo, talpa

Torbu = torbo, persona che agisce sempre furtivamente; oppure taciturno, maligno

Torce = torcere, curvare, piegare con forza, strizzare

Torcese = torcersi, curvarsi, piegarsi, contorcersi

Torchià = torchiare, spremere, comprimere; oppure costringere una persona a rispondere ad una serie di domande

Torchiatu = torchiato, spremuto

Torchiu = torchio (strumento che serve per comprimere o spremere qualcosa gradatamente)

Torda  = tordella (uccello poco più grande di un tordo); oppure grossa sbornia, grossa bastonata

Tordà = malmenare, bastonare

Tordatu = malmenato, bastonato

Torellu = torello

Tormenda = tormenta (bufera turbinosa di neve)

Tormendà = tormentare, mettere alla tortura, martoriare, torturare, affliggere, perseguitare

Tormendasse = tormentarsi, affliggersi, darsi pena

Tormendatu = tormentato, messo alla tortura, martoriato, torturato, afflitto, perseguitato

Tormendu = tormento, sofferenza, cruccio insistente, strazio, molestia, seccatura

Tornà = tornare, andare o venire nuovamente, ricomparire, ripresentarsi

Tornacundu = tornaconto, utile, guadagno, vantaggio personale

Tornande = tornante (curva strettissima di strada di montagna)

Tornatu = tornato, andato venuto nuovamente, ricomparso, ripresentato

Tornellu = tornello (cancelletto girevole a crociera che consente il passaggio ad una sola persona o animale alla volta)

Torneu = torneo, spettacolo d’armi, serie di gare sportive

Torracciu = torrione antico isolato e in rovina

Torrende = torrente

Torro’ = torrione, grossa torre merlata sulle mura perimetrali di un castello; oppure torrone (dolce natalizio)

Torseco’ = fusto di pianta tagliata e poco sporgente da terra; oppure ciò che rimane di un frutto dopo levata la polpa

Tortara = tortora

Tortellinu = tortellino (piccolo quadrato di pasta all’uovo con ripieno poi ripiegato e attorcigliato su sé stesso)

Torto’ = tortore, randello, grosso bastone

Tortorata = colpo dato con un tornitore, con randello o manganello, grossa bastonata

Tortorellu = bastone pieno di nocchi

Tortu = torto, contorto, strizzato; oppure il non aver ragione

Toru = toro (bue allevato per la monta); persona che ha struttura fisica potente e robusta, individuo potente sessualmente

Torvedà = turbidare, intorbidare, far perdere la chiarezza

Torvedasse = torbidarsi, intorbidarsi

Torvedatu = torbidato, intorbidato, che ha perso la chiarezza

Tosà = tosare, tagliare la lana; oppure potare, spuntare, pareggiare siepi; oppure spogliata del denaro con forti tasse

Tosatu = tosato, spuntato, pareggiato, rasato

Toscanellu = toscanello (classico mezzo sigaro toscano)

Toscanu = toscano ( sigaro di tabacco forte)

Tosce = tossire, avere un attacco di tosse; oppure tosse (profonda ispirazione cui segue una rumorosa espirazione)

Tosce cunvurza = pertosse, tosse asinina

Tosorà = tosare, togliere la lana

Tosoratu = tosato, privato della lana, rasato, decimato, spuntato

Tostà = tostare, abbrustolire, torrefare

Tostatu = tostato, abbrustolito, torrefatto

Tostu = posto, robusto, vigoroso, deciso;oppure convincente, valido

Toto’ = pannocchia del granoturco

Totorellu = ciò che rimane delle pannocchie spogliate e prive di semi

Totto’ = nel linguaggio infantile “fare totto’” è come dire sculacciare, picchiare, bastonare

Toturu = scavo quadrato con buca centrale e sui quattro angoli per giocare con le bocce

Tovajolu = tovagliolo, salvietta (piccolo telo quadrato dello stesso materiale colore della tovaglia per pulirsi la bocca)

Tozzu = pezzo di pane indurito; oppure persona troppo grossa rispetto all’altezza

Traballà = traballare, barcollare, vacillare, tentennare, oscillare

Trabicculu = trabiccolo, veicolo vecchio e malandato; pure aggeggio malfunzionante o poco sicuro o pericoloso

Traboccà = traboccare (il riversarsi di un liquido che esce da un recipiente troppo pieno)

Tracannà = tracannare, bere avidamente tutto d’un fiato

Tracca = controllo, agguato, imboscata, insidia, tranello

Traccagnottu = tarchiato, persona bassa e robusta

Tracchegghià = traccheggiare, temporeggiare, indugiare, tergiversare

Traccià = tracciare, lasciare un segno o un’impronta, segnare, indicare, abbozzare; oppure vivere a stento

Tracciatu = tracciato, segnato, indicato, delineato, abbozzato

Tracimà = tracimare, traboccare

Tracolla = capace borsa portata trasversalmente a spalla con una staffa

Tracollà = tracollare, perdere l’equilibrio, precipitare, andare in rovina, tramontare

Tracollatu = tra cullato, precipitato, andato in rovina, tramontato

Tracollu = tracollo, caduta, crollo, tramonto

Tradì = tradire, ingannare, deludere, mancare, venir meno

Tradimendu = tradimento, violazione di un dovere o di un impegno

Tradisse = tradirsi, manifestare involontariamente pensieri o idee o sentimenti

Tradito’ = traditore

Traditu = tradito, ingannato, deluso

Tradizzio’ = tradizione, usanza o regola tramandata da generazione in generazione, consuetudine

Traduzzio’ = traduzione, interpretazione, versione scolastica, trasposizione di un testo da una lingua ad un’altra

Trae = trarre, tirare, trascinare, portare, condurre, prendere, ottenere

Trafattu = strafatto, troppo maturo

Trafelà = trafelare, ansimare, affannare

Trafelasse = raffinarsi, affannarsi, accasciarsi per eccessiva stanchezza o fatica

Trafelatu = trafelato, affannato, ansimante e stanco

Trafficà = trafficare, commerciare, esercitare traffici illeciti, trattare, maneggiare

Traffichì = traffichino, faccendiere, chi si dà da fare anche con imbrogli per ottenere incarichi o lavori o appoggi

Trafficu = traffico, commercio; oppure movimento di persone o veicoli

Trafigge = trafiggere, traforare, passare da parte a parte, pungere, ferire

Trafila = sequenza di atti o di operazioni da seguire per raggiungere uno scopo

Trafittu = trafitto, traforato, passato da parte a parte, ferito

Traforà = traforare, passare da parte a parte, trafiggere

Traforatu = traforato, passato da parte a parte, trafitto

Traforu = traforo, galleria scavata attraverso una montagna

Trafugà = trafugare, portare via furtivamente

Trafugatu = trafugato, portato via furtivamente

Trafugu = trafugamento, sottrazione furtiva, di nascosto

Traghettà = traghettare, portare da una sponda all’altra persone o cose, trasbordare, passare in barca, condurre guidando

Traghettatu = traghettato, trasportato da una sponda all’altra, trasbordato, condotto guidando

Traghettu = traghetto, mezzo con cui si traghettano persone o cose

Tragicu = tragico, doloroso, luttuoso, cruento, mortale; oppure persona che esagera sempre la gravità di una situazione

Tragittu = trafitto, cammino, percorso, itinerario

Traguardu = traguardo, punto di arrivo, obiettivo

Traì = attrezzo agricolo per spianare le zolle dopo l’aratura

Traindiso = sentito in modo vago e impreciso

Traittu = travetto, travicello

Tralassà = tralasciare, sospendere, interrompere, trascurare

Tralicciu = traliccio (alto sostegno metallico per fili di alta tensione)

Traluce = tralucere, far passare la luce, trasparire

Trama = macchinazione, inganno

Tramà = tramare, tessere, ordire, macchinare, complottare

Tramaju = tra maglio (grossa e lunga rete da pesca)

Tramenzo = tramezzo, divisorio

Tramenzu = tramezzo, divisorio, sottile parete di un muro divisorio

Tramondà = tramontare, sparire sotto la linea dell’orizzonte, spegnersi

Tramondana = tramontana (vento freddo da Ovest)

Tramondatu = tramontato, decaduto, finito, cessato, spento; oppure superato, non più di moda

Tramondu = tramonto, declino, decadenza, fine della vita

Tramurtì = tramortire, perdere o far perdere i sensi e le forze, impallidire per lo sgomento, stordire

Tramurtitu = tramortito, stordito

Tramutà = tramontare, mutare, cambiare, trasformare, trasportare, trasferire, alterare, modificare

Tramutasse = tramutarsi, mutarsi, trasformarsi, cambiarsi, trasferirsi, trasfigurarsi, alterarsi, modificarsi

Tramutatu = tramontato, trasferito, trasformato, trasfigurato, alterato, modificato

Tranbustu = trambusto, tumulto, disordine di folla

Tranellu = tranello, trucco, inganno, difficoltà dissimulata che induce all’errore

Trangià = tranciare, tagliare in modo netto e deciso; oppure esprimere giudizi categorici

Trangiasse = tranciarsi, tagliarsi in modo netto

Trangiatu = tranciato, reciso, staccato, tagliato in modo netto e deciso

Tranguillità = tranquillità, serenità

Tranguillu = tranquillo, quieto, sereno, paziente

Tranpulu = trampolo (ciascuno dei due lunghi bastoni che consentono di camminare stando ad una certa altezza)

Transitu = transito, movimento, passaggio di veicoli o persone o merci

Trapalà = smuovere con la pala, mescolare con la pala

Trapanà = trapanare, perforare, forare con il trapano; oppure tormentare, affliggere

Trapanatu = trapanato, perforato, forato con il trapano; oppure tormentato, afflitto

Trapassà = trapassare, trafiggere, passare da una parte all’altra, andare oltre, superare; oppure morire

Trapassatu = trapassato, marcito, guasto, troppo maturo; oppure morto, defunto

Trapelà = trapelare, filtrare, uscire da piccole fessure, rivelare di nascosto e a stento, palesare

Trapelatu = trapelato, filtrato, palesato, rivelato di nascosto e a stento

Trapiandà = trapiantare, svasare, trasferire, trasportare

Trapiandasse = trpiantarsi, trasferirsi, andare a vivere o ad abitare in altro luogo

Trapiandatu = trapiantato, svasato, trasferito, trasportato; oppure che è andato a vivere o ad abitare in altro luogo

Trapiandu =  trapianto, trasferimento da un luogo ad un altro; oppure impianto di un organo umano da un corpo ad un altro

Trappala = trappola, ogni congegno fabbricato per la cattura di animali, insidia, tranello; oppure ciarla, diceria, pettegolezzo

Trappolo’ = trappolone, truffatore, imbroglione

Trapundà = raccontare, ricamare

Trapundatu = trapuntato, ricamato

Trapundu = trapunto, ricamo

Trapunu = trapano (utensile per fare fori)

Trasalì = trasalire, sussultare, scuotersi per una forte emozione

Trasalitu = trasalito, scosso per una forte e improvvisa emozione

Trasandatu = trasandato, tralasciato; oppure sciatto, chi ha poca cura di sé

Trasbordà = trasbordare, trasferire persone o cose da un mezzo di trasporto ad un altro

Trasbordatu = trasbordato, trasferito da un mezzo di trasporto ad un altro

Trasbordu = trasbordo, trasferimento di persone o cose da un mezzo di trasporto ad un altro

Trascì = trainello dell’aratro

Trascinà = trascinare, tirare facendo strisciare per terra, attirare con lusinghe

Trascinasse = trascinarsi, strisciare per terra, prolungarsi, dilungarsi

Trascinatu = trascinato, attirato con lusinghe, prolungato, dilungato, procrastinato

Trascorre = trascorrere, passare

Trascurà = trascurare, trattare con negligenza, omettere, tralasciare

Trascurasse = trascurarsi, avere poca cura della propria salute o del proprio comportamento

Trascuratu = trascurato, poco curato, poco premuroso o sollecito; oppure poco considerato o poco o aiutato

Trascursu = trascorso, passato

Trasfirì = trasferire, far cambiare luogo o sede, trasmettere, cedere

Trasfirimendu = trasferimento, spostamento da un luogo ad un altro

Trasfirisse = trasferirsi, cambiare luogo o sede, mutare la dimora o il domicilio

Trasfiritu = trasferito, trasmesso, ceduto; oppure chi è stato mandato in altro luogo o sede

Trasformà = trasformare, mutare di forma o di aspetto, cambiare, mutare

Trasformasse = trasformarsi, cambiarsi, mutarsi nella forma o nell’aspetto

Trasformatu = trasformato, cambiato, mutato di forma o di aspetto

Trasindì = sentire in modo vago, subodorare, fraintendere

Trasindito = tre sentito, sentito in modo vago o impreciso

Traslocà = traslocare, trasferire la sede, cambiare domicilio

Traslocasse = traslocarsi, trasferirsi, cambiare sede o domicilio

Traslocatu = traslocato, trasferito, che ha cambiato sede o domicilio

Trasmessu = trasmesso, trasferito, propagato, diffuso

Trasmette = trasmettere, far passare, trasferire qualcosa ad altri, propagare attraverso il contagio, diffondere

Trasmettese = trasmettersi trasferirsi, propagarsi, diffondersi

Trasparende = trasparente, limpido, comprensibile

Trasparì = trasparire, tralucere, far passare la luce

Trasportà = trasportare, trascinare, spostare da luogo ad un altro, trasferire

Trasportatu = trasportato, trascinato, spostato da un luogo ad un altro

Trasportu = trasporto, trasferimento in altro luogo

Trastullà = trastullare, far divertire, baloccare, gingillare, dilettare

Trastullasse = trastullarsi, divertirsi, dilettarsi, gingillarsi

Trastullatu = trastullato, divertito, dilettato

Trastullu = trastullo, gioco, divertimento, svago

Trasudà = trasudare, filtrare, stillare lentamente, lasciar trapelare umidità

Trattà = trattare, discutere, intrattenere, esporre, praticare, lavorare, negoziare

Trattamendu = trattamento, modo di trattare; oppure cura

Trattatu = trattato, discusso, negoziato; oppure accordo, convenzione, negoziazione

Trattené = trattenere, fa arrestare, non lasciare andar via, impedire, bloccare

Trattenesse = trattenersi, fermarsi, astenersi, frenarsi, restare ancora, indugiare

Trattenimendu = trattenimento, divertimento, passatempo

Trattinutu = trattenuto, ritenuto, bloccato, fermato, frenato

Trattu = tratto, trascinato, tirato fuori, preso; oppure pezzo, parte, striscia, segno, linea; oppure aspetto, caratteristica

Trau = trave

Travajà = travagliare, far soffrire, tormentare, faticare, affannare, angosciare

Travajasse = travagliarsi, affaticarsi, tormentarsi, angosciarsi

Travajatu = travagliato, sofferente, affannato, angosciato; oppure persona agitata o difficile

Travaju = travaglio, tormento, angoscia, frizione, sofferenza fisica; oppure recinto di legno per tenere fermi gli animali per ferrarli o fecondarli

Travasà = trapassare, versare un liquido dal un recipiente ad un altro, versare, far passare

Travasasse = travasarsi, versarsi

Travasatu = travasato, fatto passare, versato da un recipiente ad un altro

Traversà = traversare, attraversare, mettere di traverso

Traversasse = traversarsi, mettersi di traverso

Traversatu = traversato, attraversato, messo di traverso

Traversu = traverso, di traverso

Traviatu = chi si è allontanato dalla retta via

Travisà = travisare, alterare il viso o l’aspetto, alterare, modificare, distorcere, falsare, camuffare, mascherare

Travisasse = traversarsi, camuffarsi, mascherarsi

Travisatu = travisato, alterato, modificato, distorto, falsato, camuffato, mascherato

Travistì = travestire, cambiare, mutare, trasformare, mascherare

Travistisse = travestirsi, trasformarsi, mascherarsi

Travistitu = travestito, uomo che si veste da donna, omosessuale

Travoccà = traboccare, versarsi da un recipiente troppo pieno

Travocchettu = trabocchetto, trappola, inganno

Travolge = travolgere, stravolgere, investire violentemente, capovolgere, rovesciare

Travoltu = travolto, investito violentemente, trascinato, capovolto, rovesciato

Travuccu = luogo pericoloso in cui si rischia di precipitare; grande bilancia calata in mare per la pesca

Trazio’ = trazione, traino, il trascinare

Tre e ddu’ cinque = tre e due cinque, a poco prezzo, a ufo

Treatrì = teatrino, teatro in miniatura, giocattolo per bambini, teatro di burattini

Treatru = teatro, edificio destinato alle rappresentazioni di opere liriche o di prosa; luogo ove si svolgono cose memorabili

Trebbià = trebbiare (liberare i chicchi di grano o di altri cereali, mediante scuotimento, dalla paglia e dalla pula)

Trébbia = trebbiatrice (macchina agricola che separa i chicchi di grano o di altri cereali dalla paglia e dalla pula)

Treccia = resta d’agli o di cipolle

Trecciarola = trecciaiola (donna che confeziona trecce di paglia per capelli)

Trecendo = trecento

Trefulu = trefolo (insieme di fili ritorti fra loro che formano una fune)

Tregghia = treggia (specie di rozza slitta usata in agricoltura per il trasporto di materiali)

Tregghio’ = grossa treggia (rudimentale carro agricolo a forma di slitta trainato da buoi)

Tremà = tremare, avere paura, avere tremiti

Tremende = tremendo, spaventoso, terribile

Tremendu = tremendo, che incute paura, terribile, spaventoso, disastroso

Tremoja = tremoggia (grosso recipiente a forma di tronco di piramide o cono usato nei mulini e nei frantoi)

Trence = impermeabile

Trenda = trenta

Trenduno = trentuno

Trenu = treno (serie di veicoli su rotaie trainati dalla locomotiva); pure successione, serie

Trepaccà = spaccare a metà

Trepaccasse = spaccarsi a metà

Trepaccatu = spaccato a metà

Trepassà = sorpassare, sopravanzare; oppure superare la maturazione, iniziare a marcire

Trepassasse = decomporsi, imputridirsi, superare la maturazione, iniziare a marcire

Trepassatu = superato, troppo maturo, marcito

Treppé = treppiedi (sostegno da cucina a tre gambe)

Trequarti = giaccone o soprabito femminile che arriva sopra il ginocchio; strumento chirurgico a punta triangolare

Tresommarì = rosmarino

Trespece = tipo di sgabello con tre gambe divaricate

Trespuciu = trespolo, sgabello, sostegno a tre o quattro gambe divaricate

Trià = Adriano

Triangulu = triangolo (poligono con tre lati)

Tribbulà = tribolare, penare, patire, soffrire

Tribbulatu = tribolato, chi pena o soffre o patisce

Tribbulazio’ = tribolazione, patimento, tormento

Tribbunale = tribunale

Tributu = tributo, contributo, ciò che si dà o si fa per adempiere ad un dovere

Triccì = treccia di paglia di 7 fili

Triciculu = triciclo, veicolo a pedali con tre ruote usato dai bambini

Tridende = tridente

Tridicina = tredicina

Triduu = triduo, rito religioso ripetuto per tre giorni

Trifojo = trifoglio

Trifulu = trefolo (filo a torsione abbastanza elevata che ritorto con altri simili costituisce la fune)

Trigà = durare nel tempo, continuare, resistere a lungo

Trigatu = durato nel tempo, che ha continuato o ha resistito a lungo

Trigesimu = trigesimo (trentesimo giorno dopo la morte)

Trillà = durare nel tempo, resistere, continuare a vivere anche se fra stenti

Trillatu = chi è durato nel tempo, chi ha resistito a lungo, chi è vissuto a lungo anche se fra stenti

Trindina = trentina

Tringà = trincare, legare strettamente; oppure bere avidamente o smodatamente

Tringasse = trincarsi, legarsi strettamente; oppure bersi avidamente un liquido

Tringatu = stringato, legato stretto

Tringhetta = il piegarsi delle gambe per debolezza, nell’espressione: “me fa tringhetta le zampe = mi si piegano le gambe”

Tringià = trinciare, spezzettare, sminuzzare, tagliare a striscioline o pezzettini

Tringià = trinciare, tagliare a striscioline o in pezzettini, sminuzzare

Tringiato = trinciato, tagliato a striscioline, tagliuzzato; oppure tabacco tagliato in sottili striscioline

Tringiatu = trinciato, tagliato in striscioline o in pezzettini

Tringittu = trincetto (coltello a  lama ricurva e appuntita usata dal calzolaio per  tagliare il cuoio)

Tringiu = trincio (pezzetto di stoffa arricciata o pieghettata messa come guarnizione di sottane o tende o cappelli)

Tringo’ = trincone, beone, ubriacone, chi beve tanto ed avidamente o in modo smodato

Tringonacciu = trinconaccio, beone, ubriacone, sbornione

Tringu = tirato, stretto, teso; oppure ubriaco

Trinittu = trenetto, trenino

Trionfà = trionfare, ottenere una grande vittoria un grande successo, esultare di gioia

Trionfu = trionfo, grande e gloriosa vittoria, glorificazione

Triplicà = triplicare, moltiplicare per tre, accrescere di tre volte

Triplicasse = triplicarsi, moltiplicarsi per tre, accrescersi di tre volte

Triplicatu = triplicato, moltiplicato per tre, accresciuto di tre volte

Triplu = triplo

Trippo’ = trippone, grassone

Tripputu = persona che ha la pancia molto prominente

Tripudiu = tripudio, festa grande, rumorosa manifestazione di gioia

Triscià = girare, voltare, guardare dietro, girare su sé stesso

Trisciasse = girarsi, voltarsi, guardare dietro, girarsi su sé stesso

Trisciatu = girato, voltato, che ha guardato dietro, girato su sé stesso

Tristu = tristo, malinconico, afflitto; oppure sventurato, infelice; oppure persona cattiva, malvagia

Trità = tritare, ridurre in minuti pezzi, frantumare, sbriciolare

Tritatasse  = tritarsi, frantumarsi, sbriciolarsi, ridursi in pezzi minuti

Tritatu = tritato, ridotto in minuti pezzi, frantumato, sbriciolato

Tritello = tritello, cruschello, crusca triturata

Tritu = trito, tritato, sminuzzato

Triturà = triturare, ridurre a pezzettini, sminuzzare, stritolare, macinare

Triturasse = triturarsi, ridursi a pezzettini, sminuzzarsi, stritolarsi

Trituratu = triturato, ridotto a pezzettini, sminuzzato, stritolato

Trivellà = trivellare, bucare, forare con una trivella

Trivellatu = trivellato, bucato, forato con una trivella

Trivialo’ = trivialone, zoticone, rozzo e grossolano nelle espressioni e nei modi

Troà = trovare, individuare, scoprire, incontrare, sorprendere

Troasse = trovarsi, incontrarsi

Troata = trovata, in pensione, espediente, pensata

Troatu = trovato, individuato, incontrato, scoperto, sorpreso

Trocca = trogolo per i maiali

Troccolo’ = persona senza stile; donna scostumata

Troella = trivella  (asta di ferro con punta a vite o spirale o a scalpello per forare la terra)

Troellà = trivellare, forare con una trivella

Troellatu = trivellato, forato con una trivella

Trofellu = grasso, ipernutrito

Trofeu = trofeo, spoglie del nemico vinto, monumento o colonna per una vittoria, coppa o targa o premio per una vittoria

Troja = scrofa; oppure donna di facili costumi, donna spudorata o  spregevole

Trojaccia = triaccia, puttanaccia

Trojo’ = troiona, donna di facili costumi

Tronà = tuonare

Tronbà = trombare, bocciare; oppure suonare la tromba; oppure possedere una donna sessualmente

Tronbatu = trombato, bocciato

Tronbo’ = trombone (strumento musicale); uno che si esprime in modo enfatico, fanfarone, smargiasso, spaccone,

Troncà = troncare, rompere qualcosa con un colpo secco e violento, mozzare, spezzare

Troncasse = troncarsi, mozzarsi, lacerarsi, strapparsi

Troncatu = troncato, interrotto bruscamente

Tronchesi = tronchese (utensile costituito da due leve che serve per tagliare i fili metallici)

Tronu = trono (seggio del sovrano); oppure il tuono, rumore che segue il lampo

Tropea = grossa sbornia

Troppu = troppo

Trosciu = chi scontento lascia una compagnia cercando di non farsi notare andando via mogio mogio

Trottà = trottare, camminare  a piccoli passi veloci e saltellanti, camminare rapidamente, lavorare o darsi da fare con impegno

Trottu = trotto, andatura naturale del cavallo, passo veloce sostenuto

Trovà = trovare, individuare, scoprire, incontrare, sorprendere

Trovasse = trovarsi, essere situato, incontrarsi

Trovatellu = trovatello (bambino abbandonato dalla madre o lasciato in un istituto di assistenza)

Trovatu = trovato, scoperto, inventato, ideato, incontrato

Trozzi e buccù = stentatamente, con grandissime difficoltà

Trozzo’ = frate questuante, frate laico, frate rozzo e non istruito; oppure persona grossolana o ignorante

Trozzu = tozzo di pane specialmente indurito

Truccà = truccare, modificare, alterare o modificare qualcosa per ingannare gli altri

Truccasse = truccarsi, modificare il proprio aspetto fisico

Truccatu = truccato, modificato nell’aspetto fisico, modificato o alterato per ingannare gli altri

Trucci arri = verso per stimolare il ciuco

Truccu = trucco, inganno, tranello

Truffà = truffare, sottrarre con truffa o con l’inganno o raggiro, imbrogliare, ingannare, raggirare

Truffatu = truffato, derubato un inganno o raggiro, imbrogliato, ingannato, raggirato

Trufu = borraccia fittile di forma cilindrica con un piccolo orifizio ed un manico ad occhiello

Truncu = tronco, fusto eretto e legnoso delle piante arboree

Trunfiu = tronfio, borioso, gonfio di superbia, pieno di sé; oppure grasso, ben nutrito

Trunghittu = tronchetto, piccolo tronco di legno; oppure dolce gelato confezionato a forma di tronco

Truscu = rozzo, poco raffinato, maleducato

Ttaccà = attaccare, aggredire, assalire, unire, aggrappare

Ttaccapagni = attaccapanni (mobile o oggetto di altra forma al quale è possibile appendere abiti, cappotti, cappelli o altro)

Ttaccasse = attaccarsi, unirsi, aggrapparsi

Ttaccaticcio = attaccati, che si attacca facilmente, contagioso; oppure persona importuna della cui compagnia è difficile liberarsi

Ttaccatu = attaccato, unito, aggrappato; oppure aggredito, assalito, affisso

Ttaccatura = atto od effetto dell’attaccare, punto dove una cosa si attacca un’altra

Ttacchì = attacchino, petulante, attaccabrighe

Ttappà = tappare, ostruire, chiudere bene

Ttappasse = tapparsi, ostruirsi, chiudersi, serrarsi

Ttappatu = tappato, ostruito

Ttappavusci = tappabuchi (persona a cui si ricorre perché con la sua influenza delle sue conoscenze ci è di grande aiuto)

Ttappu = tappo, congegno impiegato per la chiusura di contenitori

Ttarbà = palpeggiare; oppure cercare qualcosa nelle tasche, perquisire

Ttarbasse = cercare qualcosa nelle proprie tasche

Ttarbatu = palpeggiato; oppure chi ha cercato qualcosa nelle proprie tasche, perquisito

Ttardà = attardare, ritardare, trattenere

Ttardàsse = attardarsi, trattenersi, fermarsi

Ttardàtu = attardato, ritardato, trattenuto, fermato

Ttastatu = tastato, toccato ripetutamente e leggermene per sentire al tatto

Ttenbàtu = attempato, invecchiato; oppure lento

Ttendà = attentare, fare una azione diretta ad arrecare danno agli altri, toccarsi con le mani nell’oscurità cercando di trovare qualcosa

Ttendasse = toccarsi con le mani nell’oscurità, cercare la cosa nelle propri tasche

Ttendàtu = attentato, atto diretto ad arrecare danno agli altri; chi ha cercato nelle proprie tasche; oppure perquisito da parte di altri

Ttende = attenti, nell’espressione:”sta attende! =stai attento!”

Ttendu =  attento; chi impegna ogni facoltà mentale e fisica per evitare inesattezze

Ttenè= ottenere, conseguire, raggiungere

Ttenuà = attenuare, alleggerire, diminuire

Ttenuàsse = attenuarsi, alleggerirsi, perdere forza

Ttenuàtu =  attenuto, alleggerito, che ha perso forza, diminuito

Tterrà = atterrare, buttare a terra, abbattere, toccare terra con un velivolo; oppure avvilire, scoraggiare

Tterrasse = atterrarsi, buttarsi a terra; oppure avvilirsi, scoraggiarsi

Tterrato = povera casa costruita con paglia e terra

Tterratu = atterrato, buttato a terra, abbattuto; oppure avvilito, scoraggiato

Ttestà =  attestare, dichiarare, certificare

Ttestàsse  = attestarsi, schierarsi di un esercito

Ttestàtu = attestato, dichiarato, certificato; oppure schierato (detto di un esercito)

Tticchì = attecchire, radicare, crescere

Ttichìtu = attecchito, radicato, cresciuto

Ttillà = attillare, abbigliare, rendere aderente al corpo

Ttillasse = attillarsi, vestirsi con cura particolare

Ttillatu = attillato, vestito con ricercatezza e come indumenti aderenti al corpo

Ttìndu = attinto, ricavato, ottenuto, tratto, derivato

Ttìnge = attingere, ricavare, ottenere, trarre, derivare

Ttinutu = ottenuto, conseguito, raggiunto

Ttìnziò = attenzione ( concentrazione fisica e mentale)

Ttirà = attirare, attrarre, tirare a sé

Ttirasse = attirarsi, attrarsi, tirare a sé

Ttiratu = attirato, attratto, tirato a sé

Ttivà = attivare, sollecitare, promuovere

Ttivàsse = attivarsi, assumere iniziative

Ttivàtu = attivato, chi ha assunto l’iniziativa

Ttizzà = attizzare, ravvivare; oppure aizzare, sollecitare, stimolare, spingere

Ttizzatu = attizzato, ravvivato; oppure aizzato, sollecitato, stimolato, spinto

Ttonnà = arrotondare, dare una forma rotonda, ingrossare, ingrassare

Ttonnasse = arrotondarsi, assumere una forma rotondeggiante, ingrassarsi, ingrossarsi

Ttonnatu = arrotondato, che ha assunto una forma rotondeggiante, ingrassato, ingrossato

Ttornià = attorniare, accerchiare, contornare, circondare

Ttorniàsse = attorniarsi, circondarsi, contornarsi

Ttorniàtu = attorniato, contornato, circondato

Ttràe = attrarre, allettare, lusingare

Ttràese = attrarsi, tirarsi l’uno verso l’altro

Ttràttu = attratto, attirato, allettato, lusingato

Ttraversà = attraversare, passare attraverso

Ttraversàsse = attraversarsi, mettersi di traverso

Ttraversàtu = attraversato, passato da parte a parte, messo di traverso

Ttrezzà = attrezzare, fornire, dotare, munire

Ttrezzasse = attrezzarsi, fornirsi, dotarsi, munirsi

Ttrezzàtu = attrezzato, dotato, fornito, munito

Ttribuì = attribuire, assegnare, ascrivere

Ttribuìtu = attribuito, assegnato, ascritto

Ttribùtu = attributo, qualità fondamentale e caratteristica di una persona

Ttruppà = travolgere, urtare con violenza, investire

Ttruppasse = travolgersi, urtarsi con violenza

Ttruppatu = travolto, urtato con violenza, investito

Ttuaà = attuare, mettere in atto, realizzare

Ttuàsse = attuarsi, realizzarsi

Ttuasse = attuarsi, realizzarsi, verificarsi

Ttuato = attuato, realizzato, messo in atto, che si è verificato

Ttuàtu = attuato, messo in atto, realizzato

Ttùnno =  attorno, intorno

Tturà = otturare, chiudere, turare, ostruire, intasare

Tturasse = otturarsi, chiudersi, turarsi, ostruirsi, intasarsi

Tturatu = otturato, chiuso, turato, ostruito, intasato

Tturcijà = attorcigliare, avvolgere

Tturcijasse = attorcigliarsi, avvolgersi su sé stesso

Tturcijatu = attorcigliato, avvolto su sé stesso

Ttutì = attutire, affievolire, diminuire

Ttutìsse = attutirsi, diminuirsi, affievolirsi

Ttutìtu = attutito, diminuito, affievolito

Tubu = tubo (elemento cilindrico cavo di varia lunghezza)

Tuffà = tuffare, immergere qualcosa in un liquido

Tuffasse = tuffarsi, immergersi o gettarsi con un balzo in un liquido

Tuffatu = tuffato, che si è gettato velocemente in acqua, chi con un balzo si è immerso in un liquido

Tuffù = tuffo, rapida immersione in acqua, caduta verso il basso

Tufu = tufo (roccia derivante dalla cementazione di frammenti di origine vulcanica)

Tulindì = Tolentino (MC)

Tulipanu = tulipano

Tullu = cima tenera di erba o di pianta

Tumultu = tumulto, scompiglio, trambusto; oppure sollevazione, sommossa, rivolta, ribellione

Tunbì = tombino, chiusino

Tunbulu = tombolo (cuscinetto imbottito per la lavorazione del merletto con i fuscelli)

Tundu = tonto, ingenuo, stupido, di poco senno

Tundulomeu = persona stupida o ritardata

Tunì = Antonio

Tunnu = rotondo, tonto, sferico

Tupi tupi = verso di richiamo per i piccioni

Turbà = turbare, molestare, disturbare, sovvertire

Turbande = turbante

Turbasse = turbarsi, agitarsi, inquietarsi, perdere la calma o la serenità

Turbatu = turbato, molestato, disturbato

Turchinu = turchino

Turcicollu = torcicollo (dolore al collo che impedisce la normale rotazione del capo)

Turcijo’ = torciglione (panno attorcigliato posto sul capo dalle donne per trasportare pesi)

Turcimusu = torcimuso (parte della briglia che comprime il naso del cavallo)

Turcinasu = torcinaso (anello di corda legato ad un bastoncino per stringere il naso il labbro dei cavalli o dei bovini)

Turcivudellu = torcebudello, accavallamento e annodamento dell’intestino, forte dolore intestinale

Turcu = turco; oppure chi non invita gli altri avendo qualcosa da mangiare

Turdu = tordo; oppure persona sempliciotta facile da ingannare

Turì = gustoso fungo che nasce sui prati

Turnì = dormire, lavorare al tornio, rifinire con cura e precisione

Turnitore = tornitori, persona che lavora al tornio

Turnitu = tornito, lavorato al tornio, rifinito con cura e precisione

Turnu = turno, avvicendamento nel lavoro o nel servizio

Turrio’ = torrione, grossa torre merlata

Turturà  = torturare, tormentare, martoriare, molestare, assillare, procurare dolore o pena

Turtura = tortura, l’atto di infliggere tormenti corporali

Turturasse = torturarsi, affliggersi, angosciarsi, tormentarsi, corrucciarsi, assillarsi

Turturatu = torturato, afflitto, angosciato, tormentato, molestato, assillato

Turturella = tortora (piccolo uccello dei colombiformi)

Turvudu = torbido, impuro; oppure individuo malvagio, turbolento

Tusciuto = che ha tossito

Tuttata = tutto in blocco

Tuttiddo’ = tutti e due

Tutto ‘na bbotta = all’improvviso, tutto d’un colpo

Tutto de jeri = tutto di ieri

Tuttode ‘na òta= all’improvviso, tutto d’un colpo

Tuttore = in qualsiasi ora, sempre

Tuttu  = tutto, per intero

U

Ua = uva

Ua cimiciosa = uva di vite americana

Ua cornetta = pizzutello

Ua moia = qualità di uva

Ubbidì = obbedire, fare ciò che altri vuole, assecondare, adempiere, attenersi

Ubbidienza = obbedienza, sottomissione

Ubicatu = ubicato, situato, sito

Ubriacà = ubriacare, rendere ubriaco, indurre in stato di ubriachezza

Ubriacasse = ubriacarsi, diventare ubriaco, cadere in uno stato di ubriachezza; oppure inebriarsi, esaltarsi

Uccellu = volatile; oppure pene, membro virile

Ucchittu = occhietto, occhiello

Ucchiulì = occhiolino, fare l’occhiolino, ammiccamento, segno di intesa o con malizia

Uccide = uccidere, far morire, privare della vita, ammazzare

Uccidese = uccidersi, togliersi la vita, suicidarsi

Uccisu = ucciso, ammazzato

Udì = udire, percepire un suono, avvertire, sentire, venire a sapere, ascoltare, comprendere

Udienza = colloquio; oppure nell’espressione: “non me dà udienza = non mi ascolta, non mi obbedisce”

Uditu = udito, percepito, ascoltato, avvertito, sentito dire, venuto a sapere, compreso; oppure uno dei cinque sensi

Udiusu = odioso, detestabile, sgradevole, estremamente molesto

Udurittu = odorino

Uffa = espressione che indica la noia

Ufficina = officina

Ufficiu = dovere, obbligo, incarico, incombenza, raccomandazione, intervento

Uffrì = offrire, donare, dare, regalare, porgere

Uffrisse = offrisse, donarsi, darsi, proporsi, dichiararsi o mostrarsi disposto, presentarsi alla vista

Ufu = a ufo, senza spese, senza pagare, gratis

Ugè = Eugenio

Uggiusu = uggioso, ombroso e umido; oppure noioso, fastidioso, molesto

Uguajà = uguagliare, equiparare, rendere uguale o essere uguale, paragonare

Uguajatu = uguagliato, equiparato, reso uguale, paragonato

Ulalia= Eulalia

Ulivetu = oliveto

Ululà = ululare, emettere ululati

Ululatu = ululato, urlo cupo e prolungato del lupo

Ululu = ululo, urlo, ululato

Umà = trasudare, inumidire

Umanitariu = umanitario, persona che pensa ed opera con generosità, filantropo

Umanizzà = umanizzare, rendere umano e civile

Umanizzasse = umanizzarsi, rendersi umano e civile

Umanizzatu = umanizzato, reso umano o civile

Umanu = umano, comprensivo, benevolo, pietoso, buono

Umbrilli’ = ombrellino

Umbrusu = ombroso, coperto d’ombra; oppure permaloso

Umilià = umiliare, mortificare, avvilire, dominare, reprimere

Umiliasse = umiliarsi, riconoscere apertamente i propri limiti, considerarsi da meno di quello che si è

Umiliatu = umiliato, mortificato, avvilito

Umiliazio’ = umiliazione, mortificazione avvilente

Umittu = ometto, detto ad un bambino giudizioso

Ummidì = umidire, inumidire

Ummidisse = umidirsi, inumidirsi

Ummidità = umidità

Ummiditu = umidito, inumidito

Ummodo = umido (carne di vitello cotta con sugo di pomodoro e vari aromi)

Ummudu = umido, bagnato, leggermente impregnato d’acqua

Un momendu = un attimo, aspetta un attimo

Unbriciu = lombrico

Unbrusu = ombroso, che dà ombra; oppure permaloso, sospettoso, che si insospettisce facilmente

Uncinettu = uncinetto (piccola asticina di ferro con la punta uncinata per fare i lavori a maglia o a rete)

Uncinu = uncino, gancio metallico aguzzo e adunco per afferrare; oppure scusa, pretesto, cavillo

Undiccio = unticcio, ciò che è alquanto e sgradevolmente unto

Undo = unto, sostanza grassa

Undu = unto, sporco di olio

Unguendu = unguento, medicamento molle preparato con grassi, balsamo, impasto molle di sostanze odorose

Unì = unire, mettere insieme, fondere, collegare, associare

Unicu = unico, che non ha eguali

Unificà = unificare, riunire, fondere

Unificasse = unificarsi, riunirsi, fondersi

Unificatu = unificato, riunito, fuso

Uniformà = uniformare, rendere uniforme o confacente, adattare, adeguare

Uniformasse = uniformarsi, adeguarsi, conformarsi, sottomettersi, adattarsi

Uniformatu = uniformato, adeguato, conformato, sottomesso, adattato

Unio’ = unione

Unisse = unirsi, mettersi insieme, fondersi, collegarsi, associarsi, accompagnarsi, accordarsi

Unisunu = unisono, conforme, in accordo

Unitariu = unitario, che compone l’unità, che è composto di una sola unità, che mira all’accordo, organico, armonico

Unitu = unito, messo insieme, associato, collegato, accompagnato, accordato

Universu = universo, tutto ciò che esiste

Univocu = univoco, che ha un solo significato, che ha una sola interpretazione

Unnici = undici

Untu = unto, insudiciato con grasso o olio

Unu = uno, un tale

Unucu = unico, incomparabile, ineguagliabile

Uraganu = uragano, tempesta di estrema violenza

Urbà = Urbano

Urbanu = urbano, civile, cortese, educato

Urca ! = Esclamazione che esprime grande meraviglia mista ad ammirazione

Urdumu = ultimo

Urè = Aurelio

Urge = ungere, spingere, incalzare; oppure che è necessario subito

Urgende = urgente, che incalza, che preme; oppure che è necessario subito

Urgera = ulcera

Urghinittu = organetto, organino manuale o a bocca

Urgujusu = orgoglioso, altero, superbo, borioso

Urlà = urlare, gridare forte ed in modo prolungato

Urlu = ululo, gridò forte e prolungato

Urmu = olmo

Ursu = orso; oppure persona scostante o poco socievole

Urtà = urtare, dare contro, investire col proprio corpo col proprio mezzo di locomozione, cozzare, scontrare

Urtasse = urtarsi, scontrarsi, investirsi; oppure irritarsi, seccarsi, indispettirsi

Urtatu = urtato, colpito, investito, scontrato; oppure irritato, seccato, indispettito

Urtica = ortica

Urtu = urto, colpo secco ed improvviso, scontro, connessione, contrasto, conflitto, radicale dissenso

Uru = orlo, cantuccio di pane  (pezzetto di pane con molta crosta)

Usà = usare, utilizzare, impiegare, adoperare, esercitare, avere l’abitudine

Usatu = usato, impiegato, adoperato, utilizzato; oppure avvezzo, abituato, assuefatto

Uscì = uscire, andare fuori da un luogo, allontanarsi, venir fuori da uno stato o situazione, liberarsi

Usci là = voce per scacciare il porco

Usciolu = congegno di chiusura della botte o della bocca del forno

Uscitu = uscito o venuto fuori, fuoriuscito, esule

Usciu = uscio, passaggio, porta di modeste dimensioni

Usignolu = usignolo (uccelletto dei passeriformi, slanciato, bruno rossiccio, dal melodioso canto notturno)

Ussittu = ossetto, ossicino

Ussutu = ossuto, persona magra che ha ossa prominenti e visibili

Ustionà = ustionare, scottare, bruciare

Ustionasse = ustionarsi, scottarsi, bruciarsi

Ustionatu = ustionato, scottato, bruciato

Usu = uso, impiego di qualcosa per un fine determinato; abitudine, usanza; comportamento ripetuto di una comunità

Usufruì = usufruire, godere dell’usufrutto di qualcosa, giovarsi, avvantaggiarsi, approfittarsi

Usufruttu = usufrutto (diritto di usare e godere un bene altrui facendone propri i frutti)

Usurpà = usurpare, fare proprio un bene con l’inganno o con l’astuzia; oppure godere o usare o occupare senza merito

Usurpatu = usurpato, fatto proprio con l’inganno o con l’astuzia; oppure goduto o usato o occupato senza merito

Utilizzà = utilizzare, sfruttare, impiegare in modo utile

Utilizzatu = utilizzato, impiegato in modo utile, usato, sfruttato

Utru = utero, ventre materno

Utumu = ultimo, il più recente

Uziusu = ozioso, vagabondo

Uzzi ! = grido di incitamento al cane perché aggredisca qualcuno o qualcosa

V

Va ! = esclamazione di meraviglia e stupore

Va via ! = Vai via !

Vàa = bava, liquido schiumoso che esce dalla bocca

Vàarola = bavaglino per i bimbi

Vabbilogna = babilonia, confusione, disordine

Vabbu = babbo, papà

Vacca = donna di malaffare

Vaccajà = baccagliare, vociare, protestare in  modo rumoroso

Vaccalà =  baccalà (salmone essiccato); oppure persona inetta, goffa, maldestra

Vaccanu = baccano, chiasso, confusione, strepito

Vaccaru =vaccaro, bovaro,  guardiano delle vacche

Vacche = vacche (femmine adulte dei bovini); oppure chiazzature fugaci della pelle della gambe stando vicino al fuoco

Vacchetta = vacchetta (pellame adoperato per calzature militari o di lavoro); oppure ramoscello lungo e flessibile (bacchetta)

Vacchettata = colpo di bacchetta

Vaccì = bacino, bacile (recipiente di forma tonda generalmente basso e a bordi rovesciati)

Vaccinà = vaccinare, sottoporre a vaccinazione, immunizzare

Vaccinasse = vaccinarsi, sottoporsi a vaccinazione, immunizzarsi

Vaccinatu = vaccinato, sottoposto a vaccinazione,  immunizzato

Vaccinella = bacinella (recipiente concavo di forma rotonda), piccolo bacile

Vaccinu = vaccino (prodotto batterico o virale che iniettato rende immuni da malattie)

Vaccona = vaccona, grossa vacca

Vacillà = vacillare, accennare a cadere, barcollare, traballare, ondeggiare

Vacùccu = vecchio rimbambito dall’età

Vaffanculo = espressione risentita di avversione, totale disapprovazione o irosa insofferenza per qualcuno

Vagà = vagare, andare qua e là senza direzione, errare, vagabondare

Vagabondà = vagabondare, vagare, andare senza una meta precisa, per distrazione o per divertimento

Vagabondu = vagabondo, chi non ha una dimora fissa; oppure fannullone, ozioso

Vagajàju = bagagliaio

Vagàju  = bagaglio

Vaganza = vacanza

Vagheggià = vagheggiare, guardare a lungo intensamente e con amore, immaginare con amore o desiderio

Vagheggiasse = vagheggiarsi, compiacersi della propria bellezza o avvenenza

Vagheggiatu = vagheggiato, contemplato a lungo con amore, immaginato con ardente desiderio

Vagì = vagire, emettere vagiti, frignare, piagnucolare in modo continuo e noioso

Vagitu = vagito, pianto del lattante

Vagnà = bagnare, spargere liquidi su qualcosa; oppure lambire, toccare

Vagnarola = recipiente di latta a forma di vasca

Vagnasse = bagnarsi, fare il bagno

Vagnatu = bagnato, che ha fatto il bagno; oppure lambito, toccato

Vagnì = bagnino, sorvegliante l’assistente dei bagnanti

Vagnu = bagno, immersione nell’acqua; oppure locale ove sono posti gli apparecchi igienici della casa

Vagu = vago, mobile, incerto, indefinito, poco chiaro; oppure bello, grazioso, amabile

Vajà = vagliare, separare da impurità; oppure valutare, stimare, ponderare

Vajatu = vagliato, passato al setaccio, ripulito, separato da impurità; oppure valutato, ponderato, stimato

Vajoccu = baiocco (moneta d’argento, poi di rame, in uso nello Stato pontificio fino al 1866)

Vajolu = vaiolo (malattia infettiva acuta e contagiosa di origine virale caratterizzata dalla comparsa di vesciche e pustole)

Vajonetta = baionetta(arma bianca corta da innestare sull’estremità del moschetto)

Vaju = vaglio, crivello; oppure esame diligente e minuzioso, scelta accurata

Valaustra = balaustra, parapetto

Valé = valere, avere forza o potenza o autorità; avere doti o capacità o qualità; giovare, servire, essere utile

Valè = Valerio

Valerià = Valeriano

Valicà = valicare, superare una catena montuosa, attraversare, oltrepassare

Valicatu = valicato, attraversato, oltrepassato

Valicu = valico, attraversamento, passaggio, varco, passo

Validu = valido, forte, vigoroso, efficiente, efficace, che vale, che ottiene

Valindì = Valentino

Valindina = Valentina

Valiscia = valigia

Valla = balla, grossolano sacco di tessuto spesso, sacco di juta

Vallà = ballare, danzare

Vallarì = ballerino

Vallarinu = ballerino, mutevole, variabile, traballante, incerto

Vallatu = canale che porta acqua, gora, fossato

Valletta = piccola  balla, piccolo sacco di tessuto grosso

Vallettu = balletto, garzone, usciere

Vallo’ = vallone, valle stretta e profonda, burrone, fossato

Vallonata = ampia e lunga valle

Vallu = ballo, danza

Valordaggine = balordaggine, stupidità, sciocchezza

Valorizzà = valorizzare, fare aumentare di valore o di pregio, mettere in risalto, evidenziare

Valorizzasse = valorizzarsi, accrescersi di valore, acquistare pregio

Valorizzatu = valorizzato, che è aumentato di valore o di pregio, messo in risalto, evidenziato

Valurdu = balordo, sciocco ; oppure delinquente, sbandato

Valurusu = valoroso, valente, abile, capace

Valutà = valutare, determinare il prezzo di valore di un bene, stimare, giudicare

Valutatu = valutato, stimato, giudicato

Valutazio’ = valutazione, stima, giudizio, determinazione del valore

Valzere = valzer, danza a coppie di origine tedesca

Vanagluriusu = vanaglorioso, pieno di vana gloria, megalomani, presuntuoso

Vanana = banana

Vanba = fiamma alta e impetuosa

Vanbata = fiammata forte e impetuosa,flusso di aria infiammata, folata si vento caldo

Vanbinellu = bambinello

Vanbiru = vampiro (mostro che di notte esce dalla tomba per assalire i viventi per succhiarne il sangue); strozzino, sfruttatore

Vanbola = bambola

Vanbolottu = bambolotto, bambino grassottello

Vanbù = bambù

Vanca = banca

Vanda = banda musicale; oppure congrega di delinquenti

Vandà = vantare, lodare con ostentazione, decantare, magnificare

Vandaggiu = vantaggio

Vandaggiu = vantaggio (ciò che mette qualcuno in condizione più favorevole rispetto ad altri); beneficio, profitto, guadagno

Vandasse = vantarsi, esaltare le proprie doti o capacità, attribuirsi i meriti

Vandatu = vantato, elogiato, lodato;oppure chi pubblicamente ha dichiarato di riuscire a fare cose straordinarie

Vandiera = bandiera

Vandierola = banderuola, girella; oppure persona volubile che cambia facilmente opinione

Vandijole = infantigliole, convulsioni infantili con febbre

Vanditu = bandito

Vandu = vanto (ciò che era riconosciuto motivo di lode o pregio o merito), ostentazione affettata dei propri meriti

Vandulu = vandalo (chi per ignoranza o inciviltà o per puro gusto della violenza distrugge o manomette beni pubblici)

Vangà = vangare, dissodare il terreno con la vanga

Vangarella = bancarella, carretto o banco di vendita all’aperto di merci varie

Vangarotta = bancarotta, fallimento

Vangatu = valutato, dissodato con la vanga

Vangelu = Vangelo (ciascuno dei libri che raccontano la vita di Gesù); oppure la verità assoluta

Vanghetta = panchetta (piccola panca)

Vanghiere = banchiere

Vanghittu = sgabello, piccola panca tutta di legno; oppure tavolinetto o deschetto usato col calzolaio

Vango’ = bancone, alto cassone rettangolare, lungo tavolo chiuso da un lato che separa il negoziante dal cliente

Vàngu = banco

Vanificà = vanificare, rendere vano o inutile o inefficace, frustrare

Vanificasse = vanificarsi, venir meno, svanirsi, annullarsi

Vanificatu = vanificato, venuto meno, svanito, annullato, reso inutile umano o inefficace

Vanija = vaniglia

Vanitusu = vanitoso, frivolo, superficiale, vacuo

Vannì = bandire, esiliare

Vannitu = bandito, esiliato

Vanu = vano, vuoto all’interno, futile, caduco, effimero, inutile, inefficace; oppure ambiente, stanza

Vanvara = a vanvera, a casaccio, senza senso, senza fondamento

Vanzà = avanzare, andare o venire avanti, accorciare la distanza, superare; oppure guadagnare, risparmiare

Vanzasse = avanzarsi, farsi avanti, usare, dire; oppure guadagnarsi, accrescere il proprio patrimonio

Vanzatu = avanzato, che è passato avanti o avvicinato, audace, innovatore

Vaporettu = vaporetto (battello a vapore)

Vapurusu = vaporoso, sottile, soffice, confuso,

Vara = bara

Varacca = baracca, costruzione goffa e cadente

Varaccatu = bar accanto, chi abita in una baracca (provvisoria costruzione di legno o lamiera)

Varaccola = razza (pesce di mare); oppure donna sguaiata, priva di decoro o decenza, grossolana

Varaccolo’ = titolo ingiurioso rivolto a donna eccessivamente obesa

Varaonda = baraonda, gran confusione di persone o cose, disordine

Varattà = scambiare, barattare

Varattu = baratto, scambio

Varattulu = barattolo, contenitore generalmente di forma rotonda

Varba = barba

Varbàja = guancia del maiale

Varbajozzu = gola, pomo d’Adamo

Varbanera = Barbanera, lunario ( calendario popolare diffuso specialmente fra gli agricoltori contenente previsioni, consigli, aneddoti)

Varbapiétola = bietola

Varbara = Barbara

Varbaru = barbaro, selvaggio, crudele, disumano

Varbì = punta del mento

Varbiere = barbiere

Varbò = barbone

Vàrbu = barbo (pesce d’acqua dolce)

Varca = barca

Varcà = varcare, oltrepassare, superare

Varcarolu = barcaiolo

Varchetta = barchetta

Varco’ = mucchio di covoni di grano da trebbiare fatto sull’aia ed avente la forma di una barca rovesciata per evitare le infiltrazioni di acqua in caso di pioggia

Varcollà = barcollare, vacillare, non poté restar fermo in piedi

Vardà = guardare

Vardacchì = baldacchino

Vardasciàta = ragazzata; oppure cosa deplorevole fatta con leggerezza

Vardascittu = ragazzetto, giovincello

Vardasciu = ragazzo, giovincello

Varde = ardere, bruciare

Vardoria = baldoria, confusione

Varella = barella (specie di lettuccio per il trasporto di ammalati o feriti)

Varià = variare, mutare, cambiare, rendere vario

Variande = variante, modificazione

Variasse = variarsi, mutarsi, cambiarsi

Variatu = variato, mutato, modificato, cambiato

Varicusu = chi è affetto da varice (dilatazione abnorme e tortuosa di una vena)

Varisto = Evaristo

Variu = vario, costituito da elementi diseguali, instabile, incostante, differente, variegato

Varrì = barile; oppure mozzo della ruota

Varuffa = baruffa, zuffa

Varvola = valvola

Vàrzamu = balsamo, conforto

Varzànu = balzano, stravagante, bizzarro

Varzelletta = storiella spiritosa e divertente, facezia

Varzòttu = barzotto, indefinito, né duro né moscio

Vascià = baciare (premere le labbra su qualcuno o qualcosa in segno di amore o di rispetto o di venerazione)

Vasciamadonne = baciamadonne, bacchettone, bigotto

Vasciasse = baciarsi, darsi scambievolmente dei baci

Vasciatu = baciato, sfiorato

Vascìlloco  = basilico

Vasciu = bacio

Vascuja = bascula (bilancia pesare corpi di notevoli dimensioni)

Vasette = basette (parte dei capelli che scende lungo le guance per congiungersi eventualmente con la barba)

Vasì = Basilio

Vasillina = vaselina (sostanza semi solida ottenuta dai residui della distillazione del petrolio)

Vassallu = vassallo, sguattero, aiutante

Vasso = basso, la parte inferiore di qualcosa

Vassoju = vassoio, grande piatto

Vassu = basso, di piccola statura

Vasta = basta

Vastà = bastare, essere sufficiente

Vastanza = bastanza, sufficienza

Vastardu = bastardo (persona nata da genitori non legittimamente coniugati o animale nato dall’incrocio di razze diverse)

Vastatu = bastato, che risultato sufficiente

Vastià = Bastiano o  Sebastiano

Vastimendu = bastimento

Vasto‘ = bastone (ramo d’albero arrotondato od oggetto allungato non di legno usato come sostegno o per difesa)

Vastonà = bastonare, picchiare, percuotere

Vastonasse = bastonarsi, percuotersi l’un l’altro col bastone, picchiarsi

Vastonata = colpo dato con un bastone

Vastonatu = bastonato, percorso col bastone, picchiato

Vastonatura = bastonatura, il dare continue bastonate

Vastongellu = bastoncello

Vastu = vasto, spazioso; oppure sella per le bestie da soma, bardatura delle bestie da soma per assicurarvi il carico

Vasu = vaso (recipiente di terracotta o vetro o altro generalmente di forma tondeggiante più alto che largo

Vaticanu = Vaticano (stato sede del papato)

Vatoccu = battaglio, batacchio, batti porta, picchiotto

Vatosta = batosta, sconfitta, grave disgrazia o danno negli affari o nella salute

Vattajia = battaglia

Vàtte = battere, percuotere, percorrere, dominare, vincere; oppure la trebbiatura dei cereali

Vattende = battente (imposta di porta o finestra)

Vatterclo’ = water, water closet (vaso di maiolica del gabinetto all’inglese)

Vàttese = battersi, lottarsi, combattere, duellare

Vattésumu =  battesimo

Vattezzà = battezzare, amministrare il battesimo

Vattezzasse = battezzarsi

Vattezzatu = battezzato

Vattezzàtu = battezzato, chi ha ricevuto il battesimo

Vattì = Battista

Vattichiappe = battichiappe (anticamente il pugnale che pendeva sulle natiche); pure nerbo, bastone

Vatticore = batticuore, palpitazione di cuore per fatica o paura o altro

Vatticulu = batticulo, culatta (parte della corazza sopra le natiche); trappola a sportellino mobile per uccelli; oppure nerbo, bastone

Vattilardo = batti illardo, tagliere di legno su cui si triturano carni o lardo o verdure

Vattimà = batti mano (espressione di favore o di approvazione fatta battendo le mani)

Vattimuru = gioco infantile consistente nel gettare contro il muro monete, bottoni o altro)

Vattinuce = chi comanda a suon di bastone

Vattipagni = battipanni (spatola di giunchi intrecciati per spolverare panni o tappeti)

Vattirella = batticuore, palpitazione per fatica o timore o altro, trepidazione

Vattiria = batteria

Vattiria = batteria, accumulatore elettrico; oppure grandioso sparo di mortaretti

Vattiscopa = battiscopa, salva muro (fascia di legno o altro lungo l le pareti per proteggere il muro)

Vattista = Battista

Vattitura = battitura, trebbiatura del grano

Vattùto =  trebbiato, battuto, percosso; oppure lardo sminuzzato con rosmarino aglio e pepe

Vattutu = battuto, sconfitto

Vatu = alto

Vaulle = bauli, cassa di legno con coperchio normalmente ricurvo

Vaullittu = bauletto

Vauschja = bava, schiuma (insieme di piccole bolle sulla superficie dei liquidi)

Vausu = bavoso, sbavato

Vavarola = bavaglino

Vavè = va bene, mi sta bene, accetto

Vazà = alzare, sollevare

Vazasse = alzarsi, sollevarsi

Vazatu = alzato, sollevato

Vazu = manipolo di spighe di grano per legare i covoni

Vazzicà = bazzicare, frequentare abitualmente  luoghi o persone

Vazzica = gioco di carte o gioco al biliardo

Vé = bere, inghiottire un liquido, ingerire; oppure credere ingenuamente a qualcosa

Veatu = beato, felice

Veccà = beccare, pizzicare, sorprendere, mangiucchiare

Veccaccia = beccaccia

Veccaccio’ = beccaccione, marito tradito; oppure persona sciocca, credulona

Veccaficu = beccafico (uccello dei passeriformi simile alla capinera)

Veccamortu = beccamorto, becchino (ma detto anche come ingiuria)

Veccapesci = beccapesci (uccello marino)

Veccata = beccata

Veccatu = beccato, pizzicato, sorpreso, colto sul fatto

Vecchia = vecchia, la Befana; favilla, fiammella, minutissima particella incandescente sprigionata dal legno sul fuoco

Vecchiarellu = vecchierello

Vecchiarola = isolatore di vetro o ceramica a cui sono attaccati i fili che trasportano corrente elettrica

Vecchié = bicchiere

Vecchierata = bicchierata, bicchierata(bevuta fatta in allegra compagnia)

Vecchieru = bicchiere

Vecchio’ = vecchione che porta regali ai bimbi il 17 gennaio festa di Sant’Antonio dalla barba bianca

Vecchiu = vecchio, che ha molti anni, anziano, d’altri tempi, antico, trito, superato

Vecciu = caprone (maschio della capra), becco, irco; oppure marito di donna infedele, cornuto

Veco = vedo

Vecu = che ha la vista corta o debole

Vedé = vedere, guardare, ammirare, osservare, contemplare

Vedende = vedente

Vedesse = vedersi, guardarsi, specchiarsi; oppure incontrarsi

Veduvu = vedovo (detto di persona cui è morto il coniuge); oppure privo, privato

Vée = bere

Vefana = Befana

Vefania = Befania

Veffa = beffa, burla, inganno, dileggio

Vegnamì = Beniamino

Vegne = vincere, superare l’avversario

Véi = vieni; oppure bevi

Veja = veglia, attività compiuta vegliando, periodo di tempo destinato al sonno che si trascorre senza dormire

Vejà = vegliare, stare svegli, stare vigili e attenti, curare, assistere

Vejatu = vegliato, assistito, curato

Vejo’ = veglione ( festa da ballo in maschera che si prolunga per tutta la notte)

Velà = velare, nascondere, coprire con un velo, appannare, offuscare

Velangì = bilancino

Velangia = bilancia (strumento generalmente a due bracci eguali con due piatti o coppe che serve per pesare)

Velangite = meningite (infiammazione della meningite)

Velasse = velarsi, coprirsi con un velo, offuscarsi, appannarsi

Velatu = velato, coperto con un velo, offuscato, appannato

Velivulu = velivolo, aeroplano

Vella = bella, donna amata, bella copia; oppure spareggio nei giochi specialmente di carte

Vellara = puzzola, farina, donnola; oppure persona agile e veloce nell’agire

Vellè = tutto ciò che è bello per un bambino

Velle velle = richiamo per le galline

Vellemmia = vendemmia

Vellemmià = vendemmiare, raccogliere le uve

Vellezza = bellezza (qualità di chi è bello o grazioso)

Vello= bello (nelle espressioni: “che fai de vello = che fai di bello”; “mo’ vè lo vello = adesso viene il bello”)

Vellu = bello, persona che ha un bell’aspetto

Velu = velo (tessuto finissimo e trasparente, tenda, cortina; oppure pleure del suino che avvolge il fegato

Vemmarie = avemaria, suono della campana a sera

Véna = sorgente d’acqua; oppure avena, pianta erbacea;  estro, fantasia; vaso sanguigno che conduce sangue al cuore

Venà = Venanzio

Venanghe = benché, sebbene, quantunque

Venardì =venerdì

Venatu = venato, percorso da venature o altri segni, segnato, sfumato

Vence = vincere, superare l’avversario, ottenere, aggiudicarsi, prevalere

Venco = vinco, salcio, ramo flessibile di vinco per legare; oppure vimire sbucciato per fare canestri

Vendacciu = ventaccio, forte vento

Vendaju = ventaglio, oggetto per farsi vento; oppure serie, gamma

Vendarellu = venticello

Vendarola = bandierola, voltagabbana; oppure persona volubile e leggera che cambia facilmente opinione o partito

Vendata = ventata, colpo di vento

Vendenniu = ventennio, periodo di 20 anni; oppure periodo  del regime fascista in Italia

Vendi =venti

Vendicà = vendicare, far scontare un torto o una ingiustizia

Vendicasse = vendicarsi, compiere la propria vendetta

Vendicatu = chi ha fatto la propria vendetta, chi ha fatto scontare un torto o una  ingiustizia subita

Vendilà = ventilare, sventolare,rinfrescare facendo vento; esporre ad altri il proprio pensiero

Vendilatu = ventilato, arieggiato, areato, luogo esposto al vento

Vendola = ventola, arnese simile ad un ventaglio per ravvivare il fuoco

Vendrame = visceri

Vendu = vento

Venduru = venturo, che deve o che sta per venire, che verrà, prossimo

Vène = bene

Venedetto = Benedetto

Venerà = venerare, onorare, fare oggetto di venerazione

Veneratu  =venerato onorato, fatto oggetto di venerazione

Venestande = benestante, abbiente, agiato, facoltoso

Venfattu = benfatto, eseguito bene

Venga =  vinco, ramo flessibile di vinco

Venghé = benché, sebbene, quantunque

Vénne = vendere, mettere in vendita, offrice, cedere per lucro, spacciare

Vénnese = vendersi, lasciarsi corrompere, prostituirsi

Ventroàtu = bentrovato

Veò = beone

Verbu = verbo, parola

Verdegghià = verdeggiare, essere o apparire verde, tendere al verde

Vèrdene = piccolo trapano da legno azionato a mano

Verderà = verderame (acqua e rame per bonificare le piante)

Verdettu = verdetto, decisione irrevocabile, giudizio finale, sentenza

Verdo’ = verdone (passeraceo a codina forcuta, becco breve e conico colore verde dorato sul dorso)

Vergà = vergaro, il capo di casa

Vergaru = vergaro, il capo di casa

Vergognà = vergognare, provare vergogna,

Vergognasse = vergognarsi, sentire vergogna o soggezione

Vergognatu = vergognato, che ha provato vergogna o soggezione

Verificà = verificare, accertare, controllare, riscontrare

Verificasse = verificarsi, dimostrarsi vero; oppure accadere, avvenire, succedere

Verificatu = verificato, avvenuto, successo; oppure controllato, riscontrato

Vermene = verme (animale invertebrato a corpo molle)

Vermonde = Belmonte Piceno (FM)

Vernà  = Bernardo

Vernocculu = bernoccolo, bozza(piccola protuberanza cranica naturale o causata da contusione)

Vero’ = beverone (intruglio dato come cibo ai maiali)

Veronaca = Veronica

Verretta = berretta (copricapo di forma varia)

Verrettu = berretto, copricapo aderente al capo spesso con visiera

Verru = suino tenuto per la monta

Versà = versare, mescere, rovesciare

Versajere = bersagliere

Versasse = versarsi, confluire, sboccare

Versatu = versato, confluito, sboccato

Verseggià = verseggiare (scrivere o declamare versi)

Versio’ = versione, traduzione da o in un’altra lingua, trasformazione, adattamento, modo soggettivo di vedere le cose

Versu = verso, riga di poesia, accento, parlata, modo di parlare o di camminare, canto degli uccelli, modo, maniera

Veru = vero, effettivo, reale, sincero, autentico

Vesaccia = bisaccia (grossa borsa a due tasche)

Vesaccio’ = persona trasandata  che indossa abiti larghi, persona indolente e pigra

Veschja = bestia

Vesciaccola = vescicola, bolla

Vescuvu = vescovo

Vesellu = pisello

Vesognu = bisogno, necessità

Vespra = vespa, ape

Vesprà = vespaio

Vespru = vespro, tardo pomeriggio, tramonto

Vessillu = vessillo, bandiera, stendardo

Vestaja = vestaglia, veste da camera

Vestemmia = bestemmia, imprecazione

Vestemmià = bestemmiare, imprecare

Vestia = bestia; oppure persona rozza, ignorante e violenta

Vestiame = bestiame

Vestiola = bestiola, piccola bestia; oppure detto di persona poco intelligente

Vestioletta = bestioletta, piccola bestia

Vetaca = vetrice, salice selvatico, vimine, vinco

Vetrà = vetraio, rivenditore di vetri; oppure artigiano che sostituisce vetri

Vetru = vetro, finestra, finestrino

Vétta = aiuto, motrice di rinforzo; paio di vacche poste in aiuto di altre in difficoltà nel tirare l’aratro o carri o altro

Vettelemme = Bettelemme

Vettola = bettola (osteria frequentata dal popolino)

Vezzu = vezzo, abitudine, vizio, modo caratteristico di parlare e di comportarsi

Vì = vino

Viacca = biacca (sostanza colorante bianca)

Viada = biada (qualunque cereale per alimentare il bestiame)

Viadotu = viadotto, ponte a più luci che consente di attraversare centri abitati o valli o depressioni

Viagghiu = viaggio, trasferimento da un luogo ad un altro, itinerario ideale; oppure trasporto di merci o suppellettili

Viaggià = viaggiare, spostarsi lungo un certo percorso, visitare luoghi sconosciuti

Vialittu = vialetto (stradina o sentiero all’interno di un parco o giardino)

Vialo’ = vialone (via cittadina ampia ed alberata)

Viangastru = biancastro, che tende al bianco, pallido

Vianghiria = biancheria (complesso degli indumenti intimi)

Viango = bianco, pulito, immacolato

Viangosando = biancosanto

Viangu = bianco

Viasciu = Biagio

Viasilla = dies irae dies illa (sequenza latina riferita al giorno del giudizio universale)

Viastima = bestemmia, imprecazione

Viastimà = bestemmiare, imprecare si, smocccolare, maledilire

Viastimatu = bestemmiato, imprecato

Viatu = beato

Viatucu = viatico, comunione somministrata a chi sta per morire, sostegno morale a chi deve affrontare un pericolo

Vibrà = vibrare, lanciare con forza, scagliare

Vibratu = vibrato, lanciato con forza, scagliato

Vicarbonato = bicarbonato

Vicariu = vicario, chi fa le veci, sostituto

Viccà = beccare, cogliere col becco, mangiare col becco, colpire o ferire col becco; oppure subire una sconfitta

Viccasse = beccarsi, colpirci o ferirsì col becco

Viccata = colpo di becco

Viccatu = beccato, colpito o ferito col becco

Vicchi’ = becchino, beccamorto

Vicchiere = bicchiere

Vicchinu = becchino, beccamorto

Vicchiri’ = bicchierino

Vicchirittu = bicchieretto, bicchierino da liquore

Vicchittu = beccuccio

Viccu = becco; oppure broncio, smorfia rabbiosa

Viccucciu = beccuccio; oppure marito tradito; oppure persona sciocca o credulona

Vicenna = vicenda, caso,  evento, serie di fatti o cose o avvenimenti che si succedono alternandosi

Vicicretta = bicicletta

Vicinatu = vicinato, il vicino di casa, chi abita vicino; oppure insieme di persone che abitano lo stesso rione o quartiere

Vicinu = vicino, adiacente, attiguo, contiguo, confinante

Viculu = vicolo, via urbana di dimensioni modeste

Videllu = bidello

Vidimà = vidimare, autenticare

Vidimatu = vidimato, autenticato

Vidovanza = vedovanza

Vidullu = betulla, alberello dalla corteccia biancastra; oppure persona più alta della norma

Viduta = veduta, panorama, scorcio

Viduvu = vedovo, persona cui è morto il coniuge, privo, privato

Vietà = vietare, proibire, precludere, impedire

Vietatu = vietato, proibito, impedito, precluso

Vifurgu = bifolco

Vigija = vigilia

Vigilà = vigilare, sorvegliare, controllare

Vigilatu = vicinato, controllato, sorvegliato

Vignarolu = vignaiolo

Vignende = vincente

Vignetu = vigneto, superficie coltivata a vite

Vigudinu = bigodino (cilindretto di reticella di nailon su cui ci avvolgono le ciocche di capelli per la messa in piega)

Vigurusu = vigoroso, pieno di vigore, corposo, energico, gagliardo, robusto

Vijaccata = vigliaccata, azione da vigliacco

Vijaccheria = vigliaccheria, codardia, pusillanimità

Vijaccu = vigliacco, chi fugge davanti al pericolo, codardo, pusillanime; chi si impone con la prepotenza sul più debole

Vijardì = biliardino, calcio balilla

Vijardu = biliardo (speciale tavolo rettangolare, coperto di panno verde, per il gioco con le biglie di avorio)

Vijettà = bigliettaio (chi vende i biglietti su mezzi di trasporto pubblici)
Vijettu = biglietto

Vijitti’ = bigliettino

Vilangia = bilancia

Vilina = velina (tipo di carta molto sottile un tempo usata per fare più copie con la macchina da scrivere)

Vilino = Evelino

Vilinusu = velenoso, che contiene o emette veleno; oppure persona piena di astio o malevola o rancorosa

Villa = villa (casa signorile fuori città); spinotto di ferro per girare il mulinello del carro e tirare le corde leganti il carico

Villà = villano, contadino; oppure persona rozza e incivile, persona priva di tatto, gusto, cortesia ecc.

Villaggiu = villaggio

Villanu = villano, abitante della campagna, contadino; oppure persona rozza e incivile, priva di tatto o gusto o cortesia

Villerecciu = villereccio, campagnolo, rurale

Villicu = villico, contadino, abitante di campagna

Villinu = villino, villetta

Villittu = bellino

Villusu = villoso, peloso

Villutatu = vellutato, morbido

Villuto = velluto (tessuto a pelo morbido o rilevato)

Vilusu = vile, codardo, pauroso

Vinacci = vinaccia (parti solide dell’uva costituite da bucce, vinaccioli e graspi che residuano dalla torchiatura)

Vinariu = binario

Vinbrulè = vino, solitamente rosso, scaldato, zuccherato e aromatizzato

Vindina = ventina

Vindu = vinto, superato

Vindusu = ventoso, luogo esposto al vento, che non è riparato dai venti

Vinge = vincere, superare l’avversario, ottenere, aggiudicarsi, trionfare, dominare

Vingè =Vincenzo

Vingisgrassi = lasagne al forno, pasticcio di lasagne

Vingita = vincita

Vingitore = vincitore

Vingolà = vincolare, stringere, legare, apporre vincoli o condizioni, condizionare,  limitare

Vingolasse = vincolarsi, stringersi, legarsi

Vingolatu = vincolato, stretto, legato, condizionato

Vingulu = vincolo, legame, condizione, limitazione

Vinì = venire, arrivare, sopraggiungere

Viniale = veniale, meritevole di perdono

Vinidì = benedire, accordare protezione, consacrare corredo religioso

Vinidittu = benedetto, consacrato con rito religioso

Vinidizzio’ = bendedizione, invocazione di bene per qualcuno

Vinificà = vinificare, fare il vino

Vinificenza = beneficenza

Vinificiu = beneficio

Vinisse meno = venir meno, svenire, perdere i sensi

Vinnella = sottile e lungo ramo del salice usato per confezionare canestri

Vinnello’ = persona alta e allampanata

Vinnutu = venduto, ceduto per lucro, chi si è lasciato corrompere

Vinoculu = binocolo

Vinuta = venuta

Vinutu = venuto, arrivato, sopraggiunto

Vinzina = benzina

Viocca = chioccia

Vioccata = chiocciata, covata di pulcini

Violà = violare, non rispettare o non osservare le norme, violentare, forzare

Violatu = violato, non rispettato o osservato un obbligo di legge, violentato, inosservato, forzato

Violazio’ = violazione, in osservanza di un obbligo o di una norma

Violendà = violentare, imporre qualcosa con la violenza, forzare, costringere con la forza

Violendatu = violentato, costretto con la forza, forzato

Violendu = violento, chi abusa della sua forza fisica, irruente, aggressivo, impetuoso

Violo’ = violone (contrabbasso di viola a sei corde); oppure persona chiacchierona e incapace di mantenere segreti

Vionzola = capace recipiente di forma ovale in legno, alto 70 cm, per il trasporto del vino bollente dalla “callara” alla botte

Vipara = vipera (serpente velenoso con pupilla ellittica e verticale); oppure persona velenosa, maligna, subdola, rabbiosa

Vipirinu = viperino, velenoso, malvagio

Virbaccio’ = birbaccione, briccone, canaglia, mascalzone

Virbande = birbante, briccone, canaglia, mascalzone; oppure persona astuta e maligna

Virbo (lo) = l’insieme di furbizie o bricconate

Virbo’ = birbone, furfante, persona scaltra e malvagia, briccone, canaglia, mascalzone, monello

Virbonacciu = birbonaccio, furfante, persona scaltra e malvagia, briccone, mascalzone, cattivo, maligno

Virbonata = birbonata, furfanteria

Virbu = birba, furfante, mascalzone; oppure persona astuta o cattiva o maligna

Virdicchio = verdicchio (qualità di uva)

Virdinillu = succhiello (arnese usato dal falegname per fare buchi e preparare la strada a chiodi o viti di collegamento)

Virdura = verdura, ortaggio

Virgì = Virginio o Virginia

Virgurgnusu = vergognoso, che sente o manifesta o causa vergogna, schivo, riservato, verecondo

Virichì = birichino, monello

Virichinata = birichinata, monelleria, azione da birichino

Viricocunu = albicocca

Virillu = birillo (cilindro sagomato di avorio o altro che in alcuni giochi si tenta di far cadere)

Virità = verità

Virivina = vento freddo, freddo pungente

Virivissu = biribisso, piccola trottola

Virminittu = vermicoluzzo

Virminusu = verminoso, pieno o brulicante di vermi

Virnice = vernice

Virnicià = verniciare, coprire di vernice, spalmare la vernice

Virniciatu = verniciato, coperto di vernice

Virra = birra (bevanda); oppure femmina di tacchino

Virreria = birreria

Virrittì = berrettino

Virrocciu = biroccio ( carro a due ruote per il trasporto di persone e cose)

Virru = tacchino

Virruccì = calesse a due ruote molto leggero

Virtuosu = virtuoso, che pratica il bene o le virtù, molto abile, valoroso, che conosce bene un’arte

Virzillì = verzellino (piccolo passero); oppure pisellino del bambino

Visaccia = bisaccia

Visata = visita, recarsi e trattenersi presso qualcuno; oppure visita medica, ispezione

Visboccia = bisboccia, allegra riunione per mangiare e bere, baldoria, gozzoviglia

Vischjo = vischio (pianta con frutti appiccicosi, i quali fatti bollire vengono spalmati sui rami di un albero per catturare uccelli)

Viscica = vescica, bolla cutanea; organo urinario del maiale che ripulito e gonfiato vieve usato per conservare lo strutto

Viscicottu =fannullone, persona grassoccia indolente e pigra

Viscidu = viscido, scivoloso, gelatinoso, subdolo

Visciulu = visciolo (pianta delle rosacee che produce una piccola ciliegia acidula di colore rosso)

Viscottu = biscotto

Visetà = visitare, andare a trovare qualcuno a casa intrattenendosi per amicizia o cortesia; oppure controllare, ispezionare

Visetatu = visitato, controllato, ispezionato; oppure esaminato dal medico

Visibbele = visibile, che si può prevedere, che è lecito vedere, che a disposizione del pubblico

Visibiliu = visibilio, estasi, gran piacere, sentire grande ammirazione

Visionariu = visionario, che ha allucinazioni visive, utopista, che crede in cose irrealizzabili

Visitasse = visitarsi, farsi controllare da un medico

Visnonnu = bisnonno

Vispru = vispo, pronto, svelto, brioso, vivace, arzillo

Vispu = vispo, pronto, svelto, brioso, vivace, arzillo

Vistecca = bistecca (fetta di carne di manzo vitello tagliata sulle costole)

Vistì = vestire,ricoprire, ammantare, indossare

Vistiola = bestiola

Vistisse = vestirsi, ricoprirsi, ammantarsi, indossare indumenti

Vistitu = vestito, abito, vestiario oppure rivestito, ricoperto, ammantato, che in dosso indumenti

Vistitura = abito

Vistu = visto, guardato, osservato, ammirato

Visturnu = pianta erbacea; oppure persona alta e magra

Visu = viso, faccia, volto

Visugnusu = bisognoso

Visurfito = bisolfito (sale dell’acido solforoso)

Vita = vita (tempo fra la nascita e la morte); oppure vite (pianta dell’uva); oppure bevuta; parte del corpo sopra i fianchi

Vitalià = Vitaliano

Vitarbala = vitalba (arbusto rampicante)

Vitello’ = vitellone, bovino adulto; oppure giovane ozioso e frivolo

Vitellu = vitello

Viticchiu = viticchio (pianta volubile come il vilucchio e la vitalba); oppure tralcio (ramo giovane della vite)

Vito (nome di persona)

Vìto = bevuto

Vitoccu = battaglio

Vitorzulu = protuberanza sulla corteccia della piante, bernoccolo

Vitrina = vetrina (parte separata del negozio da cui si possono ammirare la merci)

Vitrinariu = veterinario (chi cura la salute degli animali)

Vittò = Vittorio
Vitturiusu = vittorioso

Vittu = vitto (insieme di alimenti e bevande necessari per vivere)

Vittura = vettura, trasporto, carrozza ferroviaria

Vitturì = vetturino, vetturale, cocchiere

Vitturina = autobus, carrozza a cavalli per servizio pubblico

Vitturina = diminutivo del nome proprio Vittoria

Viu = vivo, che è in vita, che vive

Viulì = violino

Viunco = giunco (pianta erbacea che cresce nei luoghi acquitrinosi e che essiccate viene usata per oggetti intrecciati)

Viunzola = bigoncia con una doga più alta che serve da manico

Viunzu = bigoncio (grosso secchio di legno con due doghe più alte e forate); oppure persona grassa ed attempata

Viuta = bevuta, bicchierata, rinfresco

Viutu = bevuto, ubriaco

Viva = esclamazione di applauso

Vivacchià =  vivacchiare, vivere stentatamente tirando avanti alla meno peggio

Vive = vivere, essere in vita, godere la vita, comportarsi come richiesto dalla convenzioni sociali

Viviana = Bibiana

Vivu = vivo, che è in vita, che vive

Vizià = viziare, abituare male,indurre al vizio,corrompere, deformare, rendere difettoso

Viziasse = viziarsi, contrarre vizi, abituarsi male, deteriorarsi, deformarsi, guastarsi, corrompersi

Viziatu = viziato, che ha contratto vizi, deformato, corrotto, guastato, deteriorato

Viziu = vizio, difetto, voglia strana, abitudine inveterata e pratica costante di ciò che è male

Viziusu = vizioso, chi è pieno di vizi, dissoluto, corrotto, depravato, inesatto, s corretto

Vizza = piccola frusta di legno flessibile

Vizzata = colpo dato con una bacchettina sottile pieghevole

Vizzoccu = bizzocco, bacchettone, bigotto, ipocrita

Vizzu = vizzo, che non è più fresco, flaccido, floscio, mencio, cascante, detto di frutto vicino ad infracidire

Vo’ = bove, bue; lo stesso per il plurale: bovi, buoi

Voatri = voi e gli altri

Vocabolariu = vocabolario (raccolta ordinata di vocaboli di una lingua corredata da spiegazioni, definizioni od altro)

Vocazio’ = vocazione, chiamata, inclinazione innata, eternità, attitudine

Vocca = bocca

Voccaccia = boccaccia (smorfia fatta con la bocca per disgusto o scherno)

Voccalo’ = boccalone, piagnucolone; oppure persona ingenua, credulona o volgare, sboccata, maldicente

Voccata = boccata, quanto si può prendere con la bocca

Voccetta = piccola boccia

Voccia = boccia

Voccià = bocciare, non approvare

Vocciata = colpo dato con una boccia

Vocciatu = bocciato non ha provato

Vocciolu = bocciolo (fiore o gemma non ancora sbocciati)

Voccolottu = tipo di pastasciutta a forma di cilindretti di varie dimensioni

Vocculu = boccolo, ciocca di capelli avvolta a spirale, lungo ricciolo di capelli pendenti

Vocendo’ = calabrone

Vocià = vociare, gridare ad alta voce, sbraitare

Vociata = grido ad alta voce

Vociferà = vociferare, parlare ad alta voce e a lungo; oppure spargere una voce, propalare una notizia

Vogà = vogare, spingere col remo

Vogne = ungere, spalmare, cospargere di sostanze grasse, ingrassare, lubrificare

Voja = forte desiderio; oppure macchia congenita in qualche parte del corpo

Voje = forte desiderio sessuale

Vojende = bollente, caldissimo, ardente

Volà = volare, essere poiettato nell’aria, viaggiare in aereo, innalzarsi o precipitare verso il basso

Volande = volante

Volandinu = volantino (piccola ruota per organi meccanici); foglietto pubblicitario; piccione di richiamo per i colombacci

Volatu = volato, proiettato in aria, chi è partito con l’aereo

Volé = volere, desiderare, bramare

Vollà = chiodare, inchiodare

Volla = chiodo

Vollatu = bollato, inchiodato

Volletta = bulletta ( piccolo chiodo a testa larga ); bolletta (fattura periodica per la fornitura di acqua, luce, gas o altro)

Vollu = bollo (tassa di possesso di un veicolo); oppure impronta, sigillo

Volondà = volontà

Volondariu = volontario, spontaneo, chi di propria volontà decide di fare qualcosa

Volpacchiottu = volpacchiotto; oppure persona astuta e subdola

Volpo’ = volpone, persona di grande esperienza e furberia

Volponacciu = volponaccio (persona di grande esperienza e furberia)

Volu = volo, movimento nello spazio, salto, slancio

Vommacio’ = persona grassa e goffa

Vommaciusu = gommoso, soffice

Vommità = vomitare, espellere attraverso la bocca il succo gastrico

Vommutu = vomito, estromissione episodica del contenuto gastrito attraverso la bocca

Vonaccia = bonaccia, calma di mare e di vento

Vonba = bomba

Vonbardà = bombardare, colpire sistematicamente uno o più bersagli con bombe

Vonbardamendu = bombardamento, azione del bombardare

Vonbardatu = bombardato, colpito sistematicamente con bombe

Vondà = bontà, benevolenza, compiacenza

Vonu = buono, docile, mansueto, pacifico, cortese, affabile, giusto, valido

Vonuscita = buonuscita (indennità di anzianità data dal datore di lavoro alla cessazione del rapporto)

Vonzenzu = buon senso

Vora = nord, tramontana, luogo esposto a nord

Vorbottà = borbottare, bofonchiare, mormorare, parlottare

Vorda = una volta

Vordà = voltare, girare, far rotolare, mutare direzione, curvare

Vordafaccia = voltafaccia, persona sleale, improvviso cambiamento di idee o di opinione

Vordarecchie = aratro con vomere rivoltabile da dx a sx e viceversa

Vordasse = voltarsi, girarsi, mutare direzione

Vordata = curva, svolta

Vordatu = voltato, girato, chi ha mutato direzione

Vordì = vuol dire

Vorgu = borgo

Vorotalco = borotalco (polvere finissima di talco naturale)

Vorraccia = borraccia (recipiente di alluminio o altro per conservare acqua o altre bevande)

Vorsa = borsa

Vorsata = borsata, percorsa data con una borsa; oppure quanto può essere contenuto da una borsa

Vorsetta = borsetta, borsa da signora

Vorso’ = borsone, borsa grande capace

Voscu = bosco

Vostru = vostro

Votà = votare nelle elezioni per cariche politiche; oppure vuotare, svuotare,  far uscire il contenuto, rendere vuoto

Votana = pianta lacustre  che essiccata viene utilizzata per intrecciare borse o impagliare sedie o altro

Votasse = vuotarsi, svuotarsi, perdere il contenuto; oppure dedicarsi, offrirsi totalmente, consacrarsi

Votatu = votato, scelto, eletto; oppure svuotato, che ha perso il contenuto; oppure dedicato, offerto, consacrato

Votazio’ = mutazione, elezione, suffragio, espressione del voto

Votolla = pustola, bolla

Vòtta = botta, colpo

Vottà = cozzare, incornare

Vottata = cornata, colpo dato con le corna

Votte = botte

Vòtte = botte, pugni, colpi, percosse

Vottega = bottega, negozio

Vottegande = bottegante

Vottego’ = botro, profondità del fiume

Votto’ = bottone

Vottonata = battuta spiritosa e allusiva

Votu = vuoto, svuotato; offerta o promessa ad una divinità o a un santo; oppure scelta di un candidato; giudizio di merito

Vozza = bozzo, protuberanza, ammaccatura

Vozzu = bozzo, protuberanza, ammaccatura

Vraata = bravata, spacconate, smargiassate, azione rischiosa compiuta per spavalderia

Vraca = braca, calzone, ciascuna delle due brache

Vracalo’ = colui a cui pendono le brache

Vracce = braccia

Vracciale = bracciale

Vraccialittu = braccialetto, ornamento forma di cerchio portato al polso

Vracciata = bracciata, quanto può essere portato con le braccia

Vracciolu = bracciolo, sostegno laterale di una sedia o poltrona, corrimano delle scale

Vracciu = braccio

Vraccu = bracco (cane a pelo corto)

Vrache = brache

Vraco’ = bracone, persona impicciona, pettegola

Vranda = branda

Vrangata = brancata, bracciata, mannello, manipolo

Vrangia = foglia

Vrangu = branco, gruppo di animali

Vrao (lo) = insieme di azioni fatte con bravura, abilità, perizia, capacità, valentia

Vrao = l’insieme di bravure, di azioni spavalde

Vrascia = brace

Vrasciola = braciola (fetta di carne da cuocere alla griglia o in padella); oppure taglio al viso nel farsi la barba

Vrau = bravo, onesto, buono, dabbene

Vraura = bravura, abilità, perizia, capacità, valentia

Vrecca = sassolino spigoloso e pungente

Vrecche = piccoli sassi spigolosi e pungenti

Vreccia = breccia, ghiaia di ciottoli o frantumi di sassi

Vreccià = brecciare, coprire con ghiaia, spandere la ghiaia per ripristinare il manto stradale

Vrecciatu = brecciato, cosparso di ghiaia, inghiaiato

Vrettelle = bretelle (sostegno dei pantaloni costituito da due strisce di materiale vario che passando sopra le spalle si allacciano ai calzoni)

Vricciulì = brecciolino

Vricciusu = breccioso, coperto di breccia, pieno di breccia, breccioloso

Vricconata = bricconata, malefatta
Vrigande = brigante, malvivente, predone

Vrigadiere = brigadiere

Vrigata = brigata, gruppo di persone

Vrija = briglia

Vrillà = brillare, risplendere di luce viva e tremula, spiccare per ingegno, emergere

Vrillande = brillante, risplendente

Vrillu = brillo, ubriaco

Vrina = brina, rugiada congelata

Vrinà = il cadere della brina (rugiada congelata)

Vrinata = brinata

Vringiu = aspro, che ha sapore agro, acerbo, detto del frutto non maturo

Vriscola = briscola (gioco alle carte)

Vriscolata = briscolata

Vriscoletta = briscoletta

Vrocca = brocca (panciuto recipiente di terracotta per acqua)

Vroccu = vaso di terracotta per raccogliere il latte durante la mungitura

Vrocculu = broccolo (cavolo con fusto eretto)

Vroda = broda

Vròda = broda , brodaglia, residui della lavatura dei piatti e avanzi della tavola dati in pasto ai maiali

Vrodajia = brodaglia, miscuglio

Vrodettu = brodetto, intingolo di pesce alla marinara

Vrodu = brodo, alimento liquido

Vronzo = bronzo

Vrucchittu = recipiente alto e panciuto di vetro con manico e beccuccio usato a tavola

Vrudusu = brodoso, con molto brodo

Vrugna = prugna

Vrugnolu = prugnolo

Vrunghite = bronchite, infiammazione dei bronchi

Vruno = Bruno

Vrunzi = cicatrici al braccio lasciato dall’innesto del vaiolo

Vrunzittu = recipiente alto e panciuto di terracotta con manico e beccuccio usato a tavola

Vrusca = brusca, spazzola di setole dure per strigliare equini e bovini

Vruschetta = crostino (fetta di pane abbrustolito strofinato con aglio e condita con sale e olio di frantoio)

Vrusciolu = foruncolo

Vrusciulittu = foruncoletto

Vruttezza = bruttezza

Vruttu = brutto, sgradevole

Vu = voi

Vua = ferita (nel linguaggio dei bambini)

Vuatri = voi, voi ed altri

Vuattu = pesce marino di poco pregio

Vucaletta = boccale di terracotta usato in genere per il vino posto a tavola

Vucchì = bocchino, cannellino in cui si infila la sigaretta; oppure coito orale

Vuccola = boccola, anello di ferro che fascia la testata di un legno pr dare più resistenza

Vuccuccia = boccuccia

Vucinittu = cannello per tessitrici

Vudelle = budella (plurale di budello)

Vudello’ = budello, gran mangione, grassone

Vudellu = budello, intestino; oppure vicolo o corridoio lungo e stretto

Vufera = bufera

Vuffi = debiti

Vuffo’ = buffone, comico, pagliaccio

Vuffonata = forata, pagliacciata, azione o discorso di nessun valore

Vuffu = buffo, comico, che provoca ilarità

Vujì = bollire, cuocere, fermentare

Vujita = breve bollitura

Vujito = bollito

Vujitu = bollito, cotto in acqua; oppure logorato, sfiancato, sfinito, stamchissimo

Vujitura = bollitura

Vujusu = voglioso, desideroso, bramoso; oppure ingordo

Vulà = urlare o lamentarsi per il dolore

Vulindirusu = volenteroso, chi ‘ pieno di buona volontà, voglioso, anelante

Vullittì = bollettino, biglietto; notiziario periodico su cui vengono pubblicati i protesti cambiari

Vulutu = voluto, desiderato, bramato

Vunittu = buono

Vurcanu = vulcano (fenditura della crosta terrestre da cui può fuoriuscire lava, gas, ceneri, lapilli o altro)

Vurrasca = burrasca

Vurrattì = burattino, fantoccio; oppure persona priva di volontà propria

Vurrattinata = burattinata , buffonata

Vurro = burro

Vurrucchiu = tarlo che corrode fagioli, ceci o i cereali in genere

Vursilli’ = borsellino

Vuscette = fossette sulle gote

Vuschia = schiuma

Vùscia = buca

Vuscìa = bugia, menzogna

Vusciardo’ = bugiardo

Vusciardu = bugiardo, menzognero

Vuscio’ = chi dice sempre bugie

Vuscittu = buchetto

Vusciu = buco

Vussà = bussare; ovvero bastonare, picchiare

Vussatu = bussato; ovvero bastonato, picchiato

Vusse = busse, bastonate

Vussola = bussola

Vussolottu = bussolotto (contenitore di vetro da cui si estrae a sorte per effettuare una assegnazione)

Vusta = busta, involucro

Vustarella = bustarella (compenso illecito dato un sottomano)

Vustu = busto, parte superiore del corpo umano; oppure protesi di sostegno ; oppure indumento intimo femminile

Vuttà = buttare, gettare via

Vuttasse = buttarsi, lanciarsi contro o sopra qualcuno o qualcosa

Vuttatu = buttato, gettato via, che si è lanciato contro o sopra qualcuno o qualcosa

Vutticillu = botticello

Vuttija = bottigliaVuttijetta = bottiglietta

Vuttijo’ = bottiglione

Vuturellu = piccolo avvolgimento

Vuturozzu = cartoccio, piccolo avvolgimento

Vuvù =bua (nel linguaggio infantile), ferita

Vuzu = bolso, fiacco, floscio, goffo

Vuzzichittu = piccola ampolla per olio o aceto che lo lascia cadere goccia a goccia

Vuzzucu = panciuta ampolla per olio o aceto

Vuzzurru  persona zotica, rozzo

Vvalurì = granire, fare i chicchi

Vvaluritu = granito, che ha fatto i chicchi

Vvanbà = avvampare, arrossire, bruciare

Vvanbasse = avvamparsi, arrossirsi, bruciarsi

Vvanbatu = avvampato, bruciato

Vvandaggià = avvantaggiare, favorire, dare un vantaggio; oppure progredire, superare

Vvandaggiasse = avvantaggiarsi, portarsi avanti, prendere un vantaggio su qualcuno

Vvandaggiatu = avvantaggiato, che si è portato avanti

Vvanzà = avanzare, essere superfluo, essere per di più, costituire un avanzo; oppure guadagnare, risparmiare

Vvanzaticcio = avanzaticcio, rimasuglio, rimanenze

Vvanzatu = ava nzato, restato, rimasto, che è per di più

Vvedé = avvedere, accorgersi

Vvedesse = avvedersi, accorgersi

Vvelenà = avvelenare, uccidere col veleno, amareggiare, ammorbare, inquinare

Vvelenasse = avvelenarsi, amareggiarsi; oppure uccidersi col veleno

Vvelenatu =avvelenato, ucciso col veleno, amareggiato

Vvendà =  avventare, aizzare, lanciare, scagliare

Vvendasse = avventarsi, lanciarsi, scagliarsi

Vvendatu = avventato, aizzato, lan ciato, scagliato

Vvendurà = aventurare, rischiare, azzardare

Vvendurasse =  avventurarsi, arrischiarsi, azzardarsie

Vvenduratu = avventurato, azzardato, arrischiato

Vvenduriéru =  avventuriero, chi va in cerca di fortuna

Vverà = avverare, attuare, verificare

Vverasse = avverarsi, attuarsi, verificarsi

Vveratu = avverato, attuato, verificato

Vversà =  avversare, ostacolare, opporre

Vversàtu =  avversato, opposto, ostacolato

Vvettà = aiutare a trainare cose pesanti aggiungendo una o più coppie di animali da tiro

Vvettatu = aiutato a trainare cose pesanti aggiungendo uno o più coppie di animali da tiro

Vvezzà = avvezzare, abituare, dare una abitudine o consuetudine

Vvezzasse = vvezzarsi, abituarsi

Vvezzatu = avvezzato, abituato,

Vvià = avviare, indirizzare; oppure cominciare, iniziare

Vviasse = avviarsi, indirizzarsi, andare verso una direzione

Vviatu = avviato, indirizzato, che è andato verso una direzione

Vvicinà = avvicinare, approssimare, accostare

Vvicinasse = avvicinarsi, accostarsi, approssimarsi

Vvicinatu = avvicinato, accostato, approssimato

Vvidutu = avveduto, accorto

Vvilì =  avvilire, abbattere, umiliare, degradare

Vvilimendu = avvilimento

Vvilisse = avvilirsi, abbattersi

Vvilitu = avvilito, abbattuto, umiliato, degrdato

Vvinazzà = avvinazzare, ubriacare

Vvinazzasse = avvinazzarsi, ubriacarsi

Vvinazzatu = avvinazzato, ubriaco

Vvirtì = avvertire, avvisare, allertare

Vvirtimendu = avvertimento, ammonimento, consiglio

Vvirtitu = avvertito, avvisato, allertato

Vvisà = avvisare, allertare, avvertire, consigliare, ammonire

Vvisatu = avvisato, allertato, avvertito, consigliato, ammonito

Vvità = avvitare, avvolgere, stringere

Vvitasse = avvitarsi, avvolgersi, stringersi

Vvitatu = avvitato, avvolto, stretto

Vvizzì = avvizzire, sfiorire, perdere la freschezza

Vvizzisse = avvizzirsi, sfiorirsi, diventare vizzo

Vvizzitu = avvizzito, sfiorito, dive nuto vizzo

Vvizzu = avvezzo, abituato

Vvojà = invogliare, mettere voglia, stimolare, indurre

Vvojasse = invogliarsi, mettersi la voglia, lasciarsi prendere dalla voglia o desiderio

Vvojatu = invogliato, stimolato, indotto

Z

 

Zaffusu = disordinato, sciatto

Zallocco’ = persona disordinata e sudicia

Zalloccu = grumo di farina

Zallucchittu = zallocchetto, piccolo grumo

Zanba = zampa

Zanbata = zampata, colpo dato con una zampa, calcio

Zanbetta = piccola zampa

Zanbettà = zampettare, muoversi velocemente; oppure sgambettare

Zanbì = zampino, l’intromettersi più o meno apertamente per influenzare l’esito di qualcosa

Zanbinu = zampino, zampetto; oppure immischiarsi, intromettersi per influire sull’esito di qualcosa

Zanbittu = zampa lessa di vitello o agnello o maiale

Zanbo’ = zampone (zampa anteriore del maiale svuotata e riempita di carne triturata)

Zanbognaru = zampognaro, suonatore o costruttore di zampogne

Zanbu = zampo, zampa di animale

Zelu = zelo, impegno o diligenza nell’agire,fervore, ardore entusiasmo, passione

Zengara = zingara

Zeppa = zippo, rametto, bastoncino sottile

Zeppu = zeppo, estremamente pieno, stivato, gremito

Zicchì = Zecchino

Zinà = grembiule

Zinalata = quantità contenuta in un grembiule

Zinalittu = grembiulino indossato un tempo dagli scolaretti

Zinalo’ = grembiulone

Zinbellu = zimbello (uccello di richiamo); oppure chi è oggetto di burle, spasso o risa per la sua goffaggine)

Zingheramo = insieme di persone dall’aspetto sciatto e trasandato

Zinguru = zingaro, nomade, gitano; oppure persona dall’aspettp sciatto e trasandato

Zippittu = zoppetto

Zippu = zippo (piccolo oggetto cilindrico di legno o altro per turare un buco

Zisu = suo zio

Zittu = zitto, che non parla

Zitu = tuo zio

Ziu = zio

Zizzà = verso del tordo

Zizzu = tordo (tordo bottaccio)

Zonzu = zonzo, andare a spasso qua e là senza una meta oziando

Zoppicà = zoppicare, traballare; oppure deviare dalla  retta via

Zoppu = zoppo, claudicante, traballante; oppure difettoso

Zozzo’ = sozzone, sporcaccione, sordido, turpe, immorale, ripugnante

Zozzoneria = sozzume, sudiciume

Zucchirì = zuccherino, dolcetto, contentino

Zucchirittu = zuccheretto; oppure piccolo favore per far accettare qualcosa di spiacevole

Zucco’ = zuccone, testone, testardo,  ignorante

Zucconacciu = zucconaccio, testone

Zuccoro = zucchero

Zufulu = zufolo, fischietto

Zunbà =  zompare, saltare

Zunbatu = zompato, saltato

Zunbettà = saltellare, zompare, fare salti piccoli ma frequenti

Zunbittu = piccolo salto; oppure gioco dei ragazzi consistente nel camminare saltellando con una gamba e tenendo l’altra sollevata

Zunbu =  zompo, salto

Zuppetta = intingere pane e il vino o altro; oppure pane bagnato poi condito con olio, erbetta e pezzettini di aglio

Zuppu = zuppo, infradiciato, bagnato completamente, inzuppato, intriso

Zurlà = zurlare, giocare o saltare o correre per gioco, divertirsi

Zuzzo = cose sozze, sozzume

Zuzzu =zozzo, sozzo, sporcp, sudicio

Zuzzume = sozzume, sudiciume

Zuzzura =  sozzura, cosa turpe, cosa spregevole

Zuzzurello’ = zuzzurellone, chi pensa solo al giorco o al divertimento o allo scherzo

Zzaccarellata = grossa bastonata

Zzaccarellu = bastone grosso e nocchiuto

Zzaccaro’ = zaccherone, chi si sporca molto e abitualmente, persona dall’aspetto sciatto

Zzaccarusu = zaccaroso, persona abitualmente sporca o dall’aspetto sciatto

Zzaffalusu = disordinato, confusionario

Zzaffata = zaffata: tanfo improvviso che impedisce il respiro

Zzafferà = zafferano (spezie giallo-rossa)

Zzagana = raganella;oppure beffa, burla

Zzagottu = persona goffa, inesperta

Zzainu = zaino (sacco di tela o altro materiale che può essere portato a spalla con due staffe)

Zzanbillà = zampillare, sgorgare con impeto formando uno zampillo

Zzanbillu = zampillo, sottile getto d’acqua che sgorga con impeto andando in alto

Zzannà = azzannare, mordere

Zzannasse = azzannarsi, mordersi

Zzannatu = azzannato, morso

Zzardà = azzardare, arrischiare, esporre ad un rischio

Zzardasse = azzardarsi, avventurarsi, arrischiarsi, esporsi ad un rischio

Zzardàtu = azzardato, arrischiato

Zzavajo’ = zabaione (crema spumosa ottenuta sbattendo tuorli di uovo con zucchero)

Zzazzaro’ = zazzerone (chi ha i capelli lunghi per incuria)

Zzazzere = capelli lasciati lunghi e incolti per incuria

Zzeccà =  azzeccare, indovinare, prevedere

Zzeccacarbugli = avvocato da strapazzo, imbroglione, intrigante

Zzeccara = zecca (insetto); oppure grossa sbornia

Zzeccata = cosa indovinata per puro caso

Zzeccatu = azzeccato, indovinato, previsto

Zzeffara = zero

Zzerà = azzerare, annullare

Zzerasse = azzararsi, annullarsi

Zzeratu = azzerato, annullato

Zzerbinottu = zerbinotto, giovane galante e di una eleganza ostentata

Zzero = zero

Zzero carbonella = zero carbonella (persona che non vale nulla)

Zzicchete ! = esclamazione per riprodurre il rumore di un piccolo colpo o strappo

Zzicchinetta = zecchinetta (gioco con le carte)

Zzighe zzaghe = zigzag (andare qua e là)

Zzigrinatu = zigninato, che ha un aspetto ruvido e granuloso, inciso co n solchi profondi e incrociati

Zzigumu = zigomo

Zzingo = zinco

Zzinna = mammella della donna

Zzitellu = uomo scapolo un po’ attempato

Zzittì = zittire, far tacere, indurre al silenzio

Zzittisse = zittirsi, smettere di parla, fare silenzio

Zzittitu = zittito, costretto a far silenzio

Zzivì = zibibbo (qualità di uva)

Zzoccola = donna di facili costumi, prostituta

Zzoccolà = zoccolare, far rumore con gli zoccoli cmminando

Zzoccolande = zoccolante, frate cercatore

Zzoccolo’ = zoccolone, rozzo, rustico, zoticone

Zzocculu = zoccolo, calzatura con la suola di legno e tomaia a strisce

Zzoppà = azzoppare, storpiare

Zzoppasse = azzopparsi, storpiarsi

Zzoppatu = azzoppato, storpiato

Zzotico’ = zoticone, rozzo, rustico

Zzoticu = zotico, rozzo, rustico, grossolano, incivile

Zzuccherà = zuccherare, addolcire con lo zucchero

Zzuccheratu = zuccherato, addolcito con lo zucchero

Zzucculittu = zoccoletto (zoccolodel freno del carro)

Zzuffà = azzuffare, venire alle mani

Zzuffasse =azzuffarsi, picchiarsi, venire alle mani

Zzuffatu = azzuffato, venuto alle mani

Zzufolà = zufolare, suonare con lo zufolo, ronzare, fischiettare

Zzugà = strofinare per suonare

Zzurrà = azzurrare, rendere azzurro; oppure arrugginire

Zzurrasse = azzurrarsi, divenire azzurro; oppure arrugginirsi

Zzurratu = azzurrato, reso azzurro; oppure arrugginito

Zzuru zzuru = imitazione del suono del violino

Zzuzzurru = scompiglio, confusione, ribellione, gazzarra

 

 

Posted in DOCUMENTI, LUOGHI, Notizie Recenti, PERSONE | Tagged , , , | Leave a comment

VOCABOLARIO lettera S DIALETTO DI TIPO FERMANO A BELMONTE PICENO studiato da Albino Vesprini

Vernacolo Lettera S   Belmonte Piceno

S

Sabbio’ = sabbione (sabbia mescolata a strati con la terra)

Sabbiusu = sabbioso, terreno pieno di sabbia

Sabbotaggiu = sabotaggio, atto fra belligeranti per danneggiare mezzi o altro, o ad  intralciare una azione militare

Sabbutu = sabato

Sabotà = sabotare, distruggere o danneggiare volontariamente, ritardare, denigrare, ostacolare

Sabotatu = sabotato, distrutto o danneggiato volontariamente, ritardato, ostacolato

Saccheggià = saccheggiare, mettere a sacco, fare bottino di ogni cosa, di rubare, svaligiare, devastare, rapinare, razziare

Saccheggiatu = saccheggiato, messo a sacco, derubato, svaligiato, devastato, rapinato, razziato

Saccheggiu = saccheggio, depredazioni, devastazione, razzia, rapina

Sacchittu = sacchetto, piccolo involucro a forma di sacco; oppure quantità che può essere contenuta in un sacchetto

Saccio = io so

Sacco’ = pagliericcio, grosso sacco pieno di foglie

Saccoccia = tasca

Saccoccio’ = grossa tasca interna della giacca; pure persona vestita con abiti troppo grandi

Saccu = sacco o recipiente di tela; oppure una grossa quantità

Saccuccì = taschino

Saccutellu = sacchettuccio

Sace = salice

Saciccia = salsiccia

Saciccio’ = detto a persona goffa e ingombrante

Sacicciottu = salcicciotto; oppure persona goffa e ingombrante

Sacio’ = salice bianco

Sacrificà = sacrificare, offrire in sacrificio, immolare una vittima;oppure mortificare le doti di una persona

Sacrificasse = sacrificarsi, offrirsi in sacrificio, immolarsi, sopportare volontariamente privazioni

Sacrificatu = sacrificato, offerto in sacrificio, immolato, che ha sopportato volontariamente privazioni

Sacrificiu = sacrificio, offerta alla divinità; oppure grave privazione o danno subito volontariamente, rinuncia

Sacru = sacco, consacrato, che appartiene alla divinità, ciò che è degno di rispetto o venerazione o ossequio

Saettà = saettare,  colpire con le frecce, scagliare frecce

Sageratu = esagerato, eccessivo

Sagerazio’= esagerazione

Saggià = saggiare, provare, cercare di conoscere; oppure assaggiare, assaporare, degustare

Saggiatu = saggiato, provato; oppure assaggiato, assaporato, disgustato

Saggiu = saggio, accorto, avveduto, giudizioso, dotto, esperto, sapiente; oppure scritto su di un particolare problema

Sagnà = ferire, fare del male

Sagnatu = ferito

Sagomà = colpito sagomare, dare o delineare la sagoma, dare la linea o la forma

Sagomasse = sagomarsi, delinearsi, prendere la forma

Sagomatu = sagomato, che è ricevuto la sagoma o la linea o la forma

Sagramendu = sacramento (uno dei sette sacramenti); oppure persona molto grande

Sagrestà = sacrestano

Sagrificà = sacrificare, immolare, sopportare privazioni a beneficio di altri

Sagrificasse = sacrificarsi, immolarsi, sopportare privazioni a beneficio di altri

Sagrificatu = sacrificato, immolato, persona che sopporta privazioni a beneficio di altri

Sagrificiu = sacrificio, grossa privazione

Sagrilegiu = sacrilegio, empietà, profanazione, violazione, mancanza di rispetto o riverenza

Sagristia = sagrestia (locale nella chiesa per conservare arredi e paramenti sacri)

Sagrosandu = sacrosanto, inviolabile, indubitabile, incontestabile

Saittì = peperoncino

Sala = assale del carro; oppure locale ampio e spazioso

Salà = salare, insaporire con sale; oppure non andare a scuola, marinare la lezione

Salameleccu = complimento cerimonioso

Salamittu = salamino, piccolo salame

Salamo’ = persona goffa o impacciata che non sa muoversi

Salamottu = persona goffa o impacciata che non sa muoversi

Salamu = salame (carne suina tritata ed insaccata); oppure persona goffa e impacciata

Salariatu = salariato

Salariu = salario, paga, compenso

Salassu = salasso cola intervento per sottrarre sangue al corpo umano; oppure esborso di una notevole somma di denaro

Salata = lavorazione della carne suina per la sua conservazione

Salato = carne suina salata conservata in vari modi

Salatu = salato, saporito

Salì = salire, andare verso l’alto, aumentare, crescere

Salitu = salito, è andato verso l’alto, aumentato, cresciuto

Sallà = saldare, unire con la saldatura

Sallasse = saldarsi, unirsi con la saldatura

Sallatu = saldato, unito con la saldatura

Sallatura = saldatura

Salmu = salmo, canto religioso

Salo’ = salone

Salottu = salotto, stanza arredata con cura con divano e poltrone come luogo di ricevimento o conversazione

Saltellà = saltellare, avanzare a piccoli passi, balzare, ballonzolare,  palpitare, battere

Salutà = salutare, accogliere, applaudire, ossequiare

Salutasse = salutarsi, scambiarsi saluti, ossequiarsi

Salutatu = salutato, colto, applaudito, ossequiato

Salutti’ = salottino, piccolo salotto

Salutu = saluto, cenno, festa, manifestazione di riverenza o rispetto o simpatia o affetto o cordialità verso qualcuno

Salvato’ = Salvatore

Sammucu = sambuco

San Gnustu = Monte San Giusto (MC)

Sanà = sanare, guarire; oppure castrare

Sanasse = sanarsi, guarirsi

Sanatoriu = sanatorio (luogo di ricovero e cura di malati di tubercolosi)

Sanatu = sanato, guarito; oppure castrato

Sandaficiata = donna bizzocca, pia, devota

Sandagnulu = Sant’Angelo in Pontano (MC)

Sandala = sandalo

Sandanimba = esclamazione

Sandarellu = saltarello, chi fingendo ostenta pietà o devozione o umiltà

Sandì = Santino, nome proprio

Sandificà = santificare, dichiarare santo qualcuno, venerare, glorificare

Sandificatu = santificato, dichiarato santo, venerato, glorificato

Sandili = sandali, calzari

Sandina = Santina

Sandinu = santino, piccola immagine sacra; oppure bambino buono e ubbidiente

Sandocchiaru = bigotto, ipocrita

Sandocchio’ = Santo occhio, bigotto, ipocrita, bacchettone

Sandocchiu = santocchio, ipocrita, bacchettone

Sandro = Alessandro

Sandu = santo, intangibile, inviolabile, pio, religioso, buono

Sanduariu = santuario, luogo sacro, luogo protetto e inaccessibile

Sandulitti = picoli sandali

Sandulu = sandalo, calzatura con tomaia a strisce di cuoio

Sanetà= sanità

Sanfasò = alla rinfusa

Sangiovese = qualità di uva

Sango = sangue

Sangonella = sanguinella (pianta dal fusto sottile flessibile e se giovane con corteccia rossiccia)

Sanguignu = sanguigno, di sangue o del sangue, che abbonda di sangue, che ha colore simile al sangue

Sanguinà = sanguinare, perdere sangue, versare o stillare sangue

Sanguinacciu = sanguinaccio (grumo di sangue del maiale)

Sanguisuga = sanguisuga, mignotta; oppure persona avida e spilla soldi agli altri

Sanitariu = sanitario, medico

Sanitro = salnitro (nitrato di potassio)

Sanu = sano, intero

Sanzio’ = sanzione, approvazione, conferma; oppure ammenda, penale, punizione

Sanzivirì = San Severino Marche (MC)

Sapa = mosto cotto, concentrato per contimenti o mostarde

Sapé = sapere, avere conoscenza, conoscere

Sapiendo’ = sapientone, che ostenta esperienza e sapere che in effetti non ha

Sapo’ = sapone, prodotto detergente

Sappa = zappa

Sappà = zappare, dissodare

Sappata = zappata, colpo dato con una zappa

Sappatu = zappato, dissodato

Sappo’ = grossa e pesante zappa

Sapurì = saporire, insaporire, rendere saporito

Sapuritu = saporito, insaporito, che a buon sapore, gustoso

Sapurusu = saporoso, che ha sapore intenso e gradevole

Saputellu = saputello, giovincello che si atteggia persona adulta intervenendo nei discorsi o parla di ciò che non conosce

Saputo’ = saccentone, sapientone, chi presume di sapere ma che in realtà non sa, persona piena di alterigia

Saputu =  zerbinotto, persona che si dà delle arie, piena di alterigia, saccente; oppure saputo, risaputo, sentito dire

Saraca = aringa conservata sotto sale, salacca; oppure persona che si intromette inopportunamente nelle cose altrui

Saracenu = saraceno, musulmano

Sarchià = sarchiare, ripulire il terreno dalle erbacce con la zappa

Sardà = saltare, sollevarsi di slancio da terra, schizzare, volar via, salire, montare; oppure omettere, tralasciare

Sardagnolu = sardegnolo, della Sardegna

Sardaleo’ = saltaleone (filo di metallo o di ottone avvolto strettamente a spirale e compresso, che lasciato libero, scatta per la sua grande elasticità

Sardamartì = giocattolo formato da mezzo guscio di noce fatto saltare con un molla

Sardamuletta = gioco fra ragazzi consistente nello scavalcarsi l’un l’altro poggiando le mani sulle spalle di un avversario già curvo

Sardarellu = saltarello (danza popolare con ritmo e movimenti vivaci con due figure “filo’ e spontapè”)

Sardatu = saltato, schizzato, volato via, salito, montato, passato da un punto ad altro

Sardella = sardina; oppure pacca, grossa manata, schiaffo

Sardellà = venditore di sardine in salamoia o in barile

Sardu = sardo (nativo o abitante della Sardegna); oppure salto, balzo

Sardunci’ = sardine

Sarmì =  salmì, intingolo costituito da pezzi di selvaggina macerati in vino e poi cotti in un  sugo aromatico

Sarmu = salmo

Sarnà = Sarnano (MC)

Sartu = sarto, chiese abiti su misura per il cliente

Sarturia = sartoria, luogo di produzione di abiti

Sarvà = salvare, sottrarre un pericolo, difendere, conservare

Sarvadenà = salvadanaio

Sarvaguardà = salvaguardare, custodire, difendere, proteggere, tutelare

Sarvaguardasse = salvaguardarsi, difendersi, proteggerci, tutelarsi

Sarvaguardatu = salvaguardato, difeso, custodito, protetto, tutelato

Sarvaì = imbuto

Sarvajende = salvagente, mezzo galleggiante in grado di mantenere a galla chi ci si appoggia o che lo indossa

Sarvaquatrì = salvadanaio

Sarvasse = salvarsi, sottrarsi ad un pericolo, difendersi, conservarsi

Sarvato’ = Salvatore

Sarvatu = salvato, sottratto ad un pericolo, difeso, conservato, protetto

Sarvatucu = selvatico, rozzo, scortese

Sarvezza = salvezza

Sarvia = salvia (erba edule profumata)

Sarvietta = tovagliolo

Sarvu = salvo, fuori pericolo, sicuro

Sarza = salsa: condimento più o meno denso, preparato a parte, per aggiungere sapore alle vivande

Sassittu = sassetto, sassolino

Sassofunu = sassofono ( strumento musicale di ottone ad ancia)

Sassu = sasso, ciottolo, piccola pietra

Satanassu = satanasso, persona violenta o furiosa, persona sempre irrequieta o sempre in attività

Satara = satira

Satiricu = satirico, caustico, ironico, mordace, sarcastico, sferzante

Satollà = satollare, saziare,  sfamare

Satollasse = satollarsi, saziarsi, sfamarsi

Satollatu = satollato, saziato, sfamato

Satullu = satollo, sazio, pago, soddisfatto

Savè = Saverio

Savì = Savino

Saviu = savio, assennato, accorto, saggio, prudente, dotto

Sazià = saziare, sfamare

Saziasse = saziarsi, sfamarsi

Saziatu = saziato, sfamato

Saziu = sazio, satollo, sfamato

Sazo’ = grossa e fastidiosa mosca

Sbaà = sbavare, bagnare con la bava

Sbaasse = sbavarsi, bagnarsi con la bava

Sbaatu = sbavato, bagnato con la bava

Sbacchettà = sbacchettare, colpire ripetutamente qualcosa con la bacchetta

Sbacchettatu = bacchettato, colpito ripetutamente con la bacchetta

Sbadatu = sbadato, che non  bada a ciò che fa, che non riflette, distratto, disattento, disavveduto, irriflessivo, sventato

Sbadijà = sbadigliare, fare sbadigli

Sbadiju = sbadiglio (lenta e profonda ispirazione e breve espirazione rumorosa accompagnata da stiramenti delle braccia)

Sbafà = mangiare a ufo, scroccare

Sbafarà = sporcarsi con la bava, imbrattarsi le labbra o il mento nel mangiare

Sbafaratu = sporco, sbavato, imbrattato

Sbafato’ =  sfacciato, profittatore della mensa altrui, che mangia a ufo

Sbafu = lo sbafare, senza pagare, a spese d’altri

Sbajà = sbagliare, errare, scambiare, confondere

Sbajatu = sbagliato, errato, scambiato, confuso

Sbajiasse = sbagliarsi, essere in errore, giudicare erroneamente

Sbajioccà = spendere denari in gran quantità

Sbaju = sbaglio, errore, confusione, equivoco, svista

Sbalestrà = sbalestra re, gettare, scagliare, sbilanciare

Sbalestratu = sbalestrato, disordinato, dissestato, spostato

Sballà = sballare, togliere da un involucro; oppure superare i limiti prestabiliti, esagerare

Sballatu = sballato, tolto dall’involucro; oppure privo di equilibrio o di logica; chi o che è sotto l’effetto di stupefacenti

Sballottà = agitare in qua e là, scuotere, muovere rapidamente

Sballottatu = agitato in qua e là, scosso, mosso rapidamente

Sballu = sballo, situazione entusiasmante o esilarante

Sbalurdì = sbalordire, frastornare, intontire, impressionare, stupire, turbare

Sbalurdimendu = sbalordimento, stordimento, turbamento

Sbalurdisse = sbalordirsi, rimanere privo di sensi, stordirsi, stupirsi profondamente

Sbalurditu = sbalordito, stordito, stupito

Sbancà = asportare terra, sbancare, mandare in rovina, vincere tanto da superare la somma disponibile di chi tiene banco

Sbancatu = sbancato, mandato in rovina, che ha perso tutto

Sbandà = sbandare, procedere serpeggiando, deviare bruscamente

Sbandamendu = sbandamento, disorientamento, deviazione, disordine mentale

Sbandasse = spaventarsi, sparpagliarsi, disperdersi

Sbandatu = sbandato, disperso; oppure persona che agisce o vive in uno stato di disorientamento morale e ideologico

Sbandierà = sbandierare; oppure ostentare i propri o gli altrui meriti

Sbandieratu = sbandierato, divulgato

Sbaraccà = vendere, dare via tutto

Sbaraccatu = tolto di mezzo, rimosso

Sbarajà = sbaragliare, sconfiggere, mettere in fuga rovinosa, disperdere

Sbarajasse = sbaragliarsi, disperdersi

Sbarajatu = sbaragliato, sconfitto, messo in fuga rovinosa, disperso

Sbaraju = dura sconfitta, disfatta

Sbarattà = scambiare una cosa con un’altra, cambiare permutare

Sbarattasse = cambiarsi, permutarsi, scambiarsi reciprocamente qualcosa

Sbarattatu = scambiato, cambiato, permutato

Sbarattu = baratto, permuta, scambio diretto di un bene o di un servizio

Sbarbà = sbarbare, radere la barba

Sbarbasse = sbarbarsi, radersi la barba

Sbarbatellu = sbarbatello, imberbe, ingenuo

Sbarbatu = sbarbato, rasato; oppure imberbe

Sbarcà = sbarcare, far scendere a terra; oppure riuscire a vivere alla meno peggio con espedienti o rinunce e sacrifici

Sbarcatu = sbarcato, fatto scendere a terra

Sbarcu = sbarco, lo sbarcare in territorio nemico

Sbardellà = gettare di sella

Sbarrà = sbarrare, ostacolare, impedire l’accesso; oppure spalancare gli occhi

Sbarratu = sbarrato, chiuso con una barra trasversale, chiuso all’accesso

Sbarzà = sbalzare, far saltare, rimuovere, balzare di scatto

Sbarza = telo ricadente davanti ai genitali del montone per impedirgli l’accoppiamento

Sbarzatu = sbalzato, fatto saltare, che è balzato di scatto

Sbarzu = barbo (pesci di acqua dolce); oppure balzo, salto, scatto

Sbasciucchià = sbaciucchiare, baciare ripetutamente ed in modo sdolcinato

Sbasciucchiamendu = il baciarsi ripetutamente

Sbasciucchiasse = sbaciucchiarsi, baciarsi ripetutamente ed in modo sdolcinato

Sbasciucchiatu = sbaciucchia atto, baciato ripetutamente ed in modo sdolcinato

Sbassà = abbassare, rendere  più basso, diminuire

Sbassasse = abbassarsi, diminuirsi, rendersi più basso

Sbassata = atto o effetto dello ribassare fatto o ottenuto in modo sommario e sbrigativo

Sbassatu = abbassato, diminuito, reso più basso

Sbatacchià = sbatacchiare, sbattere violentemente in qua e là, agitare con forza

Sbatacchiatu = sbatacchiato, sbattuto violentemente in qua e là, agitato con forza

Sbatoccà = agitare con forza e ripetutamente in qua e in là

Sbatoccatu = agitato con forza e ripetutamente in qua e in là

Sbatte = sbattere, battere forte e ripetutamente, gettare violentemente, scagliare, urtare con forza

Sbattezzà = sbattezzare, incontrare infinite difficoltà nel fare una cosa o nel trovare soluzioni

Sbattezzasse = battezzarsi, incontrare infinite difficoltà nel fare una cosa o nel trovare soluzioni

Sbattezzatu = battezzato, che ha incontrato infinite difficoltà nel fare una cosa o nel trovare soluzioni

Sbattutu = sbattutto, urtato con forza, battuto forte e violentemente

Sbavà = sbavare, sporcare di bava, spandersi oltre misura

Sbavasse = sbavarsi, sporcarsi di bava, spandersi oltre misura

Sbavatu = sbavato, sporcato di bava, che si è sparso oltre misura

Sbecchierata = bicchierata, comvito fra amici a base di bevute

Sbeffegghià = sbeffeggiare, deridere continuamente e con malignità

Sbeffegghiarsi = sbeffeggiarsi, deridersi reciprocamente e con malignità

Sbeffegghiatu = sbeffeggiato, deriso continuamente e con malignità

Sbelà = belare, frignare, piagnucolare, lamentarsi

Sbelangià = sbilanciare, far perdere l’equilibrio, causare difficoltà o impedimenti nei programmi

Sbelangiasse = sbilanciarsi, andare oltre i limiti della prudenza, esporsi o impegnarsi eccessivamente

Sbelangiatu = sbilanciato, chi ha perso l’equilibrio; pure chi è andato oltre i limiti o si è esposto eccessivamente

Sbellecà = sbellicare, ridere o far ridere smodatamente

Sbellecasse = sbellicarsi, ridere smodatamente

Sbellecatu = che ha riso smodatamente

Sberbecà = uscire dalle regole, sgarrare

Sberbecatu = è uscito dalle regole

Sberla = ceffone, schiaffo, manrovescio

Sberlo’ = schiaffo, ceffone, manrovescio

Sbesestà = dissestare, mettere in disordine, danneggiare gravemente

Sbesestasse = dissestarsi, rovinarsi, danneggiarsi gravemente

Sbesestatu = dissestato, danneggiato gravemente

Sbiadì = perdere il colore, diventare pallido, smorto, stingere, impallidire

Sbiadisse = sbiadirsi, scolorirsi, stingersi

Sbiaditu = sbiadito, stinto, impallidito, scolorito

Sbiangà = sbiancare, impallidire, diventare bianco, perdere il colore

Sbiangasse = sbiancarsi, impallidirsi

Sbiangatu = sbiancato, impallidito, chi ha perso il colore

Sbianghì = imbianchino

Sbiascicà =  biascicare, mangiare o parlare lentamente pronunciando male le parole

Sbiccà = sbeccare, rompere il beccuccio di un recipiente di terracotta o porcellana

Sbiccasse = sbeccarsi, rompersi al beccuccio o all’orlo detto di recipienti di terracotta o porcellana

Sbiccatu = sbeccato, detto di recipiente di terracotta o porcellana rotto al beccuccio o all’orlo

Sbicchierà = bere abbondantemente con un’allegra compagnia

Sbiccu = becco, punta; oppure pizzo, trina

Sbiegu = sbieco, obliquo

Sbigulu = spigolo, angolo

Sbiguttì = sbigottire, stupire, meravigliare, turbare, sgomentare, sconcertare

Sbiguttisse = sbigottirsi, stupirsi, meravigliarsi, turbarsi, sgomentarsi, sconcertarsi

Sbilengu = sbilengo, storto

Sbiliscià = scivolare, cadere su una superficie liscia; oppure sfuggire dalle mani

Sbilisciasse = scivolarsi, cadere su una superficie liscia; oppure sfuggire dalle mani

Sbilisciatu = scivolato, caduto su una superficie liscia; oppure sfuggito dalle mani

Sbillungu = sbilenco, storto, malfatto, pendente da una parte; oppure balordo

Sbinnonnu = bisnonno

Sbioccà = svezzare una chioccia per farla tornare gallina

Sbircià = guardare di sfuggita senza farsi notare

Sbirciatu = guardato di sfuggita senza farsi notare

Sbirru = sbirro, guardia, poliziotto, carabiniere

Sbiscià = scivolare, cadere su una superficie liscia; oppure scivolare dalle mani

Sbisciarella = gioco fra ragazzi consistente nello scivolare per un pendio stando seduti

Sbisciasse = scivolarsi, cadere su una superficie liscia; oppure scivolare dalle mani

Sbisciata = scivolata, caduta causata dalla perdita di equilibrio

Sbisciatu = scivolato, caduto per la perdita dell’equilibrio

Sbisestà = dissestare, mettere in disordine, danneggiare economicamente

Sbisestatu = dissestato, messo in disordine, danneggiato economicamente

Sbisundu = bisunto, molto unto

Sbitoccà = suonare a festa le campane; oppure sbattere ripetutamente e violentemente contro qualcosa

Sbitoccata = scalmanata, suonata distesa di campane

Sbizzurà = bezzicare, beccare rapidamente, piluccare, spiccare e mangiare un acino alla volta o a pezzettini

Sbizzuratu = bezzicato, beccato, piluccato

Sbloccà = sbloccare, svincolare, liberare da ostacoli

Sbloccasse = sbloccarsi, svincolarsi, liberarsi da ostacoli

Sbloccatu = bloccato, svincolato, liberato da ostacoli, tornato normale

Sbobba = brodaglia d’aspetto e di sapore disgustoso

Sboccà = sboccare, sfociare, gettarsi, andare a finire

Sboccacciatu = chi si esprime in modo volgare, senza freno o ritegno, licenzioso nel parlare

Sboccaccio’ = sboccato, licenzioso nel parlare, chi si esprime in modo volgare

Sboccacciu = fuoriuscita di sangue o altro

Sboccatu = sboccato; oppure chi si esprime in modo volgare; che ha l’imboccatura più larga del collo

Sboccià = sbocciare, aprirsi, schiudersi, nascere

Sbocciatu = bocciato, aperto, schiuso, nato

Sboccu = sbocco, uscita, apertura; oppure imprecazione locale nell’espressione “te pijiesse u’ sboccu de’ sango”

Sbocellà = berciare, sbaccanare, fare molto baccano, gridare, strillare in modo sguaiato

Sbocengà = gridare forte in segno di protesta o per rimproverare

Sbojendà = far bollire velocemente qualcosa

Sbojendata = scottata rapida

Sbojendatu = fatto bollire velocemente

Sbollà = togliere il bollo; oppure togliere i chiodi

Sbollasse = perdere i chiodi

Sbollatu = sbollato, senza bollo; oppure oggetto a cui sono stati tolti i chiodi

Sbolognà = cacciare via, allontanare;  oppure andarsene

Sbolognassela = andarsene, tagliare la corda

Sbolognatu = cacciato via, allontanato

Sbommà = scoppiare, andare in collera

Sbommatu = che è andato in collera, che è scoppiato

Sborà = eiaculare, uscire con impeto, sgorgare

Sborgna = sbornia

Sborgnà = sborniare, ubriacare

Sborgnasse = sborniarsì, ubriacarsi

Sborgnatu = sborniato, ubriacato

Sborgno’ = sbornione, ubriacone

Sborgnu = sbornio, ubriaco

Sborsà = sborsare, pagare in contanti

Sbottà = erompere, scoppiare, non riuscire a contenere i propri sentimenti o a trattenere le parole o il riso

Sbottatu = scoppiato chi non è riuscito a contenere i propri sentimenti o a trattenere le parole o il riso

Sbottonà = sbottonare, slacciare bottoni di un indumento; oppure aprirsi, confidarsi, palesare i propri pensieri

Sbottonasse = sbottonarsi, slacciarsi i bottoni di un indumento; oppure confidarsi, palesarsi

Sbottonatu = sbottonato, confidato, chi ha parlato palesando liberamente i propri pensieri

Sbracà = sbracare, franare; oppure non rispettare le regole, degenerare, lasciarsi andare

Sbracalà = vestire in modo trasandato

Sbracalasse = vestirsi in modo trasandato

Sbracalatu = trasandato nel vestire

Sbracasse = sbracarsi, togliersi i pantaloni; oppure lasciarsi andare ad atteggiamenti sguaiati o scomposti

Sbracatu = sbracato,  pantaloni vistosamente stracciati; oppure scomposto, sguaiato, disordinato, trascurato

Sbraccià = denudarsi le braccia attirandoci su le maniche, muovere le braccia facendo grandi gesti

Sbracciasse = sbracciarsi, rimboccarsi le maniche per lavorare con più lena, darsi da fare in ogni modo, affannarsi

Sbracciatu = sbracciato, con le maniche rimboccate

Sbraità = sbraitare, gridare, strepitare, vociare adiratamente

Sbranà = sbranare, divorare, fare a pezzi, lacerare, strappare

Sbranasse = sbranarsi, lacerarsi l’un l’altro, distruggersi

Sbranatu = sbranato, divorato, fatto a pezzi, lacerato, strappato

Sbrangià = togliere le foglie; oppure esagerare nel parlare o nell’agire o nello spendere

Sbrangio’ = sbruffone, spaccone, smargiasso

Sbrascià = muovere la brace accesa per ravvivarla; oppure scivolare o sbandare sollevando polvere

Sbrasciata = atto del muovere una sola volta la brace e con fretta; oppure scivolone o sbandata sollevando polvere

Sbrascio’ = spacconi, sbruffone, smargiasso

Sbrasciolà = produrre una abrasione, una leggera lacerazione della pelle

Sbrasciolasse = prodursi una abrasione, una leggera lacerazione della pelle

Sbrasciolata = braccio lata, compito fra amici a base di braccioli; pure grossa scivolata o caduta con abrasioni

Sbrasciolatu = chi ha riportato una abrasione o una leggera lacerazione della pelle

Sbreccà = sbreccare, rompere ai bordi un bicchiere o  un vaso o un recipiente di terracotta

Sbreccasse = sbreccarsi, rompersi ai bordi (detto di un bicchiere o vaso o recipiente di terracotta o porcellana)

Sbreccatu = sbreccato, rotto ai bordi (detto di un bicchiere o vaso o recipienti di terracotta o porcellana)

Sbrigà = fare in fretta, porre fine con sollecitudine nel fare qualcosa, disimpegnare, sbrogliare

Sbrigasse = fare presto, in fretta, spicciarsi, sbrogliarsi, disimpegnarsi

Sbrigativu = sbrigativo, chi sa fare qualcosa in poco tempo, deciso, risoluto nell’agire e nel comportarsi

Sbrigatu = chi ha fatto qualcosa in fretta in modo deciso e risoluto

Sbrillà = rigirare con velocità, disimpegnare

Sbrillandinu = brillante, brioso, spiritoso

Sbrillasse = rigirarsi con velocità, disimpegnarsi facilmente

Sbrillatu = chi si è girato con rapidità

Sbrilluccicusu = che ha riflessi brillanti

Sbrinà = sbrinare, eliminare le incrostazioni di ghiaccio, eliminare l’appannamento

Sbrinasse = sbrinarsi, perdere le incrostazioni di ghiaccio

Sbrinatu = sbrinato, che ha perso le incrostazioni di ghiaccio

Sbrindellà = ridurre o cadere a brandelli, stracciare

Sbrindellasse = ridursi a brandelli, stracciarsi

Sbrindellatu = ridotto a brandelli, stracciato

Sbroccolà = superare la stagione invernale, la stagione dei broccoli

Sbrodà = sbrodare, macchiare di brodo o di unto, dilavare

Sbrodasse = sbrodarsi, macchiarsi di brodo o di unto

Sbrodatu = sbrodato, macchiato di brodo o di unto

Sbrodolà = sbrodolare, insudiciare di brodo o di sugo o di unto

Sbrodolamendu = lo sbrodolare

Sbrodolasse = sbrodolarsi, insudiciarsi di brodo o di sugo o di unto

Sbrodolatu = sbrodolato, insudiciato con brodo o sugo o unto, sporcato

Sbrodolo’ = chi è solito insudiciarsi o sporcarsi mangiando o  bevendo

Sbrojà = sbrogliare, liberare da nodi o grovigli, risolvere, sgomberare

Sbrojasse = sbrogliarsi, liberarsi da impicci o situazioni critiche

Sbrojatu = sbrogliato, liberato da impicci nozioni critiche

Sbronza = sbornia, ubriacatura

Sbronzà = ubriacare, far prendere una sbronza

Sbronzasse = sborniarsi, ubriacarsi

Sbronzatu = sborniato, ubriacato

Sbruccicusu = non levigato, ruvido, pieno di protuberanze

Sbrucciulusu = non levigato, ruvido, pieno di protuberanze

Sbruffà = spruzzare liquido dalla bocca, aspergere, irrorare; oppure raccontare fatti o imprese esagerate, vantarsi

Sbruffasse = spruzzarsi liquido addosso,

Sbruffata = truffata, rapida e leggera annaffiatura, aspersione

Sbruffatu = spruzzato, asperso, irrorato

Sbruffo’ = sbruffone, spaccone, gradasso, esagerato

Sbruffongellu = piccolo spaccone, piccolo gradasso

Sbruffu = spruzzo, atto dello spruzzare

Sbrunzu  = sbornio, ubriaco

Sbrunzulusu = pieno di bernoccoli

Sbrusciolatu = pieno di acne, brufoloso

Sbucà = uscire fuori da una buca o una tana, comparire all’improvviso

Sbucatu = uscito fuori da una tana una buca, apparso o comparso all’improvviso

Sbuccià = sbucciare, togliere la buccia, procurarsi una lieve abrasione alla pelle

Sbucciasse = sbucciarsi, procurarsi una lieve abrasione alla pelle

Sbucciatu  = bocciato, ferito leggermente, chi ha riportato una leggera abrasione

Sbudellà = fare uscire le budella, sventrare

Sbudellasse = sbudellarsi, ferirsi gravemente al ventre, sventrarsi a coltellate; oppure lavorare accanitamente

Sbudellatu = sbudellato, ferito gravemente al ventre; oppure chi ha lavorato a più non posso, con grande accanimento

Sbuffà = emettere buffi o soffiare forte per sforzo fisico o per impazienza o noia o collera

Sburmunitu = insaziabile, inappagabile, chi non è mai sazio

Sbuscià = bucare, forare

Sbusciasse = bucarsi, forarsi; oppure drogarsi, pungersi, ferirsi

Sbusciatu = bucato, forato; oppure drogato

Sbutti’ = abortire, interrompere prematuramente la gravidanza, fallire

Sbuturà = spiegare, svolgere, srotolare; oppure detto di ragazzo che cresce

Sbuturasse = piegarsi, svolgersi, srotolarsi; oppure detto di ragazzo che cresce

Sbuturatu = spiegato, srotolato; oppure cresciuto

Scaà = scavare scavare, formare una cavità, riportare alla luce

Scabrusu = scabroso, non liscio o piano, malagevole, non facile da capire, non facile da trattare

Scacaccià = scacazzare, lordare qua e là di escrementi

Scacacciasse = scacazzarsi, lordarsi con escrementi

Scacacciatu = scacazzato, lordato con escrementi

Scacarellà = avere la dissenteria; pure avere una grossa paura

Scacarellasse = avere la dissenteria; oppure provare una grossa paura

Scacarellatu = che ha provato una grossa paura

Scacchià = scacchiare, togliere i cacchi o germogli inutili

Scacchiasse = scheggiarsi, rompersi improvvisamente

Scacchiatu = ripulito dei cacchi o germogli inutili; oppure scheggiato

Scaccià = scacciare, mandare via bruscamente, far dileguare

Scacciatu = schiacciato, mandato via bruscamente fatto dileguare, bandito, esule

Scaccu = scacco, piccolo riquadro, quadretto; oppure insuccesso, sconfitta

Scacià = scalciare, tirare calci

Scacinato = scalcinato, insieme di cose malandate (l’espressione “ttaccasse su lo scascinato = cavillare, sofisticare)

Scacinatu = scalcinato, mal ridotto, malandato, malconcio, trasandato

Scadé  = scadere, perdere pregio o stima un valore o validità o altro, decadere, declinare, degradare

Scadende = scadente, imperfetto, difettoso, ordinario, non buono

Scadutu = che ha dovuto, decaduto, degradato, che ha perso pregio o stima o valore o validità o altro

Scafà = rendere meno rozzo o  impacciato o goffo

Scafasse = rendersi meno rozzo o impacciato goffo, acquistare spigliatezza o disinvoltura, ingentilirsi, emanciparsi

Scafatu = ingentilito, migliorato, spigliato, disinvolto, emancipato

Scagionà = scagionare, discolpare, giustificare

Scagionasse = scagionarsi, discolparsi, giustificarsi

Scagionatu = scagionato, discolpando, giustificato

Scagnà = scambiare, sostituire; oppure spicciolare

Scagnarà = litigare facendo un gran chiasso

Scagnarata = rumorosa litigata

Scagnasse = scambiarsi, sostituirsi, alternarsi

Scagnatu = scambiato, sostituito, alternato

Scagnozzu = persona dappoco nel suo lavoro, tirapiedi

Scajà = ridurre in scaglie, gettare lontano da sé con forza qualcosa; oppure guadagnare qualcosa

Scaja = scheggia, scaglia, frammento

Scajasse = avventarsi, gettarsi, inveire o aggredire con ingiurie contro qualcuno

Scajatu = avventato, gettato, chi ha inveito con ingiurie contro qualcuno

Scajonà = scaglionare, disporre a scaglioni o a intervalli opportunamente calcolati

Scajonasse = scaglionatosi, disporsi a scaglioni o ad intervalli opportunamente calcolati

Scajonatu = scaglionato, disposto a scaglioni o a intervalli opportunamente calcolati

Scalà = scalare, salire, tentare di prendere il controllo di una società; oppure detrarre, diminuire

Scalamaritu = persona che ha i calamari agli occhi, co occhiaia livida

Scalatu = scalato, raggiunto, superato

Scalì = scalino, gradino

Scallà = scaldare; oppure agitare, eccitare

Scallalettu = scaldaletto (un tempo pentola di rame contenente braci per scaldare il letto)

Scallasse = scaldarsi; oppure agitarsi, eccitarsi

Scallata = atto dello scaldarsi in fretta

Scallatu = scaldato; oppure agitato, eccitato

Scallì = scaldino (piccolo recipiente in rame o terracotta in passato usato per scaldarsi le mani)

Scalo’ = grossa scala in legno per accedere alla soffitta; attrezzo collegato alla trebbiatrice che portava la paglia al pagliaio

Scamagghiu = persona bruttissima, mostro di bruttezza

Scamiscià = togliere la giacca rimanendo in maniche di camicia

Scamisciasse = togliersi la giacca rimanendo in maniche di camicia

Scamisciatu = chi si è tolta la giacca rimanendo in maniche di camicia

Scamorza = persona di scarso valore intellettuale, incapace, schiappa

Scanajà = scandagliare, sondare, soppesare, valutare

Scanajata = valutazione veloce e superficiale

Scanajatu = scandagliato, soldato, soppesato, valutato, stima approssimativa

Scanalà = scanalare, incavare longitudinalmente

Scanalatu = scanalato, incavato longitudinalmente

Scanbà = scampare, liberarsi o salvarsi da un male o da pericolo, evitare

Scanbagnata = gita in campagna

Scanbanata  = suonata chiassosa fatta di notte a vedovi passati a seconde nozze

Scanbanatu = scampanato, svasato, che ha forma tronco conica

Scanbanellà = suonare con forza ed insistenza un campanello

Scanbanellata = scampanellata (suonare un campanello con forza e insistenza)

Scanbatu = scampato, che si è salvato da un male o da un grave pericolo

Scanbià = cambiare, confondere, barattare, fare un cambio; oppure dire o fare qualcosa scambievolmente

Scanbiasse = scambiarsi, dirsi o farsi qualcosa scambievolmente

Scanbiatu = scambiato, confuso, barattato

Scanbiu = scambio, sostituzione, confusione fatta per errore, dare una scossa al posto di un’altra

Scanbulu = scampolo (avanzo di un pezzo di stoffa normalmente venduto a basso costo)

Scandafavola = favola, fiaba, racconto di argomento fantastico con personaggi immaginari

Scandajà = scandagliare, misurare la profondità; oppure indagare, tentare di conoscere

Scandalizzà = scandalizzare, suscitare sdegno o indignazione o vergogna

Scandalizzasse = scandalizzarsi, provare sdegno o indignazione o vergogna

Scandalizzatu = scandalizzato, che ha provato pegno o indignazione o vergogna

Scandalusu = scandaloso, vergognoso, eccessivo, smodato

Scandinatu = scantinato (piano di un edificio sotto il livello del terreno)

Scandonà = scantonare, uscire fuori argomento

Scandulu = scandalo, grave turbamento della moralità o sensibilità altrui

Scanganà = ridurre in pessimo stato, sfasciare, sconnettere, danneggiare, sconquassare

Scanganasse = sgangherarsi, sconquassarsi, sconnettersi, danneggiarsi, sfasciarsi, ridursi in pessimo stato

Scanganatu = sgangherato, sconquassato, sconnesso, danneggiato, sfasciato, ridotto in pessimo stato

Scangellà = scancellare, cancellare, annullare, far sparire

Scangellasse = scancellarsi, cancellarsi, annullarsi

Scangellatu = cancellato, cancellato, annullato, fatto sparire

Scangellatura = cancellatura

Scannà = scannare, uccidere tagliando la gola, sgozzare

Scannala = tavoletta con un ferro mobile che agitata rumoreggiava per chiamare i fedeli nella settimana santa

Scannasse = scannarsi, uccidersi tagliandosi la gola, sgozzarsi, litigare violentemente

Scannatu = scannato, ucciso con il taglio della gola, sgozzato

Scannellà = fare scanalature; oppure fare uscire acqua con una certa violenza

Scannellatu = che presenta scanalature

Scannellu = corto pezzo di canna aguzzo da una parte; oppure stecca sopra la vanga su cui si preme col piede

Scannuccià = sgozzare, scannare

Scannucciatu = sgozzato, scannato

Scanpu = scampo, salvezza, liberazione; oppure crostaceo marino

Scantafavola =  lunga storia noiosa ed inverosimile, fiaba

Scanzà = allontanare, rimuovere, fuggire da situazioni pericolose

Scanzafatighe = scansafatiche, chi non ha voglia di lavorare

Scanzasse = allontanarsi, scostarsi, farsi da parte per fare largo ad altri

Scanzatu = allontanato, rimosso

Scanzia = mobile a ripiani per contenere libri o oggetti vari ;ovvero  mobile da cucina, credenza

Scanzonatu = scanzonato, persona che rende ogni cosa con ironia

Scanzu =  per evitare,  per prevenire; nell’espressione “a scanzu…..”

Scapaccio’ = scapaccione, ceffone

Scapestratu = scapestrato, dissoluto, scioperato, scapigliato

Scapiccià = scompigliare i capelli

Scapicciatu = persona con i capelli scompigliati

Scapicollà = precipitarsi a rompicollo giù per un pendio, accorrere velocemente, affannarsi

Scapicollasse = precipitarsi a rompicollo, accorrere velocemente, affannarsi

Scapicollatu = che si è precipitato, a rompicollo, che è accorso velocemente, affannato

Scapicollu = precipizio

Scapijà = scompigliare i capelli, arruffare i capelli, s’pettinare

Scapijasse = scompigliasse i capelli, spettinarsi

Scapijatu = pettinato, con i capelli scompigliati

Scapocchià = privare della capocchia

Scapocchiasse = privarsi della capocchia

Scapocchiatu = privato della capocchia

Scapoccià = scapitozzare, potare un albero tagliando i rami più alti e più grossi

Scapoccià = tagliare le chiome alle piante, cimare, svettare,  privare della capocchia

Scapocciatu = albero scapitozzato (a cui sono stati tagliati i rami più alti e più grossi)

Scapocciatu = privato della cima, cimato, svettato

Scapocciu = capitozza (un ramo principale della pianta tagliato corto)

Scapotà = capovolgere,  rovesciare

Scapotasse = capovolgersi, rovesciarsi

Scapotatu = capovolto, rovesciato

Scappà = scappare, darsi alla fuga, fuggire; oppure uscire

Scappamendu = scappamento; complesso dei tubi per lo scarico di gas dei motori a scoppio

Scapparicciu = atteggiamento di chi dimostra che ha fretta o vuole andare via

Scappata = improvviso discorso a sorpresa; oppure visita improvvisa e inattesa

Scappatu = scappato, che si è dato alla fuga, fuggito; oppure uscito

Scappellà = scappellare, levarsi il cappello, salutare in modo servile, levarsi il cappello in segno di rispetto o omaggio

Scappellasse = scappellarsi, levarsi il cappello, salutare in modo servile, levarsi il cappello in segno di rispetto o omaggio

Scappellatu = scappellato, che si è tolto il cappello in segno di saluto o rispetto o omaggio

Scappellottu = scappellotto, leggero scapaccione dato in modo confidenziale

Scappuccià = scappucciare, togliere il cappuccio, sbucciare

Scappucciasse = scappucciarsi, togliersi il cappuccio, sbucciarsi

Scappucciatu = scappucciarlo, senza cappuccio; oppure chi ha riportato una lieve abrasioni alla pelle di un dito

Scapriccià = levare un capriccio o i capricci, levarsi una voglia

Scapricciasse = togliersi un capriccio, sfogarsi, sbizzarrirsi

Scapricciatu = che si è tolto un capriccio, che si è sfogato o sbizzarrito

Scapriolà = fare capriole, fare salti poggiando la testa e le mani a terra rovesciandosi con i piedi in alto

Scapriolasse = fare capriole, cadere a terra rotolando

Scapriolatu = chi ha fatto una capriola, chi è caduto a terra rotolando

Scarabocchià = scarabocchiare, scrivere svogliatamente, scrivere male e senza attitudine

Scarabocchiatu = scarabocchiato, scritto male e senza attitudine

Scarabocchiu = scarabocchio, ghirigoro, macchia di inchiostro; oppure persona piccola e malfatta

Scaracoccia = gioco con le carte con l’asso pigliatutto

Scarafaggiu = scarafaggio (piccolo insetto bruno scuro con antenne filiformi)

Scaramuccià = scaramucciare, combattere in una scaramuccia, scontrarsi per breve tempo, contrastare

Scaramucciasse = scaramucciarsi, combattersi in una scaramuccia, scontrarsi per breve tempo, contrastarsi

Scaravendà = scaraventare, scagliare, gettare con impeto

Scaravendasse = scaraventarsi,  gettarsi con impeto contro qualcuno

Scaravendatu = scaraventato, scagliato, gettato con impeto

Scaravocchià = scarabocchiare, macchiare con l’inchiostro, fare segni senza significato

Scaravocchiatu = scarabocchiato, macchiato con l’inchiostro

Scaravocchiu = scarabocchio, ghirigoro, macchia di inchiostro

Scarbellà = spalancare gli occhi, stravolgere gli occhi per paura o meraviglia

Scarbellu = scalpello (utensile di acciaio con la punta tagliente)

Scarbillì = scalpellino (operaio che lavora pietra o marmo con lo scalpello)

Scarcerà = scarcerare, liberare dal carcere

Scarcerasse = scarcerasi, liberarsi dal carcere

Scarceratu = scarcerato, liberato dal carcere

Scarciofu = carciofo

Scardavagnu = scaldabagno

Scardazzà = cardare la lana; pure maltrattare una persona

Scardazzatu = disimpigliato; oppure maltrattato

Scardì’ = scaldino (recipiente di rame o terracotta pieno di brace un tempo usato per scaldarsi le mani)

Scardinà = levare con forza dai cardini, a demolire, disgregare

Scardinatu = tolto dai cardini, demolito, disgregato

Scargà = scaricare, mettere a terra il contenuto di un mezzo di trasporto; oppure abbandonare una persona

Scargagnatu = scalcinato, rovinato, malridotto

Scargagnificà = pulire, purificare, espellere una impurità

Scargarella = trappola per prendere topi o uccelli

Scargasse = scaricarsi, togliersi un peso, liberarsi o sgravarsi da un impegno

Scargatu = scaricato, sgravato, liberato

Scargavarrì = attribuire ad altri le proprie colpe

Scargavottu = fuciletto di sambuco con turacciolo con cui amano giocare i bambini; oppure strumento musicale a strofinamento

Scarginatu = calcinato, malridotto, in cattivo stato, trasandato

Scaricà = scaricare, sgravare di un peso, liberare da un impegno

Scaricasse = scaricarsi, liberarsi da un carico o da un impegno

Scaricatu = scaricato, sgravato di un peso o liberato da un impegno

Scaricu  = carico, libero dal carico, vuoto; oppure atto del togliere un peso o di gettar via rifiuti

Scarmanà = scalmanare,  affaticare

Scarmanasse = scalmanarsi, affaticarsi

Scarmanatu = scalmanato; persona turbolenta, fanatica, sfrenata

Scarni’ = scarnire, liberare della carne che sta intorno

Scarniccià = scarnificare, strappare o lacerare la carne

Scarnicciatu = scarnificato, spolpato, lacerato

Scarnitu = ridotto all’osso

Scarnu = scarno, magro, affilato

Scarofolà = sbocciare, aprirsi, schiudersi (detto di fiori o gemme)

Scarofolasse = aprirsi, schiudersi

Scarofolatu = sbocciato, aperto, schiuso

Scarogna = sfortuna, scalogna,  iettatura

Scarognatu = sfortunato, scalognato

Scarpà = venditore ambulante di scarpe

Scarpetta = piccola scarpa; oppure ripulire il piatto con la mollica del pane (fare la scarpetta)

Scarpì = svellere, estirpare con forza

Scarpinà = scarpinare, camminare a lungo e con fatica

Scarpo’ = scarponi, grossa scarpa con doppia suola e tomaia alta

Scarponacciu = persona incompetente e incapace

Scarrellà = uscire dai binari, non rispettare le regole

Scarrellatu = che è uscito dai binari, che non ha rispettato le regole

Scarriolà = trasportare con la carriola

Scarriolatu = trasportato con la carriola

Scarrozzà = scarrozzare, andare in giro con la carrozza passando ripetutamente in un luogo

Scarrozzata = passeggiata fatta andando in giro qua e là con la carrozza

Scarrozzatu = scarrozzato,  portato in giro con la carrozza passando ripetutamente in un luogo

Scarrucolà = uscire dal carrello della carrucola

Scarseghhià = scarseggiare, diminuire d’intensità, diventare scarso o raro

Scarsità = scarsità

Scarsu = scarso, manchevole, insufficiente, inadeguato, raro, limitato; oppure avaro

Scartà = togliere da un involucro di carta, eliminare, respingere; oppure deviare bruscamente, evitare un avversario

Scartatu = scartato, tolto da un involucro di carta, eliminato, respinto, evitato

Scartavetrà = scartavetrare,carteggiare

Scartavetratu = scartavetrato, carteggiato

Scartecà = grattare in superficie

Scartecatu = grattato in superficie

Scartozzà = levare le foglie al frutto del granoturco

Scartozzu = cartoccio di carta, spiga di mais

Scartu = scarto, deviazione, spostamento improvviso; oppure di qualità scadente, di poco valore, ciò che viene eliminato

Scarufà = cercare con le mani, frugare, rovistare

Scarviscià = razzolare, frugare, rovistare

Scasà = scasare, cambiare casa, traslocare

Scasatu = scasato, traslocato, che ha cambiato casa

Scascì = vedere poco o malamente

Scassà = scassare, arare il terreno a  notevole profondità, rompere, rovinare, infastidire qualcuno; cancellare

Scassasse = scassarsi, rompersi, rovinarsi, seccarsi, infastidirsi, stufarsi

Scassato = scarso, aratura profonda

Scassatu = scassato, rotto, seccato, infastidito, stufato

Scassinà = scassinare, rompere per aprire con la forza

Scassinatu = scassinato, rotto ed aperto con la forza

Scassu = scarso, azione violenta e delittuosa con rottura delle difese; oppure lavorazione profonda del terreno

Scastagnà = deviare dalla regola consueta, scantonare

Scatafasciu = catafascio, sottosopra, alla rinfusa, in rovina

Scatafossu = fosso profondo, dirupo, burrone

Scatarrà = tossire per ripulire la gola

Scatassà = sommuovere, mettere sottosopra, scompigliare, sconvolgere

Scatassatu = commosso, messo sottosopra, scompigliato, sconvolto

Scatastà = disfare una catasta

Scatenà = liberare dalla catena; oppure inveire o infuriare contro qualcuno

Scatenaccià = agitare rumorosamente catene o catenacci

Scatenasse = liberarsi dalle catene, sollevarsi, agitarsi

Scatenatu = liberato dalle catene, chi è sempre agitato o in movimento

Scattà = scattare, balzare, saltare, agire velocemente

Scattala = scatola (involucro con coperchio)

Scattatu = scattato balzato, saltato

Scattoletta = scatoletta (piccola scatola a chiusura ermetica)

Scattolo’ = scatolone

Scattu = scatto, balzo, movimento brusco e impetuoso

Scaturì = scaturire, zampillare, sgorgare, sorgere, derivare, provenire, avere origine

Scaturitu = scaturito, zampillato, sgorgato, derivato, sorto, che ha avuto origine

Scavà = scavare, rendere cavo; oppure indagare

Scavargà = scavalcare, passare al di sopra, superare

Scavargatu = scavalcato, oltrepassato, superato

Scavasse = scavarsi, essere la causa della propria rovina

Scavatu = scavato, reso cavo; oppure dal volto particolarmente magro e sofferente o smunto

Scavezzacollu = scavezzacollo, discesa ripida, caduta rovinosa; oppure persona che conduce una vita sregolata

Scavu = scavo, incavo, incavatura

Scazà = togliere le scarpe o le calze, togliere la terra al pedale di un albero; farsi dire da qualcuno ciò che non vorrebbe

Scazacà = scalzacane; persona misera e mal vestita, di umile condizione; oppure chi è privo di capacità o abilità nel fare

Scazasse = scalzarsi, togliersi le scarpe o le calze

Scazatu = scalzato, chi va senza scarpe o calze; oppure persona cui con arte sono stati carpiti segreti

Scazittà = dimenare le gambe qua e là stando sdraiati, sgambettare

Scazu = scalzo, senza scarpe o calze

Scazzottà = prendere a cazzotti, picchiare con forza

Scazzottasse = prendersi a cazzotti, picchiarsi con forza

Scazzottatu = chi si è preso a cazzotti con altri, picchiato con forza

Sceje = scegliere, distinguere, indicare, prendere, preferire

Scelà = arrochire, perdere la voce a forza di chiamare, sfiatare

Scelasse = arrochirsì, perdere la voce a forza di chiamare, diventare rauco, sfiatarsi

Scelatu = arrochito, che ha perso la voce a forza di chiamare, divenuto rauco, sfiatato

Scelleratu = scellerato, chi si è macchiato di atroci delitti, infame, iniquo, nefando, malvagio, cattivo

Sceltu = scelto, distinto, indicato, preso, preferito

Scemà = scemare, diminuire, ridurre, calare

Scematu = scemato, diminuito, ridotto, calato

Scemenza = atto o parola da scemo, stutidaggine

Scemu = scemo, persona sciocca, stupido

Scenariu = scenario, paesaggio

Scenne = scendere, muoversi verso il basso

Scenpiu = scempio, strazio, grande tormento, rovina, deturpazione

Scenza = scienza

Scerda = scelta, selezione, preferenza

Scerdu = scelto, selezionato, preferito

Scerne = discernere, sopportare, intendere, capire

Scervellà = scervellare, affaticare la mente, lambiccarsi il cervello

Scervellasse = scervellarsi, lambiccarsi il cervello, affaticarsi con la mente

Scervellatu = scervellato, chi si è affaticato con la mente per comprendere qualcosa

Scesu = sceso, che si è mosso verso il basso

Scete = siete

Scetticu = scettico, incredulo, che dubita di tutto

Schedà = schedare, registrare su apposite schede, segnare sui registri della polizia

Schedatu = schedato, registrato su apposite schede, segnato nei registri della polizia

Scheja = scheggia, pezzetto, frammento

Schejà = scheggiare, rompere in schegge

Schejasse = scheggiarsi, rompersi in schegge

Schejatu = scheggiato, rotto in schegge

Scheletru = scheletro, ossatura, intelaiatura, trama, schema; oppure persona molto magra

Schermà = schermare, riparare, proteggere

Schermasse = schermarsi, ripararsi, proteggersi

Schermatu = schermato, riparato, protetto

Schermu = schermo, riparo, difesa;oppure superficie bianca su cui vengono proiettate immagini

Scherzà = scherzare, giocare allegramente, trastullarsi, agire o parlare in modo leggero e divertito dicendo arguzie

Scherzu = scherzo, gioco, burletta, divertimento; gesto o atto o espressione miranti al divertimento

Schiaà =schiavare, aprire una porta con la chiave

Schiaasse = schiavarsi, aprirsi

Schiaatu = schiavato,  aperto con la chiave

Schiaccià = schiacciare, premere o comprimere con forza dall’alto in basso, deformare

Schiacciasse = schiacciarsi, perdere la forma originaria, pestarsi, ammaccarsi

Schiacciatu = schiacciato, che ha perso la forma originaria, appestato, ammaccato

Schiafana = chiazza, macchia sulla pelle

Schiaffà = schiaffare, mettere con malgarbo e in fretta, gettare, sbattere

Schiaffatu =  schiaffato, messo o gettato con malgarbo sopra o dentro qualcosa, sbattuto

Schiaffeggià = schiaffeggiare, prendere a schiaffi

Schiaffeggiatu = schiaffeggiato, preso a schiaffi

Schiaffu = schiaffo (colpo dato sulla faccia a mano aperta), ceffone

Schiamazzà = schiamazzare, strepitare, rumoreggiare, vociare

Schiamazzu = schiamazzo, strepito, gran rumore, vocio

Schianda = parte del grappolo di uva

Schiandà = schiantare, rompere, spezzare con forza e violenza

Schiandasse = schiantarsi, rompersi violentemente; oppure andare a cozzare violentemente contro un ostacolo

Schiandatu = schiantato, spezzato, rotto con forza e violenza; oppure chi è andato a cozzare con violenza contro un ostacolo

Schiandu = schianto, dolore improvviso e lancinante; oppure persona o cosa estremamente bella che provoca meraviglia

Schiappa = persona di scarso valore intellettuale, incapace, inadatta, buona a nulla

Schiarì = schiarire, fare chiaro, spiegare, tornare e sereno

Schiarisse = schiarirsi, rassenerarsi, diventare chiaro

Schiarita = rasserenamento

Schiaritu = schiarito, tornato sereno, divenuto più chiaro

Schiattà = schiattare, scoppiare, crepare

Schiattasse = schiattarsi, scoppiarsi, creparsi

Schiattatu = schiattato, scoppiato, crepato

Schiavu = schiavo, gli soffre soggezione, asservito, dipendente

Schicchera = colpo secco, botta rapida e improvvisa

Schiccherà = schiccherare, bere molto e velocemente

Schiccherasse = schiccherarsi, bersi velocemente una grossa quantità di liquori

Schicchignusu = schizzinoso, smorfioso, sofisticato; dai gusti difficili, esigente

Schidina = schedina (foglietto predisposto per il gioco del lotto o Totip o Totocalcio

Schienà = schienale, groppa

Schierà = schierare, ordinare o disporre in schiera, disporre in file ordinate

Schierasse = schierarsi, ordinarsi in schiera; oppure prendere posizione contro o in difesa di qualcuno

Schieratu = schierato, ordinato in schiera; oppure chi ha preso posizione pro o contro qualcuno

Schiettu = schietto, puro, semplice, sincero, leale, genuino

Schifà = schifare, provare o provocare schifo o nausea o disgusto o ripugnanza

Schifasse = schifarsi, provare schifo o nausea o disgusto o ripugnanza

Schifatu = schifato, nauseato, disgustato, che ha provato ripugnanza

Schifusu = schifoso, persona che prova o provoca schifo o ripugnanza

Schilitrì = scheletrire, diventare uno scheletro, dimagrire

Schilitrisse = scheletrirsi, ridursi come uno scheletro

Schilitritu = scheletrito, diventato uno scheletro, dimagrito

Schinà = schiena; schienale (parte di sedia o poltrona), spalliera

Schioà = schiodare, togliere i chiodi; oppure sommuovere, staccare, spostare

Schioasse = schiodarsi, perdere i chiodi; oppure alzarsi, muoversi, staccarsi

Schioatu = schiodato, staccato, smosso

Schioccà = schioccare, produrre uno schiocco, agitare in modo da produrre uno schiocco

Schioccu = rumore secco e risonante della frusta; oppure rumore fatto con la bocca dando un bacio

Schiodà = schiodare, levare i chiodi

Schiodasse = schiodarsi

Schiodatu = schiodato

Schioppà = sbattere violentemente contro qualcosa

Schioppatu = chi ha cozzato violentemente contro un ostacolo

Schioppu = schioppo, fucile

Schirivizzu = capriccio improvviso, idea bizzarra

Schirzusu = scherzoso, persona che scherza,  divertente

Schiuma = schiuma, feccia; oppure persona furba

Schiumà = togliere la schiuma, la feccia

Schiumarola = attrezzo concavo con lungo manico per togliere impunità al mosto durante la cottura

Schiumatura = feccia, rifiuto, residui di una frittura

Schiuppittu = schioppetto

Schivà = schivare, evitare, scansare

Schivatu = schivato, evitato, scansato

Schizzà = schizzare, zampillare, imbrattare, insudiciare; oppure di insegnare a grandi linee

Schizzasse = schizzarsi, imbrattarsi, macchiarsi

Schizzatu = schizzato, imbrattato, macchiato; oppure abbozzato; oppure persona fuori di testa, squilibrato

Schizzu = schizzo, abbozzo, bozzetto, primo rapido disegno, descrizione rapida e sommaria; oppure persona svelta e vivace

Schjifo = schifo

Sci = ciascuno dei due attrezzi usati per scivolare sulla neve

Scì = sì

Scìa = sia

Sciacallu = sciacallo, persona che approfitta delle disgrazie altrui

Sciacquà = sciacquare , lavare più volte con acqua

Sciacquasse = sciacquarsi, lavarsi più volte con acqua, lavarsi in modo veloce e sommario

Sciacquatu  = sciacquato, lavato più volte con acqua, lavato in modo veloce e sommario

Sciacquatù = retrocucina, luogo per lavare i piatti

Sciacquo’ = acquazzone

Sciacquu = lo sciacquarsi la bocca a scopo terapeutico o igienico

Sciaguratu = sciagurato, colpito dalla sciagura, che arreca sciagura, malaugurato, disgraziato, sventurato, scellerato

Scialà = scialare , dissipare, sperperare, spendere senza risparmio, fare vita comoda e lussuosa

Scialacquà = spendere con prodigalità, sperperare, dissipare

Scialacquatu  = chi spende con prodigalità, dilapidatore, prodigo

Scialacquo’ = scialacquatore, spendaccione, scapestrato

Scialangà = rendere sciancato, storpiare

Scialangasse = diventare scialacquato, storpiarsi

Scialangatu = sciancato, storpio

Scialo’ = scialone, chi ha l’abitudine di scialare, spendaccione

Scialu = spreco, sperpero, dissipazione

Sciamannà = spendere smodatamente, sperperare

Sciamannatu = sciatto, disordinato, scomposto nel vestire; oppure spendaccione, prodigo

Sciamanno’ = disordinato, sciatto, scomposto nel vestire; oppure spendaccione, prodigo

Sciamberga = masturbazione, accoppiamento sessuale

Scianbà = togliere di torno, allontanare, mandare via

Scianbagnà = spendere senza freno e in modo smodato

Scianbagna = sprecheria, un uso smodato di ogni cosa

Scianbagnatu = spendaccione, sprecone

Scianbagno’  = scialacquone, chi ha l’abitudine di dissipare

Scianbasse = togliersi di torno, mandare via

Scianbatu = tolto di torno, mandato via

Sciangà = sciancare, rendere storpio o traballante o malandato o menomato alle gambe

Sciangalà =sciancare, rendere storpio o traballante o menomato alle gambe

Sciangalasse = sciancarsi, storpiarsi, divenire traballante o menomato alle gambe

Sciangalatu = sciancato, storpiato, menomato o traballante alle gambe, che si trascina a stento

Sciangasse = sciancarsi, storpiarsi, divenire traballante o menomato alle gambe

Sciangatu = sciancato, storpiato, menomato o traballante alle gambe, che si trascina a stento

Sciapata = bazzecola,  cosa da nulla

Sciapecò = scimunito, insipido, ottuso, stolto, poco intelligente

Sciapecottu = persona scialba, insipida, ottusa, stolta, banale, poco intelligente

Sciapì =  insipidire, perdere sapore

Sciapisse = insipidirsi, perdere sapore

Sciapitu = scipito, insipidito, che ha perso sapore

Sciapo = balordaggini, insieme di cose insipide, banali

Sciapottu = persona scialba, insipida, ottusa, stolta, banale, poco intelligente

Sciapu = poco saporito, insipido; persona banale, insipida, ottusa, stolta o scialba o poco intelligente

Sciarbà = intonacare, rivestire di intonaco, imbiancare ,abbellire

Sciarba = sciarpa ( lembo di tessuto stretto e lungo che si avvolge intorno al collo per proteggersi dal freddo)

Sciarbata = scialbatura, intonacatura

Sciarbatu = intonacato, rivestito di intonaco, abbellito, imbiancato

Sciarbetta = piccola sciarpa

Sciarbu = intonaco

Sciataca = nevralgia del nervo sciatico

Sciattà = sciupare, guastare

Sciattasse = sciuparsi, guastarsi

Sciattatu = sciupato, guastato

Sciattu = sciatto, negligente, trasandato, trascurato, goffo, rozzo, non curato

Scibbè = così bene, tanto bene

Scìcche = bellissimo (pronuncia popolare di “chic” francese)

Sciccusu = elegante, bello, scic, di raffinata eleganza

Scigghio’ = in giù, là verso il basso

Scijolingua = scioglilingua (frase o serie di parole difficili da pronunciarsi)

Scimi’ = diventare scemo, rimbecillire, rincretinire, rimbambire

Scimisse = diventare scemo, rimbecillirsi, rincretinirsi, rimbambirsi

Scimitu = diventato scemo, rimbecillito, rincretinito, rimbambito

Scimmio’ = scimmione, persona grossa, goffo e sgraziata talvolta anche ottusa

Scimmiottà = scimmiottare, sbeffeggiare, imitare qualcuno in modo goffo e maldestro

Scimmiottu = persona brutta malfatta

Scimo = siamo

Scimunitu = sciocco, scemo, senza cervello

Scinbanzè = scimpanzé

Scindilettu = scendiletto (piccolo tappeto che si stende accanto al letto)

Scindilla = scintilla (particella incandescente)

Scindillà = scintillare, produrre o emettere scintille, sfavillare, luccicare

Scine = si

Scinende = fino a che

Scinghé = fino a che

Scinnucu = sindaco

Scinora = finora, fino ad ora

Scintificu = scientifico, persona che usa metodi e criteri precisi; oppure persona che ostenta di capire o di sapere fare tutto

Scinzio’ = ascensione

Scio’ ! = grido per far allontanare i polli e volatili in genere

Scioccu = sciocco, scemo, con poco cervello

Scioje = sciogliere, slegare, liberare, porre fine ad una riunione, risolvere un dubbio

Sciojese = sciogliersi, slegarsi, liberarsi

Scioperà = scioperare, astenersi dal lavoro aderendo ad uno sciopero o ad una protesta

Scioperatu = spendaccione

Scioperu = sciopero, astensione collettiva dal lavoro per protesta o per raggiungere benefici economici o altro

Sciorda = diarrea, emissione frequente di feci liquide o semiliquide

Sciosciu = uomo da nulla, lento nell’agire

Sciotu = sciolto, slegato, liberato, risolto, sfuso

Scippà = scippare, derubare qualcuno strappandogli con rapidità e violenza ciò che ha addosso o in mano

Scippatu = scippato, derubato

Scippu = scippo, furto compiuto su una pubblica via

Sciriffu = sceriffo, sorvegliante, guardia privata, vigilante

Sciroccu = scirocco, vento caldo dal sud est

Sciroppà = sopportare una persona o cosa noiosa

Sciroppasse = sopportare una persona o cosa noiosa

Sciroppatu = supportato con pazienza

Sciroppu = sciroppo, soluzione concentrata di zucchero in acqua, succo di frutta

Scissù = lassù per su, là verso l’alto

Sciuccà = asciugare, togliere l’umidità, tergere, svuotare, arrivare

Sciuccamà = asciugamano

Sciuccasse = asciugarsi, svuotarsi, essiccarsi

Sciuccatu = asciugato, svuotato, essiccato

Sciuccu = asciutto, magro; oppure asciugato, prosciugato, svuotato, essiccato

Sciugà = asciugare, togliere l’umidità

Sciugasse = asciugarsi, perdere l’umidità

Sciugatu = asciugato, che ha perso l’umidità

Sciupà = sciupare, sprecare, consumare in quantità eccessiva, ridurre in cattivo stato

Sciupasse = sciuparsi, ridursi in cattivo stato, guastarsi, deperire nel fisico

Sciupatu = sciupato, ridotto in cattivo stato, guastato, deperito nel fisico

Sciuperà = spendere esageratamente

Sciuperatu = persona che spende e spande

Sciupo’ = sciupone, sperperone, sprecone, scialone, spendaccione

Sciupu = sciupo, spreco, sperpero, consumo continuato

Sciuttà = asciugare

Sciuttasse = asciugarsi

Sciuttatu = asciugato

Sciuttu = asciutto, essiccato, magro

Scivolà = scivolare, scorrere leggermente rapidamente su una superficie liscia, sfuggire dalle mani

Scivolasse = scivolarsi, sfuggire dalle mani, infilarsi furtivamente

Scivolatu = scivolato, sfuggito dalle mani, infilato furtivamente

Scivolo’ = a scivoloni : nell’espressione: “a scivolo’ = a scivoloni”

Scivulu = scivolo, piano inclinato, pendio

Scoà = scovare, trovare con fatica

Scoatu = scovato, trovato con fatica

Scoccà = scoccare, scagliare, tirare; oppure suonare

Scoccatu = scoccato, scagliato, tirato

Scoccetta = gioco di Pasqua dei ragazzi fatto con uova sodecolorate

Scocchià = rompere, frantumare

Scocchiasse = rompersi, frantumarsi

Scocchiatu = rotto, frantumato

Scocchiu = buccia dell’acino d’uva

Scoccià = scocciare, importunare, infastidire, seccare; oppure rompere

Scocciamusu = anello di corda legato ad un bastoncino per stringere il naso o il labbro del cavallo restio

Scocciasse = scocciarsi, seccarsi, annoiarsi, infastidirsi; oppure rompersi, frantumarsi

Scocciato’ = scocciatore, persona noiosa o importuna

Scocciatu = scocciato, seccato, annoiato, infastidito; oppure rotto, frantumato

Scoccu = rintocco

Scoce = cuocere, cuocere troppo a lungo

Scòcese = scuocersi, cuocersi troppo

Scococcià = tagliare i capelli a zero; oppure cimare le piante

Scococciasse = tagliarsi i capelli a zero

Scococciatu = chi porta i capelli tagliati a zero, rapato; pure albero cimato

Scodà = privare della coda

Scodatu = privato della coda, con la coda mozza

Scodellà = scodellare, versare cibi brodosi nella padella; oppure dire facilmente bugie

Scodellatu = scodellato, versato nella padella

Scojattulu = scoiattolo (agile roditore)

Scojonà = scoglionare, infastidire, seccare, scocciare

Scojonasse = scoglionarsì, infastidirsi, seccarsi, scocciarsi, non poterne più, annoiarsi; oppure sbellicarsi dal ridere

Scojonatu = scoglionato, persona di carattere difficile o intrattabile o esigente o incontentabile

Scoju = scoglio, rupe, masso

Scolà = colare, bene fino all’ultima goccia, far gocciolare

Scòla = scuola

Scolamaccarù = arnesi per scolare i maccheroni

Scolanzalata = arnesi per scolare l’insalata

Scolarella = scotitoio, utensile da cucina costituito da un recipiente bucherellato per scolare le fritture o la pasta

Scolaru = scolaro, alunno, studente, discepolo

Scolasse = scolarsi, bersi fino all’ultima goccia
Scolatu = cioccolato, bevuto fino all’ultima goccia

Scolaticcio = colaticcio, materia colata e rappresa

Scolavrodu = colabrodo (utensile da cucina)

Scollà = scollare, staccare, disgiungere, disconnettere

Scollacciatu = molto scollato; oppure licenzioso

Scollasse = scollarsi, staccarsi, di giungersi, disconnettersi

Scollatu = scollato, spaccato, disgiunto, disconnesso, sciolto, slegato; oppure che lascia vedere il collo

Scollegà = scollegare, di subire, disgiungere, disconnettere

Scollegasse = scollegarsi, disconnettersi, disunirsi, disgiungere

Scollegatu = scollegato, disconnesso, disunito, disgiunto

Scollinà = scollinare, valicare, superare una collina

Scollinatu = scollinato, chi ha valicato o superato una collina

Scolpì = scolpire, ritrarre, inficiare, incidere

Scolpitu = scolpito, ritratto, effigiato, inciso, rilevato, segnato

Scolu = scolo, fuoruscita di un liquido a gocce

Scommatte = combattere, trafficare, trattare

Scommedà = scomodare, disturbare, infastidire, importunare

Scommedasse = scomodarsi, disturbarsi, infastidirsi, importunarsi

Scommedatu = scomodato, disturbato, infastidito, importunato

Scommenecà = scomunicare, colpire con la censura o la pena della scomunica, condannare,  sconfessare, espellere

Scommenecatu = scomunicato, colpito con la censura o la pena della scomunica, condannato, sconfessato, espulso

Scommette = scommettere, fare una scommessa, puntare i soldi al gioco; oppure impegnarsi a pagare una somma in caso di perdita

Scommudu = scomodo, disagio, fastidio, incomodo; oppure disagevole, malagevole, non comodo

Sconbagnà = scompagnare, dividere dal compagno, spaiare, separare

Sconbagnasse = scompagnarsi, dividersi, allontanarsi, separarsi, spaiarsi

Sconbagnatu = scompagnato, diviso, allontanato, separato, spaiato

Sconbarì = scomparire, sottrarsi alla vista di qualcuno, morire

Sconbarsu = scomparso, sottratto alla vista di qualcuno, morto

Sconbartu = scomparto, scompartimento, suddivisione, settore

Sconbensu = scompenso, mancanza di compensazione, squilibrio

Sconbinà = scombinare, scomporre, mettere in disordine, mandare a monte

Sconbinasse = scombinarsi, scomporsi, andare a monte

Sconbinatu = scombinato, scomposto, andato a monte, sconclusionato, sregolato, incoerente, disordinato

Sconbone = scomporre, disfare, alterare, turbare

Sconbonne = scomporre, disfare

Sconbostu = scomposto, disfatto, alterato, turbato

Sconbostu = scomposto, disfatto; oppure sconveniente, sguaiato,

Sconbussolà = scombussolare, creare confusione o disordine o scompiglio, confondere, frastornare, turbare

Sconbussolasse = scombussolarsi, confondersi, frastornarci, turbarsi

Sconbussolatu = scombussolato, confuso, frastornato, turbato

Sconbutà = scomputare, detrarre dal conto

Sconbutatu = scomodato, ritratto dal conto

Sconclusionatu = sconclusionato, che non conclude, privo di senso o logica incoerente, sconnesso, incongruente

Scondà = scontare, detrarre da un conto; oppure espiare una pena

Scondatu = dato, detratto dal conto; oppure espiato

Scondendà = scontentare, lasciare insoddisfatto o inappagato

Scondendatu = scontentato, non accontentato, lasciato insoddisfatto o inappagato

Scondendu = scontento, insoddisfatto, inappagato

Scondrà = scontrare, incontrare, cozzare con violenza

Scondrasse = scontrarsi, incontrarsi, venire in combattimento

Scondratu = scontrato, incontrato, che ha cozzato con violenza, venuto a battaglia

Scondru = scontro, collisione, urto

Scondu = sconto, ribasso praticato dal venditore sul prezzo della merce

Sconfortu = sconforto, stato di grave abbattimento dell’animo, scoramento

Scongassà = scuotere, urtare con violenza, sfasciare

Scongassasse = scuotersi, sfasciarsi, rompersi

Scongassatu = scosso o urtato con violenza, sfasciato, rotto

Scongassu = scossone o urto violento

Scongertà = sconcertare, turbare profondamente, disorientare

Scongertasse = sconcertarsi, turbarsi profondamente, disorientarsi

Scongertatu = sconcertato, turbato profondamente, disorientato

Scongiu = sconcio, brutto, deforme, schifoso, vergognoso, turpe, osceno, indecente, smodato

Sconguassà = sconquassare, sfasciare, rompere, scuotere con violenza

Sconguassasse = sconquassarsi, sfasciarsi, rompersi

Sconguassatu = sconquassato, sfasciato, rotto

Sconguassu = sconquasso, trambusto, scompiglio, grande confusione

Sconocchià = rompere le ossa con le bastonate le ossa con le bastonate

Sconocchiasse = ridursi in pessime condizioni, rompersi

Sconocchiata = grossa bastonatura, rottura delle ossa bastonate

Sconocchiatu = malridotto, rotto, ridotto in pessime condizioni

Sconponese = scomporsi, disfarsi, alterarsi, turbarsi

Sconvolge = sconvolgere, turbare profondamente, mettere in disordine o in agitazione o in scompiglio

Sconvolgese = sconvolgersi, turbarsi profondamente, mettersi in agitazione

Sconvoltu = sconvolto, turbato profondamente, messo in agitazione

Sconvortà = sconfortare, togliere coraggio o fiducia o speranza

Sconvortasse = sconfortarsi, perdere coraggio o fiducia o speranza

Sconvortatu = sconfortato, che ha perso coraggio o fiducia o speranza

Sconvortu = sconforto, stato di grave abbattimento dell’animo, scoramento

Scopà = scopare, spazzare  il pavimento; oppure possedere sessualmente

Scopata = colpo dato con la scopa; oppure accoppiamento sessuale

Scopatu = scopato, spazzolato, spazzato

Scopatura = immondizia raccolta con la scopa

Scoperchià = scoperchiare, togliere la copertura, levare il coperchio

Scoperchiasse = scoperchiarsi, perdere la copertura

Scoperchiatu = scoperchiato, che ha perso il coperchio

Scopertu = scoperto, liberato da coperture, rivelato, esplorato

Scopettà = spazzolare, ripulire con una spazzola

Scopettatu = spazzolato, ripulito con una spazzola

Scopette  = bassi ( parte dei capelli che scendono lungo la guancia davanti l’orecchio)

Scopezza = cervice, parte posteriore del collo

Scopezzà = dare una botta nella parte posteriore del collo

Scopezzatu = bastonato nella parte posteriore del collo

Scopezzo’ = scapaccioni (con una tua mano aperta sulla parte posteriore del capo)

Scopo’ = scopone (gioco con le carte)

Scoppà = distaccare pelle o corteccia scoprendo il vivo, spellare, scorticare

Scoppasse = scoprirsi il vivo distaccando pelle o corteccia, spellarsi, scorticarsi

Scoppatu = spellato, scorticato

Scoppià = scoppiare, rompersi, spaccarsi improvvisamente, prorompere, non riuscire a frenarsi, esplodere all’improvviso

Scoppiatu = scoppiato, diviso dalla coppia, spaccato, screpolato; chi ha ceduto bruscamente allo sforzo; suonato,

Scoppiettà = scoppiettare, fare scoppi piccoli e frequenti

Scoppiu = scoppio, improvvisa esplosione, raschiando

Scoppogna = qualità di pesca con la polpa spiccace (cioè che si stacca facilmente dal nocciolo)

Scoppola = cappellotto, scapaccione, colpo dato sulla nuca; oppure batosta perdita pesante sconfitta; oppure berretto

Scoppolo’ = grossa scoppola

Scopu = scopo, fine, bersaglio

Scorà = scorare, avvilire, scoraggiare, sfiduciare

Scoraggià = scoraggiare, frenare, sconsigliare, sfiduciare, togliere o perdere il coraggio o fiducia

Scoraggiasse = scoraggiarsi, sfiduciarsi, perdere coraggio o fiducia

Scoraggiatu = scoraggiato, sfiduciato, avvilito, sconsigliato, frenato, che ha perso coraggio o sfiducia

Scoramendu = scoraggiamento

Scorasse = scorarsi, avvilirsi, scoraggiarsi, sfiduciarsi

Scoratu = avvilito, scoraggiato, sfiduciato

Scorcià = scorciare, rendere più corto o più breve

Scorciasse = scorciarsi, diventare più corto

Scorciatu = scorciato, divenuto più corto

Scordà = scordare, dimenticare; oppure dare ascolto, seguire un consiglio

Scordarecciu = persona che si dimentica facilmente delle cose

Scordarellu = persona che si dimentica facilmente delle cose

Scordasse = scordarsi, dimenticarsi

Scordatu = scordato, dimenticato; oppure ascoltato

Scordu = ascolto (nell’espressione: “damme scordu ! = ascoltami !”)

Scorge = scorgere, riuscire a vedere, riconoscere

Scorghie = domare le bestie

Scornà = scornare, rompere le corna, colpire con le corna; oppure svergognare, schernire, mettere in ridicolo, smaccare

Scornasse = scornarsi, rompersi le corna, fare a cornate

Scornatu = scornato, chi porta le corna rotte; oppure svergognato, beffato, smaccato, umiliato

Scornu = scorno, smacco, vergogna, profonda umiliazione

Scorpio’ = scorpione

Scorporà = scorporare, separare, dividere, indicare separatamente, sviscerare

Scorporatu = scorporato, separato, diviso, indicato separatamente, sviscerato

Scorrazzà = correre di qua e di là per gioco, girovagare, fare scorrerie, passare da un settore ad altro

Scorre = correre, muoversi, spostarsi dentro un percorso prestabilito, trascorrere, passare

Scorregghià = fare scoreggie, emettere rumorosamente gas intestinale

Scorregghia = scoreggia, peto, emissione rumorosa di gas intestinale

Scorrettu = scorretto, licenzioso, intemperante, disdicevole, sconveniente

Scorritora = a scorrimento, nodo scorsoio, cosa fatta per scorrere

Scorsora = nodo scorsoio (nodo fatto alla fine di una fune fatto in modo tale  da formare un cappio che tanto più si tita tanto poù si stringe

Scorsu = scorso, passato, trascorso

Scortà = fare la scorta, accompagnare per proteggere o difendere; oppure abbreviare, accorciare, finire

Scortatu = scortato, chi è protetto e difeso dalla scorta; oppure finito

Scortecà = scorticare, togliere la pelle o la corteccia o l’intonaco o la vernice; oppure morire

Scortecasse = scorticarsi, perdere la corteccia; oppure ferirsi, morire

Scortecatu = scorticato, che ha perso la corteccia o la pelle; oppure morto

Scortecatura = scorticatura, abrasione della pelle

Scortellà = accoltellare, colpire con un coltello

Scortellasse = accoltellarsi, colpirsi con un coltello

Scortellatu = accoltellato, colpito con un coltello

Scortu = scorto, visto, riconosciuto; pure domato, ammaestrato

Scorzà = togliere la corteccia, la buccia

Scorzatu = privato della corteccia o della buccia

Scorzo’ = persona rozza e scontrosa; oppure tartufo di scarso valore

Scoscià = slogare una gamba

Scosciasse = slogarsi una gamba

Scosciatu = che ha riportato una slogatura della gamba

Scosso’ = scossone, brusca e improvvisa scossa

Scossu = scosso, persona irrequieta, persona provata dal dolore

Scostà = scostare, allontanare, evitare, deviare, sfuggire

Scostasse = scostarsi, allontanarsi

Scostatu = scostato, allontanato, evitato, deviato

Scote = scuotere, agitare, turbare, commuovere; oppure dissodare il terreno; oppure essere contenuto

Scotecà = scoticare, scarnire le ossa con i denti

Scotecatu = scoticato, scarnito con i denti

Scotennà = scotennare, levare la cotenna, togliere il cuoio capelluto

Scotennatu = scotennato, privato della cotenna, privato del cuoio capelluto

Scotese = scuotersi, agitarsi, turbarsi, commuoversi, scrollarsi, sobbalzare con movimento repentino

Scottà = scottare, produrre una ustione, ustionare, e mettere tanto calore

Scottaditu = scottadito (detto di vivande arrostite a fuoco vivo sulla griglia e mangiate subito)

Scottasse = scottarsi, ustionarsi; oppure rimanere fortemente deluso e amareggiato

Scottata = depurato dello scottare leggermente una cosa, veloce cottura di un cibo

Scottatu = cooptato, ustionato; oppure fortemente deluso e amareggiato

Scottona = bovina adulta di età compresa fra 12 e 24 mesi

Scottu = scotto, troppo cotto

Scovà = scovare, fare uscire dal covo

Scovatu = scovato, fatto uscire dal covo

Scozzonà = scozzonare, domare, ammaestrare, dirozzare, addestrare, picchiare

Scozzonatu = scozzonato, domato, ammaestrato, dirozzato, addestrato, picchiato

Screanzatu = screanzato, insolente, maleducato, villano

Screcchià = scricchiolare, emettere un suono secco e crepitante, mandare un cigolio; dare segni di incrinature

Screcchiu = scricchio, rumore secco

Scredetà = screditare, danneggiare uno nel credito, perdere credito

Scredetasse = screditarsi, perdere credito

Scredetatu = screditato, che ha perso credito, che è stato danneggiato nel credito

Scrella = scheggia di legno; oppure nettatoio di canna per pulire le scarpe o stivali

Screllà = scheggiare

Scrello’ = calanco (profondo solco di erosione inciso dalle piogge su terreni argillosi)

Scremà = scremare, togliere la crema, privare il latte della panna; oppure selezionare, togliere il superfluo

Scrematu = scremato, del superfluo selezionato, depurato del superfluo

Screpà = screpolare, crepare, aprire crepe e in più punti

Screpacciu = grossa e profonda screpolatura

Screpasse = screpolarsi, creparsi, l’aprirsi di crepe in più punti

Screpatu = screpolato, che presenta crepe e in più punti

Screpolà = screpolare, aprire crepe e piccole in più punti

Screpolasse = screpolasi, aprirsi in crepe e piccole e sottili in più punti

Screpolatu = screpolato, che presenta piccole e sottili crepe in più punti

Screziu = screzio, dissidio, dissenso, disaccordo, dissapore; oppure crepo, fessura

Scrianzatu = screanzato, sfacciato, insolente, maleducato, villano, zoticone

Scribacchì = scribacchino, impiegato di poco conto

Scribacchià = scribacchiare, scrivere malamente o con poca voglia

Scriccà = scattare come una molla, liberarsi dello stato di tensione, scattare improvvisamente

Scriccasse = liberarsi dello stato di tensione, muoversi repentinamente, scattare improvvisamente

Scriccatu = liberato dallo stato di tensione, scattato improvvisamente

Scricchiolà =scricchiolare, mandare un suono secco e crepitante

Scriccu = scatto, balzo, movimento brusco impetuoso, accelerazione massima;oppure aumento di grado, di livello o qualità

Scrie = scrivere, annotare, comporre

Scriese = scriversi, scambiarsi lettere; oppure iscriversi

Scrignu = scrigno, forziere, cassaforte per conservare denaro o documenti o gioielli o altro

Scrimu = scrimatura dei capelli (linea di spartizione dei capelli in alcuni tipi di pettinatura)

Scrittoiu = scrittoio, saletta appartata per scrivere

Scrittu = scritto, annotato; oppure documento, componimento

Scrivanu = scrivano, impiegato, amanuense, copista

Scrizzio’ = iscrizione

Scrocca = farfallino, cravatta a farfalla

Scroccà = scroccare, ottenere o assicurarsi qualcosa a spese ed altri, ricevere o ottenere senza merito; mangiare a uffa

Scroccafuse = fritture di carnevale

Scroccatu = scroccato, ottenuto o ricevuto senza merito o a spese di altri

Scrocche = nastri a fiocco

Scrocchià = scrocchiare, scrocchiare, scricchiolare, cigolare

Scrocchiu = scricchio, rumore secco ed improvviso

Scrocco’ = scroccone, chi ha l’abitudine di scroccare, parassita, collocatore

Scroccu = scrocco, suono prodotto da uno scatto; oppure gratis (“a scroccu” = senza spendere nulla)

Scrocià = malmenare, rompere con le botte

Scrociasse = rompersi le ossa, malmenarsi con altri

Scrociatu = rotto, malmenato

Scrofata = covata di maialini

Scroppio’ = scorpione

Scroscià = scrosciare, cadere o riversarsi con gran rumore, susseguirsi rapidamente

Scrosciu = scroscio, caduta rumorosa, crepitio prolungato

Scrostà = scrostare, levare la crosta da una ferita, perdere la crosta o lo strato un superficiale

Scrostasse = scrostarsi, levarsi la crosta da una ferita, perdere la crosta o lo strato superficiale

Scrostatu = scrostato, rovinato nella superficie

Scrozza = scorza

Scrua = scrofa, femmina del maiale

Scrullà = scrollare, scuotere, agitare con vigore

Scrullasse = scrollarsi, scuotersi energicamente per far accadere qualcosa che si ha addosso

Scrullatu = scrollato, scosso energicamente, fatto cadere dal proprio corpo

Scrupulì = avere scrupoli o vergogna o timore o dubbi nell’agire

Scrupulisse = avere scrupoli o vergogna o timore o dubbi nell’agire

Scrupulitu = che ha scrupoli o vergogna o timore o dubbi nell’agire

Scrupulu = scrupolo, esitazione, dubbio, timore, apprensione, riguardo, premura

Scrupulusu = scrupoloso, meticoloso, minuzioso, responsabile, chi agisce con coscienza e il senso di responsabilità

Scrutà = scrutare, esplorare, frugare, guardare con intensità e attenzione, esaminare

Scrutatu = scortato, esplorato, frugato, guardato con attenzione, esaminato

Scrutiniu = scrutinio, esame accurato, spoglio, verifica

Scuà = scovare; oppure scavare

Scuacquarata = rumorosa risata generale

Scuatu = scovato; oppure scavato

Scuccà = tagliare la cima degli alberi

Scuccatu = spuntato; oppure con il capo scoperto o privo del riparo alla testa

Scucchio’ = persona col mento assai pronunciato

Scucchja = mento assai sporgente

Scucchjarà = mangiare molto e lentamente

Scuccu = chi è senza cappello o che non porta nulla in testa per coprirsi, a capo scoperto

Scucumazzà = rotolare per terra o sull’erba per divertimento

Scucumazzasse = rotolarsi a terra o sull’erba per divertimento

Scucumazzatu = chi si è arrotolato per terra o sull’erba per divertimento

Scucuzzà = tagliare i capelli a zero; oppure cimare le piante

Scucuzzasse = tagliarsi i capelli a zero; oppure perdere la cima

Scucuzzatu = rapato, chi porta i capelli tagliati a zero

Scudinzolà = scodinzolare, dimenare la coda, camminare ancheggiando

Scudisciu = scudiscio, frustino flessibile, sferza, frusta di cuoio

Scudu = scudo, difesa, riparo

Scuffia = cuffia (copricapo leggero di lana o stoffa); oppure grossa sbornia

Scuffiottu = grosso ceffone

Scuficchià = ricercare minutamente fra più cose, rovistare, frugare

Scugnà = togliere il cuneo, levare il sostegno

Scugnasse = perdere il cuneo, perdere il sostegno

Scugnatu = che ha perso il cuneo o il sostegno

Scugnizzu = scugnizzo, monello di strada, monello napoletano

Scugnurà = fare gli scongiuri

Scugnuratu = scongiurato, evitato, allontanato

Scugnuru = scongiuro, gesto o formula contro il malocchio, supplica, giuramento

Sculaccià = sculacciare, percuotere il sedere con la mano aperta

Sculacciatu = sculacciato, percorso sul sedere con la mano aperta

Sculacciò = colpo dato con la mano aperta sulle natiche

Sculatu = fortunato

Sculettà =  dimenare il culo, ancheggiare

Sculunnitti = le colonnette in legno ai quattro angoli del carro agricolo senza sponde chiamato “piattina”

Sculurì = scolorire, impallidire, perdere la vivacità del colore

Sculurisse = scolorirsi, impallidirsi

Sculuritu = scolorito, impallidito, che ha perso la vivacità del colore, scialbo, inespressivo

Scumbiju = scompiglio, gran confusione, disordine

Scummisto = scommesso

Scunbijà = scompigliare, mettere in disordine, creare confusione o agitazione

Scunbijasse = scompigliarsi, agitarsi

Scunbijatu = scompigliato, disordinato, agitato

Scunbinà = scombinare, scomporre, mettere in disordine, scompigliare, mandare a monte

Scunbinasse = scombinarsi, disorientarsi, scomporsi

Scunbinatu = sconbinato, scomposto, confuso

Scunbussolà = disordinare, mettere sottosopra, confondere

Scunbussolasse = disordinarsi, confondersi

Scunbussolatu = disordinato, confuso

Scunbussulamendu = scombussolamento, disordine, confusione

Scundrusu = scontroso, chi ha un carattere poco socievole, chi è facile ad offendersi o irritarsi o a contraddire

Scunfigge = sconfiggere, vincere in combattimento o in battaglia; superare, sbaragliare, sgominare, annientare

Scunfinà = sconfinare, uscire dal confine, entrare in territorio di altri, varcare i limiti fissati, uscire da un determinato ambito

Scunfinatu = sconfinato, chi è uscito dal confine, ci ha varcato i limiti stabiliti, chi è uscito da un determinato ambito

Scunfitta = sconfitta

Scunfittu = sconfitto, vinto, superato, eliminato

Scungiu = sconcio, indecente, vergognoso

Scungiurà = scongiurare, supplicare, pregare insistentemente; oppure evitare, allontanare

Scungiuratu = scongiurato, supplicato, pregato insistentemente; oppure evitato, allontanato

Scunviniende = sconveniente, disdicevole, scorretto

Scunzijà = sconsigliare, dissuadere, distogliere dal fare

Scunzijatu = sconsigliato, dissuaso, distolto dal fare qualcosa

Scunzulà = sconsolare, sconfortare, rattristare

Scunzulatu = sconsolato, sconfortato, rattristato

Scupì = scopino, spazzino, netturbino

Scupittu = piccola scopa

Scuppoletta = berrettino

Scuprì = scoprire, liberare da ciò che copre, lasciare libero di protezione o difesa, rendere visibile, arrivare a conoscere

Scuprisse = scoprisi, liberarsi da coperture, alleggerendosi da indumenti, manifestarsi, rivelarsi

Scurbutucu = rozzo; persona difficile da trattare

Scurì = oscurare, far diventare oscuro

Scuri = sportelli di legno posti dietro i vetri delle finestre

Scurisse = oscurarsi, diventare oscuro

Scuritu = oscurato, divenuto oscuro

Scursu = scorso, trascorso, passato

Scurtichì = scortichino, chi scortica le bestie macellate; oppure strozzino, usuraio

Scuru = oscuro; oppure ciascuno dei due sportelli della parte interna delle finestre

Scuru = scuro, privo di luce

Scurzusu = scorzoso, che ha una scorza dura e spessa

Scusà = scusare, discolpare, scagionare, addurre a discolpa, perdonare

Scusasse = scusarsi, discolparsi, scagionarsi addurre a discolpa

Scusatu = scusato, chi ha chiesto scusa, chi si è giustificato

Scuscì = scucire, disfare una o più cuciture, disgiungere, separare

Scuscisse = scucirsi, disfare una o più cuciture, disgiungere, separare

Scuscitu = scucito, separato, disgiunto

Scuscitura = cucitura, parte scucita, incoerenza

Scustumatu = scostumato, dissoluto, licenzioso, sfrenato

Scutirizzà = ancheggiare

Scutu = scudo (moneta)

Scutumia = verso della civetta

Scuturà = scuotere, scrollare, agitare con forza

Scuturasse = scuotersi, scrollarsi

Scuturatu = scorso, scrollato; oppure ripulito al gioco

Sdazià = sdaziare, liberare una merce pagando di dazio

Sdaziatu = sdaziato, liberato dopo aver pagato il dazio

Sdebbità = sdebitare, disobbligare, rendere libero da debiti

Sdebbitasse = sdebitarsi, disobbligarsi, rendersi libero da debiti

Sdebbitatu = evitato, disobbligato, reso libero da debiti

Sdegnà = avere in dispregio, aborrire, respingere qualcuno o qualcosa, provocare sdegno o indignazione o risentimento

Sdegnasse = sdegnarsi, adirarsi, indignarsi, irritarsi

Sdegnatu = degnato, adirato, indignato, irritato

Sdelaccià = slacciare, sciogliere

Sdelacciasse = slacciarsi, sciogliersi

Sdelacciatu = slacciato, sciolto

Sdelappà = sgusciare, scappare via, scivolare di mano, sfuggire, svignarsela

Sdelappasse = allontanarsi, scappare  via, scivolarsi di mano

Sdelappatu = allontanato, sfuggito o scivolato di mano

Sdelattà = spoppare, slattare, divezzare, svezzare

Sdelattatu = spoppato, slattato, svezzato

Sdelenzà = lacerare lenze

Sdelenzasse = lacerarsi i lenze

Sdelenzatu = lacerato in lenze

Sdelondanà = allontanare con forza

Sdelondanasse = allontanarsi, andare via

Sdelondanatu = allontanato con forza, mandato via, scacciato

Sdemette = sopprimere, eliminare

Sdendà = rompere uno o più denti ad una persona o ad un congegno dentato

Sdendasse = sdentarsi, rompersi o perdere denti

Sdendatu = sdentato, che ha perso i denti

Sdenocià = rompere le articolazioni

Sdenociasse = rompersi le articolazioni

Sdenociatu = con le articolazioni rotte

Sderadì = diradare, diramare una pianta, rendere meno fitto o meno spesso

Sderadisse = diradarsi, diventare meno fitto o meno spesso

Sderaditu = diradato, reso meno fitto o meno spesso

Sderamà = diramare, tagliare i rami superflui

Sderamatu = diramato, privato dei rami superflui

Sderascià = pulire a fondo, ripulire

Sderasciasse = ripulirsi, togliersi lo sporco in modo sbrigativo e superficiale

Sderasciata = ripulitura sbrigativa e superficiale

Sderasciatu = ripulito, chi si è tolto lo sporco in modo sbrigativo e superficiale

Sderatecà = sradicare, strappare con le radici

Sderatecatu = sradicato, strappato con le radici

Sderazzà = perdere i segni caratteristici di una razza, imbastardirsi

Sdesallà = dissaldare, distaccare togliendo la saldatura

Sdesallasse = dissaldarsi, distaccarsi perdendo la saldatura

Sdesallatu = di saldato, che si è distaccato perdendo la saldatura

Sdesarmà = disarmare, togliere le armi; oppure togliere le impalcature nei cantieri edili

Sdesarmatu = disarmato, privato delle armi

Sdesestà = dissestare, mettere in disordine, danneggiare

Sdesestasse = dissestarsi, danneggiarsi

Sdesestatu = dissestato, danneggiato

Sdesestu = dissesto, grave situazione patrimoniale, situazione di squilibrio

Sdesossà = disossare, privare delle ossa da pezzo di carne

Sdesossatu = disossato, privato delle ossa

Sdevezzà = svezzare, togliere l’abitudine o il vizio

Sdevezzasse = svezzarsi, togliersi una abitudine o un vizio

Sdevezzatu = svezzato, chi ha perso una abitudine o un vizio

Sdijù = colazione

Sdijunà = fare la prima colazione, rompere il digiuno

Sdijunà = fare la prima colazione, rompere il digiuno

Sdimistu = dismesso, soppresso, eliminato

Sdirinà = rompere le reni, sfiancare, spossare, affaticare

Sdirinasse = rompersi le reni, sfiancarsi, spossarsi con la fatica, a affaticarsi oltre la norma

Sdirinatu = sfiancato, spossato,  affaticato

Sdiunanza = la prima colazione

Sdoà = sdogare, togliere le doghe, sconnettere

Sdoasse = sdogarsi, perdere le doghe, sconnettersi

Sdoatu = sdogato, che ha perso le doghe, sconnesso

Sdoppià = sdoppiare, dividere in due

Sdoppiasse = sdoppiarsi, dividersi in due

Sdoppiatu = sdoppiato, diviso in due

Sdozà = scoraggiare, far perdere la voglia di fare qualcosa, invitare a non fare

Sdozatu = sconsigliato, invitato a non fare qualcosa

Sdrajà = sdraiare, mettersi a giacere, stendersi

Sdrajasse = sdraiarsi, mettersi a giacere, distendersi

Sdrajatu = sdraiato, disteso, messo a giacere

Sdrau = vulcannello, pozza di fango spesso solforoso o ribollente con esalazioni gassose di origine vulcanica

Sdrecene = congegno mosso dall’acqua che nel molino azionava la ruota della macina

Sdregà = ammaliare, sedurre, sottoporre a pratiche di stregoneria

Sdrega = strega, donna malvagia, donna brutta e vecchia

Sdregatu = stregato, sedotto, ammaliato, sottoposto a pratiche di stregoneria

Sdrego’ = santone, guaritore

Sdroellà = perdere la forma primitiva, deformare

Sdroellasse = perdere la forma primitiva, deformarsi

Sdroellatu = che ha perso la forma primitiva, deformato

Sdrucciolà = sdrucciolare, scivolare su una superficie liscia, incorrere, incappare

Sdrucciolasse = sdrucciolarsi, scivolarsi

Sdrucciolatu = sdrucciolato, scivolato

Sdruscì = scucire strappando, lacerare, staccare

Sdruscià = strusciare, strofinare qualcosa sopra o contro un’altra, stare o passare vicino vicino

Sdrusciasse = strusciare, strofinarsi

Sdrusciatu = sdruciato, strofinato, toccato leggermente passando vicino

Sdrusciolo’ = nell’espressione: “a sdrusciolo’ = a scivoloni”

Sdruscisse = scucirsi, lacerarsi, a staccarsi

Sdruscitu = sdruscito, lacerata, strappato

Sdruscitura = sdrucitura, scucitura, lacerazione

Sduffià = dilombare, infiacchire, stancare

Sduffiasse = dilombare si, infiacchirsi, stancarsi eccessivamente

Sduffiatu = dilombato, infiacchito, stancato

Sduppiu = doppio, semplice

Se dice = diceria, affermazione corrente e ripetuta molto diffusa tra la gente

Se sà = si sa

Seccà = seccare, prosciugare, togliere l’acqua, svuotare, esaurire, svigorire; oppure importunare, infastidire, annoiare

Sécca = siccità, aridità

Seccacì = ramo secco

Seccasse = seccarsi, prosciugarsi, svuotarsi, esaurirsi, svigorirsi; oppure infastidirsi, irritarsi, annoiarsi

Seccatu = seccato, prosciugato, svuotato; oppure infastidito, irritato

Secchiellu = secchiello, piccolo secchio; oppure piccola borsa a forma di un secchio che si porta al collo

Secchio’ = grossa secchia; oppure studente superimpegnato nello studio, sgobbone

Seccia = sputo grasso e denso

Seccome = siccome

Secendo = seicento

Seco’ = Secondo

Secondariu = secondario, che viene dopo, meno importante

Seconna = placenta

Secule = esequie, funerale, onoranze funebri

Seculu = secolo, tanto tempo

Sedà = sedare, calmare, placare, reprimere

Sedasse = sedarsi, calmarsi, placarsi

Sedatu = sedato, calmato, placato, represso; pure persona pacata o serena

Seddevenghé = anche se, quand’anche

Sedé = sedere, mettersi seduti

Sedesse = sedersi, mettersi seduti

Sedottu = sedotto,  indotto al male, lusingato, insidiato, circuito, allettato

Sedottu = sedotto, lusingato, allettato, circuito

Seduce = sedurre, indurre al male, lusingare, alle gare, insidiare, circuire

Sedutu = seduto, che si è messo a sedere

Segà = segare, recidere, tagliare con la sega

Segacciu = grossa sega

Segajolu = persona inconcludente, burlone, perditempo

Segaticcio = segatura

Segatu = segato, tagliato, reciso

Seggiolo’ = seggiolone, grande e pesante sedile di legno talvolta imbottito con o senza braccioli; alto sedile per bambini

Seggiu = seggio, sedia, sedile importante per alti personaggi; oppure luogo ove si svolgono le operazioni elettorali

Seghettatu = dentellato

Segnà = segnare, annotare, rilevare, contrassegnare, indicare, scalfire, graffiare

Segnalà = segnalare, additare, indicare, comunicare, avvisare con segnali, far conoscere, far distinguere

Segnalasse = segnalarsi, distinguersi, farsi conoscere

Segnalatu = segnalato, additato, indicato, avvisato con segnali, fatto conoscere

Segnalibru = segnalibro (cartoncino o striscia di stoffa che si mette tra le pagine di un libro per ritrovare la pagina voluta)

Segnasse = segnarsi, farsi il segno della croce

Segnatu = segnato, contrassegnato, indicato, scalfito, graffiato

Segnu = segno, traccia

Sego’ = grossa sega dei boscaioli azionata in due e tirata alternativamente dall’uno e dall’altro lato

Segregà = segregare, allontanare, appartare, isolare dagli altri

Segregasse = segregarsi, allontanarsi, appartarsi, e isolarsi dagli altri

Segregatu = segregato, allontanato, appartato, isolato dagli altri

Segretariu = segretario, persona di fiducia, assistente

Segretu = segreto, occulto, celato; oppure ciò che una persona si tiene nascosto nel proprio animo

Seguende = seguente, successivo

Seguestrà = sequestrare, porre sotto sequestro, togliere dalla circolazione, bloccare

Seguestratu = sequestrato, posto sotto sequestro, tolto dalla circolazione, bloccato

Seguestru = sequestro, reato di chi priva qualcuno della propria libertà per un periodo di tempo

Seguetà = seguitare, continuare, proseguire

Seguìtu = seguito, accompagnato, che è venuto dopo, derivato, venuto di conseguenza

Séguitu = seguito, gruppo di persone che formano il corteo o la scorta, insieme di discepoli, continuazione, proseguimento

Sejà = costruttore di sedie

Seja = sedia, seggiola

Seja de lu Papa = sedia del Papa fatta per gioco da due ragazzi che si prendono per i polsi incrociando le mani

Selezzio’ = selezione, scelta, vaglio, valutazione, scrematura

Selezzionà = selezionare, sottoporre a selezione, individuare gli elementi migliori e più idonei all’interno di un gruppo

Selezzionatu = selezionato, scelto, individuato come migliore o più idoneo all’interno di un gruppo

Sellà = sellare, mettere la sella ai cavalli

Sellaca = segale (pianta delle graminacee)

Sellatu = sellato, che porta la sella

Selluru = sedano

Semafuru = semaforo (apparecchio di segnalazione luminosa per disciplinare il traffico negli incroci stradali)

Sembrà = sembrare, parere, avere l’aspetto o l’apparenza di altra persona o cosa, dare l’impressione

Sembratu = sembrato, apparso, che ha dato l’impressione,  o d’aspetto o apparenza simile all’altra persona o cosa

Semenze = puntine metalliche o chiodini del calzolaio

Semicerchiu = semicerchio, metà di un cerchio

Seminà = seminare, spargere il seme, cospargere

Seminariu = seminario (istituto per la preparazione dei chierici)

Seminatu = seminato, cosparso

Semo = seme, semente

Senato’ = senatore

Senatu = Senato (uno dei due rami del Parlamento)

Senbre = sempre

Sendenza = sentenza, decisione di una corte giudicante, parere, opinione

Sendenzià = sentenziare, giudicare con sentenza, emanare sentenze, giudicare con saccenteria o con scarsa competenza

Sendieru = sentiero, viottolo, stradina

Senno’ = se non , altrimenti

Sennu = senno, saggezza, buon senso, capacità di capire

Senonghé = senonché

Sensu = senso, coscienza, consapevolezza, capacità di intuire o comprendere o discernere; oppure direzione, verso

Senu = seno, petto, petto di donna; oppure insenatura

Senzà = sensale, mediatore, ruffiano

Senzatu = sensato, assennato, persona che dimostra buon senso o giudizio

Senzatu = sensato, che ha o dimostra buon senso, giudizioso, assennato

Senzazio’ = sensazione, impressione, presentimento

Separà = separare, dividere, distinguere, dice unire, segregare, venire in disparte

Separasse = separarsi, dividersi, distinguersi, segregarsi

Separatu = separato, diviso, distinto, segregato

Separazio’ = separazione, divisione

Seppurdura = sepoltura, deposizione nella tomba, cerimonia funebre, funerale

Seppurgu = sepolcro, monumento funebre

Serafì = Serafino

Serbà = serbare, conservare, custodire, mantenere, riservare

Serbasse = serbarsi, mantenersi, conservarsi, riservarsi

Serbatoju = serbatoio, deposito

Serbatu = serbato, mantenuto, conservato, riservato

Serena = sirena

Serenu = sereno, quieto, tranquillo

Sergiato = selciato, pavimento fatto con selci

Seriu = serio, ponderato, responsabile, severo, accigliato, pensoso, preoccupato

Sermo’ = sermone, predica, discorso lungo e di ammonizione

Serpa = serpe, serpente, biscia; oppure persona pungente nel parlare

Serpende = serpente

Serra = mucchio di covoni di grano da trebbiare posto nell’aia

Serrà = serrare, sbarrare, stringere con forza, premere, incalzare

Serraju = serraglio, luogo chiuso per la raccolta di animali, riparo difensivo

Serrasse = serrarsi, sbarrarsi, rinchiudersi

Serratu = serrato, sbarrato, rinchiuso, stretto, premuto, incalzato

Servaggina = selvaggina ( qualunque animale commestibile)

Servijà = Servigliano (FM)

Servu = servo, chi è in stato di servitù, sottomesso

Sésè = sederino del bambino; oppure  invito al bambino di mettersi a sedere

Sessala = piccolo attrezzo concavo per prendere cereali o farine

Sessanda = sessanta

Sessandina = sessantina

Sestu = sesto (nell’ordine numerico); oppure posizione, disposizione; oppure curvatura di un arco

Sestu = Sesto (nome proprio di persona)

Setaccià = setacciare, stacciare, esaminare con minuzia e accuratezza, perlustrare

Setacciatu = setacciato, stacciato, esaminato con minuzia e accuratezza, perlustrato

Setaccittu = colino (utensili da cucina a buchi fitti per colare brodo, tè, camomilla o altro)

Setacciu = setaccio, staccio (attrezzo costituito da una rete o tela o crine per separare i prodotti della macinatura)

Setala = setola, pelo grosso e rigido del maiale

Settanda = settanta

Settandina = settantina

Settecendo = settecento

Settemmezzu = sette e mezzo (gioco con le carte)

Settotto = sette o otto

Settu = setto, parete, membrana per dividere una cavità dall’altra; oppure diviso, separato

Severu = severo, austero, serio, rigoroso

Sezionà = sezionare, dividere in sezioni, ripartire

Sezionatu = selezionato, diviso in sezioni, ripartito

Sezzio’ = sezione, ripartizione, divisione

Sfà = sfare, disfare, scomporre

Sfacchinà = sfacchinare, fare un lavoro da facchino, fare un lavoro faticoso e pesante, sgobbare

Sfacchinà = sfacchinare, fare un lavoro pesante o faticoso

Sfaccià  = sfacciare, far vergognare, smentire pubblicamente

Sfacciatellu = sfacciatello, impudente, sfrontato

Sfacciatu = sfacciato, maleducato, persona che non prova vergogna, impudente, sfrontato

Sfacettà = tagliare l’erba con la falce

Sfalli’ = fallire, fallire; oppure sfuggire, passare inosservato

Sfallitu = fallito, fallito; oppure sfuggito, passato inosservato

Sfamà = sfamare, liberare dalla fame, dar da mangiare

Sfamasse = sfamarsi, liberarsi dalla fame, saziarsi

Sfamatu = sfamato, liberato dalla fame, saziato

Sfandu = spremuto, spappolato

Sfangà = sfangare, uscire da una zona fangosa; oppure uscire da una situazione difficile

Sfangasse = sfangarsi, sporcarsi col fango

Sfangatu = sfangato, che si è sporcato col fango; oppure che è uscito da una situazione difficile

Sfardà = sfaldare, dividere in falde, disgregare, scomporre; oppure asfaltare, pavimentare con l’asfalto

Sfardatu = asfaltato, pavimentato con l’asfalto

Sfardo = asfalto

Sfarfallà = volare qua e là come una farfalla, mostrare incostanza e leggerezza, commettere errori grossolani, avere un atteggiamento volubile ed incostante

Sfarfallo’ = farfallone,  grosso sproposito, grave errore

Sfarfujà = farfugliare, dire cose insensate

Sfargà = camminare facendo lunghi passi e muovendo esageratamente le braccia; afferrare velocemente e con astuzia

Sfargata = movimento esagerato delle gambe e delle braccia nel camminare

Sfargatu = oggetto preso velocemente e con astuzia

Sfarinà = sfarinare, ridurre in farina, disgregare, scomporre

Sfarinasse = sfarinarsi, ridursi in farina, disgregarsi, scomporsi

Sfarinatu = sfarinato, ridotto in farina, disgregato, scomposto

Sfarrà = macinare, triturare, sfarinare

Sfarrato = macinato, triturato, sfarinato

Sfarzà = sfalzare, deviare, disporre in modo non allineato

Sfarzusu = sfarzoso, pieno di sfarzo, fatto con sfarzo

Sfasà = sfasare, disorientare, mettere in contrasto

Sfasasse = sfasarsi, disorientarsi, mettersi in contrasto, non collimare

Sfasatu = sfasato, disorientato, messo in contrasto, che non collima

Sfascià = sfasciare, rompere, sconquassare, mandare in rovina, dissolvere; oppure togliere le fasce

Sfasciasse = fasciarsi, rompersi, rovinarsi, sconquassarsi, dissolversi; oppure togliersi le fasce

Sfasciaticcio = sfasciume, insieme di rottami

Sfasciatu = sfasciato, rovinato, rotto, sconquassato; oppure senza  le fasce

Sfascio’ = persona che fa solo danni, che sconquassa ogni cosa

Sfasciolà = andare a genio, piacere, andare a fagiolo, soddisfare, convenire

Sfasciu = sfascio, sfacelo, rovina totale

Sfasse = disfarsi, scomporsi, liquefarsi, ridursi in pezzi

Sfatà = sfatare, togliere l’incantesimo, dimostrare inattendibile ciò in cui si credeva

Sfatatu = sfasato, smascherato, dimostrato come cosa inattendibile o inverosimile o incredibile o inaffidabile

Sfatigatu = sfaticato, chi non ha voglia di lavorare, fannullone, ozioso, sfaccendato, scioperato

Sfattu = sfatto, disfatto, scomposto, ridotto in pezzi; oppure troppo maturo

Sfebbrà = cessare di avere la febbre

Sfebbrasse = non avere più la febbre

Sfebbratu = che non ha più la febbre

Sfeghetà = sfegatare, mangiarsi il fegato a forza di chiedere o raccomandare; oppure adoperarsi in ogni modo e con zelo

Sfeghetasse = sfegatarsi, adoperarsi con eccessivo zelo per la riuscita di qualcosa

Sfeghetatu = sfegatato, appassionato, sviscerato, incallito; oppure persona impetuosa o fanatica o in riflessiva

Sferrà = sferrare, liberare dai ferri o catene, tirare o lanciare con forza, muovere un violento assalto

Sferracavallu = cucùlo (uccello)

Sferrasse = sferrarsi, liberarsi dai ferri o catene, avventarsi o scagliarsi con impeto

Sferratu = sferrato, liberato dai ferri o catene, e si è avventato o scagliato con impeto contro qualcuno

Sferzà = sferzare, battere con la frusta, criticare, biasimare aspramente; oppure incitare, stimolare

Sferzatu = sferzato, battuto con la frusta, criticato, biasimato aspramente; oppure incitato, stimolato

Sfetà = finire di fare le uova (quando la gallina diventa chioccia)

Sfetatura = l’ultimo piccolo uovo che fa la gallina che smette di fare uova

Sfetecatu = sfegatato, appassionato

Sfiammà = sfiammare, attenuare, mitigare, togliere l’infiammazione; oppure fare molta fiamma bruciando

Sfiammasse = sfiammarsi, attenuarsi, mitigarsi

Sfiammatu = sfiammato, attenuato, mitigato

Sfiangà = sfiancare, spossare, affaticare, togliere ogni forza, sfinire

Sfiangasse = sfiancarsi, spossarsi, affaticarsi, perdere ogni forza, sfinirsi

Sfiangatu = sfiancato, spossato, affaticato, sfinito, che ha perso ogni forza

Sfiatà = sfiatare, emettere fiato o vapori o altro, fuori uscire da una apertura naturale o artificiale

Sfiatasse = sfiatarsi, perdere il fiato col parlare o con il gridare

Sfiatatu = sfiatato, senza voce, che ha perso il fiato a forza di parlare o gridare

Sfiatu = sfiatatoio (congegno che lascia uscire aria, gas, acqua ecc.)

Sfibbià = slacciare sciogliendo la fibbia

Sfibbiatu = slacciato sciogliendo la fibbia

Sficcà = sconficcare, togliere; oppure fare un grosso salto, uscire da una situazione scomoda o difficile

Sficcatu = sconficcareto, che ha fatto un grosso salto

Sficcu = lungo salto

Sfidà = sfidare, invitare un avversario a battersi con le armi, a affrontare con coraggio

Sfidasse = sfidarsi, mandarsi una sfida, chiamarsi  l’un l’altro a misurarsi con le armi

Sfidatu = sfidato, invitato a battersi con le armi

Sfiducià = sfiduciare, privare della fiducia, scoraggiare, avvilire

Sfiduciasse = sfiduciarsi, scoraggiarsi, avvilirsi

Sfiduciatu = sfiduciato, privato della fiducia, avvilito, scoraggiato

Sfiga = sfortuna, iella

Sfigatu  = sfortunato, iellato; oppure sgradevole, poco attraente

Sfigurà = sfigurare, alterare o deturpare la figura o i lineamenti

Sfigurasse = sfigurarsi, alterarsi nei lineamenti, imbruttirsi

Sfiguratu = sfigurato, alterato nei lineamenti, imbruttito, deturpato; oppure stravolto per una forte emozione

Sfilà = sfilare, procedere in fila;oppure perdere il filo, togliere ciò che è infilato; rendere furtivamente, rubare

Sfilaccià = sfilacciare, ridurre in filacce, disfare un tessuto

Sfilacciasse = sfilacciarsi, ridursi in filacce, disfarsi

Sfilacciatu = sfilacciato, ridotto in filacce, disgregato, disfatto, scomposto

Sfilacciu = filamento pendente

Sfilarata = sfilata, passeggio di persone o animali o mezzi, serie di cose disposte in fila

Sfilasse = sfilarsi, togliersi qualcosa che ci aveva addosso

Sfilatu = sfilato, tolto dal filo

Sfilettà = sfilettare, ridurre in filetti (detto di pesci ripuliti delle lische)

Sfilettatu = sfilettato, ridotto in filetti

Sfilinitu = molto magro e debole, emaciato, macilento, malridotto

Sfinì = sfinire, stancare; oppure assottigliare, rendere più sottile

Sfinimendu = sfinimento, il sentirsi sfinire, grave prostrazione, grosso indebolimento

Sfinisse = sfinirsi, stancarsi; oppure assottigliarsi, diventare più sottile

Sfinitu = sfinito, stanco; oppure assottigliato, reso più sottile

Sfionga = rincorsa

Sfiongà = sfiondare, scagliare con la fionda, lanciare con le mani

Sfiorà = sfiorare, toccare leggermente di sfuggita, andare vicino, lambire

Sfiorasse = sfiorarsi, toccarsi leggermente di sfuggita, avvicinarsi

Sfioratu = sfiorato, toccato leggermente di sfuggita, avvicinato, lambito

Sfirzà = sfilzare, togliere dalla filza

Sfirzatu = sfilzato, tolto dalla filza

Sfischiu = schizzo, zampillo di un liquido

Sfittà = rendere sfitto, liberare un appartamento dell’affittuario

Sfittatu = reso sfitto, liberato

Sfitti = rendere meno fitto, diradare

Sfittitu = reso meno fitto, diradato

Sfittu = sfitto, non affittato

Sfittuccià = ridurre a fettucce o striscioline

Sfittucciasse = ridursi a fettucce o striscioline

Sfittucciatu = ridotto a fettucce o striscioline

Sfiurì = sfiorire, appassire, perdere la freschezza o il rigoglio giovanile

Sfiurisse = sfiorirsi, appassirsi, perdere la freschezza o il rigoglio giovanile

Sfiuritu = sfiorito, appassito, che ha perso la freschezza o il rigoglio giovanile

Sfiza = sfilza, lunga serie, grande numero, catena, sequela

Sfiziu = sfizio, voglia, capriccio

Sfiziusu = sfizioso, individuo capriccioso o estroso o bizzarro o stravagante

Sfoderà = sfoderare, levare dal fodero, sguainare; oppure presentare o mostrare all’improvviso

Sfoderatu = sfoderato, levato dal fodero; oppure presentato o mostrato all’improvviso

Sfogà = sfogare, dare libera manifestazione a sentimenti o passioni o stati d’animo; uscire fuori dal chiuso

Sfogasse = sfogarsi, confidarsi, liberarsi da uno stato di tensione

Sfogatu = sfogato, confidato, manifestato liberamente, che si è liberato da uno stato di tensione

Sfoggià = sfoggiare, esibire con compiacimento, mostrare, ostentare

Sfoggiatu = sfoggiato, esibito con compiacimento, mostrato, ostentato

Sfoggiu = sfoggio, ostentazione di lusso o sfarzo o sontuosità, ostentazione delle proprie doti, fare mostra

Sfogliasse = ridursi in lamine sottili

Sfogu = sfogo, fuoruscita, sbocco, apertura

Sfoja = pasta sfoglia; oppure lamina, falda

Sfojà = sfogliare, scorrere rapidamente le pagine di un libro o giornale

Sfojatu  = sfogliato, privato o privo delle foglie

Sfoji = involucri delle pannocchie

Sfoju = rivestimento delle pannocchie

Sfollà = sfollare, sgomberare, liberare, diradare

Sfollatu = sfollato, liberato, sgomberato; oppure chi si è trasferito dal luogo di residenza per eventi calamitosi

Sfondu = sfondo (parte più lontana di un campo visivo), campo di un quadro in cui è dipinto un soggetto

Sfonnà = fondare, rompere il fondo, sforare, aprire un passaggio

Sfonnasse = sfondarsi, rompersi nel fondo

Sfonnatu = sfondato, che ha perso il fondo; oppure individuo ingordo o insaziabile

Sfonno’ = sfondone, sproposito, sbaglio madornale, grosso errore, bestemmia

Sforà = sforare, superare un limite stabilito o programmato, superare abbondantemente, andare oltre i limiti

Sforacchià = sforacchiare, bucherellare, fare piccoli fori

Sforacchiatu = sforacchiato, bucherellato, che presenta piccoli fori

Sforbecià = sforbiciare, tagliare qua e là con le forbici, tagliuzzare, ridurre a pezzettini

Sforbeciata = sforbiciata, l’azione di tagliuzzare con le forbici

Sforbeciatu = sforbiciato, tagliuzzato con le forbici

Sforchettata = forchettata (quantità che si può prendere in una volta con la forchetta)

Sfordora = tardi, in ritardo, fuori orario

Sfordorariu = fuori orario, troppo tardi o troppo presto

Sformà = sformare, deformare, alterare nella forma, levare dalla forma

Sformasse = sformarsi, deformarsi, alterarsi nella forma

Sformatu = sformato, deforme, alterato nella forma, smisurato, eccessivo, smoderato

Sfornà = sfornare, tirare fuori dal forno, produrre in abbondanza

Sfornatu = sfornato, tirato fuori dal forno, prodotto

Sforzà = sforzare, assoggettare a sforzo, scassinare, costringere, violentare

Sforzasse = sforzarsi, adoperarsi con tutte le forze per raggiungere uno scopo

Sforzatu = sforzato, assoggettato a sforzo, costretto; chi si è adoperato con tutte le forze per raggiungere uno scopo

Sforzu = sforzo, impiego straordinario di forza fisica o psichica per raggiungere uno scopo

Sfossà = sfossare, levare dalla fossa, riesumare

Sfossatu = sfossato, levato dalla fossa, riesumato

Sfotte = sfottere, farsi gioco o prendere in giro qualcuno

Sfottese = sfottersi, prendersi in giro reciprocamente

Sfracassà = sfracassare, sconquassare, fracassare

Sfracassasse = sfracassarsi, sconquassarsi, fracassarsi

Sfracassatu = sfracassato, sconquassato, fracassato

Sfracasso = fracasso, rumore intenso

Sfracellu = sfracello, macello, strage, massacro

Sfragellà = sfracellare , rompere, schiacciare, massacrare con ripetuti colpi

Sfragellasse = sfracellarsi, rimanere massacrato o schiacciato in seguito a ripetuti colpi, schiacciarsi, massacrarsi

Sfragellatu = sfracellato, massacrato o schiacciato in seguito ripetuti colpi

Sfragne = spezzare, far scoppiare, spremere, spappolare

Sfrajà = frantumare, spappolare, ridurre a pezzettini

Sfrajasse = frantumarsi, spappolarsi, ridursi a pezzettini

Sfrajatu = frantumato, spappolato, ridotto a pezzettini

Sfrajusu = persona che si lamenta per poco, lamentoso, che non regge al minimo dolore

Sframicà = frantumare, ridurre in pezzettini

Sframicasse = frantumarsi, ridursi in pezzettini

Sframicatu = frantumato, ridotto in pezzettini

Sfrangià = sfrangiare, sbrindellate, lacerare, sfilacciare

Sfrangiasse = sfrangiarsi, sbrindellarsi, lacerarsi, sfilacciarsi

Sfrangiatu = sfrangiato, sbrindellato, sfilacciato

Sfrappa = frittura di carnevale

Sfrascà = togliere o diradare le frasche

Sfratà = sfratare, uscire da un ordine religioso, togliersi l’abito da frate

Sfratasse = sfratarsi, togliersi l’abito da frate, uscire da un ordine religioso

Sfratatu = sfratato, che si è tolto l’abito da frate, uscito da un ordine religioso

Sfrattà = dare lo sfratto per la liberazione coattiva di un immobile; oppure cercare fra i cespugli o tagliare gli stessi

Sfrattatu = chi ha ricevuto uno sfratto

Sfrattu = procedimento civile mirato a soddisfare la richiesta del locatore a ottenere la riconsegna dell’immobile locato

Sfreà= sfebbrare, cessare di avere la febbre

Sfreasse = sfebbrarsi, cessare di avere la febbre

Sfreata = assalto gagliardo e breve di febbre

Sfreatu = sfebbrato, che non ha più febbre

Sfrecà = sfregare, strofinare

Sfrecasse = sfregarsi, strofinarsi

Sfrecatu = sfregato, strofinato

Sfreccià = sfrecciare, passare veloce come una freccia

Sfrecciatu = passato veloce come una freccia

Sfreddà = sfreddare, raffreddare

Sfreddasse = sfreddarsi, raffreddarsi

Sfreddatu = sfreddato, raffreddato

Sfregià = sfregiare, rovinare con sfregi, disonorare, offendere, screditare

Sfregiasse = spregiarsi, procurarsi uno sfregio o un graffio

Sfregiatu = sfregiato, rovinato con sfregi, disonorato, offeso, screditato

Sfregiu = sfregio, cicatrice infamante in faccia; ovvero insulto

Sfregnatu = individuo difficile o esigente

Sfregnu = schifiltoso, individuo dal carattere difficile

Sfrenà = sfrenare, lasciare libero da ogni freno

Sfrenasse = sfrenarsi, abbandonarsi senza ritegno o controllo ai propri impulsi

Sfrenatu = sfrenato, scatenato, privo di ritegno e controllo, eccessivo, smodato

Sfrie = friggere, sfrigolare, bollire stridendo; oppure fremere, struggersi, rodersi

Sfriscià = frisare, graffiare, fare sfregi o graffi o altro

Sfrisciasse = frisarsi, graffiarsi, riportare graffi

Sfrisciatu = frisato, graffiato, urtato

Sfrisciu = sfregio, segno inciso, sgorbio

Sfrittellà = macchiare di unto; oppure piangere lamentandosi ad alta voce

Sfrittu = cotto con olio

Sfrondatezza = sfrontatezza, mancanza di ritegno o di riguardo

Sfrondatu = sfrontato, persona che si comporta o parla in modo sfacciato, insolente, villano, impudente, provocatore

Sfronnà = sfrondare, levare o diradare le fronde, eliminare il superfluo

Sfronnasse = sfrondarsi, diradarsi

Sfronnatu = sfrondato, diradato

Sfroscegghià = rumoreggiare emettendo con violenza aria dalle narici

Sfroscià = rompere il viso cadendo a terra

Sfrosciasse = rompersi il viso cadendo a terra

Sfrosciata = rovinosa caduta rompendosi il naso

Sfrosciatu = che ha riportato ferite al viso cadendo a terra

Sfrustà = frustare, battere o percuotere con la frusta

Sfrustatu = frustato, battuto o percosso con la frusta

Sfruttà = sfruttare, abusare, approfittare, mettere a profitto, trarre profitto dal lavoro altrui senza adeguata retribuzione

Sfruttamendu = sfruttamento, il cercare di ricevere il massimo utile

Sfruttasse = sfruttarsi, dare molto più del dovuto

Sfruttato’ = sfruttatore, approfittatore

Sfruttatu = sfruttato, chi ha subito abusi, che ha lavorato senza adeguata retribuzione, che ha dovuto dare più del dovuto

Sfugà = mettere in fuga, far fuggire, scacciare

Sfugatu = messo in fuga, ha fatto fuggire, scacciato

Sfuggì = sfuggire, schivare, evitare, scivolare via o cadere inavvertitamente, passare inosservato

Sfuggita = visita veloce di un luogo

Sfuggitu = sfuggito, schivato, evitato, passato inosservato, scivolato via o caduto inavvertitamente

Sfumà = sfumare, diminuire o attenuare gradatamente, andare in fumo, svanire

Sfumata = affumicata; oppure vaga, attenuata

Sfumatella = nell’espressione: “c’ha avuto ‘na sfumatella = ha avuto una piccola paresi (ruduzione della mobilità muscolare)

Sfumatu = sfumato, attenuato, svanito, andato in fumo, vago, impreciso, indefinito

Sfumendi = suffumigi, inalazione di vaporose sostanze medicamentose o disinfettanti

Sfumicà = affumicare, riempire di fumo

Sfumicasse = affumicarsi, riempirsi di fumo

Sfumicatu = affumicato, riempito di fumo

Sfumucu = luogo ove anticamente si vi si lavavano i panni dei pellegrini col vapore acqueo prima dell’accesso in città

Sfurtuna = sfortuna, sorte avversa

Sfurtunatu = sfortunato, chi è perseguitato da sorte avversa

Sfusu = sfuso, sciolto, reso liquido, non confezionato

Sfuttimendu = sfoltimento, scherno, derisione, presa in giro

Sfuttutu = sfottuto, preso in giro

Sgabuzzì = sgabuzzino, stanzino, ripostiglio

Sgacetà = lo schiamazzare dei polli

Sgaestratu = scapestrato, discolo, dissoluto

Sgaezzacollu = scavezzacollo, scapestrato, sregolato

Sgaezzatu = irrequieto, chi non rispetta le regole del vivere civile

Sgaggià = sgaggiare, urlare con voce acuta, gridare

Sgaggiande = sgargiante, eccessivamente vistoso

Sgaggiosa = sgargiante, pomposa, appariscente

Sgagnà = scambiare, dare o prendere una cosa altrui come propria, confondere una cosa con altra

Sgagnatu = scambiato, confuso

Sgaleratu = discolo, scapestrato, uscito dalla galera

Sgaliscià = scivolare, sdrucciolare, cadere perdendo l’equilibrio

Sgalisciasse = scivolarsi, sdrucciolarsi, cadere perdendo l’equilibrio

Sgalisciatu = scivolato sdrucciolato caduto per aver perso l’equilibrio

Sgallettà = sgallettare, fare il galletto con le donne, essere vivace o ardito anche eccessivamente

Sgalluccià = strillare come il gallo

Sgallucciu = grido allegro dei bambini mentre giocano

Sgaloppà = bollire rumorosamente

Sgaluppì = galoppino, chi corre per sbrigare faccende altrui

Sganascià = sganasciare, slogare le ganasce, ridere a lungo e rumorosamente

Sganasciasse = sganasciarsi, slogarsi le ganasce, ridere a lungo e rumorosamente

Sganasciatu = sganasciato, chi ha rischiato di slogarsi le ganasce con ridere

Sganasso’ = sganascione, grosso ceffone

Sganbà = sgambare, camminare molto e in fretta, camminare a lunghi passi; piccola corsa o serie di scatti per allenamento

Sganbatu = sgambato, che ha fatto la sgambatura; oppure che non copre le cosce, scosciato

Sganbettà = sgambettare, dimenare le gambe qua e là stando seduti o sdraiati, correre con passi corti e rapidi

Sganbettatu = sgambettato, colpito ripetutamente con le gambe

Sganbettu = sgambetto, azione con cui si fa inciampare o cadere qualcuno, prendere il posto di qualcuno con mezzi sleali

Sgangherà = sgangherare, sfasciare, ridurre in pessimo stato

Sgangherasse = sgangherarsi, sfasciarsi, ridursi in pessimo stato

Sgangheratu = sgangherato, scardinato, sconquassato, scombinato, ridotto in pessimo stato, sfasciato

Sgangià = sganciare, slacciare, liberare dal gancio; oppure sborsare denaro

Sgangiasse = sganciarsi, slacciarsi, liberarsi dal gancio allontanarsi da chi o da ciò che si ritiene inadatto

Sgangiatu = sganciato, liberato dal gancio, chi si è allontanato da chi o da ciò che si ritiene inadatto

Sgarbatu = sgarbato, chi non ha garbo o grazia, chi è privo di cortesia e di educazione, scortese, villano

Sgarbellà = spalancare gli occhi; oppure lavorare con lo scalpello

Sgarbellu = scalpello, utensili da taglio in acciaio per la lavorazione di legno o pietre o metalli

Sgarbu = gambo, atto da villano

Sgarganatu = scalcinato, malandato

Sgargiande = sgargiante, appariscente

Sgarrà = sgarrare, strappare, lacerare; oppure trasgredire, venir meno al proprio dovere, non rispettare le regole o i patti

Sgarratura = smagliatura

Sgarru = sgarro, strappo, squarcio, lacerazione; oppure sfregio, sgarbo, offesa, onta

Sgarufà = il mandare sossopra fatto da i maiali con il muso

Sgarufatu = mandato sossopra dai maiali col muso

Sgassà = privare di gas; oppure accelerare il motore dell’auto per fare chiasso o per una partenza veloce

Sgassasse = sgasarsi, abbattersi, smontarsi

Sgassatu = sgasato, privato di gas ; oppure depresso, giù di corda

Sgattajolà = sgattaiolare, svignarsela quatto quatto

Sgatto’ = ragazzo imberbe che correre dietro alle donne

Sgavellu = sgabello, sedile senza spalliera

Sgavuzzì = sgabuzzino, piccola stanza che funge da magazzino

Sghei = soldi, denari

Sghiaccià = sghiacciare, scongelare, disgelare

Sghiacciasse = sghiacciarsi, scongelarsi, disgelarsi

Sghiacciatu = sghiacciato, scongelato, disgelato

Sghignazzà = sghignazzare, ridere in modo rumoroso e sguaiato con intenzione di scherno, schernire qualcuno ridendo

Sghiribizzu = ghiribizzo, idea bizzarra, capriccio improvviso

Sgnaccà = sbattere, schiaffare in prigione

Sgnaccatu  = sbattuto, schiaffato

Sgnomà = sgomitolare

Sgobbà = sgobbare, applicarsi ad un lavoro con tanto impegno

Sgobbo’  = sgobbone, individuo che si applica al lavoro o allo studio con grande fatica o impegno

Sgoccià = sbocciare, sgocciolare

Sgocciolà = sgocciolare, cadere a gocce

Sgocciolatoiu = recipiente adatto a raccogliere ciò che sgocciola, scolapiatti

Sgocciolatu = sgocciolato, svuotato anche delle gocce

Sgolà = sfiatare,  affaticare la voce nel cantare o nel parlare o nel gridare

Sgolacchià = svolazzare, volare qua e là per paura

Sgolasse = sfiatarsi, perdere quasi la voce nel cantare o nel parlare o nel gridare

Sgolatu = sfiatato, che ha perso quasi la voce nel cantare o nel parlare o nel gridare

Sgombrà = sgomberare, evacuare, liberare da ingombri, mandare o portare via

Sgombratu = sgomberato, liberato

Sgombru = scompro (pesce)

Sgomendà = produrre o provare sgomento, perdersi d’animo

Sgomendasse = sgomentarsi, perdersi d’animo, angosciarsi, turbarsi, sbigottirsi

Sgomendatu = sgomentato, smarrito, turbato, angosciato, sbigottito

Sgomendu = sgomento, stato di turbamento, ansia angosciosa

Sgominà = sgominare, sconfiggere, sbaragliare, mettere in fuga rovinosa

Sgominatu = sgominato, sconfitto, sbaragliato, messo in fuga rovinosa

Sgomità = sgomitare, colpire con i gomiti, farsi largo con i gomiti

Sgomitata = percossa data o ricevuta col gomito

Sgomitatu = sgomitato, colpito con i gomiti

Sgommà = sgommare, partire velocemente e rumorosamente con un veicolo lasciando a terra i segni delle gomme

Sgonfià = sgonfiare, togliere aria o gas, togliere il gonfiore, ridurre, ridimensionare, perdere la superbia

Sgonfiasse = sgonfiarsi, ridursi, ridimensionarsi, perdere la superbia

Sgonfiatu = sgonfiato, ridotto, ridimensionato, persona che ha perso la superbia

Sgorbiu = sgorbio, scarabocchio

Sgorgà = sgorgare, sfociare, uscire con impeto ed in abbondanza

Sgorgatu = sgorgato, sfociato, uscito con impeto e in abbondanza

Sgozzà = sgozzare, scannare, tagliare la gola

Sgozzatu = sgozzato, scannato, che ha avuto la gola tagliata

Sgradì = gradino della scala

Sgraffià = graffiare, produrre graffi, incidere; oppure rubare

Sgraffiasse = graffiarsi, prodursi graffi

Sgraffiatu = graffiato, che ha subito graffi

Sgraffiatura = graffiatuta, segno di un graffio

Sgraffignà = sgraffignare, portare via di nascosto e con destrezza

Sgraffignatu = sgraffignato, portato via di nascosto e con destrezza

Sgraffiu = sgraffio, graffio, incisione

Sgranà = sgranare, far uscire i grani di un frutto dalla sede; oppure disfare un ingranaggio

Sgranarolu = arnese appuntito di ferro o legno per sgranare il granoturco

Sgranasse = sgranarsi, rompersi, disfarsi, disgregarsi

Sgranatore = sgranatoio, macchina azionata a mano per sgranare il mais

Sgranatu = sgranato, rotto, disfatto, disgregato

Sgranchì = sgranchire, sciogliere i muscoli

Sgranchisse = sgranchirsi, sciogliersi i muscoli

Sgranchitu = sgranchito chi ha fatto esercizi per sciogliere i muscoli

Sgrannolata = grandinata

Sgranocchià = sgranocchiare, mangiare con gusto e a piccoli morsi cibi croccanti sotto i denti

Sgranocchiasse = sgranocchiarsi, mangiarsi con gusto e a piccoli morsi cibi croccanti sotto i denti

Sgranocchiatu = sgranocchiato, mangiato con gusto

Sgrascià = pulire la stalla

Sgrasciata = ripulitura approssimativa e rapida

Sgrassà = sgrassare, ripulire da macchie di unto

Sgrassasse = sgrassarsi, ripulirsi da macchie di unto

Sgrassata = superficiale e rapida ripulitura di macchie di unto

Sgrassatu = sgrassato, ripulito da macchie di unto

Sgravà = sgravare, alleggerire, alleviare; oppure partorire

Sgravasse = sgranarsi, alleggerirsi, alleviarsi; oppure partorire

Sgravatu = sgravato,  alleggerito, alleviato

Sgraziatu = sgraziato, privo di grazia o di garbo o di armonia

Sgretolà = sgretolare, spezzare, ridurre in piccole schegge, distruggere, demolire a poco a poco

Sgretolasse = sgretolarsi, spezzarsi, ridursi in piccole schegge, distruggersi, demolirsi a poco a poco

Sgretolatu = sgretolato, disgregato, sfasciato

Sgridà = sgridare, riprendere severamente gridando, rimproverare aspramente

Sgridatu = spiritato, ripreso severamente gridando, rimproverato aspramente

Sgrignà = digrignare i denti, ringhiare

Sgriscia = grossa fame

Sgriscià = ridere rumorosamente; oppure digrignare i denti

Sgrisciu = tocchetto di carne grassa soffritta

Sgrizzà = schizzare, insudiciare, sporcare

Sgrizzasse = schizzarsi, insudiciarsi, sporcarsi

Sgrizzata = schizzata, insudiciata, sporcata

Sgrizzatu = schizzato, insudiciato, sporcato

Sgrizzittu = schizzetto, giocattolo con pompetta per schizzare acqua

Sgrizzu = schizzo, macchia

Sgrognà = scorticare, produrre una abrasione alla pelle

Sgrognasse = scorticarsi, prodursi una abrasione alla pelle

Sgrognatu = scorticato, che ha riportato una abrasione alla pelle

Sgrognatura = scalfittura, scorticatura, abrasione della pelle

Sgroppà = lavorare sodo

Sgropponà = sgropponare, sgobbare, faticare a lungo in un lavoro pesante

Sgropponata = faticaccia, sfacchinata

Sgrossà = sgrossare, togliere il superfluo, sfinire, assottigliare, rendere meno rozzo, correggere

Sgrossasse = sgrossarsi, ingentilirsi, dirozzarsi

Sgrossata = digrossata, veloce e superficiale ingrossamento

Sgrossatu = sgrossato, assottigliato, reso meno rozzo, corretto, ingentilito

Sgrottà = sgrottare, ampliare una buca, scavare una fossa, corrodere creando una fossa

Sgrua = scrofa
Sgruà = perdere e cambiare le piume

Sgruasse = perdere e cambiare le piume

Sgruatu = che ha perso e cambiato le piume, spennato, spiumato, spennacchiato

Sgrullà = scrollare, fa cadere, scuotere con forza

Sgrullasse = scrollarsi, scuotersi con forza, far cadere qualcosa che si h a addosso

Sgrullata = scrollata, movimento rapido del capo delle spalle in segno di disapprovazione

Sgrullatu = scrollato, che ha fatto cadere qualcosa portata addosso; oppure che ha perso tutto al gioco

Sgrullu = scroscio, piovasco; oppure chi ha perso tutto al gioco

Sguardu = sguardo, occhiata

Sguarni’ = sguarnire, privare del necessario, privare delle guarnizioni

Sguarnisse = sguarnire il sì, privarsi del necessario

Sguarnitu = sguarnito, privato del necessario

Sguatteru = sguattero, aiutante di cucina

Sguazzà = godere, divertirsi, spassarsela, trovarsi a proprio agio, avere qualcosa in abbondanza

Sguazzu = divertimento; oppure tolleranza

Sgubbia = lesina del calzolaio (punta di ferro leggermente ricurva con impugnature di legno per cucire le scarpe)

Sguezu = strabico, guercio, sghembo

Sguillà = scivolare, fuggire, liberarsi abilmente, vibrare con forza

Sguillasse = scivolarsi, fuggire, liberarsi abilmente

Sguillatu = scivolato, fuggito, che si è liberato abilmente

Sguinciu = sghembo, di traverso

Sguinzaglià = sguinzagliare, sciogliere dal guinzaglio, mandare alla ricerca di qualcuno

Sguinzagliatu = sguinzagliato, liberato dal guinzaglio, mandato alla ricerca di qualcuno

Sgujà = dare un calcio sulle parti genitali di una persona da provocare l’ernia

Sgujasse = procurarsi l’ernia facendo grandi sforzi

Sgujatu = che si è procurata l’ernia facendo grandi sforzi

Sgumitolà = sgomitolare, dipanare un gomitolo

Sgumitolasse = sgomitolarsi, dipanarsi

Sgumitolatu = sgomitolato, dipanato

Sgummuru = sgombro (pesce marino)

Sgunfiu = sgonfio, sgonfiato, privo di aria o gas

Sguzzijà = appuntire un legno col coltello

Sguzzijatu = appuntito col coltello

Sibilà = sibilare, emettere fischi molto acuti

Sibilu = sibilo, fischio acuto e continuo

Sicchiu = secchio (recipiente di legno o ferro o plastica di forma tronco conica)

Sicco = insieme di roba secca, seccume

Siccu = secco, essiccato, duro, molto magro

Siccume = la roba secca

Sicunno = secondo

Sicuru = sicuro, certo, garantito, che non presenta pericoli

Sidile = sedile, qualunque oggetto struttura fatto per potervisi sedere

Sido’  = Isidoro

Sifilitucu = sifilitico, affetto da sifilide

Sifo’ = sifone, conduttura idraulica che porta un liquido da un serbatoio ad un altro

Sigheretta = sigaretta

Sighittu = seghetto (tipo di sega a mano per legno o metalli)

Sigillà = sigillare, suggellare

Sigillatu = sigillato, suggellato

Sigillu = sigillo, segno di garanzia o di integrità

Significà = significare, esprimere pensieri o sentimenti o idee, simboleggiare, avere importanza e valore

Significatu = significato, senso, valore

Signoro’ = signorone

Signozzu = singhiozzo

Signu = segno, indizio, gesto, cenno, traccia

Signurì = signorino

Signurina = signorina

Signurinu = signorino

Signurittu = signoretto

Sigo = sego, grasso; oppure sudiciume

Siguì = seguire, andare dietro, procedere, accompagnare, venire dopo, derivare, venire di conseguenza

Siguità = seguitare, continuare, proseguire, inseguire, durare

Siguitatu = seguitato, continuato, durato, proseguito

Siguru = sigaro, rotoletto di foglia di tabacco da fumare

Sigusu = sudicione, persona piena di sporcizie

Silenziu = silenzio, mancanza assoluta di suoni

Silinziusu = silenzioso, taciturno, che non fa rumore

Sillavariu = sillabario, testo scolastico su cui si impara a leggere e scrivere

Sillì = sellino

Silose = silos (costruzione cilindrica, a volte interrata, utilizzata come deposito)

Silurà = silurare, mandare a monte, far fallire, privare improvvisamente del comando

Siluratu = silurato, fatto fallire, privato improvvisamente del comando

Siluru = siluro (grosso proiettile fusiforme); oppure manovra o iniziativa per screditare o esautorare qualcuno

Simele = simile, di forma eguale

Siminarista = seminarista

Siminariu = seminario, Istituto per la preparazione dei chierici

Simitti = semi dell’erba medica

Simmitria = simmetria

Simo’ = Simone

Simulà = simulare, fingere, far parere che ci sia qualcosa che in realtà non c’è, dissimulare, riprodurre artificialmente

Simulatu = simulato, finto, dissimulato, riprodotto artificialmente per studio

Sinbateco’ = simpaticone, affabile, cordiale

Sinbatia = simpatia

Sinbatucu = simpatico, che desta simpatia

Sinbiternu = sempiterno, a perpetuo

Sinbricità = semplicità, naturalezza, spontaneità

Sinbulu = simbolo, segno, abbreviazione convenzionale, rappresentazione, bandiera

Sincronizzà = sincronizzare, rendere contemporaneo o simultaneo nel movimento, far avvenire nello stesso tempo

Sincronizzasse = sincronizzarsi, rendersi contemporaneo o simultaneo nel movimento

Sincronizzatu = sincronizzato, reso contemporaneo o simultaneo nei movimenti, fatto avvenire nello stesso tempo

Sindacà = sindacare, esaminare minutamente, controllare, criticare, biasimare

Sindacatu = sindacato, esaminato minutamente, controllato, criticato, biasimato; oppure organizzazione sindacale

Sindì = sentire, udire, ascoltare, percepire con l’olfatto o con il gusto o con l’udito

Sindimendu = sentimento, senso, coscienza

Sindinella = sentinella, guardia, vigilante

Sindisse = sentirsi, provare un sentimento, o uno stato d’animo; oppure essere disposto, accordarsi

Sinditu = sentito, un mito, ascoltato; oppure persona esigente o autorevole

Sindumu = sintomo, segno, indizio, manifestazione

Sinfaso’ = alla rinfusa, in modo disordinato, alla buona

Sinfunia = sinfonia, complesso armonioso di suoni o di colori, complesso gradevole di suoni

Singerà = sincerare, rendere certo o convinto o persuaso, accertare

Singerasse = sincerarsi, accertarsi, assicurarsi

Singeratu = si incerato, accertato, assicurato, reso certo o convinto o persuaso

Singeru = sincero, leale, schietto, genuino, vero, semplice

Singirità = sincerità, franchezza, schiettezza

Singnozzu = singhiozzo, singulto, sbalzo

Singulu = singolo, che è separato dagli altri

Sinistru = sinistro, non favorevole, contrario, avverso; oppure che posto a sinistra di un punto di riferimento

Sinnimendu = sentimento

Sinpliciottu = sempliciotto, babbeo, citrullo, rullo, chi è eccessivamente ingenuo o poco accorto

Sinplificà = semplificare, rendere più semplice, facilitare

Sinplificasse = semplificarsi, divenire più semplice o più facile

Sinplificatu = semplificato, divenuto o reso più semplice o più facile

Sinz’atro = sena altro, sicuramente

Sinza = senza, privo

Sinzibbele = sensibile

Sipariu = sipario, pesante tendaggio

Sippillì = seppellire, mettere nella tomba, mettere sotto terra, nascondere, dimenticare, sotterrare

Sippillisse = seppellirsi, starsene rinchiuso o nascosto o appartato

Sippillitu = seppellito, sepolto, messo sotto terra o nella tomba, nascosto, dimenticato

Sippurdura = sepoltura

Sira = orcio, vaso per conservare olio

Siringà = siringare, bocciare, bloccare

Siringatu = siringato, bocciato, bloccato

Sirpillo = timo

Sirvà = Silvano

Sirvè = Silvestro

Sirvì = servire, essere in stato di schiavitù, essere alle dipendenze, servire a tavola, fornire; oppure usare, adoperare

Sirvisse = servirsi, adoperare; oppure essere cliente

Sirvitu = servito, fornito, servito a tavola; oppure usato, adoperato

Sirvizittu = servizietto

Sirviziu = servizio, favore, cortesia, attività svolta a favore

Sisì = Silvio

Sistemà = sistemare, ordinare, mettere in assetto, risolvere, definire, procurare una occupazione; oppure sposare

Sistemasse = sistemarsi, mettersi in assetto, procurarsi una occupazione; oppure sposarsi

Sistematu = sistemato, messo in assetto, ordinato, risolto, definito, che ha una occupazione; oppure sposato

Sistemazio’  = sistemazione, organizzazione, risoluzione, occupazione

Sittì = Settimio

Sittimana = settimana (periodo di sette giorni)

Sittimbrì = settembrino

Sittimì = settimino (piccolo mobile da camera)

Situ = sito, luogo, posizione

Situazio’ = situazione, condizione o stato in cui si trova qualcuno o qualcosa, circostanza

Situlusu = setoloso, ispido, pieno o ricoperto di setole

Sivilla = sibilla

Sivirì = Severino

Sizzio’ = sezione

Slabbrà = slabbrare, togliere orlo a un vaso o a un bicchiere

Slabbratu = slabbrato, rovinato o rotto agli orli

Slaccià = slacciare, togliere i lacci o i ganci o i bottoni, sciogliere da ciò che allaccia

Slacciasse = slacciarsi, sciogliersi, slegarsi

Slacciatu = slacciato, sciolto, slegato

Slangià = slanciare, rendere snello, balzare

Slangiasse = slanciarsi, snellirsi, protendersi verso l’alto

Slangiatu = slanciato, snellito, proteso verso l’alto

Slangiu = slancio, scatto, balzo

Slargà = slargare, allargare

Slargasse = slargasi, allargarsi, diventare più largo

Slargata = rapida e sommaria operazione con cui vengono allargate cose

Slargatu = slabbrato, allargato, diventato più largo

Slargu = slargo, ampio spazio, punto in cui si allarga una strada o uno spazio

Slattà = slattare, svezzare

Slattasse = slattarsi, svezzarsi

Slattatu  = slattato, svezzato

Slegà = slegare, sciogliere, liberare

Slegasse = slegarsi, sciogliersi, liberarsi

Slegatu = slegato, sciolto, liberato

Slendà = allentare, rendere meno teso

Slendasse = allentarsi, rendersi meno teso

Slendatu = allentato, meno teso

Sleppa = schiaffo, sberla, oppure una cosa grande

Slittà = slittare, scivolare su una superficie bagnata o gelata

Slittasse = slittarsi, scivolarsi su una superficie bagnata o gelata

Slittatu = slittato, che è scivolato su una superficie bagnata o gelata

Slogà = slogare, lussare, distorcere un’articolazione

Slogasse = slogarsi, lussarsi, distorcersi un’articolazione

Slogatu = slogato, lussato, che ha riportato una distorsione ad una articolazione

Slogatura = lussazione o distorsione articolare

Slogghià = sloggiare, costringere ad abbandonare un alloggio, abbandonare volontariamente un alloggio, andarsene

Slogghiatu = sloggiato, costretto ad abbandonare un alloggio

Slommà = slombare, sfiancare, sposare, indebolire

Slommasse = slombarsi, sfiancarsi, spossarsi, indebolirsi

Slommatu = slombato, sfiancato, spossato, indebolito

Slongà = stendere a terra, allungare, atterrare

Slongasse = stendersi a terra, allungarsi

Slongatu = steso a terra, allungato, atterrato

Sluppicà = luccicare, mandare o riflettere luce tramite brevi e intermittenti bagliori

Smaccà = smaccare, svergognare, umiliare, deprezzare

Smaccatu = smaccato, svergognato, umiliato, deprezzato

Smacchenà = lavorare con una macchina

Smacchenatu = lavorato con una macchina

Smacchià = smacchiare, togliere le macchie, pulire, sgrassare

Smacchiasse = smacchiarsi, togliersi le macchie, pulirsi, sgrassarsi

Smacchiatu = smacchiato, pulito, sgrassato

Smaccu = smacco, insuccesso, sconfitta umiliante

Smafarà = macchiare, sporcare, imbrattare

Smafarasse = macchiarsi, sporcarsi, imbrattarsi

Smafaratu = macchiato, sporco, imbrattato

Smafaro’ = schiaffo violento

Smagà = smagare, turbare, emozionare, preoccupare, smarrirsi, perdere la forza d’animo

Smagasse = smagarsi,turbarsi, emozionarsi, preoccuparsi, smarrirsi, perdere la forza d’animo

Smagatu =  smagato, turbato, emozionato, preoccupato, smarrito, che ha perso la forza d’animo

Smàgna = smania, voglia, desiderio intenso e irrefrenabila

Smajà = smagliare, rompere le maglie

Smajasse = smagliarsi, disfarsi

Smajatu = smagliato, disfatto

Smajatura = il disfarsi di un tessuto o maglia, mancanza di continuità

Smaliziatu = smaliziato, esperto, navigato

Smaltà = smaltare, coprire di malto, cospargere di colori brillanti e smaglianti

Smaltasse = smaltarsi, ornarsi, coprirsi di colori brillanti e smaglianti

Smaltatu = smaltato, coperto di smalto, cosparso di colori brillanti e smaglianti, ornato

Smaltì = smaltire, digerire, sopportare, tollerare; oppure esaurire, vendere completamente, far defluire

Smaltitu = smaltito, digerito, sopportato, tolleratole, oppure esaurito, venduto completamente, fatto defluire

Smamma ! = vattene via!, Via!

Smammà = smammare, levarsi di torno, andare via,  fuggire

Smanaccià = maneggiare, muovere vistosamente le mani, gesticolare fuori modo, respingere malamente con le mani

Smanacciatu = smanacciato, respinto maldestramente con le mani

Smandà = smantellare, togliere il manto

Smandasse  = smantellarsi, togliersi il manto

Smandatu = smantellato, che è stato privato del manto

Smandellà = smantellare, abbattere le mura di una città, demolire

Smandellatu = smantellato, demolito

Smanegghià = maneggiare, trattare con le mani, amministrare

Smanegghiatu = maneggiato, trattato con le mani, amministrato

Smanettà = smanettare, azionare ripetutamente la manopola dell’acceleratore di un veicolo, correre a gran velocità

Smanià = smaniare, agitarsi, desiderare ardentemente una cosa

Smaniusu = smanioso, bramoso, molto desideroso, chi è pieno di manie, voglioso

Smannà = lussare, slogare o distorcere un’articolazione

Smannasse = lussarsi, slogarsi o di storcersi una articolazione

Smannatu = lussato, slogato, che ha riportato una distorsione ad una articolazione

Smannatura = lussazione di una articolazione, distorsione, slogatura

Smannecà = smanicare, togliere il manico ad un arnese

Smannecasse = smanicarsi, il rompersi o lo sfilarsi del manico di un arnese

Smannecatu = smanicato, che ha perso il manico

Smanovrà = manovrare furbescamente, tramare, brigare

Smanovratu = manovrato furbescamente

Smarcà = smarcare, togliere al controllo o al marcamento avversario

Smarcasse = smarcarsi, sottrarsi al controllo o al marcamento avversario

Smarcatu = smarcato, che si è sottratto al controllo o al marcamento avversario

Smardatu = smaltato, coperto col malto

Smardo = smalto

Smargiassu = smargiasso, gradasso, spaccone

Smarmittà = rumoreggiare con la marmitta manomessa di un veicolo con ripetute accelerazioni

Smarmittatu = smarmittato, veicolo che ha la marmitta manomessa e rumorosa, squinternato, strano, sbalestrato

Smarrà = togliere il filo o ad una lama

Smarracciu = grosso e pesante falcione con la punta ricurva per tagliare o triturare legna

Smarratu = smarrato, attrezzo la cui lama ha perso il filo

Smarrì = smarrire, perdere, di non sapere dove si trova qualcosa, perdere di vista; oppure confondere, turbare

Smarrimendu = smarrimento, turbamento, sbigottimento, perdita momentanea di coscienza o lucidità

Smarrisse = smarrirsi, perdersi; turbarsi, confondersi

Smarritu = smarrito, perso; turbato, confuso

Smarronà = smarronare, dire o fare errori per ignoranza o imperizia, comportarsi a sproposito

Smarronata = grosso errore

Smartellà = smartellare, martellare, percuotere con il martello

Smartellatu = smartellato, martellato, percorso con il martello

Smascherà = smascherare, privare nella maschera, rivelare la vera natura di persone o azioni

Smascherasse = togliersi la maschera, rivelare la propria natura o le proprie intenzioni

Smascheratu = smascherato, privato della maschera, scoperto

Smatà = sporcare con la mota

Smatassà = smatassare, disfare la matassa, districare

Smatassatu = smatassato, disfatto, districato

Smatasse = sporcarsi con la mota

Smatatu = sporcato con la mota

Smatrà = impegnare alla morte nel fare una cosa

Smatrasse = impegnarsi alla morte nel fare una cosa

Smatratu = che si è impegnato a morte nel fare una cosa

Smattegghià = pazzeggiare, scherzare

Smattì = impazzire

Smattitu = impazzito

Smazzà = usare per la prima volta un mazzo di carte da gioco

Smelà = togliere il miele dall’alveare

Smeleccu = schifiltoso, esigente

Smembrà = smembrare, squartare, tagliare a pezzi un corpo, scindere, frazionare

Smembrasse = smembrarsi, scindersi, frazionarsi

Smembratu = smembrato, squartato, fatto a pezzi, frazionato

 Smemoratu = smemorato, sbadato, disattento

Smenzà = smezzare, dividere a metà, dimezzare

Smenzasse = smezzarsi, dividersi a metà, dimezzarsi

Smenzatu = smezzato, diviso a metà, dimezzato

Smercià = smerciare, vendere, spacciare la merce

Smerciatu = smerciato, venduto

Smerciu = smercio, vendita, spaccio di una merce

Smerdà = sporcare di merda, insozzare, insudiciare

Smerdasse =  sporcarsi di merda, insozzarsi, insudiciarsi

Smerdatu = sporcato di merda, insozzato, insudiciato

Smette = smettere, interrompere momentaneamente o definitivamente; non indossare o non usare più, cessare, terminare

Smezzà = dividere in due parti pressoché eguali

Smiagulìo = il miagolare dei gatti

Smiaolà = miagolare, lamento del gatto innamorato

Smiascicà = biascicare, balbettare

Smiccià = sbirciare, guardare di sfuggita senza farsi notare, guardare attentamente

Smicciata = sbirciata, atto del guardare fatto in fretta ed una sola volta

Smicciatu = sbirciato, visto di sfuggita senza farsi notare, osservato attentamente

Smidollà = smidollare, svigorire, infiacchire

Smidollatu = smidollato, svigorito, infiacchito

Smielà = smielare, levare il miele dai favi

Smignonatu = sminchionato, che non si accontenta mai

Smijarinata = sparo col fucile lanciando pallini contro un bersaglio

Sminà = sminare, eliminare le mine, bonificare una zona minata

Sminatu = sminato, terreno ove sono state eliminate le mine, terreno bonificato

Smindì = smentire, negare, dimostrare falso che altri asserisce, sconfessare

Smindisse = smentirsi, non riconoscere vero o esatto quanto detto in precedenza

Sminditu = smentito, sconfessato, dimostrato falso quanto affermato da altri

Sminghionatura = cosa che si prende o si vorrebbe prendere soltanto per piacere o togliersi una voglia

Sministrà = amministrare a proprio modo

Sminuì = sminuire, limitare, svalutare

Sminuisse = sminuirsi, svalutarsi, sottovalutarsi

Sminuitu = sminuito, limitato, svalutato

Sminuzzà = sminuzzare, dividere in pezzettini, frammentare

Sminuzzasse = ridursi a pezzettini

Sminuzzatu = sminuzzato, frammentato, ridotto a pezzettini

Smirigliu = smeriglio

Smirijà = smerigliare, strofinare o levigare o lucidare con smeriglio

Smirijatu = smerigliato, strofinato o levigatoo  lucidato con smeriglio

Smirzu = smilzo, esile, inconsistente

Smistà = suddividere un insieme inviando i componenti alle rispettive destinazioni, ripartire

Smistatu = smistato, suddiviso e avviato a destinazione, ripartito

Smisto = che ha smesso di fare qualcosa

Smisuratu = smisurato, grandissimo, straordinario, che non si può misurare, che eccede le normali misure

Smitriatu = sfacciato, maleducato, persona che non prova mai vergogna

Smobilità = smobilitare, riportare le forze armate ad un numero normale, chiudere, smantellare

Smobilitatu = smobilitato, smantellato, chiuso, demolito, reso inefficiente

Smoccelà = avere moccio al naso, insudiciare con il moccio

Smoccelasse = avere il moccio pendente dal naso, insudiciarsi con il moccio

Smoccelatu = che ha moccio pendente dal naso, insudiciato con il moccio

Smoccolà = bestemmiare come un carrettiere

Smodatu = smodato, che eccede la giusta misura

Smoderatu = moderato, che eccede la moderazione, senza moderazione, esagerato, intemperante

Smodernà = smodernare, riadattare, rinnovare, modernizzare, aggiornare

Smodernasse =  smodernarsi, riadattarsi, rinnovarsi, modernizzarsi, aggiornarsi

Smodernata = ammodernata, rinnovamento, aggiornamento

Smodernatu = smodernato, riadattato, rinnovato, aggiornato, modernizzato

Smoe = smuovere, spostare con fatica un oggetto pesante; oppure dissuadere, riuscire a commuovere

Smonacà = smonacare, togliere l’abito ero stato monacale

Smonacasse = smonacarsi, abbandonare lo stato e l’abito monastico

Smonacatu = smonacato, chi ha abbandonato o è stato privato dell’abito e dello stato monacale

Smondà = smontare, scomporre; oppure sbarcare, atterrare, ammarare, rendere privo di entusiasmo

Smondasse = smontarsi, perdere entusiasmo o fiducia in se stessi

Smondatu = smontato, sceso a terra; oppure che ha perso fiducia in se stesso o entusiasmo

Smoraccia = rapacciolo  (erba edule)

Smorcià = spegnere, smorzare, attutire, diminuire

Smorciacannele = spegnitio (piccolo cono metallico vuoto applicato ad un manico col quale si copre la fiamma di una candela per spegnerla)

Smorciasse = spegnersi, attenuarsi, attutirsi, smorzarsi

Smorciatu = spento, attenuato, attutito, smorzato

Smorciu = spento

Smorrà = tagliare i rami ad una pianta

Smorratu = albero con i rami tagliati

Smortu = smorto, pallido, spento, privo di vigore

Smoscià = diventare moscio, avvizzire, appassire, abbattere

Smosciasse = diventare moscio, avvizzirsi, appassirsi, afflosciarsi, abbattersi

Smosciatu = diventato moscio, avvizzito, appassito, afflosciato, abbattuto

Smossu = smosso, spostato; oppure dissuaso, commosso

Smottà = smottare, franare lentamente

Smove = smuovere, spostare con fatica un oggetto pesante, dissuadere da un proposito

Smovese = smuoversi, spostarsi per non essere ben legato, non stare più fermo

Smucchià = disfare un mucchio, dilapidare

Smucchiatu = disfatto, dilapidato

Smuccicà = smozzicare, tagliare a piccoli pezzi con i denti, dilaniare, afferrare con la bocca

Smuccicasse = smozzicarsi, dilaniarsi

Smuccicatu = smozzicato, dilaniato, afferrato con la bocca, tagliato a piccoli pezzi con i denti

Smujicà = smollicare, cospargere di molliche

Smujicasse =smollicarsi, cospargersi di molliche

Smujicatu =smollicato, cosparso di molliche

Smundà = smontare,  scomporre in pezzi; oppure togliere entusiasmo o voglia o fiducia

Smundasse = smontarsi, perdere l’entusiasmo o la fiducia in se stessi, sfiduciarsi

Smundatu = smontato, scomposto in pezzi; oppure che ha perso entusiasmo o fidicia in se stessi

Smunghionatu = incontentabile

Smurà = smurare, abbattere o demolire un muro, togliere dal muro ciò che vi era infisso

Smurfiusu = smorfioso, lezioso, smanceroso, svenevole, vanesio, civettuolo

Smurfiusu = smorfioso, lezioso, svenevole

Smurì = spegnere, attenuare, diminuire

Smurla = nottolino per fermare uno sportello

Smurletta = nottolino che fissa le ante o infissi o sportelli

Smusà = smusare, fare smorfie per manifestare il disgusto o disprezzo o poco gradimento

Smusata = disapprovazione manifestata torcendo il muso

Smuscinà = cercare con le mani al buio o senza vedere, frugare, rovistare

Smussà = smussare, arrotondare, eliminare gli angoli vivi, togliere asprezze, addolcire

Smussasse = smussarsi, addolcirsi

Smussatu = smussato, arrotondato, ripulito da angoli vivi o asprezze, addolcito

Snaturà = snaturare, far degenerare, alterare, deformare

Snaturasse = snaturarsi, alterarsi, deformarsi

Snaturatu = snaturato, deformato, alterato; oppure degenere, disumano, chi si comporta contro i principi naturali

Snellu = snello, agile, svelto, leggero nei movimenti, sottile, che ha forma slanciata

Snervà = snervare, estenuare, logorare, infiacchire, spossare nel fisico e nel morale

Snervasse = snervarsi, infiacchirsi, logorarsi, spossarsi nel fisico e nel morale

Snervatu = snervato, inghiottito, logorato, spossato nel fisico e nel morale

Snì o snà = sì o no

Snidà = snidare, far uscire un animale dalla tana, far uscire allo scoperto, scoprire

Snidatu = snidato, fatto uscire dalla tana, scoperto

Snillì = snellire, rendere più rapida o più semplice o più agevole una cosa

Snillisse = snellirsi, diventare snello o più snello

Snillitu = snellito, reso più semplice o più rapido o più agevole

Snivischià = nevicare leggermente

Snivischiata = leggera nevicata

Snobbà = snobbare, mostrare disinteresse o superiorità nei confronti di qualcuno

Snobbatu = snobbato, ignorato, disprezzato

Snocciolà = snocciolare, togliere il nocciolo dalla frutta; oppure dire tutto per filo e per segno

Snodà = snodare, disfare un nodo, sciogliere

Snodasse = snodarsi, sciogliersi

Snodatu = snodato, sciolto, slegato, agile

So’ = Socrate

Sobbarcà = sobbarcare, assumersi un impegno gravoso o una spesa, sottoporre ad una seria responsabilità

Sobbarcasse = sobbarcarsi, assumersi un impegno gravoso, sottoporsi ad una impresa faticosa

Sobbarcatu = sobbarcato, sottoposto ad una seria responsabilità, chi ha assunto un impegno gravoso o una spesa

Sobbarzà = sobbalzare, fare balzi continui, trasalire

Sobbarzu = sobbalzo, sbalzo, scossone, sussulto

Sobborgu = sobborgo, borgo contiguo o vicino alla città, piccolo centro abitato vicino all’altro molto più importante

Sobriu = sobrio, parco, parsimonioso, temperante, moderato, francescano

Soccede = succede, accade

Socchiude = socchiudere, chiudere non completamente

Socchiusu = socchiuso, non chiuso completamente

Socconbe = soccombere, essere costretto a cedere, non reggere, essere vinto o perdente, morire

Soccorre = soccorrere, dare aiuto, accorrere in aiuto, fornire conforto; oppure venire alla mente, sovvenire

Soccorsu = sotto corso, sussidio, sovvenzione; oppure aiutato, fornito di conforto

Soceru = suocero

Socialismu = socialismo

Sociara = suocera

Sociu = socio, membro di una associazione o di un circolo o di una società

Sodaliziu = sodalizio, gruppo, compagnia

Soddisfà = soddisfare, adempiere, appagare, accontentare, eseguire ciò che è dovuto o richiesto

Soddisfattu = soddisfatto, contentato, appagato, adempiuto, eseguito come dovuto o richiesto

Soddisfazio’ = soddisfazione, compiacimento di chi è soddisfatto, adempimento di richieste o aspettative, gusto, piacere

Sodi = appezzamenti di terreno incolto di

Sodu = sodo, compatto, duro; oppure terreno incolto

Soffià = soffiare, spingere fuori con forza dalla bocca aria o fumo; oppure sottrarre, portare via

Soffiasse = soffiarsi, pulirsi il naso con un fazzoletto

Soffiata = spiata, delazione

Soffiatu = soffiato, sottratto, portato via con astuzia

Soffiatù = soffiatoio, piccolo mantice per alimentare il fuoco, tubo con cui si soffia aria sul fuoco

Soffio’ = soffione, emissione violenta di vapori o acqua o gas dal suolo; oppure spione, delatore,aizzatore

Soffocà = soffocare, opprimere, sommergere, togliere il respiro

Soffocasse = soffocarsi, sentirsi mancare il respiro,

Soffocatu = soffocato, oppresso, sommerso

Soffusu = soffuso, cosparso lievemente

Soggettu = soggetto, argomento, tema; oppure sottomesso, assoggettato

Sogghignà = sogghignare, fare e sogghigni in segno di disprezzo o sarcasmo o ironia

Soggiacé = soggiacere, essere sottoposto un soggetto a qualcuno, essere posto al di sotto, essere sottomesso

Soggiaciutu = soggiaciuto, sottomesso, sottoposto, assoggettato

Soggiogà = soggiogare, debellare, mettere sotto il proprio dominio, dominare, sovrastare

Soggiogatu = soggiogato, debellato, messo sotto il proprio dominio, sovrastato, dominato

Soggiornà = soggiornare, trattenersi, soffermarsi per un certo tempo in un luogo

Soggiornu = soggiorno, permanenza in un luogo, dimora; oppure  stanza relativamente grande ove si sta durante il giorno

Sognà = sognare, vedere in sogno, vagheggiare con la fantasia, immaginare, supporre

Sognasse = sognarsi, immaginarsi, illudersi

Sognatu = sognato, immaginato, desiderato ardentemente

Sognu = sogno, illusione, utopia

Soju = soglio, seggio del sovrano, trono

Sòla = suola, parte della scarpa che poggia a terra; oppure grossa fregatura

Solagna = terra assolata o esposta al sole

Solamende = solamente, soltanto

Solarellu = tiepido sole invernale

Solengu = solingo, così chiamato il cinghiale che normalmente va solo

Soletta = pedule di filo bianco applicato alla calza

Solidu = solido, non deformabile, stabile, resistente, forte, robusto

Solitariu = solitario, asociale, che sfugge ogni compagnia, deserto, luogo non frequentato; gioco a carte che si fa da soli

Sollarata = strato di cibo dato agli animali (fieno o erba o paglia)

Sollazzà = sollazzare, divertire, rallegrare, intrattenere piacevolmente

Sollazzasse = sollazzarsi, divertirsi, rallegrarsi, svagarsi

Sollazzatu = sollazzato, divertito, rallegrato, svagato

Sollazzu = sollazzo, divertimento, svago

Sollecità = sollecitare, fare premura, mettere fretta, chiedere con insistenza, stimolare, istigare, incitare, sottoporre a sforzo

Sollecitatu = sollecitato, chiesto con insistenza, stimolato, incitato, istigato, sottoposto a sforzo

Sollecitazio’ = sollecitazione, richiesta, invito, incitamento

Solleciutu = sollecito, sollecitazione; oppure premuroso, che si dà cura per qualcuno o qualcosa, preoccupato

Solleo’ = solleone

Solletoco = solletico, eccitante sfregamento della pelle

Sollevà = sollevare, innalzare; oppure proporre, presentare; oppure ribellare

Sollevasse = sollevarsi, innalzarsi, realizzarsi, rianimarsi;oppure ribellarsi

Sollevatu = sollevato, innalzato, rizzato; oppure rianimato, confortato; oppure ribellato

Sollievu = sollievo, conforto, alleviamento di sofferenza fisica o morale

Solutu = solito, che è lo stesso delle altre volte, consueto, abitudinario, consuetudinario, metodico

Somarellu = somarello

Somarittu = somaretto

Somaru = somaro, asino; oppure persona ignorante o particolarmente ostinata

Somendà = seminare, disseminare, diffondere, spargere qua e là

Somènda= semi selezionati per la semina; oppure operazione della semina

Somendatrice = seminatrice

Somendatu = seminato, disseminato

Somendi = il periodo della seminagione

Sommà = sommare, aggiungere, ammontare

Sommariu = sommario, fatto esposto per sommi capi, compendio, trattazione ristretta, breve riassunto

Sommasse = sommarsi, aggiungersi

Sommatu = sommato, aggiunto

Sommersu = sommerso, immerso, affondato, sopraffatto, oppresso

Somministrà = somministrare, dare, fornire

Somministratu = somministrato, dato, fornito

Sommu = sommo, superiore ad ogni altro, massimo

Sonà = suonare, fare emettere suoni ad uno strumento; oppure picchiare; oppure imbrogliare o raggirare qualcuno

Sonajera = sonagliera (fascia di cuoio o tela con sonagli appesa al collo dei cavalli, dei muli o degli asini)

Sonaju = sonaglio (piccolo globo cavo di rame o bronzo, con dentro una pallina di ferro, che ha agitato tintinna)

Sonande = sonante, che suona; oppure moneta contante

Sonarellu = sonaglio per bambini

Sonata = suonata

Sonato’ = suonatore

Sonatu = suonato, finito, rimbambito, rincitrullito

Sonnanbulu = sonnambulo, chi è affetto da sonnambulismo (che nel sonno compie azioni anche complesse)

Sonnolendu = sonnolento, che è assonnato

Sonnu = sonno, calma, torpore, bisogno di dormire

Sonnulenza = sonnolenza

Sonoru = sonoro, che emette suono, che dà risonanza

Sonu = suono, rumore, vibrazioni di uno strumento musicale

Sopportà = sopportare, reggere, sostenere su di sé, subire, soffrire, patire, permettere

Sopportatu = sopportato, retto, sostenuto, subito, patito, sofferto, permesso

Sopportazio’ = sopportazione, pazienza, tolleranza

Soppressio’ = soppressione, annullamento, repressione, abolizione, eliminazione

Soppressu = soppresso, abolito, annullato, ucciso, tolto di mezzo, represso, soffocato

Sopprime = sopprimere, abolire, annullare, reprimere, soffocare

Sopracciju = sopracciglio

Sopraffà = sopraffare, soverchiare, dominare, vincere

Sopraffattu = sopraffatto, soverchiato, dominato, vinto

Soprammà = sopraggitto, sistema di cucitura molto fitta per unire due pezzi di stoffa

Soprammà = soprammano (cucitura molto fitta per unire due pezzi di stoffa)

Soprammobbile = soprammobile (oggetto artistico che si pone sopra un mobile come ornamento)

Soprannominà = soprannominare, designare o chiamare con un soprannome

Soprannominasse = soprannominarsi, essere designato o chiamato con un soprannome

Soprannominatu = soprannominato, designato o chiamato con un soprannome

Soprannummuru = soprannumero, oltre il numero prestabilito

Sopranu = soprano, che sta sopra o più in alto; oppure chi canta con voce da soprano, la più acuta delle voci femminili

Soprapassaggiu = soprapassaggio, cavalcavia

Soprassaltu = soprassalto, movimento del corpo brusco e repentino, sussulto

Soprassedé = soprassedere, sedere sopra, differire l’esecuzione di qualcosa

Sopravvalutà = sopravvalutare, attribuire a qualcuno o qualcosa valore o importanza superiore alla reale

Sopravvalutasse = sopravvalutarsi, attribuirsi valore importanza superiore a quella reale

Sopravvalutatu = sopravvalutato, stimato o considerato per un valore importanza superiore alla reale

Sopravvendu = sopravvento, predominio, vantaggio

Sopravvissutu = sopravvissuto, chi è rimasto in vita dopo la morte di altri, rimasto vivo dopo una grave calamità

Sopravvive = sopravvivere, continuare a vivere dopo la morte di altre persone, rimanere vivo dopo una grave calamità

Sopre = sopra

Soprennome = soprannome, appellativo, nomignolo, epiteto

Sor = signor (“sor Checco”)

Sora = signora (“sora Camilla = la signora Camilla); oppure suora (“sora Teresa” =  suora Teresa)

Sorama = mia sorella

Sorata = tua sorella

Sorbe = bastonature

Sorbettà = sorbire, bere; oppure sopportare una persona

Sorbettasse = sorbirsi, bersi

Sorbettatu = sorbito, bevuto; oppure sopportato

Sorca = topo di fogna; oppure natura della donna

Sordarellu = soldarello, spicciolo

Sordatu = soldato, militare

Sordu = soldo, denaro, moneta

Sorge = sorgere, alzarsi o levarsi da seduto o sdraiato, riapparire all’orizzonte, scaturire, nascere

Sorgende = sorgente

Sormondà = sormontare, superare, vincere, elevarsi, innalzarsi

Sormondatu = sormontato, superato, vinto

Sorpassà = sorpassare, superare, sopravanzare

Sorpassasse = sorpassarsi, superarsi

Sorpassatu = sorpassato, superato, sopravanzato

Sorpassu = sorpasso, manovra del sorpassare, superamento

Sorprenne = sorprendere, colpire, raggiungere, cogliere all’improvviso

Sorprennende = sorprendente, che provoca meraviglia o sorpresa o stupore

Sorpresu = sorpreso, stupito, meravigliato; oppure colto o scoperto all’improvviso mentre compie qualcosa

Sorraca = grosso topo, pantegana

Sorrece = sorcio, topo

Sorreco’ = pieno di macchie d’unto, sporcaccione

Sorregge = sorreggere, sostenere, reggere dal di sotto; oppure confortare, aiutare

Sorreggese = sorreggersi, tenersi ritto, reggersi in piedi

Sorrettu = sorretto, sostenuto, retto dal di sotto, tenuto ritto

Sorsu = sorso, piccola quantità di liquido

Sortando = soltanto, unicamente, semplicemente, solamente, solo

Sorteggià = sorteggiare, scegliere mediante sorteggio

Sorteggiatu = sorteggiato, scelto mediante sorteggio

Sorteggiu = sorteggio, estrazione a sorte

Sortu = sotto, alzato, levato

Sorvejà = sorvegliare, tenere d’occhio o sotto controllo, controllare

Sorvejatu = sorvegliato, tenuto d’occhio, controllato

Sorvolà = sorvolare, volare sopra, passare sopra senza toccare

Sorvolatu = sorvolato, passato sopra

Sospende = sospendere, appendere, attaccare qualcosa in alto, privare temporaneamente

Sospendese = sospendersi, appendersi, impiccarsi

Sospensio’ = sospensione, interruzione, sanzione disciplinare

Sospesu = sospeso, appeso, attaccato in alto, incerto, escluso temporaneamente

Sospettà = sospettare, nutrire sospetti, credere, supporre, immaginare,  avere dubbi

Sospettatu = sospettato, creduto, supposto, immaginato

Sospettu = sospetto, diffidenza, dubbio, timore o presentimento di danno

Sostà = sostare, parcheggiare, soffermarsi

Sostacchina = travicello per impalcature di sostegno

Sostendà = sostentare, fornire del necessario per vivere, mantenere

Sostendasse = sostentarsi, mantenersi in vita o in forza, alimentarsi

Sostendatu = sostentato, rifornito del necessario per vivere, alimentato, sostenuto

Sostené = sostenere, reggere, portare su di sé, sopportare, tenere su, aiutare, proteggere

Sostenesse = sostenersi, tenersi dritto e saldo, mantenersi, aiutarsi a vicenda

Sostituì = sostituire, mettere una persona una cosa al posto di un’altra, prendere il posto di un altro

Sostituisse = sostituirsi, mettersi al posto di un altro

Sostituitu = sostituito, tolto dal posto occupato che viene assegnato ad un altro

Sottacito = sotto aceto

Sottanì = sottanino (sottoveste sempre di colore bianco a differenza della sottana sempre colorata)

Sotterfugiu = sotterfugio, espediente, stratagemma, accorgimento fondato sulla finzione o l’inganno

Sotterraneu = sotterraneo (locale costruito sotto il livello del terreno)

Sottindesu = sottinteso, non espresso, che è ovvio, che non è necessario dirlo

Sottinsù = dal basso verso l’alto

Sottobancu = sottobanco, di nascosto

Sottoboscu = sottobosco, insieme di tutte le piante spontanee che nascono nei boschi d’alto fusto

Sottocchiu = davanti agli occhi in modo da poter guardare, seguire e controllare

Sottocostu = sottocosto, a prezzo inferiore a quello di costo

Sottofunnu = sottofondo, strato inferiore o sottostante

Sottogamma = sottogamba, con eccessiva disinvoltura e leggerezza, senza valutare l’importanza e la difficoltà

Sottomà = sottomano, portata di mano, vicino; oppure di nascosto, senza che altri veda

Sottomessu = sottomesso, messo sotto, assoggettato, aggiogato, subordinato, posposto, sottoposto, dominato

Sottomette = sottomettere, mettere sotto, assoggettare, aggiogare, subordinare, sottoporre, dominare

Sottomettese = sottomettersi, assoggettarsi, sottoporsi, subordinarsi

Sottomistu = sottomesso, messo sotto, assoggettato, sottoposto, dominato

Sottopanza = sottopancia (larga striscia di cuoio o tela robusta che passando sotto la pancia del cavallo tiene ferma la sella)

Sottopassaggiu = sottopassaggio, sottovia, passaggio sotterraneo, sottopasso

Sottopassu = sottopasso, sottopassaggio, passaggio sotterraneo

Sottopisu = sottopeso, peso inferiore a quello normale o usuale o stabilito

Sottopone = sottoporre, porre sotto, assoggettare, aggiogare, dominare, costringere, indurre

Sottoponese = sottoporsi, porsi sotto, assoggettarsi, aggiogarsi, sottomettersi

Sottopostu = sottoposto, posto sotto, assoggettato, aggiogato, sottomesso

Sottoprezzu = sottoprezzo, a prezzo più basso di quello di mercato

Sottoprodottu = sottoprodotto, scarto di produzione, prodotto ottenuto con bene di meno valore

Sottoscale = sottoscala, vano sotto la rampa delle scale, ripostiglio

Sottoscrie = sottoscrivere, appone la propria firma in calce di un documento

Sottoscrittu = sottoscritto, se stesso, chi sottoscrive o firma un documento

Sottoscrizzio’ = sottoscrizione, firma apposta in segno di approvazione; oppure raccolta di firme o di fondi a favore di una iniziativa

Sottosolu = sottosuolo, strato di terreno al di sotto del suolo e non raggiungibile da radici; locali sotto il livello del suolo

Sottosopre = sottosopra

Sottosopre = sottosopra, alla rovescia, in modo capovolto

Sottostà = sottostare, stare sotto, essere soggetto sottoposto, subire

Sottostatu = sottostato, che si è sottoposto, che ha subito

Sottotenende = sottotenente

Sottotittu = sottotetto, soffitta

Sottotonu = sottotono, in modo dimesso o modesto, uno stato di scarso vigore o benessere

Sottovalutà = sottovalutare, valutare persone o cose al di sotto del loro valore reale, sminuire

Sottovalutasse = sottovalutarsi, considerarsi da meno di ciò che effettivamente si vale, sminuirsi

Sottovalutatu = sottovalutato, sminuito, valutato al di sotto del valore reale

Sottovangu= sottobanco, di nascosto, in segreto

Sottovasu = sottovaso

Sottovendu = sottovento, dal lato opposto a quello da cui spira il vento

Sottovracciu = sotto il braccio stretto e accostato al corpo, a braccetto

Sottrae = sottrarre, levare via, togliere, rapire, rubare, togliere con l’inganno

Sottraese = sottrarsi, sfuggire, liberarsi

Sottrattu = sottratto, levato via, tolto, rapito, rubato, tolto con l’inganno

Sottrazzio’ = sottrazione, diminuzione, furto o attuato con l’inganno

Sovraccaricu = sovraccarico, eccessivamente carico, oberato

Sovrammà = soprammano, cucitura a punti fitti sui lembi di una stoffa

Sovranu = sovrano, re, principe, imperatore

Sovrappensieru = soprappensiero, assorto nei propri pensieri non prestando attenzione a ciò che ha intorno, distratto

Sovrappiù = sopra più, ciò che è in più, aggiunta

Sovrappone = sovrapporre, porre sopra, aggiungere

Sovrapponese = sovrapporsi, porsi sopra, aggiungersi

Sovrappostu = sovrapposto, posto sopra, aggiunto

Sovrastà = sovrastare, soprintendere, stare a capo o sopra, essere superiore, dominare, sopraffare, incombere

Sovrastatu = sovrastato, dominato, sopraffatto

Sovrastimà = sovrastimare, sopravvalutare, valutare al di sopra del valore o della consistenza reale

Sovrastimasse = sovrastimarsì, sopravvalutarsi, considerarsi al di sopra del valore reale, stimarsi più di quel che si vale

Sovrastimatu = sovrastimato, sopravvalutato, stimato al di sopra del valore reale o più di quel che realmente vale

Sovrindende = sovraintendere, avere la cura o il comando di qualcosa, vigilare sulla regolare esecuzione di un lavoro o altro

Sovrumanu = sovrumano, superiore ciò che è umano, molto grande, eccezionale

Sovvenì = sovvenire, venire in aiuto; oppure  ritornare in mente, ricordare

Spaccà = spaccare, rompere, spezzare in due, dividere

Spaccamondagne = millantatore di sé stesso, grottesco millantatore, sbruffone

Spaccasse = spaccarsi, rompersi in due, fratturarsi, dividersi

Spaccatu = spaccato, diviso in due, fratturato, rotto

Spaccià = spacciare, sbrigare, spicciare, smerciare, vendere in gran grande quantità, mettere in circolazione

Spacciasse = spacciarsi, dare a credere di essere o farsi passare per altra persona

Spacciatu = spacciato, rovinato, che non ha alcuna speranza di guarigione; che ha fatto credere di essere persona diversa

Spacciu = spaccio, smercio; oppure rivendita al pubblico di sali e tabacchi

Spacco’ = spaccone, fanfarone, sbruffone, gradasso, smargiasso, spaccamontagne

Spaccocchia = apertura nel pagliericcio per rimescolarne il contenuto, apertura della gonna; oppure natura femminile

Spacconata = spacconate, millanteria

Spaccu = spacco, spaccatura, fenditura, taglio, strappo

Spadellà = togliere dalla padella; oppure fallire clamorosamente il bersaglio a caccia o al tiro al volo; oppure fare ciarle

Spadronegghià = spadroneggiare, agire o comportarsi da padrone senza averne il diritto

Spaendà = paventare, incutere spavento, mettere paura

Spaendapassiri = spaventapasser i (fantoccio imbottito con paglia issato su una pertica in mezzo ai campi),  pupattolo

Spaendasse =  spaventarsi, provare spavento, farsi vincere dalla paura

Spaendatu = spaventato, che prova spavento

Spaendu = spavento, intensa ed improvvisa paura; oppure persona o cosa molto brutta

Spaesà = spaesare

Spaesatu = spaesato, che si sente a disagio o in imbarazzo

Spagà = avvolgere con lo spago (la ruzzola)

Spaghettu = spaghetto (pasta alimentare lunga e sottile non bucata)

Spaghittu = piccolo spago

Spaginà = pagina di, girare le pagine di un libro, dissestare un libro

Spaginatu = spaginato, dissestato

Spagnoletta = cilindretto di cartone su cui si avvolge il filo di cotone o di seta per cucire

Spagnolu = spagnolo, nativo o abitante della Spagna

Spagu = spago (funicella di piccolo diametro)

Spajà = levare la paglia che copre

Spajatu = privato della paglia

Spalà = spalare, levare con la pala

Spalangà = spalancare, aprire interamente

Spalangasse = spalancarsi, aprirsi del tutto

Spalangatu = spalancato, aperto completamente

Spalanghella = spalliera della seggiola

Spalatu = spalato, levato con la pala

Spalegghià = spandere, disperdere, spargere, sparpagliare

Spalegghiasse = spandersi, disperdersi, spargersi, sparpagliarsi

Spalegghiatu = disperso, sparpagliato

Spallà = ammazzarsi con la fatica, lavorare a lungo con tutte le forze

Spallacciu = cinturone ,cinghia passante sulla spalla per sostenere un oggetto

Spallasse = ammazzarsi con la fatica, affaticarsi oltre misura

Spallata = urto dato con la spalla; oppure aiuto anche economico per fare una cosa; oppure superficie a destra o sinistra della strada con un forte pendenza

Spallatu = che si è ammazzato con la fatica, che si è affaticato oltre misura

Spallegghià = spalleggiare, aiutare o sostenere qualcuno

Spallegghiasse = spalleggiarsi, aiutarsi o sostenersi a vicenda

Spallegghiatu = spalleggiato, aiutato,  sostenuto, protetto

Spalleggià = spalleggiare, aiutare, sostenere, proteggere

Spalletta = spalla del maiale essiccata e salata

Spalletto’ = superficie a destra o sinistra della strada con un forte pendenza

Spallottà = sballottare lottando, azzuffarsi

Spallottasse = sballottarsi lottando, azzuffarsi

Spallottatu = sballottato, chi ha lottato o si è azzuffato sballottandosi alternativamente con l’avversario

Spallucce = stringersi nelle spalle in segno di indifferenza o dubbio

Spanà = spanare, guastare l’impanatura o filettatura di una vite

Spanasse = spanarsi, guastarsi nella impanatura o filettatura

Spanatu = spanato, guastato nella impanatura o filettatura

Spanbalà =  spanpanare, perdere i pampini, l’aprirsi dei fiori fino quasi a perdere i petali, sbocciare

Spanbalasse = spampanarsi, perdere i pampini o per i fiori aprirsi fino a perdere i petali

Spanbalatu = pampanato, sbocciato, quasi sfiorito

Spanne = spandere, distendere su un piano, versare, spargere, divulgare, diffondere, allargare

Spannese = spandersi, spargersi, distendersi su un piano, spargersi, divulgarsi, diffondersi, allargarsi

Spannicuncime = spandiconcime

Spanzà = sventrare

Spaparacchià = sdraiarsi in modo scomposto,  mettersi a giacere, distendersi

Spaparacchiasse = sdraiarsi in modo scomposto, distendersi, mettersi a giacere

Spaparacchiatu = sdraiato in modo scomposto, disteso, che si è messo a giacere

Spaparatu = sdraiato a terra in modo scomposto

Spaparazzà = coricarsi o mettersi a giacere scompostamente

Spaparazzasse = coricarsi o mettersi a giacere scompostamente

Spaparazzatu = coricato o che si è messo a giacere scompostamente

Spapellà = aprire e chiudere ripetutamente le palpebre, sfarfallare, parlare a vanvera

Spappà = spappolare, ridurre in poltiglia, schiacciare

Spappasse = spappolarsi, ridursi in poltiglia, schiacciarsi

Spappatu =  spappolato, ridotto in poltiglia, schiacciato

Spappolà = spappolare, ridurre in poltiglia, schiacciare

Spappolasse = spappolarsi, ridursi in poltiglia, schiacciarsi

Spappolatu = spappolato, ridotto in poltiglia, schiacciato

Sparà = sparare, azionare un’arma da fuoco, tirare, scagliare; oppure dire cose false o esagerate

Sparagnà = risparmiare, economizzare

Sparagnasse = risparmiarsi, avere riguardo di sé e delle proprie condizioni fisiche e di salute

Sparagnatu = risparmiato, economizzato, che ha avuto riguardo di sé e delle proprie condizioni fisiche e di salute

Sparagnì = sparagnino, che dimostra eccessiva parsimonia

Sparagnu = risparmio, economia, convenienza

Sparasse = spararsi, fare fuoco contro di sé con un’arma, suicidarsi

Sparata = carica di armi da fuoco; oppure spacconata, millanteria

Sparatu = sparato, che ha fatto fuoco contro se stesso con un’arma

Sparbazzà = scuotere con violenza

Sparbazzatu = scosso con violenza

Sparecchià = sparecchiare, liberare la tavola da stoviglie e posate e tovaglia dopo aver mangiato

Sparecchiatu = parecchiato, liberato (detto della tavola dopo aver mangiato)

Spareggià = spareggiare, fare la “bella” in una gara

Spareggiu = spareggio, mancanza di parità; oppure nel gioco partita supplementare per decidere il vincitore

Sparendà = sparentare, allontanarsi dai parenti ignorandoli

Sparendasse = sparentarsi, allontanarsi dai parenti ignorandoli

Sparendatu = spaventato, che si è allontanato dai parenti ignorandoli

Sparghie = spargere, gettare qua e là, sparpagliare, diffondere, divulgare

Sparghiese = spargersi, sparpagliarsi, diffondersi, divulgarsi

Sparì = sparire, sottrarsi alla vista improvvisamente, rendersi irreperibile o introvabile, cessare di esistere, morire

Sparici = asparagi

Sparicina = pianta dell’asparago

Sparijà = sparigliare, scoppiare, disfare una coppia, creare confusione

Sparijasse = sparigliarsi, scoppiarsi

Sparijatu = sparigliato, scoppiato

Sparitu = sparito, scomparso, morto

Sparlà = sparlare, parlare male di qualcuno, parlare a sproposito

Sparmà = spalmare, stendere in modo uniforme una cosa pastosa o oleosa

Sparmasse = spalmarsi, ricoprirsi in modo uniforme le parti del corpo con una sostanza pastosa o oleosa

Sparmatu = spalmato, ricoperto in modo uniforme con una sostanza pastosa o oleosa

Sparnanza = grembiule da fatica

Sparo’ = persona che dice cose esagerate, spaccamontagne

Sparpajà = sparpagliare, disperdere, spargere qua e là

Sparpajasse = sparpagliarsi, disperdersi, andare in diverse direzioni

Sparpajatu = sparpagliato, disperso, che è andato in direzioni diverse

Sparra = panno per pulire o per portare cibi; oppure cercine per portare pesi sul capo

Sparracciu = canovaccio, cercine (involto di panno posto sul capo per portare pesi)

Sparretta = piccolo pezzo di stoffa

Sparro’ = per portare cibi grossa tela in genere usata come strofinaccio

Sparsu = spasso, disseminato, sparpagliato, cosparso

Spartì = spartire, dividere distribuendo a ciascuno la parte aspettatante, separare

Spartisse = spartirsi, dividersi distribuendo a ciascuno la parte spettante, separarsi

Spartitrafficu = spartitraffico, banchina, striscia bianca che divide la strada in più corsie

Spartitu = spartito, diviso, separato

Sparu = sparo, colpo di arma da fuoco; oppure non uguale, non proporzionato

Spasimà = spasimare, partire gli spasimi fisici, soffrire per affanno o agitazione; oppure desiderare ardentemente

Spasimande = spasimante,  innamorato, corteggiatore

Spasimatu = desiderato ardentemente, fortemente innamorato

Spassà = spassare, allietare, divertire

Spassasse = spassarsi, divertirsi, godersela

Spassatu = passato, allietato, divertito, chi ha goduto

Spasseggià = portare a passeggio

Spasseggiu = passeggio

Spasso = spasso, trastullo, divertimento

Spassu = spasso, divertimento, passatempo, svago

Spassusu = spassoso, divertente

Spasturà = disincagliare, togliere le pastoie o i legami, strecciare

Spasturasse = disincagliarsi, togliersi le pastoie, i legami, strecciarsi

Spasturatu = disincagliato, che si è tolto le pastoie, i legami, strecciato

Spasu = spaso, disteso, allungato, versato, divulgato, diffuso, gettato qua e là, sparpagliato

Spasumu = spasimo, dolore acuto e lancinante

Spasura = spargimento, confusione, insieme di cose gettate a terra alla rinfusa

Spatrià = espatriare, emigrare, andare o mandare via dalla patria

Spatriatu = espatriato, emigrato, andato o mandato via dalla patria

Spaundì = paventare, mettere spavento, mettere paura

Spaundisse = spaventarsi, provare spavento, farsi vincere dalla paura

Spaunditu = spaventato, che prova spavento, vinto dalla paura

Spauracchiu = spauracchio, oggetto pupo che provoca spavento, spaventapasseri

Spaurì = spaurire, spaventare, impaurire, mettere paura

Spaurisse = spaurirsì, spaventarsi, impaurirsi, provare paura

Spauritu = spaurito, spaventato, impaurito, che ha provato paura

Spazià = spaziare, muoversi liberamente in un ampio spazio, vagare col pensiero

Spazindì = spazientire, perdere o far perdere la pazienza, irritare

Spazindisse = spazientirsi, perdere la pazienza, irritarsi

Spazinditu = spazientito, che ha perso la pazienza, irritato

Spaziu =  spazio, cielo

Spaziusu = spazioso, ampio, vasto

Spazzà = spazzare, pulire con la scopa, abbattere il nemico demolendo muri e ostacoli

Spazzacamì = spazzacamino (chi per mestiere pulisce i camini dalla fuliggine)

Spazzatu = spazzato, pulito con la scopa

Spazzì = spazzino, netturbino

Spazzolà = spazzolare, pulire con la spazzola, fregare con la striglia; oppure bastonare o rimproverare aspramente

Spazzolasse = spazzolarsi, pulirsi con la spazzola

Spazzolatu = spazzolato, pulito con la spazzola; pure bastonato o rimproverato aspramente

Spazzolo’ = spazzolone  (grossa spazzola con lungo manico per pulire e lucidare pavimenti)

Spazzulì = spazzolino (con la spazzola per pulire i denti o le unghie)

Specchià = specchiare, rimirare, contemplare, vedere nello specchio

Specchiasse = specchiarsi, rimirarsi, contemplarsi allo specchio

Specchiatu = specchiato, chi si è guardato allo specchio; oppure persona integra o esemplare

Specchiu = specchio, superficie che riflette; oppure modello o esempio

Spece = specie, apparenza, aspetto

Specializzà = specializzare, restringere l’attività per avere migliori risultati, acquisire esperienza specifica

Specializzasse = specializzarsi, dedicarsi ad un ramo particolare di studio, conseguire una specializzazione

Speciarmende = specialmente

Specificà = specificare, indicare distintamente, determinare con precisione, dire chiaramente

Specificasse = specificarsi, precisarsi

Specificatu = specificato, indicato distintamente, detto apertamente e con chiarezza

Specificazio’ = specificazione, determinazione, chiarimento, indicazione esatta e particolare

Speciializzatu = specializzato, chi svolge un’attività particolare, chi ha acquisito una competenza specifica

Specilizzazio’ = specializzazione, acquisizione di una competenza specifica

Spedà = ospedale; oppure spedarsi, consumarsi i piedi

Spedasse = spedarsi, consumarsi i piedi col camminare, affaticarsi eccessivamente per il troppo camminare

Spedatu = spedato, affaticato per il troppo camminare

Spedecà = spedicare, spedare, affaticare per il troppo camminare

Spedecasse = spedicarsi, spedarsi, affaticarsi per il troppo camminare

Spedecatu = spedicato, spedato, affaticato per il troppo camminare

Spegne = spegnere, estinguere; oppure spingere, premere, stimolare, fare pressione

Spegnese = spegnersi, cessare di emanare luce o calore, esaurirsi, morire

Spelà = spelare, privare del pelo, perdere il pelo

Spelacchià = spelacchiare, togliere o perdere il pelo qua e là

Spelacchiasse = spelacchiarsi, perdere il pelo qua e là

Spelacchiatu = spelacchiato, che ha perso il pelo qua e là

Spelasse = spelarsi, perdere il pelo o i capelli

Spelatu = spelato, che ha perso il pelo o i capelli

Spellà = spellare, scorticare, scortecciare, sbucciare, procurare escoriazioni

Spellasse = spellarsi, scorticarsi, scortecciarsi, sbucciarsi, procurarsi escoriazioni

Spellatu = spelato, scorticato, scortecciato, sbucciato; oppure persona a cui è stato vinto tutto al gioco

Spenda = spinta, pressione, impulso, aiuto, appoggio

Spendarella = spintarella, appoggio, favoreggiamento, raccomandazione

Spennà = spennare, togliere le piume o; oppure far pagare troppo, ripulire uno al gioco

Spennacchià = spennacchiare, spennare, privare in parte delle piume strappandole

Spennacchiarsi = spennacchiarsi, spennarsi, perdere parte delle piume

Spennacchiatu = spennacchiato, spennato, che ha perso parte delle piume; oppure che ha perso quasi tutto al gioco

Spennaccio’ = spendaccione, chi spende molto e senza misura

Spennasse = spennasi, perdere le penne

Spennatu = spennato, che ha perso le penne; oppure ripulito al gioco

Spennazzà = andare a zonzo

Spenne = spendere, consumare, comperare, fare acquisti

Spennellà = spennellare, verniciare, dipingere

Spennellatu = spennellato, verniciato, dipinto

Spennese = spendersi, prodigarsi, darsi da fare per altri

Spenta = spinta, aiuto, stimolo

Spentu = spento, che ha cessato di emanare luce o calore, esaurito, attutito, attenuato, morto

Spenzieratu = spensierato, che non si preoccupa di nulla

Spèra = raggio di sole, sfera dell’orologio, chiazza di grasso o di olio galleggiante nel brodo

Sperà = sperare, riporre fiducia, credere; oppure osservare controluce qualcosa

Speranzusu = speranzoso, pieno di speranza, fiducioso

Speratura = osservare contro luce le uova per controllare se sono fresche o fecondate

Sperde = sperdere, disperdere, smarrire

Sperdese = sperdersi, disperdersi, smarrirsi

Sperella = l’atto di esporsi al calduccio del sole invernale

Spergiurà = spergiurare, giurare il falso

Spergiuru = spergiuro, che giura il falso, chi infrange i giuramenti

Sperimendà = sperimentare, mettere alla prova qualcuno qualcosa, voler conoscere per esperienza o per prova

Sperimendasse = sperimentarsi, mettersi alla prova

Sperimendasse = sperimentarsi, mettersi alla prova

Sperimendatu = sperimentato, messo alla prova, conosciuto per esperienza o per prova

Spero’ = sperone, escrescenza cornea, sporgenza, contrafforte

Speronà = speronare, colpire la fiancata di un veicolo con il proprio

Speronasse = speronarsi, colpirsi sulla fiancata(detto di navi o veicoli)

Speronatu = speronato, urtato dal di dietro o sulla fiancata; oppure detto di edificio rinforzato con speroni

Sperperà = sperperare, spendere senza discernimento, dilapidare, scialacquare, consumare malamente, sparpagliare

Sperperu = sperpero, lo sperperare, il dilapidare, lo scialacquare, lo spendere malamente

Spersu = perso, disperso, smarrito, sperduto

Spertecatu = sperticato, smisurato in altezza o lunghezza, esagerato

Spesà= spesare, mantenere a propre spese, sgravare dall’onere di spesa

Spesatu = spesato, che ha le spese rimborsate

Spese = vitto agli operai

Spettà = aspettare, attendere

Spettaculu = spettacolo, rappresentazione

Spettaculusu = spettacoloso, straordinario, grandioso

Spettasse = aspettarsi, attendere che accada qualcosa

Spettatu = aspettato, atteso

Spettegolà = spettegolare, fare pettegolezzi o maldicenze, ciarlare

Spettenà = spettinare, arruffare i capelli, rovinare la pettinatura

Spettenasse = spettinarsi, rovinarsi la pettinatura, arruffarsi i capelli

Spettenatu = spettinato, con i capelli arruffati, con la pettinatura rovinata dal vento o altro

Spettolegghiatu = a petto nudo

Spettoratu = ispettorato (ente pubblico che ha funzioni ispettive)

Spezzà = spezzare, rompere, infrangere, dividere in due parti

Spezzasse = spezzarsi, rompersi, dividersi in due parti o più pezzi

Spezzatu = spezzato, rotto, diviso in due parti o più pezzi

Spì = spino, spina

Spià = spiare, osservare di nascosto, cercare di conoscere o sapere

Spiaccicà = spiaccicare, schiacciare, comprimere cosa molliccia o cedevole

Spiaccicasse = spiaccicarsi, schiacciarsi, schiantarsi violentemente contro un ostacolo

Spiaccicatu = spiaccicato, schiacciato, schiantato

Spiallà = piallare, levigare

Spiallatu = piallato, levigato

Spianà = spianare, rendere piana una superficie eliminando le asperità, appianare, abbattere, demolire

Spianasse = spianarsi, diventare pianeggiante

Spianata = terreno pianeggiante

Spianatora = spianatoia, tavola sopra la quale si fa la pasta sfoglia, tavola sopra la quale si spande la polenta

Spianatu = spianato, reso o messo piano

Spiandà = spiantare, sradicare, estirpare, distruggere; oppure mandare in rovina

Spiandatu = ridotto alla miseria

Spiattellà = spiattellare, dire o dichiarare apertamente senza riguardo cose riservate o segrete o delicate

Spiatu = spiato, osservato di nascosto, tenuto sotto controllo

Spiazzà = spiazzare, mettere in difficoltà qualcuno usando astuzia

Spiazzacamì = spazzacanino

Spiazzatu = spiazzato, messo in difficoltà con astuzia

Spiazzì = commerciante ambulante che espone la merce in vendita in piazza o in modo ambulante

Spiazzina = donna pettegola

Spiazzu = spazio piuttosto ampio, libero e aperto

Spibbiancu = biancospino

Spica = spiga

Spiccà = spiccare, disunire una cosa unita ad altra, distinguersi, risaltare, prendere una cosa vista, togliere da un pendaglio

Spiccatu = spiccato, marcato, pronunciato; oppure tolto da un pendaglio

Spicce = nell’espressione: “andare per le spicce = fare presto)

Spicchittu = specchietto, piccolo specchio, nota riassuntiva, prospetto; oppure il richiamo meccanico per le allodole

Spicchiu = spicchio, porzione

Spicci = spicciioli, poche monete e di piccolo taglio

Spiccià = spicciare, sbrigare in fretta una faccenda, spicciolare, cambiare denaro in spiccioli

Spicciasse = spicciarsi, sbrigarsi, staccarsi; oppure liberarsi

Spicciativu = spicciativo, sbrigativo, rapido

Spicciatu = spicciato, che si è sbrigato, che si è affrettato; oppure spicciolato; oppure che si è liberato

Spiccicà = spiccicare, staccare una cosa appiccicata, separare, liberare, pronunciare parole chiaramente

Spiccicasse = spiccicarsi, staccarsi, separarsi, liberarsi

Spiccicatu = appiccicato, staccato, liberato; oppure identico, tale e quale, molto simile

Spicciolà = spicciolare, staccare dal picciolo gli acini d’uva, sgranellare; oppure cambiare in moneta spicciola

Spicciolatu = spicciolato, cambiato in moneta spicciola

Spicciu = spiccio, libero, disimpegnato; oppure sollecito, sbrigativo; oppure spicciolo (piccola moneta)

Spicconà = spicconare, demolire a colpi di piccone, lavorare col piccone

Spicconatu = spicconato, demolito a colpi di piccone

Spiccu = spicco, risalto, rilievo

Spiciale = speciale, particolare

Spicialità = specialità, particolarità, peculiarità

Spiculà = speculare, indagare con l’intelletto; oppure compiere operazioni economiche mirate al guadagno

Spiculazio’ = speculazione, ricerca, indagine intellettuale con fini teorici, meditazione; azione mirata al guadagno

Spidì = spedire, sbrigare, eseguire, inviare, mandare

Spiditu = spedito, inviato; oppure veloce

Spidizio’ = spedizione, invio di lettere o merci, viaggio di più persone a scopo di studio, operazione militare lontana da basi

Spiducchià = spidocchiare, levare i pidocchi; oppure cercare o scegliere attentamente

Spiducchiasse = spidocchiarsi, levarsi i pidocchi, ripulirsi; oppure migliorarsi economicamente

Spiducchiatu = spidocchiato, ripulito; oppure migliorato economicamente

Spiedinu = spiedino (bocconcino di carni diverse o pesci infilzati su piccoli spiedi e arrostiti)

Spiedu = spiedo (arma bianca costituita da un ferro lungo acuminato), ferro appuntito del girarrosto

Spiegà = spiegare, distendere, allargare, svolgere, rendere intelligibile e chiaro, insegnare, far capire

Spiegasse = spiegarsi, farsi capire, rendersi conto, manifestare chiaramente il proprio pensiero

Spiegatu = spiegato, aperto, disteso, allargato; oppure che si è fatto capire, insegnato

Spiegazio’ = spiegazione, chiarimento, ciò che serve a chiarire o spiegare, discussione chiarificatrice

Spiegazzà = spiegazzare, piegare in malo modo, sgualcire

Spiegazzasse = spiegazzarsi, piegarsi in malo modo, sgualcirsi

Spiegazzatu = spiegazzato, piegato in malo modo, sgualcito

Spietatu = spietato, accanito, ostinato, chi non ha pietà, crudele

Spifferà = spifferare, raccontare senza alcun riserbo, dire chiaramente; oppure soffiare attraverso le fessure

Spifferu = spiffero, soffio di vento proveniente da una stretta apertura; oppure spiata, delazione

Spigà = fare la spiga, andare in cima, il maturare del grano

Spigatu = che ha fatto la spiga

Spiglià = spigliare, districare, svolgere

Spigliasse = spigliarsi, districarsi, diventare disinvolto

Spigliatu = spigliato, districato, disinvolto, franco, privo di impacci

Spigolà = spigolare, raccattare le spighe di grano dopo la mietitura; chi ricerca cose o fatti minuti; chi si accontenta di poco pur di guadagnare

Spigulazio’ = speculazione, azione che ha per scopo un maggior guadagno

Spigulu = spigolo, angolo

Spigulusu = spigoloso, scontroso, brusco, persona difficile da trattare

Spillà = spillare, prelevare, far uscire un liquido, carpire qualcosa poco la volta, togliere con insistenza ed astuzia

Spillatu = spillato, prelevato, carpito poco alla volta e con astuzia

Spillì = persona esosa, avara, gretta, tirchia; persona che cerca di carpire sempre qualcosa usando furbizia o inganno

Spilliccià = districare la lana

Spillo’ = spillone, grosso spillo; oppure detto di persona alta e magra

Spillu = spillo, stiletto di ferro, punta

Spilluzzicà = spilluzzicare, piluccare, spizzicare, mangiare una vivanda in piccoli pezzi quasi assaggiando

Spilluzzicatu = spilluzzicato, piluccato, spizzicato, mangiato in piccoli pezzi quasi assaggiando

Spilorciu = spilorcio, taccagno, tirchio, chi è molto avaro

Spiluccà = piluccare, prendere poco alla volta

Spilungo’ = spilungone, persona molto alta e magra

Spilurdu = fascio di canne secche che accese possono fare una fiammata

Spinà = spinare, togliere la lisca al pesce

Spinasse = pungersi con il spini

Spinatu = privato e liberato degli spini, pesce ripulito delle lische

Spinbijà = sparpagliare, mandare qua e là disordinatamente; oppure districare, sbrogliare

Spinbijatu = sparpagliato, mandato qua e là disordinatamente; oppure districato, svogliato

Spindo’ = spintone, grossa spinta; oppure aiuto, raccomandazione

Spindonà = spintonare, dare spintoni, urtare con spintoni, caricare duramente un avversario

Spindonasse = spintonarsi, darsi spintoni, urtarsi con spintoni

Spindonatu = spintonato, urtato con spintoni, caricato duramente da un avversario

Spindu = spinto, aiutato, raccomandato

Spinicchià = dipanare un pennacchio di lana o di cotone o di canapa

Spinosa = istrice

Spinusu = spinoso, difficile, irto di difficoltà, scabroso, imbarazzante

Spinzere = camice, grembiule

Spio’ = spione, chi riferisce cose per cui altri possono subire punizioni o danni

Spioe = spiovere, la pioggia che smette o che diminuisce

Spionaggiu = spionaggio, attività clandestina per procurarsi notizie segrete, ricerche ed illecita di notizie riservate o segrete

Spionbà = spiombare, togliere i piombi o i sigilli

Spionbasse = spiombarsi, perdere i piombi o i sigilli

Spionbatu = spiombato, che ha perso i piombi o i sigilli, privato dei piombi o i sigilli

Spioto = spiovuto, cessato di piovere

Spippettà = fumare con la pipa; oppure fumare una sigaretta emettendo grosse volute di fumo

Spirà = sospirare, soffiare, respirare; oppure esalare l’ultimo respiro, morire; oppure togliere i pioli ad una scala o ad una sedia

Spirajà = traboccare, uscire dalla bocca

Spiraju = spiraglio, fessura che lascia passare aria o luce

Spiratu = chi ha esalato l’ultimo respiro, morto

Spirdutu = sperduto, disperso, smarrito

Spirienza = esperienza

Spirimendà = sperimentare, mettere alla prova, tentare

Spirimendatu = sperimentato, messo alla prova, tentato

Spirimendu = esperimento, prova

Spirità = spiritare, impaurire o avere paura, incutere o provare terrore

Spiritasse = spiritatarsi, impaurirsi, avere paura, provare terrore, terrorizzarsi

Spiritatu = spiritato, impaurito, che ha avuto paura, che ha provato terrore, terrorizzato

Spiriti = fantasmi, le anime dei morti

Spiritillu = pipistrello

Spirito = alcol denaturato usato nelle medicazioni

Spiritu = spirito, anima, principio di vita, disposizione d’animo

Spiritu Santu = Spirito Santo

Spiritusu = spiritoso, liquido ricco di alcol; oppure persona brillante, briosa, ricca di umorismo

Spiscià = orinare addosso a qualcosa o qualcuno

Spisciasse = farsi l’urina addosso, pisciarsi addosso;oppure avere una grossa paura

Spisciata = acquazzone di breve durata

Spisciatu = che si è pisciato sotto o che è stato sporcato con l’urina di altri

Spiso = speso, impiegato, dedicato, utilizzato; oppure speso, pagato

Spisso = spesso, di frequente, molte volte, sovente

Spissu = spesso, denso, fitto, folto

Spisu = speso, impiegato, dedicato, utilizzato

Spisurdu = aspide (serpente velenoso)

Spitu = spiedo

Spiuiccicà = piovigginare, caduta delle prime gocce di pioggia

Spiulà = pigolare, pipiare, lamentarsi piagnucolando

Spiummà = spiumare, spennare, togliere con forza o carpire le piume; oppure vincere qualcuno al gioco

Spiummasse = spiumarsi, perdere le piume

Spiummatu = spiumato, che ha perso le piume, spennato; oppure vinto al gioco

Spiuncì = spioncino (spia sulla porta per vedere prima di aprire)

Spizià = speziale, farmacista

Spizzicà = spizzicare, spilluzzicare, piluccare

Spizzicasse = spizzicarsi, darsi dei pizzichi reciproci

Spizzicatu = pizzicato, piluccato

Spizzichì = fastidioso, molesto, provocatore

Spizzucu = spizzico, una piccola quantità (quanto può essere preso con due dita)

Splende = splendere, mandare vivida luce, essere intensamente luminoso; oppure essere insigne o illustre

Splendidu = splendido, chiaro, luminoso, mirabile, bellissimo, stupendo

Splennore = splendore

Spoccià = svezzare, far passare un bambino o un cucciolo da una alimentazione a base di latte ad una alimentazione diversa

Spocciatu = svezzato, detto di un bambino di un cucciolo non non più alimentato con latte materno

Spodestà = spodestare, privare del potere o dell’autorità

Spodestatu = spodestato, privato del potere o dell’autorità

Spoetizzà = spoetizzare, disgustare, deludere

Spoetizzasse = spoetizzarsi, disgustarsi

Spoetizzatu = spoetizzato, deluso, disgustato

Spogghià = spostare, spuntellare

Spogghiasse = spostarsi, spuntellarsi

Spogghiatu = spostato, spuntellato

Spojà = spogliare, togliere i vestiti o gli ornamenti, depredare, rubare, portare via

Spojarellu = spogliarello (spettacolo in cui una ballerina o ballerino si spogliano a tempo di musica)

Spojasse = spogliarsi, denudarsi; oppure privarsi di tutto ciò che si possiede

Spojatu = spogliato, denudato, privato di tutto, depredato

Spoju = spoglio, nudo, privo, disadorno oppure scrutinio di voti, raccolta classificazione di notizie

Spolverà = spolverare, pulire levando la polvere

Spolverasse = spolverarsi, levarsi la polvere di dosso, far cadere la polvere da un indumento

Spolveratu = spolverato, ripulito della polvere; oppure che ha perso tutto al gioco

Spolveru = spolvero, strato impalpabile di sostanza polverosa; nel tiro al piccione mancare volontariamente il bersaglio per controllare le scommesse fatte e condizionare le vincite

Sponbà = spompare, estenuare, sfinire, privare di vigore o volontà o voglia di fare

Sponbasse = spomparsi, estenuarsi, sfinirsi, perdere vigore o volontà o voglia di fare

Sponbatu = spompato, estenuato, sfinito, privato del vigore o volontà ho voglia di fare

Spondà = puntare, privare della punta; oppure accorciare; oppure comparire improvvisamente

Spondaneu = spontaneo, privo di artificio, naturale, volontario

Spondapé = balletto a tacco e punta del piede

Spondasse = spuntarsi, il privarsi della punta; oppure accorciarsi

Spondatu = spuntato, privato della punta; oppure accorciato; oppure  comparso improvvisamente

Spondò’ = spuntone, grossa punta di legno

Sponga = segno (al gioco della ruzzola segno fatto con terriccio intorno alla ruzzola da cui il giocatore poi rilanciava)

Spopolà = popolare, perdere la popolazione; oppure avere immediato e grande successo

Spopolatu = popolato, che ha perso molti abitanti

Sporbà = spolpare, privare della polpa, togliere le ossa dalla carne; immiserire, privare qualcuno di gran parte degli averi

Sporbatu = spolpato, privato della polpa; oppure magro, secco

Sporcà = sporcare, macchiare, insozzare, imbrattare, deturpare, infamare

Sporcaccio’ = sporcaccione, sudicione; oppure persona spregevole, turpe

Sporcasse = sporcarsi, macchiarsi, insozzarsi, imbrattarsi, deturparsi, infamarsi

Sporcatu = sporcato, macchiato, insozzato, imbrattato, deturpato, infamato

Sporcu = sporco, lordo, sudicio, sudicio, imbrattato, macchiato, insozzato

Sporge = sporgere, protendere, venire o stendere in avanti o in fuori

Sporgese = sporgersi, protendersi, stendersi in avanti o in fuori

Spormonà = spolmonare, parlare o cantare o gridare tanto forte da affaticare i polmoni, sfiatare

Spormonasse = spolmonarsi, affaticarsi eccessivamente con i polmoni nel cantare o gridare tanto forte, sfiatarsi

Spormonatu = spolmonato, sfiatato, che si è affaticato eccessivamente nel cantare o nel gridare; oppure insaziabile

Sporta = borsa grande e capace, in genere di paglia, fornita di due manici utilizzata per fare la spesa

Sporte = sport

Sportello’ = portellone, grossa imposta o porta girevole

Sportellu = sportello, imposta girevole su cerniere verticali; oppure filiale o agenzia di una banca

Sportu = sporto, proteso, steso in avanti o in fuori

Sporvedà = spolverare, togliere la polvere; oppure rubare

Sporvedasse = spolverarsi, togliersi la polvere di dosso

Sporvedata = spargimento di sostanza polverosa; rimozione di polvere col piumino o straccio

Sporvedatu = spolverato, che si è tolto la polvere di dosso

Sposà = sposare, prendere per marito o per moglie, unire in matrimonio; oppure abbracciare, sostenere una causa

Sposaliziu = sposalizio, cerimonia delle nozze

Sposasse = sposarsi, unirsi in matrimonio

Sposatu = sposato, unito in matrimonio, coniugato

Spose = chicchi di granoturco esplosi col calore nella padella

Sposizio’ = esposizione, mostra

Spossà = spossare, togliere forza, debilitare, fiaccare, estenuare, sfibrare, sfinire

Spossasse = spossarsi, perdere forza, debilitarsi, fiaccarsi, estenuarsi, sfibrarsi, sfinirsi

Spossatu = spossato, che ha perso forza, debilitato, fiaccato, estenuato, sfibrato, sfinito

Spossessà = spossessare, privare di ciò che si possiede

Spossessatu = spossessato, privato di ciò che possiede

Spostà = spostare, trasferire altrove, trasferire nel tempo

Spostasse = spostarsi, muoversi dal luogo opposizione abituale

Spostatu = spostato, mosso, trasferito

Spotucu = dispotico, padrone assoluto

Sprazzu = sprazzo, lampo, scintilla

Sprefonnà = far fare le cose con la massima fretta

Sprefonnasse = fare le cose con la massima fretta

Sprefonnatu = chi ha dovuto fare o ha fatto le cose con la massima fretta

Sprefunnu = precipizio

Spregà = sprecare, usare malamente e inutilmente, consumare senza ottenere alcun frutto

Spregasse = sprecarsi, rivolgere le proprie capacità e le proprie energie a scopi che non le meritano

Spregatu = sprecato, usato malamente e inutilmente

Spregiudicatu = spregiudicato, libero da pregiudizi, chi non ha o mostra di non avere scrupoli di indole morale

Sprego’ = sprecone, chi fa cose inutili, che consuma molto più del necessario

Spregu = spreco, cattivo uso, consumo eccessivo

Spreme = spremere, stringere, schiacciare con forza; oppure far sborsare denaro, sfruttare

Spremese = spremersi, pressarsi; oppure lambiccarsi il cervello, pensare a lungo e intensamente

Sprepositatu = spropositato, troppo grande, enorme, eccessivo

Sprepusutu = sproposito, azione o affermazione inopportuna o insensata, errore, grosso sbaglio, quantità enorme

Sprescià = premere, pressare, comprimere

Spresciasse = spremersi, pressarsi, comprimersi

Spresciatu = spremuto, compresso, pressato

Spretà = spretare, lasciare la condizione di prete

Spretasse = spretarsi, lasciare la condizione di prete

Spretatu = spretato, chi ha lasciato la condizione di prete

Sprezzà = sprezzare, disprezzare, non curare, trascurare

Sprezzasse = sprezzarsi, disprezzarsi, non curarsi, trascurarsi

Sprezzatu = disprezzato, disprezzato, non curato, trascurato

Sprifunnu = cavità profonda, dirupo, abisso

Sprigionà = sprigionare, scarcerare; oppure emettere, emanare

Sprigionasse = sprigionarsi

Sprigionatu = sprigionato, scarcerato; oppure emesso, emanato

Sprimuta = spremuta, bibita ottenuta da un frutto spremuto

Sprimutu = spremuto, stretto, schiacciato con forza; oppure persona costretta a sborsare denaro, sfruttato

Sprocedatu = persona senza precauzioni, spericolato, temerario

Spromendà = sperimentare, mettere alla prova, tentare

Spromendatu = sperimentato, messo alla prova

Spromendu = esperimento, prova, tentativo

Spronà = spronare, stimolare, incitare, spingere, pungolare

Spronatu = spronato, stimolato, incitato, spinto, pungolato

Sproprià = espropriare, privare qualcuno di ciò che possiede

Spropriatu = espropriato, privato di ciò che possiede

Spruistu = sprovvisto, privo, non provvisto del necessario

Spruvvidutu = sprovveduto, persona incapace di affrontare determinate situazioni e con scarse doti intellettuali o culturali

Spruvvistu = sprovvisto, privo, che non è fornito del necessario

Spruzzà = spruzzare, aspergere, bagnare, schizzare

Spruzzasse = spruzzarsi, bagnarsi, schizzarsi

Spruzzatu = spruzzato, bagnato, schizzato

Spruzzu = spruzzo, schizzo, guizzo, sprazzo

Spucià = spulciare, liberare dalle pulci; oppure consultare o esaminare minuziosamente

Spuciasse = spulciarsi, liberarsi dalle pulci

Spuciatu = spulciato, che si è liberato dalle pulci; oppure consultato o esaminato minuziosamente

Spudoratu = spudorato, chi è senza pudore, chi non prova vergogna

Spugna = gran bevitore

Spujà = lo svegliarsi dei volatili

Spulà = spulare, ripulire dalla pula

Spulatu = spulato, ripulito dalla pula

Spulla = piccola scheggia di legno

Spumande = spumante

Spumeggià = spumeggiare, sollevare molta spuma, manifestarsi con vivacità, agitarsi

Spummidorà = arrivare al periodo in cui maturano i pomodori (quindi seguitare a vivere)

Spundà = spuntare, privare della punta, staccare; oppure comparire all’improvviso, apparire, nascere

Spundasse = spuntarsi, perdere la punta, mitigarsi, placarsi

Spundatu = spuntato, che ha perso la punta, mitigato, placato

Spundatura = intestino tenue degli animali fatto arrosto

Spundellà = spuntellare, togliere i puntelli o i sostegni

Spundellasse = spuntellarsi, perdere i puntelli o i sostegni

Spundellatu = spuntellato, che ha perso i puntelli o i sostegni

Spundì = spuntino, leggera colazione

Spuntu = spunto, scatto, superamento dell’attrito o sforzo all’avviamento di motori, volata conclusiva in una corsa

Spurcizia = sporcizia, sudiciume; oppure il comportamento disonesto o corrotto

Spurgà = spurgare, ripulire da ciò che ingombra o ostruisce o insudicia

Spurgasse = spurgarsi, ripulirsi, liberarsi da ciò che ingombra o ostruisce o insudicia

Spurgatu = sporcato, ripulito, liberato da ciò che ingombra o ostruisce o insudicia

Spurgu = spurgo, operazione dello spurgare, pulizia di ciò che ingombra

Spuriu = spurio, illegittimo

Spurtillittu = sportelletto

Spurtivu = sportivo, relativo allo sport; oppure generoso, comprensivo, leale

Spurvidì = spolverino, leggero soprabito

Spusaliziu = sposalizio

Spusittu = sposetto

Spusu = sposo

Sputà = sputare, espellere sputo dalla bocca; oppure faticare molto

Sputacchià = sputacchiare, sputare spesso, emettere gli schizzi di saliva parlando

Sputacciu = sputaccio (sputo grasso e denso)

Sputarella = salivazione continua

Sputasse = sputarsi addosso

Sputata = emissione violenta di sputo verso una persona in segno di disprezzo

Sputatu = sputato, espulso dalla bocca

Sputtanà = sputtanare, screditare, sparlare di qualcuno in modo da far perdere la reputazione o la considerazione degli altri

Sputtanamendu = sputtanamento, lo sputtanare, di parlare male di qualcuno, il perdere la reputazione

Sputtanasse = sputtanarsi, screditarsi, comportarsi in modo tale da perder reputazione e la considerazione degli altri

Sputtanatu = sputtanato, screditato

Sputu = sputo (getto di saliva)

Spuzzà = togliere il cattivo odore

Spuzzasse = togliersi in cattivo odore

Spuzzatu = chi si è tolto il cattivo odore

Squacquarà = ridere chiassosamente, ridere a bocca spalancata

Squacquarata = risata chiassosa

Squadrà = squadrare, disporre a squadra in modo da ottenere una figura con angoli retti; oppure osservare attentamente

Squadratu = squadrato, disposto a squadra; oppure osservato attentamente

Squajà = squagliare, liquefare, sciogliere

Squajasse = squagliarsi, liquefarsi, sciogliersi; oppure andarsene furtivamente, svignarsela

Squajatu = squagliato, liquefatto, sciolto; oppure fuggito furtivamente

Squaju = squagliamento, scioglimento

Squalificà = squalificare, riconoscere non idoneo, screditare

Squalificasse = squalificarsi, dimostrarsi col comportamento non idoneo o incapace o  indegno della stima altrui

Squalificatu = squalificato, dichiarato non idoneo o incapace o non meritevole

Squallidu = squallido, che si trova in uno stato di abbandono o miseria, persona pallida e smunta

Squalu = squalo

Squamà = squamare, togliere le squame

Squamasse = squamarsi, perdere le squame, sfaldarsi in scaglie

Squamatu = squamato, coperto di squame o privo di squame

Squarcià = squarciare, rompere con violenza, aprire, svelare

Squarciasse = squarciarsi, fendersi, aprirsi

Squarciatu = squarciato, aperto, lacerato

Squarcio’ = spaccone, millantatore, spaccamontagne

Squarciu = squarcio, lacerazione grande e profonda

Squartà = squartare, tagliare in pezzi grossi, dividere in quarti, massacrare, trucidare

Squartatu = squartato, tagliato in pezzi grossi, diviso in quarti, massacrato, trucidato

Squassà = squassare, scuotere con violenza

Squassasse = squassarsi, agitarsi, divincolarsi; oppure rovinarsi, rompersi

Squassatu = squassato, scosso con violenza; oppure rovinato, rotto

Squatrinà = essere danaroso, maneggiare molto denaro

Squatrinatu = squattrinato, chi non ha quattrini

Squilibrà = squilibrare, togliere l’equilibrio, far uscire dall’equilibrio

Squilibrasse = squilibrasse, perdere l’equilibrio

Squilibratu = squilibrato, chi ha perso l’equilibrio anche psichico, privo di una giusta proporzione

Squilibriu = squilibrio, sbilanciamento, mancanza di equilibrio, instabilità psichica

Squillà = squillare, emettere un suono chiaro ed acuto

Squillu = squillo, breve suono forte acuto e vibrante

Squindernà = squinternare, sconnettere, scombussolare, turbare, creare disordine e confusione

Squindernatu = squinternato, scombussolato; oppure persona disordinata, sregolata, sbalestrata

Squinquinà = è il canto degli uccelli

Squisitu = squisito, eccellente, prelibato, raffinato, perfetto, ricercato

Squittì = squittire, emettere versi brevi acuti o stridenti, l’abbaiare sommesso dei cani da seguito, lamentarsi, gemere

Sradecà = sradicare, estirpare, strappare da terra con tutta la radice

Sradecatu = sradicato, estirpato, strappato da terra con la radice

Sregolatu = sregolato, maleducato, chi è senza regole

Srotolà = rotolare, stendere ciò che è arrotolato, dipanare

Srotolasse = srotolarsi, sbrogliarsi, dipanarsi

Srotolatu = sono rotolato, svogliato, dipanato

Ssa = codesta

Ssaggià = assaggiare, provare;oppure mangiare pochissimo, provare il sapore di un cibo o bibita

Ssaggiatu = assaggiato, provato

Ssalì = a salire, investire con impeto, aggredire

Ssalitu = assalito, investito con impeto, aggredito

Ssassinà = assassinare, commettere un assassinio, uccidere un essere umano, maltrattare, rovinare

Ssassinatu = assassinato, ucciso, maltrattato, danneggiato gravemente

Ssassinu = assassino

Sseconnà = assecondare, favorire, soddisfare, seguire

Sseconnatu = assecondato, favorito, soddisfatto, aiutato

Ssegnà = assegnare, attribuire, destinare

Ssegnatu = assegnato, attribuito, destinato

Ssendà = assentare, allontanare

Ssendasse = assentarsi, allontanarsi per un periodo breve

Ssendatu = assentato, allontanato per un periodo breve

Ssennatu = assennato, giudizioso, persona che ha o rivela saggezza o buon senso

Sserrajasse = asserragliarsi, barricarsi, chiudersi

Sserrajatu = asserragliato, barricato, chiuso

Sservà  = osservare, mantenere, rispettare

Sservatu = osservato, mantenuto, rispettato

Sservazio’ = osservazione, rispetto

Ssestà = assestare, aggiustare, adattare

Ssestamendu = assestamento, aggiustamento, adattamento

Ssestàsse = assestarsi, aggiustarsi, adattarsi

Ssestàtu =  assestato, aggiustato, adattato

Ssetà = assetare, portare o ridurre alla sete

Ssetasse = assetarsi, avere una forte sete

Ssetatu = assetato, chi sente una forte sete, arido; oppure bramoso, avido

Ssettà = assestare, aggiustare, mettere a posto, sistemare

Ssettasse = assestarsi, aggiustarsi, sistemarsi, mettersi a posto

Ssettata = assestata, riordinata sbrigativa

Ssettatu = assestato, aggiustato, sistemato, messo a posto

Ssicurà = assicurare, rendere certo garantire, accertare

Ssicurasse = assicurarsi, garantirsi, accertarsi, aggrapparsi

Ssicuratu = assicurato, garantito, reso sicuro, fissato, aggrappato

Ssicurazio’ = assicurazione, conferma, garanzia

Ssillà =  assillare, tormentare, moletastare

Ssillàsse = assillarsi, tormentarsi

Ssillatu = assillato, tormentato, molestato, chi ha un pensiero tormentoso e continuo

Ssimbra = semola (farina di colore giallo paglierino ottenuta dalla macinazione del grano duro)

Ssimilà = assimilare, assomigliare; oppure fare proprio, assorbire sostanze nutritive

Ssimilàsse = assimilarsi, diventare simile; oppure confrontarsi, paragonarsi

Ssimilatu = assimilato, reso simile; oppure fatto proprio, assorbito

Ssìste = assistere, curare, soccorrere

Ssistenza = assistenza, aiuto, soccorso

Ssistì = assistere, accudire, soccorrere

Ssistitu = assistito, accudito, soccorso

Ssocià = associare, collegare, mettere in società

Ssociàsse =  associarsi, collegarsi, mettersi in società

Ssociàtu = associato, collegato, messo in società

Ssociazio’ = associazione (unione di due o più individui per esecitare in comune una medesima attività)

Ssoggettà = assoggettare, sottomettere, domare

Ssoggettàsse =  assoggettarsi, sottomettersi

Ssoggettàtu =  assoggettato, sottomesso

Ssogna = sugna, strutto, grasso del maiale fuso e poi conservato per usi di cucina

Ssogno’ = untume nero che si forma intorno al mozzo della ruota, grasso sporco

Ssolàtu = assolato, esposto al sole

Ssomejà = rassomigliare, essere simile

Ssomejata = l’assomigliare a qualcuno o a qualcosa

Ssommà = sommare, raccogliere insieme, riunire, fare la somma, aggiungere

Ssommasse = assommarsi, sommarsi, riunirsi, aggiungersi

Ssommatu = assommato, sommato, riunito, aggiunto

Ssorve = assolvere, dichiarare innocente

Ssotterrà = sotterrare, collocare sottoterra, seppellire

Ssotterratu = sotterrato, collocato sottoterra, seppellito; oppure dimenticato, superato

Ssu = codesto

Ssuefà =  assuefare, abituare

Ssuefàsse = assuerfarsi, abituarsi

Ssuefàttu = assuefatto, abituato

Ssulùtu = assoluto, generale, universale

Ssuluzio’ = assoluzione, dichiarazione di innocenza

Ssùme =  assumere, prendere, attribuirsi

Ssùmese = assumersi, attribuirsi, prendersi

Ssumijà = somigliare, assomigliare, ricordare qualcuno, paragonare, essere simile

Ssumijanza = somiglianza, eguaglianza

Ssumijasse = somigliarsi, assomigliarsi, essere simile, paragonarsi

Ssumijatu = assomigliato, paragonato

Ssumiju = ritratto, immagine, fotografia

Ssunta = Assunta

Ssùntu = assunto, attribuito, preso

Ssupì = assopire, rendere sonnolento, calmare, placare

Ssupisse = assopirsi, addormentarsi, calmarsi, placarsi

Ssupitu = assopito, addormentato, calmato, placato

Ssurbì = assorbire, incorporare, ingoiare, acquisire

Ssurbimendu = assorbimento

Ssurbìsse = sorbirsi, ingoiarsi, bersi, incorporarsi

Ssurbìtu = assorbito, ingoita, incorporato, acquisito

Ssurdì = rendere sordo con un forte rumore, stordire; oppure diventare sordo

Ssurdisse = diventare sordo, stordirsi

Ssurditu = reso sordo, stordito

Ssuttijà = assottigliare, affilare, ridurre, diminuire

Ssuttijasse = assottigliarsi, affilarsi, ridursi

Ssuttijatu = assottigliato, affilato, ridotto

Sta = stare, restare fermo o immobile, trattenersi, rimanere, essere, trovarsi

Stà pe’ pippà = sta per morirre

Stabbià = stabbiare, concimare con lo stabbio; oppure il letamaio luogo di raccolta del letame o stallatico

Stabbilì = stabilire, determinare, fissare, statuire, deliberare, a decretare, rendere stabile o fermo

Stabbilimendu = stabilimento, Istituto, istituzione; oppure fabbrica, industria

Stabbilisse = stabilirsi, prendere dimora stabile in un luogo

Stabbilitu = stabilito, determinato, deliberato, decretato, reso stabile o fermo; oppure che ha preso dimora in un luogo

Stabbio = letame, stallatico, sterco degli animali di stalla misto a paglia

Stacca = detto di donna che spicca per bellezza unita a prestanza fisica

Staccà = staccare, slegare, disgiungere, distanziare, smettere di lavorare

Staccasse = staccarsi, separarsi, venir via, distanziarsi

Staccatu = staccato, separato, venuto via, distanziato

Stacchià = scheggiare il legno, rompere in schegge

Stacchiasse = scheggiarsi, rompersi in schegge

Stacchiatu = scheggiato, rotto in schegge

Staccu = stacco, intervallo, interruzione, passaggio brusco; azione dell’atleta che nel salto lascia il contatto col terreno

Staco = io sto

Stadiu = stadio, impianto per gare sportive

Stagghia = staggia, asta graduata per fare misurazioni; oppure asta usata dal muratore per livellare; oppure stanga di legno usata nelle recinzioni di terreno

Stagghiata = colpo di staggio; oppure recinzione fatta con pezzi di legno)

Stagnà = stagnare, far cessare il flusso, essere fermo, non circolare, non fluire; rivestire con un sottile strato di stagno

Stagnasse = stagnarsi, smettere di fluire, tamponarsi

Stagnata = calderotto di rame per cuocere cibi, recipiente di latta ricoperta con un sottile strato di stagno

Stagnatu = stagnato, che non fluisce più, tamponato; oppure rivestito con un sottile strato di stagno

Stagnì = stagnaio (artigiano abile nel fare operazione di stagnatura)

Stagnu = stagno, piccola tenuta di acqua; che non fa passare l’acqua

Stajiccià = tagliuzzare, tagliare minutamente le striscioline o pezzettini

Stajicciasse = tagliuzzarsi, provocarsi dei piccoli tagli

Stajicciatu = tagliuzzato, tagliato minutamente le striscioline o pezzettini; oppure chi si ha procurato dei piccoli tagli

Stajo’ = stagione, uno dei quattro periodi in cui è diviso l’anno, periodo di tempo

Stajonà = stagionare, conservare un prodotto a lungo, invecchiare

Stajonasse = stagionarsi, invecchiarsi

Stajonatu = stagionato, conservato a lungo, invecchiato, attempato,  in là con gli anni

Stajuzzà = tagliuzzare, tagliare minutamente

Stajuzzatu = tagliuzzato, tagliato minutamente

Stallittu = stabbiolo, piccola stalla, porcile

Stallo’ = stallone, cavallo maschio ottenuto per la monta; oppure uomo che dà prova di eccezionale vigoria sessuale

Stamatina = questa mattina

Stammella = stampella, gruccia

Stanà = stanare, far uscire dalla tana

Stanatu = stanato, fatto uscire dalla tana

Stanbà = stampare, riprodurre con la stampa, pubblicare

Stanbande = stampante (macchina collegata al computer per stampare)

Stanbasse = stamparsi, imprimersi; oppure andare a cozzare violentemente contro un ostacolo

Stanbatu = stampato, pubblicato, dato alle stampe, impresso; che è andato a cozzare violentemente contro un ostacolo

Stanbu = stampo, conio, punzone, forma; oppure indole o carattere di una persona

Stancà = stancare, indebolire fisicamente e psicologicamente, annoiare, tediare, infastidire

Stancasse = stancarsi, affaticarsi, annoiarsi, infastidirsi, indebolirsi fisicamente e psicologicamente

Stancatu = stancato, affaticato, svigorito, infastidito, indebolito fisicamente e psicologicamente

Stancu = stanco, affaticato, svigorito, esaurito, spento

Standiu = stantio, vecchio, che ha perso freschezza o odore o sapore

Standuffu = stantuffo, pompa, compressore

Stanga = detto di bella ragazza; persona alta e magra

Stangà = stangare, infliggere un grave danno, tartassare, vessare, angariare, maltrattare, strapazzare

Stangata = grave danno, cattivo risultato

Stangatu = stangato tartassato, vessato, maltrattato, strapazzato, che ha subito un grave danno

Stanghette = stanghe della carrozza per cavalli, le stanghette degli occhiali

Stangona = detto di bella donna

Stanzì = stanzino, localino

Stanzià = stanziare, prevedere una spesa nel bilancio, deliberare, ordinare; oppure dimorare

Stanziasse = stanziarsi, prendere dimora stabile in un luogo, stabilirsi in un luogo

Stanziatu = stanziato, importo previsto in bilancio, deliberato, ordinato; oppure che ha stabilito di stare in un luogo

Stanzo’ = stanzone

Staòta = questa volta, stavolta

Stappà = stappare, levare il tappo

Stappasse = stapparsi, perdere il tappo

Stappatu = stappato, che ha perso il tappo, privato del tappo

Starà = starare, alterare le caratteristiche normali di funzionamento di un dispositivo

Starasse = stararsi, perdere le caratteristiche normali di funzionamento

Staratu = starato, alterato,  che ha perso le caratteristiche normali di funzionamento

Starnazzà = starnazzare, agitare le ali emettendo versi striduli e sollevando polvere, agitarsi scioccamente facendo chiasso

Starnutì = starnutire, fare starnuti

Starnutu = starnuto, brusco e rumoroso atto espiratorio involontario

Stasera = questa sera
Sterru = esterno, scavo, fossa

Statu = stato, restato fermo immobile, che si è trattenuto, che era rimasto; oppure nazione, governo

Statutu = statuto, complesso di norme che disciplinano l’organizzazione e l’attività di una persona giuridica

Stazzio’ = stazione, luogo di fermata dei mezzi di trasporto

Stazzionà = stazionare, sostare, stare fermo in un luogo

Stazzionariu = sedentario;oppure che non muta, che non varia

Stazzionasse = stazionarsi, fermarsi in un determinato luogo

Stazzionatu = stazionato, fermato in un determinato luogo

Stè = Stefano

Stecà = parlare in modo comprensibile ma a stento e lentamente

Stecca = sottile asticella; ovvero stonatura improvvisa

Steccà = steccare, dotare di stecche, cingere con stecche, formare uno steccato; oppure sbagliare, stonare cantando

Steccatu = steccato, riparo, recinto, spiazzo chiuso con palizzate

Stegne = stingere, togliere o perdere il colore, perdere la tinta

Stegnese = stingersi, perdere il colore o la tinta

Stèlla = lunga e grossa scheggia di legno

Stellatu = stellato, pieno di stelle, cosparso, disseminato

Stenberà = stemperare, moderare, mitigare, addolcire

Stenberasse = temperarsi, perdere la tempera o la punta, attenuarsi, svigoritosi, mitigarsi, addolcirsi

Stenberatu = stemperato, spuntato, addolcito, mitigato; oppure intemperante, smodato, sregolato

Stenbiatu = stempiato con la privo di capelli sulle tempie; oppure magrissimo

Stendà = stentare, penare, soffrire, fare una cosa con difficoltà

Stendatu = stentato, sofferto, fatto o ottenuto con difficoltà

Stendi = dure fatiche

Stendu = stento, patimento, sofferenza, difficoltà, fatica

Stennardu = stendardo, bandiera, insegna, gonfalone

Stenne = stendere, mettere a terra, allungare, spalmare; oppure scrivere

Stennello’ = uomo molto alto e magro

Stennerellu = matterello (bastoncino di legno levigato per fare la pasta sfoglia o bastonare il marito)

Stennese = stendersi, allungarsi, mettersi a terra, distendersi, estendersi nello spazio

Sterminà = sterminare, distruggere, annientare fino all’ultimo

Sterminatu = sterminato, distrutto, annientato; oppure di smisurata ampiezza o senza limiti

Sterrà = sterrare, scavare e portare via la terra

Sterratu = sterrato, scavato

Sterru = sterro, fossa, buca

Sterza = grosso carro agricolo; pure una grande quantità di cose

Sterzà = sterzare, girare lo sterzo, cambiare direzione; oppure cambiare opinione

Sterzata = sterzata, rapido cambio di direzione

Sterzatu = sterzato, guidato, orientato

Sterzu = sterzo, manubrio, congegno che consente di guidare un veicolo

Stesa = distesa

Stessu = stesso

Stesu = steso, allungato, messo a terra, sdraiato

Sticchettu = stecchetto (mancanza di cibo di denaro, nell’espressione: “fare stare o stare a sticchetto =fare stare o stare a corto di cibo o di denaro)

Sticchì = stecchire, uccidere sul colpo, fare secco; oppure stecchino, stuzzicadenti; oppure persona magrissima

Stigmatizzà = stigmatizzare, criticare vivamente, bollare con parole di forte biasimo

Stigmatizzatu = stigmatizzato, criticato vivamente, bollato con parole di forte biasimo

Stignà = vincere la resistenza o la caparbietà di una persona, togliere la puntigliosità o l’ostinazione a una persona

Stignatu =chi è stato punito per la sua ostinazione, puntigliosità

Stilla = goccia, piccola quantità

Stillà = stillare, filtrare, gocciolare, uscire a stille

Stillicidiu = stillicidio, caduta di un liquido goccia a goccia, ripetizione continua e fastidiosa di qualcosa di spiacevole

Stimà = stimare, valutare un bene un servizio; oppure avere una opinione buona e favorevole di una persona

Stima = valutazione del valore economico di un bene o servizio; oppure opinione buona e favorevole di una persona

Stimasse = stimarsi, reputarsi, giudicarsi, ritenersi

Stimatu = stimato, reputato, giudicato, ritenuto, che gode di alta considerazione

Stimolà = stimolare, pungolare, incitare

Stimolatu = stimolato, incitato, pungolato

Stimulu = stimolo, pungolo per i buoi, incitamento, incentivo

Stindì = stendino, stendibiancheria

Stindu = stinto, che ha perso il colore o la tinta, scolorito

Stingu = stinco (parte della gamba dal ginocchio alla tibia)

Stinnitù = matterello per fare la pasta sfoglia

Stipà = stipare, ammassare persone o cose in uno spazio limitato, accalcare, pigiare

Stipasse = stiparsi, ammassarsi in uno spazio ristretto, accalcarsi, pigiarsi

Stipatu = stipato, ammassato, addensato, accalcato, pigiato, ammassato in uno spazio ristretto

Stipendià = stipendiare, retribuire un lavoro subordinato, pagare

Stipendiatu = stipendiato, chi svolge un lavoro subordinato, pagato

Stipendiu = stipendio, paga, retribuzione di un lavoro subordinato

Stipulà = stipulare, redigere una convenzione o un contratto, firmare un contratto

Stipulatu = stipulato, redatto, firmato

Stira = gioco triviale fra ragazzi consistente nell’immobilizzare o uno e tirargli fuori il pisellino per poi stirarlo

Stirà = stirare, lisciare, allungare per afferrare qualcosa; allungare le braccia con un grosso respiro, chiedere lo sconto

Stiracchià = stiracchiare, tirare facendo forza; oppure mercanteggiare; oppure interpretare cavillando

Stiracchiasse = stiracchiarsi, distendere e allungare le membra

Stiracchiatu = stiracchiato, stentato, sforzato

Stiramendu = stiramento, lesione dei legamenti di una articolazione

Stirasse = stirarsi, allungarsi per afferrare qualcosa, allungare le braccia facendo un grosso respiro

Stiratu = stirato,  lisciato, allungato

Stirilizzà = sterilizzare, sottoporre alla sterilizzazione, rendere sterile o inutile o inefficace

Stirilizzasse = sterilizzarsi, sottoporsi alla sterilizzazione

Stirilizzatu = sterilizzato, sottoposto alla sterilizzazione, reso sterile o inutile o inefficace

Stirlina = sterlina (moneta del Regno Unito)

Stiru = operazione dello stirare la biancheria

Stisu = steso, disteso, buttato a terra; oppure dato, offerto

Stiticu = stitico, chi soffre di stipsi, chi opera con lentezza o faticosamente; oppure misero, striminzito, avaro

Stivalittu = stivaletto

Stizzà   = stizzare, stizzire, irritare, far andare in collera

Stizzasse = stizzarsi, stizzirsi, irritarsi, andare in collera

Stizzatu = stizzato, stizzito, irritato, andato in collera

Stizzì = stizzire, irritare, far andare in collera

Stizzicà = stuzzicare, provocare, molestare, tintillare, punzecchiare

Stizzicasse = stuzzicarsi, provocarsi, molestarsi, tintillarsi, punzecchiarsi

Stizzicatu = stuzzicato, provocato,  molestato, tintillato, punzecchiato

Stizzichì = fastidioso, molesto, provocatore

Stizzisse = stizzirsi, irritarsi, andare in collera

Stizzitu = stizzito, irritato, andato in collera

Stizzusu = stizzoso, che è facile a stizzarsi, iracondo, rabbioso

Stoccà = stoccare, accumulare merci, immagazzinare, fare scorta di merci

Stoccafissu = stoccafisso, pesce bastone

Stoccaggiu = stoccaggio, accumulazione di merci, magazzinaggio

Stocco’ = gambo secco del mais, stelo di una pianta tagliata sporgente da terra, sterpo, residuo delle radici di un albero

Stollà = carpire con forza dal terreno, venir fuori, schiantare

Stollasse = rompersi, schiantarsi, riuscire a venir fuori da una situazione difficile

Stollatu = rotto, schiantato, carpito, chi ero riuscito a venir fuori da una situazione difficile

Stoltu = stolto, stupido, che ha poca intelligenza, irragionevole

Stommecà = stomacare, dare o provare nausea, disgustare

Stommecasse = stomacarsi, disgustarsi, sentirsi rivoltare lo stomaco

Stommecatu = stomacato, disgustato

Stommucu = stomaco (organo dell’apparato digerente)

Stonà = stonare, uscire di tono; oppure essere inopportuno

Stonatu = stonato, uscito di tono, non armonizzato

Stongà = ungere, intingere

Stongatu = unto, intinto

Stopellà = riscaldare in fretta

Stopellasse = riscaldarsi in fretta

Stopellatu = riscaldato in fretta

Stoppà = stoppare, bloccare, fermare

Stoppacciu = batuffolo di stoppa

Stoppacciusu = stoppaccioso, stopposo, duro, sfilaccioso

Stoppasse = stopparsi, bloccarsi, fermarsi

Stoppatu = stoppato, fermato, bloccato

Stoppe = stop

Stora = astore, falco

Storce = storcere, distorcere, spostare dalla linea dritta e naturale

Storcese = storcersi, distorcersi, dimenarsi, spostarsi dalla linea dritta e naturale

Storicu = storico, che appartiene alla storia, che è veramente accaduto, memorabile, leggendario

Storna = donna leggera, sciocca

Stornà = stornare, volgere indietro, distogliere, dissuadere

Stornasse = stornarsi, volgersi indietro, dissuadersi

Stornatu = stornato, che è tornato indietro, dissuaso

Stornellà = stornellare, cantare stornelli, cantare allegramente

Stornellu = stornello (canto popolare)

Storta = slogatura

Stortu = storto, contorto, erroneo, sbagliato

Stòzza = grosso pezzo di pane

Strabicu = strabico, chi ha gli assi oculari non paralleli

Strabilià = strabiliare, sbalordire, rimanere sbalordito per la meraviglia

Strabiliasse = strabiliasse, sbalordirsi, rimanere sbalordito per la meraviglia

Strabiliatu  = strabiliato, sbalordito per la meraviglia

Straboccà = traboccare, traboccare

Strabuzzà = strabuzzare, spalancare gli occhi

Straccà = stancare, sfinire; oppure bretelle, straccali

Stracca =nell’espressione “ a la stracca = lentamente, di malavoglia”

Straccasse = stancarsi, sfinirsi, affaticarsi

Straccatu = stancato, sfinito

Straccetti = minestra fatta con pane grattugiato e brodo

Stracchezza = stanchezza, fiacca, sfinimento

Stracchi’ = stracchino (formaggio fatto con latte di vacche stracche cioè stanche)

Straccià = stracciare, lacerare, rompere tirando con forza, sfilacciare; oppure straccivendolo, cenciaiolo

Stracciarolu = straccivendolo, chi compra o vende stracci

Stracciasse = stracciarsi, lacerarsi, rompersi, sfilacciarsi

Stracciatu = stracciato, lacerato, rotto, sfilacciato; oppure il prezzo è estremamente ribassato

Straccio’ = straccione, pezzente, miserabile

Stracciu = straccio, cencio; oppure persona malridotta e in pessime con dizioni fisiche

Stracciusu = straccioso, che porta gli abiti stracciati

Straccu = stracco, stanco, affaticato, esausto

Stracoce = stracuocere, cuocere a lungo o troppo

Stracocese = stracuocersi, cuocersi troppo

Stracottu = stracotto, troppo cotto; oppure molto innamorato

Stracunfiu = molto ingrossato, traboccante, strapieno, pieno zeppo

Stradà = stradare, instradare, avviare, indirizzare, consigliare

Stradatu = instradato,  avviato, indirizzato, consigliato

Strade = strada

Stradellu = stradellino, strada stretta che consente il passaggio di una sola persona

Stradì = stradino, cantoniere, operaio addetto alla manutenzione della strada

Stradillittu = piccola strada, strada stretta che consente il passaggio ad una sola persona

Strado’ = larga strada normalmente alberata

Strafà = strafare, fare di più di quanto occorre o conviene

Strafalcio’  = strafalcione, errore, sproposito grossolano

Strafasse = strafarsi, maturarsi troppo

Strafattu = strafatto, troppo maturo, fatto da tempo; oppure ubriaco fradicio o drogato

Straforu = straforo, piccolo foro da parte a parte

Strafottende = strafottente, arrogante, prepotente

Strajuà = scrollare di dosso il giogo

Strajuasse = scrollarsi di dosso il giogo

Stralunà = stralunare, sbarrare o stravolgere gli occhi

Stralunasse = stralunarsi, sconvolgersi

Stralunatu = stralunato, sconvolto

Stramà = dare lo strame ai bovini

Stramagghiu = persona sudicia

Stramalidì = stramadelire, maledire con veemenza, invocare un castigo divino per qualcuno

Stramalidittu = stramaledetto, maledetto con veemenza, persona a cui è augurato ogni male

Stramazzà = stramazzare, cadere pesantemente a terra

Stramazzasse = stramazzarersì, cadere pesantemente a terra

Stramazzatu = stramazzato, caduto pesantemente a terra

Stramazzu = pesante caduta a terra; oppure nel gioco delle carte vincere tutte le partite tranne una

Stramo = strame (paglia e fieno o altro usati come alimento o lettiera al bestiame)
Stranbalatu = strampalato, strano, stravagante, illogico

Stranbolucu = strano, stravagante, bizzarro

Stranbu = strambo, strano, bizzarro, stravagante

Strangolà = strangolare, uccidere stringendo il collo, soffocare, strozzare, mettere alle strette

Strangolasse = strangolarsi, uccidersi impiccandosi, strozzarsi

Strangolatu = strangolato, strozzato, soffocato, impiccato, messo alle strette

Stranì = stranire, rendere strano, far inquietare, turbare

Stranià = straniare, allontanare, estraniare, rendere estraneo

Straniasse = straniarsi, allontanarsi, estraniarsi, rendersi estraneo

Straniatu = straniato, allontanato, estraniato, reso estraneo

Stranieru = straniero, estraneo

Stranisse = stranirsi, diventare strano, inquietarsi, turbarsi

Stranitu = stranito, diventato strano, inquietato, turbato

Stranu = strano, chi è diverso dal consueto ed al normale, persona che pensa ed agisce in modo diverso dalla maggioranza

Straordinariu = straordinario, al di fuori dell’ordinario del normale, molto grande, notevole

Strapagà = strapagare, pagare troppo qualche cosa

Strapagasse = strapagarsi, rifarsi più del dovuto

Strapagatu = strapagato, pagato troppo

Strapazzà = strapazzare, maltrattare, sciupare

Strapazzasse = strapazzarsi, sottoporsi a fatiche gravi o eccessive

Strapazzata = grossa fatica; oppure grave rimprovero, grossa sgridata

Strapazzatu = strapazzato, affaticato eccessivamente, maltrattato

Strapazzu = strapazzo eccessivo affaticamento

Strapiandà = strapiantare, trapiantare, trasferire, trasportare

Strapiandatu = trapiantato, trasferito, trasportato

Strapiccià = maltrattati, sciupare, spiegazzare

Strapicciatu = maltrattato, sciupato, spiegazzato

Strapiummu = strapiombo, luogo scosceso, roccia sporgente nel vuoto

Straportà = trasportare, portare via con violenza, portare da un luogo ad un altro

Straportatu = trasportato, portato da un luogo ad un altro

Strappà = strappare, lacerare, squarciare; oppure riuscire ad ottenere, carpire

Strappasse = strapparsi, lacerarsi, rompersi, squarciarsi

Strappatu = strappato, lacerato, rotto, squarciato

Strappo’ = cencioso

Strappu = strappo, lacerazione,  rottura, squarcio

Strapundì = strapuntino (sedile pieghevole usato nei mezzi di trasporto o nelle sale cinematografiche)

Strariccu = ricchissimo

Straripà = straripare, uscire dagli argini

Straripatu = straripato, che è uscito dagli argini

Strarportà = strarportare, portare via, trasportare

Strarportatu = straportato, portato via, trasportato

Strascicà = strascicare, trascinare qualcosa facendola strisciare per terra, fare qualcosa malamente e di malavoglia

Strascicatu = strascitato, trascinato e fatto strisciare per terra, fatto malamente e di malavog lia

Strascicu = strascico, lo strascicare, seguito, codazzo, serie di conseguenze negative

Strascinà = trascinare qualcosa di pesante facendola strisciare per terra, stentare

Strascinasse = strascinarsi, trascinarsi per terra, trascinarsi con fatica col corpo per terra; durare o prolungarsi nel tempo

Strascinatu = strascinato, trascinato facendolo rotolare per terra

Strasformà = trasformare, mutare

Strasformasse = trasformarsi, mutarsi

Strasformatu = trasformato, mutato

Strasindì = sentir dire, fraintendere

Strassicu = strascico, serie di conseguenze negative

Stratificà = stratificare, disporre a strati

Stratificasse = stratificarsi, disporsi a strati

Stratificatu = stratificato, disposto a strati

Strattà = strattare, tirare per le vesti

Strattata = strattone, spintone

Strattatu = trattato, tirato per le vesti

Stratto’ = strattone, scossone, strappo, movimento rapido per liberare o trattenere qualcuno o qualcosa

Strattonà = strattonare, tirare per le vesti

Strattonasse = strattonarsi, tirarsi o trattenersi per le vesti

Strattonatu =  strattonato, tirato per le vesti

Stratu = strato, quantità di materia omogenea distesa su una superficie, livello di scavo; oppure ceto o categoria sociale

Stravaccà = stravaccare,  sedere  in modo estremamente scomposto

Stravaccasse = stravaccarsi, sedersi o sdraiarsi in modo estremamente scomposto

Stravaccatu = stravaccato, seduto o sdraiato in modo estremamente scomposto

Stravasu = travaso, fuoriuscita

Stravecchiu = stravecchio, molto vecchio

Stravedé = stravedere, vedere male, cadere in errore; oppure amare o ammirare in modo speciale e una persona

Stravegne = stravincere, vincere di gran lunga, superare nettamente l’avversario

Stravizià = strano iniziare, fare stravizi, eccedere nel mangiare o nel bere o nei piaceri sessuali

Straviziu = stravizio, disordine, eccesso

Stravolge = stravolgere, capovolgere, turbare, alterare, distorcere

Stravolgese = stravolgersi, capovolgersi, turbarsi, alterarsi, distorcersi

Stravoltu = stravolto, capovolto, turbato, alterato, distorto

Strazià = straziare, tormentare, martoriare, ferire

Straziasse = straziarsi, tormentarsi, martoriarsi

Straziatu = straziato, tormentato, martoriato, ferito

Straziu = strazio, supplizio, tormento, scempio, fastidio, noia, seccatura

Streccià = strecciare, slegare ciò che era intrecciato

Strecciasse = strecciarsi, slegarsi da un intreccio o da una stretta

Strecciatu = strecciato, slegato da un intreccio o da una stretta, liberato

Strecciu = pettine lasco

Strefiatà = respirare affannosamente come dopo una corsa; oppure rifiatare, riprendere il respiro normale

Stregà = stregare, ammaliare, sedurre, sottomettere con arti magiche

Stregatu = stregato, ammaliato, sedotto, sottomesso con arti magiche

Stregne = stringere, restringere, avvicinare tra loro due cose, premere, comprimere, rimpicciolire, riassumere

Stregnese = stringersi, restringersi, accostarsi, farsi molto vicino, restringersi, diventare stretto

Strellacca = allodola

Strellacco’ = cappellaccia (grossa allodola)

Stremà = stremare, indebolire, infiacchire, faticare, sfinire con la fatica

Stremasse = stremarsi, indebolirsi, infiacchirsi, affaticarsi, sfinirsi con la fatica

Strematu = stremato, indebolito, infiacchito, affaticato, sfinito con la fatica

Strenfià = far rigonfiare con l’acqua, annaffiare abbondantemente

Strenfiasse = rigonfiarsi con l’acqua

Strenfiatu = rigonfiato con l’acqua, annaffiato abbondantemente

Strenga = stringa, cordoncino o striscetta di cuoio

Strepitu = strepito, schiamazzo, clamore, scalpore, insieme confuso e disordinato di voci o rumori

Streppà = estirpare, sradicare, svellere dalla radice

Streppa = stirpe, schiatta, casata, famiglia, discendenza, generazione

Streppatore = estirpatore (attrezzo agricolo di ferro per lavori superficiali sul terreno costituito da un telaio munito di denti o lame)

Streppatu = estirpato,  sradicato

Strèppe = one step (ballo)

Streppu = sterpo, ramo secco, residuo delle radici di un albero tagliato, radice secca sporgente dal terreno

Streppuciu = grosso sterpo

Stretaca = crampo, contrazione violenta e involontaria e dolorosa di un muscolo o di un gruppo di muscoli

Strijà = strigliare, pulire con la striglia; oppure rimproverare aspramente

Strija = strumento con lamine dentate per pulire il pelo degli ovini o equini

Strijatu = strigliato, spazzolato con la striglia; oppure rimproverato aspramente

Striju = strillozzo (uccello grande poco più di un passero)

Strillà = strillare, emettere grida acute, parlare a voce alta, urlare

Strillo’ = strillone, venditore ambulante di giornali

Strillu = strillo, urlo, grido acuto

Striminzitu = striminzito, rattratto, misero, esiguo

Strinà = fare molto freddo; oppure asciugare al freddo

Strinasse = sentire molto freddo, congelarsi, infreddolirsi

Strinata = grossa brinata

Strinatu = infreddolito, congelato

Strinbellà = strimpellare, suonare maldestramente uno strumento musicale

Strinfiu = imbuzzato, rimpinzato, riempito esageratamente di cibo

Striscià = strisciare, muoversi strofinando a terra, toccare appena passando vicino, rasentare;oppure essere umile e servile

Strisciasse =  strisciarsi, passarsi vicino, rasentarsi, toccarsi appena; oppure voltarsi indietro

Strisciatu = strisciato, toccato appena passando vicino, rasentato; ovvero rigirato, che si è rivolto indietro

Striscio’ = striscione (larga striscia di carta o stoffa recante una scritta un disegno)

Strisciu = di striscio, non in pieno,  il venire strisciato, l’essere sfiorato

Stritolà = stritolare, ridurre in pezzi minuti, annientare, schiacciare

Stritolasse = stritolarsi, ridursi in pezzi minuti, annientarsi, schiacciarsi

Stritolatu = stritolato, ridotto in pezzi minuti, annientato, schiacciato

Strittì = stringere, rimpicciolire, costipare

Strittisse = stringersi, rimpicciolirsi, costiparsi

Strittitu = stretto rimpicciolito, costipato

Strittu = stretto, ristretto, accostato, avvicinato, premuto, compresso, rimpicciolito, riassunto

Striturà = stritolare, ridurre in pezzettini, triturare, macinare

Striturasse = stritolarsi, triturarsi, ridursi in pezzettini

Strituratu = triturato, ridotto in pezzettini, triturato, macinato

Strizzà = strizzare, stringere e torcere con forza; oppure ammiccare

Strizzatu = strizzato, stretto e torto con forza per fare il fuoruscire il liquido

Stroà = ritrovare, rintracciare, recuperare, trovare

Stroasse = ritrovarsi, riunirsi, incontrarsi; oppure raccapezzarsi, orientarsi

Stroatu = ritrovato, raccapezzato, scoperto

Stroellà = storcere, deviare con forza, distorcere, deformare, contorcere

Stroellasse = storcersi, distorcersi, deformarsi, contorcersi

Stroellatu = storto, distorto, deformato, contorto

Strollaca = indovina, maga, ammaliatrice

Strollecà = fare malie, dire la buona ventura

Strolleco’ = donna bruna e vecchia, malvagia e  perfida, di pessimo carattere

Strollucu = indovino, mago

Stromendu = strumento

Stronbazzà = strombazzare, divulgare con esagerato chiasso, propagandare; oppure suonare ripetutamente il clacson

Stronbazzatu = strombazzato, divulgato ai quattro venti  in modo chiassoso, propagandato

Stronbettà = strombettare, suonare in malo modo e rumorosamente una tromba, suonare ripetutamente il clacson

Stroncà = stroncare, troncare con violenza, reprimere, soffocare

Stroncasse = stroncarsi, troncarsi improvvisamente, spezzarsi, rompersi

Stroncatu = stroncato, troncato improvvisamente, spezzato, rotto

Strongecà = spezzettare malamente un legno

Strongecatu = spezzettato malamente

Strongeco’ = torsolo, torso (fusto di alcune piante erbacee senza foglie, ciò che rimane di un frutto dopo tolta la polpa)

Stroppià = stroppiare, storpiare, rendere storpio, azzoppare; oppure pronunciare male le parole

Stroppiasse = stroppiarsi, storpiarsi, diventare storpio, azzopparsi

Stroppiatu = stroppiato, storpiato, diventato storpio, azzoppato

Stroppulu = residuo legnoso di un arbusto sul quale ci si può incespicare, inciampo, ostacolo

Strozzà = strozzare, uccidere ostruendo le vie respiratorie, soffocare, impiccare, impedire il respiro, ostruire

Strozzapreti = gnocchi

Strozzasse = strozzarsi, soffocarsi, strangolarsi, impiccarsi

Strozzatu = strozzato, soffocato, strangolato, impiccato

Strozzu = strozzinaggio, nell’espressione: “dare o prestare a strozzu = dare prestare denaro a usura”

Struccà = struccare, togliere il trucco

Struccasse = struccarsi, togliersi il trucco

Struccatu = struccato, che si è tolto il trucco dal viso

Strufinà = strofinare, raschiare, stropicciare, sfregare, strusciare, rasentare

Strufinacciu = strofinaccio, straccio per le strofinare; oppure persona malridotta e in pessime condizioni

Strufinasse = strofinarsi, massaggiarsi, sfregarsi, stropicciarsi, strusciarsi, rasentarsi

Strufinatu = strofinato, raschiato, stropicciato, sfregato, strusciato, rasentato

Struì = istruire, insegnare

Struitu = istruito, dotto, colto

Struje = struggere, liquefare, sciogliere col calore, consumare lentamente, causare dolore, distruggere

Strujese = struggersi, di inquietarsi, sciogliersi col calore; oppure consumarsi o logorarsi per passione o desiderio o dolore

Strumendu = strumento, attrezzo atto al compimento di determinate operazioni, qualsiasi mezzo per raggiungere un fine

Strummu = sgombro o scmbro (pesce marino)

Struncià = troncare o spezzare la legna

Strunciatu = troncato, spezzato

Strunzu = escremento solido; oppure persona stupida od ottusa o fastidiosa o spregevole o detestabile

Strupiccià = stropicciare, strofinare, sfregare forte, sgualcire

Strupicciasse = stropicciarsi, strofinarsi, sfregarsi forte, sgualcirsi

Strupicciatu = stropicciato, strofinato, sfregato con forza, sgualcito

Struppiu = storpio, menomato agli arti

Struscià = strusciare, strofinare qualcosa sopra o contro un’altra

Strusciasse = strusciarsi, strofinarsi, stare molto vicino a qualcuno abbandonandosi ad effusioni amorose

Strusciatu = strusciato, strofinato

Strusciò = innamorato, corteggiatore, adulatore

Strutto = grasso del suino fuso e poi conservato per usi di cucina, sugna

Struttu = liquefatto, sciolto col calore, consumato, distrutto

Struzzì = strozzino, usuraio, chi presta denaro a interessi molto alti, chi cerca di togliere ad altri più denaro possibile

Struzzinu = strozzino, usuraio

Struzzu = struzzo

Struzzusu = strozzoso, difficile da inghiottire

Stu = questo

Stuccà = struccare, applicare lo stucco; oppure tagliare nettamente, troncare

Stuccasse = tagliarsi, troncarsi

Stuccatu = coperto con lo stucco; oppure tagliato, troncato

Stucco = malta composta di calce grossa e polvere di marmo usato in architettura e per fare ornamenti; oppure nell’espressione: “rmané de stucco = rimanere sbalorditi, stupefatti”

Stuccu = prezzo sommario, complessivo

Studende = studente

Studià = studiare, cercare di comprendere, esaminare, indagare, controllare

Studiatu = studiato, compreso, esaminato, indagato, meditato, controllato

Studiu = studio, ricerca, indagine approfondita, disegno, preparazione; oppure stanza da studio

Stufà = stufare, annoiare, seccare, infastidire, irritare, dar fastidio; oppure grufolare del maiale

Stufaricciu = chi si stufa, si secca o si annoia facilmente

Stufasse = stufarsi, annoiarsi, seccarsi, infastidirsi, irritarsi

Stufatu = stufato, annoiato, seccato, infastidito

Stufu = stufo, annoiato, seccato, infastidito

Stullu = stollo (alto palo attorno al quale si ammucchia paglia o fieno e si fa il pagliaio)

Stummicusu = stomaco uso, stomachevole, nauseabondo, ributtante, rivoltante

Stummicusu = stomacoso, che fa rivoltare lo stomaco, nauseabondo, ributtante, rivoltante, stomacante

Stupefà = stupefare, riempire di stupore o di meraviglia, meravigliare

Stupefasse = stupefarsi, riempirsi di stupore o di meraviglia, meravigliarsi, stupirsi

Stupefattu = stupefatto, stupito, meravigliato

Stupendu = stupendo, mirabile, meraviglioso

Stupì = stupire, stupefare, riempire di stupore o di meraviglia

Stupidaggene = stupidaggine, cosa da nulla, inezia

Stupidottu = stipidotto, cretinotto

Stupisse = stupirsi, meravigliarsi, stupefarsi

Stupitì = diventare stupido, intontire, incretinire

Stupiti = stupefatti, riempiti di stupore o meraviglia

Stupitisse = stupidirsi, diventare stupido, intontirsi, incretinirsi

Stupititu = istupidito, diventato stupido, intontito, incretinito

Stupìtu = stupito, meravigliato, stupefatto

Stupoto = l’insieme di stupidaggini

Stuppì = stoppino, lucignolo di candela ad olio

Stuppusu = stopposo, che è simile alla stoppa, duro, privo di succo

Stuputu = stupido, che ha scarsa intelligenza, ottuso, tardo

Sturà = sturare, aprire ciò che è turato, strappare, liberare da ostruzioni

Sturapippe = punteruolo sottile di ferro per sturare la pipa

Sturasse = sturarsi, aprirsi, stapparsi, liberarsi da ostruzioni

Sturatu = turato, aperto, srappato, liberato da ostruzioni

Sturdì = stordire, provocare uno stato di confusione o intontimento, privare dei sensi, sbalordire

Sturdimendu = stordimento, confusione, disorientamento, smarrimento, intontimento

Sturdisse = stordirsi, cadere in uno stato di confusione o intontimento

Sturditu = stordito, confuso, intontito, privato dei sensi, sbalordito

Sturì = cannicci per riparare dalla pioggia i mattoni non ancora cotti

Sturnu = storno (uccello)

Sturnutà = starnutire, emettere uno starnuto

Sturnutu = starnuto (brusco e rumoroso e involontario atto espiatorio)

Stutà = spegnere, estinguere, far cessare di ardere

Stutasse = spegnersi, estinguersi, cessare di ardere

Stutatu = spento, fatto cessare di ardere

Stutu = spento, che ha cessato di ardere

Stuzzacadendi = stuzzicadenti

Stuzzicà = stuzzicare, tintillare, provocare, toccare ripetutamente, molestare, irritare, punzecchiare

Stuzzicasse = stuzzicarsi, titillarsi, provocarsi a vicenda, toccarsi ripetutamente, molestarsi, punzecchiarsi

Stuzzicatu = stuzzicato, provocato, molestato, punzecchiato

Stuzzichì = stuzzichino, spuntino, cibo appetitoso, colazione leggera e appetitosa

Su e ghio’ = su e giù

Subalternu = subalterno, che è posto sotto, che dipende da altri

Subappaltu = subappalto, contratto con cui si affida ad altra ditta l’esecuzione di parte di opere già assunte con contratto di appalto

Subbia = lesina del calzolaio (ferro leggermente ricurvo con manico in legno per bucare il cuoio)

Subboto = subito, immediatamente, prontamente, senza indugio

Subbuju = subbuglio, trambusto, confusione

Subì = subire, patire, sopportare, essere soggetto, sottostare, sottoporsi

Subìtu = subito, partito, sopportato

Subordinà = subordinare, condizionare, far dipendere una cosa da un’altra, mettere in sott’ordine

Subordinatu = subordinato, condizionato, che dipende da altri; pure disciplinato, ubbidiente, rispettoso

Succede = succedere avvenire, verificarsi; oppure venire dopo, seguire

Successio’ = successione, serie, seguito di avvenimenti

Successivu = successivo, seguente, susseguente, che viene dopo

Successu = successo, popolarità, esito o riuscita positiva, boom

Succhià = succhiare, aspirare un liquido con la bocca,  sorbire, sfruttare

Succhiasse = succhiarsi, sorbirsi

Succhiatu = succhiato, assorbito, aspirato con la bocca

Succhio’ = succhione, pollone, ramo vigoroso che si sviluppa su un tronco o su grossi rami di piante fruttifere

Succhiottu = succhiotto, tettarella di gomma per bambini, ciuccio, ciucciotto; oppure segno lasciato da un bacio

Succhiu = succhio, vortice, spirale

Succissivu = successivo, che viene subito dopo, seguente, susseguente

Succu = succo, sostanza liquida spremuta dai frutti

Succursu = soccorso, aiuto a chi si trova in stato di pericolo o di grande bisogno

Sudà = sudare, emettere il sudore, trasudare, lavorare molto, affaticarsi

Sudarella = il sudar freddo per la paura

Sudatu = sudato, trasudato, affaticato, chi ha lavorato molto

Sudditu = suddito, sottoposto, soggetto

Suddivide = suddividere, dividere ulteriormente

Suddividese = suddividersi, dividersi ulteriormente, ripartirsi

Suddivisu = suddiviso, diviso ulteriormente, ripartito

Sudicio’ = sudicione, sporcaccione, che è molto sudicio, che o chi manifesta una sensualità volgare od oscena

Suduciu = sudicio, molto sporco, imbrattato; oppure disonesto, immorale, turpe

Sùe = salire, andare su, andare verso l’alto, ascendere

Sufficiende = sufficiente, che basta a soddisfare una necessità

Suffitta = soffitto, solaio che fa da cielo ad un ambiente

Suffittu = soffitto, solaio che fa da cielo ad un ambiente

Suffiu = soffio (“per un suffiu “ = per pochissimo), fiato emesso nel soffiare aria

Suffiu = soffio, aria, alito

Suffragà = suffragare, aiutare, favorire, rafforzare

Suffragatu = suffragato, aiutato, favorito, rafforzato

Suffragiu = suffragio, approvazione, appoggio, sostegno, voto per l’elezione; oppure preghiera

Suffrì = soffrire, patire dolori fisici e mentali; oppure sopportare, permettere

Sufisticà = sofisticare, adulterare

Sufisticatu = sofisticato, adulterato, complicato

Sugà = sugare, succhiare, sorgere

Sugarò = pollone (giovane germoglio che si sviluppa da un ramo), ramoscello non fruttifero

Sugasse = sugarsi, succhiarsi, suggersi

Sugatu = sugato, succhiato, assorbito

Suggestio’ = suggestione, convincimento, fascino intenso, riguardo timoroso, rispetto misto a imbarazzo

Suggezzio’ = soggezione, sudditanza, riguardo timoroso

Suggirì = suggerire, rammentare a bassa voce, far venire in mente, consigliare
Suggiritu = suggerito, rammentato a bassa voce, consigliato

Suggirimendu = suggerimento

Sugheru = sughero, turacciolo

Sugnuttu = singhiozzo, singulto

Suguru = sughero

Sugusu = rugoso, succoso, pieno di sugo

Suicidà = suicidare, togliere la vita, uccidere

Suicidasse = suicidarsi, uccidersi, togliersi la vita

Suicidatu = suicidato, che si è ucciso

Suicidiu = suicidio, uccisione di sé stesso

Suisù = rampichino (uccelletto dei passeracei)

Sulitariu = solitario, che fugge la compagnia, deserto

Sulittu =soletto (lo star solo)

Sulla = erba usata come foraggio

Sultanu = sultano, sovrano nel mondo musulmano

Sulu = solo, senza compagnia, singolo

Suluzio’ = soluzione, risoluzione di un problema

Sumiju = ritratto, foto

Suo (lo) = la roba sua

Superà = superare, oltrepassare, valicare; oppure essere più bravo valente

Superatu = superato, oltrepassato,  chi o che non è più attuale o non più valido

Superbu = superbo, che ha o dimostra superbia, grandioso, imponente

Superdotatu = superdotato, iperdotato, chi ha doti superiori alla media

Superfluu = superfluo, eccessivo, eccedente, ridondante, voluttuario

Superlativu = superlativo, massimo, sommo

Supermercatu = supermercato, ipermercato, grande magazzino, centro commerciale

Superomu = superuomo, un uomo che ha o crede di avere qualità superiori a quelli degli altri e come tale si comporta

Supestiziusu = superstizioso, che crede alla superstizione, chi crede in antichi culti o credenze

Supì = sopire, addormentare, assopire, acquietare, calmare, mettere a tacere

Supinu = supino (posizione della persona che giace sul dorso col viso rivolto all’insù; oppure detto di persona che mostra accondiscendenza passiva

Supirficiale = superficiale, non profondo

Supisse = sopirsi, assopirsi, addormentarsi, quietarsi, calmarsi, zittirsi

Supitu = sopito, assopito, addormentato, acquietato, calmato, messo a tacere

Supplemendu = supplemento, aggiunta, sovrapprezzo

Supplì = supplire, provvedere a colmare una lacuna, sopperire un difetto; oppure sostituire temporaneamente qualcuno

Suppliziu = supplizio, tormento, crudele castigo corporale

Suppone = supporre, porre sotto; oppure presumere, ritenere, immaginare

Supportu = supporto, sostegno, aiuto

Suppostu = supposto, posto sotto; oppure presunto, ritenuto, immaginato

Suppricà = supplicare, pregare umilmente, chiedere con fervore e umiltà, invocare, chiedere la grazia

Suppricatu = supplicato, pregato umilmente, invocato, chiesto con fervore e umiltà

Supprime = sopprimere, abolire, annullare, uccidere, togliere di mezzo, reprimere, soffocare

Suprusu = sopruso, prepotenza, soperchieria, sopraffazione

Surbì = sorbire, bere lentamente aspirando a sorsi

Surbisse = sorbirsi, bersi lentamente qualcosa a sorsi

Surbitu = sorbito, bevuto lentamente a sorsi

Surchià = succhiare, sugare, suggere

Surchiasse = succhiarsi, sugarsi, suggersi

Surchiata = succhiata, sorso, il succhiare una volta

Surchiatu = succhiato, sugato

Surchiu = succhio, sorso

Surclassà = surclassare, sconfiggere con una schiacciante vittoria, rivelarsi notevolmente superiore

Surclassatu = surclassato, sconfitto sonoramente

Surdu = sordo, che non sente

Surdumutu = sordomuto

Surfo = zolfo

Surgelà = surgelare, congelare a bassa temperatura

Surgelasse = surgelarsi, congelarsi a bassa temperatura

Surgelatu = surgelato, congelato a bassa temperatura

Surghittu = piccolo solco

Surgu = solco

Surrescallà = surriscaldare, riscaldare eccessivamente

Surrescallasse = surriscaldarsi, riscaldarsi eccessivamente

Surrescallatu = surriscaldato, riscaldato eccessivamente

Surricitti = gnocchi

Surride = sorridere, ridere leggermente; oppure apparire favorevole o propizio, arridere

Surridese = sorridersi, scambiarsi reciprocamente i sorrisi

Surrisu = sorriso, riso leggero

Surrogà = surrogare, mettere qualcuno qualcosa al posto di un’altra, sostituire, subentrare

Surrogatu = surrogato, sostituito, messo al posto di un altro, subentrato, succedaneo

Sursu = sorso

Suru = tappo di sughero

Suscità = suscitare, far sorgere, causare, provocare

Suscitatu = suscitato, fatto sorgere, causato, provocato

Suspirà = sospirare, inspirare o espiare aria in modo lento e profondo in segno di angoscia, desiderare ardentemente

Suspiratu = sospirato, desiderato ardentemente

Suspiru = sospiro, forte desiderio

Suspittusu = sospettoso, chi è facile alla diffidenza o al sospetto

Sussidiu = sussidio, aiuto, soccorso, sovvenzione, finanziamento

Sussultà = sussultare, sobbalzare bruscamente, trasalire

Sussultu = sussulto, trasalimento, sobbalzo, movimento brusco, scossa, scatto

Sussurrà = sussurrare, dire a bassa voce, bisbigliare, dire in segreto, mormorare

Sussurratu = sussurrato, detto a bassa voce, bisbigliato, detto in segreto, mormorato

Sussurru = sussurro, suono leggero ma continuo e indistinto

Sustanziusu = sostanzioso, che ha o dà sostanza, cospicuo, consistente

Sustinutu = sostenuto, aiutato; oppure austero, contegnoso, riservato

Sustituitu = sostituito, messo al posto di un altro

Sustitutu = sostituto, che fa le veci altrui

Suttumistu = assoggettato, subordinato; oppure rispettoso, docile

Sutu = salito, andato verso l’alto

Suvversivu = sovversivo, ribelle, sedizioso, che mira a sconvolgere o rovesciare l’ordine sociale

Svagà = svagare, distrarre, divertire

Svagasse = svagarsi, distrarsi da preoccupazioni, divertirsi

Svagatu = svagato, distratto, divertito

Svagu = svago, divertimento, passatempo, piacevole distrazione

Svaligià = svaligiare, derubare, depredare, saccheggiare

Svaligiatu = svaligiato, derubato, depredato, saccheggiato

Svalutà = svalutare, deprezzare, sminuire

Svalutasse = svalutarsi, deprezzarsi, sminuirsi considerarsi da meno di ciò che veramente si è

Svalutatu = svalutato, deprezzato, sminuito, sottovalutato

Svanbà = svampare, uscire fuori emettendo vampate di calore o di vapore o di odore

Svanbatu = svampato, che ha emesso vampate di calore o di vapore o di odore, che ha sfogatoSvanbì = svaporire, svanire

Svanbitu = savampito, distratto, svagato

Svandaggià = svantaggiare, danneggiare

Svandaggiasse = svantaggiarsi, danneggiarsi

Svandaggiatu = svantaggiato, danneggiato

Svandaggiu = svantaggio, danno, posizione di netto sfavore

Svanì = svanire, perdersi nel nulla, dileguare, scomparire

Svanisse = svanirsi, perdersi nel nulla dileguarsi, annientarsi

Svanitu = svanito, perso nel nulla, dileguato, annientato

Svantaggià = svantaggiare, danneggiare qualcuno nei confronti di altri

Svantaggiatu = svantaggiato, danneggiato nei confronti di altri

Svantaggiu = svantaggio, situazione di netto sfavore

Svanzaca = svanzica, antica moneta austriaca

Svaporà = svaporare, perdere vapore, perdere odore o sapore o aroma, svanire

Svaporasse = svaporarsi, svanirsi, esaurirsi

Svaporatu = svaporato, svanito, esaurito, che ha perso odore o sapore o aroma

Svasà = svasare, togliere dal vaso, cambiare di vaso; oppure modellare qualcosa a forma di tronco conico rovesciato

Svasatu = svasato, cambiato di vaso o tolto dal vaso; oppure modellato a forma di tronco conico rovesciato

Svecchià = svecchiare, rinnovare, ammodernare

Svecchiasse = svecchiarsi, modernizzarsi, rinnovarsi

Svecchiatu = svecchiato, modernizzato, rinnovato

Sveccià = svecciare, separare il grano o orzo o altro dai semi della veccia

Svecciatore = svecciatoio, macchina per ripulire il grano o orzo o altro dopo la mietitura

Svejà = svegliare, destare dal sonno, rendere vigile e desto, eccitare, suscitare

Svejasse = svegliarsi, destarsi dal sonno, farsi furbo

Svejatu = svegliato, destato dal sonno, che si è fatto furbo

Svelà = svelare, rivelare, manifestare, palesare, scoprire, mostrare chiaramente

Svelatu = svelato, palesato, rivelato, manifestato, scoperto

Svelenà = svelenare, liberare dal veleno

Svelenasse = svelenarsi, liberarsi dal veleno, sfogare il rancore, liberarsi dall’odio e dal rancore

Svelenatu = avvelenato, liberato dal veleno, liberato dall’odio e dal rancore, che ha sfogato il proprio rancore

Svenà = svenare, far uscire il sangue, privare qualcuno tutto ciò che ha, sostenere grandi sacrifici

Svenasse = svenarsi, darsi la morte tagliandosi le vene; oppure sostenere grandi sacrifici o grandi spese

Svenatu = svenato, morto col tagliarsi le vene; oppure chi ha perso quasi tutto quello che aveva

Svendà = sventare, far fallire, rendere vano

Svendajà = sventagliare, agitare il ventaglio, fare aria con il ventaglio, disporre a ventaglio, sparare a ventaglio

Svendajatu = sventagliato, disposto a ventaglio

Svendatu = sventrato, fatto fallire, reso vano

Svendola = grosso scapaccione, colpo violento

Svendolà = sventolare, fare vento, dare aria, ondeggiare per il vento

Svendolata = sventolata, lo sventolare, lo sventolarsi un po’

Svendolatu = sventolato, mosso dal vento

Svendrà = sventrare, sviscerare, togliere il ventrame, uccidere ferendo il ventre, demolire

Svendrasse = sventrarsi, ferirsi gravemente al ventre                                                                                                                                                                                                 

Svendratu = sventrato, sviscerato, privato delle viscere, ucciso ferendo il ventre, demolito

Svendura = sventura, malasorte, sorte avversa

Svenduratu = sventurato, colpito da sventura, perseguitato dalla sventura, sciagurato, scellerato

Svenne = svendere, vendere ad un prezzo inferiore al costo

Sverdezza = sveltezza, prontezza di intelligenza, azione pronta e lesta

Sverdo = tutte le furbizie o tutta l’intelligenza (“tutto lo sverdo ce l’hai tu !” = capisci solo tu !)

Sverdu = svelto, furbo, astuto

Svergà = svergare, bastonare con la verga

Svergatu = svergato, bastonato con la verga

Sverginà = sverginare, togliere la verginità, incominciare ad usare, usare una cosa per la prima volta

Sverginasse = sverginarsì, perdere la verginità

Sverginatu = sverginato, che ha perso la verginità, usato per la prima volta

Svergognà = svergognare, far vergognare qualcuno rimproverandolo pubblicamente, rivelare la vera natura di qualcuno

Svergognatu = svergognato, ricoperto di vergogna, smascherato

Svernà = svernare, uscire dall’inverno, superare l’inverno

Svettà = svettare, ergersi con la cima, spiccare, elevarsi sopra gli altri, primeggiare, eccellere

Svettatu = svettato, privato della cima

Svezzà = svezzare, fare perdere l’abitudine o il vizio

Svezzasse = svezzarsi, perdere l’abitudine o il vizio

Svezzatu = svezzato, che ha perso l’abitudine o il vizio

Svià = svegliare, far perdere la direzione, distogliere, allontanare, corrompere

Sviasse = sviarsi, allontanarsi dalla via consueta, allontanarsi dalla via del bene

Sviatu = sviato, che ha perso la giusta direzione o la giusta strada, chi si è allontanato dalla via del bene

Svicolà = svicolare, scantonare, svignarsela, andarsene

Svicolatu = svincolato, fuggito, che se ne è andato

Svignà = fuggire, andarsene in fretta o di nascosto

Svignassela = andar via, scappare furtivamente ed in fretta

Svignatu = fuggito, chi è scappato in fretta e di nascosto

Svigurì = svigorire, indebolire

Svigurisse = svigorirsì, indebolirsi

Sviguritu = svigorito, indebolito

Sviju = sveglio, attento, pronto, vigile

Sviju = sveglio, pronto, vigile

Svilì = svilire, svalutare, deprezzare

Svilisse = svilirsi, svalutarsi, deprezzarsi

Svilitu = svilito, svalutato, deprezzato

Sviluppà = sviluppare, far progredire, farà aumentare, crescere

Sviluppasse = svilupparsi, acquistare la forma definitiva, evolversi, aumentarsi

Sviluppatu = sviluppato, cresciuto, formato

Sviluppu = sviluppo, espansione, aumento, crescita, svolgimento

Svinà = travasare il vino nuovo per purificarlo e metterlo in botte

Svingiu = di traverso

Svingolà = svincolare, liberare da un vincolo, sottrarre

Svingolasse = svincolarsi, liberarsi da un vincolo, affrancarsi, sottrarsi

Svingolatu = svincolato, liberato da un vincolo, affrancato, sottratto

Svingulu = svincolo, liberazione, affrancamento; oppure strade di collegamento all’autostrada

Svinì = svenire, perdere i sensi, venir meno, cadere in deliquio

Svinimendu = svenimento, temporanea perdita di coscienza

Svinisse = svenirsi, perdere i sensi o la coscienza, cadere in deliquio

Svinnutu = svenduto, venduto ad un prezzo inferiore al costo

Svinutu = svenuto, che temporaneamente ha perso coscienza, caduto in deliquio

Sviolinà = sviolinare, trattare con adulazione o lusinghe sfacciate

Svirdì = rendere più svelto, più snello, più disinvolto

Svirdisse = diventare più svelto, più snello, più disinvolto

Svirditu = diventato più svelto, più snello, più disinvolto

Svirgolà = svirgolare, sbagliare

Sviscerà = sviscerare, sventrare; oppure studiare o indagare o esaminare a fondo

Svisceratu = sviscerato, sventrato; pure studiato o indagato o esaminato a fondo; oppure appassionato, veemente

Svistì = svestire, spogliare, togliere qualcosa

Svistisse = svestirsi, spogliarsi, ed togliersi qualcosa

Svistitu = svestito, spogliato

Svità = svitare, togliere le viti, disunire

Svitasse = svitarsi, allentarsi, disunirsi

Svitatu = svitato, allentato, disunito; oppure persona sconclusionata o stramba o stravagante o bizzarra

Sviulinata = discorso fatto per adulare qualcuno

Svizzuru = svizzero svizzero

Svogne = togliere l’unto

Svojatura = assaggio di un cibo fatto dalla donna incinta

Svojià = spogliare, togliere o perdere la voglia o il desiderio o la passione

Svojiasse = svogliarsi, perdere la voglia o il desiderio o la passione

Svojiatu = svogliato, chi ha perso la voglia o il desiderio o la passione

Svolacchià = svolazzare, volare qua e là senza una direzione

Svolazzà = svolazzare, volare ora qua ora là senza direzione, essere mosso dal vento

Svolazzatu = svolazzato, che è volato ora qua ora là senza direzione, mosso dal vento

Svolazzu = ciò che svolazza, il lembo svolazzante di una veste, ornamento eccessivo

Svolge = svolgere, distendere, liberare, sciogliere, spiegare, eseguire

Svolgese = svolgersi, liberarsi, sciogliersi, distendersi, spiegarsi

Svolgimendu = svolgimento, lo svolgersi, sviluppo; oppure trattazione di un tema scolastico

Svoltu = svolto, liberato, sciolto, disteso, spiegato; oppure trattato (detto di un tema o di un argomento)

Svorda = svolta, mutamento importante, curva di una strada

Svordà = svoltare, mutare direzione, piegare verso una data parte, curvare

Svordata = svoltata, curva, svolta

Svutà = svuotare, togliere tutto il contenuto

Svutasse = svuotarsi, perdere tutto il contenuto

Svutatu = svuotato, che ha perso tutto il contenuto; oppure persona che non ha più voglia o stimoli per agire

Svutu = svuoto, privo di contenuto, che non ha nulla dentro

Posted in DOCUMENTI, LUOGHI, Notizie Recenti, PERSONE | Tagged , , , | Leave a comment

VOCABOLARIO lettera R, DIALETTO DI TIPO FERMANO A BELMONTE PICENO studiato da Vesprini Albino

Lessico vernacolo lettera R   Belmonte Piceno

R

Rabbinà = raccogliere

Rabbinu = chi cerca di prendere ogni cosa con abilità e astuzia

Rabbiusu = rabbioso, sdegnoso, iroso, furioso

Rabbocatu = riempito fino all’orlo

Rabboccà = riempireun recipiente fino all’orlo

Rabbrividitu = rabbrividito, che ha avuto paura, inorridito

Racà = avere il sapore aspro, acido e piccante

Racchio’ = brutto e sgraziato

Racchiu = rachitico, rinsecchito, sgraziato, misero deforme, deperito, brutto

Racchiude = racchiudere, rinchiudere, appartare; oppure contenere, custodire, implicare

Racchiudese = racchiudersi, rinchiudersi, appartarsi

Racchiusu = racchiuso, rinchiuso, appartato

Raccoje = raccogliere, levare, sollevare, prendere i frutti della terra, radunare, mettere insieme

Raccoltu = raccolto, dignitoso, concentrato

Raccota = raccolta

Raccu = rantolo del moribondo

Raccundu = racconto

Rachitichu = rachitico, stentato, misero

Racì = piccolo grappolo d’uva

Racimolà = racimolare, raggranellare, mettere insieme con fatica

Racimolatu = racimolato, raggranellato, messo insieme con fatica

Raciotta = cosa senza valore, insignificante; oppure rimasugli della quagliatata quando si fa il formaggio

Raciottella = minuzia

Raciunu = grappolo d’uva

Radu =  rado, che non ha compattezza o spessore, non compatto, non fitto, non frequente

Radunà = radunare, raccogliere, ammassare, accumulare

Radunasse = radunarsi, ritrovarsi insieme, ammassarsi

Radunu = raduno, il ritrovarsi insieme

Rafaè = Raffaele

Rafana = mucchio di neve fatto dal vento

Raffia = rafia: fibra tessile; steli di paglia intrecciati

Rafreddo’ = raffreddore

Raganella = raucedine, catarro in gola; oppure piccola rana

Ragano’ = grossa raucedine con alterazione dei toni della voce

Raganusu = rauco, affetto da raucedine

Ragazzu = ragazzo, giovincello

Raggera = raggiera

Ragghiogne = ricongiungere, riunire

Ragghiognese = ricongiungersi, riunirsi

Ragghiundu = ricongiunto, riunito

Ragghju = raggio, l’ambo; oppure parte centrale dell’alveo ove più forte è la corrente dell’acqua

Raggiru = raggiro, inganno, circonvenzione

Raggiu = raggio, fascio di luce, barlume

Ragguajiu = ragguaglio, raffronto, comparazione

Ragionà = ragionare, usare la ragione per riflettere o discorrere o argomentare con rigore logico, considerare, riflettere

Ragnu = ragno

Ragnulu = ragno

Ragunu = ramarro; oppure detto di persona evidentemente troppo gialla in viso

Rajà = ragliare, emettere un raglio, cantare sgradevolmente

Rajo’ = ragione, argomentazione, prova

Rajonà = ragionare, discorrere

Rajonamendu = ragionamento

Raju = raglio, canto disarmonico

Rajudu = aiuto vicendevole fra vicini nei più pesanti lavori aglicoli (raccolta del fieno, grano, granoturco, uva, oliva etc.)

Rama = ramo, settore, branca, specialità

Ramajolu = ramaiolo

Ramata (acqua) = acqua in cui è stato s ciolto il solfato di rame

Ramato = solfato di rame

Rambazzu = grappolo d’uva

Rambicande = rampicante

Rametta = ramoscello

Ramificà = magnificare, produrre rami

Ramificasse = ramificarsi, biforcarsi, articolarsi in vari ambiti

Ramificatu = ramificato, biforcato, articolato in vari ambiti

Ramina = vaso di rame con lungo manico per prelevare mosto cotto bollente dalla caldaia

Raminella = bacinella di rame

Ramingu = ramingo, errabondo, errante, chi va errando senza fermarsi o senza meta, ramingo, vagabondo

Ramittu = rametto

rammentare, ricordare, richiamare alla memoria, menzionare

Rammullitu = rammollito, persona di scarso carattere

Ramu = ramo, settore, branca, specialità

Ranba = rampa di scale, piano inclinato per il lancio, salita ripida;oppure zampa artigliata

Ranbata = colpo di rampa di un animale; oppure quanto può essere preso furtivamente con una mano; oppure tratto di strada in salita

Ranbeco’ = rampone, arpione

Ranbì  = piccolo ferro ad uncino

Ranbichì = rampichino, ragazzo molto vivace

Ranbittu = arpione per tirare fuori dal terreno le bietole

Ranbo’ = rampone (fiocina grande ad ali lunghe taglienti e snodate); pure attrezzo agricolo per raccogliere il fieno

Rancurusu = rancoroso, che cova o serba rancore, che manifesta rancore

Randagiu = randagio, che va vagando senza meta, errante, ramingo, vagabondo

Randellu = randello, bastone piuttosto grosso e nodoso, mazza

Randulu = rantolo, respiro ansimante degli agonizzanti

Randurcà = terreno coltivato a granoturco

Randurco = granoturco

Rangecore = sentire sapore di rancido nella gola

Rangiata = aranciata, succo di arancia più acqua e zucchero

Rangichittu = bambino emaciato, malnutrito, poco cresciuto

Rangicume = rancidume

Rangiu = rancio (pasto dei soldati o marinai)

Rangiucu = rancido; oppure bambino malaticcio, assai magro o poco cresciuto

Rangu = rango, importanza, qualità, valore, schiera; oppure grado, ceto, classe, ordine

Rapà = rapare, tagliare i capelli fino al cuoio capelluto

Rapasse = raparsi, tagliarsi i capelli fino al cuoio capelluto

Rapatu = rapato, che porta i capelli tagliati fino al cuoio capelluto

Rapì = rapire, portar via forza o con la frode

Rapidu = rapido, veloce, celere, svelto, pronto

Rapimendu = rapimento (atto di chi sottrae o trattiene qualcuno con la forza o inganno)

Rapinà = rapinare, derubare con forza o con frode, estorcere

Rapinatu = rapinato, derubato con forza o con frode, estorto

Rapinu = persona che cerca sempre di prendere con forza o astuzia

Rapitu = rapito, portato via a forza o con la frode

Rarefà = rarefare, rendere meno denso o più rado

Rarefasse = rarefarsi, diventare più rado, diradare

Rarefattu = rarefatto, divenuto più rado, diradato, meno frequente

Raretà = rarità, cosa singolare

Raru = raro, poco comune, infrequente, rado

Rasà = rasare, tagliare i peli col rasoio, pareggiare togliendo le sporgenze, livellare

Rasasse = rasarsi, tagliarsi i peli con il rasoio

Rasata = rasata (operazioni di spuntatura della cima delle piante)

Rasatu = rasato, livellato, senza capelli perché tagliati col rasoio

Raschià = raschiare, fregare con forza per spianare, levigare una superficie; oppure sfiorare, passare vicinissimo

Raschiarella = rasiera, raschietto per togliere il fango o altro

Raschiarola = bastoncino di legno con cui si radeva la “quarta” colma di grano

Raschiasse = raschiarsi la gola per liberarla dal catarro; sfiorarsi correndo il rischio di toccarsi

Raschiata = raschiata, il raschiare una sola volta ed in fretta

Raschiatu = raschiato, trattato, levigato, ripulito

Raschittu = raschietto

Rascia = ragia, gromma ,pellicola sul fondo delle botti o dei recipienti, feccia; oppure la parte peggiore della società

Rasendà = rasentare, passare molto vicino, sfiorare

Rasendasse = rasentarsi, sfiorarsi

Rasendatu = rasentato, sfiorato

Rasende = rasente, vicinissimo

Raso = raso, privo di sporgenze

Raso’ = rasoio

Rasoiu = rasoio

Rasora = operazione di spuntatura delle piante

Raspà = raspare, togliere le disuguaglianze con la raspa

Raspatu = raspato,  livellato con la raspa

Raspo = malattia contagiosa dei conigli

Raspu = ciò che resta un grappolo d’uva senza acini

Rassegnazio’ = rassegnazione, pazienza, sopportazione, disposizione d’animo di chi è pronto ad accettare a malincuore la volontà altrui

Rasu = pieno ma non colmo

Ràtaca = radice

Ratecà = mettere radici nella terra, attecchire

Ratecasse = mettere radici nella terra, attecchire

Ratecatu = che ha messo radici nella terra, attecchito

Raticciu = graticcio, grosso recipiente tessuto con canne o vimini; stuoia di vimini o canne per seccare frutta o allevare bachi da seta

Raticola = graticola (piccola grata usata in cucina per cuocere carni)

Raticolata = grigliata di carne o pesce o altro cotto sulla graticola

Rattattuja = disordine, confusione, pigia pigia

Raviolu = raviolo (pasta all’uovo con ripieno di verdura, ricotta, carne o altro)

Razio’ = orazione, funzione religiosa del pomeriggio; oppure porzione, parte spettande di una cosa

Razzolà = razzolare, raspare in terra come i polli, frugare, rovistare, raccogliere qua e là

Razzu = razzo

Rbastà = bastare, essere sufficiente

Rbatte  = ribattere, battere più volte, controbattere, confutare, contraddire, replicare, riscrivere a macchina

Rbattutu = ribattuto, rintuzzato, battuto più volte, contraddetto, computato, riscritto a macchina

Rbé = bere di nuovo

Rbinidì = benedire di nuovo

Rbinidittu = benedetto di nuovo

Rbitu = detto di persona molto magra

Rboje = ribollire, tumultuare, fremere, palpitare

Rbollà = inchiodare di nuovo, suggellare di nuovo, affrancare di nuovo

Rbollatu = inchiodato di nuovo, suggellato di nuovo, affrancato di nuovo

Rbujì = ribollire, bollire di nuovo; oppure fremere per la rabbia, palpitare

Rbujtu = ribollito, alterato per scarsa essiccazione

Rbuttà = ributtare, gettare di nuovo indietro, respingere con forza, suscitare ribrezzo; oppure vomitare

Rbuttatu = ributtato, gettato di nuovo o indietro, respinto con forza; oppure vomitato

Rbuttì = abortire

Rcacà = dover defecare, perdere

Rcaccià = ricacciare, mandare via, respingere di nuovo, tirare fuori

Rcacciatu = ricacciato, mandato via, respinto di nuovo, tirato fuori

Rcacciatura = giovane germoglio che si sviluppa da un ramo, rampollo

Rcalà = scendere di nuovo, diminuire

Rcalatu = sceso di nuovo, diminuito

Rcambià = ricambiare, contraccambiare, restituire

Rcambiasse = ricambiarsi, cambiarsi di nuovo, scambiarsi; pure sostituirsi i vestiti

Rcambiatu = ricambiato, cambiato di nuovo, scambiato; oppure chi ha sostituito i propri vestiti

Rcandà = ricantare, cantare di nuovo, ripetere

Rcapà = sbucciare un frutto, scegliere una cosa tra tante

Rcapasse = sbucciarsi un frutto; oppure emanciparsi, evolversi, ingentilirsi

Rcapata = scelta, recuperata fra tante cose, ripulita

Rcapatu = sbucciato, scelto fra tante cose; oppure emancipato, evoluto, ingentilito

Rcapatura = sceltume, cosa scelta e ripulita

Rcapé = trovare posto

Rcapezzà = raccapezzare, raccogliere

Rcapì = ricapire, raccapezzare, distinguere

Rcapità = ricapitare, venire alla mano, ripresentare

Rcapitolatu = ricapitolato, riassunto, riepilogato

Rcargà = ricaricare, ridare nuove energie, ripristinare la carica elettrica

Rcargatu = ricaricato, rifornito di nuove energie, ricaricato con carica elettrica

Rcaricà = ricaricare, caricare di nuovo, dare nuova energia, effettuare un ricarico

Rcaricasse = ricaricarsi, caricarsi nuovamente; oppure riprendere energia, rinvigorirsi

Rcaricatu = ricaricato, caricato di nuovo, che ha ripreso vigore

Rcarregghià = trasportare il grano dei campi sull’aia per la trebbiatura

Rcarregghiatu = trasportato

Rcascà = ricadere, cascare di nuovo, tornare ad avere bisogno di una persona

Rcascacce = ricaderci, tornare ad avere bisogno di una persona

Rcascatu = ricaduto chi è cascato di nuovo, tornato ad avere bisogno di una persona

Rcazà = rincalzare rinforzare, fortificare, accogliere terra intorno al fusto di una pianta

Rcazatu = rincalzare, fortificato, rinforzato

Rchiamà = richiamare, riprendere, rimproverare

Rchiamasse = richiamarsi

Rchiamatu = richiamato, ripreso, rimproverato

Rchiede = richiedere, chiedere di nuovo, chiedere in restituzione, esigere, pretendere

Rchiestu = richiesto, chiesto in restituzione; oppure ricercato, ha apprezzato

Rchiude = richiudere, segregare

Rchiudese = rinchiudersi, segregarsi, appartarsi

Rchiusu = rinchiuso, segregato, appartato

Rcoce = ricuocere, cuocere di nuovo o a lungo

Rcoje = raccogliere, sollevare, prendere i frutti della terra, radunare, mettere insieme

Rcolà = rifondere, risanare, far rinascere

Rcolatu = diffuso, risanato, fatto rinascere

Rcollocà = ricollocare, collocare di nuovo, rimettere al suo posto

Rcollocasse = ricollocarsi, collocarsi di nuovo, rimettersi al proprio posto

Rcollocatu = ricollocato, collocato di nuovo, rimesso al proprio posto

Rconbone = ricomporre, rimettere insieme, riordinare, ricostruire

Rconbostu = ricomposto, rimesso insiene, riordinato, ricostruito

Rconbrà = ricomperare, riscattare, recuperare

Rconbrasse = ricomperarsi, riscattarsi, recuperarsi

Rconbratu = ricomperato, riscattato, recuperato

Rcondà = ricontare, contare di nuovo

Rcondatu = ricontato, con tanto di nuovo

Rconfermà = riconfermare, dichiarare di nuovo, rafforzare

Rconfià = rigonfiare, aumentare di volume o di livello

Rconfiasse = rigonfiarsi, aumentare di volume o di livello

Rconfiatu = rigonfiato, aumentato di volume o di livello

Rconfrondà =  confrontare, paragonare

Rconfrondasse = confrontarsi, essere eguale, paragonarsi

Rconfrondatu = confrontato, paragonato

Rcongiundu = ricongiunto, riunito

Rcongiunge = ricongiungere, riunire

Rconnette = riconnettere, ricollegare; oppure essere ancora in grado di ragionare, ricordare ecc.

Rconosce = riconoscere, individuare, identificare, ammettere

Rconoscese = riconoscersi, identificarsi, mettere la propria innocenza o colpevolezza

Rconquistà = riconquistare, conquistare di nuovo, recuperare ciò che era perduto

Rconquistatu = riconquistato, conquistato di nuovo, recuperato

Rconsegnà = riconsegnare, consegnare di nuovo, restituire

Rconsegnatu = riconsegnato, consegnato di nuovo, restituito

Rconzolà = riconfortare, rincuorare

Rconzolasse = consolarsi, rincuorarsi

Rconzolatu = riconfortato, rincuorato

Rcopertu = ricoperto, cosparso

Rcopià = ricopiare

Rcopiatu = ricopiato

Rcorgà = coricare, mettere a terra, piegare a terra, allettare

Rcorgasse = coricarsi, mettersi a terra, piegarsi a terra, allettarsi (detto del grano quando si alletta per la pioggia o il vento)

Rcorgatu = coricato, messo a terra, piegato a terra, allettato

Rcota = raccolta (di fieno, grano, mais ecc.)

Rcottu =ricotto, cotto di nuovo o a lungo

Rcotu = raccolto; oppure dignitoso, composto, concentrato

Rcresce = ricrescere, aumentare di volume

Rcrisciutu= cresciuto di nuovo, aumentato di volume

Rcujiticcio = raccogliticcio

Rcumingià = ricominciare, cominciare di nuovo, riprendere a dire o a fare

Rcumingiatu = ricominciato, cominciato di nuovo

Rcunfiu = rigonfio, gonfio, tumido

Rcunusciutu  = riconosciuto, individuato, identificato

Rcuprì = ricoprire, nascondere, celare, occultare; oppure esercitare un incarico

Rcuprisse = ricoprirsi, nascondersi, celarsi, occultarsi

Rcuscì = ricucire, cucire di nuovo, rammendare, su turare, ricomporre

Rcuscitu = ricucito, cucito di nuovo, rammendato,

Rcuscitura = ricucitura

Rcutura = raccolto, raccoglitura

Rdà = ridare, restituire, rendere; oppure riaversi, ripigliare i sensi

Rdà razza = portare un animale alla monta

Rdà ssu = riaversi, riprendersi finanziariamente o moralmente

Rdacce = ribattere sullo stesso argomento, ripetere

Rdacquà = annaffiare di nuovo

Rdasse = riaversi, ripigliare i sensi

Rdatu = riavuto, che ha ripigliato i sensi

Rdemoniu = demonio

Rdì = ridire, ripetere, riferire; oppure obbiettare, criticare, commentare, esprimere riserve

Rditto = ridetto, ripetuto, riferito

Rdivendà = ridiventare, diventare di nuovo

Rdivendatu = diventato di nuovo

Rdomannà = domandare di nuovo

Rdunà = riunire, radunare più persone nello stesso luogo

Rdunasse = radunarsi in un determinato luogo

Rdunatu = radunato in un determinato luogo

Reale = leale, sincero

Realizzà = realizzare, rendere reale, fare, produrre, attuare, guadagnare

Realizzasse = realizzarsi, attuare concretamente le proprie aspirazioni

Realizzatu = realizzato, reso reale, fatto, prodotto, attuato, guadagnato; pure chi ha attuato le proprie aspirazioni

Reazio’ = reazione

Recchia = orecchio

Recchia de peco = orecchio di pecora (pianta erbacea)

Recchio’ = uomo orecchiuto, orecchione, somaro; oppure pederasta, omosessuale

Recetà = recitare

Reciata = recita

Recide = recidere, troncare, tagliare, interrompere, mozzare, amputare
Recidese = recidersi, troncarsi, di interrompersi, mozzarsi, amputarsi

Recidivu = recidivo, chi ripete più volte lo stesso errore

Recisu = reciso, troncato, tagliato, interrotto, mozzato, amputato

Recità = recitare, dire ad alta voce, raccontare, narrare

Recitatu = recitato, raccontato, narrato

Reconoscenza = riconoscenza

Recramu = reclamo

Redditu = reddito, guadagno, entrata

Redendo’ = redentore

Redenzio’ = redenzione

Redùce = ridurre, far diventare; oppure diminuire, calare, decurtare

Redùcese = ridursi, diventare

Refece = orefice

Refo = refe, filato ritorto di lino, canapa o altro

Regà = ragazzo

Regaje = frattaglie di pollo, interiora e cresta del pollo

Regazzu = ragazzo

Regge = reggere, tenere, sopportare, sostenere, resistere, guidare, governare, dirigere

Reggese = reggersi, stare o tenersi in piedi, dominarsi, controllarsi

Reggipettu = reggipetto

Reginà = Reginaldo

Regio’ = regione

Regnà = regnare, avere il potere o dominio, dominare, governare

Regnaca = un tantino, pochissimo

Regnu = regno, regno di Napoli

Reguardu = riguardo

Reguardusu = riguardoso, cauto, prudente

Regulu = drago delle novelle popolari, serpentello

Rèlla = raschiatoio per l’aratro costituito da un raschietto posto in cima ad un lungo manico

Reloggiu = orologio

Remà = remare, vogare

Remedià = rimediare, trovare, procurarsi

Remmullì = ammollire, far diventare molle, infiacchire

Remu = remo

Remunerà = remunerare, ricompensare, ripagare, rendere, dare

Remuneratu = remunerato, ricompensato, ripagato

Rena = rena, sabbia

Renà = Renato

Rende = rendere, restituire, ridare, riconsegnare; oppure fruttare, produrre

Rendicondu = rendiconto, esposizione orale o scritta dei conti, resoconto, consuntivo, rapporto, nota

Renga = aringa (pesce); oppure persona eccessivamente magra

Renu = rene

Repartu = reparto, ripartizione, settore, unità, gruppo

Reparu = riparo

Repertoriu = repertorio, registro, indice, insieme delle opere di un autore, insieme di lavori teatrali

Replicà = replicare, eseguire di nuovo, ripetere; oppure obbiettare, ribattere, controbattere

Replicatu = replicato, ripetuto, eseguito nuovamente

Repressu = represso, contenuto, frenato, dominato, domato, trattenuto, impedito, stroncato, soffocato

Reprime = reprimere, contenere, frenare, dominare, domare, trattenere, impedire, stroncare, soffocare

Repubbraca = Repubblica

Reputà = reputare, stimare, considerare, giudicare, credere, ritenere

Reputasse = reputarsi, stimarsi, considerarsi, giudicarsi, credersi, ritenersi

Reputatu = reputato, considerato, stimato, giudicato, ritenuto

Reputazio’ = reputazione, opinione, stima, considerazione, giudizio, fama, nomea

Requemeterna = requiem aeternam

Resconsabbile = responsabile, cosciente, che deve rendere conto del proprio operato, garante delle azioni proprie e altrui

Resconzabbilità = responsabilità

Resiste = resistere, sopportare con forza e pazienza, reggere

Resistende = resistente, che ha forze per resistere

Respettà = rispettare, dimostrare la propria stima; oppure adempiere

Respettasse = rispettarsi, provare reciproco rispetto

Respettatu = rispettato, stimato, ossequiato, riverito, considerato

Respettu = rispetto, sentimento di deferenza, stima, considerazione

Responsu = responso, risposta, risposta solenne di un oracolo, giudizio del campo di gara

Restà = restare, rimanere, stare ancora, continuare a stare

Restatu = restato, rimasto, che è stato ancora, che ha continuato a stare

Reste = Oreste

Retaggiu = retaggio, eredità, patrimonio, eredità spirituale

Reticolatu = reticolato, intreccio a forma di reticolo; oppure campo recintato per prigionieri di guerra

Reto = dietro

Retornu = ritorno

Retta = terreno coltivato a spese del padrone con operai avventizi; oppure ascoltare, eseguire i consigli

Rettificà = rettificare, correggere, migliorare, rifinire

Rettificasse = rettificarsi, correggerci, migliorarsi, rifinirsi

Rettificatu = rettificato, corretto, migliorato, rifinito

Rettifilu = rettifilo

Rettilineu = rettilineo

Rettu = retto, dominato, guidato, governato, tenuto in piedi; oppure leale, onesto, giusto

Reumatismu = reumatismo (infiammazione dolorosa dei muscoli e delle articolazioni)

Revorvere = revolver, pistola a tamburo

Rfà = rifare, fare di nuovo, imitare, contraffare; oppure compensare, indennizzare

Rfacce = ripetere un’azione, fare il bis

Rfallì = fallire di nuovo

Rfallitu = fallito di nuovo

Rfascià = fasciare di nuovo

Rfasciasse = fasciarsi di nuovo

Rfasciatu = fasciato di nuovo

Rfasse = rifarsi, riordinarsi, rassettarsi; oppure prendersi la rivincita

Rfattu = persona rozza e grossolana, che arricchitasi, ostenta modi da gran signore; oppure che ha preso la rivincita

Rfiatà = rifiatare, respirare, avere un po’ di riposo

Rficcà = ficcare di nuovo, far entrare con forza, cacciare, infilare

Rficcasse = mettersi, cacciarsi, infilarsi, andare a finire

Rficcatu = ficcato di nuovo, cacciato, fatto entrare con forza, infilato, andato a finire

Rfijà = fare di nuovo altri figli

Rfijasse = fare di nuovo altri figli

Rfischià = fischiare di nuovo

Rfischiacce = tornare sull’argomento

Rfischiacce = tornare sull’argomento

Rfiurì = rifiorire, tornare a fiorire, riprendere vigore, ravvivare

Rfiurisse = rifiorirsi, rinvigorirsi, ravvivarsi

Rfiuritu = rifiorito, rinvigorito, ravvivato

Rfoderà = ricoprire nuovamente con un fodero

Rfoderatu = ricoperto nuovamente con un fodero
Rghiogne = ricongiungere, ricollegare

Rghì = tornare, ritornare

Rghirà = rigirare, imbrogliare, convincere

Rghirasse = rigirarsi, convincersi

Rghiratu = recitato, convinto, imbrogliato

Rghissene = tornarsene, ritornarsene

Rghitu = tornato, ritornato

Rghiuntu = ricongiunto, ricollegato

Rgirà = rigirare, girare di nuovo, guardare indietro

Rgirasse = rigirarsi, girarsi di nuovo, guardare indietro

Rgiratu = recitato, girato di nuovo, che ha guardato indietro

Rgonfià = dilatare con il fiato o gas, aumentare

Rgonfiasse = dilatarsi con aria o gas; oppure insuperbirsi, inorgoglirsi

Rgonfiatu = dilatato con  aria o gas; oppure insuperbito, inorgoglito

Rguadagnà = guadagnare, guadagnare di nuovo, recuperare, riacquistare

Rguadagnasse = riguadagnarsi

Rguadagnatu = riguadagnato, guadagnato di nuovo, recuperato, riacquistato

Rguardà = riguardare, guardare di nuovo, guardare attentamente; oppure preservare, custodire con cura e attenzione

Rguardasse = riguardarsi, avere cura della propria salute

Rguardatu = riguardato, guardato di nuovo, guardato attentamente; pure chi a cura della propria salute

Rguarì = guarire

Rguarisse = guarirsi

Rguaritu = guarito

Rguastà = guastare una cosa fatta, mandare in rovina

Rguastasse = guastarsi, rovinarsi, andare in rovina

Rguastatu = guastato di nuovo, rovinato, andato in rovina

Rgunfiu = rigonfio, tumido, tutto pieno

Riabbilità = riabilitare, reintegrare, restituire onore e stima qualcuno; oppure ripristinare, rendere di nuovo efficiente

Riabbilitasse = riabilitarsi, riscattarsi, rendersi nuovamente degno di stima e di onore

Riabbilitatu = riabilitato, riscattato, reintegrato, di nuovo considerato degno di onore e stima

Riabbraccià = riabbracciare, rivedere di nuovo

Riabbracciasse = riabbracciarsi, arrivederci di nuovo

Riabbracciatu = riabbracciato, rivisto dopo tanto tempo

Riaggancià = riagganciare, agganciare di nuovo, riavvicinare in corsa altro concorrente che era avanti

Riagganciasse = riagganciarsi, avvicinarsi ad altro concorrente in corsa che era avanti

Riagganciatu = riagganciato, agganciato di nuovo, ravvicinato ad altro concorrente in corsa che era avanti

Riarsu = riarso, bruciato dal fuoco, secco per eccessiva aridità

Riarzu = rialzo, aumento, incremento, rincaro; pure prominenza del terreno, sporgenza

Riavuta = rivincita

Ribattinu = ribattino, rivetto (chiodo per unire lamiere o altro infilato nel buco e poi ribattuto)

Ribrezzu = ribrezzo, brivido causato dal senso di schifo o orrore

Ricavu = ricavo, utile, guadagno

Riccà = Riccardo

Ricchì = orecchini

Ricchinella = orecchino

Ricchiù = orecchioni, parotite epidemica

Ricci = trucioli di legno

Riccia = velo che ricopre il fegato del suino; oppure qualità di insalata

Ricciara = mucchio di ricci delle castagne coperto di foglie

Riccittu = riccetto

Ricciu = riccio, ciocca di capelli, oggetto a forma di spirale, truciolo; oppure piccolo mammifero rivestito di aculei (porcospino, istrice)

Riccu = ricco, fornito di molti beni o denari, danaroso, lussuoso, sfarzoso, ingente, notevole

Richiamu = richiamo

Ricindatu = recintato, chiuso dentro un recinto
Ricompenza = ricompensa, ciò che si dà o si riceve in cambio di un servizio

Ricindu = recinto, spazio delimitato da mura, siepi, steccati o altro

Ricivimendu = ricevimento

Ricivuta = ricevuta, dichiarazione scritta che si rilascia ricevimento di una cosa

Ricordu = ricordo, richiamo alla mente

Ricottà = venditore di ricotta

Ricoveru = ricovero

Ricurdinu = ricordino, oggettino donato per ricordare qualcuno o qualcosa; oppure cartoncino con fotografia e dedica per ricordare persona scomparsa

Ridarellu = ridarello, chi abitualmente è atteggiato al sorriso

Ride = ridere, mostrare allegria, brillare,

Ridiculu = ridicolo, buffo, comico, che fa ridere

Ridinzio’ = redenzione

Riduttu = ridotto, che si ritrova in una condizione diversa generalmente peggiore

Riffe e raffa = in qualsiasi modo

Rifressio’ = riflessione

Rifugiu = rifugio

Rigà = solcare, incidere; oppure comportarsi correttamente (rigare dritto)

Rigagnulu = rigagnolo, ruscelletto, rivolo

Rigatu = rigato, solcato, inciso

Riggimendu = reggimento

Righetta = Enrichetta

Righetto = Enrichetto

Rigidu = rigido, duro, non elastico, non deformabile

Rigina = Regina

Riginà = Reginaldo

Rigino = ricino

Rigirà = rigirare, voltare

Rigirasse = rigirarsi, voltarsi

Rigiratu = Ri girato, voltato

Rigistrà = registrare, scrivere in un registro, annotare; oppure mettere a punto, regolare

Rigistru = libro, quaderno in cui si prende nota

Rigniculu = suddito del regno di Napoli

Rigo = Enrico

Rigogulu = rigogolo (uccello)

Riguardu = riguardo, cura, attenzione, cautela; oppure relazione, attinenza

Riguardusu = riguardoso, cauto, prudente, rispettoso

Rigujusu = rigoglioso, pieno di vigore

Rigulizia = liquirizia

Rigurusu = rigoroso, preciso, scrupoloso, inflessibile, rigido

Rigurusu = rigoroso, rigido, severo, inflessibile

Riligio’ = religione

Riligiusu = religioso

Rimanende = rimanente, restante, avanzante

Rimasuju = rimasuglio, avanzo, residuo

Rimediatu = rimediato, trovato, procurato

Rimiscio’ = remissione, perdono

Rimo’ = Raimondo

Rimondà = rimontare, montare di nuovo; oppure recuperare un distacco

Rimondatu = rimontato, montato di nuovo; oppure che ha recuperato un distacco

Rimondo = Raimondo

Rimorsu = rimosso, tormento, cruccio

Rinà = orinale (recipiente usato per orinare)

Rinale = orinale, vaso da notte (piccolo recipiente utilizzato per raccogliere le urine nella camera da letto durante la notte)

Rinardo = Rinaldo

Rindicondu = rendiconto, resoconto, consuntivo

Rindiera = ringhiera, parapetto
Rrinfrescà = rinfrescare, refrigerare, ristorare

Rinfrescu = rinfresco, refrigerio

Ringhià = ringhiare, digrignare i denti mandando un brontolio minaccioso, dire qualcosa in tono rabbioso

Ringia = scrofa (femmina del maiale o di cinghiale)

Ringriscimendu = rincrescimento

Rinnegatu = rinnegato, traditori, Giuda

Rinnovu = rinnovo, riconferma, proroga

Rino = Ottorino

Rinomanza = fama, notorietà, celebrità

Rinomatu = rinomato, famoso, assai noto

Rinuncià = rinunciare, ricusare, rifiutare spontaneamente, abbandonare, decidere di astenersi dal fare o dire qualcosa che pur si vorrebbe o potrebbe fare o dire

Rinunciatu = rinunciato, rifiutato, abbandonato

Ripa = dirupo, burrone

Riparazio’ = riparazione, aggiustatura, accomodatura

Ripassà = ripassare, passare di nuovo, riattraversare; oppure rileggere, ristudiare; oppure sgridare anche usando maniere forti

Ripassatu = che è passato di nuovo; oppure riletto, ristudiato; oppure  ammonito severamente

Ripatranzo’ = Ripatransone (AP)

Ripetende = ripetente, scolaro che ripete un anno scolastico

Ripienu = ripieno, ben pieno, farcito, imbottito

Ripitizio’ = ripetizione

Ripugnande = ripugnante, disgustoso, schifoso

Rirfinì = rifinire, perfezionare, completare

Rirì = Enrico

Rischia = lisca; oppure steli maciullati della canapa

Rischià = rischiare, azzardare, mettere a repentaglio

Rischiu = rischio, pericolo, azzardo

Rischiusu = pericoloso, pieno di rischi e pericoli, azzardoso; oppure pieno di lische

Riscicà = risicare, correre un pericolo

Riscicatu = risicato, ottenuto con pericolo

Risia = eresia

Risibbala = erisipela (infiammazione superficiale della pelle)

Risicatu = risicato, ottenuto a stento, con pochissimo margine

Risindimendu = risentimento

Risoltu = risolto, concluso

Risolve = risolvere, concludere, trovare una soluzione, chiarire, sbrogliare

Rispiru = respiro, movimento della respirazione

Rispittusu = rispettoso, ossequioso

Ristiu = restio, riluttante, contrario

Ristocratucu = aristocratico

Ristorà = ristorare, dare ristoro, infondere energia, ricreare, confortare

Ristorande = ristorante, locale pubblico ove si consumano i pasti

Ristorasse = ristorarsi, ricrearsi, rinfrescarsi, recuperare energie

Ristoratu = ristorato, ricreato, rinfrescato, che ha recuperato energie

Ristoru = ristoro, apporto o ripresa di vigore; oppure rifacimento, restauro

Risu = riso, sorriso

Risucchiu = vortice provocato dall’incontro di correnti o dall’affondamento di un corpo voluminoso

Risulutu = risoluto, deciso, fermamente deciso, determinato, franco, fermo, coraggioso

Risuluzio’ = risoluzioni, decisione, determinazione

Risurdatu = risultato, esito, effetto, conseguenza, risultanza, riuscita, conclusione

Risurrizzio’ = resurrezione

Rita = Margherita

Ritto = dritto (nell’espressione “pe’ ritto”)

Rittu = ritto, dritto in piedi, eretto

Ritu = rito, cerimonia religiosa, modalità, usanza, consuetudine, procedura

Riu = rio, fiumicello, ruscello, piccolo corso d’acqua

Rivassu = ribasso, calo, sconto

Riversa = rimboccatura del lenzuolo

Riverso = a rovescio

Rivettu = rivetto, ribattino
Rivillì = rivellino, capanno di mezzo, opera di difesa aggiunta

Rivoluzio’ = rivoluzione, violento e profondo rivolgimento dell’ordine politico sociale con lo scopo di mutare radicalmente governo e istituzioni

Rivoluzionariu = rivoluzionario

Rivorda = rivolta, ribellione

Rivordella = rivoltella, revolver, pistola a tamburo

Rlaà = lavare, pulire con acqua e sapone o altri detergenti; oppure purificare

Rlaasse = lavarsi, pulirsi, detergersi

Rlaata = lavata, pulita; oppure ripulire o pulirsi in modo rapido e superficiale

Rlaatu = lavato, pulito

Rleà = toglire; oppure prendere le busse

Rleccà = leccare ripetutamente, adulare, blandire, lusingare; oppure rifinire qualcosa con cura eccessiva

Rleccasse = leccarsi ripetutamente, passare la lingua su parti del proprio corpo; oppure farsi bello, azzimarsi

Rleccatu = pulito, ornato, abbellito, affettato

Rleccatu = rileccato, ripulito, azzimato

Rlegà = rilegare, legare di nuovo

Rlegatu = rilegato, legato di nuovo

Rlottu = rutto (sonora emissione dalla bocca di aria che risale dallo stomaco)

Rluppicà = risplendere, luccicare

Rmagnà = rimangiare, mangiare di nuovo; oppure ritirare, ritrattare, smentire, non mantenere

Rmagnasse = rimangiarsi, smentirsi, ritrattarsi

Rmagnatu = rimangiato, ritrattato, smentito, ritirato

Rmané = rimanere, trattenere, restare, avanzare; oppure meravigliarsi, rimanere male

Rmannà = rimandare, rinviare, mandare indietro, respingere, differire

Rmannatu = rimandato, rinviato, mandato indietro, respinto, differito

Rmarcà = rimarcare, marcare di nuovo, osservare, notare, rilevare

Rmarcatu = rimarcato, marcato di nuovo, osservato, notato, rilevato

Rmarginà = rimarginare, cicatrizzare

Rmarginasse = rimarginarsi, cicatrizzarsi

Rmarginatu = rimarginato, cicatrizzato

Rmarità = rimaritare, maritare di nuovo, riprendere marito o moglie

Rmaritasse = rimaritarsi, maritarsi di nuovo, riprendere marito o moglie

Rmaritatu  = rimaritato, maritato di nuovo, che ha ripreso marito o moglie

Rmasticà = rimasticare, masticare di nuovo, ripensare, rimuginare

Rmasticatu = rimasti creato, masticato di nuovo, ripensato

Rmastu = rimasto, avanzato, restato; oppure meravigliato, rimasto male; oppure detto di uomo non sposato

Rmette  = rimettere, mettere a posto, rimettersi in salute; oppure mettere al coperto

Rmettese = rimettersi, guarirsi, riacquistare la salute

Rminduà = ricordare

Rminduatu = ricordato

Rmirà = guardare con più attenzione

Rmiratu = guardato con più attenzione

Rmischià = rimescolare, mescolare di nuovo, mescolare meglio e al lungo

Rmischiasse = rimescolarsi, confondersi, mischiarsi ad un gruppo

Rmischiatu = rimescolato, mescolato di nuovo, mischiato, confuso

Rmistu = messo a posto;  oppure guarito

Rmondà = rimontare, montare di nuovo; oppure recuperare un diastacco

Rmondatu = rimontato, montato di nuovo; oppure che ha recuperato un distacco

Rmuginà = agitare o mescolare o rivoltare cercando qualcosa

Rnasce = rinascere, nascere di nuovo, tornare a vegetare, rifiorire, rivivere, risorgere, ridestarsi

Rnatu = rinato, nato di nuovo, tornato a vegetare, rifiorito, risorto, ridestato

Rnegne = nevica di nuovo

Rnindo = nevicato di nuovo

Ro’ = Rosa

Robba = roba, beni, le ricchezze, merce, mercanzia

Rocca = rupe, roccia; oppure fortezza costruita su un monte o rupe; oppure strumento per sfilare a mano

Rocchettu = rocchetto (piccolo cilindro cavo con bordi sporgenti per avvolgere filati), bobina

Rocchiu = rocchio (nodo nel legno di una pianta); oppure uomo vecchio o malato

Roccia = gruccia, stampella (lungo bastone superiormente modellato per sostenere l’ascella)

Roccu = Rocco

Rocculu = luogo opportunamente preparato per catturare uccelli con reti verticali intorno a piante e boschetti

Rocu = rauco, fioco, poco limpido

Rodaggiu = rodaggio (tempo necessario per adattarsi a persone o luoghi o lavori o ambienti diversi)

Rode = rodere, rosicchiare, tritare, sgretolare, logorare, consumare, distruggere, provare rabbia o dispiacere

Rodese = rodersi, sgretolarsi, logorarsi, consumarsi, distruggersi; oppure odiarsi l’un l’altro

Roente = rovente,  infuocato, arroventato, scottante, bruciante,  molto teso, agitato

Roerso = a rovescio

Roffo = Rodolfo

Rognecà = borbottare, mugugnare

Rogneco’ = chi borbotta o mugugna continuamente

Rogno’ = rene del suino

Ròla = piedistallo o piano del focolare

Romanu = romano

Romanzina = ramanzina, rimprovero

Romanzu = romanzo, storia fantasiosa, racconto avventuroso

Romuà = Romualdo

Ronbicazzu = persona che dà noia, gran seccatore

Ronbicojoni = rompicoglioni, rompiscatole, rompistivali, fastidioso, scocciatore

Ronbu = rombo, rumore grave e forte, ronzio, strepito, fragore

Rondella = piastrina metallica rotonda forata

Ronfià = ronfare, russare forte, respirare rumorosamente nel sonno

Ronga = roncola (attrezzo con lama ricurva di varie dimensioni posto su un lungo manico)

Ronghetta = piccola roncola

Ronnolo’ = rondone; oppure giramondo, girandolone, persona che ti gira fastidiosamente intorno

Roppe = rompere, spezzare, guastare, violare, non rispettare, sbaragliare, sconfiggere

Roppese = rompersi, spezzarsi, infastidirsi

Roppicollu = rompicollo, scavezzacollo

Roppiscattole = rompiscatole, persona molesta, seccatore, noioso

Rorò = Rodolfo

Rosà = Rosario (nome proprio)

Rosariu = rosario (recitazione di preghiere)

Roscetto = rossetto, belletto (crema o cosmetico per labbra e viso)

Rosciastru = rossastro, di colore tendente al rosso

Rosciolu = triglia

Rosecà = rosicchiare, corrodere, riuscire a guadagnare qualcosa; oppure tormentare, infastidire

Rosecasse = rodersi, tormentarsi

Rosecatu = rosicchiato, corroso

Rosolà = rosolare, far cuocere lentamente; oppure abbronzarsi al sole

Rosolasse = rosolarsi, cuocersi lentamente; oppure abbronzarsi al sole

Rosolata = rosolatura (azione dell’arrostire fatta in modo sbrigativo)

Rosolatu = rosolato, cotto lentamente; oppure abbronzato al sole

Rospa = una rovinosa caduta

Rospu = rospo; oppure persona di aspetto molto sgradevole, ripugnante; oppure detto a persona spiccatamente avara

Rosu = roso, corroso, intaccato, consumato, afflitto, tormentato

Ròta = ruota

Roto’ = grossa ruota di legno portante molti recipienti per attingere acqua dal fiume o dal canale

Rotta = viuzza aperta  con la pala fra la neve

Rotti = gli spiccioli, le frazioni di moneta

Rottingulu = persona scaltra, furba, smaliziata

Rotulu = rotolo, involucro cilindrico; oppure cilindro di paglia o di fieno

Roverto = Roberto

Rovescià = rovesciare, capovolgere, invertire, gettare a terra

Rovesciasse = rovesciarsi, capovolgersi, invertirsi, gettarsi a terra

Rovesciatu = rovesciato, capovolto, invertito, gettato a terra

Rovustu = robusto, vigoroso

Rpagà = ripagare, ricompensare, risarcire, indennizzare

Rpagasse = ripagarsi, recuperare quanto speso o anticipato, prendersi la rivincita, recuperare quanto perduto

Rpagatu = ripagato, che ha recuperato quanto speso anticipato

Rparlà = riparlare, riappacificarsi

Rparlasse = riparlarsi, riappacificarsi

Rparlatu = riparlato, che si è riappacificato

Rpartì = ripartire, rimettersi in moto o in viaggio

Rpartitu = ripartito, rimesso in moto o in viaggio

Rpassà = ripassare, passare di nuovo, riattraversare; oppure sgridare, rimproverare anche con maniere forti

Rpassata = ripassata, severo rimprovero

Rpassatu = ripassato, passato di nuovo; oppure sgridato, rimproverato aspramente

Rpenzà = ripensare, pensare di nuovo, tornare a riflettere, cambiare pensiero o parere, ricordare con nostalgia

Rpenzasse = ripensarsi, cambiare pensiero o parere

Rpenzatu = ripensato, che ha cambiato pensiero o parere

Rperde = perdere di nuovo

Rpersu = perso di nuovo

Rpescà = pescare di nuovo, recuperare

Rpescatu = pescato di nuovo, recuperato

Rpiagne = rimpiangere, dolersi, ricordare con dolore

Rpiandà = piantare di nuovo

Rpiandatu = piantato di nuovo

Rpiantu = rimpianto, ricordato con dolore

Rpiegà = ripiegare, piegare di nuovo, reclinare, flettere; oppure rinunciare a qualcosa

Rpiegasse = ripiegarsi, incurvarsi, flettersi, abbassarsi, reclinare

Rpiegatu = impiegato, piegato di nuovo, piegato più volte, incurvato, flesso, abbassato, reclinato

Rpijà = riprendere, recuperare, riacquistare; oppure rimproverare

Rpijasse = riprendersi, riacquistare, recuperare

Rpijatu = ripreso, riacquistato, recuperato; oppure rimproverato

Rpijatura = riparazione, aggiustatura

Rpioe = piovere di nuovo

Rpioto = piovuto di nuovo

Rpiscià = orinare di nuovo; cominciare a far uscire acqua da un cannella ecc.

Rpistà = ripestare, pestare di nuovo con i piedi

Rpistasse = ripestarsi, pestarsi di nuovo con i piedi

Rpistatu = ripestato, recitato di nuovo con i piedi

Rponne = riporre, mettere in serbo

Rportà = riportare, portare di nuovo, portare indietro; oppure riferire

Rportasse = riportarsi, riferirsi, rimettersi, trasferirsi

Rportatu = riportato, portato di nuovo, portato indietro, riconsegnato

Rpresendà = ripresentare, presentare di nuovo, rappresentare, ricomparire

Rpresendasse = ripresentarsi, presentarsi di nuovo, manifestarsi o verificarsi nuovamente

Rpresendatu = ripresentato, ricomparso, che si è manifestato o verificato di nuovo

Rprincipià = ricominciare daccapo

Rprincipiatu = ricominciato da capo

Rproà = riprovare, provare di nuovo, ritentare, verificare

Rproatu = riprovato, provato di nuovo, ritentato, verificato

Rpujasse = appollaiarsi (collocarsi sui rami per dormire o per montare

Rpujatu = appollaiato (collocato sui rami per dormire o per montare)

Rpulì = ripulire, punire ancora, pulire a fondo, far piazza pulita, rubare tutto; oppure perfezionare,

Rpulisse = ripulirsi, lavarsi pettinarsi e mettersi abiti decenti; oppure incivilirsi, ingentilirsi, dirozzarsi

Rpulita = ripulita, atto del ripulire o del pulirsi una sola volta ed in modo sbrigativo

Rpulitu = ripulito, perfezionato, rivisto e corretto, civilizzato, dirozzato; oppure chi ha perso tutto al gioco

Rpulitura = ripulitura, il ripulire; oppure ciò che si accumula con fare una pulizia

Rpusà = restiture o ridare una cosa

Rquadrà = riquadrare, squadrare, quadrare, corrispondere o essere esatto

Rquadratu = riquadrato, squadrato

Rqualificà = riqualificare, dare una migliore qualifica, restituire la qualifica originaria

Rqualificasse = riqualificarsi, rivalutarsi, acquisire una diversa e migliore qualifica

Rqualificatu = riqualificato, rivalutato, che ha acquisito una diversa e migliore qualifica

Rrabattà = arrabattare, affaticarsi, ingegnarsi o sforzarsi per ottenere qualcosa

Rrabattàsse = arrabattarsi, affaticarsi, ingegnarsi o sforzarsi per ottenere qualcosa

Rrabattàtu =  arrabattatu, chi si è sforzato o ingegnato per ottenere qualcosa

Rrabbercià = rabberciare, accomodare in qualche modo, correggere alla meglio, racconciare, raffazzonare

Rrabberciatu = rabberciato, accomodato in qualche modo, corretto alla meglio, raccontato, raffazzonato

Rrabbià = arrabbiare, prendere la rabbia; oppure farsi prendere dall’ira, adirarsi

Rrabbiasse = arrabbiarsi, adirarsi

Rrabbiata = modo di cuocere la carne (“a la ‘rrabbiata” = carne cotta in padella e condita con lardo o olio, aglio, sale, pepe e vino)

Rrabbiatu = arrabbiato, adirato

Rrabbiatura = effetto dell’arrabbiarsi

Rrabbinà = raccogliere il fieno

Rrabbiulu = esclamazione di meraviglia

Rrabboccà = rabboccare, riempire ripristinando il livello

Rrabbrividì = rabbrividire, avere o sentire i brividi, provare spavento o orrore

Rrabbuni’ = rabbonire, tranquillizzare, calmare, vietare

Rrabbunisse = rabbonirsi, tranquillizzarsi, calmarsi

Rrabbunitu = rabbonito, tranquillizzato, calmato, quietato

Rracanì = diventare rauco

Rracanisse = diventare rauco

Rracanitu = divenuto rauco

Rraccapezzà = riuscire a trovare o mettere insieme qualcosa

Rraccapezzasse = orientarsi, venire a capo o comprendere

Rraccapezzatu = trovato, messo insieme con fatica

Rraccapizzu = l’azione di mettere in ordine o insieme (non c’è “raccapizzu” = non ci si capisce niente)

Rraccapriccià = raccapricciare, provare raccapriccio o orrore o turbamento, agghiacciare

Rraccapricciasse = raccapricciarsi, sentirsi inorridire

Rraccapricciatu = raccapricciato, agghiacciato, inorridito, che ha provato raccapriccio o orrore o turbamento

Rraccapricciu = raccapriccio, grave turbamento provocato da forte paura per qualcosa

Rraccomannà = raccomandare, affidare alla protezione o cura altrui cose care, esortare, sollecitare vivamente

Rraccomannasse = raccomandarsi, implorare protezione o favori

Rraccomannatu = raccomandato, segnalato, affidato alla protezione o alla cura di qualcuno

Rraccommodà = riaccomodare, riassettare, accomodare di nuovo; oppure tornare in buoni rapporti con qualcuno

Rraccommodasse = riaccomodarsi, accomunarsi di nuovo; oppure tornare in buoni rapporti con qualcuno

Rraccommodatu = raccomodato, riassettato, accomodato di nuovo; oppure tornato in buoni rapporti con qualcuno

Rracconciatu = rammendato, accomodato, rassettato

Rraccondà = raccontare, narrare, riferire parole o fatti

Rraccondasse = raccontarsi, parlare di se stesso e delle proprie esperienze

Rraccondatu = raccontato, narrato, riferito

Rraccongià = racconciare, rimettere in buono stato, riparare, accomodare

Rraccongiasse = racconciasse, rimettersi in buono stato

Rraccongiatu = racconciato, rimesso in buono stato, riparato, accomodato

Rraccorcià = raccorciare, abbreviare, accorciare, diventare  più breve

Rraccorciasse = raccorciarsi, abbreviarsi, accorciarsi, diventare più breve

Rraccorciatu = raccorciato, abbreviato, accorciato, divenuto più breve

Rraccordà = raccordare, congiungere, collegare

Rraccordasse = raccontarsi, congiungersi, collegarsi

Rraccordatu = raccontato, congiunto, collegato

Rraccordu = raccordo, collegamento

Rraccostà = accostare di nuovo, mettere vicino

Rraccostasse = accostarsi di nuovo, mettersi vicino

Rraccostatu = accostato di nuovo, messo vicino

Rracquetà = racquietare, acquietare, calmare, rendere quieto

Rracquetasse = acquietarsi, acquietarsi, calmarsi, rendersi quieto

Rracquetatu = acquietato, acquietato, calmato

Rraddolcì = raddolcire, dolcificare, far diventare meno aspro, ammorbidire, ingentilire

Rraddolcisse = raddolcirsi, dolcificarsi, diventare meno aspro, ammorbidirsi, ingentilirsi

Rraddolcitu = raddolcito, dolcificato, divenuto meno aspro, ammorbidito, ingentiliro

Rraddoppià = raddoppiare, diventare doppio, accrescere, intensificare

Rraddoppiasse = raddoppiarsi, accrescersi, irtensificarsi

Rraddoppiatu = raddoppiato, divenuto doppio, cresciuto, intensificato

Rraddoppiu = raddoppio, far divenire doppio

Rraddrizzà = raddrizzare, correggere, far tornare dritto

Rraddrizzasse = raddrizzarsi, correggersi, tornare dritto

Rraddrizzatu = raddrizzato, corretto, tornato dritto

Rradunà = radunare, ammassare, accumulare, raccogliere

Rradunasse = radunarsi, ammassarsi, raccogliersi

Rradunata = adunata

Rradunatu = radunato, ammassato, raccolto, accumulato

Rradunu = raduno, riunione di più persone nello stesso luogo

Rraffà = prendere furtivamente con astuzia e rapidità

Rraffa rraffa = ruberie di chi piglia-piglia

Rraffatu = reso furtivamente con astuzia e il rapidità

Rraffazzonà = aggiustare alla meglio, abborracciare, fare in fretta e male

Rraffazzonatu = aggiustato alla meglio, abborracciato, fatto in fretta e male

Rraffigurà = raffigurare, immaginare,  rappresentare, riconoscere dall’aspetto

Rraffigurasse = raffigurarsi, immaginarsi, rappresentarsi

Rraffiguratu = raffigurato, immaginato, rappresentato, riconosciuto dall’aspetto

Rraffilà = affilare nuovamente; oppure tagliare pareggiando a filo

Rraffilasse = affilarsi nuovamente

Rraffilatu = affilato nuovamente; oppure tagliato e pareggiato a filo

Rraffinà = raffinare, sgrossare, ingentilire, limare, assottigliare, perfezionare

Rraffinasse = raffinarsi, sgrossarsi, ingentilirsi, limarsi, assottigliarsi, perfezionarsi

Rraffinatu = raffinato, sgrossato, ingentilito, limato, assottigliato, perfezionato

Rrafforzà = rafforzare, fortificare, rimforzare, intensificare

Rrafforzasse = rafforzarsi, fortificarsi, rinforzarsi

Rrafforzatu = rafforzato, fortificato, rinforzato

Rraffreddo’ = raffreddore, rinite, infiammazione acuta delle mucose del naso

Rragghiundasse = raggiuntarsi, aggiuntarsi di nuovo

Rragghiundatu = raggiuntato, aggiuntato di nuovo

Rraggirà = raggirare, circuire, ingannare, abbindolare

Rraggiratu = raggirato, circuito, ingannato, abbindolato

Rraggiru = raggiro, artificio di parole o atti, imbroglio, maneggio

Rraggomitolà = raggomitolare, riavvolgere i gomitoli

Rraggomitolasse = raggomitolarsi, accovacciarsi

Rraggomitolatu = raggomitolato, accovacciato

Rraggranellà = raggranellare, raccogliere, racimolare, mettere insieme poco alla volta e con fatica

Rraggranellatu = raggranellato, raccolto, racimolato, messo insieme poco alla volta e con fatica

Rraggrupasse = raggrupparsi, riunirsi in uno o più gruppi

Rraggrupatu = raggruppato, riunito in uno o più gruppi

Rragruppà = raggruppare, riunire in uno o più gruppi

Rrajutu = aiuto reciproco, scambievole; oppure scambio di manodopera in agricoltura

Rrallegrà = rallegrare, allietare, emettere allegria, gioire

Rrallegrasse = rallegrarsi, allietarsi, congratularsi

Rrallegratu = rallegrato, allietato, congratulato

Rrallendà = rallentare, rendere lento o meno veloce, rendere meno veloce, diminuire, attenuare

Rrallendasse = rallentarsi, allentarsi, di venire meno veloce, attenuarsi

Rrallendatu = rallentato, diminuito, attenuato, affievolito, divenuto meno veloce

Rrambinà = ripinare, rubare

Rrambinà = rubare, arraffare

Rrammaricà= rammaricare, affliggere, amareggiare

Rrammaricasse = rammaricarsi, affliggerci, amareggiarsi

Rrammaricatu = rammaricato, afflitto, amareggiato

Rrammendà = rammendare, correggere, emendare; oppure ricostruire o rinforzare la trama di un tessuo; oppure

Rrammendasse = rammentarsi, ricordarsi

Rrammendatu = rammendato, corretto, emendato; oppure detto di un tessuto in parte ricostruito o rinforzato; oppure rammentato, ricordato, richiamato alla memoria, menzionato

Rramminì = rinvenire, tornare in vita

Rramminisse = rinvenirsi, tornare in vita

Rramminitu = rinvenuto, tornato in vita

Rrammullì = rammollire, rendere più molle

Rrammullisse = rammollirsi, rendersi più molle

Rrammullitu = rammollito, chi è diventato molle; oppure persona di poca forza morale o debole di carattere

Rranbà = abbrancare, prendere all’improvviso e con violenza, afferrare con gli artigli

Rranbatu = abbrancato, preso all’improvviso e con violenza, afferrato con gli artigli

Rranbicà = arrampicare, salire lentamente con fatica attaccandosi a qualcosa

Rranbicasse = arrampicarsi, salire lentamente con fatica attaccandosi a qualcosa

Rranbicatu = arrampicato, che è salito lentamente con fatica attaccandosi a qualcosa

Rrangà = arrancare, camminare con fatica, camminare zoppicando, affrettarsi con fatica

Rranghinà = girare, raccogliere girando (la raccolta del fieno)

Rrangià = arrangiare, accomodare al meglio, accomodare alla meno peggio

Rrangiasse = arrangiarsi, riuscire a cavarsela, ingegnarsi per sopravvivere

Rrangiatu = arrangiato, chi è riuscito a cavarsela da solo

Rrangichì = diventare rancido, rinsecchirsi

Rrangichisse = diventare o farsi rancido, rinsecchirsi

Rrangichitu = diventato rancido, rinsecchito

Rrangimà = inerpicare

Rrangimasse = inerpicarsi

Rrangimatu = inerpicato

Rrannicchià = raccogliere la persona in se stessa,  raggomitolarsi

Rrannicchiasse = raccogliersi in se stesso, raggomitolarsi

Rrannicchiatu = raccolto in se stesso, raggomitolato

Rrannovolasse = annuvolarsi, coprirsi di nuvole, oscurarsi, offuscarsi

Rrannuvolà = rannuvolare, coprirsi di nuvole, oscurarsi, offuscarsi

Rrannuvolatu = rannuvolato, coperto di nuvole, oscurato, offuscato

Rrapà = arrapare, eccitare sessualmente

Rrapasse = arraparsi, eccitarsi sessualmente

Rrapatu = arrapato, eccitato sessualmente

Rrapertu = aperto, confidato, iniziato, istituito

Rrappacificà = riappacificare, rimettere in pace, calmare, pacificare, riconciliare, quietare

Rrappacificasse = riappacificarsi, rimettersi in pace, riconciliarsi, calmarsi, acquietarsi

Rrappacificatu = riappacificato, rimesso in pace, riconciliato, calmato, acquietato

Rrappellà = rappellare, richiamare, appellare, fare appello

Rrappellasse = rappellarsi, appellarsi, fare appello

Rrappellatu = rappellato, che ha fatto appello, chi si è rivolto ad un giudice superiore

Rrappezzà = rappezzare, mettere una pezza, rattoppare, rabberciare

Rrappezzatu = rappezzato, racconciato, aggiustato mettendo il pezzo mancante, rattoppato

Rrappiccicà = riappiccicare, appiccicare di nuovo, riattaccare

Rrappiccicasse = riappiccicarsi,  appiccicarsi di nuovo, riattaccarsi

Rrappiccicatu = riappiccicato, appiccicato di nuovo, riattaccato

Rrapportà =  rapportare, riferire, riportare, confrontare

Rrapportasse = rapportarsi, confrontarsi, riferirsi

Rrapportatu = rapportato, confrontato, riprodotto con le dovute proporzioni

Rrapportu = rapporto, ragguaglio, redazione, connessione, correlazione

Rrappresendà = rappresentare, descrivere, narrare, recitare, interpretare, far presente, esporre, evidenziare

Rrappresendasse = rappresentarsi, figurarsi, immaginarsi; oppure presentarsi, mostrarsi

Rrappresendatu = rappresentato, descritto, narrato, recitato, interpretato, fatto presente, esposto, evidenziato

Rrapprezzà = recuperare, prendere in considerazione

Rrapprezzatu = recuperato, ripreso in considerazione

Rrappujà = l’appollaiarsi o il collocarsi sui rami fatto dagli uccelli per passare la notte, rincasare

Rrappujasse = appollaiarsi, collocarsi sui rami come fanno gli uccelli per passare la notte

Rrappujatu = appollaiato, collocato sui rami come fanno gli uccelli per passare la notte, rincasato

Rrappujiu = l’appollaiarsi o il collocarsi sui rami fatto dagli uccelli per passare la notte

Rraprì = aprire, schiudere, palesare, rivelare, fondare, istituire

Rraprisse = aprirsi, chiudersi, palesarsi, rivelarsi

Rrarrentrà = rientrare, ritirarsi, recuperare qualcosa

Rrarrentratu = rientrato, ritirato, chi ha recuperato qualcosa

Rrarrià = raggiungere, colpire, conseguire, conquistare

Rrarriatu = raggiunto, colpito, conseguito, conquistato

Rrarrimpitu = riempito, colmato

Rrarrinpì = riempire, colmare, compilare

Rrarrinpisse = riempirsi, colmarsi

Rrarrizzà = raddrizzare, rialzarsi di nuovo

Rrarrizzasse = raddrizzarsi, rialzarsi di nuovo

Rrarrizzatu = raddrizzato, e si è rialzato di nuovo

Rrassegnà = rassegnare, consegnare, restituire, riconsegnare; oppure rassegnarsi, rimettersi alla volontà altrui

Rrassegnasse =  rassegnarsi, rimettersi alla volontà altrui

Rrassegnatu = rassegnato, si prova o esprime rassegnazione, gli si era rimesso alla volontà altrui, rinunciatario

Rrasserenà = rasserenare, rassicurare, rendere sereno, tranquillizzare, calmare

Rrasserenasse = rasserenarsi, rassicurarsi, rendersi sereno, tranquillizzarsi, calmarsi

Rrasserenatu = rasserenato, rassicurato, reso sereno, tranquillizzato, calmato

Rrassettà = rassettare, riassettare, rimettere in ordine, accomodare, riparare, aggiustare

Rrassettasse = rassettarsi, riassettarsi, rimettersi in ordine, aggiustarsi, sistemarsi

Rrassettata = riassettata, aggiustata fatta alla meglio in modo sommario e sbrigativo

Rrassettatu = rassettato, riassettato, rimesso in ordine, aggiustato, sistemato

Rrassicurà = rassicurare, riassicurare, rendere sicuro, infondere sicurezza in fiducia, rincuorare, tranquillizzare

Rrassicurasse = rassicurarsi, rasserenarsi, tranquillizzarsi, calmarsi, rincuorarsi

Rrassicuratu = rassicurato, rasserenato, tranquillizzato, calmato, rincuorato

Rrassumijà = rassomigliare, essere simile a qualcuno, paragonare

Rrassumijasse = rassomigliarsi, essere simile l’un l’altro, paragonarsi

Rrassumijatu = rassomigliar atto, paragonato, comparato

Rrassumiju = paragone, confronto; oppure il ritratto, fotografia, raffigurazione

Rrattoppà = rattoppare, riparare mettendo toppe, rappezzare, aggiustare alla meglio, accomodare, rabberciare

Rrattoppata = rimedio provvisorio

Rrattoppatu = rattoppato, riparato mettendo toppe, rappezzato, aggiustato alla meglio, accomodato, rabberciato

Rrattoppu = rattoppo, rimedio provvisorio

Rrattrappì = rattrappire, irrigidire, contrarre

Rrattrappisse = rattrappirsi, irrigidirsi, contrarsi

Rrattrappitu = rattrappito, irrigidito, contratto

Rrattristà = rattristare, affliggere, addolorare, accorare

Rrattristasse = rattristarsi, affliggersi, diventare triste, accorarsi, addolorarsi

Rrattristatu = rattristato, afflitto, addolorato, accorato, divenuto triste

Rravvedé = ravvedere, riconoscere i propri errori, pentire

Rravvedesse = ravvedersi, riconoscere i propri errori, pentirsi

Rravvedimendu = ravvedimento, pentimento, riconoscimento dei propri errori

Rravvicinà = riavvicinare, avvicinare di nuovo o di più, confrontare

Rravvicinasse = riavvicinarsi, avvicinarsi di nuovo o di più, confrontarsi

Rravvicinatu = riavvicinato, avvicinato di nuovo o di più, confrontato

Rravvidutu = ravveduto, che ha riconosciuto i propri errori, pentito

Rravvidutu = ravveduto, pentito

Rravvisà = raddrizzare, riconoscere qualcuno dai lineamenti, distinguere, percepire, ritrovare; oppure ritenere, credere

Rravvistu = ravvisto, che ha riconosciuto i propri errori, pentito

Rravvivà = ravvivare, rinvigorire, rianimare, rendere più vivace, ridare freschezza

Rravvivasse = ravvivarsi, rinvigorirsi, rianimarsi

Rravvivatu = ravvivato, rinvigorito, rianimato, reso più vivace

Rre = re

Rreagì = reagire, opporsi, ribellarsi, rispondere con un’azione propria ad una violenta o ad una offesa

Rreazà = rialzare, sollevare da terra

Rreazasse = rialzarsi, sollevarsi da terra

Rreazatu = rialzato, sollevato da terra

Rrebbassà = riabbassare, abbassare di nuovo, diminuire

Rrebbassasse = riabbassarsi, abbassarsi di nuovo

Rrebbassatu = riabbassar tu, abbassando di nuovo, diminuito

Rrebbassu = ribasso, diminuzione

Rrebboccà = rientrare, tornare a casa; oppure recuperare denaro speso o impiegato in un affare

Rrebboccatu = rientrato, tornato a casa; oppure che ha recuperato denaro speso o impiegato in un affare

Rrebbotatu = persona insaziabile

Rrebbottonà = riabbottonare

Rrebbottonasse = riabbottonarsi

Rrebbottonatu =riabbottonato

Rrebbraccià = riabbracciare, rivedere dopo molto tempo un parente o amico

Rrebbracciasse = riabbracciarsi, rivedersi dopo molto tempo

Rrebbracciatu = riabbracciato, rivisto dopo molto tempo

Rrebbruscià = bruciare di nuovo

Rrebbrusciasse = bruciarsi di nuovo

Rrebbrusciatu = bruciato di nuovo oppure persona e manciata, malnutrita o poco cresciuta

Rrebbuscà = nascondere di nuovo

Rrebbuscasse = nascondersi di nuovo

Rrebbuscatu = che si è nascosto di nuovo

Rrebbuturà = riavvolgere, intrecciare, attorcigliare

Rrebbuturasse = riavvolgersi, intrecciarsi, attorcigliarsi

Rrebbuturatu = riavvolto, intrecciato, attorcigliato

Rrecà = arrecare, recare, portare, condurre, avere su di sé, causare; oppure andare in un luogo

Rrecalcitrà = recalcitrale, tirare calci, indietreggiare, opporsi, fare resistenza, riluttare, esitare

Rrecapitu = recapito, luogo ove si può trovare qualcuno, indirizzo; oppure consegna

Rrecasse = arrecarsi, andare, avvicinarsi, andare in un luogo

Rrecatu = arrecato, andato, avvicinato, andato in un luogo

Rreccenne = riaccendere

Rreccennese = riaccendersi

Rreccesu = riacceso

Rrecchià = catturare, prendere

Rrecchiappà = acchiappare di nuovo, riacciuffare un fuggitivo

Rrecchiappatu = acchiappato di nuovo, riacciuffato

Rrecchiatu = catturato, preso

Rrecciacatu = deformato, schiacciato, spiegazzato, indebolito

Rrecciaccà = deformare, schiacciare, spiegazzare, indebolire

Rrecciaccasse = deformarsi, schiacciarsi, spiegazzarsi, indebolirsi

Rreccommannà = raccomandare, chiedere aiuto o favori, segnalare; oppure rimettersi alla benevolenza di qualcuno

Rreccommannasse = raccomandarsi, chiedere aiuto o favori; oppure rimettersi alla benevolenza di qualcuno

Rreccommannatu = raccomandato, segnalato; oppure persona che si è rimessa alla benevolenza di qualcuno

Rreccommannazio’ = raccomandazione, richiesta di aiuto o favori, segnalazione

Rreccommedà = riaccomodare, riaggiustare, risistemare

Rreccommedasse = riaccomodarsi, riaggiustarsi, risistemarsi

Rreccommedatu = raccomodato, rassettato, riparato

Rrecconbagnà = riaccompagnare, accompagnare indietro

Rrecconbagnasse = riaccompagnarsi, unirsi di nuovo in compagnia, rimettersi insieme

Rrecconbagnatu = riaccompagnato, rimesso insieme

Rreccondà = raccontare, narrare

Rreccondatu = raccontato, narrato

Rreccoppià = accoppiare di nuovo

Rreccoppiasse = accoppiarsi di nuovo

Rreccoppiatu = accoppiato di nuovo

Rreccortà = accorciare di nuovo, abbreviare

Rreccortasse = accorciarsi di nuovo, abbreviarsi

Rreccortata = accorciata, l’azione di accorciare fatta in modo sommario e sbrigativo

Rreccortatu = accorciato di nuovo, abbreviato

Rreccostà = riaccostare, riavvicinare

Rreccostasse = riaccostarsi, riavvicinarsi

Rreccostatu = riaccostato, riavvicinato

Rreclamà = reclamare, richiedere, protestare, esigere, pretendere

Rreclamatu = reclamato, richiesto, preteso

Rreclamu = reclamo, lagnanza, rimostranza, protesta

Rreconbenza = ricompensa, contraccambio, premio, rimborso, risarcimento

Rreconbenzà = ricompensare,  contraccambiare, premiare, rimborsare, risarcire

Rreconbenzatu = ricompensato, premiato, rimborsato, risarcito

Rrecordà = ricordare, riportare alla memoria, rammentare, narrare

Rrecordanza = ricordanza, ricordo, memoria

Rrecordasse = ricordarsi, rammentarsi

Rrecordativu = recordativo, da ricordare, degno di essere ricordato, commemorativo

Rrecordatu = ricordato, rammentato, riportato alla memoria, narrato

Rrecordu = ricordo

Rrecorre = ricorrere, far ricorso

Rrecquistà = riacquistare, acquistare di nuovo, recuperare

Rrecquistatu = riacquistato, acquistato di nuovo, recuperato

Rrecramà = reclamare, esigere, pretendere

Rrecramu = reclamo, lagnanza, rimostranza

Rrecriminà = recriminare, disapprovare, biasimare

Rrecriminatu = recriminato, lamentato, rammaricato

Rrecuperà = recuperare, riavere, riprendere, ritrovare; oppure inserire o integrare socialmente

Rrecuperasse = recuperarsi, riprendersi, ristabilirsi

Rrecuperatu = recuperato, ripreso, ristabilito, riavuto, ritrovato; oppure inserito o integrato socialmente

Rrecuperu = recupero, il ritrovare una cosa perduta, reinserimento, rimonta di uno svantaggio, ripresa

Rredà = arredare, ammobiliare

Rredascià = riordinare

Rredasciata = riordino veloce e superficiale

Rredatu = arredato, ammobiliato

Rreddà =  ridarsi, riaversi, ridestarsi, recuperare vigore, riprendere i sensi

Rreddasse = ridarsi, riaversi, ridestarsi, rianimarsi, recuperare vigore

Rreddatu = ridestato, riavuto, rianimato, che ha recuperato vigore

Rreddrizzà = raddrizzare, far tornare dritto, correggere

Rreddrizzasse = raddrizzarsi, tornare dritto, correggersi

Rreddrizzatu = raddrizzato, tornato dritto, corretto

Rreddurmi’ = addormentarsi di nuovo, riprendere il sonno interrotto

Rreddurmisse = addormentarsi di nuovo, riprendere il sonno interrotto

Rreddurmitu = addormentato di nuovo, che ha ripreso il sonno interrotto

Rredentu = redento, liberato, riscattato, affrancato

Rredime = redimere, liberare, riscattare, affrancare

Rredimese = redimersi, liberarsi, riscattarsi, affrancarsi

Rrefà = rifare, fare di nuovo, restituire allo stato primitivo

Rrefasse = rifarsi, prendersi la rivincita, recuperare quanto perduto

Rrefattu = rifatto, che è riuscito a prendersi la rivincita; oppure persona rozza e grossolana che è arricchita ostenta modi di vita da gran signore con cattivo gusto

Rreffaccià = riaffacciare, ripresentare, riapparire, riaffiorare

Rreffacciasse = riaffacciarsi, ripresentarsi

Rreffacciatu = riaffacciato, ripresentato, riaffiorato

Rreffigurà = riaffiorare, rappresentare, immaginare, ritrarre

Rreffigurasse = raffigurarsi, rappresentarsi con l’immaginazione, immaginarsi

Rreffiguratu = raffigurato, rappresentato con l’immaginazione, immaginato

Rreffilà = raffilare, affilare, pareggiare tagliando a filo

Rreffilasse = raffilarsi, pareggiarsi

Rreffilatu = raffilato, affilato, pareggiato tagliando a filo

Rreffittà = riaffittare, affittare di nuovo

Rreffittatu = riaffittato, affittato di nuovo

Rreffota = grosso ristagno d’acqua nel canale ed in prossimità del mulino, utilizzata per azionare le macine

Rrefiatà = rifiatare, riprendere fiato, provare un po’ di sollievo, a avere un po’ di riposo

Rrefiatasse = rifiatarsi, riprendere fiato, riposarsi

Rrefiatatu = rischia tanto, che ha ripreso fiato, riposato

Rrefrangà = riprendere coraggio, rifare di un danno

Rrefrangasse = riprendere coraggio, rifarsi per un danno subito

Rrefrangatu = rifatto, chi è riuscito riprendersi la rivincita

Rrefreddà = raffreddare

Rrefreddasse = raffreddarsi

Rrefreddatu = raffreddato

Rregalà = regalare, dare in regalo, tornare, favorire, vendere a buon prezzo

Rregalasse = regalarsi, donarsi, trattarsi bene

Rregalatu = regalato, dato in dono, donato

Rregalu = regalo, dono

Rreggangià = agganciare di nuovo

Rreggangiasse = agganciarsi di nuovo, aggrapparsi

Rreggangiatu = agganciato di nuovo, aggrappato

Rregghiogne = ricongiungere, riunire, riallacciare

Rregghiognese = raggiuntarsi, raggiungersi, ricongiungersi, riunirsi

Rregghiundà = raggiuntare, aggiuntare di nuovo

Rregghiundatu = riaggiuntato, aggiuntato di nuovo

Rregghiundu = ricongiunto, riunito, riallacciato

Rregghiustà = riaggiustare, accomodare, rimettere in buono stato

Rregghiustasse = riaggiustarsi, accomodarsi, rimettersi in buono stato

Rregghiustata =  riaggiustata, accomodata; oppure rapida e superficiale sistemazione fatta in modo sbrigativo

Rregghiustatu = riaggiustato, accomodato, rimesso in buono stato

Rreggobbà = diventare gobbo, ingobbire

Rreggobbasse = diventare gobbo, ingobbirsi

Rreggobbatu = diventato gobbo, ingobbito

 Rregistrà = registrare, annotare su un registro

Rregistrà = registrare, annotare, rilevare, segnalare; oppure mettere a puntino un congegno

Rregistratu = registrato, annotato, segnalato; oppure messo a puntino

Rregnà = litigare, azzuffarsi, picchiarsi, venire alle mani

Rregnallì = ingiallire, diventare giallo; oppure invecchiare

Rregnallisse = ingiallirsi, diventare giallo; invecchiarsi

Rregnallitu = ingiallito, diventato giallo, invecchiato

Rregnasse = azzuffarsi, picchiarsi, venire alle mani

Rregnatu = che si è azzuffato, che si èpicchiato, che è venuto alle mani

Rregnomà = riavvolgere in gomitoli; rannicchiate, piegare o raccogliere in un piccolo spazio

Rregnomasse = rannicchiarsi, raccoglierci o ripiegarsi in un piccolo spazio

Rregnomatu = rannicchiato, raccolto o ripiegato in un piccolo spazio

Rregnotte = inghiottire

Rregnuinì = ringiovanire, ridiventare giovane

Rregnuinisse = ringiovanirsi

Rregnuinitu = ringiovanito, ridiventato giovane

Rregnutti’ = inghiottire di nuovo, far scomparire

Rregnuttisse = inghiottirsi di nuovo, rimangiarsi

Rregnuttitu = inghiottito di nuovo, rimangiato

Rregolà = regolare, limitare, disciplinare avere un comportamento un atteggiamento adatto alle circostanze

Rregolasse = regolarsi, moderarsi, controllarsi, contenersi

Rregolatu = regolato, limitato, che ha avuto un comportamento un atteggiamento adatto alle circostanze

Rreindegrà = reintegrare, ricostituire, ristabilire, reinsediare

Rreindegrasse = reintegrarsi, ricostituirsi, ristabilirsi, reinsediarsi

Rreindegratu = reintegrato, che ha ripreso le proprie funzioni, riassunto al suo posto

Rrellaccià = riallacciare, ricongiungere, ricollegare

Rrellacciatu = riallacciato, ricongiunto, ricollegato

Rrellargà = riallargare, allargare di nuovo, diradare

Rrellargasse = riallargarsi, allargarsi di nuovo, diradarsi

Rrellargatu = riallargarlo, allargato di nuovo, diradato

Rrellongà = allungare di nuovo

Rrellongasse = allungarsi di nuovo

Rrellongatu = allungato di nuovo

Rremasujia = rimasugli, avanzi

Rrembugnà = ripugnare, provare o suscitare disgusto

Rremette = rimettere, rimandare, rispedire, rinviare; oppure subire un danno, perdere

Rremmalà = ammalare di nuovo

Rremmalasse = ammalarsi di nuovo

Rremmalatu = ammalato di nuovo

Rremmandà = ricoprire, nascondere, occultare, ricoprire di terra

Rremmandasse = ricoprirsi, nascondersi, occultarsi, ricoprirsi di terra

Rremmandatu = ricoperto, nascosto, occultato, ricoperto di terra

Rremmestecà = mescolare di nuovo, mescolare meglio

Rremmestecasse = mescolarsi di nuovo, mescolarsi meglio

Rremmestecatu = mescolato di nuovo, mescolato meglio

Rremmitu = rinvito,  nuovo invito per ricambiarne a sua volta uno già ricevuto ed accettato in precedenza

Rremmoccà = rabboccare, riempire di nuovo fino all’orlo, aggiungere liquido

Rremmoccatu = rabboccato, riempito di nuovo fino all’olrlo

Rremmucchià = ammucchiare, ammassare

Rremmucchiasse = ammucchiarsi, ammassarsi

Rremmuchiatu = ammucchiato, ammassato

Rremmullì = rammollire, rendere più molle

Rremmullisse = ammollirsi, diventare molle, infiacchirsi

Rremmullisse = rammollirsi, rendersi più molle

Rremmullitu = rammollito, chi è diventato molle; oppure persona di poca forza morale o debole di carattere

Rremmullitu = rammollito, diventato molle, infiacchito

Rremo’ = rumore fracasso

Rremonera = diversi rumori forti e confusi

Rrempatrià = rimpatriare, tornare o far tornare in patria

Rrempatriatu = rimpatriato, tornato o fatto tornare in patria

Rrempiattà = consolare, comportare, sollevare da uno stato di afflizione

Rrempiattatu = consolato, comportato, sollevato da uno stato di afflizione

Rrenà = arenare, insabbiare, frenare

Rrenasse = arenarsi, insabbiarsi, frenarsi

Rrenatu = arenato, insabbiato, frenato

Rrenbajà = impagliare di nuovo

Rrenbajatu = impagliato di nuovo

Rrenbajià = impagliare di nuovo

Rrenbajiatu = impagliato di nuovo

Rrenbanbì = rimbambire, istupidire, stordire, rincretinire, perdere la capacità di ragionare

Rrenbanbisse = rimbambirsi, istupidirsi, stordirsi, rincretinirsi, perde la capacità di ragionare

Rrenbanbitu = rimbambito, istupidito, stordito, rincretinito, che ha perso la capacità di ragionare

Rrenbapucchià = rimbecillire

Rrenbastà = rimpastare, impastare di nuovo, rimaneggiare, ricomporre

Rrenbastatu = rimpastato, impastato di nuovo, rimaneggiato, ricomposto

Rrenbattà = fare pari e patta; oppure procurare qualcosa a buon prezzo o gratis

Rrenbattà = trovare, procurarsi

Rrenbattata = fare un pari e patta

Rrenbattatu = procurato a buon prezzo o gratis

Rrenbattatu = trovato, procurato

Rrenbellangì = diventare grinzoso, rugoso

Rrenbellangisse = diventare grinzoso, rugoso

Rrenbellangitu = che è diventato grinzoso, rugoso

Rrenbiagne = rimpiangere, compiangere, ricordare con rammarico

Rrenbiandu = ricordo che suscita dolore o nostalgia

Rrenbiccà = lambiccare, affannare, sforzarsi per capire

Rrenbiccasse = lambiccarsi, affannarsi, sforzarsi per comprendere qualcuno o qualcosa, scervellarsi

Rrenbiccatu = lambiccato, affannato; oppure eccessivamente complicato, macchinoso

Rrenbicillì = rimbecillire, stordire, confondere, rincretinire, rimbambire, istupidire

Rrenbicillisse = rimbecillirsi, stordirsi, confondersi, rincretinirsi, rimbambirsi, istupidirsi

Rrenbicillitu = rimbecillito, stordito, confuso, rincretinito, rimbambito, istupidito

Rrenbonne = andare di traverso nella gola

Rrenbostu = andato di traverso nella gola

Rrencasà = rincasare, tornare a casa

Rrencasatu = rincasato, tornato a casa

Rrendanà = rientrare nella tana, nascondere

Rrendanasse = rintanarsi, rientare nella tana

Rrendanatu = rintananto, rientrato nella tana, nascosto

Rrenderzà = piantare una coltura per tre anni sullo stesso appezzamento di terreno

Rrenderzatu = appezzamento di terreno coltivato per tre anni con la stessa coltura

Rrendoccà = rintoccare, suonare a tocchi staccati le campane

Rrendoccu = rintocco, tocco ripetuto e staccato di una campana

Rrendorce = torcere di nuovo, contordecere, storcere

Rrendortu =torto di nuovo, contorto, storto

Rrendostà = rendere tosto, far indurire, costipare

Rrendostasse= rendersi duro, indurirsi, costiparsi

Rrendostatu =  reso duro, indurito, costipato

Rrendrà = entrare, trovare posto, essere ammesso in un gruppo

Rrendratu = entrato, che ha trovato posto

Rrendronà = rimbombare fortemente come il tuono, risuonare in modo cupo e fragoroso, a salutare, stordire

Rrendronatu = stordito, confuso

Rrendrufasse = rinvenire con l’acqua; oppure mangiare a crepapelle

Rrendrufatu = rinvenuto con l’acqua; oppure detto di persona che ha mangiato a crepapelle

Rrendundì = intontire di nuovo, stordire, frastornare, rendere tonto

Rrendundisse = intontirsi, stordirsi, frastornarsi, diventare tonto

Rrendunditu = intontito, stordito, frastornato, che è diventato.

Rrendurì = rendere duro, indurire, costipare

Rrendurisse = rendersi duro, indurito, costiparsi

Rrenduritu = reso duro, indurito, costipato

Rrenfaccià = rinfacciare, rimproverare apertamente ed in modo aspro, rammentare a qualcuno ciò che si è fatto per lui

Rrenfacciasse = rinfacciarsi, rimproverarsi reciprocamente

Rrenfacciatu = rinfacciato, che ha ricordato ciò che è stato fatto per lui

Rrenfiangà = rinforzare una costruzione sui fianchi, rafforzare

Rrenfiangatu = rafforzato sui fianchi

Rrenfilà = infilare di nuovo un indumento o altro

Rrenfilasse = infilarsi di nuovo un indumento o altro

Rrenfilatu = infilato di nuovo

Rrenfioccà = ornare con fiocchi

Rrenfioccasse = ornarsi con fiocchi

Rrenfioccatu = ornato con fiocchi

Rrenfocà = infuocare di nuovo o di più, eccitare, adirare, accalorare

Rrenfocasse = infuocarsi di nuovo o di più, eccitarsi, adirarsi, accalorarsi

Rrenfocatu = infuocato di nuovo o di più, eccitato, adirato, accalorato

Rrenforzà = rinforzare, rinvigorire, irrobustire

Rrenforzasse = rinforzarsi, rinvigorirsi, irrobustirsi

Rrenforzatu = rinforzato, rinvigorito, irrobustito

Rrenfossà = seppellire di nuovo, sprofondare

Rrenfossasse = sprofondarsi, avvallarsi

Rrenfossatu = seppellito di nuovo, sprofondato

Rrenfrangà = dare nuovo vigore, prendere coraggio o fiducia

Rrenfrangasse = darsi nuovo vigore

Rrenfrangatu = rinvigorito, che ha ripreso coraggio o fiducia

Rrenfregnatu = strano, accigliato, inquieto

Rrenfrescà = rinfrescare, dare un po’ di riposo offrendo da bere qualcosa di fresco

Rrenfrescasse = rinfrescarsi, riposarsi bevendo qualcosa di fresco

Rrenfrescata = rinfrescata, il darsi un po’ di riposo bevendo qualcosa di fresco

Rrenfrescatu = rinfrescato, ristorato, riposato

Rrenfronnà = dare da mangiare ai bachi da seta (ridare le foglie di gelso)

Rrengarà = rincarare, aumentare il prezzo

Rrengaratu = rincarato, aumentato di prezzo

Rrengascià = imbiancare di nuovo

Rrengazà = rincalzare, rinforzare, sostenere, mettere la terra intorno al fusto di una pianta

Rrengazasse = rincalzarsi, rafforzarsi

Rrengazatu =  rincalzato, rinforzato, sostenuto

Rrengenne = sentire bruciori in bocca o nello stomaco, avere il sapore aspro e pungente

Rrengiambà = inciampare di nuovo, incespicare di nuovo

Rrengianbatu = chi è inciampato di nuovo, che all’improvviso si è imbattuto in un ostacolo

Rrengioccà = andare a sbattere di nuovo

Rrengioccà = sbattere di nuovo contro un ostacolo

Rrengioccasse = sbattersi di nuovo con qualcuno

Rrengioccatu = che è andato a sbattere di nuovo

Rrengioccatu = che ha sbattuto di nuovo contro un ostacolo

Rrengiuchi’ = rimpicciolire, diventare più piccolo

Rrengiuchisse = rimpicciolirsi, diventare più piccolo

Rrengiuchitu = rimpicciolito, diventato più piccolo

Rrengoce  = cuocere poco e malamente, crescere a stento, imbozzacchire, intristire, crescere in modo stentato

Rrengocese = cuocere si poco e malamente

Rrengondrà = incontrare di nuovo

Rrengondrasse = incontrarsi di nuovo

Rrengondratu = incontrato di nuovo

Rrengorà = rincuorare, dare nuovo o maggiore coraggio

Rrengorasse = rincuorarsi, farsi coraggio

Rrengoratu = rincuorato, incoraggiato

Rrengorre = rincorrere, inseguire, correre dietro

Rrengottu = cotto ma non completamente; oppure persona malnutrita, poco sviluppata

Rrengottu = cresciuto a stento

Rrengrannì  = ingrandire di nuovo, espandere di nuovo

Rrengrannisse = ingrandirsi di nuovo, espandersi di nuovo

Rrengrannitu = ingrandito di nuovo, che si è espanso

Rrengrassà = ingrassare, arricchire

Rrengrassasse = ingrassarsi, arricchirsi celermente senza merito

Rrengrassatu = detto di persona arricchitasi celermente e senza merito

Rrengriccià = raggrinzire, diventare grinzoso o rugoso; oppure arricciare il naso per mostrare disgusto

Rrengricciasse = raggrinzirsi, diventare grinzoso o rugoso; oppure arricciare il naso per mostrare disgusto

Rrengricciatu = raggrinzito, grinzoso, adirato; oppure persona che arriccia il naso per mostrare disgusto, disgustato

Rrengrinzì = raccapricciare, rabbrividire, rannicchiarsi, restringersi, diventare grinzoso

Rrengrinzisse = raggrinzirsi, restringersi, diventare grinzoso

Rrengrinzitu = raggrinzito, rabbrividito, ristretto, rugoso, grinzoso

Rrengritinì = rincretinire, confondere, stordire

Rrengritinisse = rincretinirsi, stordirsi

Rrengritinitu = rincretinito, stordito

Rrengrocià = incrociare di nuovo, incontrare di nuovo

Rrengrociasse = incrociarsi di nuovo, incontrarsi di nuovo

Rrengrociatu = incrociato di nuovo, incontrato di nuovo

Rrengrudì = diventare più crudo, più duro o più aspro

Rrengrudisse = diventare più crudo, più duro o più aspro

Rrengruditu = diventato più crudo, più duro o più aspro

Rrengujunì = ringiovanire, rinnovare, rifiorire

Rrengujunisse = ringiovanirsi, rinnovarsi

Rrengujunitu = ringiovanito, rinnovato, rifiorito

Rrengulà = indietreggiare senza girarsi

Rrengulata = fregatura, raggiro, imbroglio

Rrennaccià = riparare con ago e filo, rattoppare, racconciare, riassettare, riparare

Rrennacciatu = riparato con ago e filo, rattoppato, racconciato, riassettato, riparato

Rrennacciu = rammendo, ricostruzione o rinforzo di una trama

Rrennammorà = innamorare di nuovo

Rrennammorasse = innamorarsi di nuovo

Rrennammoratu = innamorato di nuovo

Rrenne = flettere, piegarsi

Rrennestà = innestare di nuovo, inserire di nuovo

Rrennestatu = innestato di nuovo, inserito di nuovo

Rrennodà = riannodare, collegare di nuovo facendo un nodo

Rrennodatu = riannodato, collegato di nuovo facendo un nodo

Rrennotecà = andare di traverso in gola; far pentire, amareggiare, far accettare malvolentieri qualcosa a qualcuno

Rrennotecasse = pentirsi, amareggiarsi

Rrennotecatu = andato di traverso in gola; pentito, amareggiato, chi ha dovuto accettare malvolentieri qualcosa

Rrennuvolà = annuvolarsi; oppure turbarsi nel volto, oscurarsi

Rrennuvolatu = annuvolato; turbato nel volto

Rrenpacià = fare la pace, riappacificare

Rrenpaciasse = rappacificarsi, calmarsi, fare la pace

Rrenpaciatu = rappacificato, calmato, che ha fatto la pace

Rrenpiazzà = rimpiazzare, mettere a posto di un altro, sostituire

Rrenpiazzatu = rimpiazzato, messo a posto di un altro, sostituito

Rrenpupì = diventare un pupo, istupidire, rincretinire

Rrenpupisse = istupidirsi, rincretinirsi

Rrenpupitu = diventato un pupo, istupidito,, rincretinito

Rrenquartà = aumentare di peso

Rrenquartasse = aumentare di peso

Rrenquartatu = aumentato di peso, diventato fisicamente robusto

Rrensaccà = insaccare di nuovo, subire violenti scossoni, raggomitolare, stare con la testa affondata nelle spalle

Rrensaccatu = infagottato, raggomitolato, che sta con la testa affondata nelle spalle

Rrensanguà = arricchire l’organismo di nuovo sangue, rinvigorire

Rrensanguatu = arricchito di nuovo sangue, rinvigorito

Rrentanà = tornare o far tornare nella tana, ricacciare o far rientrare nella tana

Rrentanasse  = rintanarsi, nascondersi nel proprio nascondiglio, isolarsi, appartarsi

Rrentanatu = rintanato, nascosto nel proprio nascondiglio, isolato, appartato

Rrentronà = rimbombare fortemente; oppure stordire, confondere

Rrentronatu = stordito, confuso

Rrenvecchià = rinvecchiare, conservare per lunghi anni

Rrenvecchiasse = invecchiarsi, conservarsi per lunghi anni

Rrenvecchiatu = rinvecchiato, conservato per lunghi anni

Rrenzaffà = rinzaffare (dare al muro la prima ruvida crosta di intonaco)

Rrenzodà = diventare di nuovo sodo o duro, costipare

Rrenzodasse = diventare di nuovo sodo o duro, costiparsi

Rrenzodatu = diventato di nuovo sodo o duro, costipato

Rreparà = riparare, rifugiare, trovare ricovero; oppure ricostruire, eliminare i danni, aggiustare, accomodare

Rreparasse = ripararsi, rifugiarsi, dimorare, albergare

Rreparatu = riparato, accomodato, aggiustato; oppure ricoverato, rifugiato

Rreparu = riparo, protezione, copertura

Rreppacià = riappacificare, fare la pace, portare pace fra persone corrucciate, riconciliare

Rreppaciasse = riappacificarsi, fare la pace, riconciliarsi

Rreppaciatu = riappacificato che ha fatto la pace, riconciliato

Rrepparecchià = predisporre o preparare di nuovo, preparare la tavola per il pasto

Rrepparecchiatu = predisposto preparato di nuovo,

Rreppiattà = consolare o confortare accarezzando

Rreppiattatu = consolato, confortato con carezze

Rreppiccà = riappiccare, appiccare di nuovo, appioppare, attribuire

Rreppiccasse = riappiccarsi, appiccarsi di nuovo

Rreppiccatu = riappiccato, appiccato di nuovo, appioppato, attribuito

Rreppiccià = accendere di nuovo, ricominciare

Rreppicciasse = accendersi di nuovo

Rreppicciatu = riacceso

Rreppiccicà = riappiccicare, appiccicare di nuovo, riattaccare

Rreppiccicasse = riappiccicarsi, appiccicarsi di nuovo, riattaccarsi

Rreppiccicatura = cosa appiccicata di nuovo, cosa aggiunta

Rreppicicatu = riappiccicato, appiccicato di nuovo, riattaccato

Rreppisolà = riappisolare, addormentarsi di nuovo

Rreppisolasse = riappisolarsi, addormentarsi di nuovo

Rreppisolatu = riappisolato, che si è addormentato di nuovo

Rrepprezzà = recuperare una cosa trascurata da altri

Rrepprezzatu = recuperato

Rreppujà = andare dentro il pollaio, prepararsi e trovare riparo per il pernottamento

Rreppujasse = andare dentro di pollaio, trovare un riparo per il pernottamento

Rreppujatu = che è andato dentro il pollaio, che ha trovato un riparo per il pernottamento

Rreppuju = ora in cui gli uccelli tornano ai propri nascondigli per trascorrervi la notte

Rrequisì = requisire, sequestrare, prendere d’autorità

Rrequisitu = requisito, sequestrato, preso d’autorità

Rrequisizio’ = requisizione, sequestro disposto dalla autorità

Rrerrapertu = riaperto, aperto di nuovo

Rrerraprì = riaprire, aprire di nuovo

Rrerraprisse = riaprirsi, aprirsi di nuovo

Rresanà = risanare, bonificare

Rresanasse = risanarsi

Rresanatu = risanato, bonificato

Rrescallà = riscaldare, scaldare di nuovo, infervorare, infiammare, confortare, rincuorare

Rrescallasse = riscaldarsi, scaldarsi di nuovo, infervorarsi, rincuorarsi

Rrescallata = atto dello riscaldare o il riscaldarsi fatto in fretta

Rrescallatu = riscaldato,  scaldato di nuovo, infervorato, infiammato

Rrescappà = scappare di nuovo, fuggire di nuovo

Rrescappatu = scappato di nuovo, fuggito di nuovo

Rreschiarà = rischiarare, rendere chiaro, illuminare, chiarire

Rreschiarasse = rischiararsi, diventare chiaro, illuminarsi, chiarirsi

Rreschiaratu = rischiarato, divenuto chiaro, chiarito, illuminato

Rreschiarì = rischiarire, rendere chiaro, illuminare, ripulire

Rreschiarisse = rischiarirsi, illuminarsi, ripulirsi

Rreschiaritu = rischiarito, illuminato, ripulito

Rresciacquà = risciacquare, sciacquare di nuovo, ripassare qualcosa in acqua pulita

Rresciacquasse = risciacquarsi, sciacquarsi di nuovo

Rresciacquata = risciacquata, ripassata di nuovo in acqua pulita in fretta ed in modo superficiale

Rresciacquatu = risciacquato, sciacquato di nuovo, ripassato in acqua pulita

Rrescioje = sciogliere di nuovo

Rresciojese = sciogliersi di nuovo

Rresciotu = sciolto di nuovo

Rresciuccà = rasciugare, asciugare di nuovo

Rresciuccasse = rasciugarsi, asciugarsi di nuovo

Rresciuccatu = rasciugato, asciugato di nuovo

Rrescondrà = riscontrare, verificare, controllare

Rrescondratu = riscontrato, verificato, controllato

Rrescossu = riscosso, incassato

Rrescote = riscuotere, incassare; oppure raccogliere le voci o i pettegolezzi

Rresecà = risicare, mettere a rischio, rischiare

Rresfascià = sfasciare di nuovo, rompere, squassare

Rresfasciasse = sfasciarsi di nuovo, rompersi, squassarsi

Rresfasciatu = sfasciato di nuovo rotto, squassato

Rresparagnà = risparmiare, limitare il consumo

Rresparagnasse = risparmiarsi, avere riguardo di sé

Rresparagnatu = risparmiato, non speso; oppure che ha avuto riguardo di sé

Rresparagnu = risparmio, economia, sconto

Rrespirà = respirare, inspirare od espirare, vivere, riprendere fiato, riposarsi

Rrespojà = spogliare di nuovo, svestire di nuovo

Rrespojasse = spogliarsi di nuovo, svestirsi di nuovo

Rrespojatu = spogliato di nuovo, svestito di nuovo

Rresponne = rispondere, parlare o scrivere in risposta, replicare, ribattere

Rressettà = riassettare, accomodare

Rressettasse = riassettarsi, rimettersi in ordine

Rressettatu = riassettato, accomodato, rimesso in ordine

Rressomigliatu = rassomigliato

Rressomijà = rassomigliare, paragonare

Rressomijanza = somiglianza, analogia

Rressomijasse = rassomigliarsi, paragonarsi

Rressomijatu = rassomigliato, paragonato

Rrestà = arrestare, fermare, ammanettare

Rrestabbilì = ristabilire, rimettere ordine, ripristinare; oppure guarire

Rrestabbilisse = ristabilirsi, rimettersi in forze, guarirsi

Rrestabilitu = ristabilito, guarito, che si è rimesso in forze

Rrestagnà = ristagnare, diventare stagnante o paludoso, cessare di scorrere, coagularsi, ridurre l’attività

Rrestagnasse = ristagnarsi, fermarsi, cessare di scorrere

Rrestagnatu = risparmiato, affermato, che ha cessato di scorrere, coagulato, che è divenuto stagnante o paludoso

Rrestagnu = ristagno, momento una fase di arresto, esitazione, indugio; oppure raffreddore

Rrestasse = arrestarsi, fermarsi

Rrestatu = arrestato, fermato, ammanettato

Rrestaurà = restaurare, ripristinare, ristabilire, rimettere in forza o in salute

Rrestaurasse = restaurarsi, ripristinarsi, rimettersi in forza o in salute

Rrestauratu =  restaurato, ripristinato, ristabilito

Rrestituì = restituire, rendere, riconsegnare

Rrestituitu = restituito, reso, riconsegnato

Rresto = il resto (denaro restituito al pagante quale differenza tra versato e dovuto)

Rrestornà = tornare indietro

Rrestornasse = tornare indietro

Rrestornatu = tornato indietro

Rrestregne = restringere, diminuire, limitare, ridurre, contenere

Rrestregnese = restringersi, dimin uirsi, limitarsi, ridursi, contenersi

Rrestrittu = ristretto, ridotto, limitato, contenuto

Rresuscità = risuscitare, richiamare alla vita

Rresuscitatu = risuscitato, richiamato alla vita

Rresvejà = svegliare di nuovo, ridestare, ravvivare

Rresvejasse = svegliarsi di nuovo, ridestarsi, ravvivarsi

Rresvejatu = svegliato di nuovo, ridestato, ravvivato

Rretajà = ritagliare, tagliare di nuovo, tagliare seguendo le linee esterne che racchiudono un disegno o scritto

Rretaju  = ritaglio, ciò che si toglie ritagliando, ciò che rimane dopo tagliata via la parte che serve

Rretardà = ritardare, rimandare, differire

Rretardatu = ritardato, rimandato, differito; oppure persona che dimostra ritardo mentale

Rrete = dietro

Rreto = dietro

Rretrà = arretrare, spostare indietro

Rretrasse = arretrarsi, spostarsi indietro, ritirarsi

Rretrattà = ritrattare, smentire, disdire, rinnegare, rimangiare

Rretrattasse = ritrattarsi, smentirsi, disdirsi, rinnegarsi, rimangiarsi quanto detto in precedenza

Rretrattatu = ritrattato, che si è smentito, che ha rinnegato, che si è rimangiato quanto detto in precedenza

Rretrattu = ritratto, figura umana presa dal vero

Rretratu = arretrato, spostato indietro; oppure persona rimasta indietro, non aggiornata

Rretribuì = retribuire, compensare per una prestazione d’opera, ricompensare, pagare

Rretribuitu = retribuito, compensato per una prestazione d’opera, pagato, ricompensato

Rretrocede = retrocedere, farsi indietro, indietreggiare, arretrare

Rretrocessiò = retrocessione, indietreggiamento, declassamento

Rretrocessu = retrocesso, rimandato indietro, indietreggiato, arretrato, declassato

Rretrogadu = retrogrado, conservatore, contrario al progresso; oppure persona che sostiene idee retrive o arretrate

Rrettaccà = riattaccare, attaccare di nuovo; oppure pretendere di più di quanto precedentemente pattuito

Rrettaccasse = riattaccarsi, attaccarsi di nuovo; oppure pretendere qualcosa in più del pattuito

Rrettaccatu = riattaccato, attaccato di nuovo; oppure che ha preteso di più di quanto precedentemente pattuito

Rrettizzà = attizzare di nuovo

Rrettizzatu = attizzato di nuovo

Rrettoppà = riattoppare, mettere toppe, rappezzare

Rrettoppatu = riattoppato, rappezzato

Rrettoppu = rattoppo, rimedio provvisorio

Rrevatà =ribaltare, rovesciare, capovolgere

Rrevatasse = ribaltarsi, rovesciarsi, capovolgersi

Rrevatatu = ribaltato, rovesciato, capovolto

Rrevatte = ribattere, battere di nuovo o più volte; oppure controbattere, confutare

Rrevattitura = ribattitura (operazione del ribattere)

Rrevattutu = ribattuto; oppure controbattuto, confutato, smentito

Rrevocà = revocare, richiamare, sconfessare, annullare, disdire, destituire da un incarico

Rrevocatu = revocato, richiamato, sconfessato, annullato, disdetto,

Rrevommetà = rimbombare, fare un gran fracasso echeggiando in modo cupo

Rrevorverata = revolverata, colpo di rivoltella

Rrevorvere = revolver, rivoltella, pistola a tamburo rotante

Rrevvicinà = riavvicinare, riappacificare

Rrevvicinasse = riavvicinarsi, riappacificarsi

Rrevvicinatu = riavvicinato, riappacificato

Rrià = arrivare, giungere, raggiungere

Rrianimà = rianimare, rinfrancare, sollevare, rincuorare, ridare coraggio o sfiducia

Rrianimasse = rianimarsi, riprendere animo o coraggio, riprendere forza o vigore

Rrianimatu = rianimato, rinfrancato, sollevato

Rriappacificà = riappacificare, calmare, quietare, pacificare, riconciliare

Rriappacificasse = riappacificarsi, calmarsi, quietarsi, pacificarsi, riconciliarsi

Rriappacificatu = riappacificato, calmato, quietato, pacificato, riconciliato

Rriassume = riassumere, riepilogare, ricapitolare, riprendere alle proprie dipendenze

Rriassundu = riassunto, riepilogato, ricapitolato, ripreso alle proprie dipendenze

Rriassurbì = riassorbire, recuperare, reinserire, inglobare nuovamente, raggiungere chi è in fuga

Rriassurbisse = riassorbirsi, reinserirsi, assorbirsi

Rriassurbitu = riassorbito, recuperato, reinserito, inglobato nuovamente

Rriatu = arrivato, giunto, raggiunto

Rriauta = riavuta, rivincita (al gioco delle carte)

Rriavé = riavere, avere di nuovo, avere in restituzione, recuperare, riacquistare

Rriavesse = riaversi, rimettersi in salute, riacquistare coraggio, recuperare le forze

Rriavutu = riavuto, avuto di nuovo, avuto in restituzione, riacquistato

Rribadì = ribadire, confermare, ripetere, riaffermare con decisione

Rribaditu = ribadito, ripetuto, confermato, riaffermato con decisione

Rribaldà = ribaltare, capovolgere, rovesciare, far cadere

Rribaldasse = ribaltarsi, capovolgersi, rovesciarsi

Rribaldatu = ribaltato, capovolto, rovesciato, fatto cadere

Rribassà = ribassare, diminuire un costo

Rribassasse = ribassarsi, diminuirsi

Rribassu = ribasso, diminuzione, calo

Rribellà = ribellare, insorgere, disobbedire

Rribellasse = ribellarsi, insorgere, opporsi con violenza, disobbedire

Rribellatu = ribellato, insorto, opposto con violenza

Rribelle = ribelle, indocile, oppositore

Rribellio’ = ribellione, rivolta, sommossa

Rricapitolà = ricapitolare, riassumere, riepilogare

Rricascu = ricasco, ciò che ricasca; nella caccia è il ripasso degli uccelli migratori

Rricattà = ricattare, estorcere, chiedere qualcosa a qualcuno minacciandolo di svelare cose per lui compromettenti

Rricattatu = ricattato, sottoposto a ricatto, estorto

Rricattu = ricatto, estorsione con minacce

Rricavà = ricavare, cavare di nuovo, desumere, dedurre, ottenere

Rricavatu = ricavato, desunto, dedotto, ottenuto

Rriccamà = ricamare, eseguire ricami, curare molto la forma, abbellire, ornare

Rriccamatu = ricamato, molto curato nella forma, abbellito, ornato

Rriccamu = ricamo, ornamento, abbellimento

Rricchì = arricchire, accrescere

Rricchisse = arricchirsi, migliorarsi, perfezionarsi

Rricchitu = arricchito, migliorato

Rriccià = arricciare, corrugare, increspare
Rricciasse = arricciarsi, corrugarsi, incresparsi

Rricciatu = arricciato, corrugato, increspato

Rricercà = ricercare, cercare di nuovo, cercare con cura e impegno, perquisire, inquisire

Rricercatu = ricercato, richiesto, apprezzato, raffinato, elegante, affettato; oppure che è oggetto di ricerche o indagini

Rriceve = ricevere, accogliere, prendere ciò che viene dato, contenere, trarre, recepire, comprendere

Rricevutu = ricevuto, accolto, accettato, contenuto, compresso, recepito

Rrichiamà =  richiamare, chiamare di nuovo, far tornare indietro, far accorrere, attirare, riprendere, rimproverare

Rrichiamasse = richiamarsi, far riferimento a qualcosa o qualcuno

Rrichiamatu = richiamato, chiamato di nuovo, fatto tornare indietro, fatto accorrere, attirato, ripreso, rimproverato

Rrichiamu = richiamo, rimprovero

Rriciclà = riciclare, utilizzare di nuovo, rimettere in circolazione

Rriciclatu = riciclato, utilizzato di nuovo, rimesso in circolazione

Rricindà = recintare, chiudere uno spazio con un recinto di mura, reti, siepi o steccati e simili

Rricindasse = recintarsi, chiudersi dentro un recinto, isolarsi

Rricindatu = recintato, chiuso dentro un recinto

Rricintu = recinto, spazio circondato da mura, rete, siepi, steccati e simili

Rricinzio’ = recinzione, chiusura di uno spazio con mura, siepi, reti, steccati e simili

Rricognizio’ = ricognizione, riconoscimento, accertamento, verifica, riscontro, missione informativa

Rricollegà = ricollegare, collegare di nuovo, ricongiungere, riferire

Rricollegasse = ricollegarsi, collegarsi di nuovo, ricongiungersi, riferirsi

Rricollegatu = ricollegato, collegato di nuovo, ricongiunto, riferito

Rricolmà = ricolmare, colmare di nuovo, riempire del tutto

Rricolmasse = ricolmarsi, colmarsi di nuovo, riempirsi completamente

Rricolmatu = ricolmato, colmato di nuovo, riempito completamente

Rriconbensa = contraccambio che si dà per un servizio reso

Rriconbensà = ricompensare, remunerare, ripagare, rimborsare, risarcire

Rriconbensatu = ricompensato, remunerato, ripagato, rimborsato, risarcito

Rriconbostu = ricomposto, ricostruito, rimesso insieme, riordinato

Rriconfermà = riconfermare, confermare di  nuovo, rinnovare un incarico

Rriconfermasse = riconfermarsi, confermarsi di nuovo, rinnovarsi

Rriconfermatu = riconfermato, confermato di nuovo

Rricongiunge = ricongiungere congiungere di nuovo, riunire

Rricongiungese = ricongiungersi, congiungersi di nuovo, riunirsi

Rricongiuntu = ricongiunto, congiunto di nuovo, riunito

Rriconosce = riconoscere, individuare, identificare; oppure ammettere

Rriconoscimendu = riconoscimento, identificazione, accettazione, ammissione, ravvedimento

Rriconusciutu = riconosciuto, individuato, identificato, ammesso, accettato

Rricordà = ricordare, rammentare, avere presente nella memoria, menzionare

Rricordasse = ricordarsi, rammentarsi

Rricordatu = ricordato, rammentato, menzionato

Rricordu = ricordo, memoria

Rricorre = ricorrere, ritornare; oppure rivolgersi, appellarsi

Rricorrenza = ricorrenza, ricomparsa periodica; oppure celebrazione o festività che ritorna ogni anno

Rricorsu = ricorso, appello, istanza

Rricostruì = ricostruire, costruire di nuovo, ricostituire, ripristinare, ricomporre

Rricostruisse = ricostruirsi, ricostituirsi, ripristinarsi, ricomporsi

Rricostruitu = ricostruito, ricostituito, ripristinato, ricomposto

Rricoverà = ricoverare, offrire asilo, mettere al riparo, accogliere in un luogo di cura o di assistenza

Rricoverasse = ricoverarsi, entrare in un luogo di cura o di assistenza

Rricoveratu = ricoverato, accolto, messo al riparo, entrato in luogo di cura o di assistenza

Rricoveru = ricovero, ospizio, luogo di cura o di assistenza

Rricreà = ricreare, creare di nuovo, riprodurre; oppure divertire, svagare, distrarre, ritemprare

Rricreasse = ricrearsi, divertirsi, ritemprarsi, distrarsi

Rricreatu = ricreato, creato di nuovo; oppure divertito, ritemprato, svagato, distratto

Rricrede = ricredere, cambiare opinione

Rricredese = ricredersi, cambiare opinione

Rricridutu = ricreduto, chi ha cambiato opinione

Rricuncilià = riconciliare, rappacificare, tornare in pace o in armonia

Rricunciliasse = riconciliarsi, rappacificarsi, tornare in pace o in armonia

Rricunciliatu = riconciliato, rappacificato, tornato in pace o in armonia

Rricurdì = ricordino (oggetto o bigliettino che si dona per ricordo)

Rridà = ridare, restituire; oppure ridestare, rinvenire

Rridasse = ridarsi, ridestarsi, rinvenirsi

Rridatu = ridato, restituito, reso; oppure ridestato, rinvenuto

Rriduce = ridurre, diminuire, scemare, far diventare, adattare

Rriducese = ridursi, diminuirsi, scemarsi, adattarsi, diventare

Rriduttu = ridotto, diminuito, scemato, adattato, diventato

Rriduzio’ = riduzione, diminuzione

Rrientrà = rientrare, rincasare, ritirarsi

Rrientratu = rientrato, rincassato, ritirato

Rriepilogà = riepilogare, riassumere, ricapitolare, sintetizzare

Rriepilogatu = riepilogato, riassunto, ricapitolato, sintetizzato

Rriesaminà = riesaminare, esaminare di nuovo e attentamente

Rriesaminatu = riesaminato, esaminato di nuovo e attentamente

Rriesumà = riesumare, dissotterrare, riportare alla luce

Rriesunatu = riesumato, dissotterrato

Rrievocà = rievocare, ricordare, evocare di nuovo, richiamare alla mente, commemorare

Rrievocatu = rievocato, ricordato, evocato di nuovo, richiamato alla mente, commemorato

Rrifilà = dare o dire tutto di seguito, dare per buono ciò che non lo è, dare via, affibbiare

Rrifini’ = rifinire, portare a compimento perfezionando, perfezionare

Rrifinisse = rifinirsi, perfezionarsi

Rrifinitu = rifinito, portato a compimento perfezionando, perfezionato

Rrifiutà = rifiutare, non accettare, non voler fare, non riconoscere, negare, non acconsentire

Rrifiutasse = rifiutarsi, non voler fare qualcosa, non voler acconsentire

Rrifiutatu = rifiutato, non voluto, non accettato

Rrifiutu = rifiuto, rinuncia, diniego, ricusazione, rigett, veto; oppure avanzo, scarto

Rrifondà = rifondare, fondare di nuovo

Rrifondatu = rifondato, fondato di nuovo

Rriformà = riformare, modificare; oppure porre in congedo assoluto il militare inabile

Rriformasse = riformarsi, tornare alla forma preventiva, ripristinarsi; oppure emendarsi, correggersi

Rriformatu = riformato, modificatone, oppure, riferito ai militari, chi è stato posto in congedo assoluto

Rrifressio’= riflessione, meditazione, considerazione

Rrifressu = riflesso, riverbero; oppure conseguenza, ripercussione, effetto; oppure risposta motoria involontaria

Rrifrette = riflettere, rimandare la luce, rispecchiare, rinviare; oppure pensare, considerare con attenzione

Rrifugià = rifugiare, cercare rifugio o riparo; oppure cercare conforto o sollievo

Rrifugiasse = rifugiarsi, cercare un riparo; oppure cercare conforto o sollievo

Rrifugiatu = rifugiato, esule, fuoriuscito

Rrifugiu = rifugio, riparo, difesa, protezione

Rrifurnì = rifornire, provvedere, approvvigionare, dotare

Rrifurnimendu = rifornimento, operazione del rifornirsi o del fornire, scorte, vettovaglie

Rrifurnisse  = rifornirsi, provvedersi, approvvigionarsi, dotarsi

Rrifurnitu  = rifornito, provveduto, approvvigionato, dotato

Rrigenerà = rigenerare, riformare, ripristinare, ricostituire, ristabilire, ristorare

Rrigenerasse = rigenerarsi, riformarsi, ripristinarsi, ricostituirsi, ristabilirsi, ristorarsi
Rrigeneratu = rigenerato, riformato, ripristinato, ricostituito, ristabilito, ristorato

Rrigettà = rigettare, rifiutare, respingere, non accettare; oppure vomitare

Rrigettatu = rigettato, rifiutato, respinto, non accettato; oppure vomitato

Rrigettu = rigetto, rifiuto, bocciatura

Rrigirà = rigirare, girare di nuovo e più volte, voltare, mescolare

Rrigirasse = rigirarsi, girarsi di nuovo e più volte, voltarsi, mescolarsi

Rrigiratu = rigenerato, girato di nuovo e più volte, voltato, mescolato

Rrigurgità = rigurgitare, traboccare, tornare vorticosamente all’indietro

Rrigurgitatu = rigurgitato, tornato vorticosamente all’indietro

Rrigurgitu = rigurgito, ritorno vorticoso all’indietro di liquidi, ritorno dei cibi non digeriti all’esofago o in bocca

Rrilancià = rilanciare, ridare slancio, far tornare attuale

Rrilanciasse = rilanciarsi, ridarsi slancio

Rrilanciatu = rilanciato, chi ha avuto un rilancio, fatto tornare attuale

Rrilascià = rilasciare, dare, concedere, mollare, sciogliere, separare

Rrilasciasse = rilasciarsi, separarsi; oppure distendersi, riposarsi

Rrilasciatu = rilasciato, dato, concesso, sciolto, mollato; oppure disteso, riposato

Rrilasciu = rilascio, cessione, svincolo, liberazione

Rrilassà = rilassare, allentare, distendere

Rrilassasse = rilassarsi, distendersi, riposarsi

Rrilassatu = rilassato, disteso, riposato

Rrilevà = rilevare, sollevare, ricavare, assumere a proprio carico

Rrilevasse = rilevarsi, alzarsi

Rrilevatu = rilevato, sollevato, ricavato, assunto a proprio carico

Rrimasticà  = rimasticare, masticare di nuovo, rimuginare, ripensare

Rrimasticatu = rimastica, masticato di nuovo, rimuginato, ripensato

Rrimasuju = rimasuglio, avanzo

Rrimediu = rimedio, riparazione, medicamento

Rrimidià = rimediare, provvedere, trovare, procurare

Rrimidiatu = rimediato, provveduto, trovato, procurato

Rrimisto = rimesso, messo di nuovo; oppure che ha subito un danno

Rrimminì = rianimare, riprendere i sensi, riprendere animo e coraggio

Rrimminisse = rianimarsi, riprendere i sensi, riprendere animo e coraggio

Rrimminitu = rianimato, che ha ripreso i sensi, che ha ripreso animo e coraggio

Rrimondà = rimontare, risalire, raggiungere, recuperare uno svantaggio

Rrimondatu = rimontato, risalito, raggiunto, chi ha recuperato lo svantaggio

Rrimorchià = rimorchiare, trainare, trascinare; oppure contattare una persona

Rrimorchiasse = rimorchiarsi, agganciarsi, farsi trainare

Rrimorchiatu = rimorchiato, trainato, trascinato

Rrimorchiu = rimorchio (veicolo trainato da una motrice)

Rrimorsu = rimorso, tormento, cruccio

Rrimuginà = rimuginare, mescolare cercando qualcosa

Rrinbarzà = rimbalzare, balzare in direzione contraria, trasmettersi con rapidità, respingere, rimandare

Rrinbarzatu = rimbalzato, balzato in direzione contraria, respinto, rimandato

Rrinbastu = rimpasto, rimaneggiamento, ricomposizione, nuova formazione

Rrinbì = riempire, colmare, compilare un modulo

Rrinbicculì = rimpicciolire, rendere o diventare più piccolo

Rrinbicculisse = rimpicciolirsi, diventare più piccolo

Rrinbicculitu = rimpicciolito, diventato più piccolo

Rrinbicillì = rimbecillire, rincretinire, rimbambire

Rrinbicillisse = rimbecillirsi, rincretinirsi, rimbambirsi

Rrinbicillitu = rimbecillito, rincretinito, rimbambito

Rrinbisse = riempirsi, diventare pieno, colmarsi

Rrinbitu = riempito, diventato pieno, colmato

Rrinbitura = riempitura, cosa inutile

Rrinbombà = rimbombare, rintronare, risuonare, echeggiare in modo cupo

Rrinbombu = rimbombo, rumore, strepito, eco rumorosa

Rrinborsà = rimborsare, restituire, risarcire

Rrinborsatu = rimborsato, restituito, risarcito

Rrinborsu = rimborso, restituzione, risarcimento

Rrinbroverà = rimproverare, censurare, biasimare, ammonire, sgridare, riprovare

Rrinbroverasse = rimproverarsi, rammaricarsi, provare rincrescimento o pentimento

Rrinbroveratu = rimproverato, rammaricato, censurato, biasimato, ammonito, sgridato

Rrinbroveru = rimprovero, censura, biasimo, ammonimento, sgridata

Rrincarà = rincarare, aumentare il prezzo, aggravare un danno o dispiacere

Rrincaratu = rincarato, aumentato di prezzo, aggravato

Rrincaru = rincaro, rialzo, aumento del prezzo

Rrinchiude = rinchiudere, segregare, mettere al sicuro, appartare

Rrinchiudese = rinchiudersi, segregarsi, mettersi al sicuro, appartarsi

Rrinchiusu = rinchiuso, segregato, messo al sicuro, appartato

Rrincorà = rincuorare, confortare, incoraggiare, rassicurare, rinfrancare

Rrincorasse = rincuorarsi, incoraggiarsi, rassicurarsi

Rrincoratu = rincuorato, incoraggiato, rassicurato, rinfrancato

Rrincresce = rincrescere, dispiacere, provare rammarico

Rrincretinisse = rincretinirsi, confondersi

Rrincriscimendu = rincrescimento, dispiacere misto a disappunto o a rammarico o ad amarezza

Rrincritinì = rincretinire, confondere, stordire, diventare cretino

Rrincritinisse = rincretinirsi, stordirsi, rimbecillirsi

Rrincritinitu = rincretinito, stordito, rimbecillito

Rrindraccià = rintracciare, trovare seguendo le tracce, trovare dopo lunga e laboriosa ricerca

Rrindracciatu = rintracciato, trovato seguendo le tracce, trovato dopo lunga e laboriosa ricerca

Rrindronà = rintronare, stordire, confondere

Rrindronasse = rintronarsi, stordirsi, confondersi

Rrindronatu = rintronato, stordito, confuso

Rrinforzà = rinforzare, rendere più forte, rinvigorire, irrobustire, fortificare

Rrinforzasse = rinforzarsi, fortificarsi, rinvigorirsi, irrobustirsi

Rrinforzatu = rinforzato, reso più forte, rinvigorito, irrobustito, fortificato

Rrinforzu = rinforzo, sostegno, appoggio

Rrinfrescà = rinfrescare, ristorare, refrigerare, rifocillare con bevande fresche

Rrinfrescasse = rinfrescarsi, ristorarsi, refrigerarsi, rifocillarsi con bevande fresche

Rrinfrescatu = rinfrescato, ristorato, refrigerato, rifocillato con bevande fresche

Rrinfrescu = rinfresco, riposo, ristoro; servizio di bevande fresche, cibi leggeri e dolci in occasione di cerimonie o feste

Rringiovanì = ringiovanire, tornare giovane, rendere giovane

Rringiovanisse = ringiovanirsi, rinverdirsi, tornare giovane nell’aspetto

Rringiovanitu = ringiovanito, rinverdito, tornato giovane nell’aspetto

Rringrazià = ringraziare, esprimere la propria gratitudine

Rringraziamendu = ringraziamento, espressione di gratitudine o di riconoscenza

Rringraziatu = ringraziato, chi ha ricevuto espressioni di gratitudine

Rringujunì = rincoglionire, rimbecillire, rimbambire

Rringujunisse = rincoglionirsi, rimbecillirsi, rimbambirsi

Rringujunitu = rincoglionito, rimbecillito, rimbambito, tardo a comprendere e lento nei riflessi

Rrinnegà = rinnegare, non avere più fiducia di una persona, abbandonare una fede o un partito o una dottrina

Rrinnovà = rinnovare, rendere nuovo, ripetere, modernizzare

Rrinnovasse = rinnovarsi, modernizzarsi

Rrinnovatu = rinnovato, modernizzato, reso nuovo, ripetuto

Rrinomatu = rinomato, famoso, celebre

Rrinsaccata = violento scossone

Rrinsanguà = rinsanguare, arricchire l’organismo di sangue

Rrinsanguasse = rinsanguarsi; oppure rifornirsi di denaro, riprendersi economicamente

Rrinsanguatu = rinsanguato, chi ha ricevuto nuovo sangue; oppure chi si é ripreso economicamente

Rrinsicchì = rinsecchire, diventare secco o magro o asciutto

Rrinsicchisse = rinsecchirsi, diventare  secco o magro o asciutto

Rrinsicchitu = rinsecchito, diventato secco o magro o asciutto

Rrintraccià = rintracciare, trovare seguendo le tracce, trovare dopo lunga e laboriosa ricerca

Rrintracciatu = rintracciato, trovato seguendo le tracce, trovato dopo lunga e laboriosa ricerca

Rrinuncià = rinunciare, ricusare, rifiutare, astenersi dal fare qualcosa

Rrinvià = rinviare, mandare indietro, dilazionare, differire

Rrinvià = rinviare, mandare indietro, restituire, riconsegnare, dilazionare, differire

Rrinviatu = rinviato, rimandato all’indietro, restituito, riconsegnato, dilazionato, differito

Rrinvigurì = rinvigorire, rafforzare

Rrinvigurisse = rinvigorirsi, rafforzarsi

Rrinviguritu = rinvigorito, rafforzato

Rrinvinì = rinvenire, riprendere i sensi, riaversi

Rrinvinisse = riprendere i sensi, riaversi

Rrinvinutu = rinvenuto, che ha ripreso i sensi, riavuto

Rrinvirdì = rinverdire, tornare ad essere verde, rinnovare

Rrinvirdisse = rinverdirsi, rinnovarsi, tornare ad essere verde

Rrinvirditu = rinverdito, rinnovato, tornato ad essere verde

Rrinzaffatu = rinzaffato (detto del muro che ha ricevuto la prima ruvida crosta di intonaco)

Rrinzavì = rinsavire, riacquistare la ragione, correggersi, ravvedersi

Rrinzavitu = rinsavito, che ha riacquistato la ragione, corretto, ravveduto

Rriordinà = riordinare, rimettere in ordine, riorganizzare dando un assetto migliore, riordinare una merce

Rriordinasse = riordinarsi, rimettersi in ordine, riorganizzarsi dandosi un assetto migliore

Rriordinatu = riordinato, ordinato di nuovo, rimesso in ordine, riorganizzato, risistemato

Rriorganizzà = riorganizzare, organizzare di nuovo, ristrutturare, riordinare con nuovi criteri

Rriorganizzasse = riorganizzarsi, organizzarsi di nuovo, ristrutturarsi, riordinarsi con nuovi criteri

Rriorganizzatu = riorganizzato, organizzato di nuovo, ristrutturato, riordinato con nuovi criteri

Rriparazio’ = riparazione, aggiustatura, accomodatura

Rripartì = ripartire, andare di nuovo; oppure assegnare, dividere

Rripartitu = ripartito, chi è partito di nuovo; oppure assegnato, diviso

Rriparu = riparo, nascondiglio, rifugio, rimedio, protezione, difesa

Rripassu = ripasso, moto migratorio degli uccelli di passo dai luoghi di svernamento a quelli di di riproduzione

Rripete = ripetere, replicare, eseguire nuovamente, ridire, richiedere

Rripiegu = ripiego, espediente, trovata

Rripienu = ripieno, ben pieno, completamente pieno, farcito, imbottito

Rripijà = ripigliare, pigliare di nuovo, recuperare, recuperare; oppure riprendere, o rimproverare

Rripijasse = ripigliasi,  riaversi, riprendersi, ristabilirsi

Rripijatu = ripiglialo, ripreso, ricominciato, ristabilito, riavuto

Rripirì = reperire, ritrovare, rintracciare

Rripiribbile = reperibile, rintrovabile, rintracciabile

Rripiritu = reperito, ritrovato, rintracciato

Rripitutu = ripetuto, eseguito nuovamente,  ridetto, richiesto; oppure numeroso, frequente

Rriportu = riporto, rapporto, relazione

Rriprende = riprendere, prendere indietro, rioccupare, riconquistare; oppure biasimare, ammonire, rimproverare,

Rriprendese = riprendersi, recuperare le forze, correggersi, ravvedersi

Rripresu = ripreso, preso indietro, rioccupato, riconquistato; oppure biasimato, ammonito, rimproverato, redarguito,

Rriprodottu = riprodotto, prodotto di nuovo, ristampato, ripetuto, rigenerato

Rriproduce = riprodurre, produrre di nuovo, ristampare, ripetere, rigenerare

Rriproducese = riprodursi, prodursi di nuovo, ripetersi, rigenerarsi

Rripromessu = ripromesso, prefisso, sperato

Rripromette = ripromette, aspettarsi, prefiggersi, sperare

Rripromettese = ripromettersi, aspettarsi, prefiggersi

Rriprumisto = ripromesso, sperato, aspettato, prefisso

Rripugnà = ripugnare, suscitare disgusto; oppure resistere, opporsi

Rripulì = ripulire, pulire di nuovo, pulire a fondo, limare

Rripulisse =ripulirsi, pulirsi di nuovo, pulirsi a fondo, dirozzarsi, ingentilirsi

Rripulitu =ripulito, pulito di nuovo, pulito a fondo, limato, dirozzato, ingentilito

Rripusà = riposare, dormire

Rripusasse = riposarsi, addormentarsi, distendersi

Rripusatu = riposato, ristorato, disteso, chi ha dormito

Rripusu = riposo, ristoro; oppure intervallo nel gioco del calcio

Rriquadrà = riquadare, squadrare

Rriquadratu = riquadrato, squadrato

Rrirfirì = riferire, ridire, riportare fatti, raccontare; oppure ricollegare, mettere in relazione

Rrirfirisse = riferirsi, ricollegarsi, mettersi in relazione con qualcuno o qualcosa

Rrirfiritu = riferito, ridetto, ricollegato, messo in relazione con qualcuno o qualcosa

Rrisalì = risalire, salire di nuovo

Rrisalitu = risalito, salito di nuovo; oppure chi era riuscito a venire fuori da una situazione difficile

Rrisaltà = risaltare, emergere, sporgere, distinguersi, evidenziarsi

Rrisaltatu = risultato, emerso, distinto, evidenziato

Rrisaltu = risalto, spicco, rilievo, evidenza

Rrisanà = risanare, bonificare, guarire

Rrisanasse = risanarsi, guarirsi

Rrisanatu = risanato, guarito, bonifica

Rrisarcì = risarcire, compensare, indennizzare

Rrisarcitu = risarcito, compensato, indennizzato

Rriscaldu = disturbo intestinale con diarrea

Rriscattà = riscattare, liberare, redimere, riabilitare

Rriscattasse = riscattarsi, liberarsi, redimersi, riabilitarsi

Rriscattatu = riscattato, liberato, redento, riabilitato

Rriscattu = riscatto, liberazione, riabilitazione, redenzione

Rrischià = rischiare, mettersi in pericolo; oppure osare spavaldamente

Rrischiarà = rischiarare, illuminare, chiarire, rasserenare; oppure risciacquare

Rrischiarasse = rischiararsi, rasserenarsi

Rrischiaratu = rischiarato, rasserenato

Rrischiasse = arrischiarsi, mettersi in pericolo; oppure osare spavaldamente

Rrischiatu = arrischiato, che presenta rischi o pericoli, azzardato

Rriscondrà = riscontrare, verificare, controllare; oppure rispondere, contraccambiare

Rriscondratu = riscontrato, verificato, controllato; oppure contraccambiato, che ha avuto una risposta

Rriscondru = riscontro, confronto, risposta scritta; oppure controllo, verifica

Rriscossu = riscosso, scosso di nuovo, risvegliato energicamente; oppure incassato

Rriscote = riscuotere, scuotere di nuovo, risvegliare energicamente; oppure incassare una somma

Rriserbu = riserbo, grande cautela o prudenza, riservatezza

Rriservà = riservare, conservare tenere in serbo, destinare, tenere per sé

Rriservasse = riservarsi, trattenersi, destinarsi

Rriservatu = riservato, tenuto in serbo, conservato, trattenuto; oppure persona introversa, vergognosa, ritrosa

Rrisicà = risicare, rischiare, azzardare, mettere a rischio

Rrisicatu = risicato, rischiato, azzardato,  messo a rischio

Rrisiede = risiedere, avere domicilio o dimora fissa, stare, essere sistemato

Rrisindì = risentire, sentire di nuovo; oppure offendersi, sdegnarsi

Rrisindisse = risentirsi, sentirsi di nuovo; oppure offendersi sdegnarsi

Rrisinditu = risentito, sentito di nuovo; oppure  offeso, sdegnato

Rrisiste = resistere, di sopportare con forza, opporsi a qualcuno, reggere

Rrisoltu = risolto, chiarito, appianato, sbrogliato, che ha trovato una soluzione

Rrisolve = risolvere, chiarire, appianare, sbrogliare, trovare una soluzione

Rrisolvese = risolversi, sciogliersi, spogliarsi, concludersi; oppure decidersi

Rrisorge = risorgere, sorgere di nuovo, ricomparire, ripresentarsi, risuscitare, riaversi, tornare in vita, rialzarsi

Rrisorgimendu = risorgimento, resurrezione, rinascita, ripresa

Rrisortu = risorto, sorto di nuovo, ricomparso, ripresentato, risuscitato, tornato in vita, rialzato

Rrisorve = risolvere, chiarire, appianare, sbrogliare, trovare una soluzione

Rrisparmià = risparmiare, limitare il consumo, non spendere, economizzare

Rrisparmiasse = risparmiarsi, fare a meno di qualcosa; oppure avere riguardo di sé e delle proprie condizioni fisiche

Rrisparmiatu = risparmiato, non speso; oppure chi ha avuto riguardo di sé e delle proprie condizioni fisiche

Rrisparmiu = risparmio, il risparmiare, economia

Rrispettà = rispettare, dimostrare la propria stima, circondare di affetto, riconoscere la dignità di qualcuno

Rrispettasse = rispettarsi, stimarsi, riverirsi, ossequiarsi, considerarsi

Rrispettatu = rispettato, stimato, riverito, ossequiato, considerato

Rrispettu = rispetto, ossequio, stima, considerazione

Rrispirà = respirare, vivere, sentirsi a proprio agio

Rrisplende = risplendere, essere luminoso, brillare, mandare luce forte, irraggiare

Rristabbilì = ristabilire, riordinare, guarire

Rristabbilisse = ristabilirsi, riordinarsi, guarirsi

Rristabbilitu = ristabilito, riordinato, guarito

Rristorà = ristorare, rifocillare, rinfrescare, restituire energie, ricreare, restaurare

Rristorasse = ristorarsi, rifocillarsi, riprendere vigore, riposarsi, rinfrescarsi

Rristoratu = ristorato, rifocillato, che ha ripreso vigore, riposato, rinfrescato

Rristoru = ristoro, con porto, sollievo, riposo, il rifocillarsi

Rrisucchià = risucchiare, succhiare di nuovo, a tirare col risucchio, aspirare

Rrisucchiatu = risucchiato, attirato col risucchio, aspirato

Rrisucchiu = risucchio, aspirazione, vortice

Rrisultà = risultare, provenire, derivare, scaturire

Rrisurdà = risultare, scaturire, rivelarsi

Rrisurdatu = risultato, esito, effetto, conseguenza

Rrisuscità = risuscitare, risorgere, tornare a vivere, rimettere in vita, rimettere in uso, restaurare, rinnovare

Rrisuscitasse = risuscitarsi, risvegliarsi

Rrisuscitatu = risuscitato, tornato alla vita, rimesso in vita, restaurato, rinnovato

Rrisvejà = risvegliare, svegliare, destare, scuotere, ravvivare, eccitare, stimolare

Rrisvejasse = risvegliarsi, svegliarsi, destarsi, scuotersi, ravvivarsi, eccitarsi

Rrisvejatu = risvegliato, svegliato, destato, scosso, ravvivato, eccitato

Rrisveju = risveglio, i risvegliarsi dal sonno, ritorno all’attività o alla operosità, rinnovamento morale o intellettuale

Rritajà = ritagliare, tagliare  lungo la linea di contorno, isolare, circoscrivere

Rritajasse = ritagliarsi, riservarsi, ornarsi

Rritajatu = ritagliato, tagliato lungo la linea di contorno, isolato, circoscritto

Rritardà = ritardare, tardare aggiungere, essere in ritardo, rimanere indietro, rimandare, differire, far andare più lento

Rritardatu = ritardato, rimasto indietro, rimandato, differito; oppure chi presenta ritardo mentale o chi ha poca intelligenza

Rritené = ritenere, tenere di nuovo, trattenere, contenere, arrestare, fermare; oppure credere, giudicare, stimare

Rritenesse = ritenersi, stimarsi, considerarsi; oppure fermarsi in un luogo, trattenersi con qualcuno

Rritinutu = ritenuto, trattenuto, contenuto, arrestato, affermato; oppure creduto, giudicato, stimato

Rritirà = ritirare, tirare indietro, richiamare; oppure appartare, isolare

Rritirasse = ritirarsi, tirarsi indietro; oppure appartarsi, isolarsi

Rritiratu = ritirato, tirato indietro; oppure appartato, isolato

Rritornellu = ritornello, parole ripetute più volte

Rritornu = ritorno, ricomparsa

Rritrae = ritrarre, tirare indietro, prendere, ricavare, ottenere; oppure dipingere, descrivere

Rritrattu = ritratto, tirato indietro; oppure dipinto, descritto

Rriunì = riunire, unire di nuovo, mettere insieme, adunare, riconciliare

Rriunisse = riunirsi, unirsi di nuovo, mettersi insieme, adunarsi, riconciliarsi

Rriunitu = riunito, unito di nuovo, messo insieme, adunato, riconciliato

Rriuscì = riuscire, sboccare, avere esito positivo, raggiungere il fine, essere capace

Rriuscitu = riuscito, che ha avuto successo

Rrivalutà = rivalutare, elevare il valore di qualcosa, a aumentare il valore

Rrivalutasse = rivalutarsi, aumentare di valore; oppure riacquistare onore e stima

Rrivalutatu = rivalutato, aumentato di valore; che ha riacquistato onore e stima

Rrivangà = rivangare, riproporre episodi o questioni vecchie, ricordare

Rrivangatu = rivangato, riproposto, ricordato

Rrivassà = ribassare, diminuire

Rrivassasse = ribassarsi, diminuirsi

Rrivassatu = ripassato, diminuito

Rrivassu = ribasso, calo, diminuzione

Rrivelà = rivelare, svelare, dire apertamente, manifestare, palesare

Rrivelasse = rivelarsi, mostrarsi, dimostrarsi

Rrivelatu = rivelato, mostrato, dimostrato, manifestato, palesato, svelato

Rrivendicà = rivendicare, richiedere, riaffermare o lottare per un diritto, avocare a sé la responsabilità di una azione

Rrivendicatu = rivendicato, richiesto, che ha avocato a sé la responsabilità di una azione

Rriverso = rovescio

Rrivirì = riverire, rispettare profondamente, salutare con molto rispetto e ossequio

Rriviritu = riverito, che merita o suscita rispetto

Rrivistì = rivestire, vestire di nuovo, indossare, incamiciare, foderare, ricoprire; oppure ricoprire o assumere cariche

Rrivistisse = rivestirsi, vestirsi di nuovo

Rrivistitu  = rivestito, vestito di nuovo

Rrivive = rivivere, risuscitare, rifiorire, tornare a nuova vita, riapparire, tornare in uso o di moda

Rrivoluziò = rivoluzione, mutamento profondo, rapida e radicale trasformazione sociale, confusione, disordine

Rrivoluzionà = rivoluzionare, cambiare radicalmente, mutare profondamente, sconvolgere un ordine sociale

Rrivoluzionariu = rivoluzionario, chi promuove una rivoluzione

Rrivoluzionatu = rivoluzionato, cambiato radicalmente, mutato profondamente

Rrivordà = rivoltare, rovesciare, rimestare; oppure provocare disgusto, sconvolgere

Rrivordasse = rivoltarsi, capovolgersi, ribellarsi, convertirsi alle idee altrui

Rrivordatu = rivoltato, capovolto, ribellato, convertito alle idee altrui

Rrizzà = mettere o alzare in modo che si stia ritto; oppure fabbricare, costruire, innalzare

Rrizzasse = alzarsi, levarsi in piedi, erigersi, alzarsi dal letto

Rrizzatu = alzato, ritto, eretto; oppure fabbricato, costruito

Rrolà  = arruolare, reclutare, chiamare alle armi

Rrolasse = arruolarsi, entrare volontariamente a far parte delle forze armate; oppure unirsi, aggregarsi

Rrolatu = arruolato, reclutato, chiamato alle armi; oppure unito, aggregato

Rroscià = arrossare; oppure arrossire per vergogna

Rrosciasse = arrossarsi; oppure arrossirsi

Rrosciatu = diventato rosso per vergogna, arrossato, arroventato col fuoco

Rrosciatura = svergognatura

Rrosolà = rosolare, far cuocere lentamente sopra la brace

Rrosolasse = rosolarsi, cuocersi lentamente sopra la brace

Rrosolatu = rosolato, cotto lentamente sopra la brace

Rrotà = arrotare, investire con le ruote;oppure affilare con la mola

Rrotatu = arrotato, investito con le ruote; oppure affilato con la mola

Rrotolà = rotolare, far avanzare un oggetto facendolo girare su se stesso, ruzzolare, voltolare; oppure avvolgere, ridurre in forma di rotolo

Rrotolasse = arrotolarsi, avvolgersi in forma di rotolo

Rrotolatu = arrotolato avvolto o ridotto in forma di rotolo

Rrotolatu = rotolato, girato, fatto avanzare col farlo girare su se stesso; oppure ridotto a forma di rotolo

Rrotondà = arotondare, ridurre in forma rotonda

Rrotondàsse = arrotondarsi, ridursi in forma rotonda

Rrotondàtu = arrotondato, ridotto in forma rotonda

Rrovellà = arrovellare, tormentare, angustiare, affannare

Rrovellasse = arrovellarsi, tormentarsi, angustiarsi, affannarsi

Rrovellatu = arrovellato, tormentato, angustiato, affannato

Rrovendà = arroventare, rendere rovente, surriscaldare

Rrovendasse = arroventarsi, infuocarsi, surriscaldarsi

Rrovendatu = arroventato, infuocato, divenuto rovente, surriscaldato

Rrovescià = rovesciare, versare in giù, capovolgere, invertire, rivoltare

Rrovesciasse = rovesciarsi, capovolgersi, invertirsi, rivoltarsi

Rrovesciatu = rovesciato, capovolto, invertito, rivoltato

Rrubbà = rubare, prendere furtivamente

Rrubbacore = rubacuori (chi fa all’innamorato, che attira le simpatie)

Rrubbamazzu = rubamazzo (gioco con le carte)

Rrubbatu = rubato, preso furtivamente

Rrufà = arruffare, scompigliare, scarmigliare, imbrogliare; oppure adirare, arrabbiare

Rrufasse = arruffarsi, scompigliarsi, scarmigliarsi; oppure adirarsi, arrabbiarsi

Rrufatu = arruffato, scompigliato, scarmigliato; oppure adirato, arrabbiato

Rruffianà = arruffianare, sedurre per conto di altri

Rruffianasse = arruffianarsi, rendersi amico qualcuno con modi servili; oppure accordarsi

Rruffianatu = arruffianato, chi si è fatto amico qualcuno con modi servili per fini equivoci; oppure accordato

Rrugginì = arrugginire, coprirsi di ruggine

Rrugginisse = arrugginirsi, coprirsi di ruggine

Rrugginitu = arrugginito, coperto di ruggine

Rruina = rovina

Rruinà = rovinare, crollare, cadere in basso, precipitare, stramazzare, abbattere, guastare, sciupare, danneggiare, rompere

Rruinasse = rovinarsi, a danneggiarsi gravemente, guastarsi, sciuparsi, rompersi

Rruinatu = rovinato, crollato, caduto in basso, stramazzato, abbattuto, guastato, sciupato, danneggiato, rotto

Rrumore = rumore, chiasso, tumulto

Rrustì = arrostire, cuocere sopra la brace

Rrustisse = arrostirsi, cuocersi arrosto; oppure esporsi a lungo al sole

Rrustitu = arrostito, cotto alla brace

Rrutì = arrotino

Rruzzinì = arrugginire, fare la ruggine

Rruzzinisse = arrugginirsi, fare la ruggine, indebolirsi, invecchiarsi

Rruzzinitu = arrugginito, che ha fatto la ruggine; oppure persona che ha perso la forza fisica e agilità intellettuale

Rruzzinitu = arrugginito, coperto di ruggine

Rruzzinitu = arrugginito, coperto di ruggine; oppure indebolito, che ha perso la funzionalità

Rsalì = risalire, tornare in alto

Rsalitu = risalito, che è tornato in alto

Rsallà = saldare di nuovo e meglio, rimettere insieme i pezzi di un oggetto rotto o frantumato

Rsallatu = saldato di nuovo e meglio

Rsalutà = salutare di nuovo, scambiare un saluto

Rsalutasse = salutarsi di nuovo, scambiarsi un saluto

Rsalutatu = salutato di nuovo

Rsanà = risanare, bonificare, riacquistare la salute

Rsanasse = risanarsi, riacquistare la salute, guarirsi

Rsanatà = respirare con grande affanno

Rsanatu = risanato, che ha riacquistato la salute, guarito

Rsapé = risapere, venire a sapere, venire a conoscenza

Rsaputo = risaputo, venuto a conoscenza

Rsatollà = rendere satollo, rimpinzare, mangiare o far mangiare a sazietà

Rsatollasse = rendersi satollo, rimpinzarsi, mangiare o far mangiare a sazietà

Rsatollatu = reso satollo, rimpinzato, che ha mangiato o ha fatto mangiare a sazietà

Rseconnà = fare una cosa una seconda volta

Rsega = risega (diminuzione dello spessore di un modo in direzione dell’altezza; oppure segno lasciato sulla pelle per un laccio troppo stretto; oppure risega sul mucchio di fieno o sul pagliaio)

Rsegà = strofinare con forza; lavare i panni

Rsegasse = strofinarsi con forza

Rsegatu = strofinato con forza; oppure picchiato bastonato

Rsindì = risentire, sentire di nuovo, soffrire, subire le conseguenze, subire l’influsso

Rsindisse = risentirsi, svegliarsi, riaversi; oppure offendersi, sdegnarsi

Rsinditu = risentito, sentito di nuovo; oppure che si e offeso o sdegnato

Rsognà = sognare, fantasticare

Rsognasse = sognarsi

Rsognatu = sognato, fantasticato

Rsolà = risuolare, rinnovare le suole delle scarpe; oppure bastonare, picchiare

Rsolatu = risuolato; oppure bastonato, picchiato

Rsolatura = risuolatura

Rsollevà = risollevare, sollevare di nuovo, rialzare, confortare, ricreare

Rsollevasse = risollevarsi, sollevarsi di nuovo, rialzarsi, confortarsi, ricrearsi, riprendersi

Rsollevatu = risollevato, sollevato di nuovo, rialzato, confortato, ricreato, ripreso

Rsonà = risuonare, suonare di nuovo, rimbombare, riecheggiare; oppure bastonare o picchiare qualcuno

Rsonatu = risuonato, rimbombato, riecheggiato; oppure bastonato, picchiato

Rsucchià = risucchiare, succhiare di nuovo, attirare con un risucchio

Rsucchiatu = risucchiato, succhiato di nuovo, attirato con un risucchio

Rsue = salire, risalire, andare verso l’alto

Rsuese = tirarsi su (i pantaloni)

Rsumijà = rassomigliare

Rsumijanza  = somiglianza, analogia

Rsumijasse = rassomigliarsi, paragonarsi

Rsumijatu = assomigliato, paragonato

Rsumiju = ritratto, fotografia

Rsutu = tirato su

Rtegne = tingere di nuovo, ma chiare, insudiciare, colorare

Rtendà = ritentare, tentare di nuovo, riprovare

Rtendatu = ritentato, tentato di nuovo, riprovato

Rtené = ritenere, fermare, trattenere, arrestare; oppure credere, giudicare, considerare

Rtenesse = ritenersi, trattenersi; oppure reputarsi, considerarsi

Rtintu = tinto di nuovo, macchiato, insudiciato, colorato

Rtinutu = ritenuto, trattenuto; oppure reputato considerato giudicato, stimato

Rtirà =  ritirare, tirare di nuovo, tirare indietro, ritrarre, richiamare, farsi riconsegnare

Rtirasse = ritirarsi, lasciare un luogo o un incarico; oppure restringersi, scorrere via

Rtiratu = ritirato, ristretto, tirato di nuovo,  richiamato, tirato indietro

Rtoccà = ritoccare, toccare di nuovo, tornare su qualcosa per migliorarla, correggere, ravvivare;oppure abbacchiare

Rtoccatu = ritoccato, migliorato, corretto, ravvivato; oppure frutto fatto cadere percuotendo la pianta con una pertica

Rtornà = ritornare, tornare di nuovo, ricomparire, ripresentarsi

Rtornatu = ritornato, tornato di nuovo, ricomparso, ripresentato

Rtroà = ritrovare, trovare di nuovo, rintracciare, recuperare, scoprire, inventare, rivedere

Rtroasse = ritrovarsi, incontrarsi di nuovo, trovarsi di nuovo insieme; oppure accorgersi, raccapezzarsi

Rtroatu = ritrovato, rintracciato, recuperato; oppure intentato, scoperto

Rubbiu =  rubbio (misura di quattro quarte pari a 2 quintali circa)

Rubinettu = rubinetto (dispositivo per regolare il flusso dei liquidi)

Rucala =  rucola, eruca, ruchetta (erba edule)

Rucculittu = petto di persone o di comari che fanno pettegolezzi

Rudimendu = rudimento, principio elementare di un’arte o disciplina, abbozzo, accenno, avviamento

Ruffì = Ruffino

Ruffià = ruffiano, mezzano, mediatore

Ruffianu = ruffiano, mezzano, mediatore

Rugà = tubare, biascicare, borbottare

Ruganza = arroganza, modo di comportarsi insolente e presuntuoso, presunzione, insolenza

Ruggene = ruggine; oppure malanimo, astio, rancore

Rugnu = cicoria; oppure persona rozza, avara

Rugnusu = rognoso, pieno di rogna; oppure persona particolarmente puntigliosa o fastidiosa

Rugola = ruchetta (erba selvatica le cui foglie aromatiche si mescolano con l’insalata)

Rugusu = rugoso, pieno di grinze, grinzoso

Rullà = rullare, comprimere o livellare col rullo; oppure risuonare (detto del tamburo)

Rullatu = rullato, costipato un rivelato col rullo

Rullu = rullo (suono prodotto dal tamburo); pure grosso e pesante cilindro per comprimere e livellare

Rumà = ruminare

Rumasotto = sornione, persona che trama in silenzio, che non lascia trapelare ciò che pensa

Rumatismi = reumatismi

Rumitoriu = eremo

Rumitu = romito, eremita, solitario

Rumme = rum

Rumo’ = rumore

Rumu = il masticare a lungo il cibo in bocca

Rumurusu = rumoroso, chiassoso, clamoroso

Runcittu = taglierino del calzolaio

Runnola = rondinella

Runnolo’ = rondone; oppure detto di persona che gironzola per corteggiare le donne

Runnurella = rondinella

Ruolu = ruolo, registro, elenco; oppure funzione, ufficio

Ruscì = tuorlo dell’uovo

Rusciu = rosso

Rusignolu = usignolo

Ruspà = ruspare, lavorare accanitamente

Ruspande = pollo nato e cresciuto all’aperto

Ruspittu = prospetto; oppure così scherzosamente chiamato un bambino paffutello

Ruspu = zampa dei volatili

Russà = russare, emettere dormendo un suono rumoroso respiro

Russu = russo (nato o residente in Russia)

Rustucu = rustico, zotico, rozzo, campagnolo, villereccio, scontroso, grezzo, non rifinito

Rusura = avanzo dello strame

Rutala = ruzzola

Rutolo’ = grossa ruzzola

Ruttu = rotto, rovinato, danneggiato; rutto: rumorosa emissione di aria dalla bocca

Ruttura = rottura, spaccatura, improvvisa cessazione di rapporti in seguito a discordia

Rutulu = rotolo(involto cilindrico), nell’espressione:”un rotulu de fié o de paja = un rotolo di fieno o di paglia)

Rutunnu = rotondo

Ruu = rovo

Ruvinettu = rubinetto, congegno che regola il flusso dei liquidi

Ruvudu = ruvido, grezzo, non liscio, aspro, duro

Ruvustu = robusto, forte, energico, resistente, vigoroso

Ruzzà = ronzare, fare chiasso, strepitare; oppure giocare, saltare occorrere per gioco

Ruzza = screzio, litigio, ripicca

Ruzzicà = rotolare; oppure seguitare a vivere anche se stentatamente

Ruzzolà = ruzzolare, cadere, precipitare arrotolando, far girare per terra qualcosa

Ruzzu = rozzo, grossolano, villano, grezzo, non rifinito

Rvangà = rinvangare, rimescolare, ricordare

Rvangatu = rinfrancato, rimescolato, ricordato

Rvedé = rivedere, vedere di nuovo, guardare o incontrare di nuovo, rileggere, riesaminare, correggere, ritoccare
Rvedesse = rivedersi, vederci un incontrarsi di nuovo, ritoccarsi, correggersi

Rvenne = rivendere, vendere di nuovo, vendere ciò che era stato acquistato precedentemente

Rvinì = ritornare, rinvenire, tornare in sé

Rvinnutu = rivenduto

Rvinutu = ritornato, tornato in sé,

Rvira = Elvira

Rvistì = rivestire, vestire di nuovo, indossare, foderare, incamiciare, velare, mascherare; oppure ricoprire una carica

Rvistisse = rivestirsi, vestirsi di nuovo, ricoprirsi

Rvistitu = rivestito, vestito di nuovo, ricoperto

Rvistu = rivisto, visto di nuovo, guardato o incontrato di nuovo, riletto, riesaminato, corretto

Rvolé = rivolere, volere indietro ciò che si è prestato o perso

Rvolesse = rivolersi (nell’espressione: “rvolesse vène = volersi bene”)

Rvordà = rivoltare

Rvordasse = rivoltarsi, guardare o girarsi indietro

Rvordatu = rivoltato, girato all’indietro

Rvotà = rivoltare, mettere il rovescio a posto del dritto; oppure votare di nuovo nelle elezioni

Rvotatu = rivoltato, messo al rovescio anziché al posto del dritto; oppure votato di nuovo nelle elezioni

Rvulutu = rivoluto, voluto indietro ciò che è stato prestato o perduto

Posted in DOCUMENTI, LUOGHI, Notizie Recenti, PERSONE | Leave a comment